Usando questo sito, dichiarate di aver letto il Disclaimer e le norme sulla Privacy relativa ai contatori Shinystat e whos.among.us.

Un archivio del blog, con tutti i post fino ad oggi pubblicati, elencati per mese, lo trovate in fondo alla colonna centrale.

NORME relative ai commenti alla pagina "COME COMMENTARE".

“Non c’è nulla di male se una persona cerca di confutare gli insegnamenti e le pratiche di un gruppo religioso che ritiene in errore”.
(Svegliatevi! 8 settembre 1997, pagina 6)

"Nessuno dovrebbe sentirsi obbligato a seguire una forma di adorazione che considera inaccettabile o a scegliere fra le proprie credenze e la propria famiglia."
(Svegliatevi! Luglio 2009 p.29)


martedì 3 ottobre 2017

Estinzioni di massa nella storia geologica


Leggendo una notizia scientifica sul sito ANSA, mi è venuta l'idea di stimolare le ricerche dei lettori in merito alle estinzioni di massa nella storia.

Da bambino, prima di subire l'indottrinamento religioso, ero un appassionato di paleontologia, ed a soli 8 anni già conoscevo i nomi latini di decine di specie animali e vegetali vissuti nelle ere preistoriche. Pertanto l'articolo dell'ANSA su una prossima, possibile, estinzione di massa della vita sulla terra che colpirà anche l'umanità, ha attirato la mia attenzione. 



E' una previsione (teorica ma plausibile) del mondo scientifico che, dati alla mano, prevede entro breve tempo (100 anni) un'estinzione di massa dell'80% delle specie viventi sulla terra.

Ma l'aspetto interessante della faccenda, facendo ricerche negli strati rocciosi del globo terrestre, è il fatto che le precedenti estinzioni di massa sono tutte documentate negli strati fossili del nostro pianeta.

E guardacaso, la recente (secondo la Bibbia) estinzione di massa relativa al diluvio... non esiste! 


Tornando sul tema: non è mai esistito un diluvio TOTALE sulla terra, mentre restano tracce di molte alluvioni locali (anche di grandi aree) in alcune  parti del globo.

Inoltre la documentazione di queste passate estinzioni di massa, dato che riguardano periodi di tempo in cui l'uomo non era presente sulla terra, ci fanno capire che se un giorno l'esistenza della stessa umanità fosse minacciata, ciò non avrà alcun legame con i giudizi divini contenuti nella Bibbia.

Se nessun diluvio è mai avvenuto, nessun giudizio di Dio è mai stato emesso, quindi nessuna religione può definirsi lo strumento per scampare all'ira divina.

D'altronde, nel resto dell'universo, anche le stelle e le galassie, nascono, esistono e muoiono, seppur in tempi diversi.

Naturalmente per gli indottrinati e gli invasati che non sanno far altro che ripetere i versi della Bibbia a memoria, tutto ciò è fumo negli occhi.

Ecco uno schema delle estinzioni di massa nelle ere geologiche:





Ecco i link agli articoli:

1) Blog: il diluvio universale

2) Repubblica.it

3) Ansa.it

4) Wikipedia


Adesso potete divertirvi e fare le vostre ricerche...
 





















Stai leggendo questa pagina da un cellulare?





indirizzo email dell'amministratore del blog:

79 commenti:

  1. Torno sull'argomento diluvio ed estinzioni di massa: catastrofi che hanno annientato gran parte della vita sulla terra ci sono sempre state, ma non era Dio ad averle fatte accadere

    RispondiElimina
  2. Anziano riflessivo (il nick va inserito qui altrimenti finisci in spam)4 ottobre 2017 07:05

    Caro John, in diversi commenti ti ho espresso il mio profondo apprezzamento per il lavoro che svolgi, cosa che ribadisco nuovamente.
    Vogli però farti notare che in merito al diluvio di cui parla la Bibbia, ci sono diversi archeologi che in base agli studi effettuati sull'argomento, confermano che il diluvio riportato nelle sacre scritture è realmente accaduto, al riguardo vi è Robert Ballard.
    Riguardo al ritrovamento dell'area fi noe, ti riporto il seguente link http://www1.adnkronos.com/IGN/News/Esteri/LArca-di-Noe-e-esistita-davvero-il-relitto-ritrovato-dagli-archeologi-sullArarat_309151415.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Amico caro, scusa la mia impertinenza, ma non è così che si fanno le ricerche. Non si fa appello a qualche bufala giornalistica.
      Leggi sotto cosa riportano alcuni siti.
      __________________________________________
      "Questa mattina avevamo pubblicato una notizia sensazionale che stava facendo il giro del mondo: L’esploratore Yeung Wing-cheung, di Hong Kong ha dichiarato che non possono essere certi al 100%, ma al 99,9% che i reperti ritrovati all’interno del Monte Ararat dalla sua equipe composta da 15 archeologi cinesi e turchi si trattino proprio dei resti della leggendaria Arca che come descritto dalla Bibbia fu costruita da Noè 4800 anni fa per sfuggire al diluvio universale. ……

      Non abbiamo fatto in tempo a pubblicare l’incredibile notizia che nel resto del mondo qualcuno aveva già parlato di montatura. In diversi siti è stata infatti precisato anche che il gruppo di ricercatori sarebbero anche un gruppo di evangelisti turchi e cinesi con probabilmente voglia di far valere una scoperta a dir poco impossibile. Ma partiamo con ordine, guardiamoci insieme questo video che documenta il ritrovo dei resti della presunta Arca di Noè sul Monte Ararat:"
      ______________________________________________________

      a parte che sull'ararat di arche potresti anche trovarne 5.

      Se il diluvio fosse accaduto come dice la Bibbia, e cioè fosse stato UNIVERSALE (che poi, vabbè, sarebbe mondiale e non universale) ci sarebbero tracce GEOLOGICHE.

      Queste tracce sono presenti solo in zone diverse, per LIMITATE AREE GEOGRAFICHE (come per l'irruzione del mediterraneo nel marNero) ed in diversi periodi.

      Probabilmente traendo spunto da qualche racconto di antenati, nel passato culture diverse, narrando di un'alluvione che ha distrutto completamente IL LORO HABITAT di allora (forse anche molto vasto) hanno creato questa leggenda.
      Infatti nelle varie culture, anche prima della stesura delle Bibbia, vi sono narrazioni simili ma in contesti diversi.

      Per le tracce geologiche è DIVERSO. devi trovare traccia nelle rocce sedimentate, negli scavi in ogni parte del mondo.

      E bisogna anche capire che, tenendo per buono il racconto dell'arca, dentro avrebbero potuto trovarvi riparo solo poche specie animali, che da lì in poi avrebbero poi dovuto evolversi in breve tempo (un migliaio di anni?) nelle milioni di specie oggi esistenti.

      Un'altra cosa: il mondo è pieno di scienziati che sparano cavolate per sostenere le loro teorie.

      Cerca per esempio su google le parole "Uomo di Piltdown" e vedi cosa esce.

      Quindi tornando all'arca (che non è stata mai trovata) non conta il fatto che qualcuno possa averla costruita, in pianura o su una montagna.

      Conta il fatto che la terra, nella sua memoria geologica, del diluvio non ne tiene traccia perchè, di fatto, non è mai accaduto nei temini nei tempi e nelle proporzioni bibliche.

      Mille altri diluvi ed inondazioni sono invece avvenuti localmente (probabilmente la formazione del mar nero ma non lo sappiamo con certezza, ed è per questo che l'uomo sprovveduto di allora, ne ha creato delle leggende

      Di prove scientifiche ne abbiamo solo per eventi su aree limitate

      Elimina
    2. Anziano Riflessivo, fare ricerche non è come leggere e sottolineare una Torre di Guardia. Parlo per competenza. E' per questo che provo un'immane dolore quando mi accorgo che già in passato avevo tutte queste prove davanti e le ho volutamente ignorate.
      Ma è risaputo che il cervello umano fa fatica ad arrendersi pure di fronte alle evidenze.
      Non volevo arrendermi io, con familiari che insegnavano scienze all'università e con biblioteche scientifiche che avevo in casa, figuriamoci se si arrendono coloro che simili cose non le hanno mai studiate!

      (ti chiedo cortesemente di non inserire più il nick nel commento ma di inserirlo nell'apposito campo nome selezionando la voce NOME/URL vicino al testo "Rispondi come:" - Grazie - vedi come commentare)

      Elimina
    3. Ma Robert Ballard non sostiene mica il racconto di un diluvio "universale" che coprì tutti i monti della terra!! Leggi bene...

      Per comodità, leggi questo articolo:

      https://jwanalyze.wordpress.com/il-diluvio-universale/

      se non ti va di leggerlo tutto cerca la parola "Ballard" e vedi la sezione dove si parla di quello che dice.

      Elimina
    4. anziano riflessivo, mi fai sorridere quando incaponito persisti nelle tue convinzioni, sconfessate dal resto della scienza!!
      VAI COSI'! UNO CONTRO TUTTIIII!
      ahahahahh

      Elimina
    5. Volevo fare un altro ragionamento su quello che leggiamo dalla bibbia in merito a noè ..e mi domandavo ...noè predicò a tutti gli uomini sulla terra ? li raggiunse tutti uno ad uno ? se invece per terra la bibbia indica il territorio solo dove risiedeva noè , allora la stessa cosa varrebbe per il diluvio universale che per terra vorrebbe dire TERRITORIO ...ma facciamo finta che il tutta quella violenza e malvagità avvenne in quel luogo ...allora che bisogno cera di portare un diluvio universale su tutta la terra , non bastava un diluvio locale ? ..........allora in conclusione si può dire.. che quei fenomeni antichi erano localizzati in certe aree geografiche ..ogni luogo della terra probabilmente avrà avuto un suo diluvio o inondazione,.. anche in america latina si parla di un diluvio portato dal Dio virachocia... ....Faccio un esempio dello tsunami di sumatra ..se fosse accaduto 5000 anni fa oggi come verrebbe raccontato a noi ? probabilmente i superstiti di quel territorio avrebbero tramandato che queste ondate furono provocate da quel Dio in cui loro credevano.....dunque se ci sono stati dei diluvi o inondazioni o alluvioni , non sono di certo letterali come i testi antichi raccontano, ma narrano dei fatti o avvenimenti ma raccontati a loro modo.

      Elimina
    6. Interessante l'argomento, e riflettendo sulle prove o meno di un ipotetico diluvio mondiale, pensavo ai dinosauri ed alla loro estinzione.
      Volevo chiedere se posso,
      se vi siano tracce a livello mondiale che attestino il modo in cui, secondo le fonti scentifiche oggi esitenti, sarebbero morti improvvisamente questi sauri e cosa abbia potuto eliminarli dal pianeta.
      Chiedo per mera curiosità non per sostenere un argomento piuttosto che un altro mancando io stesso delle competenze necessarie per farlo.
      Spero non sia fuori tema il mio intervento..

      Elimina
    7. Ce chi crede che sia stato un impatto di un asteroide di una larghezza di 4 km....che avrebbe provocato la loro estinzione ma non ovviamente la vita stessa sulla terra ...per estinguere la vita sulla terra secondo i ricercatori .. basterebbe comunque un asteroide di 90 km di diametro ..che a confronto con la terra è un granellino di polvere ...ma con l impatto ( sempre se avviene su terra ) farebbe salire tanta di quella polvere che si alzerebbe dal suolo e di conseguenza non permetterebbe più alla luce del sole di fare il suo lavoro per molto tempo. ..è un po quello che potrebbe fare un vulcano, anche se in quel caso la cosa sarebbe più limitata.

      Elimina
    8. @Giuseppe...
      Sappi che si va per ipotesi, ma queste sono le più probabili
      Vedi qua
      https://youtu.be/ME3yoMMU5ME

      https://www.google.ch/amp/s/it.businessinsider.com/ecco-la-vera-causa-dellestinzione-dei-dinosauri-asteroide-a-parte/amp/

      Elimina
    9. Grazie Riflessivo, in effetti è un po'quello che ho scoperto anch'io facendo ricerche in rete.
      Si crede, si ipotizza, ma non si ha l'assoluta certezza che possa essere stata questa la causa dell'estinzione del dinosauri.
      Anche perché sul nostro pianeta non ci sono tracce di quell'evento di proporzioni colossali.
      Sinceramente non riesco a trovare punti a sostegno di nessuna teoria.
      Magari alcun altro potrebbe fornire più info in merito, ne sarei davvero grato.
      Quello che non mi spiego è perché nonostante non vi siano sicurezze scentificamente approvate e documentate di come sia finita l'era dei dinosauri, cioè non vi sia traccia sul pianeta di una cosa simile, invece si è altrettanto sicuri che un evento geologico di proporzioni immani come un diluvio mondiale sia da scartare a priori.
      Non difendo assolutamente nessuna teoria, lo ripeto, provo solo a ragionare se i metodi impiegati per attestare o meno certi avvenimenti geologici siano davvero efficaci ed attendibili come vogliono farci credere.
      In sostanza quello che cerco di dire è questo:
      Se non c'è nessuna prova di come si siano estinti i dinosauri milioni di anni fa, eppure non ci si pone il problema affermando che vi sia comunque stata una catastrofe planetaria che ne abbia decretato l'estinzione, perché non si può fare lo stesso ipotizzando che forse sia proprio questa leggenda del diluvio ad avere qualche piccola percentuale di verità che potrebbe spiegare, ad esempio il suddetto evento?

      Elimina
    10. Complimenti Victor, hai fatto un ottimo articolo sul diluvio.

      Elimina
    11. Beh, Giuseppe, diciamo che il metodo scientifico segue una prassi che non è dimostrabile rispetto al diluvio universale, ma che nel caso dell'estinzione dei dinosauri offre teorie abbastanza plausibili. Comunque attenzione... Nessuno afferma necessariamente che la Bibbia "non sia vera", ma piuttosto, che sia "mal interpretata". Difatti, il "diluvio universale" potrebbe benissimo far riferimento a grosse alluvioni locali, come dimostra la scienza stessa. In questo caso il discorso verte sull'interpretazione, piuttosto che sulla veridicità.

      Elimina
    12. Grazie @socrate per i link, effettivamente in rete si trovano molti articoli simili.
      Per contro, facendo una breve ricerca, così, per curiosità suscitatami dall' argomento, ho trovato questi, se l' adm mi concede di pubblicarli:


      http://www.pianetablunews.it/2016/02/29/la-prova-del-grande-diluvio-realta-o-un-mito-prima-parte/


      http://www.lastampa.it/2012/12/14/esteri/negli-abissi-del-mar-nero-la-prova-del-diluvio-universale-u65KWzVG7cYn3btAm5FIRK/pagina.html


      https://www.google.it/amp/s/it.aleteia.org/2015/03/26/gli-scienziati-dicono-di-aver-trovato-tracce-del-diluvio-universale/amp/

      Ad ogni modo, reputo plausibile l'ipotesi di un qualche tipo di evento che abbia interessato per lo più le coste circoscritte di alcuni posti e non tutto il globo.
      Grazie a chi saprà dare altri spunti ed ampliare le possibili ricerche da fare...

      Elimina
    13. Forse sarebbe opportuno chiedersi prima di ogni altra cosa se un diluvio simile a quello descritto nella Bibbia sia in tutti i suoi particolari logico e coerente con tutto quello che sappiamo dalla scienza e dalla storia.
      Prendiamo il caso della storia, ad esempio: Strano che nella storia della civiltà egizia non si trovi traccia di alcin cataclisma di proporzioni mondiali, eppure l'Egitto è una civiltà che è molto più antica del supposto diluvio biblico e continua ininterrottamente dopo tale supposta data.

      Elimina
    14. Grazie del tuo pensiero ax80, anch'io condivido sulla necessità di "interpretare" appropriatamente quello che c'è scritto nell' antico testamento.
      Effettivamente è un po'il metodo seguito da Mauro Biglino nel suo approccio letterale dei contesti storico-biblici.
      A volte mi viene da pensare che questi testi antichissimi possano rivelare alcune verità scentificamente corrette che potrebbero rivelare particolari straordinari sull'origine della vita sulla terra. Entità o esseri extraterreni o extraterrestri definiti Angeli, Dei e nell'accezione negative demoni o diavoli a seconda se erano pacifici o se potevano essere una minaccia per gli umani.
      Interessante anche quello che dici,@socrate, voglio informarmi in merito, grazie.

      Elimina
    15. x @Giuseppe@: Secondo me, non è proprio uguale paragonare la mancanza di prove su dinosauri e diluvio globale, mi spiego: Si sono estinti, su questo non servono prove, che mancano invece per capire come è successo, anche se molti si basano sulle tracce di Iridio per ipotizzare un grosso meteorite, inoltre gli impatti che sono compatibili con tale evento esistono tipo il cratere di Chicxulub.
      http://aldopiombino.blogspot.it/2015/06/anche-lanomalia-delliridio-osservata-al.html
      Sul diluvio invece non c'è una estinzione di massa dimostrabile, anzi le costruzioni di varie civiltà antidiluviane oltre ai discendenti, sono rimaste fino a noi e pure le scritture rupestri, che si sarebbero rovinate stando un anno a contatto con l'acqua salmastra. Quindi riassumendo, non si può fare un paragone tra la mancanza di prove di un evento ipotizzato con la mancanza di prove di come si è svolto un altro evento del quale siamo certi.

      Elimina
    16. In realtà @Socrate, anche gli egiziani hanno la loro versione del diluvio, molto differente da quelle cui siamo abituati.
      Basta cercare in google le parole "diluvio e popolo egiziano" ad esempio. La storia riportata differisce da quella biblica perché sono menzionate le divinità egizie ma parla di una punizione divina sottoforma di innondazione.
      Condivido la tua analisi @complottista.

      A proposito, sempre restando in tema diluvio, tempo fa mi imbattei in alcuni video e foto che mostravano ritrovamenti di scheletri umani giganti.
      La bibbia vengono menzionati.
      Potete confermare l'attendibilità o meno di questi ritrovamenti? Avete un visto pensiero in merito?
      Grazie

      Elimina
    17. Giuseppe, per gli scheletri giganti servono conferme autorevoli, ormai anche la scienza è piena di bufale, tanto che ormai si fa fatica a distinguere il vero dal falso. Ti segnalo questo articolo:
      _____

      Sentiamo spesso delle notizie sensazionali di rinvenimenti di ossa umane di dimensioni gigantesche accompagnate da relative foto come prova, notizie che poi si rivelano dei falsi ma che provocano nei più incauti credibilità e falsi miti. Ad esempio per ultima la notizia che, si dice, sia stata riportata nientemeno che dal Team National Geographic che afferma il ritrovamento in India di scheletri umani di dimensioni gigantesche. Questa è una burla che ormai gira su internet già dal 2004 in cui purtroppo vi sono caduti diversi giornalisti i quali hanno riportato più volte la "sensazionale" notizia.
      Lo scorso 6 Giugno la Gazzetta del sud riportava una notizia simile in relazione con quanto detto sopra di rinvenimenti in Calabria di resti umani di dimensioni gigantesche ma il giornalista è stato incauto nel dare credibilità ad una notizia non approfondita più di tanto infatti il National Geographic ha smentito il proprio coinvolgimento peraltro spesso riportato in maniera storpiata e fuori contesto. La falsa scoperta scientifica ha avuto origine da un facile trucco fotografico creato nel 2002 da un artista della fotografia digitale che ritrae archeologi intenti a scavare uno scheletro umano gigantesco. La foto ha fatto il giro del web e molti siti ne hanno amplificato l'avvenimento tanto che trasmissioni televisive di dubbio contenuto scientifico ne hanno fatto un loro personale business in trasmissioni che nulla ha di conferme scientifiche autoritarie.
      Prendiamo ora in esame la parola Nephilim che è di origine ebraica ed è citato nell'antico testamento (Genesi 6:1-4)
      Quando gli uomini cominciarono a moltiplicarsi sulla terra e nacquero loro figlie, 2 i figli di Dio videro che le figlie degli uomini erano belle e ne presero per mogli quante ne vollero. 3 Allora il Signore disse: «Il mio spirito non resterà sempre nell'uomo, perché egli è carne e la sua vita sarà di centoventi anni». 4 C'erano sulla terra i Giganti (Nephilim) a quei tempi - e anche dopo - quando i figli di Dio si univano alle figlie degli uomini e queste partorivano loro dei figli: sono questi gli eroi dell'antichità, uomini famosi.



      fine prima parte

      Elimina
    18. seconda parte


      Nella Bibbia la parola Nephilim viene tradotta come giganti o titani, questo termine nella lingua ebraica ha una radice " Nefal " che significa cadere, tra l'altro la desinenza finale "im" indica un plurale, quindi grosso modo possiamo tradurlo come " caduti ", ma è difficile dire quale sia la traduzione più corretta o il contesto in cui questo termine indicasse un qualcosa a noi da identificare. In ogni caso questo termine ha fatto nascere molte speculazioni da parte di improvvisati scrittori e pseudo scienziati di dubbia origine come Zecharia Stichin che altro non è che un semplice scrittore pur definendosi ricercatore e traduttore di antiche lingue morte di cui non ha titoli accademici e che invece non ha fatto altro che riempire le biblioteche e i siti internet con i suoi libri e le sue teorie sugli Annunaki.
      Detto questo, considerandomi un credente cito alcune fonti cristiane che parlano di questi Nephilim: Giulio Africano e Agostino d'Ippona hanno condannato l'idea che i "figli di Dio" erano angeli. Nella Città di Dio, i figli di Dio sono discendenti di Set. Altri suggeriscono che i "figli di Dio" (benei elohim, בני האלהים) in realtà fossero personaggi storici del passato, completamente umani, divinizzati dalla tradizione orale. I "figli di Dio" sono quindi individuati come i discendenti di Set, mentre i "figli degli uomini" come i discendenti di Caino.. A conforto di questa ipotesi si richiama il fatto che lo scopo del diluvio universale inviato da Dio era quello di spazzare via dalla Terra quei nefilim che si erano resi così orgogliosi e depravati ai tempi di Noè.. L'idea che esseri divini possano accoppiarsi con umani risulta controversa, specialmente tra molti cristiani che, citando un'interpretazione degli insegnamenti di Gesù nel Vangelo di Matteo, affermano che "gli angeli non si sposano" (Matteo 22:30, Marco 12:25) sebbene questo sia un concetto estrapolato dal contesto del verso, perché in Luca (Luca 20:34-36) Gesù afferma che i resuscitati non si sposano nel cielo, ma sono "come gli angeli".

      fine seconda parte

      Elimina
    19. terza parte


      Fatta questa breve parentesi per coloro che sono credenti ritorniamo all'aspetto scientifico. C'è da sottolineare che: alcuni teorici del mistero hanno ipotizzato che i Nephilim fossero neandertalliani sopravvissuti (oppure i loro resti ossei), o forse un ibrido tra Homo Sapiens e uomo di Neanderthal. Questa teoria assomiglia a quella che associa la leggenda dei draghi alle ossa di dinosauro che nella Bibbia sono indicati con il nome ebraico Tannin (תנין) che significa letteralmente coccodrillo o alligatore.
      Nel passato spesso venivano trovati resti ossei o addirittura fossili di animali estinti di grosse dimensioni ed è proprio qui che nascono i miti riferibili ai giganti o ai draghi.
      L'archeologa Adrienne Mayor nel suo libro " The first fossil hunters "edito nel 2000 ha evidenziato che nel bacino del Mediterraneo vi sono molti luoghi, sede nell'antichità riferibili ai giganti in cui sono stati ritrovati fossili di grandi mammiferi. L'archeologa riporta anche le fonti letterarie antiche sui miti di esseri giganti e propone ipotesi molto credibili. La Mayor ha notato che su un vaso del 560-540 a.C. Ercole ed Esione affrontano un mostro apparso sulla costa di Troia. Il mostro ha le sembianze di un cranio di grande mammifero che esce da una roccia e secondo Mayor potrebbe trattarsi di un fossile di Samotherium, una giraffa vissuta nell'area greco-iraniana circa 7 milioni di anni fa e rinvenibile in molti siti in Anatolia e Grecia.
      In Sicilia il mito di Polifemo sembra essere legato al ritrovamento nelle grotte dell'isola di grandi scheletri di elefante, essi somigliano abbastanza a quelli umani e presentavano un grande buco nella fronte e quel foro è riferibile al canale per la proboscide e non al fantomatico unico occhio di un incerto Polifemo.
      Non dimentichiamoci che solo nel 1600 i fossili sono stati riconosciuti come resti di organismi vissuti nel passato.
      Che in ogni epoca ci siano stati esseri umani che presentavano caratteristiche di gigantismo è fuori dubbio così come ci sono casi di umani di dimensioni estremamente piccole. Ma queste sono eccezioni la cui causa dipende dall'ipofisi e da un cattivo funzionamento di un particolare ormone.
      _______________________________
      link: http://labirintus-mundi.blogspot.it/search/label/Le%20Ossa%20dei%20Giganti%20-%20Nephilim%20-%20la%20Bufala

      Elimina
    20. Grazie john per le informazioni molto esaustive.
      Certo è che in alcuni casi, le info che si possono trovare non sembrano tanto delle bufale.
      E ci sono una marea di foto in merito oltre che citazioni di eminenti ricercatori.

      Le enormi e antiche costruzioni che da millenni restano ancora in piedi, tipo le piramidi con i loro enormi blocchi, squadrati in maniera millimetrica, i menhir e dolmen, come pure tutti gli altri tipi di strutture simili restano un mistero ancora oggi sul modo in cui sono state edificate.
      Chissà che non siano stati impiegati tecnologie "aliene" e forse proprio questo tipo di uomini/giganti per spostare le enormi pietre. Ovvio che sto solo volando con il pensiero, per amor di conversazione..

      http://www.shan-newspaper.com/web/misteri/345-esistevano-gli-uomini-giganti.html

      Questo ad esempio uno dei primi risultati di ricerca e ce ne erano molti ancora da visionare..
      Resto basito della facilità con la quale spesso si possano trovare elementi apparentemente validi per dare credito a due tesi opposte e contrapposte..

      Elimina
    21. anche io avevo creduto a quelle notizie. Ma se delle notizie sono false non è detto che altre simili non possano essere vere.
      L'uomo sta scoprendo che esistono forme di vita (a livello batterico) che possono vivere senza aria e senza luce.

      Teoricamente nello spazio possono vivere forme di vita adatte ad ambienti ostili alle forme di vita sulla terra.

      Io non escludo nulla, ma resto scettico su tutto, visto che raggiri si prendono da scienziati, archeologi, storici e ministri religiosi...

      Elimina
  3. Anziano riflessivo (il nick va inserito qui altrimenti finisci in spam)4 ottobre 2017 11:49

    Leggendo finora i vostri commenti, Non posso far altro che dirvi quanto apprezzo le Vs considerazioni circa l'argomento sopra esposto.
    Purtroppo (al riguardo vogliate perdonarmi) devo ammettere che la mia mente è ancora abituata a fare ricerche secondo il metodo wt.
    Spero di scrollarsi di dosso questo ridicolo metodo
    Grazie e scusate ancora del tempo che vi ho sottratto per aiutarmi a ragionare

    RispondiElimina
  4. Per quanto ne so al momento sembra valida questa tesi circa L' estinzione dei dinosauri.
    Ovvio che non sparirono dal giorno. alla notte....ma pur sempre in un lungo imprecisato periodo di tempo.
    http://www.lescienze.it/news/2016/07/06/news/estinzione_massa_dinosauri_conghiglie_impatto_eruzioni-3150484/

    RispondiElimina
  5. The hidden truths5 ottobre 2017 05:23

    Resta il fatto che anche i Dinosauri erano forme di vita estremamente complesse e strutturate , strutturate con i mattoni della e per la vita .
    Osservare un Elefante od una Balena ci porta alla conclusione che anche loro avrebbero dovuto estinguersi , come mai sono arrivati ai giorni nostri ??? e ad'esempio il Megalodon che era uno squalo gigantesco non esiste più ,pur essendo un pesce ed avrebbe dovuto sopravvivere al diluvio ???
    E tutto il mondo subaqueo allora ? eppure a parte i bisogni fisiologici siamo l'uica creatura non vincolata ad istinti ma che gode di libertà di spazio di manovra e di scelte e della contemplazione e godimento della vita. Credo che con le conoscenze degli uomini di allora spiegargli un'estinzione programmata sarebbe stato come parlare di fisica quantistica ad un bambino il primo giorno di scuola , eppure la bibbia è l'unica fonte che dà una informazione che qualcosa o un evento straordinario accadde sulla terra a modificare come lo chiama poi Pietro in una sua lettera un "Mondo Antico" .
    Cosi come era un mondo antico la scena politica , tecnologica e biologica 200 anni fà.
    Difatti abbiamo sterminato specie di animali e cambiato i ritmi e la natura degli uomini.
    Le tre sempici molecole che compongono l'ossigeno o l'acqua se non fosero disposte nell'attuale proporzione e sequenza la vita non potrebbe assolutamente esistere , immaginiamoci cosa avviene in un semplice cellula ..........
    Credo che per lo stadio in cui è avanzato l'uomo oggi ed il livello a cui la sua conoscenza avanzerà in futuro visto la velocità con cui ha accelerato questo processo ,sarà solo fonte di ulteriore frustrazione ed un brancolare nel buio , la sua stessa intelligenza è fonte di inquietudine e dominio sulla creazione .
    Anni fa fecero ad uno famoso scienzato la domanda che cosa sarebbe successo se l'uomo avesse vissuto all'epoca dei Dinosauri , lo scienzato rispose che dal punto di vista fisico sarebbe stato molto arduo per noi sopravvivere , ma nella realtà li avremmo sterminati tutti perchè dal punto di vista dell'intelligenza e del cervello non c'era per loro alcuna speranza , avremmo trovato il modo per eliminarli .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Osservare un Elefante od una Balena ci porta alla conclusione che anche loro avrebbero dovuto estinguersi"... scusa, mi spiegheresti questa affermazione perchè non l'ho proprio capita.

      "Le tre sempici molecole che compongono l'ossigeno o l'acqua se non fosero disposte nell'attuale proporzione e sequenza la vita non potrebbe assolutamente esistere". E quindi? Vedi, ti incoraggio a informarti un po' più a fondo sull'argomento. Poi potrai rimanere della tua opinione certo, ma almeno liberiamoci di quei ragionamenti (IL)logici della Watchtower e dei creazionisti. Si può rimanere credenti in un creatore, per carità, non ci vedo nulla di male. Ma almeno liberiamoci di certi modi di ragionare, lo dico con tutto l'affetto possibile.

      Elimina
  6. Dopo tutte le vostre considerazioni,si puo dire solo una cosa,ogni uomo cerca e trova le prove Che convalidano Il proprio credo e le proprie tesi,il credente trova le prove dell'esistenza di Geova,l'ateo le prove Che discendiamo dagli animali,se vi fa sentire meglio Il secondo contenti voi,ma se e' vero Il contrario quando fra poco Geova portera Il regno sulla terra voi da Che parte sarete?chi avete servito?Lui o avete remato contro?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ci mancava qualcuno che ci ricordasse che dobbiamo morire, grazie Mattia, ora me lo segno....

      Elimina
    2. "Frà poco"... L'ho già sentita da qualche parte questa, e non è nuova...

      Elimina
    3. Mattia dovrebbe andarsi a cercare (se le trova) le pubblicazioni dal 1900 al 1960 e leggere con i suoi occhi le castronerie e le tante profezie fallite dei TdG. (quelle sul web sono in parte state riscritte per cancellare prove imbarazzanti)

      Anche dal 1900 a 1950 ci sono stati centinaia di migliaia di fratelli e sorelle che han predicato in tutto il mondo, fatto sacrifici, dietro l'esortazione che la fine sarebbe arrivata in tal anno. Sono tutti morti, insieme ai loro discepoli che battezzarono.
      E' successo a molte generazioni...

      ..."eh ma tra poco..."

      Tra poco potrà esserci anche un cataclisma od un'estinzione di massa... ma NON selettiva a favore di una religione, come le 2 guerre mondiali non sono state selettive, nè sono selettivi i terremoti...

      Elimina
    4. Considerazione personale:
      Quando una persona ha una passione o un problema, non riesce mai a identificarlo.
      Ad esempio un fumatore non crederà mai che il suo fumo possa dar fastidio ad un altra persona che sta nelle vicinanze, anche se sta all'aria aperta. Così come chi ha un cane ("è tanto buono") non crederà mai che portarlo senza guinzaglio possa far paura a chi lo teme o che semplicemente possa essere fonte di cattivo odore ("il mio cane non puzza")e così via.
      Nessun ubriaco ammetterà mai di aver bevuto, né che ha un problema o che può essere un problema per altri se si mette alla guida di un auto.
      Così chi inizia a fumare non lo fa per morire di cancro, ma deve mettere in conto che può succedere.
      Allo stesso modo chi inizia a studiare con i TdG non crederà mai che alla fine subirà un lavaggio del cervello, ma è proprio quello che succede e anche nel suo caso non lo ammetterà mai.
      Ma alla fine ognuno sta bene nel suo stato, se davvero ci crede. Io ho smesso di credere alle favole. Auguri a chi ancora ci crede perché il risveglio dal sogno è doloroso. - Simon Pietro

      Elimina
    5. Veramente non funziona così, Mattia. Si esaminano le prove disponibili su un argomento E SOLO DOPO si giunge ad una conclusione. Cosa c'entra il sentirsi meglio?

      Elimina
    6. Trattore

      Scusate se intervento a gamba tesa, sono nuovo e avrò modo di presentarmi. Volevo solo sottolineare la differenza tra cercare prove ed inventare prove.

      Elimina
    7. Benvenuto Trattore

      Le prove ognuno può decidere se accettarle o meno.

      Se per mostrarti che hanno cercato di rubare un auto ti faccio notare un vetro della portiera rotto, puoi sentirti libero di indagare se l'ho rotto io apposta oppure se l'ha rotto effettivamente un ladro.

      Con le prove geologiche è un pò diverso. Puoi arrenderti all'evidenza o negare la realtà. Se una montagna presenta un tipo di roccia e di minerali, non puoi pensare che qualcuno l'abbia messa lì apposta per ingannarti.
      Stesso discorso per i "segni" di un diluvio mondiale.

      Un pezzo di legno può essere portato su un monte con vari scopi e qualcuno può continuare a sostenere che appartenga all'arca di Noè.

      Le prove tangibili di un diluvio devono essere chiaramente visibili in ogni continente

      E in ogni caso, menzionando una qualsiasi catastrofe, bisogna dimostrarne la selettività.

      Facile per l'unico sopravvissuto di 1000 naufraghi dire che a salvarlo è stato Dio... è realmente così?

      Elimina
    8. Esattamente. Un diluvio universale nel periodo indicato dalla bibbia non c'è mai stato. È talmente certo che è paradossale nel 2017 starne ancora a parlare.

      Elimina
  7. Rispondo a Mattia ed a Hidden insieme, e parlo solo a titolo personale:

    la vita, nonchè l'universo, sono estremamente complessi, molto più di ciò che vediamo. Ed anche la materia.
    Prendete ad esempio un computer, che noi vediamo come "macchina": al di là dell'alimentazione elettrica e dello schermo,, il cervello pensante del PC è un microprocessore, un mix di microscopici filamenti immersi in materiale isolante. Ebbene date un pò di corrente elettrica nel giusto modo (codice binario) a quei pochi grammi di materiale, ed esso fornirà calcoli molto più veloci della mente umana, in grado di pilotare più aerei in maniera autonoma e mandare astronavi nello spazio, o monitorare e curare parametri vitali del corpo umano.

    Pensare ad un'universo inanimato che si evolve a caso è assurdo come è assurdo pensare ad un creatore che fa di una particella microscopica di polvere nell'universo (la terra appunto) il centro dei suoi pensieri, ma che per comunicare con gli uomini sia costretto a servirsi di altri uomini che non fanno altro che propinare le loro idee e creare una babilonia di religioni, ciascuna con le sue regole assurde.
    Gli stessi TdG avrebbero bisogno di rileggersi TUTTE le pubblicazioni che la WTS ha stampato negli ultimi 100 anni e di verificare parola per parola tutto ciò che è stato scritto. A cominciare dalle previsione delle date di armaghedon, che io ho sempre creduto non fossero mai menzionate nelle pubblicazioni, ed invece grazie ai volumi cartacei (che non possono essere modificati a posteriori come avviene nei siti web) ho scoperto che di date "certe" per armaghedon ne sono state annunciate a dozzine.
    L'alternanza di divieti e consensi a trapianti e trasfusioni, le menzogne in esperienze create ad arte per impressionare i credenti, e via dicendo.

    Anche se non credo a tutto ciò che è scritto nella Bibbia (perchè considerare tutto giusto o tutto sbagliato è un errore) ci sono delle frasi che per me rimangono eterne:

    "non confidare nei nobili nè nel figlio dell'uomo terreno a cui non appartiene alcuna salvezza" (quindi tantomeno non confido nei TdG e nel loro corpo direttivo)

    "affinché il genere umano* non trovi mai l’opera che il [vero] Dio ha fatto dall’inizio* alla fine.+ 12 Ho conosciuto che per loro non c’è nulla di meglio che rallegrarsi e fare il bene durante la vita;+ 13 e anche che ogni uomo* mangi e in realtà beva e veda il bene per tutto il suo duro lavoro.+ È il dono di Dio.+"
    (lo dice la Bibbia stessa: rallegrati della tua vita, tanto l'opera di Dio non la troverai MAI)

    Quindi non sostengo personalmente nè l'ateismo nè qualsiasi religione partorita dalla mente umana (tutte le religioni, e la Bibbia stessa è partorita dalla mente umana...)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Wow! Grazie Jhon, mi hai tolto le parole di bocca ( o dalla tastiera :-)

      Elimina
    2. Aggiungo: e utilizza una raccolta di libri (Bibbia) scritta e scelta da altri uomini e organizzazioni, interpretata in migliaia di modi diversi, tradotta in altrettanti modi discutibili e di parte, che NON mette d’accordo nessuno su quale sia veramente la volontà di “questo Creatore”. Tutta questa onnipotenza decantata si traduce in un caos che subiscono le Sue creature per le quali prova particolare “diletto”….mah

      Elimina
    3. La bibbia contiene parti di storia (vera) documentata, consigli, e sagge parole, ma d'altra parte contiene inesattezze, ignoranza, orrori, brutalità da fare impallidire i peggiori dittatori.
      In quanto al creatore se cosi lo vogliamo chiamare, smettiamola di umanizzare e renderlo simile a chi lo ha creato, l'uomo, a sua immagine e somiglianza, solo con l'aggiunta di super poteri!
      Mi ripeto se non capite il meno complicato, perche crearne uno molto piu complicato per spiegare il meno, un controsenso, questo la dice lunga sul modo di ragionare di un credente! illogico, irrazionale, e fazioso!

      Elimina
    4. Tutte le religioni impongono dei limiti, ognuno si sceglie il limite che preferisce.

      Elimina
    5. Grazie John
      Per l'articolo postato
      Ha fatto nascere belle riflessioni!

      Trovo interessante vedere tante diverse convinzioni,che per me però,non fanno altro che confermare che all'uomo non è concesso di sapere e lo trovo triste.
      Forse dovremmo metterci l'anima in pace e vivere!?
      Vivere,come fa tutto ciò che ci circonda:l'universo,la natura e gli animali,ma come riuscirci?!
      Allora,perchè è naturale porsi domande? Le stesse per tutti!
      Pare una condanna!

      Elimina
    6. Cara Priscilla, intanto VIVERE mi sembra una cosa bellissima, vivere cercando di armonizzarsi con tutto quello che abbiamo intorno e di godere di ogni attimo.
      Poi, hai visto mai che magari cercando di entrare in sintonia con l'Universo, cominciamo a capire qualcosa di più, qualcosa che non possiamo spiegare, che si può capire solo sperimentandolo....
      Ti abbraccio mia cara!
      E

      Elimina
    7. Lelvira se pensiamo ai messaggi allegri di certa gente che pensa di vivere per una speranza..ma quale?questo è il punto e poi dicono agli altri se si sentono meglio accettando certe cose...parlano proprio loro che nonostante hanno le prove sbattute in faccia condannano gli altri per scusarsi loro..cmq si vivere e stupendo e poi le meraviglie dell universo sono innumerevoli che non basterebbero cento milioni di vite per scoprirle..non potremo mai dire questo è esistito oppure no nessuno può dirlo se ci siano verità fondate ma perlomeno fare uno sforzo per cercare di capire l esattezza di una tesi è meglio che avere i paraocchi e uccidere il pensiero di chi vuole onestamente documentarsi su certe cose.a presto!

      Elimina
    8. certo carissima Creuza!
      sembra che voler capire e vivere con gioia sia un peccato...
      riflettevo giorni fa, che voler attribuire a un Dio prescrizioni stupide e punizioni spietate, è una bella bestemmia!

      Elimina
    9. Infatti si è cosi..si contraddice che un Dio d amore da come lo descrivono possa diventare un tiranno dittatore che punisce senza pietà chi non si piega al suo volere.Come può essere?

      Elimina
  8. Parlando di "estinzioni di massa" non si può eludere il discorso scientifico, quindi vogliate scusare il fuori tema (ma non troppo, perché ha una certa attinenza...) ma questa voglio raccontarla: personalmente ho scoperto solo da pochi giorni che la luna si allontana dalla Terra circa quattro centimetri l'anno...! Avete letto bene, i dati scientifici lo confermano da tempo! Milioni di anni fa la luna era decine di volte più vicina rispetto alla posizione attuale, e questo ha sicuramente influito sulla vita sulla Terra. Quando ho riferito a mia madre che la luna si allontana ogni anno, non voleva crederci! "Non è possibile", ha detto... "Non è possibile" in base a cosa...? In base al fatto che questo smonta le loro convinzioni sul "perfetto" ordine dell'universo...? "Non è possibile"... Mentre le vaccate del corpo direttivo quelle si, sono sempre possibili...! Un'ultima cosa: i dinosauri erano tanto giganteschi perché la composizione dell'atmosfera terrestre era diversa da quella attuale. C'è una relazione molto stretta tra dimensioni e livelli di ossigeno. Questo apre a scenari che scatenerebbero le migliori arrampicate sugli specchi da parte del solito "tdg zelante".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gli scienziati studiano ed hanno comunque sempre dubbi, il credente che spara fantavaccate non ha invece mai dubbi, salvo poi affermare che se ha fatto un errore, questo errore rientrava nel "proposito di Dio"

      Elimina
    2. Gli scienziati affermano con una iperbole, che fatta fede che il tempo dell'intero universo sia di un mese, l'essere umano è presente negli ultimi minuti del mese. Chissà quante ere geologiche, trasformazioni, mutazioni genetiche nella terra sono accadute. Del creatore o dio solo illusioni.
      Se ci fosse un concorso su chi dice + fantavaccate, chi vince, lo scienziato oppure il credente?
      Il credente 10 a 0!

      Elimina
    3. Ax80 avevo letto questa notizia della Luna e me l'hai rammentata.
      In relazione ai dinosauri si potrebbe anche ipotizzare una qualche tipo di catastrofe in relazione alla vicinanza della Luna alla terra, proprio in virtù del fatto che la luna è ampiamente riconosciuto che influenza con la sua attrazione gravitazionale le maree fin anche alcuni moventi della superficie terrestre, chissà.
      Certo è che come diceva
      @The hidden truths, molti dinosauri aquatici e marini stranamente si sono estinti mentre alcuni specie oggi esistono ancora essendo addirittura definiti fossili viventi.
      John ha fatto una analisi lucida e precisa che in parte rispecchia anche il mio modo di vedere le cose, e anch'io trovo spesso difficile fidarmi o dare per buona ogni cosa che leggo.
      A Mattia suggerirei di leggere con attenzione TUTTI i post riportati nel blog, sempre se non ha paura che la sua fede possa essere sgretolata così facilmente. (Ed io mi chiederei se davvero possa essere definita tale una fede o una spiritualità che possa venir meno leggendo un semplice blog)
      La domanda vera che mi pongo io è se l'essere umano, essendo così diverso dalle altre specie animali, avendo capacità che lo hanno portato a primeggiare sull'intero pianeta, spesse volte a scapito di altre creature viventi, ha in qualche modo una responsabilità maggiore, e che invece di primeggiare ed usare le risorse della terra a proprio uso e consumo, non ne dovrebbe essere invece il custode, oserei dire un protettore di tutto il sistema ecologico e del mondo animale.
      Ci vedrei un progetto intrinseco, quasi dettato da questa energia vitale che così prorompentemente riempie ogni atomo, ogni molecola,
      ma che ha avuto nel tempo delle falle e che va corretto e riformattato, per fare in modo che l'uomo ritorni ad essere un tutt'uno con la natura, che non vuol dire necessariamente tornare all'età della pietra,ma piuttosto usare l'energia in maniera pulita, arricchire il patrimonio che la terra ci dona e non defraudare le sue risorse.

      E non credo che uccisioni di masse da parte di giudizi divini alternate a periodi possano cambiare le cose.
      L'uomo dovrebbe cambiare dall'interno per poter avere un reale beneficio. Dovrebbero cambiare tutti i sistemi corrotti basati sull'egoismo ed il consumismo smodato.
      Davvero ci vorrebbe una presa di coscienza generale e una consapevolezza collettiva..
      Spesso però, si parte da un idea, un pensiero per arrivare a cose inimmaginabili..



      Elimina
  9. È verissimo John, molti credenti sparano fantavaccate tremende, come le chiami tu, e non hanno mai dubbi. Ma quante fantavaccate sparano quelli che pensano di avere le basi scientifiche per credere alla teoria dell‘ evoluzione? Prendiamo per esempio il commento di AX80: La terra si allontana di 4 cm. l’anno dal sole. (Non è vero, attualmente sono 3,8 cm.) Comunque lascia intendere che siccome è cosi oggi, deve essere cosi da sempre (Non è vero, questo non può saperlo nessuno) e quindi milioni di anni fa la luna era decine di volte più vicina alla terra, dice lui. ( Non è vero: ammesso che si fosse allontanata costantemente a questa velocità per tutto il tempo, in un miliardo di anni, attenzione non milioni come dice AX80, ma un miliardo di anni si sarebbe allontanata di 40.000 Km, quindi solo un decimo più vicina rispetto alla distanza attuale e non almeno venti volte più vicina come dice lui.

    Certo capisco che AX80 non è uno scienziato e che quindi può sbagliare, gli è concesso.
    Ma anche tutti quelli che commentano a favore della creazione non sono degli esegeti biblici, solo che nel loro caso ve ne uscite con diecine di scritture chiedendogli di spiegarle, commentarle e giustificarle e se per caso non riesce, beh, allora è solo un semplice credulone che ha abbracciato una causa senza conoscerla a fondo.

    Si arriva troppo precipitosamente alla conclusione che, siccome non mi spiego alcune cose che dice la bibbia allora, Dio non esiste. Ma se questo è il giusto criterio da adottare, allora si può credere ancora meno alla teoria dell’evoluzione.
    Chi, fra i commentatori di questo Blog, è in grado di comprende e di spiegare sotto ogni aspetto la teoria del Big Bang o quella dell’evoluzione? Nessuno, suppongo, eppure in molti credono lo stesso a queste teorie.

    La nuda realtà è che (consentitemi di esprimermi con una frase fatta) per credere alla teoria del Big Bang e/o a quella dell’evoluzione ci vuole tanta fede quanta ne serve per credere in Dio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Si arriva troppo precipitosamente alla conclusione che, siccome non mi spiego alcune cose che dice la bibbia allora, Dio non esiste." Gedeone, non so come tu sia arrivato a questa conclusione, che almeno personalmente, non mi appartiene, tantomeno rispecchia ciò che penso. Il tuo commento presenta alcune inesattezze che non ho mai sostenuto. Quanto alla distanza terra luna, e non terra sole, che differenza fa 3,8 o quattro..? Quanto al resto, permettimi di dirlo, si vede che non hai mai letto un buon libro sull'evoluzione, ma sei fermo alla rappresentazione distorta che ne fa la watchtower e le religioni in generale.

      Elimina
    2. Gedeone, spero tu stia scherzando, altro che fede, l'evoluzione è materia di studi universitari, fa parte dei corsi di Scienze Naturali o Scienze Geologiche.
      Non esiste un corso sulla creazione, chiediti il perchè. Ti dò un indizio: continue scoperte e scavi ampliano la veduta e portano nuova conoscenza sull'evoluzione, e MAI sulla creazione. Il giorno che verranno trovate prove a sostegno della creazione sono pronto a riconsiderare il tutto.

      Elimina
    3. Bisogna avere equilibrio quando si commentano argomenti su cui PERSONALMENTE non sappiamo nulla.

      La maggior parte di noi NON è scienziato, NON è archeologo, NON è storico, NON è esperto di lingue antiche e morte.

      Pertanto dobbiamo fidarci di altre persone, di altri studiosi.

      Io intanto, mi fido di ciò che vedo. Le religioni in generale, hanno un minimo di approvazione pubblica quando promuovono volontariato e generosità verso chi ne ha bisogno (malati, bambini e/o poveri).

      Per tutto il resto oggi, nessuna religione, neppure i TdG, rende felice o speranzose le persone. Tutte le religioni ti relegano in una gabbia mentale da cui è difficile uscirne.

      Una volta mi insegnavano che i "senza Dio" sono persone malvagie e cattive senza regole morali. Oggi so che non serve una religione per avere regole morali, anche perchè molte persone religiose vivono una vita immorale (tralasciamo il discorso su cosa è immorale o meno)

      Non credere alla Bibbia non significa automaticamente non credere in Dio

      Elimina
    4. "Ma quante fantavaccate sparano quelli che pensano di avere le basi scientifiche per credere alla teoria dell‘ evoluzione? "

      Scusate, ma perchè non vi informate sull'argomento piuttosto che uscire con certe sparate?

      "La nuda realtà è che (consentitemi di esprimermi con una frase fatta) per credere alla teoria del Big Bang e/o a quella dell’evoluzione ci vuole tanta fede quanta ne serve per credere in Dio."

      Mi dispiace tanto però la nuda realtà non è questa. Questo è quello che siamo stati indottrinati a credere dalla Watchtower, che fa esempi privi di logica, usa citazioni parziali se non del tutto inventate di alcuni studiosi per affermare le proprie dottrine. Fermo restando, ripeto, che non trovo nulla di male nel credere in un Creatore ed essere religiosi... che ognuno si occupi del suo campo senza invadere l'altro, religione e scienza.

      "Si arriva troppo precipitosamente alla conclusione che, siccome non mi spiego alcune cose che dice la bibbia allora, Dio non esiste."

      Non è assolutamente così. Innanzitutto se io non credo più alla Bibbia come libro divino nulla mi vieta di continuare a credere in Dio. Non c'è alcun nesso, dato che esistono miliardi di persone credenti che non hanno come testo sacro la Bibbia, ad esempio. Semmai il problema è che è chiaro e dimostrato che certi avvenimenti narrati nella Bibbia non sono mai accaduti e sono da prendere, al massimo, come avvenimenti allegorici e quindi diventa assurdo inventarsi strane spiegazioni, teorie o andar contro le scoperte archeologiche e/o scientifiche per forzare una lettura letterale della Bibbia.

      "Chi, fra i commentatori di questo Blog, è in grado di comprende e di spiegare sotto ogni aspetto la teoria del Big Bang o quella dell’evoluzione? Nessuno, suppongo, eppure in molti credono lo stesso a queste teorie. "

      Premesso che dovresti vedere cosa si intende per "teoria" nel contesto scientifico, perchè così lasci intendere che non sai che in quell'ambito "teoria" non ha lo stesso significato del parlato comune. Rispondo con un altro esempio: quanti di noi sono in grado di comprendere e di spiegare sotto ogni aspetto il funzionamento del corpo umano? Eppure nessuno di noi si sognerebbe di operarsi da solo. Anche se, in maniera amatoriale, posso studiare per conto mio alcuni principi della chirurgia, so che quella persona è preparata nel suo campo, ha studiato anni, se non decenni, per fare il suo lavoro e mi affido a lui. Non ho alcun dubbio che non stia sparando con competenza quando mi dice come avverrà l'intervento e non dubito di lui quando impugnerà un bisturi. Certo, anche lui può sbagliare. Ma un errore non inficierà di certo tutto il suo lavoro o la sua preparazione! Perchè invece quando arriviamo ai discorsi sull'evoluzione il primo che passa, senza neanche non dico aver una preparazione scientifica, ma non essendosi neanche mai preso il tempo di analizzare seriamente l'argomento, si sente in diritto di demolire e denigrare l'intera comunità scientifica, perchè di questo si tratta, trattandoli alla stregua di ciarlatani? Te lo dico io, perchè c'è di mezzo la religione. Se non ci fosse, se le religioni, sopratutto la Watchtower, una delle poche rimaste a prendere alla lettera il racconto biblico della creazione, non avessero problemi a tal riguardo non ci porremmo il problema.

      Non voglio neanche entrare dettagliatamente nel merito della questione, se no esce una discussione che non finisce più. Solo esortare ad informarsi, a studiare, a meditare, a prendere in considerazione altri punti di vista, a valutare le prove. Solo così possiamo veramente acquisire autonomia di pensiero. Anche continuare ad essere credenti, perchè no, ma senza la cappa di oscurantismo di certe sette religiose.

      My two cents.

      Elimina
    5. Molto probabile che cio' che Gedeone che sa sull'evoluzione sia proprio il materiale fornito dalla watchtower e le religioni in generale. Lo capisco ci vuole tempo e impegno e capacità per andare a fondo, ma se lo si facesse in modo neutrale e con diligenza, capirebbe che l'evoluzione non solo fa parte del passato ma e' attualmente in corso!
      Che poi ci siano dei punti bui o delle difficoltà questo e' un altro discorso.
      Il problema e che la scienza riesce a smontare punto per punto la bibbia, diversamente la bibbia o chi per essa non riesce a smontare la scienza neanche nella branca dell'evoluzione, provare per credere, ma lo si deve fare in modo serio, concreto e con dati alla mano, e senza svincolarsi!

      Elimina
    6. Nessuno deve smontare nessuno, secondo me. Il problema nasce quando una tra religione e scienza, anche se credo sia più spesso la religione a farlo, sconfina nel campo e nelle competenze dell'altro.
      La scienza spiega COME, la religione cerca di dare un PERCHE'.
      Nessuna delle due, sopratutto la religione, ha i mezzi per fare il lavoro dell'altro.

      Elimina
  10. una massa enorme di acqua dolce in 40 giorni, produce innanzi tutto uno squilibrio x gli esseri viventi che li popolano, con un mare salato poi che cambia temperatura inevitabilmente, produce in tutte due gli aspetti, morte indiscriminata nei pesci.

    RispondiElimina
  11. AX80 Mi scuso per aver erroneamente scritto, una sola volta, distanza terra-sole, è stato un lapsus calami, in realtà tutto il mio commento, come hai ben capito, si riferisce alla distanza terra-Luna.
    Ciò detto, quello che ho voluto evidenziare del tuo commento è il fatto che 1)dai per scontato che siccome la luna si sta allontanando dalla terra da 50 anni a questa parte, lo stia facendo da sempre.
    Non puoi dirlo, non si sa!!!
    2) Hai affermato che milioni di anni fa la luna era almeno 20 volte più vicina alla terra rispetto alla distanza attuale. Non è vero! Ammesso che si sia allontanata costantemente alla velocità attuale, un miliardo di anni fa si trovava solo di un decimo più vicina rispetto alla distanza attuale.
    Comunque visto che ti conviene spostare l’attenzione sulla differenza tra i 3,8 e i 4 cm. ti dirò che, sul periodo di tempo preso in considerazione, c’è una differenza di 2000 Km. (Mo stai a vedere che costruisci il tuo castello sui 4 cm. ma snobbi i 2000 Km!)
    Riguardo ai libri sull’evoluzione che, a parer tuo, io non avrei letto, potresti dirci qual è quel buon libro che tu invece hai letto e che ti ha permesso di credere senza ombra di dubbio alla teoria dell’evoluzione? Sono impaziente di scoprirlo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gedeone, ascolta. Materiale per informarsi con internet a disposizione, nel 2017, ce n'è a tonnellate, anche la sola Wikipedia può dare un'infarinatura generale di tanti argomenti e a piè di pagina sono riportate tante fonti da consultare.
      E' inutile stare qui a discutere di certi argomenti, anche perchè si finirebbe per litigare, ognuno arroccato sulla sua posizione.
      Ti faccio solo notare, comunque, che sugli argomenti scientifici non si "crede". Come non si "crede" alla teoria gravitazionale, così vale per tutte gli argomenti scientifici.
      Ripeto, però, non è il caso di continuare il dibattito in questo modo perchè si finisce in uno scontro, specie se da profani dobbiamo argomentare seriamente su cose di cui non abbiamo molta familiarità.
      Ma ognuno di noi può farsi benissimo un'idea studiando e facendo ricerche. Certo, più è complicato l'argomento, più difficile e più lungo saranno lo studio e la ricerca.

      Elimina
    2. Gedeone, ti accontento subito: il libro che ho letto si chiama "perché l'evoluzione è vera", di Jerry A. Coyne.

      Elimina
  12. Io ho inserito questo articolo non per far prevalere l'ateismo sul creazionismo, ma solo per evidenziare che un' ipotetico diluvio mondiale poche migliaia di anni fa non ha lasciato NESSUNA traccia planetaria.
    (ripeto, alluvioni locali molte, ma limitate al massimo a un migliaio di km)

    Ma una linea di pensiero che non concepisco è:

    "o la Bibbia è parola di Dio oppure siamo nati evolvendoci dal nulla"

    come già commentato da Victor, non è che a qualcuno sfugge che entrambe le affermazioni potrebbero essere false?

    contrariamente a ciò che si pensa, ciò che vediamo nell'universo ad occhio nudo potrebbe essere qualcosa di molto diverso da semplice materia inanimata. Ci è mai sfiorata questa idea?

    Ho scritto POTREBBE: nessuno di noi è infatti in grado di rivelare verità assolute in merito...ma un pensiero possiamo farcelo...

    RispondiElimina
  13. Secondo il mio modestissimo parere, l'errore basilare che spesso si fa, è quello di continuare a ragionare sulle cose in termini di "dualità" perché da secoli ci hanno abituati a pensare in questo modo.
    Continuiamo a sentirci separati e slegati dal tutto che ci circonda.
    Credo che, ragionando in termini scentifici dimostrabili e usando parole molto semplici, posso affermare senza ombra di dubbio che LA VITA VIENE DA ALTRA VITA.
    Questo è un concetto come dicevo scentificamente dimostrabile e che possiamo tutti osservare e di cui possiamo essere testimoni.
    Non vi è dimostrazione che dalla morte possa venire la vita, e per entrare nello specifico (per il piacere di coloro che sono ferrati un materia) non è possibile che nessuno tipo di elemento, batterio o forma di vita per quanto semplice sia possa svilupparsi dal nulla senza gli indispensabili processi che richiedono la formazione di cellule, batteri ecc.
    Ma ripeto, l'errore è il considerarsi estranei agli eventi.
    Faccio un piccolo esempio:
    Noi siamo simili ad un pesce che nel mare guardandosi intorno,chiede agli altri pesci di voler trovare l'oceano.
    Ovviamente gli altri pesciolini gli farebbero notare che già è nell'oceano.
    Ma lui, testardo, dice che quella in cui si trova è solo acqua.
    Ecco,
    Noi siamo già in Dio, o in quella energia vitale che ha dato inizio al tutto, perché vi siamo immersi, completamente, ed avvolge ogni essere vivente, ogni tipo di materia che si può considerare viva, perché tutto è in movimento, tutto vibra ed ha una sua densità, fin anche il tavolo che abbiamo in casa o le pietre che possiamo trovare in riva ad un fiume.
    Ogni cosa vive e nel micricosmo c'è attività di energie potentissime che permettono per l'appunto alla materia di essere quello che è, di rimanere per l'appunto, materia.
    Per cui noi siamo immersi già in quello che cerchiamo, o verso cui cerchiamo di spingerci da millenni, e cioè quella fonte inesauribile di energia vibrante, dalla quale tutti noi veniamo.
    Forse dobbiamo solo tornare a sintonizzarci sulla frequenza giusta ed agire in armonia con quello per cui esistiamo..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E come dire che facciamo parte di un macrorganismo ,tanti anni fa ne facevamo oggetto di discussione.

      Elimina
  14. Scusate per l'OT ma volevo segnalare la prossima uscita di questo libro scritto da un ex membro con prefazione di Biglino e pubblicato dalla stessa casa editrice che pubblica i lavori di Biglino stesso.
    https://unoeditori.com/prossime-uscite/1461-l-elohim-chiamato-geova.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Zeta! Sono molto interessato a questi argomenti, purtroppo non ho trovato la pre vendita del libro né su Amazon né su Google Libri, tienici aggiornati...! :-)

      Elimina
  15. “Ripeto, però, non è il caso di continuare il dibattito in questo modo perché si finisce in uno scontro, specie se da profani dobbiamo argomentare seriamente su cose di cui non abbiamo molta familiarità.”
    Scusa Victor, ma a me qualcosa non mi torna, scarichi vagonate di roba nei tuoi commenti e poi dici che non è il caso di continuare? Ti piace avere l’ultima parola??? Se è cosi dillo, te la lascio volentieri.

    Un punto però ci terrei a chiarirlo, se me lo consenti.
    Hai affermato “che sugli argomenti scientifici non si "crede". Come non si "crede" alla teoria gravitazionale, così vale per tutte gli argomenti scientifici.”
    Ah, si? Proviamo: Secondo la scienza la vita ha avuto origine dal cosi detto brodo prebiotico! Va bene?
    Ora chi sente questa teoria (ma anche chi la studia bene a fondo) può essere certo che ciò sia effettivamente avvenuto o invece il credo ha un ruolo fondamentale per arrivare ad accettarla come verità??? Ti pregerei di rispondere a questa domanda, mi interessa la tua opinione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L importante è non cadere nel errore di credere ad una cosa solamente perchè desideriamo che quella sia vera.....questo significa mentire a noi stessi e agli altri...questa mentalità non aiuta a nessun confronto.

      Elimina
    2. Io penso che tu non abbia chiara la distinzione tra ipotesi scientifiche, teorie scientifiche e fede in argomenti teologici.
      Comunque non intendevo che è inutile continuare il dibattito in generale. E' inutile continuare il dibattito su evoluzione VS creazione, perchè tanto non porta a nulla se non si ha ne la preparazione ne la voglia di approfondire l'argomento.
      Ci mancherebbe che voglio avere l'ultima parola.

      Elimina
  16. “Io penso che tu non abbia chiara la distinzione tra ipotesi scientifiche, teorie scientifiche e fede in argomenti teologici.”
    Sono sicuro che è inutile chiederti di chiarirmele, ma qualora mi sbagliassi dimmi: A quale di queste tre fasce appartiene l’evoluzionismo??? E in cosa si differenziano le prime due???

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gedeone, è un consiglio che ti rivolgo caldamente, prima di formulare altre domande formati una TUA idea, ma fallo su un libro serio, leggi "perché l'evoluzione è vera", di Coyne. Illustra in maniera molto chiara che le prove dell'evoluzione sono state trovate esattamente dove gli scienziati si aspettavano di trovarle, e con le stesse modalità. Le prove documentate sono davvero tante. Ma è impossibile rendersene conto finché si continua ad avere l'approccio superficiale e distorto che offre la wts. Sfata anche i "falsi miti" sull'evoluzione, compreso il senso di quei "buchi" (tipo gli anelli mancanti...) che per la WTS sono lacune incolmabili, ma che in realtà trovano una spiegazione ben definita. Ti prego, leggi questo libro. Ti farai un favore. Poi potrai tornare a pronunciarti sull'argomento. Ti lascio con una domanda, in apparenza bizzarra: "Perché i canguri vivono solo in Australia...?" Sembra banale, ma non lo è. Leggi come è avvenuta l'evoluzione sulle isole... Premetto che l'evoluzione non esclude necessariamente l'esistenza di un Creatore.

      Elimina
    2. http://www.codiceedizioni.it/libri/perche-l’evoluzione-e-vera/

      Elimina
    3. Comunque con questo argomento non si va necessariamente fuori tema. La selezione naturale ha operato anche "grazie" alle estinzioni di massa.

      "Se riconoscerete l'evoluzione non vi trasformerete in nichilisti senza speranza né priverete la vostra vita di uno scopo o di un significato. Capire l’evoluzione permette di conoscere meglio e di ammirare di più il mondo vivente, di essere più consapevoli del posto che noi esseri umani occupiamo nell’universo. (Jerry Coyne)"

      Elimina
    4. Vedi che è inutile... si finisce solo per battibeccare, non c'è la minima apertura mentale verso l'argomento. Inoltre, non chiederlo a me. Se vuoi, come ho fatto io, le informazioni sono li fuori. E, sopratutto, chi è preparato specificamente nel settore saprebbe spiegartelo meglio di me.

      Elimina
    5. Ax80, confermo che il libro di Coyne è un ottimo mezzo per avere un'idea di ciò che sostiene realmente la teoria evoluzionistica e di quali conferme abbia trovato. Tra l'altro è davvero scritto bene: scorrevole, per nulla "pesante" o prolisso, l'autore mantiene sempre toni assai pacati e non dogmatici.
      Leggilo, Gedeone. Almeno potrai dire di aver sentito anche l'altra campana, prima di esprimerti in un senso o nell'altro.

      Elimina
    6. Di certo non è mia intenzione battibeccare. Per quanto riguarda “l’apertura mentale verso l’argomento”, è vero non ce né! Solo chiediti: a chi manca? A chi risponde a tutte le tue domande ed è pronto a fartene altre, per approfondire l’argomento, o a chi si rifiuta categoricamente di rispondere alle domande, come fai tu? Uno di mente aperta non dovrebbe essere pronto al dialogo? Nel tuo caso, invece chi non è della tua stessa opinione allora deve studiare di più, si deve informare, deve fare ricerche. Qualche settimana fa, ho fatto un piccolo commento sull’argomento “sangue”, ebbene anziché rispondere mi hai invitato a leggere un articolo di 40 pagine DINA 4, altrimenti non avrebbe avuto senso parlare. È questa l’apertura mentale di cui parli? Scusami ma a me questo mi ricorda tanto il sistema della WT: Hai dubbi? Allora leggiti questa Torre di Guardia e se ne hai ancora leggi quest’altra e poi ancora questa, fin quando passeranno.
      ….Questo in relazione ai residui degli insegnamenti della WT.

      Elimina
    7. Fai come vuoi... se pensi che informarsi significhi scambiarsi battute su un blog chi sono io per farti cambiare idea?

      Elimina
  17. Sulla Terra sono attualmente presenti decine di milioni di gruppi omogenei per informazione biologica, le cosiddette “specie”. Alcune sono descritte ma la maggioranza è ancora sconosciuta all’osservazione scientifica. Del resto lo stesso termine “specie” è più convenzionale che altro.
    Ma la cosa da mettere in evidenza è che queste “specie” attualmente viventi rappresentano solamente, secondo un calcolo ottimistico, un millesimo della quantità di quelle vissute. Sembra dunque che questo "Creatore" universale abbia creato moltissimi oggetti biologici pur prevedendo la distruzione della loro maggioranza (vittime sacrificali? cui prodest?).
    Quando si vuole parlare seriamente di un argomento, bisogna cercare di farlo con cognizione di causa: imparare, ed imparare ad utilizzare, un metodo di osservazione oggettivo del fenomeno che si vuole analizzare. Non si può parlare di chimica se non si conosce, ad esempio, la nomenklatura della tavola periodica (prodotto del pensiero osservativo, tra l’altro, e non esistente in sé).
    Altrimenti si va nella ciarlataneria impressionistica della spazzatura internettiana che dà voce a gente che negli ambienti di dibattito scientifico pubblico non si fanno manco vedere per non dimostrare il proprio analfabetismo euristico. Su internet, invece, possono prosperare e fare proseliti poiché questi ultimi non vanno mica a dibattere pubblicamente nelle sedi ufficiali con professionisti del settore: rimangono nelle loro catacombe settarie sensazionalistiche, magari formando gruppi di fedeli adepti.
    Per tornare al fenomeno dell’estinzione, un ottimo testo propedeutico per l’approccio metodologico dell’argomento, scritto da un’autorevole voce in materia di biostoria (termine ben più illuminante e preciso di "evoluzione") è:

    David Raup, “L' estinzione. Cattivi geni o cattiva sorte?”, Einaudi.

    Lo consiglio caldamente. Potrete trovarlo anche nelle biblioteche del vostro Comune. Gratuitamente. Dopo un’infarinatura di quel tipo, oggettiva e gnoseologicamente de-ciarlatanizzante, uno può parlare dell'argomento "estinzione" evitando di manifestare strafalcioni ereditati da sedicenti "maestri" di vita (magari eterna....) contenenti tonnellate di ignoranza in merito a fatti biostorici e a metodo osservativo degli stessi.




    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per il consiglio di lettura, Ramiro! E grazie anche a te, Ignazio! Così incentiviamo la diffusione di una ricerca più ampia...!

      Elimina

E' OBBLIGATORIO FIRMARE I COMMENTI CON UN NICK

Cliccare sul menù "commenta come..." e scegliere l'opzione nome/URL.
INSERIRE UN NICK a piacere nel campo NOME, cioè uno pseudonimo col quale vi firmerete, poi cliccare su Continua. Non usate termini scurrili, insulti, calunnie, incitamenti all'odio razziale ed alla violenza, e NON menzionate la persone per nome o cognome reali. Sono vietati lo spamming, il copia-incolla ripetuto, i link a siti non approvati dalla redazione, i messaggi provocatori.
Altrimenti i post non saranno pubblicati o verranno cancellati.
La moderazione dei commenti è insindacabile ed a cura della redazione del blog. Se i vostri commenti non vengono pubblicati potete chiedere spiegazioni scrivendo alla redazione (vedi la pagina"come commentare" nel menu orizzontale in alto)

Grazie

L'indirizzo email del blog lo trovate in fondo alla pagina (non nella visualizzazione per cellulari)

ARCHIVIO

.