Usando questo sito, dichiarate di aver letto il Disclaimer e le norme sulla Privacy relativa ai contatori Shinystat e whos.among.us.

Un archivio del blog, con tutti i post fino ad oggi pubblicati, elencati per mese, lo trovate in fondo alla colonna centrale.

NORME relative ai commenti alla pagina "COME COMMENTARE".

“Non c’è nulla di male se una persona cerca di confutare gli insegnamenti e le pratiche di un gruppo religioso che ritiene in errore”.
(Svegliatevi! 8 settembre 1997, pagina 6)

venerdì 24 febbraio 2017

Le polizze assicurative del corpo direttivo



Parlando di polizze assicurative, non mi riferisco ovviamente alle compagnie commerciali. Mi riferisco piuttosto a quei punti cardine che riescono a tenere mentalmente bloccate le persone. Sono una garanzia che, sebbene molti TdG un giorno possano aprire gli occhi, il dominio del corpo direttivo sulla maggioranza dei proclamatori non cesserà.

Si possono avere idee e atteggiamenti diversi (dal bigotto al "consapevole", tanto per citare l'altro blog) ma tra i Testimoni di Geova ci sono almeno 2 cardini dai quali, se non riesci a svincolarti, fai la "fine di una porta".

In che senso?



Le porte ad anta hanno almeno 2 cardini. Puoi tenerle aperte o chiuse, in infinite posizioni diverse, ma  staranno sempre attaccate al telaio ed alla parete tramite questi cardini. Ed il loro movimento, in avanti o indietro, seguirà sempre lo stesso percorso.

I cardini mentali responsabili di questo fenomeno di coercizione mentale tra i TdG, che li tengono legati alla loro organizzazione, sono essenzialmente 2:

1 La speranza di una vita terrena senza fine

2 Il terrore di finire nelle maglie dell'apostasia e di subire la condanna divina



Punto 1 - La vita eterna

Essere Testimoni di Geova o meno viene considerato prioritario per ottenere o perdere la speranza della vita eterna. Anche se spesso sulla Torre di Guardia viene chiarito che a Dio non bastano le etichette, con le azioni si afferma in effetti tutto il contrario.
Puoi agire più o meno correttamente, ma ricevere il saluto e la compagnia degli altri aderenti, e il ricevere incarichi nell'organizzazione, tutto ciò viene SEMPRE attribuito alla benedizione di Dio. Viceversa, la disassociazione o comunque l'inattività, vengono considerate come degli status che annullano la propria fede e fanno perdere il favore divino.

Molti proclamatori dimenticano che la Bibbia non è esclusiva proprietà dei Testimoni di Geova, e che vi sono molte altre confessioni religiose che credono alla vita eterna sulla terra in carne ed ossa come premio divino per le persone dichiarate giuste.

Ma questa promessa, per l'indottrinato TdG, è rivolta ESCLUSIVAMENTE agli aderenti alla loro organizzazione. Uscirne, volontariamente o meno, significa perdere questa speranza. E se questa speranza è diventata l'unica ragione di vita, sarà difficile lasciarla.
Ci sono persone che hanno perso i loro cari e che vivono ogni giorno nell'ardente desiderio di rivederli, e di riabbracciarli con lo stesso corpo che avevano quando sono morti. Per alcuni TdG, poter riprendere la loro vita insieme ai cari defunti qui sulla terra, nella loro casa, è l'unica prospettiva accettabile per il futuro.

Dal momento che ci è stato da sempre inculcato che se non si usa il nome di Dio non si può ottenere la salvezza (benchè lo stesso Dio onnipotente non abbia saputo, inspiegabilmente, proteggere il suo nome dall'eliminazione nelle scritture), nessuna altra forma di adorazione è considerata credibile (dal TdG) per ottenere la salvezza.

Punto 2 - Timore di essere bollati come apostati

Per i Testimoni di Geova l'apostasia significa rinnegare Dio e Cristo. 

L'insegnamento del corpo direttivo ha però fatto in modo che i fedeli identifichino il Creatore con l'organizzazione stessa. Pertanto qualunque cosa non vada bene all'organizzazione, essi credono, non andrà bene neppure a Dio ed a Cristo.

Al TdG medio non viene quasi mai in mente che chi dirige l'organizzazione possa avere idee e interpretazioni che non hanno nulla a che vedere con la volontà di Dio. Pertanto, sebbene non condividano molti insegnamenti o regole nell'organizzazione, li accettano a malincuore e senza ribellarsi perchè ciò vorrebbe dire cadere nell'apostasia. 

E una volta diventati apostati, l'esito finale sarà automaticamente la "morte eterna" senza possibilità di redenzione.

A questo riguardo il corpo direttivo (ed i TdG in generale) stanno sempre molto attenti a rimarcare eventuali difficoltà, problemi, o comportamenti negativi degli ex-testimoni. A loro non pare vero poter sparlare degli ex-fratelli come di una scrofa che si rivolta nel fango.
Anni fa fui sorpreso di ascoltare storie assurde raccontate da molti proclamatori (anche anziani e pionieri) a proposito di un ex-fratello che fu disassociato per un suo unico errore. All'inizio pensavo fossero vere, poi le continue modifiche ed aggiunte che di giorno in giorno venivano fatte sulla sua condotta iniziarono a farmi venire molti dubbi. Capii ben presto che riguardo a quel povero disassociato, in congregazione qualcuno stava divertendo a inventare storie su di lui ed a farle circolare.

Oggi chi si dissocia dalla congregazione diventa oggetto di pettegolezzo e calunnie in misura assai più marcata del semplice disassociato.
Storie di immoralità, disonestà, violenza ed altro compaiono su una bocca dopo l'altra in un crescendo di esagerazioni.
Questo serve a giustificare il fatto che solo rimanendo Testimoni di Geova si ha la garanzia di restare delle "brave persone". Tutto ciò che è al di fuori dell'organizzazione DEVE per forza essere squallido, immorale, disonesto e violento. (dissonanza cognitiva)

Pertanto, tutti voi che vi siete allontanati dall'organizzazione, sappiate che ciò che affermo non è l'eccezione ma la normalità. Una volta che doveste uscire dall'organizzazione, è probabile che su di voi inizieranno a circolare indiscrezioni false e palesemente inventate.

Più moderati sono invece i commenti sugli inattivi, per un motivo molto semplice: se accusi qualcuno che viene ancora considerato parte dell'organizzazione, e la voce inizia a circolare, poi devi sostenere con prove convincenti ciò che dici. Con il dissociato, invece, non corri questo pericolo, perchè tanto più nessuno dei fedeli gli rivolgerà più la parola!




Torniamo all'illustrazione iniziale:

questa simbolica porta (che illustra il Testimone di Geova attaccato e pilotato dell'organizzazione stessa) potrà benissimo andare avanti ed aprirsi (ad esempio diventare "consapevole" come spiegano nel blog di 007) o tornare indietro e chiudersi (diventare bigotto e fondamentalista) o stare aperta a metà.

Il risultato non cambia. Lo stile di vita molto poco. I risultati delle proprie azioni qualche volta sì. Ma la libertà, la vera libertà, rimarrà per tutti un miraggio.

Ecco perchè i concetti di vita eterna sulla terra e apostasia sono come 2 polizze assicurative per il corpo direttivo. Impediscono ai loro adepti di vedere la realtà delle cose.






Fondamentalista o "consapevole" il Testimone di Geova non sarà mai libero

Come una porta, potrà voltarsi solo a destra o a sinistra









* * * * * 




Stai leggendo questa pagina da un cellulare?


oppure:




indirizzo email dell'amministratore del blog:

28 commenti:

  1. Le catene mentali spesso sono più robuste di quelle di ferro...

    RispondiElimina
  2. BABILONIA LA PICCOLA E' CADUTA! Rivelazione 18:4
    Complimenti vivissimi, carissimo fratello John Connor: proprio non avrei saputo fare o semplicemente pensare di meglio.
    Secondo la mia esperienza quarantennale con i Testimoni di Geova, solo una "mentalità aperta al pluralismo" garantisce il godimento effettivo dei diritti umani fondamentali all' interno della Congregazione.
    Mi propongo di seguire con attenzione la discussione appena indicata e di intervenire opportunamente con commenti brevi e comprensibili.
    Pino

    RispondiElimina
  3. Ieri sera in famiglia abbiamo visto "la ragazza del mondo" che racconta abbastanza bene quanto disumana e senza pietà sia la pratica della disassociazione. E hanno il coraggio di dire che il mondo non ha affezione naturale. Molto ben scritto il post; purtroppo spezzare le catene mentali e più difficile che smettere di fumare, bisogna davvero avere coraggio ed essere motivati profondamente. Una frase famosa recitava: la peggior condizione per un popolo è dover osannare un potere che lo ha reso schiavo. (Tony).

    RispondiElimina
  4. Cari Ragassi...avete presente il pesciolino rosso nel boccale? Quando in estate la sua acqua si scalda lo si vede "boccheggiare". Se gli si aggiunge dell'acqua fredda, semplicemente dopo 2 mn è stecchito.

    Alcune riflessioni che lascio a voi valutare...
    Ritengo che i blog come questi facciano un lavoro molto importante di "deprogrammazione". Ma noto a volte che chi si affaccia in maniera "ottusa" viene a sua volta "aggreddito".
    Teniamo presente che la "doccia fredda" non è sempre la miglior soluzione. non sono cattive persone ma persone USATE che hanno rinunciato alla loro personalità. Da una vita. Già vanno lodati solo perché osano affacciarsi su un blog diverso da jw. Poi ovvio che la loro prima espressione sarà una critica.

    Non raccogliamo la provocazione. Stanno cercando conferme che siamo apostati, senza fede e smarriti. Per poter continuare a GIUSTIFICARE il loro rimanere con i TdG. Non diamogli questa opportunità.
    Ma dimostriamo loro che si può essere equilibrati, felici, con o senza fede anche all esterno della wts.
    Ridistribuiamo il giusto significato alle scritture:
    "ACCOGLIETE [l’uomo] che ha debolezze nella [sua] fede, ma non per prendere decisioni su intime opinioni".

    Sempre idea mia(quindi per quello che vale) non mi sembra il caso di "sbattergli in faccia" immediatamente insegnamenti sbagliati. Ci sono i post in evidenza per questo. Serve a poco "prenderne uno per farla pagare a molti".
    Dipende quale vuole essere lo scopo di questo blog, sfogare i propri rancori o aiutare altri ad aprire gli occhi?

    Un saluto a tutti

    RispondiElimina
  5. Ottimo post e confermo quanto detto sulle "voci" che circolano sugli ex. Io e mia moglie ci siamo dissociati volontariamente ma ovviamente la "voce" che circola è che siamo stati disassociati... ah e ho saputo di recente che ci siamo anche separati. Perchè devo essere sempre l'ultimo a sapere le cose?? XD
    E vabbe, ci facciamo due risate! In fondo dalle 7:30 alle 12:30 tutti i giorni a passeggio... di qualcosa devono pur (s)parlare!

    RispondiElimina
  6. Ieri sera guardando mi manda rai tre, mi ha fatto molto riflettere il servizio su maghi e cartomanti, che sono evitati dai tdg, ma le catene mentali o polizze, sono le stesse. E' stato spiegato che per tenere agganciate le persone che chiamano (e strapagano) viene tirato in ballo un ipotetico nemico, che può essere ad esempio la suocera o un amica gelosa, così scatta il servizio esoterico a pagamento per liberarsi dell'influenza di questi nemici. Il meccanismo mentale sfrutta la debolezza di chi ha dei problemi deresponsabilizzando, così se mia moglie mi vuol lasciare, allora non è colpa mia, ma della suocera che mi ha fatto una fattura. Ai tdg che leggono magari può far sorridere, ma la WTS usa le stesse tattiche, indirizzando sempre le cause dei problemi a satana, oppure al poco impegno o al poco servizio, quando i problemi capitano a tutti e forse a volte un po' di sana autocritica non guasterebbe invece di spostare le colpe su altri fattori. La WTS invece con questi sistemi tiene agganciati i fedeli. Come detto nell'articolo, quando mi sono allontanato dai tdg, hanno cominciato a dire che ero andato fuori di testa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. satana è un nemico al servizio delle religioni da sempre !! ....e la WT lo sta usando in tutti i sensi, una forma di prigionia mentale STRAORDINARIA , per tenere legata la persona alla loro santa organizzazione !!...ma poi se non fosse così , che angelo di luce sarebbe ? e dove potrebbe riflettere meglio questa luce se non con chi si crede di essere il canale di DIO sulla terra ? .....(questo mio ragionamento nasce dal fatto che la WT è la prima a vedere satana da tutte le parti)

      Elimina
  7. Per gli indottrinati non c'é altra soluzione:se smetti di frequentare hai sempre torto tu.
    Quando parlai ad un mio carissimo familiare del mio essermi "raffreddato" iniziò a comprendere le motivazioni ammettendo onestamente che non poteva darmi torto...ma morale della favola stavo sbagliando perché alla fine non frequentavo più.
    Altra domanda che l'indottrinato doc di fa è: "via da qui dove te ne vai??" al che ho chiesto "scusa, ma se tua moglie ti tradisce e a te non stai bene ti separi a prescindere oppure inizi a pensare 'se lascio lei...con chi mi metto??'"
    La scrittura citata è sempre la solita, signore... Tu solo hai parole di vita eterna.... Appunto! Il Signore, non un' organizzazione che dirige mentalmente gli adepti depersonalizzandoli!
    Personalmente me ne vado "al Signore" e siccome c'è un solo mediatore tra Dio è gli uomini bypasso l'organizzazione :-)
    Mettendo in moto le facoltà di ragionare sono giunto a questa conclusione ma inizialmente è stata dura.
    Ormai sono una cattiva compagnia ma ogni giorno mi osservo cercando di comprendere i miei difetti per migliorare nei miei limiti ma in maniera decondizionata dallo stereotipo del "bravo fratello spirituale esemplare" a cui si dice anche come vestirsi e quanto lunghe devono essere le basette...come se a Dio importassero questi particolari.
    Salutos

    RispondiElimina
    Risposte
    1. x Bereano: catene mentali tipo l'abbigliamento non sono altro che rafforzativi. Ho letto dal libro di Piergiorgio Odifreddi -Dizionario della stupidità- alla voce Cravatta:
      "Gli uomini incravattati ci tengono a mostrare, indossando un simbolico cappio al collo, che sono
      impiccati alle stupide regole della moda e del cerimoniale, dalle quali si lasciano condurre al
      guinzaglio: dai politici, che fino a poco tempo fa non potevano neppure entrare in Senato senza la cravatta, ai managers, tanto impegnati a mostrarsi creativi da non accorgersi neppure di essere schiavi delle consuetudini."
      E si può aggiungere ai tdg, che la adottano come simbolo di essere schiavi della WTS.

      Elimina
    2. Bellissima l'illustrazione della porta e dei cardini....le porte sono utili e importanti in una casa, immagginate un'abitazione senza porte non avrebbe protezione, privacy...poi ci sono porte robuste altre meno oppure ci sono porte che mettono angoscia come quelle di un carcere ma una cosa è certa le porte sono utili. Tutti noi possiamo essere paragonati a porte ora il punto è quali sono i miei 2 cardini? Vita eterna e timore? Odio e rancore? Divertimenti e libertà? Siamo liberi di scegliere io posso dirvi i miei che sono descritti nella Bibbia in Matteo 22:37-40....a presto

      Elimina
    3. Will devi capire il senso di certe illustrazioni. Poi ogni persona è diversa, come ogni fiore è diverso. Vorresti un mondo con un solo tipo di fiore?

      Quindi, essendo come fiori diversi, è impossibile creare un'umanità dove le persone sono uguali tra loro, come se fossero fatte con uno stampino. E' scritto nel DNA, è una realtà della natura, non possiamo opporci...

      Elimina
    4. GEOVA & LA MADONNA DI GHIAIE DI BONATE sono invece i cardini della mia mansarda (uscio mentale), oltre naturalmente quelli indicati da Matteo 22: 40 che rappresentano bene i cardini del mio portone d' ingresso.
      Grazie Will Turner ... dell' assist.
      NOTA IMPORTANTE - Per chi non conoscesse la Madonna di Ghiaie di Bonate e la piccola Adelaide RONCALLI, l' invito è quello di svolgere una breve ricerca su Internet ... e poi ne riparliamo.

      Elimina
    5. una curiosità Will, come mai ti identifichi con un pirata?
      Una riflessione su Matteo 22:39, una scrittura di una profondità unica che racchiude l'essenza del benessere umano....
      Per amare il mio prossimo devo PRIMA amare me stesso. Lo dice Gesù. Poiché se io non ho amore per me stesso, con quale sentimento mi avvicinerò agli altri?

      Ora uand'è l'ultima volta che la wts ha detto "amate voi stessi? Gratificatevi per tutto quello che fate". Lo sai, non lo dice mai.
      Non è mai abbastanza, non siamo mai apposto, siamo solo peccatori.....
      Sono certo che ti sono già venute in mente TUTTE le altre scritture : palo di tortura...rinneghi se stesso....chi vuole salvare la sua vita la perderà....

      Vedi il punto è che dipende su quale scrittura ti puntano il dito. Poi l'insegnamento biblico diventa addirittura "se non fai sacrifici non stai servendo Gesù". CHI LO HA DETTO?
      Chi dice che per servire Geova devo soffrire? Ti pare che questo sia davvero il pensiero del nostro amorevole Padre celeste?
      Non voglio dirti come la devi pensare, ma ti dirò come la penso io : la wts è ben lontana ma mooolto dall 'insegnare ai suoi la volontà del Creatore. Quindi è solo naturale che me ne allontani, nel momento in cui desidero sentirmi davvero vicino al mio padre celeste.
      Un saluto

      Elimina
    6. caro Vito Pucci, le tue esperienze nella wt sono sicuramente state devastanti, come quelle di chiunque altro.
      Personalmente però, l'ultima cosa che farei sarebbe rientrare in un recinto...la "gloriosa libertà dei figli di Dio" non ha bisogno di recinti, di chiese sinagoghe santuari pagode o altro...chi ha smesso di credere in Dio godrà della comunione con la natura, chi ancora crede in Dio (O Chi per Lui), lo troverà dovunque...
      Naturalmente la libertà include il rinchiudersi nuovamente e volontariamente in un altro recinto...e nessuno biasima questa decisione, ognuno sceglie con la propria capacità di pensare, le proprie esigenze e la propria sensibilità.
      Forse qualcuno preferisce togliere del tutto muri e porte, e spaziare...
      Grazie della tua segnalazione comunque.

      Elimina
  8. Sono riusciti a creare un sistema piramidale ai cui vertici si trova gradualmente sempre l'uomo più “spirituale”. Così un servitore di ministero è più spirituale di un semplice proclamatore, un anziano è più spirituale di un servitore di ministero, un sorvegliante più dell'anziano e via discorrendo. Mi rincuora sapere che Cristo insegnò che ciò che Dio ama di un uomo è il bene fatto ad altri senza doverlo mostrare. A dire il vero il mio matrimonio stava per naufragare ma lasciare l'organizzazione ha reso la mia famiglia molto più unita.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusa, fratello Demetrio. In teoria quello che tu dici dovrebbe essere la realtà, ma non lo è.
      La triste realtà, invece, è che i vertici dei Testimoni di Geova, ossia l' Ente giuridico complesso CCT/WTS (Congregazione cristiana dei Testimoni di Geova, via Bufalotta 1281, Roma), ivi inclusi i sette membri del Corpo Direttivo che sono nominati dai papaveri della stessa CCT/WTS.
      Ho le prove di quello che affermo: ecco perché il primo post l' ho denominato "BABILONIA LA PICCOLA E' CADUTA", nel senso che è caduta prima di Babilonia la Grande.
      Rispetto ai Testimoni di Geova, la Chiesa Cattolica ha almeno Papa Francesco che, per il suo genuino spirito cristiano, si salva sicuramente agli occhi di Geova!

      Elimina
    2. Sicuramente non sei tu che può dire chi si salva e chi no, papa e corpo direttivo inclusi. Facciamo sempre l'errore non solo di personificare questa supposta entità superiore, m pure di dire come la dovrebbe pensare o come dovrebbe giudicare... Chiaramente noi e il nostro pensiero siamo sempre dalla parte dei giusti!

      Elimina
    3. Ciao a tutti, è da pochi mesi che vi 'leggo'...anche se è da 9 anni ke mi sono felicemente liberata da queste catene mentali, in cui sono rimasta per circa 30 anni, ero molto piccola e la scelta di essere 'incatenata' non è stata mia. John complimenti per il blog mi piace un sacco..e per questo post ke descrive veramente bene la coercizione mentale all'interno della wt...solo rimanendo TdG si otterrà la salvezza..solo i TdG sono brave persone e 'fuori'..beh sappiamo cosa si dice delle persone di fuori...per fortuna questo ragionamento nn mi ha condizionato più di tanto..grazie al mio lavoro ho sempre avuto a che fare con molte persone di 'fuori' e constatavo ke la maggior parte erano/sono brave persone. Ciò ke invece mi condizionava maggiormente era proprio il cardine della vita eterna...ma per fortuna crescendo mi sono svegliata ed ho iniziato a ragionare con la mia testa e a nn prendere tutto per oro quello che luccica. Mi ci sono voluti un paio di anni per prendere una decisione definitiva...ma poi c'è l'ho fatta..nn è stato facile perché continuavano a cercarmi...ma dopo qualche tempo tutto si è calmato..oggi sono felicissima di aver deciso di 'togliere' la porta da quei cardini..ovviamente ognuno è libero di scegliere se 'attaccare' o no la propria porta ad altri cardini, io personalmente la penso come te lelvira, l'ultima cosa ke farei sarebbe rientrare in un recinto...auguro a più TdG possibili di aprire gli occhi e la mente...un saluto a tutti voi

      Elimina
  9. Benvenuta Lucilla... è stato un percorso duro e difficile.

    Qualcuno leggendo il blog può leggere in alcune parole rabbia e risentimento, ma io personalmente non mi sono mai sentito così bene e così sereno da quando ne sono uscito. Vorrà pure dire qualcosa...

    Tutta questa gioia e questa serenità propagandate sulle riviste e nel broadcasting servono più per un auto-convinzione che altro.

    Se la "verità" sanasse davvero molti affanni emotivi, come mai i TdG ricorrono in massa agli psicofarmaci? (i più bigotti ed indottrinati ovviamente, chi vive una doppia vita sembra essere più sereno...)

    RispondiElimina
  10. Grazie John.,concordo pienamente con te...anche io nn mi sono mai sentita così bene e tranquilla da quando ho preso quella decisione...senza mai nessun rimpianto.....ed è vero molte TdG che conosco ,emotivamente sono sofferenti...nn stanno bene con se stesse..qualcosa vorrà pur dire...l'augurio è che trovino la ' nostra' stessa serenità!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È appagante la bella sensazione di chi se ne andato dalla WT!! Decisamente bella sensazione, si torna a vivere!

      Elimina
  11. Andate su geova.org ...e leggete l intervista ad un TDG che lui e sua moglie dopo anni hanno lasciato ...L intervista si intitola : pastore con tutta l anima....merita veramente di leggerla.

    RispondiElimina
  12. abbiamo tutti dei cardini "mentali" che ci limitano, ma non permettiamo ad altri di limitarci ancora di più mentre essi si inventano dottrine ed obbligano altri a rispettarle con la forza del ricatto (ostracismo)...

    RispondiElimina
  13. Esempio calzante della porta.
    Spesso pensiamo di essere liberi ma quelle regole e insegnamenti rimbombano nella nostra mente e quindi anche se rifiutiamo alcuni insegnamenti taciamo e continuiamo ad agire incosapevolmente come siamo stati indottrinati.
    Il periodo di inattività è un percorso che aiuta l'individuo ad analizzare e a saper rimettere in ordine la propria vita in quanto essa è stata manipolata da pensieri altrui.
    L'essere Testimoni di Geova annulla il proprio IO o meglio il libro arbitrario,dono che ci ha dato il nostro Creatore.
    Il percorso è ancor più duro quando si hanno parendi radicati fra questa organizzazione.
    Dico questo per esperienza personale,ma bisogna staccare quei perni che per anni ci hanno legati non a un Dio ma al culto di uomini che hanno dettato assurde regole manipolando e modellando insegnamenti di origine divina.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. prego firmarsi o il commento non verrà pubblicato :-))

      Elimina
    2. Buona serata.. mi ero dimenticato.
      Saluti da Cosimo.

      Elimina
    3. Il timore di morire ad armagheddon vien spesso instillato nelle menti dei tdg e anke nei bambini..il cartone di "lele",dove il padre riprende i figli perke non prestan attenzione alle adunanze. E cita il diluvio,che se Noè e i suoi figli nn avessero prestato attenzione, sarebbero morti...saluti da Giuseppe

      Elimina

E' OBBLIGATORIO INSERIRE NEL CAMPO Nome/URL (selezionato dal menù "commenta come...") UN NICK con cui firmarsi. Non usate termini scurrili, insulti, calunnie, incitamenti all'odio razziale ed alla violenza, e NON menzionate la persone per nome o cognome reali. Sono vietati lo spamming, il copia-incolla ripetuto, i link a siti non approvati dalla redazione, i messaggi provocatori.
Altrimenti i post non saranno pubblicati o verranno cancellati.
La moderazione dei commenti è insindacabile ed a cura della redazione del blog. Se i vostri commenti non vengono pubblicati potete chiedere spiegazioni scrivendo alla redazione (vedi "come commentare" in alto nella colonna a sinistra)

Grazie

L'indirizzo email del blog lo trovate in fondo alla pagina (non nella visualizzazione per cellulari)

ARCHIVIO

.