Usando questo sito, dichiarate di aver letto il Disclaimer e le norme sulla Privacy relativa ai contatori Shinystat e whos.among.us.

Un archivio del blog, con tutti i post fino ad oggi pubblicati, elencati per mese, lo trovate in fondo alla colonna centrale.

NORME relative ai commenti alla pagina "COME COMMENTARE".

“Non c’è nulla di male se una persona cerca di confutare gli insegnamenti e le pratiche di un gruppo religioso che ritiene in errore”.
(Svegliatevi! 8 settembre 1997, pagina 6)

"Nessuno dovrebbe sentirsi obbligato a seguire una forma di adorazione che considera inaccettabile o a scegliere fra le proprie credenze e la propria famiglia."
(Svegliatevi! Luglio 2009 p.29)


sabato 13 gennaio 2018

80 notizie di abusi da parte dei Testimoni di Geova



EMMEN - In un centro di ascolto recentemente istituito per le vittime di abusi sessuali all'interno della comunità dei Testimoni di Geova, sono già state ricevute ottanta relazioni. Uno dei fondatori del centro rapporti, Frank Huiting, conferma questo rapporto giovedì sul quotidiano Trouw.





La Reclaimed Voices Foundation, come viene chiamata l'organizzazione, ora esiste da oltre un mese. In quel periodo arrivarono cinquanta storie da persone che subirono abusi sessuali all'interno della comunità dei Testimoni di Geova. Altre 30 segnalazioni sono arrivate in via Trouw, che ha riportato il problema negli ultimi mesi.

I rapporti provengono principalmente da persone che ora sono adulti, ma raccontano esperienze della loro gioventù. Spesso hanno anche abbandonato la comunità  religiosa. "Per chi ha lasciato sembra essere più facile riferire quello che è successo a loro", dice Huiting, che nella sua gioventù è stato vittima di abusi da parte di qualcuno dei Testimoni di Geova. Eppure ci sono anche alcuni "problemi attuali" tra loro, dice.

"Fattori di rischio più elevati"

Uno degli scopi della fondazione è quello di rendere noto gli abusi sui minori all'interno dei Testimoni di Geova. Secondo Huiting, l'abuso all'interno della comunità si verifica più spesso della media della società a causa di "fattori di rischio più elevati, come una forte gerarchia e un'alta pressione sociale". (in poche parole, se non ci sono testimoni oculari spesso non si viene creduti)

L'amministrazione centrale dei Testimoni di Geova non sta andando bene con le notizie di abusi, dice. "Gli argomenti sono risolti internamente. Molto rimane nascosto. Impongono loro stessi le sanzioni, ma non rendono mai pubbliche le cose. Questo aumenta la possibilità che un pedofilo possa rimanere attivo. "

Ricerca interna

Gli articoli di Trouw hanno spinto il ministro Sander Dekker per la protezione legale a chiedere ai testimoni di Geova di condurre indagini interne sugli abusi sessuali all'interno della comunità, proprio come aveva fatto in precedenza la Chiesa cattolica. Lo ha fatto in una lettera al Parlamento, il 12 dicembre. Recentemente non è stato possibile discuterne un portavoce della comunità. E' stato riferito a Trouw, il 15 dicembre, che sono state adottate misure, come un migliore monitoraggio e ilmonitoraggio degli autori dei reati.

La Reclaimed Voices Foundation, che assiste le vittime con consigli e aiuto, discuterà la questione con il ministro il 26 gennaio.

Sei o conosci una delle vittime di abusi all'interno della comunità dei testimoni di Geova? Invia i tuoi dati a nieuwsdienst@telegraaf.nl e ti contatteremo.


__________________


Traduzione a cura della redazione, tratta dal quotidiano online: 
https://www.telegraaf.nl/nieuws/1479118/80-meldingen-misbruik-bij-jehovah-s-getuigen












Stai leggendo questa pagina da un cellulare?





indirizzo email dell'amministratore del blog:

21 commenti:

  1. Ormai è diventato un must. Più si scava più emergono abusi di svariato genere all'interno delle congregazioni. Da quelli sessuali, a quelli di potere, alle discriminazioni verso i non completamente allineati, a quelli razziali, etc etc....Un vero paradiso spirituale...

    RispondiElimina
  2. Queste notizie ormai sono diventate stucchevoli, ma NON posso esimermi dal pubblicarle.
    Purtroppo, se provate ad inserire su Google le parole "Geova pedofilia" o in inglese "Jehovah child abuse", usciranno fuori decine di migliaia di pagine.

    Solo un ottuso indottrinato può pensare che sia solo "propaganda del diavolo"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giustissimo, credo che dovremmo proprio allargare queste notizie, sempre fatte in punta di piedi.
      Qualche sera fà eravamo con una sorella , siamo approdati al discorso pedofilia, lei dice, parlate della chiesa? no diciamo noi, parliamo dei TG, di ciò che è avvenuto in australia, nominiamo alcuni punti, e nominiamo pure la Rojal commission, la sua conclusione, saranno sicuramente apostati che hanno messo in giro le chiacchere.
      In effetti continuando il discorso abbiamo capito che le abbiamo messo un tarlo nella mente, allora le son venuti dei pensieri "repressi" e quando ci siamo lasciati, forse tante cose le avranno frullato diversamente nel cervello, aveva cominciato a considerare alcune cose negative che vede da un pò di tempo a questa parte.
      Come dici però sono troppi gli ottusi indottrinati che o non sanno niente di ciò che sta accadendo, sale in vendita comprese o pensano sia il diavolo o almeno apostati,che spargono queste notizie e per questo vedo dura anche azioni che in questi giorni ho letto che si potrebbero intraprendere.
      Vedremo, certo che internet sta facendo proprio un bel lavoro.

      Elimina
    2. Anche se queste iniziative, come l'esempio di questa nuova fondazione menzionata nel post, siano indubbiamente positive; per quanto riesco a percepire, trovo troppo accondiscendente e del tutto fuorviante il modo di procedere delle autorità e cioè l'idea che le autorità chiedano ai Testimoni di Geova se sono disposte a condurre indagini interne sugli abusi sessuali dentro la comunità, quasi fosse un atto di cortesia e non una assunzione di responsabilità penale.

      Chiedere ad una organizzazione maschilista quale è quella dei testimoni di geova che considera la donna poco più che un animale domestico, e che si è legata con un giuramento di non riferire le malefatte interne, alle autorità, è qualcosa a mio parere di assolutamente ridicolo. E' come chiedere ad un cacciatore di frodo se fosse disposto a riferire all'autorità caso mai vedesse qualcuno mettere delle trappole per gli animali!

      La stessa cosa si è verificata quando la Royal Commission Australiana ha chiesto a Jackson se l'organizzazione dei testimoni di geova fosse disposta a costituire una associazione insieme alle altre confessioni per denunciare gli abusi all'interno delle loro congregazioni, cosa che non succedereà mai! Se le autorità costituite chiedono alla CCDTG di costituire addirittura una associazione con altre confessioni religiose allora stiamo delirando.

      Un'altra cosa su cui non mi trovo d'accordo, riguarda il fatto che la condanna per questi colpevoli conclamati di abusi si limiti esclusivamente a risarcimenti economici, peraltro pagati dalla collettività del gruppo. Non mi risulta che qualcuno di loro sia stato sbattuto in prigione e abbiano buttato la chiave a mare, come si usa dire. Io mi aspetterei che le autorità che sono a conoscenza di questi reati accertati di cui si conosca il colpevole specialmente a seguito di denuncia da parte della vittima, le autorità anziché prostrarsi con timore riverenziale agli "anziani"; entrino in sala durante l'adunanza e ammanettino davanti a tutti individuo in questione senza neanche aspettare che finisca la sua parte dal podio.

      Elimina
    3. Anziano inattivo14 gennaio 2018 10:15

      credo che i Italia le cose vanno per il rilento e l'insabbiamento, come è stato evidente a Tutti sul caso della Russia l'organizzazione e ricorso al partito democratico il PD in Italia per avere aiuto, in modo simile utilizzerà la politica per mettere tutto a tacere o per non far avanzare le indagini.

      Elimina
  3. Sarebbe davvero eccezionale se scoppiasse la stessa bolla per l'ostracismo provato da migliaia di persone con la disassociazione, un atto di terrorismo spirituale.
    I governi non credo possano accettare che una comunità scelga di annullare l'identità di una persona o di riattivarla a seconda se si è ancora soci o si è stati disassociati. E' pazzia pura insegnare a non salutare e non avere nulla a che fare con chi è disassociato.
    Credo invece che la cosa debba essere gestita alla pari di chi è considerata 'persona del mondo' (che brutta parola).
    Un disassociato al limite è una persona del mondo che il singolo TdG saluta, chiacchiera e sceglie se farsela assieme oppure no mettendo in gioco la propria spiritualità ma diventa così una scelta personale e non della comunità. Ma solo per quello che hanno subito e stanno subendo migliaia di fratelli/sorelle dovrebbero partire cause con conseguente sanzione pecunaria di risarcimento.
    Scommetto che tanti allineati lascerebbero se sparisse la disassociazione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A volte perdiamo di vista il fatto che di religioni settarie è pieno il mondo. Che persone controllate mentalmente non sono solo i TdG. Ci sono sètte cattoliche come i neocatecumenali, sètte evangeliche (tipo quella dei fratelli stretti in Inghilterra), sètte protestanti o battiste.

      Poi è anche vero che tra i TdG puoi trovare laureati dirigenti d'azienda (magari si sono laureati in un momento di "debolezza spirituale), e quindi non sempre dappertutto i TdG appaiono all'opinione pubblica come persone "strane", anche se la stragrande maggioranza odia la loro arroganza ed il loro proselitismo.

      Detto ciò sto pensando seriamente di costituire un'associazione e pubblicizzarla tramite il blog con lo scopo di diffondere queste informazioni in tutta Italia. Non servono grosse cifre, alcune migliaia di euro, ma non so quanti lettori siano disposti a tirar fuori una cifra tra i 20 ed i 35 euro l'anno per contribuire a questa iniziativa.
      Penso che con circa 15.000 euro l'anno si possa fare la giusta informazione e raggiungere una gran quantità di persone.
      Servono campagne google ed alcuni articoli a pagamento su alcune testate, quindi la cifra che ho indicato potrebbe non essere realistica in eccesso o in difetto.

      Elimina
    2. Con quella cifra dovrebbero esserci 500 persone disposte a farlo.
      Oppure si crea una petizione con raccolta fondi a livello internazionale (diversi siti lo permettono) con tanto di descrizione del progetto e foto/video.

      Elimina
    3. Salve a tutti, prima di procedere ad una eventuale Associazione è necesssario contattare avvocati di quartiere delle rispettive città che offrono a titolo di iscrizione annuale il loro lavoro comunitario, al fine di proporre anche una eventuale controdifesa da parte della WT. Non solo, ma essi occorrono anche per proporre in maniera legale lettere da inviare allo stato per la discussione in parlamento e fargli rivedere su prove autentiche la non fattibilità e la buona fede dei testimoni di geova a livello famigliare. E proporre in tutti i comuni e province la possibilità di comunicare con le amministrazioni sull’ informarli dell ‘accaduto in tutto il mondo. Occorrono firme e adesioni al progetto affinché sia valido e persone che aderiscano non solo a parole ma con i fatti. Il lavoro è enorme, contattare e inviare lettere e email organizzare incontri con le amministrazioni ed eventuali convegni in loco ecc . Altrimenti solo,la rete non basta occorre poi attuarsi al fine di poter essere tangibile Alle persone là verità dei fatti.

      Elimina
    4. Grazie Medico.
      Ci sono già molte associazioni al riguardo, il mio intento non è creare un doppione. Al momento non voglio fare battaglie politiche, andare sui giornali a starnazzare come hanno fatto alcuni, ma seguire una via diversa. Ho già assistenza legale e fiscale, e se questa associazione partirà, sarò io a curarne gli obiettivi, visto che dopo oltre 2 anni di blog mi sono reso conto di cosa può essere efficace e cosa no.

      Una constatazione.
      Fino ad oggi si sono presentati al blog 3 diversi psicologi, e tutti si sono presentati a me con nome cognome e recapiti ufficiali verificabili in rete. Si sono messi a disposizione in vari settori ma senza cercare di influenzare le iniziative della redazione...

      Elimina
    5. Salve John, non era mia intenzione prevaricare su nessuno tanto meno influenzare le iniziative della redazione. Ma solo un modo di contribuire. Per quanto riguarda nome cognome e recapiti mi concederai la possibilità di averli omessi in virtù del fatto che ho a che fare con pazienti testimoni e non sapendo chi ho dall’altra parte, dare un mio recapito a persone che non conosco è non sapendo come possa essere usato, cousando un effetto controproducente nei pazienti stessi . I suggerimenti erano non per mettermi in vista tanto meno avere una schiera di persone che mi seguano. Sono contento per i i colleghi che si sono offerti in merito.

      Elimina
  4. Vai avanti John...per una giusta causa come questa io sono disposto a finanziare in maniera significativa. Tienici aggiornati.

    RispondiElimina
  5. Bella iniziativa John.
    Aggiornaci su come procedere eventualmente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anziano inattivo14 gennaio 2018 10:17

      Ottima e lodevole iniziativa, aiutare il prossimo come disse Gesù.

      Elimina
  6. Se la cifra resta quella proposta, io e mia madre siamo disposti a contribuire.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. aprirò a breve un post apposito

      Elimina
    2. john io ci sto a contribuire. fammi sapere se hai gia' aperto un post apposta per questo.

      Elimina
  7. Aggiornamento Paesi Bassi: da 80 a 151
    http://www.rtlnieuws.nl/nederland/slachtoffers-eisen-onderzoek-naar-misbruik-jehovahs-getuigen-kinderen-lopen-gevaar

    La Reclaimed Voices Foundation ha raccolto già 151 testimonianze di abusi in due mesi
    Oggi 26 Gennaio ne hanno discusso con il ministro Sander Dekker.

    M. van Hilten, portavoce del servizio informazioni, capo dei testimoni di Geova dice:
    "In vista delle recenti rivelazioni sull'abuso sessuale a vari livelli della società, non siamo sorpresi che negli ultimi decenni ci siano state segnalazioni di tali pratiche all'interno della nostra denominazione, ed è chiaro che non tolleriamo tali crimini disgustosi. Ovviamente, le vittime sono sempre libere di fare rapporto anche alla polizia.
    Siamo consapevoli che oggi ci sarà un incontro tra la Reclaimed Voices Foundation e il Ministero della giustizia e della sicurezza. Siamo in attesa di ulteriori sviluppi."

    Risposta del ministero
    "C'è stata una discussione con la Reclaimed Voices Foundation oggi, è stata una conversazione preziosa in cui potevano condividere le loro esperienze, e c'è stato anche un incontro con i Testimoni di Geova prima e una seconda conversazione si terrà con loro. Non vogliamo anticipare questo. "

    RispondiElimina
  8. https://mammadolce.wordpress.com/2010/06/22/bambini-scomparsi-si-riaprono-le-indagini-dopo-33-anni-dalla-scomparsa-di-mauro-romano-ecco-perche-solo-ora/
    Qualcuno se lo ricorda questo povero bimbo tdg?

    RispondiElimina
  9. Ma la regola di non portare un tuo "fratello" in tribunale, a parte quella dei due testimoni, è stata abolita nei casi di pedofilia? Se così non fosse vale a niente che ora si 'permette' la denuncia da parte dei genitori...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In Germania il 2 maggio 2018 la prima rete nazionale tedesca ARD ha trasmesso la notizia che in Olanda fra i tdg ci sono stati centinaia di abusi sui minori. Il servizio ha menzionato i 276 casi di abusi segnalati alla Reclaimed Voices Foundation da novembre fino a oggi. Si tratta di una breve notizia, ma é stata trasmessa nella fascia oraria di maggiore ascolto. Di seguito il link, purtroppo é solo in tedesco:
      https://www.tagesschau.de/multimedia/video/video-399965.html

      Elimina

E' OBBLIGATORIO FIRMARE I COMMENTI CON UN NICK

Cliccare sul menù "commenta come..." e scegliere l'opzione nome/URL.
INSERIRE UN NICK a piacere nel campo NOME, cioè uno pseudonimo col quale vi firmerete, poi cliccare su Continua. Non usate termini scurrili, insulti, calunnie, incitamenti all'odio razziale ed alla violenza, e NON menzionate la persone per nome o cognome reali. Sono vietati lo spamming, il copia-incolla ripetuto, i link a siti non approvati dalla redazione, i messaggi provocatori.
Altrimenti i post non saranno pubblicati o verranno cancellati.
La moderazione dei commenti è insindacabile ed a cura della redazione del blog. Se i vostri commenti non vengono pubblicati potete chiedere spiegazioni scrivendo alla redazione (vedi la pagina"come commentare" nel menu orizzontale in alto)

Grazie

L'indirizzo email del blog lo trovate in fondo alla pagina (non nella visualizzazione per cellulari)

ARCHIVIO

.