Usando questo sito, dichiarate di aver letto il Disclaimer e le norme sulla Privacy relativa ai contatori Shinystat e whos.among.us.

Un archivio del blog, con tutti i post fino ad oggi pubblicati, elencati per mese, lo trovate in fondo alla colonna centrale.

NORME relative ai commenti alla pagina "COME COMMENTARE".

“Non c’è nulla di male se una persona cerca di confutare gli insegnamenti e le pratiche di un gruppo religioso che ritiene in errore”.
(Svegliatevi! 8 settembre 1997, pagina 6)

domenica 6 dicembre 2015

Accertiamoci di ogni cosa !



“Chiunque è inesperto ripone fede in ogni parola”


“Stolto è l’uomo che non legge mai il giornale; ancor più stolto è l’uomo che crede a quello che legge solo perché è scritto nel giornale” August von Schlözer, storico e pubblicista tedesco (1735-1809)


Sulla torre di guardia del mese di ottobre 2015 (la stessa che ci esorta a non considerare vere le notizie diffamatorie che leggiamo sui giornali, relative all'organizzazione) il medesimo articolo, inizia con le parole di Von Schlozer, sopra riportate....




In effetti, nonostante i ragionamenti contorti di metà articolo (il succo del ragionamento sarebbe quello prendere le notizie con le molle, ma considerare a priori  false tutte quelle negative relative all'organizzazione) la citazione dello storico tedesco non fa una grinza.

Come dice l'articolo, appropriatamente la Bibbia avverte: “Chiunque è inesperto ripone fede in ogni parola, ma l’accorto considera i suoi passi” (Prov. 14:15).

Quando ci siamo battezzati, era perchè, al di la della dedicazione a Geova Dio, tenevamo alla VERITA'.

Abbiamo proclamato in lungo e in largo le VERITA' del Regno. Siamo sempre stati esortati a "cercare la verità" e rigettare le menzogne. Le menzogne, ci è stato insegnato, hanno un solo padre, il diavolo.

Al di là che crediate alla Bibbia, o a quello che dice l'organizzazione, molti di voi che leggono siti o blog come questo, vorrebbero sapere qual'è la VERITA' in merito agli argomenti trattati.


Si può essere d'accordo o meno con certe idee, ma la realtà di qualcosa che è accaduto realmente non è possibile, nè saggio, negarla.


Quindi, esortiamo tutti i lettori, anche nei loro commenti, di attenersi a fatti realmente accaduti. Le "dicerie", se non confermate, vanno poi rettificate. Anche in questo blog è capitato di ritrattare o cancellare qualche notizia data, poi rivelatasi infondata, anche solo parzialmente.

Se voi lettori, vi accorgeste di qualche inesattezza presente sul blog, siete pregati di farcelo notare. Se la rettifica da fare verrà riscontrata valida, modificheremo quanto scritto.

La verità non va di pari passo con la presunzione. Un conto è riportare fatti realmente accaduti e dare un'opinione PERSONALE, come facciamo in questo blog.

Un conto, invece, è sparare a zero con lo scopo di togliere adepti ad un gruppo o ad un'organizzazione, per portarli da un'altra parte.

Su internet è facile trovare siti dove si parla di DOTTRINE  bibliche, con ragionamenti che intendono far capire al lettore che esistono altri gruppi religiosi più vicini alla verità dei Testimoni di Geova ! O altri siti tendenziosi che esortano i Testimoni di Geova a rientrare nelle organizzazioni religiose dalle quali un tempo sono usciti.

Su questo blog trovate. è vero, anche OPINIONI PERSONALI, diverse per ciascun partecipante, che probabilmente differiscono dalle vostre. Ma non vogliamo cambiare la vostra opinione. Desideriamo solo che certi fatti realmente accaduti, o certi documenti REALMENTE ESISTENTI siano portati alla luce.

Abbiamo tutti diritto ad avere una nostra idea personale, ma allo stesso tempo ABBIAMO TUTTI DIRITTO AD UNA CORRETTA INFORMAZIONE.

NON PRENDETE TUTTO QUANTO E' SCRITTO IN QUESTO BLOG COME VERITA' ASSOLUTA. Accertatevi, fate ricerche, meditate... facendo questo cercate di non giungere sempre alle solite conclusioni, siate disposti a cambiare idea se i fatti esposti o i sentimenti che provate non sono coerenti con le vostre convinzioni.


Qualcuno si è chiesto: ma se tutto quello che fino ad oggi consideravo verità, non è più tale, o almeno in parte non lo è più... dov'è la verità? Cos'è la verita?

Anche Pilato fece a Gesù questa domanda... ricordate cosa rispose Gesù ? Giovanni 18:38










* * * * *

Stai leggendo questa pagina da un cellulare?








11 commenti:

  1. Un'esortazione sempre valida di questi tempi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando non si può ribattere sull'oggetto della questione. Non rimane che minare la fonte screditandola. La politica è maestra in queste pratiche. La WT minimizza spostando l'attenzione sui lati negativi di chi tenta di esporre i fatti.
      Per poter definire verità un concetto, si impara a sentire varie campane, e poi oggettivamente ci se ne fa una idea.
      La WT non può inculcare l'atteggiamento da paraocchi ai proclamatori. Illudendoli che è meglio sapere poco, perchè si vive meglio. In un epoca digitale, dove l'informazione viaggia in un click, equivale a castrare culturalmente i proclamatori.

      Elimina
    2. Carissimi, non ci possiamo sbagliare quando si tratta di accertarci. Basta considerare un punto di partenza, e il nostro è la Bibbia o le Sacre Scritture. Poi esiste la possibilità di confutare l'insegnamento impartito con ciò che dice il libro di testo. Sono entrambe le cose in armonia? Allora no problem. Non sono in armonia? Allora il problema esiste e bisogna individuarlo con gli occhi aperti, ma soprattutto con un cervello ricettivo. Non si vuole ammettere se ci sono incongruenze? Allora non definiamo caproni chi non accetta il messaggio condannandoli a priori, perché forse apparteniamo alla stessa categoria. Paolo disse sotto ispirazione di "accertarci di ogni cosa" non di " accettare ogni cosa". La wt negli ultimi tempi pubblica solo le vittorie, le sconfitte le dimentica nell'armadio che si sta riempendo fino ad esplodere. E stiamo certi che dato che le redini e il trono appartengono a Geova e a Gesù soltanto qualcosa accadrà come segnale per tutti i veri adoratori.

      Elimina
    3. È vero che viviamo nell'epoca dell'informazione, ma è pur vero che c'è un surplus della stessa. Una notizia, uno scandalo quanto durano? Se notate vengono subito rimpiazzate da altre, e quando ci sono vittime, durano giusto il tempo di fare i funerali, che subito c'è ne sono altre. Ad esempio il telegiornale prima parla di tragedie e subito dopo di gossip. Capiamo tutti che in questa situazione la disinformazione ha buon gioco.

      Elimina
  2. Vi ringrazio fratelli di avermi fatto comprendere
    diverse cose.
    Ma penso come nel caso di BAALAM GEOVA non
    permette al corpo direttivo di insegnare TUTTO
    quello che vuole, ma ha in MANO la situazione.
    Ciao.

    RispondiElimina
  3. Le disquisizioni apprezzabili qui espresse comunque non rispondono alla domanda fondamentale: La wt applica l'articolo su citato al suo metro di misura con i suoi appartenenti e giornalisti e tutto lo stuolo di persone che fanno domande dietro i cancelli delle betel?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giosia Fieramosca, possiamo provare a mandare una mail...meglio di tutto documentarci su jw.org...hai voglia ad aspettare dietro i cancelli!

      Elimina
  4. Mi inserisco su questo argomento ché avrebbe bisogno di essere sviluppato.
    Cioè la manipolazione della verità da parte della Wts. C'è solo un modo di vedere le cose (?!?!!)
    Per esempio l'ultima torre di Guardia trattava gli esempi di ELI e DAVIDE.
    La riflessione che veniva posta era "SE ERAVATE PRESENTI avreste INCIAMPATO "?.
    Si metteva in evidenza il fatto che bisogna perdonare per mantenere là "relazione "con GEOVA. Poi si evidenziava ché abbandonare la congregazione significa non SALVARSI. (?!?!!)(senza nessun evidenza scritturale ).
    Quello che bisognava mettere in evidenza era invece L'ESEMPIO di SAMUELE e NATAN, Che hanno ripreso il trasgressione.
    Ecco ,meritano quello i PALADINI della WTS.
    GEOVA perdona in larga misura solo i trasgressori pentiti.
    DOVREMO NOI perdonare in larga misura coloro che "invano continuano ad ADORARE GEOVA perché continuano a insegnare come DOTTRINE comandi di UOMINI? "

    RispondiElimina
  5. Benvenuto Pank, tocchi un punto importante su come viene insegnato dalla WTS. Il risalto viene sempre dato al nostro perdonare e ubbidire, gli esempi e insegnamenti vengono sempre dal VT perché più adatti ad una teocrazia. Dici bene con gli esempi di Samuele e natan e potremmo continuare con Geremia e anche fineas che ha trafitto pubblicamente il trasgressore di fronte a tutto il popolo. A parte che trovo terrificante questo episodio, ma questi esempi non vengono portati se non per mostrare che Davide accettò la riprensione. Ma poi, chi sbaglia in buona fede lo perdono cento volte, ma quando vedo errori fatti volontariamente e ci vedo un secondo fine nel farli, allora perdonare significa accettare di essere fatti fessi.

    RispondiElimina
  6. Se debbo esercitare estrema cautela mell'accettare le informazioni "del mondo "perché potrebbero essere "falsità ",perché devrei accettare tutti gli insegnamenti WTS senza dubitare, anche se diverse cose non sono scritturali?

    RispondiElimina
  7. Gioventù Bruciata7 luglio 2017 13:07

    Rispolvero questo post perchè ho constatato sulla mia persona che più ci si accerta delle cose e più il cervello si purifica dalle leggende bibliche. Da mesi leggo tantissimi libri ( dapprima di semplici scrittori ed ultimamente solo di Accademici del settore ) e mi sono fatto una mia chiarissima idea degli avvenimenti biblici che sono stati ritenuti storici fino a 2 secoli fa.
    Vi faccio un esempio: in questi giorni mi sto facendo una ricerca personale su Mosè e, solo seguendo la pura logica, dimostrami che è impossibile che abbia potuto scrivere il pentateuco.Come primo passo dovevo sapere la lingua che si parlava in quel tempo\luogo e dove si scriveva. Trovando poche info in rete e contraddittorie fra loro, mi sono deciso di scrivere ad un'accademia di archeologia e di scritture antiche. Pongo il seguente quesito tramite mail( faccio copia incolla):
    "Buonasera,
    chiedo cortesemente un aiuto se potete. Vorrei sapere quale scrittura era in uso nel periodo dell'esodo degli Israeliti dall'Egitto? Si parla del periodo 1.513 \ 1.473 A.e.v .
    Geroglifico Egiziano? Proto-Cananeo?
    Si incideva su argilla\pietra?
    Sperando di non recare disturbo,
    saluto cordialmente"
    Dopo qualche giorno ricevo questa risposta dalla segretaria( Notare che mi rispondono ad una domanda che non avevo fatto ):

    "Le giro la risposta di un nostro specialista. Cordiali saluti
    (segue nome della segretaria)

    *********************************************************
    Gentile XXX,
    Premesso che l'Esodo come raccontato dalle Sacre Scritture non e' un evento storico etc etc, e collocandolo generalmente gli storici ad una data piu' bassa di quella da Lei indicata, cioe' intorno al 1210 a.C., questo non cambia la sostanza delle cose, e cioe' che in Egitto si scriveva in geroglifico per le iscrizioni monumentali, in gerogilifico corsivo e in ieratico per i testi su papiro o ostraca. In Egitto non si usava l'argilla, ma certamente si incideva su pietra gia' da molto tempo a quell'epoca."
    ( segue nome dell'esperto ).
    A questo punto dato che mi contesta di propria iniziativa sia il fatto storico che la datazione ( sapevo già da per me che aveva ragione dato che mi ero appena letto il libro sull'archeologia biblica dell'accademico ed archeologo Israel Finkelstein ) faccio un pò il tonto e gli linko il sito dell'articolo preso da
    JW.org dove affermano la storicità dell'evento e il loro calcolo sulla datazione ed in più chiedo altre info per il mio scopo su Mosè che mi ero prefissato.
    Questa la risposta avuta ieri:

    "Buongiorno,
    le inoltro un'altra risposta che ho avuto, cortesia di un altro specialista. Non sono previsti ulteriori mail di consulenza perché andrebbero al di là degli scopi del portale XXX

    Cordiali saluti
    ( segue nome della segretaria)

    **********************************************

    gentile sig. XXX,

    1. L'esodo degli Israeliti dall'Egitto non è un avvenimento storicamente certo, né è individuabile nel tempo e nello spazio
    2. Gli "Israeliti" nel 1500-1400 a.C. non esistevano o, quanto meno, di loro non abbiamo alcuna traccia archeologica e quindi non se ne può dire nulla."
    ( segue nome di un altro specialista)
    Segue una mia ultima mail di ringraziamento.
    Notate la differenza di conoscenza che hanno gli esperti del settore con quella propagandata dai venditori di religioni?
    Quindi cari amici, se siete del tipo "Bereani" accertatevi delle cose prima di credere alla cieca, scoprirete un altro livello di conoscenza!!
    Un P.S. lo devo fare:
    Molto spesso faccio le ricerche sia sul portale Jw.org ( non per trovare la verità ma per farmi due risate) che sull'enciclopedia Cattolica del Vaticano.
    Quest'ultima risulta veritiera e conforme agli storici, anche se in chiesa predicano diversamente.
    Nello specifico caso del mio interesse su Mosè anche lì la risposta che danno su chi scrisse il pentateuco è conforme agli studiosi.
    Quindi leggete ed acceertatevi come i Bereani.

    RispondiElimina

E' OBBLIGATORIO INSERIRE NEL CAMPO Nome/URL (selezionato dal menù "commenta come...") UN NICK con cui firmarsi. Non usate termini scurrili, insulti, calunnie, incitamenti all'odio razziale ed alla violenza, e NON menzionate la persone per nome o cognome reali. Sono vietati lo spamming, il copia-incolla ripetuto, i link a siti non approvati dalla redazione, i messaggi provocatori.
Altrimenti i post non saranno pubblicati o verranno cancellati.
La moderazione dei commenti è insindacabile ed a cura della redazione del blog. Se i vostri commenti non vengono pubblicati potete chiedere spiegazioni scrivendo alla redazione (vedi "come commentare" in alto nella colonna a sinistra)

Grazie

L'indirizzo email del blog lo trovate in fondo alla pagina (non nella visualizzazione per cellulari)

ARCHIVIO

.