Usando questo sito, dichiarate di aver letto il Disclaimer e le norme sulla Privacy.

Un archivio del blog, con tutti i post fino ad oggi pubblicati, elencati per mese, lo trovate in fondo alla colonna centrale.

NORME relative ai commenti alla pagina "COME COMMENTARE".

“Non c’è nulla di male se una persona cerca di confutare gli insegnamenti e le pratiche di un gruppo religioso che ritiene in errore”.
(Svegliatevi! 8 settembre 1997, pagina 6)

"Nessuno dovrebbe sentirsi obbligato a seguire una forma di adorazione che considera inaccettabile o a scegliere fra le proprie credenze e la propria famiglia." (Svegliatevi! Luglio 2009 p.29)
Visualizzazione post con etichetta inattivo. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta inattivo. Mostra tutti i post

sabato 28 maggio 2016

Storie di tristezze quotidiane...



Tolgono i privilegi a un servitore di ministero che vuole aiutare un inattivo.
dal sito inattivo.info
Da un paio di anni il Corpo Direttivo sta facendo uno sforzo congiunto con gli anziani e le congregazioni per aiutare in tutti i modi gli inattivi. Due discorsi alle assemblee con relative interviste, un altro discorso ai congressi estivi 2016, un opuscolo per aiutarli a ritornare a Geova, una lettera accorata sull’annuario con illustrazione del pastore che porta sul suo seno una pecorella, una scrittura del giorno per sensibilizzare i proclamatori, uno sforzo speciale per invitarli alla Commemorazione, un discorso del sorvegliante di circoscrizione durante la sua visita con i nominati, e poi cosa veniamo a sapere?
Un servitore di ministero è stato privato di alcuni privilegi con la scusa di stare sereno e poi avvisato che se continua a frequentare un fratello inattivo, suo caro amico, che conosce da quando ha iniziato a studiare la Bibbia, verrà rimosso dal suo incarico.
Cos’ha di pericoloso questo inattivo al punto di non essere aiutato né frequentato? Niente! Nothing! Nada! Nichts! Rien!...

venerdì 18 marzo 2016

La misericordia dimenticata


tratto dal sito www.inattivo.info

Una società senza misericordia.

“Chi non pratica la misericordia avrà il suo giudizio senza misericordia”. (Giacomo 2:13)

Molti si sono rassegnati a vivere una vita priva di misericordia. Molti altri pensano ai loro interessi e alla posizione che occupano. E’ un atteggiamento che si riscontra anche nella vita cristiana. La concezione di congregazione è diventata sempre più una questione di «organizzazione» e meno di «popolo». Fra i testimoni di Geova è sorta una concezione moderna di Atti 15:14. Questa scrittura evidenzia l’attenzione di Geova alle nazioni, «per trarne un popolo per il suo nome».

Oggi si è adempiuta in chiave moderna: Geova ha rivolto l’attenzione, non alle nazioni, ma al suo popolo per trarne «un’Organizzazione per il suo nome». Un’organizzazione siglata JW e relativi punti e altre siglette abbreviate. Da più parti c’è la consapevolezza che l’Organizzazione pensi più alle sue esigenze che a quelle del popolo di Geova. C’è una percezione al nostro interno, non di un popolo ma di un’organizzazione «astratta», riferita più al Corpo Direttivo e ai vari comitati, che a tutti i testimoni di Geova che ne fanno parte.

Si ha l’impressione che la parola popolo sia scomparsa dal vocabolario dei testimoni di Geova...


martedì 23 febbraio 2016

Chi si è allontanato ha bisogno di misericordia e non giustizia


Un articolo di www.inattivo.info che fa riflettere

"I testimoni di Geova si sono sempre opposti agli errori, spesso li hanno anche condannati con troppa severità, a volte giudicati con spietatezza. Leggendo i Vangeli non si può che rimanere attratti dal modo come Gesù si comportava con i peccatori: con misericordia, mai con severità.  La misericordia indica sia i sentimenti che Dio prova verso le sue creature sia i sentimenti che le creature devono nutrire le une per le altre. Geova è definito «L’Iddio delle tenere misericordie» (2 Cor.1:3). La misericordia ha origine da lui ed è parte della sua natura..."



domenica 27 dicembre 2015

Il fratello maggiore...


Perché molti non fanno nulla per aiutare i loro fratelli inattivi a ritornare dallo stesso Padre?


dal sito inattivo.info

Perchè si comportano così? Perchè da quando non frequento più la adunanze non mi telefonano più, e solo il mio amico/a mi manda ogni tanto un sms? 
Ho letto e sentito tante volte qualcuno porsi queste domande. I fratelli che scrivono sul sito inattivo.info hanno analizzato la parabola del figliol prodigo vista dal punto di vista del fratello maggiore.
Non ci avevo mai riflettuto a fondo, ma la loro analisi ha fatto cadere un altro velo dai miei occhi, aiutandomi a capire sempre meglio alcuni ragionamenti....


mercoledì 21 ottobre 2015

Occhi inattivi guardano Geova


Dedicato a coloro che soffrono...


Dal sito www.inattivo.info

La verità talvolta ha il sapore dolce e il retrogusto amaro. Quando è dolce perdona, quando è amara guarisce.

Ci sono fatti che rimangono nascosti per lunghi anni e che possono causare un forte malessere interiore. E’ una sensazione assurda che genera forti emozioni di vuoto. Si pensa che mai ne parleremmo con qualcuno; che rimarrà il nostro segreto per sempre; che mai nessuno sfiorerà le nostre debolezze. Poi, piano piano, raccontare la propria storia diventa una necessità. All’inizio si continua per abitudine a fare le stesse cose. Presto, ti accorgi di essere in trappola.

lunedì 19 ottobre 2015

Non siamo preparati a rispondere




Lettera aperta sl sito www.inattivo.info

Molti ricordano il servizio mandato in onda dalle Iene un anno fa e le accuse che ci hanno mosso. Non abbiamo fatto una bella figura, sia per quanto riguarda le risposte inconcludenti date dalla Betel, sia per l’atteggiamento ufficiale mostrato in quella circostanza. Non perché mancavano i mezzi o gli uomini qualificati per rispondere degnamente, ma per colpa di una direttiva interna che vieta di rispondere agli apostati. Alla Betel era sfuggito un particolare: in quel caso, chi chiedeva spiegazioni era un giornalista di una trasmissione di per sé scandalistica, ma non era comunque “il classico apostata”.

venerdì 16 ottobre 2015

Predicare e non amare: a che serve?



VERGOGNATEVI!

J’accuse

 (riportato integralmente dal sito www.inattivo.info - per risvegliare le coscienze dall'ipocrisia)

Vi raccontiamo una storia recente che ha dell’incredibile e che fa suscitare forti dubbi quando si parla di amore tra i testimoni di Geova, anzi quando sentirete un anziano parlare dal podio di amore vi verrà voglia di....

ARCHIVIO

.