Usando questo sito, dichiarate di aver letto il Disclaimer e le norme sulla Privacy relativa ai contatori Shinystat e whos.among.us


Per capire come "nasce" questo blog, leggere le pagine info sul blog nella colonna a sinistra
Un
archivio del blog, con tutti i post fino ad oggi pubblicati, elencati per mese, lo trovate in fondo alla pagina

NORME relative ai commenti alla pagina "COME COMMENTARE"

“Non c’è nulla di male se una persona cerca di confutare gli insegnamenti e le pratiche di un gruppo religioso che ritiene in errore”. (Svegliatevi! 8 settembre 1997, pagina 6)

giovedì 15 ottobre 2015

Class Action contro i Testimoni di Geova in Australia per i reati di pedofilia


(traduzione)
Lo studio legale Artemis ha combattuto molte istituzioni per proteggere le persone, soprattutto i bambini, dagli abusi sessuali. Attualmente sta raccogliendo prove e incoraggiando le vittime a farsi avanti per raccontare la loro storia in materia di abusi all'interno dei Testimoni di Geova.


Artemis  ha avviato una class action contro i Testimoni di Geova in Australia. Questo segue quanto emerso  dalla Australian Royal Commission nelle indagini istituzionali per abusi sessuali su minori che hanno rivelato difetti nella gestione dei reati di pedofilia, facendo seguito ad un elevato numero di indagini dello studio legale con sede a Sydney.

Artemis  ha oltre 15 anni di esperienza di lotta ad istituzioni che hanno fallito nel dovere di proteggere le persone dagli abusi. Questi includono la Chiesa cattolica e la Chiesa anglicana. Jason Moody, il titolare di Artemis dice: "l'esortazione a mantenere la segretezza è così forte che le vittime di abusi da parte dei Testimoni di Geova solo di recente stanno iniziando a contattarci. I fatti emersi sono profondamente preoccupanti e mostrano una tolleranza scellerata e sistematica degli abusi sui minori da parte di alcuni anziani e di coloro che hanno autorità all'interno di questa religione. La Commissione Reale ha identificato oltre 1.700 presunte vittime di abusi sessuali su bambini all'interno della religione dei Testimoni di Geova in Australia. La Commissione Reale ha accertato che nessuno di questi casi è stato segnalato alla polizia dagli anziani della chiesa o dalla Watchtower. Ciò è inaccettabile nella nostra società ".
......
 "La Commissione Reale ha contribuito a dare voce alle vittime e ora le stiamo aiutando. Al momento abbiamo oltre 15.000 pagine di documenti nella nostra battaglia per questa e altre giurisdizioni. Inoltre abbiamo messo insieme una squadra di esperti nei loro vari campi. Stiamo sollecitando le vittime a non tardare nel farsi avanti e nel ricercare consigli ".

..........

I Testimoni di Geova hanno regole contrarie alle norme precauzionali che minimizzano il rischio di abusi sui minori. 

Queste includono:

· I due testimoni; gli anziani non possono accettare accuse di abusi sui minori a meno che ci sia una seconda persona che ha anche assistito all'abuso. L'organizzazione ritiene che si tratta di una protezione contro le calunnie.(norma rivista di recente)

· Assenza di donne nel trattare i casi   - Come una religione patriarcale, le donne sono costrette alla sottomissione agli uomini. Non possono far parte di un comitato giudiziario. Ciò significa che una giovane vittima femminile deve rivelare i dettagli del suo abuso di fronte a tre uomini più anziani.

· Le vittime sono tenute a confrontarsi con l'autore del reato.

· Non è (o non era) obbligatorio per gli anziani segnalare il fatto alle autorità

· Le accuse non sono segnalate alla polizia a causa della generale 'sfiducia' verso i non-testimoni.

· La paura di dare consigli psicologici che non si allineano con i principi della Torre di Guardia.

.......

Google Traduttore per il Business:Translator ToolkitTraduttore di siti webStrumento a supporto dell'export

Riveduta in alcuni passaggi, si spera di averne spiegato il senso.

Facciamoci l'abitudine, ormai la strada è tracciata, sentiremo parlarne ancora per diverso tempo




* * * * *

Stai leggendo questa pagina da un cellulare?

5 commenti:

  1. la maggioranza dei tg va a predicare mettendoci la faccia, brave persone del tutto ignare di quello che sta succedendo, in assoluta buona fede...che Dio ci aiuti, davvero.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lelvira e Navigatore io sinceramente sono preouccupato per il tanti fratelli e sorelle che vanno in predicazione in quanto mettiamo il caso che incrociano qualcuno che sà tutto quello che stà venendo fuori con le inchieste sulla pedofilia e questo qualcuno non ci stà con la testa rischiano anche le botte io già ho letto sù proc cons che qualche fratello è stato minacciato da fanatici cattolici mi auguro che questo non avvenga mai ma il rischio c è per navigatore anche in GB stanno facendo delle inchieste e in polonia olter che in USA da dove è partita la prima denuncia di specie da parte della Anderson io p urtroppo vedo addensarsi nubi minacciose temporalesche sulla WTS fraterni saluti ad entrambi buonanotte

      Elimina
    2. la colpa di tutto ciò su chi ricade? Uomini senza scrupoli che guidano pecore ignare, dove sta l amore?

      Elimina
  2. certo che se procedono, stavolta la WT FA IL BOTTO VERAMENTE!!
    Soprattutto se dopo l'australia, a valanga, procedono anche negli USA ed in Europa.
    Diverranno dei tempi di vagliatura, anche x i proclamatori ...

    RispondiElimina
  3. la preoccupazione è proprio quella...la pedofilia è un problema terribile, ma sarebbe tutto più facile se i fratelli fossero preparati...di che abbiamo paura? La verità non dovrebbe mai essere temuta...e chi dice la verità con schiettezza merita rispetto...anche dopo aver sbagliato, è più facile perdonare chi sinceramente lo ammette.

    RispondiElimina

E' OBBLIGATORIO FIRMARSI CON UN NICK (QUALSIASI) Non usate termini scurrili, insulti, calunnie, incitamenti all'odio razziale ed alla violenza, e NON menzionate la persone per nome o cognome reali. Sono vietati lo spamming, il copia-incolla ripetuto, i link a siti non approvati dalla redazione, i messaggi provocatori.
Altrimenti i post non saranno pubblicati o verranno cancellati.
La moderazione dei commenti è insindacabile ed a cura della redazione del blog. Se i vostri commenti non vengono pubblicati potete chiedere spiegazioni scrivendo alla redazione (vedi "come commentare" in alto nella colonna a sinistra)

Grazie

L'indirizzo email del blog lo trovate in fondo alla pagina (non nella visualizzazione per cellulari)

Indice Archivio blog