Usando questo sito, dichiarate di aver letto il Disclaimer e le norme sulla Privacy relativa ai contatori Shinystat e whos.among.us.

Per capire come "nasce" questo blog, leggere le pagine info sul blog nella colonna a sinistra.

Un archivio del blog, con tutti i post fino ad oggi pubblicati, elencati per mese, lo trovate in fondo alla colonna centrale.

NORME relative ai commenti alla pagina "COME COMMENTARE".

“Non c’è nulla di male se una persona cerca di confutare gli insegnamenti e le pratiche di un gruppo religioso che ritiene in errore”.
(Svegliatevi! 8 settembre 1997, pagina 6)

martedì 1 dicembre 2015

“Lascia che i morti seppelliscano i loro morti”



Una giovane donna mostra solidarietà tenendo in alto la bandiera francese a seguito degli attacchi terroristici che a Parigi hanno stroncato 130 vite.




"Lascia che i morti seppelliscano i loro morti..."
un fratello sentì pronunciare queste parole quando...

Bellissimo articolo tratto da un sito americano. 

Quando l'indottrinamento ricevuto ci limita nel fare del bene agli altri... e questo, a sua volta, crea cause d'inciampo




Alla luce di questa tragedia (gli ultimi attacchi terroristici in Francia), gli utenti di Facebook hanno ricevuto l'opzione di aggiornare la foto del loro profilo con una sovrimpressione avente i colori rosso, bianco e blu della bandiera francese.
E' ovvio che coloro che hanno aggiornato il loro profilo in questo modo lo abbiano fatto per dimostrare la loro sincera solidarietà al popolo francese ed alle vittime di un crimine raccapricciante commesso da terroristi islamici indottrinati e fondamentalisti. Pochi interpreterebbero un simile gesto come un giuramento di fedeltà al governo francese.
Evidentemente, alcuni Testimoni di Geova attivi, hanno osato mostrare anche loro i colori francesi provocando un certo turbamento tra i gruppi Facebook di Testimoni di Geova.

Quando un Testimone di Geova dubita se sia giusto o meno esporre i colori francesi sul proprio profilo, si sta chiedendo se un tale gesto violerebbe la neutralità e la propria fede.
E' triste che alcuni abbiano bisogno di consultare degli estranei per stabilire ciò che riguarda una decisione strettamente personale, ma non mi concentrerei tanto su costoro, quanto su un atteggiamento sconcertante che rivela la risposta data dai moderatori di questi gruppi di Testimoni e i commenti dei vari fratelli. Tale atteggiamento sconcertante è... l'indifferenza verso la sofferenza altrui.

I Testimoni di Geova usano la dottrina della neutralità cristiana allo scopo di spiegare il motivo per cui non partecipano al saluto della bandiera, non cantano l'inno nazionale, non votano alle elezioni e non svolgono il servizio militare. Credono che il Regno di Dio sarà l'unica soluzione a tutti i problemi dell'umanità e che di conseguenza, molte azioni di dovere civico rappresentino una mancanza di fede nel Regno di Dio.

In apparenza, questa dottrina potrebbe sembrare innocua, ma per la maggior parte dei Testimoni di Geova include il divieto di manifestare la propria opinione pubblica e le proprie inclinazioni politiche. Perciò, non sorprende che la risposta del moderatore del gruppo “Sale del Regno dei Testimoni di Geova in tutto il mondo” includa la seguente affermazione:
“Coloro che mettono i colori della bandiera francese sull'immagine dei loro profili non stanno dimostrando la stessa imparzialità che mostrò Gesù.”

Nemmeno una volta il Moderatore ha ammesso che potrebbe essere solo un segno di partecipazione al dolore del popolo francese o per le loro stesse vittime. Al contrario, discute sul fatto che tali gesti non sono stati fatti ugualmente per “simili o peggiori attacchi terroristici” e chiede : "Perché dovrebbe la Francia ricevere un trattamento di favore?”

Questa ultima affermazione è una chiara dimostrazione dell'atteggiamento indifferente del Moderatore : “Il terrorismo fa parte del sistema mondiale di oggi; è un sintomo del potere corrotto che gestisce il mondo oggi. I Cristiani genuini saranno perciò completamente neutrali in tali questioni, senza divenire nazionalisti nei loro pensieri.”

L'indiscussa ubbidienza ad un gruppo di uomini anziani a Brooklyn è già abbastanza grave, ma è ancora più pericolosa questa insensibile indifferenza alla sofferenza degli esseri umani che potrebbero non condividere le tue vedute religiose.

“Come può essere pericoloso un gruppo religioso che predica di salvare delle vite ?”
La maggior parte dei Testimoni di Geova sostengono che si interessano del loro prossimo, e questo può essere vero a livello personale. Tuttavia in realtà, la maggior parte dei loro rapporti con i non- testimoni al di fuori del contesto lavorativo, si concentra sull'opera di proselitismo.
La verità è che non ci sono opere di beneficenza di TDG, mense dei poveri TDG, raccolta di vestiti, o gruppi di supporto di TDG. Per quanto ne sappia, non ci sono organizzazioni di Testimoni di Geova nate con lo scopo di migliorare la vita degli altri al di fuori dell'opera di ministero.

E' difficile biasimare i singoli fratelli per la loro mancanza di opere di beneficenza. L'organizzazione è gestita da un gruppo di uomini visionari che vivono in una campana di vetro. Sono protetti dalle ansietà quotidiane e sono circondati da uomini condiscendenti che dicono loro sempre “SI” . Tutte le loro necessità primarie sono soddisfatte e si godono la devozione di milioni di fedeli che rimangono ancorati ad ogni decreto che proviene dalle torri d'avorio in Brooklyn. Il loro distacco si riflette nei loro insegnamenti.

Un'affermazione sconcertante...
L'11 Settembre 2001 mi sarei trovato nel centro di Manhattan in Broadway 150, a due isolati dal World Trade Center, se non mi fossi preso un giorno di ferie per sostenere il gruppo di servizio in occasione della visita del Sorvegliante di Circoscrizione.
Non sarei stato a rischio perché gli uffici sono abbastanza lontani da essere danneggiati, ma non abbastanza da non essere raggiunti dalla tempesta di fumo che seguì il collasso delle Torri Gemelle. Nel periodo successivo, la compagnia trasferì il personale in altri uffici perché la zona divenne inaccessibile per le settimane che seguirono.

Faccio questa premessa non perché voglio sfruttare la tragedia dell'11settembre per dire la mia, ma perché il mio trovarmi proprio li vicino, rese gli eventi di quel giorno una questione molto personale.
Proprio come milioni di persone in tutto il mondo, guardai gli eventi in televisione. Salii anche all'ultimo piano del palazzo in cui abito per vedere più chiaramente e vi trovai decine di vicini che erano già li con gli occhi in alto a guardare le scene orrende che stavano accadendo. Le Torri alla fine collassarono e l'inquietante silenzio di una città che è sempre rumorosa rimane il ricordo più vivido di quella giornata

Più avanti in serata, ricevetti un Nextel “chirp” (ricordate quei ricetrasmettitori Nextel walkie-talkie ?) dal Coordinatore della Sicurezza al lavoro. Stavano provando ad organizzare dei volontari per aiutare a scavare alla ricerca di persone dalle macerie. Mi sentii subito in dovere di partecipare in qualsiasi modo possibile,  così chiamai mio fratello e un altro Servitore di Ministero della congregazione, e partimmo per raggiungere Manhattan.
C'erano blocchi della polizia ad ogni ponte e tunnel, che facevano passare solo il personale d'emergenza ed i loro veicoli. Alla fine riuscimmo a farci strada attraverso Brooklyn Heights ai piedi della sede Watchtower. Chiamai un Betelita che serve nella mia congregazione: venne giù da uno degli edifici residenziali della Betel e ci raggiunse. Rimanemmo li noi quattro a guardare oltre il fiume. Lo spazio in cui prima si ergevano le Torri Gemelle era riempito dal fumo. Lo vedevamo e lo sentivamo così vicino che potevo quasi toccarlo.
Nel frattempo, mio fratello ed il nostro amico avevano rinunciato a provare ad entrare dentro Manhattan, ma io non volevo cedere. Chiesi ad un agente di Polizia come avrei potuto essere utile, e mi indicò un centro della Croce Rossa lì vicino che stava reclutando volontari.
Mio fratello ed il nostro amico erano d'accordo ad unirsi a me ma indietreggiarono all'idea di registrarsi come volontari presso la Croce Rossa perché nella loro mente questa è un' organizzazione religiosa. Così guardai il nostro amico betelita per vedere se avrebbe voluto raggiungerci, e lui pronunciò le parole che non dimenticherò mai: “Lascia che i morti seppelliscano i loro morti”.
Stava citando Luca  9:60 in cui Gesù rispondeva ad un uomo che voleva trascorrere del tempo a casa con suo padre anziano prima di assumersi l'impegno di seguire il Cristo.

In un primo momento pensai : “ Sicuramente, non sta usando questa scrittura per mostrare la futilità nell'offrirsi volontari per dare una mano nei soccorsi ?” Il nostro amico betelita aggiunse : “La cosa migliore che possiamo fare per queste persone ora è informarli del proposito di Geova.” 
Quelle parole mi atterrirono.

Io volli iscrivermi alla Croce Rossa e prestai servizio volontario già dal giorno dopo nel ripulire i veicoli di Emergenza che giungevano dall'altra parte del ponte ricoperti di polvere e ceneri dei detriti, ma le parole di indifferenza del nostro amico betelita ancora mi turbano.
Nel complesso, il nostro amico betelita è una persona per bene. Mi piace pensare che gli eventi di quel giorno semplicemente non erano così personali per lui come lo erano per me e che se dovesse trovarsi nella situazione di dover tendere la mano a chi ha bisogno di aiuto, in circostanze diverse, l'amore e la compassione lo spingerebbero ad agire.

La realtà è che guardò quegli eventi attraverso i filtri del suo indottrinamento. Certamente era presente ma non realmente “connesso” in nessun modo con le vittime di quella atrocità. 
Gli è stato insegnato sin da piccolo che è un'impresa totalmente futile quella di tentare di migliorare il mondo, che il SOLO rimedio a tutte le cose brutte di questo mondo verrà da Geova, e che noi dobbiamo impegnarci piuttosto nell'opera di ministero.
Probabilmente ha contribuito anche il fatto di vivere nella “Campana di vetro” Betelita, ambiente che favorisce l'indifferenza.
L'indifferenza è la ragione per cui un Testimone di Geova può arrivare a considerare qualcosa di irrilevante come esporre i colori francesi sul proprio profilo Facebook, come un atto di slealtà a Geova. Non perché siano assenti o che non osservino la tragedia, ma perché non sono connessi con le vittime.
L'indifferenza non permette loro di guardare ai non credenti se non come dei peccatori che non hanno ancora accettato la “verità” e non si sono convertiti. Non permette loro di mettere in dubbio l'autorità di coloro che creano la loro dottrina e fanno rispettare le regole.
Questo potrebbe sembrare elitarismo, orgoglio ed arroganza provenienti da una presuntuosa considerazione di sé. Invece questa indifferenza non proviene dal nostro ego imperfetto ma è un sintomo del loro indottrinamento. Ecco perché è pericoloso. Quando smettiamo di vedere una persona come un essere umano, un nostro simile, allora perdiamo il senso della realtà.

Un aforisma spesso attribuito ad Edmund Burke recita; “L'unica cosa necessaria perché il male trionfi è che i buoni non facciano nulla” Se pensiamo alle molte atrocità commesse nel passato, capiamo che la maggior parte di esse se non tutte, sono avvenute perchè una grande parte di persone erano indifferenti riguardo ad un altro, spesso più piccolo.
La maggior parte dei Tedeschi non odiava gli ebrei , ma la loro indifferenza permise all' antisemitismo nazista di espandersi. La maggior parte degli Americani non odiava gli Afro-Americani, ma la loro indifferenza permise a chi deteneva il potere di seminare le loro vedute razziste nel tessuto politico dei popoli per secoli.
Quali atrocità i leaders della Watchtower hanno permesso per aver promosso uno spirito di indifferenza all'interno delle loro file?

La maggior parte dei Testimoni amano le loro famiglie, ma l'indifferenza che il Corpo direttivo favorisce, li porta a vedere i loro cari come dei peccatori, destinati alla distruzione e meritevoli di venire isolati.
La maggior parte dei Testimoni sono persone gentili ed amichevoli, ma questa indifferenza li porta a considerare i non credenti come persone da tenere a distanza e con le quali avere minimi rapporti necessari o di puro aiuto spirituale.
La maggior parte dei Testimoni ama i loro figli e metterebbero a rischio la loro stessa vita per proteggerli , ma la loro indifferenza riguarda alla vita in questo “sistema di cose” li porta a resistere ai loro stessi innati istinti paterni o materni. Rifiutano le trasfusioni di sangue che potrebbero salvare la loro vita e quella dei loro figli per lealtà ad una organizzazione in cambio della promessa di un qualche futuro in “Paradiso” .
Potrei andare avanti all'infinito a parlare di quante cose a cui rinunciano i Testimoni a causa dell'indifferenza favorita dall'indottrinamento che ricevono, ma piuttosto io li incoraggerei ad agire...

Il rimedio all' indifferenza è...  l'azione !
Se sei un ex-TdG ancora turbato per i danni ricevuti , o se sei un TdG attivo ma mentalmente già fuori e non in grado di lasciare al momento – non sei senza potere. 

Forse non puoi cambiare la mentalità di coloro che ci sono intorno. E' anche molto inprobabile che qualcuno nelle gerarchie Watchtower sia spinto a cambiare solamente in seguito alle tue azioni.
Tuttavia, il tuo agire non deve avere necessariamente relazione col “mondo della Watchtower”. Non serve diventare un “completo apostata” per portare dei cambiamenti positivi nella vostra vita.. Tutto ciò che serve è connetterti col mondo, in maniera più aperta.

Fai del volontariato in un ricovero per senzatetto o presso una mensa per i poveri. Impegnati per far crescere la sensibilità riguardo una causa che per te è importante. Porta con te i tuoi figli.
Mostra loro come si possono aiutare altre persone in più modi che non porgendo loro un volantino oppure una rivista.
Se puoi, partecipa alle attività scolastiche, vendite di beneficenza, riunioni genitori/insegnanti, mercatini dell'usato del quartiere, cene di quartiere, ecc. 
Invita anche i tuoi amici TdG. Combatti l'indifferenza e ti troverai connesso con la comunità intorno a te, e non soltanto alle persone della locale Sala del Regno. Non solo riuscirai a vedere il mondo senza le lenti deformanti della Torre di Guardia, ma sarai più incline alla comprensione, empatia e compassione verso il genere umano in generale, ed ancora più importante.... verso te stesso.

Potresti non sentirtela di mettere i colori della bandiera francese sul tuo profilo Facebook, ma di sicuro capiresti coloro che lo fanno. E potresti comprendere che certi “cavalieri della fede” ipersensibili che vedono in una dimostrazione di solidarietà un tradimento contro una società editoriale, non sono altro che persone fredde ed indifferenti che ingannano se stesse.

Riprendiamoci la nostra vita e connettiamoci con l'umanità.
Torniamo ad essere umani con gli esseri umani.
A proposito.........“Vive la France”!


James Sequoia

tradotto dall'inglese a cura di una collaboratrice - tratto dal sito jwsurvey.org


* * * * * * *


Questo fratello ha capito sulla sua pelle come certi indottrinamenti martellanti ci privano della capacità di ragionare e di prendere decisioni autonome. Possa ciascuno di noi agire sempre secondo una PROPRIA COSCIENZA, affinchè non si facciano delle scelte biasimevoli, come il rifiutarsi di prestare soccorso in base a qualche cervellotica regola.


L'indottrinamento martellante che riceviamo nelle sale del regno, a volte ci impedisce di vedere oltre e di essere di aiuto agli altri. Un esempio, i fatti accaduti in conseguenza degli attacchi terroristici in Francia, e quelli dell'11 settembre 2001 a New York


* * * * * *


Riporto il commento di un'anziano di congregazione postato in altro articolo di questo blog:

La questione pedofilia è molto grave per le sue implicazioni, ma comunque è sintomatica della mentalità bigotta e ipocrita delle religioni in genere e dei TDG in particolare. Per il "buon nome" si sacrificano i più deboli, si ritengono un male minore. Il discepolo Giacomo scrisse in Giacomo 1:27 “La forma di adorazione che è pura e incontaminata dal punto di vista del nostro Dio e Padre è questa: aver cura degli orfani e delle vedove nella loro tribolazione, e mantenersi senza macchia dal mondo”.
Ebbene certe direttive hanno tradito le consegne bibliche, e questo è molto grave. Come disse Cristo si danno le decime dell'aneto e del comino ma si tralasciano le cose più importanti: l'amore cristiano, i poveri, la misericordia. Preferiamo come organizzazione dei TDG apparire che essere, preferiamo i numeri ai contenuti. Non sorprende quindi che di fronte a tragedie come le torri Gemelle, negli Usa, qualcuno si lasci scivolare il tutto utilizzando la frase "lascia che i morti seppelliscano i loro morti" come dire lascia che si arrangino, che me ne frega! Che è la totale negazione del messaggio cristiano di amore e fratellanza! 





* * * * *

Stai leggendo questa pagina da un cellulare?








54 commenti:

  1. Ogni piccola cosa, ogni scelta, ogni azione deve essere controllata. E tutti, anziani, fratelli, oltre al CD, si sostituiscono a Geova nel giudizio. Ma non sanno, non vedono, non capiscono, che i loro occhi sono stati impiastricciati...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grandissima verità.
      I tg sono ottime persone, quando si avvicinano a Dio. E lo rimangono nel loro cuore, solo che dirottano tutto l'amore che hanno dentro di sè verso un'organizzzione che mano a mano convoglia tutte le risorse del cuore in una sola direzione, e non quella che hanno scelto loro...
      Al punto che il semplice voler bene ad ogni creatura che respira diventa un atto di sospetta ribellione e mancanza di fede...
      il tg vive in un cortile dove i vicini scandiscono e controllano la vita, dove ogni azione rimbalza su decine di occhi curiosi e indagatori...e al di fuori del cortile c'è il pauroso mondo degli estranei che come comparse passano senza volto...diventano volti solo se entrano nel cortile...e se diventano anche loro ostili a tutto quello che vive al di fuori del cortile...per forza ci sono molti problemi emotivi e mentali, la dicotomia tra quello che si vorrebbe essere e quello che si è diventa una dissonanza cognitiva insopportabile, anche nei rapporti con quelli che abitano lo stesso pianeta.
      D'istinto vogliamo bene a quegli estranei che camminano fuori del cortile....

      Elimina
    2. l'avete visto "The Truman show" ?

      Elimina
    3. Bellissimo questo articolo, l'avevo già letto sul sito in lingua inglese. Effettivamente mi ha fatto riflettere. Avendo un figlio piccolo abbiamo deciso con mia moglie di impegnarci in qualche forma di volontariato e portare con noi il bimbo, come dice l'articolo, per fargli vedere che fare il bene al prossimo non consiste in "vendergli" giornaletti. Bisogna come si suol dire "sporcarsi le mani". Agire!

      Elimina
    4. In questo articolo mi ha colpito una frase: "i tdg non sono connessi con le vittime"
      In effetti i TdG non sono connessi con gli altri, con loro stessi e con Dio (o qualsiasi forza cosmica esistente)

      Elimina
  2. La wt dovrebbe spiegare perché mettere le bandiere sopra ogni sala del regno in Cile non sia idolatria! Ipocrita wt!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. puoi postare un link di almeno DUE sale del regno del Cile con la bandiera? Non mi piace avere sul blog notizie manipolate..

      Elimina
    2. Potrei anche postare la lettera della Betel che dice che esporla è solo una "questione di coscienza del corpo degli anziani", forse però violerei il copyright...

      Elimina
    3. Benvenuto bereano... se ti fa piacere inviala pure via mail al blog che valutiamo se inserirla nel post

      Elimina
    4. Assolutamente d'accordo con apostolo e bereano...del resto se voi postate certi Link scatenate gli animi...ovvio...cmq a me non turbano le bandiere di fb...ci vorrebbe coerenza tra il riprendere chi le ha messe e l'affiggerle fuori nelle sale...a sto punto scomunicassero gli anziani...ma io direi a chi si turba x un'immagine di fb...fatti una vita

      Elimina
    5. si raab, è questo il punto...vivi! Non stare a guardare come vivono gli altri, caro tg!
      Ma il fatto è che, quando ti hanno castrato fino al punto di non poterti muovere, che ti resta da fare, se non guardare che cosa stanno facendo altri?
      E siccome non sono contenti di essere stati castrati, ma non lo vogliono ammettere, e continuano a dire che castrati è bello, allora vogliono che anche altri provino la stessa ebbrezza...
      Cattiveria? Forse un po'...ma soprattutto bisogno di conferme...

      Elimina
    6. Lelvira, simpatica l idea di essere castrato e dire che è bello! Mi hai fatto sorridere! Purtroppo la wt sta perdendo anche coerenza. Prima si accusava la chiesa x le bandiere! È ora?

      Elimina
    7. "Chi si turba per un'immagine di fb"??? Esperienza che conosco personalmente quindi senza sentito dire... ad un anziano per silurarlo sono andati con le FOTO STAMPATE della figlia presa da FB! E vi assicuro che non erano foto osè, semplici pantaloncini indossati su una nave da crociera... di che stiamo parlando? E' il sistema che è marcio, inutile girarci intorno.

      Elimina
    8. Ho una copia della lettera in jpg. Come posso inviarvela?

      Elimina
    9. scrivi ed allegalo alla mail, l'indirizzo lo trovi in fondo alla pagina "come commentare", nel menu in alto nella colonna sinistra

      Elimina
  3. Commento moderato dalla redazione1 dicembre 2015 10:38

    La WTS ha una grande esperienza e capacità su come torcere a proprio comodo pensieri ed idee scritturali e relativi modelli comportamentali.
    La "neutralità cristiana" a seconda della circostanza non ne è stata esente.
    ………..

    - dal libro Crisi di coscienza di R. Franz, parlando del Malawi e Messico (pp. 176,177) dice:
    "Quando sollevai il problema, non si udì nessuna parola di disapprovazione o di indignazione morale da parte di quelli che si erano espressi in termini tanto vigorosi ed inflessibili contro il servizio sostitutivo...Sebbene la terza e la quarta ondata di violenza si fossero abbattute sui Testimoni del Malawi (nel 1972 e nel 1975), non udii nessuna espressione di costernazione per la disparità di criteri adottati in quel paese e quelli applicati in Messico..."

    Quando fa comodo le stesse cose che sono utilizzate come "oggetti di compromesso" diventano poi "oggetti di testimonianza".

    - http://www.jw-archive.org/post/123397014488/jw-org-flags-flying-at-the-2015-regional

    -http://www.jw-archive.org/post/131450645853/jworg-flag-at-the-special-convention-in-malta

    Un solo commento; CHE TRISTEZZA!

    Gianni

    ***********

    motivi della moderazione:
    certi siti, oltre a notizie vere, pubblicano notizie tendenziose, quanto rimosso dal commento non è stato considerato rilevante

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nessun problema. Grazie.
      Giann

      Elimina
    2. A proposito di indifferenza, quando cominciò la crisi nel 2007-2008, un CO ha commentato: "Bene, così altri ancora si interesseranno alla verità"!

      Elimina
  4. Ciao a tutti ho trovato il video della sala del regno in chile con la bandiera ma non sono capace a pubblicarlo.Cercate salon del reino de los testigos de Jehova en Chile con bandera su Google. C'è un video in cui si vede una sala del regno con la bandiera cilena sul tetto. Cari saluti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. https://www.youtube.com/watch?v=n840aBCKhh8

      Elimina
    2. http://atalayando.blogspot.it/2014/09/la-wtjworg-vuelve-izar-la-bandera.html

      Elimina
    3. ok ne abbiamo vista una... ma a dire che tutte hanno la bandiera... ne ho visionate altre 10, nessuna ha la bandiera. Ma poi... ci sono tanti fatti più gravi ed importanti, ci attacchiamo alle bandiere? Sono un fatto locale, di video e foto ce n'è solo una... torniamo ai problemi più importanti

      Elimina
  5. Veramente io ne ho visto tre e comunque la mia era una risposta ad apostolo Giovanni e Bergamo.non mi sembra una cosa trascurabile considerato che in Malawi migliaia di fratelli sono morti x lo stesso motivo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si, molti si sono fatti uccidere per questo... ma mi riferivo alle foto della bandiera sulla sala... uno o due non fanno testo. Sarebbe invece interessante avere tra le mani una circolare che spiega il perchè gli anziani locali sono autorizzati ad esporla

      Elimina
  6. Scusami John ma l'espressione si sono fatti uccidere mi turba un pò mi sembra una mancanza di amore nei loro confronti. Erano indottrinati dalla wt.non dimentichiamolo. Sarebbe successo anche a noi se fossimo stati in Malawi. Preferisco dire sono stati uccisi per questo. E che la wt si assumi le proprie responsabilità.

    Carissima Raab io non mi turbo x una foto su
    Facebook per me possono tapezzare tutte le sale del regno con bandiere.
    Io ho trovato la mia pace mentale e dormo sonni tranquilli.D'accordissimo con Victor che il sistema è marcio. Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusami, a volte la scelta delle parole non è delle più felici perché scelgo di commentare mentre sono preso anche da altre faccende…
      Avrei potuto scrivere che hanno scelto di rimanere leali a ciò in cui credevano, anche se il loro credo è stato ovviamente influenzato da altri

      Elimina
  7. Victor, concordo con te. Il sistema è marcio, ma molti tdg sostengono che sia ottimo!!! È ora di svegliarli!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ascolta, purtroppo non c'è niente che tu o io possiamo dire per "svegliare". Qualsiasi cosa tu dica verrà trovata sempre una giustificazione e anche di fronte all'evidenza la risposta "programmata" è "aspetta Geova che a suo tempo chiarirà". Il risveglio, se lo vogliamo chiamare così, è un processo tutto personale. Potrebbe anche non avvenire mai. Oltretutto se una persona si trova bene ed è serena non sarebbe giusto entrare a gamba tesa nella sua vita e stravolgergliela, anche perchè sappiamo bene che il "risveglio" comporterebbe la perdita di tutta la rete sociale e familiare. La cosa che puoi fare, se vuoi "aiutare" qualche parente o amico è mostrarti sereno e felice, perchè i TdG sono programmati a pensare che se sei fuori dall'organizzazione piangi tutto il giorno o stai commettendo chissà quali cose losche, non attaccare mai le loro convinzioni ne mostrarti in collera con la WT, sono programmati a pensare che chi non è con loro è automaticamente contro, e far capire che ci sarai sempre. Insomma, comportarti da essere umano... libero!

      Elimina
    2. Ciao Victor è rporio come dici tù proprio stamattina ho incontrato un vecchio amico tdg oltre tutto anche zio della moglie di mio nipote e lui per forza voleva darmi un volantino e ci siamo messi a parlare e ancora in italianon è trapelato niente degli scandali sulla pedofilia siamo rimasti che gli avrei stampato qualcosa di silentlamb e del caso australiano però io già gli ho detto che non sarebbero state attendibili perche la wts gia ha messo le mani avanti dicendo che chiunque calunnia la wts e apostata lui mi ha promesso che se vede dei delle storie approfondirà ma io non ci credo in quanto ha una certa età e non conosce nessuno delle persone coinvolte e non conosce nemmeno Geoffry Jakson figurati se approfondira nel pallone totale ciao

      Elimina
    3. Vero, e' molto difficile svegliare una mente indottrinata, se ha la mente chiusa e crede di avere la verita' ti scontri contro un muro!
      Non cercano piu la verita', ma solo quello che gli e' stato insegnato che e' la verità, le persone prive di dubbio, che non hanno dubbi sono destinati alla morte del loro cervello in quanto ad autonomia, non sono capaci di fare autocritica, di riconoscere gli errori propri, ma solo di coloro che non rispondono al loro pensiero, questi vengono visti come apostati persone malvage semplicemente perche usano la propria testa, ragionano ecc.
      Lo sperimentato troppe volte con i miei famigliari!!
      Fabrizio

      Elimina
    4. Sai Fabrizio è molto triste veder che passano i decenni e di solito devono mostrare che sono felici e contenti ma poi chi ha dei familari che ci sono con anima e corpo ancora nella wts e purtroppo non vivono per niente felici e poi non ne parliamo delle presunte benedizioni essendo tdg Ciao fabrizio e mi fermo qui sennò dovrei raccontare delle cose troppo personali per qui potrei essere riconosciuto non si sà mai ciao

      Elimina
    5. Questo articolo è semplicemente stupendo non ha fatto altro che confermare che per ben 30 anni Ho visto molti che hanno forzatamente soffocato la loro empatia verso chiunque fosse stato nel bisogno anche se non se sono stati completamente capaci ma capivo che l'indottrinamento era forte ....gli ultimi
      10 anni sono stati fondamentali per raggiungere la consapevolezza che non era possibile continuare su questa falsa riga.....l'indifferenza passata per forza
      motivante visto che tanto solo Geova può risolvere tutto e che quindi la
      giustifica, ma nel frattempo che fai? Guardi , senti e resti indifferente a tutto ed a tutti? Cristo sapeva anche Lui che il Regno avrebbe risolto tutto ma non è rimasto indifferente alle sofferenze delle persone con cui veniva in contatto, i miracoli ne sono un esempio e non erano solo una prova tecnica della Sua divinità .......quindi la raggiunta propria consapevolezza di tutto ciò ci porti a trasformare questa maledetta indifferenza in meravigliosa empatia verso chiunque indistintamente facendo opere meritorie che aiutino nel frattempo a far sbarcare il lunario di tutti i giorni nell'attesa di tempi migliori........

      Elimina
    6. si, il lato veramente brutto di questo indottrinamento è che, a furia di sforzarsi di essere insensibili verso il "mondo", si impara ad esserlo verso tutti, è come se la coscienza facesse un callo e non fosse più turbata dalle sofferenze altrui...però questo si ritorce in ultima analisi contro chi l'ha creato, creando un popolo ormai apparentemente gestibile, ma sotto sotto interessato solo a se stesso...ne vedremo delle belle! Purtroppo...

      Elimina
    7. Naomi ,lelvira, bellissimi i vostri commenti .È incredibile il fatto che parliamo continuamente d'amore ,ci riempiamo la bocca con questa parola, ma poi con i fatti dimostriamo tutto il contrario .Ultimamente mi sono sentita chiedere:' Cosa ti da il volontariato più del servizio ?' Cosa mi da ? Mi da il piacere di fare qualcosa di concreto ,nel mio piccolo mi sento utile ,non ho più la sensazione di vendere aria fritta .In realtà cosa cambia per Dio se mentre aspettiamo l'eventuale adempiersi dei suoi propositi, ci rendiamo anche utili per l'umanità ? Quando Cristo disse di amare il prossimo , intendeva tutti gli esseri umani .Con la scusa della predicazione diciamo frasi come quella detta dal bravo betelita citato nel post.Che tristezza !

      Elimina
    8. Purtroppo la wts indirettamente, ma neanche tanto indirettamente insegna l'odio verso tutto cio' che ostacola o mette in pericolo la sua autorità. Per quando riguarda la predicazione, cosa c'e' di migliore con il dare una stupenda testimonianza del cristianesimo con delle opere caritatevoli, e di aiuto pratico a chi ne ha bisogno? Guardate che la bibbia ormai la conoscono tutti, e per quando riguarda la sua interpretazione, ognuno a la sua visione!! Inutile di cercare di imporre a tutti i costi la propria visione, e chi non lo fa etichettarlo come apostata o cattivo, sono le opere che dimostrano chi sei, e non il seguire un organizazione religiosa!!
      Fabrizio

      Elimina
    9. Fabrizio riflettendoci condivido quello che hai scritto:............ma neanche tanto indirettamente insegna l'odio verso tutto cio' che ostacola o mette in pericolo la sua autorità.

      Elimina
  8. IL dono del libero albitrio è il più bel dono che Geova
    ha dato al genere umano.
    Aprezzo molto la libertà di pensiero che c'è in questoBlog ma quello che mi sembra che manchi è
    la lode a Geova.
    GEOVA ha dichiarato "molti lo scorreranno e la conoscenza diverrà abbondante ".
    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Roberto 62, la lode a Dio viene data: leggiti il post "non vi insegna la natura?" Smettila di essere polemico col blog, il tuo sfogo lo hai avuto...

      Elimina
  9. Quindi cosa importa cosa fanno gli altri?
    È importante che faccio IO quel che è giusto agli
    occhi di Geova.

    RispondiElimina
  10. Ebrei 13:15,16 riassume quello che Geova
    desidera che un suo servitore faccia.
    Da una parte "il frutto di labbra "consiste nel
    Parlare ad altri del suo proposito facendo leva sulle
    buone qualità della persona e non sui sensi di colpa.
    Perché Geova è contento se usiamo questo modo di fare.
    Secondo punto "non dimenticare di fare il bene ",
    esprime un'esortazione ad agire verso gli altri perché
    questo sistema ci spinge a chiudersi in noi stessi.
    Come una persona che che fa il lavoro con
    diligenza si fa un nome eccellente,
    anche colui che si spende per aiutare gli altri in
    senso materiale acquista libertà di parola per
    riguardo alla predicazione.

    Chiedo scusa se ho offeso qualcuno con le mie
    espressioni
    Condivido pienamente la lettera di Elvira.
    "Chi cammina con le persone sagge diverrà saggio,
    ma chi tratta con gli stupidi se la passerà male ",
    non indica che le persone del mondo sono da evitare.
    Indica piuttosto che dobbiamo evitare certi atteggiamenti e opere sbagliate
    Certo che quando conoscono che siamo
    Testimoni di Geova ci prendono le misure per
    vedere se siamo veramente persone che danno il
    buon esempio.
    Altimenti tutto è futile.
    Grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non hai offeso nessuno tranquillo, solo non afferri che tutti i principi biblici che citi vengono puntualmente disattesi dall'organizzazione WT. Perchè la WT fa leva sul senso di colpa, dimentica di fare il bene perchè per lei l'unico bene che possiamo fare è andare di casa in casa a distribuire letteratura, impone di evitare le "persone del mondo" anche se sono parenti stretti in quanto "cattive compagnie", peggio se fuoriusciti perchè bisogna darli per morti. Le persone del mondo sanno che NON diamo il buon esempio, basta vedere come parlano di noi il 99% di quelli che non sono testimoni. Poi ogni tanto qualcuno ci loda certo, in fondo la maggior parte dei tg sono brave persone (come la maggior parte dei NON tg checchè ne dica la WT) e nelle pubblicazioni riportiamo le lodi come a dire che siamo benvoluti da tutti. Ma non è la realtà. Mi dispiace essere così crudo ma preferisco dire pane al pane e vino al vino piuttosto che essere diplomatico e girare intorno al problema.

      Elimina
  11. Per esperienza personale ho visto che se mi
    comporto bene diverse persone
    ascoltano quello che dico riguardo a Geova.
    Credo che Geova ha un'organizzazione composta
    da milioni di persone.
    È utile essere positivi e aiutare altri.
    Ringrazio Geova.
    ringrazio tutti per il vostro impegno

    RispondiElimina
  12. Penso proprio che la benedizione più
    grande sia conoscere gente aperta con cui
    Dialogare.
    Purtroppo vedo nella mia congregazione
    Che le persone perdono la capacita'
    di ragionare.
    Certo sottolineano la risposta con gran
    precisione , ma quando devono fare un
    ragionamento la nebbia.. ..
    Difatti i Tdg che hanno studi profittevoli sono quelli che non tirano
    su fratelli zoppi, che mettono sul
    PIEDISTALLO i nominati.
    Il mio insegnante era così. ..
    Si è trasferito in un'altra congregazione
    perché è stato accusato ingiustamente.
    Ma lo ha fatto prima che gli togliessero
    la nomina di pioniere.
    Comunque vi ringrazio per avermi fatto
    comprendere certe cose .
    Pensavo che certe distorsioni riguardassero solo la mia congregazione.
    Mettero il mio impegno per incitare i
    fratelli a ragionare sui perché delle cose.
    Li sto prendendo ad uno ad uno quando esco in servizio
    Per parlare della pedofilia sono partito
    col far riflettere che la "verità" non
    è così vera ma cambia. ..
    quindi l'intendimento puo' essere sbagliato e ik CD puo sbagliare.
    Poi gli ho parlato della pedofilia.
    Inoltre sto mettendo in risalto che il
    canale che Dio usa é la Bibbia, non il CD
    Certo per il momento non esco,
    CERCHERÒ di mettergli la SUPPOSTA
    senza che se ne ACCORGONO. .
    SALUTO

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Roberto62,
      fa attenzione perché c'è sempre il benpensante pronto a denunciarti. Al limite fa qualche domanda e lascia siano loro a darsi la risposta... così potrai sempre dire che non sei tu a trarre certe conclusioni. Come disse Gesù "innocenti come colombe, cauti come serpenti". Io personalmente parlo solo con uno o due fratelli fidati, lancio il ragionamento, ma poi mi fermo. Un saluto

      Elimina
  13. a settembre riprenderemo questo argomento visto da un'altra prospettiva...

    RispondiElimina
  14. Un pensiero alle vittime e alle famiglie coinvolte in quel massacro di 15 anni fa (oltre 3000 morti), e tanto sdegno per il cinismo di certi nostri "fratelli" verso le vittime dell'11 settembre

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi unisco al tuo pensiero caro John,
      Per non dimenticare quelle vittime innocenti e con una speranza nel cuore di pace e armonia fra gli uomini...

      Elimina
    2. io voglio ricordare sia l 11 settembre con tutte le vittime innocenti ....e tutti quei morti in irak ( altre tanti innocenti )come conseguenza del 11 settembre.

      Elimina
  15. Anch'io mi unisco al ricordo di quel giorno....per me fu traumatico vedere solo le immagini....non voglio neanche pensare alla paura al dolore e alla disperazione di chi ha vissuto quell'apocalisse. Nonostante tutto ammiro il coraggio e la volontà di chi ha ricominciato...un augurio sincero a chi come queste persone ha radrizzato la testa e continua ad andare avanti.

    RispondiElimina
  16. http://www.dailymotion.com/video/x10sd0_loose-change-2nd-edition-ita_news

    RispondiElimina
  17. C'è un ebisodio legato al crollo delle torri gemelle .
    Stavo studiando con un fratello dal mese di aprile, quando durante un'occasione dopo la caduta delle torri gemelle,mi fese notare che lo svegliatevi del 22 agosto 2001 aveva fatto un articolo sullo "stress postraumatico" dovuto ad avvenimenti catastrofici.
    Aveva detto"Hai visto che Geova ha guidato l'organizzazione dando cibo a suo tempo?".
    Effettivamente mi pareva che le cose stessero così.
    Questo è uno stralcio dell'articolo;
    "Per prima cosa, chiedete aiuto. Se vi sentite emotivamente paralizzati, ricordate che è accaduto anche ad altri. Quelli che hanno superato questo problema di solito sono felici di aiutare altri. Come l’apostolo Paolo, spesso pensano che il conforto che hanno ricevuto da Dio durante la loro prova debba essere dato a “quelli che sono in qualunque sorta di tribolazione”. Non esitate ad avvicinare un testimone di Geova — uno con cui vi sentite a vostro agio — e a chiedere che vi aiuti a ottenere il sostegno di Geova, “l’Iddio di ogni conforto”.
    Alla fine c'è sempre la necessità di entrare nell'organizzazione.
    Comunque penso che in certi ambienti si era a conoscenza di quello che doveva succedere. C'è una famosa intervista di Aaron Russo.
    Forse sarebbe stata la prima previsione azzecchata,ma non mi pare che sia stato così.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se fosse vero ..non mi meraviglierei se nella WT ci fosse un potere umano che sta molto più in alto.

      Elimina

E' OBBLIGATORIO INSERIRE NEL CAMPO Nome/URL UN NICK con cui firmarsi. Non usate termini scurrili, insulti, calunnie, incitamenti all'odio razziale ed alla violenza, e NON menzionate la persone per nome o cognome reali. Sono vietati lo spamming, il copia-incolla ripetuto, i link a siti non approvati dalla redazione, i messaggi provocatori.
Altrimenti i post non saranno pubblicati o verranno cancellati.
La moderazione dei commenti è insindacabile ed a cura della redazione del blog. Se i vostri commenti non vengono pubblicati potete chiedere spiegazioni scrivendo alla redazione (vedi "come commentare" in alto nella colonna a sinistra)

Grazie

L'indirizzo email del blog lo trovate in fondo alla pagina (non nella visualizzazione per cellulari)