Usando questo sito, dichiarate di aver letto il Disclaimer e le norme sulla Privacy relativa ai contatori Shinystat e whos.among.us.

Un archivio del blog, con tutti i post fino ad oggi pubblicati, elencati per mese, lo trovate in fondo alla colonna centrale.

NORME relative ai commenti alla pagina "COME COMMENTARE".

“Non c’è nulla di male se una persona cerca di confutare gli insegnamenti e le pratiche di un gruppo religioso che ritiene in errore”.
(Svegliatevi! 8 settembre 1997, pagina 6)

"Nessuno dovrebbe sentirsi obbligato a seguire una forma di adorazione che considera inaccettabile o a scegliere fra le proprie credenze e la propria famiglia."
(Svegliatevi! Luglio 2009 p.29)


domenica 7 gennaio 2018

Chiama "Le Iene" per poter vedere il nipotino


L' "amorevole benignità" tra i Testimoni di Geova

Il titolo è volutamente ironico e si riferisce ad un'altra tristissima storia che ieri mi è stata raccontata da una sorella. Una storia, è vero, non fa testo. Ma in tanti anni, ne ho sentite migliaia, tutte tristemente simili.

La storia è quella di una coppia*, Testimoni di Geova, che allevano i loro due figli in questa religione. I ragazzi, un maschio ed una femmina, crescono bene, bravi e "zelanti" nella "verità".



Una volta diventati maggiorenni ed indipendenti, col tempo però i loro genitori iniziano a nutrire dei dubbi sull'organizzazione. Facendo ricerche accurate, iniziano a scoprire tante cose, tra le quali:

- Che l'organizzazione, che per anni ha esortato i suoi seguaci a considerare l'ONU un'espressione del demonio, in realtà era affiliata ad essa.
- Che l'organizzazione gestisce i casi di pedofilia in segreto, non denunciando mai i pedofili alle autorità, ed anzi usa come "anziani" e "servitori di ministero" anche persone con un passato da pedofili.
- Che l'organizzazione ha manipolato la traduzione della Bibbia a proprio uso e consumo.
- Che l'organizzazione specula sulla generosità dei fratelli, ma quando c'è qualcuno in difficoltà non tira mai fuori un centesimo per aiutare chi è nel bisogno.

Oltre ai tanti altri aspetti che oggi si conoscono su questa religione e che vengono trattati in molti blog come questo.

Questi genitori, pertanto decidono di parlare ai figli di quello che hanno scoperto, dicendo loro che in coscienza non volevano più essere considerati aderenti ai Testimoni di Geova ma che il loro amore ed il loro affetto verso i loro figli sarebbero rimasti intatti, qualunque decisione essi avessero preso. 
Ma i ragazzi, indottrinati a dovere fin dall'infanzia, non si sono ovviamente (scrivo ovviamente, ma dovrei scrivere "purtroppo") presi la briga di documentarsi su quanto esposto loro dai genitori.

Anzi, li hanno avvertiti che da quel giorno li avrebbero considerati come morti, e che essi non avrebbero più dovuto cercarli nè chiamarli.

Così accadde. I genitori non li videro più. Solo diverso tempo dopo vennero a conoscenza che la figlia aveva dato alla luce un bimbo. Così, iniziarono a cercarla con lo scopo di poter abbracciare, anche per poco, il loro nuovo nipotino.

Ma la figlia, ubbidendo coscienziosamente alle assurde regole dell'organizzazione, si rifiutò categoricamente di incontrare i genitori e di far abbracciare loro il neonato nipotino.



Ecco il link dal quale sono state prese le immagini qui sopra riportate.



Fatti inutilmente diversi tentativi, i nonni del bimbo decidono a questo punto di rivolgersi alle trasmissione televisiva "Le Iene" affinchè facendo pubblicità alla cosa, potessero smuovere la coscienza dei figli.

I giornalisti televisivi, quindi iniziano appostamenti di fronte la Betel, la congregazione, etc. cercando di intervistare i vertici italiani dell'organizzazione ed  i protagonisti, per sentire la loro versione dei fatti.

Ma intimoriti dal clamore mediatico della vicenda, i vertici della Betel si mettono in contatto con la mamma del piccolo, chiedendole di accondiscendere alla richiesta dei nonni almeno una volta, a condizione che essi ritirino l'autorizzazione alla messa in onda della trasmissione.

I nonni, pur di poter abbracciare almeno una volta il nipotino, acconsentono quindi a ritirare l'autorizzazione alla messa in onda della trasmissione.

La figlia, a malincuore, dà quindi appuntamento ai genitori, in un parcheggio, al fine di poter mostrare loro il nipotino, come richiesto.
In quell'occasione, la "brava" Testimone di Geova, dice anche loro di godersi quei pochi secondi con in braccio il bimbo, perchè ha urgenza di fare in fretta per poter raggiungere col marito alcuni "fratelli" ad una festa.


Io non so se quei pochi minuti a contatto col nipotino abbiano soddisfatto i sentimenti dei nonni.

Se avranno modo di leggermi, io esorto loro a tornare dalle "Iene", e completare il racconto della puntata sospesa aggiungendo gli ultimi particolari e chiedendo che venga messa in onda quanto prima.

E' vero che oggi ci sono molti Testimoni di Geova "obiettori di coscienza" che si rifiutano di aderire a queste regole. Però questa organizzazione deve essere smascherata. Chi ancora NON ne fa parte deve sapere a cosa andrà incontro aderendo a questo credo!



*alcuni particolari potrebbero essere stati omessi o non meglio precisati, ma i fatti sono realmente accaduti, con l'effettivo coinvolgimento delle "Iene" e della Betel italiana.



______________________



Pubblico anche questo testo preso dal web.

Il diritto dei nonni a mantenere un rapporto significativo con i nipoti trova tutela in Italia e in Europa ma a condizione che non pregiudichi l’interesse dei bambini.

Il genitore non può impedire al nonno di frequentare il nipote ma spetta al giudice decidere cosa è meglio per l’interesse del bambino. La tutela del rapporto significativo tra ascendenti e nipoti è riconosciuta in Italia e all’estero. Vediamo come.

La legge italiana riconosce ai nonni il diritto di mantenere rapporti significativi con i nipoti minorenni. Qualora il genitore o altra persona impedisca l’esercizio di tale diritto, i nonni possono ricorrere al giudice del luogo di residenza abituale del minore affinché vengano adottati i provvedimenti più idonei nell’esclusivo interesse del minore.

Il diritto ai rapporti significativi con i minori non è però assoluto e incondizionato. Esso può essere esercitato solo se il giudice accerta che al minore faccia bene la frequentazione dei nonni.

Difatti la legge pone al centro della tutela l’interesse del minore ad una crescita personale sana ed equilibrata, lontano da possibili conflitti e relazioni pregiudizievoli.

La soluzione presuppone allora il compimento da parte del giudice di vere e proprie indagini sulla famiglia e, necessariamente, l’ascolto dei minori affinché possano emergere la loro volontà e le loro esigenze.

Tale principio vale anche negli altri Paesi, come espressamente riconosciuto da una recente sentenza della Corte Europea dei Diritti dell’Uomo. Quest’ultima ha equiparato il ruolo dei nonni a quello dei genitori, prevedendo l’obbligo di ciascuno Stato di favorire la conciliazione tra nonni e nipoti minorenni, sempre avuto riguardo all’interesse di questi ultimi. Il rapporto nonni-nipoti è infatti tra i legami familiari tutelati dalla Carta europea dei diritti dell’uomo.

Dunque, i nonni possono sempre rivolgersi al giudice nazionale per esprimere le loro esigenze di tutela e ottenere eventualmente il riconoscimento del diritto di visita e l’obbligo del genitore a consentirne l’attuazione.

Va tuttavia precisato che il riconoscimento del diritto dei nonni deve conciliarsi con la tutela del minore. Se quest’ultimo si trova all’estero, l’esercizio pratico del diritto di visita è molto complesso e devono intervenire le autorità interne dei singoli Stati.

Il giudice non potrà infatti obbligare il minore a rientrare in Italia visto che ciò potrebbe comunque destabilizzarlo; né in ogni caso può imporgli di vedere i nonni.

La questione è molto delicata ed è pertanto opportuno rivolgersi al Tribunale per ottenere una soluzione ottimale che tuteli da un lato il diritto dei nonni e dall’altro il benessere dei nipoti.

ecco il link dal quale è stato preso, su segnalazione di un lettore: 








Stai leggendo questa pagina da un cellulare?





indirizzo email dell'amministratore del blog:




******

********



125 commenti:

  1. Un'altro disgustante comportamento dovuto alla stolta "ubbidienza" all'organizzazione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro john guardo mio figlio crescere che tra un po compirà 4 anni e solo la nonna paterna oltre a noi genitori naturalmente gli da amore e attenzioni da quando è nato.Ha anche una nonna materna che per scelta non lo ha piu cercato applicando l'assurda regola dell'ostracismo pure su una creatura innocente che sono sdegnata.Dicono che mantengono i rapporti con i disassociati non privandosi della compagnia dei parenti più stretti ma niente di più falso..forse mia madre appena nato lo aveva cercato poi il nulla,sparita come una nube..per fortuna mio figlio ha tutto l amore dei suoi genitori ed e attorniato solo da chi lo ama per davvero perche di una nonna finta non sa che farsene.

      Elimina
    2. Mah, io non capisco ancora il limite tra essere stati vittime ed essere stati un pò carnefici anche noi.
      Ci sono fratelli e sorelle che rifiutano l'ostracismo a priori, non sono forse la maggioranza, ma quando non sono visti non lo applicano.
      Poi ci sono quelli che lo applicano a denti stretti ma se possono sgarrano.
      Per ultimo ci sono i fanatici arroganti (la gente più odiosa) che gode proprio nel praticarlo.

      Io penso che qualunque cosa si faccia nella vita, pur considerando l'indottrinamento, è sempre un pò nostra responsabilità.

      A parte i primi anni da TdG (dove peraltro, contatti con disassociati non ne ho avuti) già da molti anni non lo praticavo più... ripeto, siamo stati tutti un pò vittime e un pò (qualcuno inconsapevolmente) carnefici

      Elimina
    3. è usanza da parte mia e di un altro Fratello ogni 3-4 mesi andare a cena al ristorante insieme ad un Disassociato!

      Elimina
  2. Pensate come sono falsi i vertici!Questa è l'ennesima storia che dimostra la malafede dei capi di questa organizzazione eppure ognuno di loro sa le regole quando entra dentro.Può sfuggire ad un individuo che si converte al loro credo da adulto dove gli viene buttato tanto fumo negli occhi da accecarlo e non fargli capire realmente queste rigide regole, ma chi nasce dentro fin da piccolo ha visto video di storie simili dove in quelle occasioni viene inserito il lieto fine e cioè che è vero che queste storie accadono ma poi chi si pente (dicono loro, ovviamente sbagliando) alla fine torna all'ovile.Il problema si pone nel caso in cui un individuo va a scoprire le loro malefatte è normale che si dissoci non volendo più avere a che fare.Ecco i loro insegnamenti dicono che queste persone sono come lo sterco........pensate che squallore eppure loro hanno la faccia tosta di parlare di tolleranza, di confronto.....ridicoli!

    RispondiElimina
  3. Nn mi sorprende questo comportamento bigotto spropositato e per nulla in linea col cristianesimo. Quello che posso anch'io consigliare a questi due nonni è quello di far valere non i "loro" diritti...ma quello del bambino!!!! Questo bambino ha il DIRITTO di avere l'affetto genuino dei nonni, e se i genitori di quest'ultimo nn ne vogliono sapere, possono rivolgersi alle leggi che ci sono in vigore, oltre che a fare pubblicità mediatica. Ci vuole una buona dose di coraggio e volontà, ma credo sia l'unico mezzo per tutelare l'interesse psichico-fisico del bimbo-a. Inoltre si creerebbe un precedente atto a spianare la via per altre problematiche simili. A questi nonni auguro di riabbracciare quanto prima questo nipotino, che in primis ha la necessità di ricevere il loro caloroso affetto....

    RispondiElimina
  4. Chi ha rapporti con il disassociato , l organizzazione fa passare il tutto come sentimentalismo come mancanza di forza spirituale come un modo di essere sleale a DIO , dunque non cambia molto , perchè un conto essere consapevoli che l organizzazione strumentalizza quei passi scritturali ..un conto invece fare una cosa che sai che è sbagliata ..ma la fai lo stesso per debolezza .....Dunque chi chiama una trasmissione televisiva ha l occasione di smontare gli intendimenti scritturali dove la WT si appoggia per ostracizzare l EX TDG ....in caso contrario non servirebbe a nulla, quella famosa frase ....LA VERITA PORTA PACE MA SPADA non fare altro che rafforzarsi nella testa dei TDG.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Trovo interessante che i vertici scendano a co promessi infrangendo le LORO regole per non biasimare il nome di dio
      Strategia teocratica !

      Elimina
  5. Anziano inattivo7 gennaio 2018 11:13

    Sono d'accordo tornate alle iene e fateli smascherare, la betel e scesa a compromessi per non farsi smascherare ? E il caso che si faccia luce sulla falsità dell'organizzazione dei Testimoni di Geova

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carissimo anziano , che dolore io sono nella stessa barca .

      Elimina
    2. Gia' lo sa bene mio padre disassociato a 7o anni dopo due comitati perche' aveva negato le accuse , ed ora non vede piu' il figlio di mio fratello ne mio fratello e sua moglie modello di virtu' pioniera superelogiata

      Elimina
  6. Aggiungo un particolare ..vi ricordate la diretta in striming ..dove l oratore disse : gli apostati ci accusano della regola dei 2 testimoni ma noi non possiamo andare incontro a quello che dicono le scritture ............dunque è chiaro che per l organizzazione ci sono prima le scritture al di la che sia giusto o sbagliato l intendimento.....per loro l autorità è la Bibbia.....dunque dire : le trasfusioni vietate sono inumane ..l ostracismo è inumano , il problema pedofilia ..ecc... non servirebbe a nulla se non si smontano con le stesse scritture.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La penso come te Riflessivo, anche perché il controllo mentale nei tdg passa proprio dalla seguente convinzione: Bibbia=parola di Dio e CD= canale di Dio, se smonti con la Bibbia i loro stessi insegnamenti cade tutto l'apparato...

      Elimina
  7. Riflessivo nn c'è neanche un versetto nei vangeli proferito da Gesù che sostiene l'ostracismo. Se solo volessimo sostenere questi li smonteremmo. Le parole di Gesù sono al di sopra di altri scritti che si ritengono ispirati.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anna è stata la chiesa cattolica al tempo peggiore dell'Isis a stabilire cosa fosse ispirato e cosa non fosse ispirato tra diverse centinaia di libretti. Esiste semplicemente la storia di Cristo raccontata pur sempre da uomini, tutto il resto è gente che voleva scrivere qualcosa...

      Elimina

  8. devo dire per esperienza diretta che ala maggior parte dei TG compreso il corpo direttivo della bibbia ,di dio, non gli è ne frega nulla ,è lo dimostrano le loro azioni ,non hanno timore di dio perché loro stessi non ci credono altrimenti non farebbero ciò che fanno...mio nipote non vede suo figlio da diversi mesi perché la cara sorella non glielo permette è se riesce a vederlo lo deve fare al centro commerciale ho al parco ,,quando gli gira a lei le dice adesso basta dobbiamo andare.. .ma loro sono pieni d'amore io mi chiedo cosa vanno in giri ha fare ma non si vergognano..il problema è che le persone non sanno tutto lo schifo che c'è dentro , bisogna fare qualcosa per informarli creare un post con tuttè le loro malefatte è fare dei volantini è distribuirli in tutta Italia, dappertutto negozi compresi ,poi se vogliono entrare a loro rischio è pericolo.scusate fratelli per le sciocchezze e per lo sfogo ma siamo cosi arrabbiati ,, perché vediamo che non succede nulla ,in Italia Tutto tace è loro continuano indisturbati speriamo che dio ci metta le mani è paghino per tutta la sofferenza che causano...un caro saluto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, ma "loro" sono in continua grandiosa crescita... se solo capissero quanto schifo fa alla gente vedere il loro comportamento (a parte quei pochi derelitti proseliti, quasi sempre persone sole e tristi...)

      Un grande Truman Show mondiale che ormai non fa più notizia, essendoci come loro i Mormoni e centinaia di altre sètte...

      Elimina
    2. In buona parte Viola è come dici tu: alla maggioranza dei tdg non importa di Dio e della Bibbia, ma a molti ancora si! Sono quelli sinceri e ai quali smontare le loro dottrine agevolerebbe l'uscita! A me quelli fanno una compassione che non immagini, sono come la maggioranza di noi "dissidenti", ma forse con meno strumenti e più influenzabili proprio perché sinceri... A questi è Bibbia alla mano che devi parlare se vuoi raggiungere un contatto autentico con la loro fede e i loro sentimenti, che sono gli stessi che avevamo noi! Per gli altri forse ha ragione quello che dice John: se solo capissero che schifo fanno alla gente! Potremmo usare ciò che suggerisci tu, cioè informare! Ma non loro, ma i NON testimoni che, anche se in modo non troppo gentile, finirebbero per vomitare loro in faccia ciò che pensano di loro e della loro setta!

      Elimina
    3. IMPORTANTISSIMO AGGIORNAMENTO IN FONDO ALL'ARTICOLO: I nonni i cui figli si rifiutano di far vedere loro i nipotini possono rivolgersi al giudice. E' una violazione dei diritti umani.

      Elimina
    4. Davanti al giudice dovrebbero farlo con le riviste e gli articoli della WT quando approfondiscono l argomento su come tenere i rapporti con i parenti....perchè questi signori quando si fanno intervistare dalle TV per non passare da estremisti , dicono che i rapporti famigliari rimangono intatti ..poi invece fra di loro nel loro interno e nelle loro pubblicazioni dicono il contrario....usano 2 facce.

      Elimina
    5. Immagino che questi figli, completamente accecati dalle allucinazioni della Watchtower e che rifiutano di far vedere ai nonni i nipotini, suppongo che per coerenza, rifiuteranno anche l'eredità dei genitori quando questi moriranno!

      Dico ai nonni: fate in modo che questi "figli" alla vostra morte non ricevano neanche un centesimo della vostra eredità. Vedediamo se le scaglie dai loro occhi non cadranno come per magia.

      Elimina
    6. Quando studiavo la Bibbia da ragazzo mi venivano sempre raccontate storie terribili di giovani cacciati di casa dai genitori ferventi cattolici che volevano impedirgli di frequentare i Testimoni di Geova.
      Questa sarebbe stata la dimostrazione che i veri cristiani sono perseguitati.
      Oggi accade il contrario, ed i Testimoni di Geova vedono in questo la mano di Dio...

      ...sono presi dalle loro litanie, non ragionano neppure più, se non gli dai ragione urlano e se ne vanno. Questo è il loro bel modo di testimoniare...

      Elimina
    7. Dici bene Beyond, questi contravvengono a quello che Gesù disse nel Vangelo: "onora tuo padre e tua madre questo è il comando con una promessa" ....invece la wt a imitazione dei farisei fanno disprezzare gli anziani genitori solo perché nn più allineati con i loro pensieri. Ma quelli che un tempo erano cattolici o di un'altra fede e si sono poi convertiti al geovismo, nn si ritengono apostati della loro precedente fede??? Se la comunità precedente o gli amici e parenti che loro "tradiscono" li emarginassero; a chi predicherebbero??? Per nn parlare chi darebbe poi a loro lavoro, etc etc...

      Elimina
    8. Anna ..una volta in servizio ci aprì una cattolica praticante ..il fratello fa una breve presentazione , dopo di che risponde la cattolica e ci dice : Voi una volta eravate cattolici ..il fratello risponde di sì ...la cattolica va avanti dicendo : allora con voi non parlo perchè avete tradito la vera fede.. buona giornata !!....commento del fratello ..è una persona chiusa peggio per lei .....io purtroppo a quel tempo ero sotto anestesia gli diedi ragione .((-:

      Elimina
    9. Bella questa Riflessivo...mi hai fatto ridere ...anche se la questione è seria e reale. Se ci fai caso, un indottrinato tdg a cui vai a sottoporre un quesito o un'osservazione nn vagliati prima dal cd rimane spiazzato...nn saprebbe rispondere, solo urlare che sei un apostata:))))

      Elimina
    10. Certo ..infatti hanno fatto scrivere quel bel libricino color m.... scusa marroncino ..ragioniamo facendo uso delle scritture ..che in realtà sarebbe : ragioniamo facendo uso del CD.

      Elimina
    11. Per la precisione è "Raggiriamo facendo uso delle Scritture"...

      Elimina
    12. @Bereano, troppo forte, questa bisogna me la scriva da qualche parte per non dimenticarla.
      Magari potremmo mettere assieme la tua e quella di riflessivo e ne verrebbe fuori: Raggiriamo facendo uso del CD, ma forse si va troppo fuori tema. meglio la Tua descrizione.
      grazie.

      Elimina
  9. Sono nella stessa barca , due anni che non ho più visto i miei nipoti. PAGARE CONSEGUENZE CHE NON HO . Solo per aver detto la verità ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Brunella, hai provato a farti sentire dal giudice? Per legge dovresti spuntarla...

      Elimina
    2. Brunella fatti sentire..non abbassare la testa.E' un'ingiustizia

      Elimina
    3. Cara Brunella.....io penso, che se la Watchtower prosegue col suo atteggiamento scellerato e continuerà a darsi la zappa sui piedi, è probabile che i tuoi figli apriranno gli occhi molto presto e potrai abbracciare anche i tuoi nipotini prima di quanto pensi.

      Mi sembra di percepire che sei piuttosto in gamba... e come si dice: 'buon sangue non mente'. Spero che quando tutto sarà finito questo tuo dolore che oggi provi diventi come un temporale che si allontana, lasciando nuovamente apparire il sereno.

      Nel frattempo però, la realtà del presente è diversa e dobbiamo essere concreti, mantenendo l'equilibrio per non lasciarci sopraffare dalle emozioni e magari prendere decisioni che a loro volta avrebbero conseguenze certamente non piacevoli.

      Sicuramente non poter vedere i nipotini o i figli deve essere una emozione terribile. Ma portare un figlio o una figlia in tribunale nel tentativo di far valere i nostri diritti sarebbe altrettanto sconvolgente e anche se ognuno di noi probabilmente ha il diritto di essere amato è altrettanto vero che non possiamo costringere nessuno a farlo.

      Certo, come dice anche John sicuramente esistono dei diritti legali in tal senso, ma dal mio punto di vista sarebbe una cosa estremamente delicata. Io invece dico (ma questa ovviamente è soltanto una mia opinione): se vogliamo accusare qualcuno in tribunale, spariamo a zero (per modo di dire) sull'organizzazione che ne è la vera causa, concentriamoci sui veri responsabili; i figli e i nipoti sono soltanto delle vittime come lo siamo stati noi, forse anche noi in passato, senza saperlo, abbiamo fatto soffrire qualcuno a motivo di ciò che credevamo! Un caro saluto!

      Elimina
    4. Beyond sono d'accordo con te ma fino ad un certo punto. La wt si serve proprio di quest'arma per scoraggiare ricorsi in tribunale. La PAURA. La paura che la crisi in famiglia possa arrivare alla rottura definitiva. Ma secondo te, rimanendo fermi ad aspettare che accada il miracolo che i ciechi aprano gli occhi sia più concreto? È pacifico che si debba colpire l'organizzazione per queste stravaganti e penose direttive, ma nn si può fare in maniera diretta. Occorrono prove, prove concrete di genitori che a causa di un credo negano i figli ai nonni impedendone in parte la crescita emotiva. Se i casi saranno diversi e tanti può essere più probabile che la wt possa essere presa nel mirino dagli enti competenti, qui nn stiamo parlando di tutela ai nonni.....ma di tutela ai minori ai quali deve essere garantito laddove nn ci sono situazioni gravi l'affetto dei nonni....i nonni sono figure importanti come i genitori.

      Elimina
  10. Vedremo tra 20 anni quante migliaia di giovani saranno stati fatti crescere lontano dai nonni per motivi religiosi.
    E quanti di questi si rivolteranno contro i genitori per questa follia collettiva!

    RispondiElimina
  11. (Anziano riflessivo)

    Caro John,
    Il lavoro che svolgi è lodevole, tutta questa informazione ci permette di avere sempre più le idee chiare su questa SPA, ma penso che chi è indottrinato, come la coppia in questione, potrà essere aiutata a riflettere da chiunque, giornalisti compresi, il risultato non cambierà.
    Perdonate il mio "catastrofismo", purtroppo parlo in questo modo poiché vedo che molti tdg, dalle esperienze sul loro sito, da quelle narrate alle assemblee e da quelle che conosco personalmente, si farebbero letteralmente torturare e uccidere pur di rimanere leali a GEOVA....??? No!!!!prima al cd

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le religioni non le estirperai mai. Puoi solo informare le persone prima che ci caschino, ed ubbidiscano a uomini credendoli emissari di Dio. D'altra parte la predisposizione all'abbindolamento fa parte della natura umana.
      E' difficile che un indottrinato capisca la trappola dove è caduto

      Elimina
    2. Anziano inattivo8 gennaio 2018 15:34

      Per Anonimo7 gennaio 2018 16:33
      (Anziano riflessivo)

      I Testimoni di Geova non sono leali a Geova ma agli uomini, il che li rende davanti a Dio disapprovati anche se in buona fede, lo zelo senza la "vera" conoscenza non serve a niente!

      Elimina
    3. i TDG condannano i cattolici perchè adorano la madonna e i santi ecc ....ma non si rendono conto che loro fanno esattamente la stessa cosa con i santissimi del CD e l organizzazione ? i TDG sono più idolatri dei cattolici una forma di idolatria dove viene mascherata dove si fa finta di niente ...non avete mai sentito o letto che il CD condanna in modo esplicito che idoleggiarli sarebbe un gravissimo peccato contro DIO ? MA SOLO CITARLO PER PRECAUZIONE !......se qualcuno ha una TW lo dimostri....il CD gli fa comodo non toccare questo aspetto perchè lasciar fare in questo caso gli crea vantaggio, perchè ai fedeli in questo caso gli viene più facile sottomettersi.

      Elimina
  12. Quando ci si trova,proprio malgrado,a essere oggetto di tali discriminazioni; bisognerebbe trovare la forza per lottare e non soccombere.Se mi trovassi in una situazione simile farei il Diavolo a quattro per i miei diritti.Abbiamo il dovere di far sentire la nostra voce.Basta ai sopprusi,basta piegare la testa.Qui si parla di diritti sacrosanti.Il diritto del minore a conoscere e frequentare entrambi i nonni e il diritto dei nonni.Ma figuriamoci!!Ma si credono di essere??

    RispondiElimina
  13. Alle volte mi chiedo come se la vedrà la Wt con l'avanzare della vecchiaia tra i loro adepti.Molti di loro hanno figli disassociati..figli ai quali la Wt ha inculcato di non vedere,di non frequentare,di non rispondere nemmeno alle loro telefonate(vedi incoraggiante filmino mostrato all'assemblea dello scorso anno).Come la mettiamo con tutti questi vecchietti ?Chi se ne farà carico??La congregazione forse?O saranno svelti svelti a rintracciare gli sprovveduti figlioli.Allora l'apostata sarà chiamato a fare il suo dovere di figlio?Dovere che ,magari,lo scellerato figlio ,in coscienza,non si esimerà di fare.Eh perché allora verrà buono pure lui.Io,ad es,disassociata fui considerata per i turni notturni al nonno moribondo.Andavo bene...ma tenuta distante dalla famiglia per tutto il resto.Quanto dolore causato im nome di regole ottuse e farisaiche.Proprio vero quello che disse Gesù"Mettete carichi sulle spalle degli uomini,ma voi non li volete spostare nemmeno von un dito"

    RispondiElimina
  14. Potessimo fare tutti noi inattivi così, parlando apertamente ai nostri famigliari...ho scritto "potessimo" condizionale,sì perchè dipende da loro...io ho provato a spiegare i motivi del mio abbandono della mia inattività...la risposta è stata,una visita degli anziani a casa,accusato velatamente di apostasia; accuse che ho per ora respinto,dribblato,un certo ostracismo dei figli ormai sposati e la moglie sempre più zelante e convinta tdg...Ripeto bravi questi 2 "nonni",ma mi dispiace moltissimo per il nipotino...

    RispondiElimina
  15. Papapì.
    Mi viene in mente che oltre al diritto legale dei nonni di vedere i nipoti, il giudice potrebbe prendere in considerazione il fatto che due genitori che non sono in grado/o si rifiutano di rispettare la Legge dell'uomo, circa il rapporto nonni /nipoti, potrebbero essere considerati "incapaci di intendere e volere"e perdere così il loro diritto di tutela dei figli. Questa sarebbe la peggior disgrazia che potrebbe accadere a due genitori tdG che si rifiutano di far vedere i nipoti ai loro nonni alfine di intrattenere con loro un "rapporto
    significativo". Scusate la durezza....ma "dall'abbondanza del cuore [ferito]...la bocca parla".
    Papapì

    RispondiElimina
  16. Caro John , se posso permettermi , ma come sei venuto a conoscenza della triste esperienza dei nonni ? Sembra strano che i nonni si siano accontentati di un solo saluto e abbraccio del nipotino .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Confidenza di persone molto vicine alla coppia…
      Ovviamente non posso sapere se in futuro questi nonni faranno ancora ricorso alle autorità per vedere il nipote. Mi auguro di si

      Elimina
  17. @ vergine 75 , ti chiedi come faranno tutti i vecchietti tdg che in anni precedenti hanno allontanano i figli non tdg?
    Presto detto , la legge Italiana come impone ai genitori di seguire e non ostacolare le attitudini lavorative, religiose ecc dei figli, impone hai figli di provvedere economicamente e accudire i genitori in caso questi non possano farlo da soli.
    Lo so molto bene perché ho seguito la vicenda di una persona abbandonata nell'infanzia dai genitori e cresciuta dai nonni senza un effettiva adozione , che è stata poi obbligata dalla legge ad accudire la madre indigente e ormai vecchia e ammalata.
    Questo perché la legge italiana sostiene il concetto di famiglia, altrimenti troppe persone graverebbero sullo stato.
    La domanda da farsi è un'altra chi permette alla WTS la presunzione di avvalersi della legge in alcuni casi e in altri ignorarla totalmente.
    L'articolo della costituzione che dice che "i figli devono essere cresciuti secondo le proprie attitudini e non obbligati a seguire stereotipi imposti dai genitori "te lo leggono quando ti sposi!!!!!
    Quindi i tdg che rifiutano di vedere il proprio figlio perché disassociato e ti riammettono in famiglia solo se segui le loro attitudini, violano questo articolo di legge.
    Per quanto riguarda i nonni citati, li capisco è difficile perseguire le vie legali,
    è molto doloroso.
    Forse sperano anche in un cambiamento della figlia.
    Io dal canto mio so che se uno va in tribunale riceve la ragione, ma considerando che ci sono in ballo dei minori, a quale prezzo? !!!
    Non bisogna però neanche abbassare la testa come se fossimo in torto ( pensate sempre che un tdg convinto pensa che noi stiamo in torto marcio )
    L'ultima visita dei miei si è risolta cosi: breve visita di mio padre, che si sentiva in colpa come un cane perché trasgrediva a un chiarissimo comando bibblico.
    Ma non riusciva a non vedere la nipote ( una piccola innocente di 6 anni).
    E nessuna visita di mia madre che chiaramente al telefono mi ha detto : la bimba me la fai portare dal padre (mai stato tdg ) e me la lasci un giorno, senza di te.
    Quindi non solo non mi ha mai telefonato , ora non mi vuole vedere più.
    Allora io facendogli una risata gli ho risposto, sarcastica mente " Allora la vedi tra trent'anni "
    Io non mi piegherò mai a questo ricatto.
    Uno perché sono sua figlia e ancora viva!!!!
    Due perché conosco bene le leggi e i miei diritti. ....io non gli proibisco di vedere la bambina anzi li invito anche a soggiornare da me se vogliono, ma con me!!!!!
    E in ultimo ,Questi tdg e annessi hanno proprio scocciato con questa storia di cancellare la vita è l'identità delle persone, io sono stata una brava bambina ubbidiente ed educata da piccola ( eravamo cattolici ), una ragazza diligente e studiosa ( eravaro tdg), una brava moglie e mamma adesso (non sono più tdg )
    Posso dire che sono una brava persona.
    Una persona di cui un genitore qualunque ne sarebbe fiero....e loro solo perché non condivido più la loro stessa religione non mi considerano degna di sedere allo stesso tavolo di mia figlia? !
    Mia madre può davvero pensare di non vedermi più per il resto della sua vita?
    Allora è un problema suo e della sua coscienza.
    Io come madre tutelero con le unghie e con i denti il rapporto che ho con mia figlia e l'immagine che lei ha di me.
    Non permetterò mai hai tdg di instillare in lei che io non sono degna.
    Anche perché questo sarebbe dannoso per una bimba così piccola.
    Gesù ci ha insegnato che i bambini vanno tutelati !!!!!!
    Che ne pensate tdg ,sbaglio? !!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hai mille ragioni Elisa.. per come li conosco io, il rischio che in tua assenza in modo più o meno velato possano instillare dei dubbi su di te nel cuore e nella mente della bambina è molto concreto...poche parole per turbare la sua fiducia nella madre e distruggere il tuo lavoro...
      una situazione surreale purtroppo, ma molto frequente.

      Elimina
    2. I tg non hanno una volontà propria, abituati come sono a ragionare con la mente della collettività e ad annullare le loro ambizioni/aspirazioni/talenti/desideri sottomettendosi a ciò che ritengono essere la volontà di dio.
      L unica cosa che conta è avere L approvazione di dio per poter essere salvati. Dimostrando di fatto di essere interessati solo a se stessi.

      Esistono solo queste due opzioni per i tg:
      La persona viene disassociata con tutte le sofferenze del caso ma essi sono FELICI di ubbidire a dio.
      Oppure preferiscono essere FELICI loro, vedendo che il famigliare resta nell ovile rimanendo chiaramente infelice a vita.

      Mah....contenti loro

      La mia felicità è mia, è uno stato mentale dentro di me e non dipende da ciò che fanno o non fanno gli altri. E non dipende da ciò che faccio o non faccio per un presunto dio che non avrebbe altro da fare che aspettare le mie mosse.

      Elimina
    3. Elisa quando dissi a mia madre che
      Poteva vedere il nipote quando voleva senza imporgli o raccontargli le favolette della wt e sparita..da li ho capito le sue reali intenzioni,che voleva mettere astio in famiglia e piano piano lavorare sulla mente di mio figlio...un po mi rode non vederla piu ma se questo è costato non vederla per evitare che mio figlio venisse plasmato e confuso meglio che sia andata cosi

      Elimina
  18. Vergine ♍ 758 gennaio 2018 22:27

    Cara Elisa lo so fin troppo bene chi la legge ti obbliga a prenderti cura di genitori anziani,anche quando questi sono stati genitori solo di nome ma non di fatto.La logica invece direbbe che,quando vieni chiamato a svolgere il lavoro di figlio di un genitore anziano,si chiamassero gli anziani ricordando loro che noi siamo stati definiti morti.Non è così che molto figli fuoriusciti vengono definiti ?Ebbene che continuino a trattarci come tali e non solo quando fa a loro comodo.La realtà e' che i Tdg sono davvero bravi a rovesciare la frittata.Una frase estrapolata dal Vangelo che spesso veniva usata a casa nostra era"cauti come serpi e innocente come colombe".Tradotto da me:"Falli fessi ma vedi di non farti vedere".Ma ,mi auguro,che non vada sempre bene a quelli che usano la Bibbia per i loro sporchi tornaconti.Sempre più ex.devono farsi sentire.

    RispondiElimina
  19. Vergine ♍ 758 gennaio 2018 22:43

    Capisco come ti senti Elisa.Anch'io credo di essere il tipo di figlia di cui andar fieri.Lavoratrice,madre devota,moglie leale,casalinga ...unico neo..per usare le parole di mia madre"ami il mondo più di Geova".Per dirla come la vedo io(perché non ho capito di quale mondo parli)..mi sono allontanata dalla religione che mi e' stata inculcata (inculcata e' la parola che rende meglio)fin da piccola.La mia fortuna e' che (senza che mia mamma se ne renda conto,e' una fortuna anche per lei)ho il papà non tdg.Di conseguenza i rapporti tra me e mia mamma,se pur tesi,non si sono mai interrotti del tutto.Ha potuto seguire la mia gravidanza e la nascita di mio figlio.Ha con lui un rapporto significativo.Se non ci fosse stato mio papà in casa(che gli anziani hanno cercato di tener buono buono perché era stato,im passato,un'oppositore da paura )e' ovvio che me l'avrebbero messa contro impedendole ogni rapporto con il bambino.Quando gliel'ho fatto notare ovviamente ha detto che era una schiocchezza e che gli anziani non sono certo li a dividere le famiglie.La figlia vista da fuori e' un'ottima persona ms ai suoi occhi sono fonte di immenso dispiace.Io ho imparato a farmene una ragione.Mio figlio da parte sua,seppur piccolo,ha sempre sentito le tensioni famigliari e ha saputo trarre delle conclusioni davvero inaspettate.Qualche settimana fa mi ha detto"Mamma ma tu da piccola non hai mai festeggiato il Natale??Chissa che triste..e chissà come sarai stata felice la prima volta che l'hai festeggiato con papà.E forse e' perché tu non hai mai avuto una festa do compleanno che ci tieni tanto a farla per me".I piccoli a volte vedono lontano.
    .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vergine 75 capisco come ti senti, anche in relazione ai "terribili" compleanni in cui saltavano le teste del panettiere di Faraone e del Giovanni Battista.
      Io dopo più di 50 anni di prigionia mentale ho festeggiato il mio primo compleanno con amici d'infanzia del mondo(che non mi hanno mai girato le spalle) e fuoriusciti a cui IO non avevo mai girato le spalle. E' stata una serata fantastica anche se molti di loro era la prima volta che si vedevano. Abbiamo cenato, riso e scherzato come vecchi amici. Nessuno ha bestemmiato, nessuno si è drogato, nessuno ha bevuto eccessivamente (quasi tutti astemi), nessuna donna era vestita in modo sconveniente, i bambini erano rispettosi ed educati e non è stata tagliata nessuna testa.
      Non mi era mai successo di stare così in armonia e gioia nemmeno con i presunti "fratelli" TdG.
      Sono sereno e auguro la stessa serenità ad ognuno che si riappropria della sua vita senza avere mai più sensi di colpa. - Simon Pietro

      Elimina
    2. Devono capire che oggi le feste i compleanni ecc non sono più legate a concetti Pagani, ma una semplice connotazione di esprimere complimenti. Quella del compleanno lo,sempre trovata ridicola manco facessimo dei riti aztechi antichi con formule magiche... ridicoli ! Anzi è un giorno bellissimo a cui si dovrebbe ringraziare Dio della vita che ci ha donato, Ok magari eliminiamo la candelina, bastava che si fosse vista questa festività del compleanno in questa ottica è tutto sarebbe cambiato e risparmiato numerevoli oppressioni per i bambini a scuola. Passi il Natale e Pasqua in cui anche altre bimbi sono di altre religioni, ma il compleanno, per sicurezza non lo festeggiamo perché una deficiente del passato ha voluto la testa di Giovanni .
      Come regalo ? Non era la festa il problema ma il giuramento fatto da Erode alla figlia nell occasione della festa e a quel tempo se un Re non faceva quello che prometteva erano cavoli amari, mica come oggi !

      Elimina
    3. Su ragazzi, ovviamente quella delle origini pagane è solo un pretesto. Se davvero i TdG fossero interessati alle "origini pagane" dovrebbero vietare un mucchio di altre cose che utilizzano o fanno senza porsi minimamente il problema. Quelle feste non vanno celebrate per il semplice motivo che le festeggiano tutti gli altri. E' un modo per tenere i TdG segregati dal resto della società e farli sentire a proprio agio solo all'interno della loro stretta e bigotta comunità.

      Elimina
    4. sono assolutamente d'accordo Victor...ogni tanto ci vuole una scoperta nuova con un nuovo divieto, un po' di luce progressiva che li faccia sentire diversi dagli altri e migliori, anche e preferibilmente attraverso il martirio (non quello dei boss ovviamente), così lo zoccolo duro diventa sempre più inamovibile e convinto...
      E' una tecnica niente male. Solo che magari ora stanno un po' esagerando e qualcuno vivaddio li sgama...

      Elimina
    5. Se dovessimo evitare tutto ciò che trae origine dal paganesimo allora le fedi nuziali non potremmo usarle, non dovremmo neanche mettere la mano davanti la bocca quando sbadigliamo perché serviva a non far fuggire l'anima... Il compleanno credo sia scomodo anche per un'altra ragione: mette al centro l'individuo (anche se in modo sano aggiungo io) e la cosa non è congeniale ad un meccanismo di appiattimento sociale utile al controllo mentale...

      Elimina
    6. Ci credete ragazzi a come si e liberata la nostra testa da futili e crudeli insegnamenti...in finale il Natale come il compleanno sono ricorrenze felici per stare insieme ai nostri cari o amici e non so perche loro devono essere sempre cosi tetri e in special modo i bambini presi in giro dai loro coetanei perche una religione insegna a disprezzare i bambini del mondo e un compleanno viene fatta passare per una pratica disgustosa o demoniaca come il Natale..e poi ipocritamente a casa loro il torrone e un pandoro lo mangiano e pure la fetta di torta del compleanno passato..a me da ragazzina era successo..una vicina di casa festeggiava il compleanno di suo figlio e aveva invitato me e la mia famiglia e noi gentilmente declinammo l invito..poi il giorno dopo ci porto la torta e i dolci che mangiammo..un comportamento davvero da cristiani esemplari!

      Elimina
    7. Sono dottrine pensate ad arte per creare una frattura sociale tra il TdG e gli altri. Ogni scusa è buona.
      Niente compleanni, natale, onomastici e feste in generale. Non devi stare troppo in compagnia di chi non "crede" altrimenti l'indottrinamento non regge.

      Sono tornati a bomba sull'università, perchè il 99% dei giovani che la frequentano escono dall'organizzazione.

      La torre di guardia di qualche anno fa, dove diceva che adesso non è più tempo di decidere da soli ma di ubbidire è la prova provata della mente diabolica che sta dietro a tutto ciò (dietro a tutte le religioni, specie quelle cristiane)

      Sei nato malato, peccatore e moribondo, puoi vivere in eterno ma devi ubbidire a noi perchè noi siamo i prediletti di Dio

      Cattolico, evangelico, mormone, protestante o TDG questo è il tiritera. Ah, poi questo cristianesimo contiene princìpi così elevati che tutti i sedicenti cristiani delle varie chiese si augurano gli uni gli altri di bruciare nell'inferno o ad armaghedon, in quanto portavoci di false dottrine!

      Onestà, correttezza, amore (finto), una bella facciata per avere poi la "licenza" di "uccidere" l'avversario "cristiano"

      Elimina
    8. A riguardo delle fedi nuziali un anziano della mia ex congregazione non portava anelli e neanche sua moglie e gioielli in genere pero ostentata una bmw nuovo modello e portava cravatte firmate che se stamo a guarda il capello manco quella se doveva mette..si capisce come la Bibbia si e sempre intesa a gusto proprio direttive o no e poi con savoir faire sul podio applicata con finzione

      Elimina
    9. Beh..sapete che vi dico? Con la storia del faraone e del suo compleanno ai tempi di Giuseppe... ci è andata di lusso!... Se disgraziatamente il racconto biblico avesse accennato che alla festa per il suo compleanno il faraone beveva del caffé.... col cavolo che oggi facevamo colazione col cappuccino e la brioche, saremmo soggetti ad un comitato giudiziario per aver preso un caffé al bar e passibili di disassociazione con relativo ostracismo.

      Elimina
  20. @Nebbia, Victor,Lelvira, beh! in realtà lo ammette anche la WT che il compleanno al giorno d'oggi non è più inteso come allora, il fatto è che queste notizie anche se scritte in realtà poi passano in sordina, non è che fanno una circolare da leggere in sala, quelle solo per chiedeere soldi.
    Ho trovato su uno svegliatevi del 2004 questa interessante risposta, solo chi avrà il coraggio di metterla in pratica?
    Ecco qui:
    S. W., Stati Uniti (g04 8/7 p. 30)

    “Svegliatevi!” risponde: I cristiani non osservano festività o usanze che continuano a essere legate a false credenze religiose o ad attività contrarie ai princìpi biblici. Ad esempio, la Bibbia presenta senz’altro le feste di compleanno sotto una cattiva luce. (Genesi 40:20; Matteo 14:6-10) Tuttavia, quando è chiaramente evidente che oggi un’usanza non ha più una connotazione religiosa e non comporta la violazione di princìpi biblici, ciascun cristiano deve decidere personalmente se seguire o meno tale usanza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quanta ipocrisia, quanta stupidità... "la Bibbia presenta senz'altro le feste di compleanno sotto una cattiva luce".
      Se è per questo vedete come ne parla la Bibbia dei cani, ma nessuno sano di mente si sognerebbe mai di concludere che la Bibbia voglia dire che possedere un cane come animale domestico non sia accettabile per un cristiano.
      Ma va la va la...
      Il problema è che i TdG non usano il proprio cervello, ma ripetono a pappagallo quello che leggono nelle pubblicazioni, altro che...
      La realtà è che è la Watchtower a stabilire arbitrariamente, di volta in volta, cosa sia accettevole o no, cosa sia "pagano" e cosa no. Il TdG medio deve solo obbedire senza discutere. Punto. Che piaccia o no sentirselo dire è questa la verità: il TdG deve obbedire al Corpo Direttivo o chi per lui che scrive 'ste scempiaggini, non a Dio.

      Elimina
    2. Mi è caduta la mascella a leggere questa risposta.. Sono andato subito a cercare la w in questione prima che la tolgano dal sito.. :D detto ciò credo che la risposta, pur essendo molto equivoca penso si riferisca unicamente al gioco della pinata, mentre per quanto riguarda il compleanno il fatto che "venga presentato senz'altro sotto una cattiva luce" la rende inadatta a un "cristiano della chiesa dei 7 nani" quanto una festa con chiare origini religiose. Che poi sta pinata sia caratteristica sia del natale che dei compleanni, è un particolare irrilevante! :o

      Elimina
    3. A me cade la mascella anche a leggere l’articolo di studio 15-21gennaio.

      Alla domanda “Si può essere felici senza appartenere a una religione?” rispondono

      “”Una cosa è certa: si può essere felici senza praticare una falsa religione ((NOTIZIONA: UN ATEO PUÒ ESSERE FELICE)) ma non si può essere veramente felici senza stringere una relazione con Geova ((CONTRO NOTIZIA: NEANCHE L’ATEO È FELICE))

      Ma un momento....se io NON pratico una falsa religione ed ho una PERSONALE relazione con Dio SENZA appartenere alla WT posso o non posso essere felice??
      Ma che poi mi chiedo....non saranno dei stragrandi CAVOLI MIEI?!!!

      Eeeeh lasciamo stare.

      Il tg ha tanta paura di essere infelice. Basta prospettarli un minimo di felicità e si mette a pecora.
      Quando invece La ricerca della Felicità è come la ricerca della Fonte della giovinezza:
      non ti rendi conto che più la cerchi e più ti sfugge

      Elimina
    4. Lafenice questi ragionamenti vengono fatti per quelli che sono dentro ..per farli sentire che sono nel popolo felice...ogni tanto i dottori americani devono fare qualche punturina di sedativo .

      Elimina
  21. (Anziano riflessivo)
    A proposito dell'ostracismo riservato ai disassociati, come riporta l'articolo in questione; il motivo per cui la settimana scorsa sono stato rimosso dall'incarico di Anziano, è stato proprio per motivi legati al non avere contatti con i disassociati.
    Infatti mia moglie dopo anni che non vedeva il proprio fratello disassociato, si è scattata una foto col medesimo il quale l'ha pubblicata sul suo profilo Facebook e chi l'ha vista si è turbato da parlarne agli altri anziani. La conseguenza è stata la mia rimozione.
    Dico questo poiché, molto probabilmente la coppia che nega di far avere contatti al proprio figlio con i nonni, non più tdg, è perché da un lato teme le conseguenze da parte di chi deve applicare le assurde regole del cd e forse di dispiacere al creatore.
    Nel dire questo non voglio fare del vittimismo, ma per far comprendere, dopo averlo sperimentato sulla mia pelle, che la wt sul trattamento riservato a chi "lascia" non demorde, anzi rincara la dose e non riesco a spiegarmelo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...non sai spiegartelo, caro (ex) Anziano riflessivo???
      Ti sei fatto la domanda giusta, datti una risposta.

      La prova del nove per capire se ci si è associati ad una setta o ad un gruppo di amici è quella di provare ad uscirne.

      Elimina
    2. Ostracismo, disassociazione etc...etc... Quando la vita si fa più dura vedrete come i parenti ostracizzanti cambieranno bandiera, dando interpretazioni strambalate di ciò che hanno predicato per decenni, vedrete come avrete il coltello dalla parte del manico, come si attorciglieranno su se stessi per cercare un modo per salvare capre e cavoli. Provare per credere!

      Elimina
  22. Cara Fenice, io sono ateo e sono molto più sereno di quando ero un credente TdG. La mia vita ha fatto un salto di qualità da quando mi sono liberato del libro e del suo dio!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giordano Bruno, condivido :)

      Elimina
    2. Anch'io mi associo al pensiero di Giordano Bruno.... il termine, ateo, purtroppo è un termine dispregiativo inventato e utilizzato dai credenti per sostenere il presupposto che Dio esiste e non certamente il suo contrario, ovvero che Dio non esiste.

      Non c'è alcun dubbio che l'organizzazione dei testimoni di geova sia a tutti gli effetti una setta moderna e io aggiungerei anche: una delle peggiori e più pericolose.

      Ma per quanto si possa argomentare sulle malefatte di questo gruppo, o di altri; se ci manteniamo all'interno della sfera religiosa per sostenere le nostre argomentazioni, usando come riferimento "Le Scritture" che oggi sapiamo non contenere neppure la parola Dio, in quanto questo termine venne inventato soltanto nel IV Sec. E.V. la quale parola abilmente sostituì il termine originale elohim, che sono un'altra cosa; rimarremo pur sempre intrappolati, cioè condizionati, dalla influenza gravitazionale del pensiero religioso; le nostre argomentazioni partiranno sempre dal presupposto di base, cioè Dio esiste, non riusciremo mai ad uscire dalla gabbia, a svincolarci completamente da questa forza malefica ed avere realmente un pensiero nostro, personale, libero, indipendente;l'opprimente onnipresenza del timore di un fantomatico Dio continuerà a schiacciarci come un pesante macigno.

      Elimina
  23. La svegliatevi è imprecisa se non scorretta , quando dice :" I CRISTIANI non osservano festività o usanze che continuano ad essere legate alla falsa religione. .."
    I primi cristiani univano usanze legate alle religioni pagane o ebraiche o a qualsiasi religione da cui provenivano.
    Divenendo cristiani non se ne liberavano mai completamente, sia i testi storici , che nell'espressione artistiche ne sono piene di esempi....anche perché, Gesù voleva abolire i COMANDI che rendono schiavi gli uomini ad altri uomini ( vedi il lavarsi le mani fino al gomito prima di mangiare, come facevano gli ebrei ) e non ha mai attaccato le USANZE di un popolo partecipando nel tempio a varie attività, oppure come accordo un miracolo a quel un generale romano , semplicemente perché aveva fede anche se ovviamente viveva tutte le pratiche e usanze pagane.
    I primi cristiani sapevano bene che il NUOVO pensiero del Cristo si discostava molto dal seguire regole e regolette , per questo molti abbracciarono in antichità il cristianesimo. ...è storia! !!!!
    Quindi il pensiero esposto dalla svegliatevi NON È, NON È , quello dei cristiani.
    È piuttosto il pensiero dei tdg, che avevano la necessità di distinguersi dalla chiesa cattolica dei primi del novecento ( anche lei lontana dal pensiero dei cristiani d'origine ).
    Quindi è un errore sia a livello religioso, storico e anche letterale definirlo il pensiero DEI CRISTIANI. ....piuttosto e un'opinionuccia dei tdg.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. usano il generico ed anonimo "cristiani", x farsi forza dei numeri che non hanno. Cambierebbe impatto e responsabilità se direbbero i "cristiani testimoni di Geova non festeggiano ecc...".
      Il confronto non regge, li metterebbe alla berlina, 4 gatti che si fanno grossi! Ammettendo che la stragrande maggioranza dei "cristiani" festeggia tutto!

      Elimina
  24. In questi casi, sinceramente, non capisco come mai non si fanno i nomi e cognomi dei dirigenti delle congregazioni che sono responsabili della propaganda/implementazione/controllo delle disposizioni confessionali sul territorio di loro competenza. Nel 2016 come membro della commissione comunale per i servizi sociali ho contribuito a far partecipare un bambino figlio di Tdg, con problemi di relazionamento, ad un corso per evitargli il fallimento scolastico contro la volontà dei suoi genitori. Che instruttivo vedere gli anziani di congregazione da me fatti convocare dall'amministrazione comunale giungere a negare loro stessi...sono apparsi uomini piccoli piccoli e impauriti di fronte alla "mondanità" politica.
    Fate i nomi e cognomi pubblicamente! anziani, CO, capi della Betel ecc. sono individui responsabili della diffusione e implementazione sul territorio comunale di queste pratiche cultuali. Al di là se queste sono legali o meno, l'importante è far emergere pubblicamente la loro responsabilità dirigenziale.
    La libertà di culto (ed il suo abuso eventuale) è una questione politica, non di dispute esegetiche.
    Non date ai "rappresentanti di Dio" poteri civili che non hanno. Stanateli dalle loro catacombe perchè essi in quei luoghi imperano, ma di fronte alla gente del mondo della pubblica piazza, di fronte alle pubbliche istituzioni, essi cercano di scomparire: cercano la via della fuga, della de-responsabilità. E allora tutto resta nelle mani (e nella testa) del solo singolo associato: nessuno lo obbliga…..
    Il comportamento dei capi della Betel nel caso sopra riportato è esemplare: "nominati dallo Spirito Santo" ma....nascosti nelle catacombe come pantegane bastonate in fuga dalla pubblica piazza.
    Che bel effetto pratico della "saggezza biblica"....milioni di individui pusillanimi e sfruttatori sanno vivere in questo modo, senza dover rifiutare le emotrasfusioni o ostracizzare familiari, e senza dover fare rapporto di servizio…


    RispondiElimina
    Risposte
    1. Complimenti Ramiro, commento magistrale, guardati in quest'ottica anziani,co e compagnia bella sono veramente un formicaio....proprio vero, dentro le sale, leoni, fuori, coxxxx

      Elimina
  25. x Anonimo9 gennaio 2018 13:10 - meno male che ti hanno rimosso e accertati che ci sia un pezzo di carta per iscritto dell'avvenuta decadenza della tua nomina. Sappi che gli anziani sono diretti responsabili civilmente e penalmente difronte a qualsiasi controversia possa nascere a livello legale in una congregazione. Questo vuol dire che tra un po saranno cavoli diretti vostri e dovrete pagarvi un avvocato capace e non della società perche tutela solo l'interessi della WT . con la scusa che siamo solo l'unica religione e satana ci attacca, tutti credono che giusto che sia cosi perche soffrire avvicina al signore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, Teodoro.
      Infatti, rifletto spesso sulla questione. Ma allora, c'è differenza di responsabilità tra chi è stato nominato anziano prima del 1° settembre 2014 e chi ha ricevuto la nomina dopo tale data?
      In quale misura la Watchtower (o la Betel) tutela ora gli anziani, nel caso dovessero difendersi da un'accusa nei loro confronti legata alle regole dell'organizzazione?
      Ci sono fonti ufficiali che fanno luce su questo aspetto?
      Ringrazio sin da ora chiunque possa dare informazioni in merito.
      Buona serata a tutti.

      Elimina
  26. Grazie Beyond, hai espresso in maniera logica e puntuale delle interessanti riflessioni. Bisogna cercare di volare un po' più in alto se ci si vuole liberare da gabbie e catene mentali. Se ci sono dei capisaldi indiscutibili come esistenza di dio, libri ispirati e quant'altro non si riuscirà definitamente a raggiungere la vera libertà:scegliere, decidere e liberarsi dei sensi di colpa. Pensare di continuare di dover fare i conti, alla fine,con un essere superiore che dobrebbe emettere un giudizio definitivo, condizionerà sempre la propria esistenza; e di nuovo lì a rovistare il nostro cervello sul Libro "ispirato" pensando che deve esserci una interpretazione migliore dei 7 vegliardi di Warwik. Si continua a estrapolare, teosoficare, rettificare...Ma proprio non si riesce a volare più in alto? A rimettere in discussione veramente TUTTO, senza pensare di essere colpevoli di blasfemia..? La storia ha dimostrato che le eresie di oggi possono diventare verità future.
    Dovremmo avere il coraggio del noto artista Lucio Fontana che un bel giorno, stufo di sperimentare orientamenti e tecniche pittoriche, prese una tela e con un punteruolo la squarcio' e la buco.Tra il disorientamento generale intitolo' l'opera "la fine di Dio". Un modo in arte di rompere con i metodi e le ricerche tradizionali e battere nuove strade di rottura: insolite e inusuali.
    Non vorrei urtare la sensibilità dei credenti, ma semplicemente considerare l'ateo un ricercatore diverso e alternativo al metodo tradizionale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giordano Bruno sto riflettendo su ciò che hai scritto, anche se, vista l'ora ho bisogno di più lucidità e riprenderó a pensarci domani... Forse ho compreso male, ma te lo chiedo non per polemica, solo per capire: per te è necessario smettere di credere che Dio esista, per poter avere un pensiero libero, oppure prendere in considerazione semplicemente il fatto che possa anche non esistere?

      Elimina
    2. non so cosa intendesse di preciso Giordano...ma personalmente credo che la blasfemia sia attribuire a Dio le caratteristiche nostre umane, mentre un creatore e reggitore del mondo, posto che avesse una personalità e non fosse semplice energia onnicomprensiva, non sarebbe sicuramente lì a misurare la lunghezza dei capelli la foggia della cravatta e quello che ognuno fa nel proprio letto, tanto per dirne una...a quel tipo di dio lì, quello che potrebbe interessare sarebbe quanto rispetto ogni creatura vivente ha delle altre creature viventi, nell'interesse comune...forse potrebbe curarsi di quanto la nostra esistenza sia positiva o dannosa per l'intero organismo universale, e non starebbe certo a compiacersi di fare dei rapporti di servizio, di costruire mausolei o di fare un comitato a uno che avanza un dubbio sull'ortodossia...
      quel dio lì non direbbe a un padre o a un figlio di non salutare un suo caro perché non si beve più le baggianate...direbbe solo di cercare il bene per tutti, e tanto più per quelli della sua famiglia, per creare sempre più felicità su questa terra e di riflesso nel multiverso...
      quel dio lì i 7 di warwick non sa nemmeno che esistano.

      Elimina
    3. CD nostro che sei sulla terra sia santificata la tua santissima organizzazione , venga il tuo nuovo ordine mondiale , sia fatta la tua volontà solamente sulla terra , dacci oggi il tuo cibo a tuo tempo, rimettilo a noi sulle tue riviste quotidiane , e non ci indurre su internet ma liberaci dagli apostati ..amen.

      Elimina
    4. Mi trovo d’accordo con Giordano Bruno
      Per il Tg che prova ad uscirne è salutare riuscire a demolire nella mente l’immagine di dio stesso.

      Intanto perché si riapproprierà un po’ di autostima e di coraggio: capisce che se una situazione non va deve rimboccarsi le maniche e agire per cambiarla anziché aspettare (anche eternamente) una miracolosa via d’uscita.
      E poi scoprirà che aveva in se tutti gli strumenti necessari per avere successo senza più avere bisogno di una benedizione dall’alto!!

      Oltre a questo, è importante il motivo menzionato da G.Bruno, fintanto che dai credito a dio, rischi di dare credito alla Bibbia e di continuare a volere trovarci segni o lezioni divine e alla fine la vita ti scorre via perché sei rimasto tutto il tempo a cercare di capire come vivere dimenticandoti di vivere.
      Oppure rischi di tornare nei ranghi perché il dubbio e il senso di colpa hanno la meglio sulla razionalità.

      Per me è stato utile demolire l’intero castello.
      Poi dopo, con la mente davvero libera ognuno si orienterà su ciò che più lo interessa...ateismo,alieni,matrix e via dicendo.
      Ma resti umile e rispettoso davanti a qualsiasi opinione altrui. È stata una dura lezione ma non tornerei mai indietro.

      Elimina
  27. Cara Lelvira, mi trovi perfettamente d'accordo...anche io sono giunto alle tue stesse identiche conclusioni: non credo più a quel pseudodio tanto caro alla wt, ma non ho smesso di credere che ci sia qualcosa di grande che ci ama, e che abbiamo un nostro scopo!

    RispondiElimina
  28. Bisogna iniziare a sondare l’origine dei concetti che producono le caratteristiche che si attribuiscono a questo "Creatore" universale.
    Non sono forse, ciascuno di essi, prodotti dal pensiero umano, a sua volta stimolato dalle esperienze di vita umane?
    Le caratteristiche psichiche attribuite alla divinità, non sono troppo "umane"? ciò significa: la presenza fisica di un sistema nervoso centrale che riceve gli impulsi esterni e gli elabora attraverso processi chimico-fisici facendo venir fuori quello che si chiama "emozioni"; ma di più: questo stimolo neurale, e la sua elaborazione in fase più o meno cosciente nel nostro cervello, non è originato esso stesso dalle esperienze della vita sociale umana? Perchè la morale divina insegna rispetto dello Stato come norma eterna quando per centinaia di migliaia d'anni il consorzio umano non conoscevo lo Stato? nè la proprietà privata?
    Feuerbach diceva: è l'uomo che crea Dio a propria immagine e somiglianza.
    Ma questa immagine dell'uomo creata dall'uomo stesso corrisponde al tipo umano storicamente esistente. Per cui, oggi il Dio WTS "Geova" può anche benedire la speculazione edilizia: perchè non l'ha benedetta all'epoca del Neanderthal? Forse perchè, allora, l'immagine dell'uomo da parte dell'uomo non poteva essere costruita con il concetto di mercato edilizio e fondiario (che non esisteva)?
    E la schiavitù? Perchè per una lunga fase storica, inclusa il tempo dell’Israele biblico, l’ha tollerata e poi ha lasciato passare la sua abolizione? Un dio che adegua la propria morale ai gusti dell’evolversi della società umana? O è il pensiero umano che modella l’idea di Dio a seconda delle proprie condizioni di esperienza vitale?
    In sintesi: da dove prende i concetti il pensiero religioso per forgiare le caratteristiche di Dio? E' lì la questione da indagare. A fondo. Senza ostacoli. Si troverà, man mano che l’investigazione procede, che i concetti (incluso quello cardine: l’apparizione della materia dal nulla e la “finalità” delle sue forme: dalle costellazioni al becco del tucano) derivano dalla ricostruzione idealistica (la forgiatura di prototipi ancestrali come sostanza intima delle cose che si manifesterebbero in ogni forma delle cose esistenti) che il pensiero umano ha fatto della propria esperienza vitale da quando la capacità lavorativa dell’uomo, attività tecnica che lo distingue da tutti gli altri esseri senzienti, ha raggiunto il livello dell’artigianato, che prevede la progettazione e gli stampi. Da lì l’idea dell’”artigiano universale” .
    Del resto la teologia, con il suo apparato figurativo di Regni, Re dei Re, ministri di Dio, eserciti angelici ecc…..non è forse la sublimazione di un apparato statale? Non a caso la religione teologica (apportatrice di Regni) è nata con la civiltà creatrice dello Stato: nella società gentilizia selvaggia o semi-barbarica, priva di apparato statale separato, il concetto di divinità è animistico non teologico, al massimo mitologico, che rappresenta una forma transitoria verso la teologia (nata dalla monolatria in ambito politeistico).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ramiro, è davvero interessante ciò che scrivi!
      Hai una visione molto chiare delle cose.
      Sei stato un TdG?

      Elimina
  29. Per Lafenice, quoto al 100% quanto scrivi. È la stessa strada che sto percorrendo da alcuni anni.

    RispondiElimina
  30. Visto che G.e Ielvira mi chiedono chiarimenti sul mio pensiero su Dio cerco di spiegarmi meglio senza pretendere di avere nessuna verità in tasca: parlo di pensiero alternativo.
    A volte mi viene il sospetto che l'essere umano deve per forza credere in un essere superiore che abbia cura di tutti e di tutto. Non concepiamo l'idea che forse siamo tutti "vittime" di un abbandono cosmico. Ci spaventa, ci disorienta pensare che non ci sia nessuno che abbia cura di noi. È un po' come un figlio abbandonato che passa la sua vita a cercare un padre che non ha mai conosciuto. Ci terrorizza il pensiero che siamo soli in questo minuscolo pianeta nell'universo infinito. Allora mi chiedo: è proprio necessaria questa ricerca che l'essere umano compie da migliaia di anni senza portare a nulla? Anzi,aver preteso di averlo trovato, quello vero,unico, imponendolo agli altri tra indicibili sofferenze? E se invece impegnassimo le nostre brevi esistenze nel migliorarci, nell'essere generosi,nell'amare e tollerare il proprio simile, nell'aver cura dei deboli, nell'amare e proteggere il nostro pianeta, i nostri coinquilini del mondo animale;invece di di ricercare questa sorta di papà che ci tolga le castagne dal fuoco?
    Concludendo non promuovo l'ateismo che se cosi fosse, diventerebbe un altro dogma. Mi piace concludere con la riflessione di Immanuel Kant:Dio: la legge morale che è dentro di noi,il cielo stellato sopra di noi"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Giordano Bruno, in questo modo l'ateismo acquista il senso che ho sempre creduto avesse, o meglio non sempre: da quando vent'anni fa ho lasciato i tdg...
      Credo Giordano che la ricerca di un padre che ci curi possa essere il sintomo di un mancato scioglimento del cordone ombelicale che ci lega alla famiglia...
      Però credo, nel mio piccolo, che questa ricerca di risposte sul senso della vita, e non di un padre, se sano e non strumentalizzato serva proprio a mantenere vivo il nostro senso di provvisorietà e solitudine in questo universo, e questi sentimenti credo possano avere il potere di produrre generosità, amore e tolleranza verso il prossimo, come ti auspichi anche tu; proprio perché siamo tutti nella stessa condizione e abbiamo come esseri umani lo stesso valore di un miracolo nel "nulla"... Se non è viva la stessa domanda, il materialismo produce si solitudine e provvisorietà dell'esistenza, ma con effetti opposti: guerra, ingiustizia, egoismo... È solo una mia considerazione, anche io non pretendo di avere le risposte in tasca...

      Elimina
    2. grazie Giordano carissimo, le mie conclusioni sono diverse ma sono assolutamente d'accordo nel cercare di migliorare la nostra esistenza e quella di altri, nel nostro piccolo...poi la ricerca di qualcosa d'altro è una questione del tutto personale...

      Elimina
    3. Giordano, tu scrivi: Non concepiamo l'idea che forse siamo tutti "vittime" di un abbandono cosmico.

      L'equivoco tra fede ed ateismo è a mio avviso proprio questo: quando si parla di Dio, si pensa sempre ad un essere "padre padrone" che dà delle regole e le impone con la forza (tipo: devi scegliere, ubbidienza o vita, disubbidienza o morte).

      Questo concetto ebraico-cristiano ha preso il pieno possesso dei nostri ragionamenti, per cui o si intende Dio (la causa prima) in quel modo, oppure si è considerati atei (atei nel senso che si pensa che nell'universo tutto vien fuori per caso).

      Altre "soluzioni" non vengono contemplate dai nostri pensieri. Non è questo il post per cercare di dipanare queste matasse, ed ognuno è libero di pensarla come vuole... comunque è vero quanto affermi, si è spesso alla ricerca di qualcuno che ci dica come la pensa "Dio", e ci si sofferma molto poco su ciò che di buono possiamo fare per gli altri.

      Elimina
    4. John, concedimi questa riflessione anche se rimango OT.

      credo sia sbagliato dire che tutti abbiamo un bisogno di spiritualità intendendo dire che non ne possiamo fare a meno.
      È semplicemente insita in noi come altri concetti : il senso dell'arte o della musica e simili.Né più né meno.
      Tutti amano la musica ma non tutti diventano dei Mozart.
      Alcuni possono amare meno la musica e preferire altre attività.

      Idem per la spiritualità. Ciò che fa la differenza è la personale predisposizione ad essa. Proprio come avere un talento, non è dato a tutti, alcuni saranno più portati altri meno.
      Perché quindi tutte queste religioni?
      Le persone spirituali che conosco non necessitano di una religione.
      Le persone religiose invece si ritengono spirituali ma alla fine dei conti lo fanno solo per avere un tornaconto: una forma di salvezza oppure una guida o un senso di appartenenza dimostrando di fatto di ricercare unicamente l'appagamento dell ' ego.

      Elimina
  31. Bravo John,dici a noi di andarci piano per non sconvolgere i nuovi del blog...ma tu ci vai dentro a gamba tesa!!! Così mi piaci😉😉

    RispondiElimina
    Risposte
    1. qualsiasi post può sconvolgere il "nuovo" indottrinato, ma nel commento di prima la scena creata era frutto della fantasia del lettore.
      Ciò che io ho scritto è provato dalla storia. Le campagne anni '80 contro "babilonia" le abbiamo fatte veramente. E di cattolici che mi hanno detto che sarei bruciato all'inferno ne ho trovati!

      I particolari di scene di sesso NON prese dalla Bibbia ma sviluppate dal lettore lasciano il tempo che trovano. Sbaglierò, forse, ma mi dovete sopportare.... ;-)

      Elimina
    2. John ti "sopportiamo" molto volentieri, perché un blog così non l'ho trovato da nessun'altra parte! Sbaglio o i contatti sono in aumento? Dai dai, che se ne stanno risvegliando altri!! Quante belle persone che ci sono qui!

      Elimina
    3. Ciao bruno...che bello leggerti.

      Elimina
  32. Caro John tutto ciò che dici è assolutamente vero. Ho 56 anni e sono "cresciuto" nella cosidetta verità. Tu non so se lo ricorderai ma a 10 anni dovevo imparare a memoria le presentazioni interminabili per il porta a porta offrendo libri come"Quindi è finito il Mistero di Dio" e "Babilonia la grande è caduta.." Mi ci svegliavo la notte per ripetere quelle interminabili presentazioni..Anch'io mi sono preso tante di quelle umiliazioni da cattolici che vedere un ragazzino parlare dell'Apocalisse e bestie varie era come vedere un alieno precipitato sulla terra. Con me sfondi una porta aperta e credo che applicando la metafora del vangelo sul terreno eccellente, quando il seme del dubbio cade sulla roccia dura, non produce nulla, ma se il terreno è fertile di sicuro qualcosa nasce...Non abbiamo timore di seminare, se poi qualcuno scappa, pazienza; ci sono altri blog per"solleticare le loro orecchie.."

    RispondiElimina
    Risposte
    1. John un blog curato nei minimi particolari con post che fanno riflettere e ci aiutano a capire in che mondo siamo stati e come stare in guardia da certi pericoli.Una sopportazione positiva se vogliamo dirla tutta piacevole nello stesso tempo.Chi non apprezza sto blog non te merita!Un abbraccio

      Elimina
    2. Le persone intelligenti dubitano , le persone stupide sono piene di certezze.

      Elimina
  33. Quelli delle iene sarebbero giornalisti? Ma quali giornalisti... Il Signor Pelazza ha una denuncia fra capo e collo che mi risulta essere stata sospesa. Tutto grazie alle sue amicizie di ex tdG, ma soprattutto della sua cara amica, la Dottoressa Tinelli. Ha iniziato come televenditore... insomma un collega di Vanna Marchi! Come potete pensare che sia credibile?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il servizio delle Iene è stato fatto molto male... ma tutti i servizi parlano di delinquenti e truffatori conclamati.
      Vuoi dire che quello è l'unico servizio fatto alla rovescia?
      Amico mio stai calmo perchè se solo nella mia congregazione ci sono stati 3 casi di abusi sessuali insabbiati dagli anziani, figurati quello che ci può essere nel mondo. Ormai che questa religione è una truffa lo sanno pure le pietre!

      Chi si batte per la verità è spesso denunciato dai delinquenti, questo lo sappiamo tutti. Lavoro per un'editore che, pubblicando notizie a 360 gradi, riceve denunce per diffamazione tutti i giorni. Cadute tutte nel vuoto!

      Invece, prova ad inserire su google le parole "watchtower child abuse" e troverai oltre 500.000 articoli su come questa religione copre i crimini nelle congregazioni. Dopo 30 anni di permanenza li dentro, caro Vindice (Vindice un par de... direbbe Alberto Sordi) e dopo che ne ho viste di cotte e di crude, le tue parole sanno di bugiardo patentato.

      E non attaccare la dottoressa Tinelli, da me stimata, che ha permesso di svelare tante truffe da parte dei delinquenti che tu difendi.

      La verità ti fa male, lo so, vindice da strapazzo che non sei altro!

      Elimina
    2. Giusto Supremo Vindice.....e secondo te, dopo tutte le accuse e i risarcimenti che la wt sta versando per i casi di pedofilia (documentato ufficialmente), che credibilità ha essa e chi la rappresenta: il corpo direttivo? Per nn parlare poi dell'inganno perpetrato ai danni di alcuni di noi per intendimenti sbagliati che "loro" hanno fatto passare per "verità o luce biblica ". Ne vogliamo citare qualcuno? Che dire del loro intendimento circa i trapianti??...metti, togli, metti....è credibilità questa? Oppure sui vaccini, questione di coscienza o biblica?...Vogliamo parlare delle enunciate date della fine tutte disattese?(qua entriamo nelle profezie) di solito chi ha il ruolo di profeta ha il compito di profetizzare....in questo caso come li vogliamo definire? Falsi profeti??? Ah certo, l'escamotage di definire certi intendimenti "luce spirituale progressiva" è stato perfetto....ma nn così tanto se solo desideriamo che le cose si chiamino con il loro nome. Se leggi Salmo 119:105 si parla della parola di Dio come una lampada al nostro piede e una luce al nostro cammino. Il verso successivo nn recita che questa lampada o luce sarebbe stata progressiva quindi si deduce per logica che il contenuto di questi libretti che compongono questa parola o bibbia siano rimasti immutati. (premetto che ho una personale opinione sull'autenticità della bibbia),ma faccio finta che....sia la parola di Dio....Per cui nn mi si venga a dire che la "luce" o la "verita" è progressiva....quel che è scritto è scritto...quindi c'è da chiedersi: cosa è progressivo? SEMPLICE!!! L'intendimento del cd rispetto a quelle "verita" o "luce" scritte da millenni e rimaste immutate. Ma Proverbi 3:5 e 6 dice:" confida in Geova e nn ti appoggiare al TUO "intendimento"; in tutte le tue vie "riconosciLo (nn il cd) ed egli stesso renderà diritti i tuoi sentieri (nn il cd). Hanno scritto di recente su una tg che anche se nn dovessimo capire "una loro qualsiasi disposizione", dovremmo cmq mostrare ubbidienza perché da questa dipende la nostra salvezza. Nn contrasta questa dichiarazione con quanto dice Salmo 1436:3?? E anche con quanto dichiara Gesù nei vangeli circa la salvezza che dobbiamo a Lui e a nessun altro?? Dai Supremo.....eccelso....scendi....

      Elimina
    3. “Quando la sapienza sarà entrata nel tuo cuore e la conoscenza stessa sarà divenuta piacevole alla tua medesima anima, la stessa capacità di pensare veglierà su di te, il discernimento stesso ti salvaguarderà, per liberarti dalla cattiva via, dall’uomo che pronuncia cose perverse,” dice Proverbi 2:10-12
      Non dice che sarà la “capacità di seguire le idee bislacche” del corpo direttivo, ma “la capacità di pensare”.
      Probabilmente è sfuggita questa scrittura al CD altrimenti l’avrebbe cambiata o tolta dal canone biblico come ha fatto con altre scritture. Altro che le Iene o Wanna Marchi. Apri gli occhi e pensa a chi è realmente inaffidabile, Supremo Vindice, che già ti sei messo al posto del Cristo dandoti un titolo che non ti compete... – Simon Pietro

      Elimina
  34. supremo...vuol dire superiore, sommo, massimo, al di sopra di tutti...
    Supremo esecutore di vendetta!
    Sempre contenta di conoscere gente umile...

    RispondiElimina
  35. Risposte
    1. Anonima Toscana15 gennaio 2018 14:35

      Che soddisfazione!! Solo chi ha subito abusi può gioire per chi finalmente ha avuto giustizia!!!

      Elimina
  36. Un'altra trasmissione della RAI sembra aver concluso le riprese ed è pronta a mandare in onda (a breve) una trasmissione sui TdG. E' stata intervistata anche una nota psicologa che ha già scritto in passato sul tema delle sètte manipolative.
    Appena avrò notizie certe (o se le avrete voi lettori) le pubblicheremo qui sul blog.

    RispondiElimina
  37. Che tenerezza che fa l'immagine dei nonni col nipotino, pensare quanti di questi nonni e nipoti se la perderanno.
    Un domani cosa dirà ai genitori il nipote divenuto grande e che non vuol saper niente di Tdg?
    Grazie babbo e mamma per tutto quel che mi avete fatto perdere!!!
    Mi viene in mente una storiella su un libro delle elementari.
    Il bimbo vedeva sempre trattare male i nonni un giorno casca la ciotola del latte e si rompe.
    I genitori vedono il bimbo che cerca di incollare la ciottola, alla domanda cosa stesse facendo la risposta fu , la incollo per babbo e mamma quando saranno vecchi.
    Chissà se a questi genitori Tdg incalliti accadrà la stessa cosa.

    RispondiElimina
  38. Nonna disassociata9 maggio 2018 14:42

    Sono una ex Testimone di Geova e mia figlia e suo marito mi impediscono di vedere la mia nipotina di poco più di un mese.
    Ho deciso di rivolgermi al tribunale, prima di tutto perché penso che sia un diritto della bimba poter avere rapporti significativi con la nonna, e poi perché tutti sappiano cosa succede veramente quando una persona viene disassociata.
    Sul loro sito dicono che i rapporti di sangue rimangono, in realtà non è cosi! Se lo avessi capito subito non sarei mai diventata TdG!
    Spero che, anche se il giudice deciderà di non obbligare i genitori a farmi frequentare la bambina, la mia esperienza possa aiutare a far aprire gli occhi a qualcuno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anonima Toscana9 maggio 2018 15:22

      Mi spiace immensamente per quello che stai passando...questo è il motivo per cui rimango che inattiva.Vorrei sapere quanti sono nelle nostre condizioni...è proprio una setta distruttiva!!! Spero che riesci ad avere giustizia!! Un forte abbraccio.

      Elimina
    2. Anziano inattivo9 maggio 2018 15:52

      Sono con te Nonna disassociata, a parte che e un tuo diritto vedere tua nipote, ma e anche giusto smascherare le falsità e la menzogna perpetrata dal Corpo Direttivo dei Testimoni di Geova

      Elimina
    3. x Nonna disass: ciao la legge ti tutela, leggi questo è interessante.
      https://www.mammeacrobate.com/diritti-dei-nonni-nipoti/

      Elimina
    4. A quelli di fuori viene detto che i rapporti famigliari rimangono intatti , ....poi però fanno i bisogni locali per riprendere alcuni ...dicono che bisogna avere i rapporti famigliari con il dissasociato al minimo necessario , ma proprio MINIMO !! ...stessa cosa per le trasfusioni, a quelli di fuori non si risponde mai direttamente ..gli si dice che non si prende sangue perchè ci sono i sostituti ....solo nel momento dello studio ( indottrinamento ) si va a fondo nella questione .......perchè viene detto che al inizio lo studente non capisce certi argomenti per mancanza di fede ...è vero !! prima va anestetizzato e fatto acquistare quella fiducia che questa è L ORGANIZZAZIONE DI GEOVA , .....poi dopo se lui è veramente SINCERO DI CUORE, accetterà tutto quello che i santoni americani dicono...e alla fine si battezzerà come è successo a tutti noi.

      Elimina
    5. Ti capisco benissimo, dato che so per esperienza personale come questa setta riesca a rovinare i rapporti familiari.
      Mi chiedo, però, quanto sia di beneficio, sia per i genitori che per la bambina, un'azione di questo tipo.

      Elimina
    6. Credo che vietare ai nonni di vedere la nipote o il nipote sia altrettanto dannoso per il-la minore. Non dimentichiamo che molte mogli adoperano i figli come mezzo per vendicarsi dei coniugi. Per questo il tribunale dei minori intervenendo agirà per quello che sarà il bene del minore tutelandolo in toto. Sono d'accordo con l'azione coraggiosa di questa nonna. I rancori e le idee religiose di entrambi con un'azione de force da parte delle istituzioni serviranno a stabilire un equilibrio per il benessere del minore ....stiamo parlando del bene del minore e del suo diritto a ricevere l'affetto dei nonni, e nn viceversa ....in tema di separazione coniugale vale lo stesso.

      Elimina
  39. Anche se i commenti prima sono vecchi gli ho letti tutti e mi ha fatto sorridere il commento di riflessivo sulla preghiera...non potevi inventarti una preghiera migliore in quanto apparte gli scherzi hai ragione perchè i tdg non servono dio ma un organizzazione alquanto massonica e non si ha la libertá di adorare Dio ma ti costringono a fare ore di servizio ad andare in sala ti dicono come ti devi comportare, tutto questo in nome della societá!!! A proposito di questa nonna che sono storie che fanno tanta tenerezza ma visto che la società predica di amare il prossimo, di aiutarlo ecc come mai si dividono le famiglie solo perchè un componente esce fuori dall'organizzazione? La società impone certe cose che sono al di fuori delle scritture e di Dio. Abbiamo l'esempio di Gesù che stava a tavola con i peccatori e quant'altro e noi solo perchè una persona cambia le proprie idee al riguardo lo dobbiamo emarginare come se fosse un criminale? E poi non si pensa al bene di questi poveri bambini che magari non capiscono nemmeno loro il perchè dai nonni o da altri familiari non possono andare o stare in compagnia? Come si puó togliere ad un piccolo di vedere i nonni? Si va contro natura...io per esempio quanto avrei voluto che i miei figli si potevano godere i nonni il più possibile e non è stato possibile! Per questo cara nonna fai valere i tuoi diritti perchè anche la legge su questo è da parte tua e da parte di tutti quelli che vicino questi problemi...

    RispondiElimina
  40. La legge è dalla parte dei minori....Sono i loro interessi che devono essere dovutamente tutelati e questa nonna lo sta tutelando....coraggio cara nonna stai facendo qualcosa di concreto.

    RispondiElimina
  41. Nonna disassociata9 maggio 2018 21:18

    Caro Victor, me le sono poste anch'io le tue domande... e sono stata sul punto di rinunciare: sarebbe sicuramente più semplice per me, ma...
    Mia figlia vive nella mia stessa casa, al piano di sopra. Ci saranno occasioni in cui la bimba mi incontrerà e io dovrò ignorarla. Sarebbe una situazione positiva per lei?
    Poi magari a 14 o 15 anni deciderà di non diventare una Tdg e mi chiederà: che cosa hai fatto per me? Perché non ti sei battuta per il mio diritto di crescere con l'amore di una nonna? Come recuperare gli anni perduti?
    Magari sto sbagliando, ma sarà il giudice, sicuramente più competente di me, a prendere la decisione migliore nell'interesse della piccola.
    Per quanto riguarda i genitori, purtroppo, non ne riceveranno alcun beneficio, ma loro sono in grado di difendersi da soli.
    Infine: prima di questa storia pensavo di essere io quella sbagliata, mi sono dissociata perché essendo molto timida non amavo il servizio e credevo di non avere abbastanza amore per Geova. Ora ho aperto gli occhi e spero che la mia vicenda possa aiutare altri a fare lo stesso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei una nonna coraggiosa e piena di amore....condivido i tuoi ideali....

      Elimina
    2. Sarebbe interessante raccogliere tutte le esperienze di nonni e nonne che hanno il divieto di vedere i nipoti. Dall’altra parte invece abbracciano e vanno a mangiare con i pedofili finti pentiti nelle congregazioni. Assurdo di come dall interno non riescono a ragionare e vedere la logica. E proprio una vera setta ne più ne meno.

      Elimina
  42. Nonna disassociata9 maggio 2018 23:25

    Aggiornamento. Stasera al ritorno dalla Sala mia figlia mi scrive: abbiamo pensato alla cosa e vorremmo ridefinire la questione... che gli anziani abbiano sentito aria di scandalo e li abbiano indotti a tornare sui loro passi? Vi farò sapere.

    RispondiElimina
  43. the hiden truths9 maggio 2018 23:58

    @ Nonna Dissociata
    Mi dispiace , questo purtroppo fà prendere coscienza ancora di più ,di cosa sia nelle pieghe più intime dei legami familiari le conseguenze delle loro eresie .
    Pensa cosa può accadere nella mente di un bambino completamente impreparata a far spazio al concetto del ripudio , perchè un componente della famiglia non vuole più far parte di quello che fanno i genitori , e siccome in sala ci si diverte da morire comincerà a sospettare anche dei genitori perchè tutto sommato ,che la nonna non voglia venire a sorbirsi due ore di tutta quella sbobba ,non è che ha propio tutti i torti .
    Se ti è possibile comunica sempre in modo assertivo esponendo le tue ragioni etiche e i tuoi diritti cercando di non lasciare prendere alla discussione una brutta piega e litigare , altrimenti ti dipingono subito come elemento negativo .
    Poi fatti mostrare poi come scritturalmente si sentono autorizzati a stabilire che tu sei un influenza pericolosa e da temere per la tua nipotina , ed a quali male strade tu la dovresti spingere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io invece userei la stessa loro tattica li ostracizzerei ! Non rispondere a messaggi telefono e se ti chiamano filare dritti. Sono loro che sono in torto non Tu Nonna. Giusto per fargli provare cosa si prova essere ignorati come se non esistessero. Purtroppo la nipotina sarà indottrinata e ti di Dipingeranno a suoi occhi come colei che rinnega Dio e peccatrice.

      Elimina
    2. Questi genitori stanno minando i diritti del bambino a ricevere l'affetto dei nonni e dei parenti visto che nn ce nessun ostacolo allo sviluppo fisico ed emotivo. La ragionevolezza nn è prerogativa dei tdg indottrinati che purtroppo sono abituati a ragionare con la testa del Cd o degli anziani. È per questo che la nonna disassociata probabilmente si è vista costretta ad andare da un legale. Purtroppo con certi muri di cemento la soluzione è la legalità, cara nonna, nn demordere, i bambini sanno discernere l'affetto. Ti sono vicina...

      Elimina
  44. Nonna dissociata12 maggio 2018 19:38

    Anna 1a hai colto nel segno. Fino a mercoledì scorso avevo davanti un muro. Fortunatamente le cose sono cambiate (e poi dicono che i miracoli non avvengono più 😂😂😂).
    Ho il permesso di vedere la piccola purché in presenza di mio marito (che è ancora un fratello) e con alcune altre limitazioni.
    Non so cosa gli abbia fatto cambiare idea, dicono per evitare un clima di tensione dannoso per la piccola, e non so nemmeno se le cose cambieranno in futuro. Ma per il momento sembra aver prevalso il buon senso.
    Ringrazio tutti voi per la solidarietà mostratami, mi ha aiutato molto.
    Con affetto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non appena riusciranno a farla battezzare il prima possibile, le cose Purtoppo cambieranno.

      Elimina
    2. Sono molto contenta "nonna dissociata" di questa notizia sperando che le cose abbiano un'evoluzione sempre in positivo. Ti faccio tanti auguri, sono anche io nonna di una bellissima fanciulla e per niente al mondo la priverei del mio affetto....

      Elimina

E' OBBLIGATORIO FIRMARE I COMMENTI CON UN NICK

Cliccare sul menù "commenta come..." e scegliere l'opzione nome/URL.
INSERIRE UN NICK a piacere nel campo NOME, cioè uno pseudonimo col quale vi firmerete, poi cliccare su Continua. Non usate termini scurrili, insulti, calunnie, incitamenti all'odio razziale ed alla violenza, e NON menzionate la persone per nome o cognome reali. Sono vietati lo spamming, il copia-incolla ripetuto, i link a siti non approvati dalla redazione, i messaggi provocatori.
Altrimenti i post non saranno pubblicati o verranno cancellati.
La moderazione dei commenti è insindacabile ed a cura della redazione del blog. Se i vostri commenti non vengono pubblicati potete chiedere spiegazioni scrivendo alla redazione (vedi la pagina"come commentare" nel menu orizzontale in alto)

Grazie

L'indirizzo email del blog lo trovate in fondo alla pagina (non nella visualizzazione per cellulari)

ARCHIVIO

.