Usando questo sito, dichiarate di aver letto il Disclaimer e le norme sulla Privacy relativa ai contatori Shinystat e whos.among.us


Per capire come "nasce" questo blog, leggere le pagine info sul blog nella colonna a sinistra
Un
archivio del blog, con tutti i post fino ad oggi pubblicati, elencati per mese, lo trovate in fondo alla pagina

NORME relative ai commenti alla pagina "COME COMMENTARE"

“Non c’è nulla di male se una persona cerca di confutare gli insegnamenti e le pratiche di un gruppo religioso che ritiene in errore”. (Svegliatevi! 8 settembre 1997, pagina 6)

giovedì 22 settembre 2016

Nascondersi dietro la Bibbia



QUANDO CI SI NASCONDE DIETRO I VALORI MORALI

Nel mondo esistono migliaia di religioni e sètte diverse. Ognuna col proprio credo e con i propri riti. Ma solo alcune vengono riconosciute pubblicamente dai governi nazionali così da poter stringere concordati o accordi con essi per esercitare il proprio culto.
La Congregazione Cristiana dei Testimoni di Geova è una di queste religioni riconosciute. In Italia i suoi ministri di culto approvati dallo stato, hanno la possibilità di celebrare matrimoni legalmente validi e di visitare i detenuti nelle carceri per dispensare conforto religioso. Gode di alcuni benefici fiscali, come la possibilità di ricevere il 5 per 1000 del gettito IRPEF da parte di coloro che ne fanno richiesta in dichiarazione dei redditi. L'organizzazione ha anche la possibilità di chiedere ai vari comuni dello stato Italiano l'uso di terreni idonei per fabbricare i propri edifici di culto. Esiste uno statuto dei Testimoni di Geova depositato ufficialmente negli uffici preposti.

Il tutto con lo scopo dichiarato di diffondere messaggio e valori "cristiani". Se ci pensiamo bene, però, essi non sono gli unici a farlo. Non hanno il diritto di copyright sulla Bibbia...

Ce ne siamo mai resi conto?

Questa premessa è necessaria perchè di seguito pubblichiamo un articolo sulle "psicosette". Rammento ai lettori che definire sètta una religione riconosciuta costituisce vilipendio punibile per legge. Però ci sono delle analogie tra le dottrine e delle procedure attuate tra i TdG che sono molto simili a quelle di altri gruppi religiosi. Vediamo il perchè...



NELLA GIUNGLA


Negli ultimi decenni nel mondo occidentale si è diffuso il fenomeno delle cosiddette psicosette. Non è facile dare una definizione di cosa sia una setta, per cui la definizione precisa di psicosetta è ancora più difficile, dato che spesso si tratta di gruppi fludi, che si formano e si modificano rapidamente.
Una definizione operativa, cioè utile per lo scopo pratico di questo articolo (informare e mettere in guardia) può essere la seguente: “psicosetta è qualunque gruppo che usi tecniche di controllo mentale e tecniche di reclutamento ingannevoli”.
Il fenomeno, nato negli USA, si è diffuso rapidamente ed è presente anche in Italia.

Dal sito internet http://www.assotutor.it/psicosetta.htm, (l’associazione Tutor assiste le vittime di plagio e manipolazioni mentale):
Il 29 Aprile 1998, dopo circa due anni di indagini, Giorgio Napolitano, allora Ministro degli Interni, ha inviato alla Commissione per gli Affari Costituzionali della Camera dei Deputati del Parlamento Italiano un rapporto del Dipartimento di Pubblica Sicurezza intitolato "Sette religiose e nuovi movimenti magici in Italia". In questo rapporto, nella classificazione delle sette si fa esplicito riferimento ad una categoria denominata "psicosette".
Il rapporto afferma che in Italia esistono "movimenti per lo sviluppo del potenziale" (self-improvement), detti anche "psicosette".
Secondo il Dipartimento di Pubblica Sicurezza queste sono le sette degne di maggiore attenzione, in quanto principalmente su di esse si accentrano le accuse di destrutturazione mentale e d'indebito arricchimento ai danni degli affiliati.
E' un dato ormai acquisito, sulla base di testimonianze prestate da molti fuoriusciti e di accertamenti condotti da organi di polizia giudiziaria, che taluni movimenti, specialmente le "psicosette", sia nella fase di proselitismo che in quella d'indottrinamento degli adepti, ricorrano a sistemi scientificamente studiati per aggirare le difese psichiche delle persone irretite, inducendole ad un atteggiamento acritico e all'obbedienza cieca.
Si utilizzano meccanismi subliminali di fascinazione e il cosiddetto "lavaggio del cervello" (brainwashing) o altri consimili metodi atti a limitare la libertà di autodeterminazione del singolo, allo scopo di reclutare nuovi seguaci e mantenere quelli già caduti nella rete.
Nella relazione del Dipartimento di Pubblica Sicurezza del Ministero degli Interni si afferma che questo risultato si otterrebbe imponendo un percorso articolato in tre tappe:
1) isolamento (allontanamento dalla comunità sociale e dal contesto familiare, "Love bomb", rimozione della privacy, dipendenza finanziaria); 
2) indottrinamento (rigetto dei vecchi valori, sottoposizione a letture di difficile comprensione, incoraggiamento all'obbedienza, al senso gerarchico, conformità, ecc.);
3) mantenimento (attività fisica prolungata, impegno mentale continuo e privazione del sonno, alimentazione poco equilibrata, pressione psicologica costante, induzione di senso di colpa e paura, ecc.).
Talvolta questi gruppi propongono seminari ed incontri di introspezione, incrementi di capacità, ecc.. Lo scopo può essere realmente raggiunto e questo rinforza la convinzione dell'adepto. I movimenti per lo sviluppo del potenziale umano, ovvero le psicosette, rappresentano una novità tutta occidentale, dove si condensano intuizioni psicanalitiche, proposizioni morali e metodologie pretenziosamente scientifiche. Si sono formate tutte nell'ultimo trentennio.
Le psicosette sono ritenute le più pericolose, perché sono capaci di operare una destrutturazione mentale negli adepti, conducendoli talvolta alla follia o alla rovina economica, per cui sono definite anche "culti distruttivi".
Le tecniche di manipolazione mentale sono state studiate dalla psicologa Margaret Thaler Singer, che nel suo libro Cults in Our Midst (1995) sostiene che le sette psicoterapiche forniscono un buon esempio di come i leader utilizzano le tecniche di persuasione psicologica, in modo particolare la manipolazione emotiva e la pressione dei pari.

A ME NON PUÒ SUCCEDERE?

E’ importante conoscere l’esistenza di queste associazioni e di questi meccanismi, perché tali associazioni hanno spesso una “facciata” rassicurante, presentandosi come centri di studio, di mutuo aiuto, nei quali il nuovo arrivato viene accolto con grande cordialità e manifestazioni di amicizia e circondato da interessamento e affetto (“Love bomb”). Spesso la persona viene introdotta nel gruppo da un amico o da un collega, per cui si instaura subito un rapporto di fiducia che rende difficile accorgersi dell’inganno. In seguito si inizia il programma di seminari, corsi di studio o percorsi di vita, naturalmente a pagamento; non si parla in genere di terapia, ma di “problemi”, di “crescita” interiore, di “percorso”.
Una volta instaurato questo rapporto di fiducia con uno o più membri della setta, si rimane sempre più invischiati nella rete.
Tutti hanno avuto periodi nei quali problemi esistenziali, personali, familiari o di lavoro hanno indotto una sensazione di solitudine, l’impressione di non essere apprezzati e considerati a sufficienza. Su questi sentimenti, tipici della natura umana, fanno leva tali associazioni. Mantenendo questa condizione di bisogno (e quindi facendo proprio il contrario di quanto dicono) si servono degli adepti per ottenere innanzitutto denaro, ma anche lavoro gratuito.
Un esempio di comunicazione manipolativa all’interno della setta potrebbe essere questo: la vittima ha espresso alcune perplessità sull’organizzazione; l’interlocutore potrebbe rispondere così (tra parentesi le mie osservazioni sulla comunicazione):
Davvero pensi questo? Peccato, mi dai un grande dolore, dopo tutto quello che ho fatto per te (colpevolizzazione); sai, lo dovrò dire anche a X e Y, e ne non saranno contenti (mancanza di privacy). Guarda che stai prendendo una brutta strada (attacco alla persona); forse non stai bene, ultimamente mi sembravi triste (suggestione negativa), non sarà che il tuo fidanzato (tua mamma, tuo marito) ti sta dando dei problemi (attacco agli affetti familiari)? A me puoi dirlo, lo sai... 
Oppure: Evidentemente, dopo tanto tempo, non hai ancora ben chiari gli obiettivi (attacco alla persona: il concetto non viene messo in discussione, è la vittima che non capisce); dovresti studiare/meditare/pregare di più. Se vuoi, sono disponibile ad aumentare i colloqui (oppure: la settimana prossima inizia un corso, ormai è tutto prenotato, ma vedrò di inserirti in qualche modo)”.
Non c’è confronto di tesi o di idee, solo colpevolizzazione e svalutazione della persona, che si sente sempre più confusa e “sbagliata”, prova vergogna e disagio.
Se la vittima si arrende e chiede scusa o cambia opinione, viene riaccolta nel gruppo con gioia, sollievo e manifestazioni di affetto.

Esempi negativi del cattolicesimo

Un esempio letterario molto bello del potere della manipolazione mentale è quello della manzoniana Gertrude dei Promessi Sposi, la famosa Monaca di Monza, che si ispira a un fatto realmente accaduto.
La giovane (16 anni) era destinata a diventare monaca nell’interesse della famiglia, mentre in realtà non aveva nessuna vocazione per la vita claustrale. Fin da piccola le erano state regalate bellissime bambole vestite da monaca, ed era stata allevata per anni all’interno di un convento, dove alcune suore, istruite dalla famiglia, le prospettavano un luminoso futuro da badessa.
Dal momento che la scelta della monacazione doveva essere volontaria e che la Chiesa, proprio per evitare forzature da parte dei familiari, prevedeva vari passaggi, la giovane viene indotta passo passo ad effettuare una scelta che le ripugna.
Ogni movimento in direzione contraria è sanzionato col disprezzo e la colpevolizzazione da parte dei familiari, soprattutto del padre, mentre ogni cedimento della fanciulla riceve la più entusiastica approvazione. Gertrude, isolata dalle consimili, desiderosa dell’affetto dei familiari, messa davanti a situazioni apparentemente senza altra via d’uscita (ormai hai detto di sì una volta, se ora dici di no disonori te stessa e la tua famiglia) alla fine cede, e si avvia al suo tragico destino.
Manzoni descrive magistralmente questo processo di manipolazione, che è antico quanto l’uomo: le psicosette non hanno inventato nulla di nuovo, ma sfruttano per i loro fini il desiderio di essere accettati e amati e di vivere con serenità, che è implicito in tutti noi, e che ci rende pertanto vulnerabili ma anche umani.



 * * * * *
Chi è perspicace, noterà analogie simili ai primi contatti con l'organizzazione (love bolbing), allo studio biblico (indottrinamento con domande e risposte - se contraddici non fai "progresso"), alla frequenza assidua alle adunanze (altra forma di manipolazione del pensiero - non puoi dire come la pensi), all'esortazione a spendere tante ore nel ministero (privazione del tempo libero - continue esortazioni a ridurre il lavoro e impegnarsi nell'opera), alla segnatura, alla disassociazione, al pentimento, ai sensi di colpa indotti da riviste e discorsi... (sistema punizione - premio) il tutto trova abile giustificazione citando allo scopo "versetti" scelti ignorando spesso il contesto in cui furono scritti. Così l'autorità non è più dell'organizzazione ma della Bibbia stessa, e chi dissente verrà additato quindi come "nemico di Dio".
Si passa poi a questioni più pesanti in cui è in gioco la vita stessa (trasfusioni quando sei in pericolo di vita, mettersi contro un governo totalitario fino ad essere giustiziati per un "intendimento" mutabile nel tempo). Ti convincono che questa è la giusta "volontà di Dio", ma a chiunque sano di mente ciò appare ovviamente come pura follia dovuta a fanatismo della dottrina.




* * * * *




Stai leggendo questa pagina da un cellulare?



oppure:








28 commenti:

  1. Elementi comuni a molte religioni: altre considerazioni di natura psicologica

    RispondiElimina
  2. Più leggo articoli come questi, più mi chiedo come ho fatto a tenere il mio cervello chiuso in una scatola per più di vent'anni.
    La manipolazione mentale è evidente sotto ogni punto di vista.
    La cosa più odiosa è che anch'io da anziano ho fatto leva mille e mille volte su i sensi di colpa, mi odio per questo, chissà che danni che ho causato, seppur in buona fede, ma sempre danni restano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Saulo caro, sbagliare è umano, perseverare quando si è consapevoli che ciò che si fa, è in onor dell uomo è sfacciatamente diabolico. Io l'ho detto chiaramente ad un anziano che stimo molto nonostante sia ancora nell'incarico. Chissà se un giorno capirà o ha già capito e gli manca la forza ...non saprei e non sta a me giudicare. Ti chiedi delle cose a cui solo oggi puoi dare una risposta. Io dopo 46 anni....meglio tardi che mai... forza a tutti vi voglio bene anche a coloro che oggi sono ancora in gabbia...Grazie a blog come questo la speranza non si spegne.

      Elimina
    2. Ciao Saulo anch'io per 15 anni come anziano ho installato sensi di colpa in migliaia di persone,avendo pronunciato discorsi anche in assemblee di distretto. Oggi vorrei risalire su quei podi e chiedere pubblicamente scusa per quello che ho propinato come verità scrittura li e divine. Me lo permetteranno?

      Elimina
  3. Non sono così sicuro che definire una religione "setta" sia vilipendio: https://it.wikipedia.org/wiki/Vilipendio_della_religione

    C'è qualche sentenza al riguardo?

    RispondiElimina
  4. Ciao Saulo....è la vita, non si finisce mai di imparare e di conoscere, farsi dei sensi di colpa non serve a nulla , tutto va presa come un esperienza di vita , e dal esperienze si impara a crescere e a maturare ....il problema umano è il suo grande limite, che purtroppo ci si deve convivere fino alla morte.

    RispondiElimina
  5. Chiedo scusa se scrivo una richiesta fuori luogo. Ho bisogno di qualche consiglio da chi ha più esperienza di me. Quale mail posso contattare x scambiare 4 chiacchiere cortesemente?
    Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. quella del blog è in fondo alla pagina. Se hai richieste di email di altri utenti, devi sempre indirizzare la richiesta alla mail in fondo alla pagina

      Elimina
  6. Tutto vero! In queste settimane in cui ho parlato con gli anziani per dissociarmi,è proprio quello che si è cercato di fare con me. Sollevare dei sensi di colpa per farmi 'rinsavire'. Contro chi conosce queste manovre psicologiche molto subdole, si rivelano disperati e nauseanti tentativi. Comunque,io credo che sia la stessa Bibbia(e qui non voglio offendere la sensibilità di chi ci crede ancora) per come sia stata tradotta(deliberatamente falsa) dai potenti ad avere quegli obiettivi sordidi di sottomissione delle masse ancor prima di tutte le denominazioni che da essa discendono.
    chris

    RispondiElimina
  7. Ciao a tutti,vi leggo e condivido appieno i vostri sentimenti..anch'io mi domando sempre perché non ho saputo prima certe cose,poi penso che è un percorso di vita che dovevo fare come ognuno di noi qui,spero tanto che chi si affaccia al blog trova il coraggio di continuare ha cercare le risposte di non fermarsi ha leggere solo le riviste della wt ma ad allargare la propria mente e affrontare argomenti che ci riguardano da vicino è la nostra vita non possiamo e non dobbiamo permettere a nessuno di manipolarla senza che nessuno ci dica come dobbiamo comportarci ,e la nostra coscienza che ci dice di fare la cosa giusta la libertà di esprimere quello che di buono c'è in noi.Ci hanno solo ingannato e fatto credere che questa è la strada giusta ma giusta x chi?per loro che si vogliono riempire le tasche con i nostri sacrifici? Se il figlio di Dio non sapeva ne anche dove adagiare la testa..perciò cari fratelli non vi fate condizionare accertatevi di ogni cosa..e con questo vi saluto calorosamente buona serata a tutti

    RispondiElimina
  8. L,articolo coglie in pieno la triste realta della natura adescatrice della wt,tutti gli espedienti messi in campo di ordine psicologico,volto a carpire l'animo umano sono pianificati da registi formidabilmente intessati a potere e soldi, connubio che li tiene sul mercato e necessita di neofiti a volonta'. Grazie a voi tutti che ne parlate, questo aiuta a capirsi, riflettere e organizzarsi di fronte all'imbroglio! vi saluto sinceramente.

    RispondiElimina
  9. Io ringrazio questo blog, che danno voce a tutti fratelli come anche altri blog che ci hanno permesso di condividere pensieri ed esperienze, io considero Internet la mano di Dio in quanto negli anni 80 non c'era la possibilità di comprendere cosa c'era dietro l'organizzazione in quanto le informazioni erano minime e ci venivano negate facendoci credere che informarsi dell'organizzazione tramite altre pubblicazioni era apostasia quindi non ci si poteva informare. Grazie ad Internet oggi abbiamo la possibilità di conoscere anche le cose più nascoste dietro l'organizzazione,tutti se vogliono possono accertarsi,tutti devono fare come i Bereani Che non prendevano per oro colato quello che insegnava l'apostolo Paolo, nessuno poteva mettere in dubbio che l'apostolo avesse lo spirito Santo eppure sì accertarono di ogni cosa ugualmente noi dobbiamo anzi abbiamo l'obbligo di accertarci della nostra organizzazione io dopo 40 anni ho avuto il coraggio di fare questo e ho avuto anche il coraggio di parlarne con gli anziani premetto che io sono stato anziano 20 anni, li ho affrontati e tramite le scritture ho dimostrato cose di cui non hanno saputo controbattere quindi quando non puoi rispondere alla verità l'unica soluzione è eliminarti con la Disassociazione. Sono contento di esserne uscito in quanto i testimoni di Geova stanno inconsapevolmente adorando sette uomini e non Dio . Ora io sono felice di servire Dio e Cristo e basta .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa piacere per te @occhiodifalco.
      Hai dimostrato coerenza e lungimiranza tanto quanto ne mostra l'oggetto del Nick che ti sei scelto.
      Si, io credo sempre più che Dio non sia nelle religioni, e che le religioni servano solo a formare gruppi, sette, congreghe, con il pensiero limitato da barriere invisibili che sono gli obblighi e i divieti imposti dai loro leader religiosi.
      La libertà, anche quella predetta dal Cristo, è tutt'un altra cosa...

      Elimina
    2. Buongiorno, Occhiodifalco.
      Ho seguito i tuoi interventi anche sul sito geova.org e li ho apprezzati moltissimo. Grazie per i tuoi preziosi contributi.
      Ti auguro una buona continuazione, nella speranza di conoscerti presto.
      Ryo

      Elimina
    3. Occhio di falco hai fatto la cosa giusta, è necessario usare le scritture, se uno ci crede, per controbattere con questi anziani farisei zelanti nelle direttive,ma non nella legge.
      Per usare una scrittura che di solito usa la WTA per dimostrare la propria giustizia:Qualsiasi arma formata contro di te non avrà successo,e qualsiasi lingua contro di te la condannerai .Questo è il possedimento ereditario ndei servitori di Geova, e la loro giustizia viene da me.(Isaia 54,7)
      Vedi, anch'io come te ho fatto dei confronti con i miei anziani e non hanno potuto dimostrare che mi sbagliassi alla luce delle scritture.
      Per adesso rimango ancora dentro, ma più il tempo passa... e piu stanno affondando...

      Elimina
  10. Tdg stanco
    Bravo Occhiodifalco per il coraggio di aver abbandonato la setta dei TdG.

    RispondiElimina
  11. Grazie per il vostro sostegno, non nego che mi è costato e mi sta costando molto in senso affettivo, devo ringraziare mia moglie che pur rimanendo Tg, mi manifesta particolare affetto capendo cosa sto provando e proverò per tutta la vita. Non poter stare con i miei nipoti, i miei cognati di cui avevamo un feeling non indifferente, pensare che da qui alla mia morte non potrò più stare con loro mi fa atrocemente male, pensare che ...se i miei figli vorranno seguire la mamma è diventeranno Tg e si sposeranno io non potrò accompagnarli nel giorno del loro matrimonio, non potrò essere presente alla loro festa ( anche se ho già avvertito mia moglie che quel giorno io sarò presente, il problema dovranno averlo gli altri e non io ) mi fa terribilmente male...prego che non si battezzino mai altrimenti sono cavoli. Mi chiedo...ma cosa gli dirà la loro testa in quanto sanno che io non mi farò più riassociare ( i miei suoceri ) ma si rendono conto che non mi vedranno più fino alla loro morte? Ecco perché dico che la religione dei Tg nasconde qualcosa di Satanico e non è facile togliersi il giogo di Satana specialmente se non te ne rendi conto. Pensano che tutto ciò che a che fare con Satana sia malvagio, ma non si rendono conto che Egli si trasforma in angelo di luce.
    In adunanza si fa più menzione di Satana che di Geova ( Yahweh) e Gesù.
    Provate a contare quante volte lo si menziona e rimarrete sbalorditi.
    Ok ho scritto troppo , un abbraccio a tutti e scusate lo sfogo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Basta vedere quante volte satana viene menzionato nella Bibbia , e quante volte viene menzionato nelle TW e nelle adunanze....fate voi i conti.

      Elimina
    2. Occhiodifalco il tuo sfogo e il tuo dolore è anche il nostro. Grazie per averlo condiviso con noi. Spero che i tuoi figli si facciano qualche domanda ...il mio se ne è poste diverse e alla fine ha deciso di non battezzarsi. Non ti nascondo che sono contenta della sua scelta. Ti saluto con affetto fraterno.

      Elimina
    3. Caro Occhiodifalco, l'ostracismo è il motivo che mi ha spinta a dare un taglio a tutto questo, sebbene la mia situazione non sia tragica, visto che non mi sono dissociata (per ora ho potuto stare tranquilla così, non so quanto durerà) e tutta la mia famiglia la pensa come me.
      Ma l'idea che degli estranei possano inserirsi in rapporti così delicati e per molti versi sacri, come quelli che intercorrono in una famiglia, è intollerabile.
      Ho già espresso molte volte come la penso al riguardo, non riesco a pensarci senza indignarmi.
      Se tua moglie ti capisce e ti sostiene con il suo affetto, troverete il modo di evitare i dolori peggiori, ma ugualmente è qualcosa di disumano che grida vendetta davanti a Dio.

      Elimina
    4. I bereani avrebbero fatto bene a diffidare dell"apostolo" Paolo..falso illuminato,misogino,impotente e impostore...mistificatore del pensiero cristiano abilmente miscelato con cultura greco romana pagana. Abile creatore della cosiddetta fede cristiana che tanto dolore e sofferenza ha arrecato all'umanità!!!

      Elimina
    5. che poi, molte cose attribuite a lui non le ha nemmeno scritte...che guazzabuglio!

      Elimina
    6. in queste ultime settimane si ha notizia di centinaia di fratelli e sorelle che smettono di associarsi con l'organizzazione, e di decine e decine di lettere di dissociazione che stanno arrivando agli anziani in giro per l'italia...

      Elimina
    7. la corda troppo tesa si spezza...

      Elimina
  12. tratto da facebook (parte prima)

    LO SFOGO DI UNA MADRE TESTIMONE DI GEOVA INATTIVA
    Ciao, credo che sto avendo una "crisi di coscienza" Sono stata una Testimone di Geova per 24 anni e ho cresciuto 5 figli insegnando loro che questa era la "verità".
    Ho iniziato a sentire che qualcosa non andava quando i miei due figli più grandi erano nella loro adolescenza e sono stati considerati "cattive compagnie", così gli altri ragazzi della congregazione dei Tdg sono stati incoraggiati a non trascorrere più del tempo con loro, e questo li ha ulteriormente spinti nella direzione che dovevamo pensare fosse sbagliata. Incominciarono ad evere "amici mondani". Quando se ne andarono via di casa siamo rimasti molto delusi perché non hanno scelto di essere Testimoni, e questo mi è dispiaciuto molto. Io sapevo però, che nonostante tutto i miei figli erano pur sempre dei bravi ragazzi. Mio marito e altri componenti della congregazione dei Tdg, sia a me che agli altri miei figli rimasti in casa ci volevano convincere a limitare i contatti con questi miei due figli andati via di casa, mi facevano sentire in colpa.
    Sentivo che avrei avuto la loro disapprovazione (perché non ero daccordo). Io volevo ancora essere una parte della vita dei miei figli! Questo andò avanti per anni.
    Quando a 15 anni mia figlia rimase incinta (da parte del figlio di un'altra famiglia Testimone di Geova), eravamo devastati, (lei era battezzata) gli anziani stabilirono che era pentita e non la Disassociarono, ma però la rimproverarono pubblicamente, in quanto durante un adunanza fecero una parte rivolta specificamente a lei, umiliandola pubblicamente. (dissi: "che cos'è questo")?!!! Due settimane dopo mia figlia maggiore si sentiva in colpa e ci confessò che aveva dormito con il suo ragazzo. Noi non conoscevamo questo ragazzo. Da buoni "genitori Testimoni di Geova" consigliammo di confessare tutto agli anziani. La ragazza lasciò il suo fidanzato, (fu molto difficile per lei fare questa scelta perché si sentiva che era innamorata di lui), ma che però voleva fare quello che era giusto. Con un comitato giudiziario incontrò gli anziani che con molta determinazione gli dissero che "loro" leggendo il suo cuore videro che la ragazza non era veramente pentita, quindi doveva essere Disassociata. Lei era così depressa per così tanto tempo che avevo paura che potesse farsi del male. Ha perso tutti i suoi amici di tutta una vita, e questo è stato crudele!!!
    Lei viveva ancora con noi e il nostro rapporto non è cambiò .
    Mia figlia frequentava tutte le adunanze, faceva tutto quello che ha prometteva di fare. Ad un certo punto ci misimo a fare delle ricerche, non trovammo nulla di scritturale in tutto ciò. Passo' del tempo prima che potesse essere reinserita..... L'abbiamo incoraggiata a scrivere lettere entro pochi mesi. Dissi che se fosse pentita, perché far passare ancora del tempo a farla soffrire? Ma gli anziani pretendevano ancora più pentimento ???? Quando scrisse la prima lettera, l'anziano gli rise in faccia dicendo che era andata presto !!! Si sentiva come se tutto stesse accadendo lei. Ogni giorno marcava il calendario contando i giorni da quando era stata Disassociata. Lei si sentiva devastata !!! Noi la incoraggiavamo sempre e lei continuava a fare quello che doveva, scrisse un'altra lettera in un paio di mesi, rifiutata nuovamente. In uno degli incontri che avevano con lei le avevano detto che stava facendo tutto ciò che doveva, ma aveva bisogno di vestirsi più modestamente. Andammo a fare shopping per cercare di scegliere dei vestiti che potessero piacere a loro, questo fu costoso !!! Nel frattempo nostra figlia più giovane, dal momento che lei entrò nella Sala del Regno a 15 anni di età in stato di gravidanza senza sposata, vedendola i Testimoni di Geova, alcuni si strinsero la testa e dissero: "che vergogna"!!!.... e il ragazzo che era il padre del bambino non essendo battezzato non ebbe alcuna ripercussione.

    (segue)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. tratto da facebook (parte due)


      Dopo circa un anno gli anziani finalmente si decisero a Riassociare mia figlia di 18 anni. Passarono 3 anni da questi eventi, sono successe tante cose.... queste cose mi hanno fatto riflettere, mi sono chiesta se questa era davvero l'Organizzazione di Dio ?????
      Non posso parlare con nessuno dei miei dubbi, ma mio marito sa come mi sento, mi ama molto e rispetterà i miei sentimenti, anche se non completamente d'accordo con essi. Frequento ancora le adunanze, ma sento che sarei un ipocrita se uscissi in servizio, sono ormai quattro mesi che non vado. So che gli anziani e altri della Sala del Regno sono sempre interessati a me, stanno cercando di farmi pressione per andare in servizio. So che presto mi chiameranno gli anziani per una visita pastorale. Non sono sicura di quello che dirò loro.
      Voglio solo dire ai miei figli: "Mi dispiace". Ho pensato che stavo facendo la cosa giusta. Mi dispiace che non hanno più amici d'infanzia, che non hanno potuto fare sport, ecc.... Mi dispiace che dovevano sentirsi inadeguati e colpevoli, come me, che per anni mi sono sentita in colpa, autoaccusandomi che non potevo mai essere una buona Testimone di Geova, sentivo che non facevo mai abbastanza)". Mi dispiace aver fatto sentire loro una delusione per noi genitori.
      Lo so, dire "Mi dispiace" non è abbastanza, ma mi dispiace !!! Io amo molto i miei figli e ho cercato di essere una buona madre per loro, sono persone meravigliose ed io sono orgogliosa di essere la loro mamma !!!
      Beh, questa è la prima volta che ho espresso pienamente queste cose. Ci si sente bene! Ci sarebbe molto di più da dire.... vi ringrazio per avermi letta. Grazie.
      D G

      FINE

      Elimina
    2. Boh boh! Che incubo! Quanta sofferenza gratuita. A raccontare non sembra neanche vero che questi pseudopastori credano in Dio... ah scusate... già è vero...ci son loro che sono più di Dio. Sanno quando uno è sinceramente pentito, quando no, quando uno è spirituale, quando te la devono far pagare, come devono fare x farti star male, farti sentire inadeguato ecc...
      Mi dispiace tanto x chi ancora è costretto a frequentare questa farsa.

      Elimina
  13. Esiste il libero arbitrio?

    Approccio scritturale: ma questa espressione esiste nella Bibbia?

    Se noi diciamo "la trinità non esiste perché non vi è nemmeno la parola nella Bibbia", per logica....
    In effetti l'espressione viene menzionata UNA volta e attribuita (esclusivamente ) a Geova. (Traduzione TNM ovvio, ma va a capire in lingua originale). Vuoi vedere che è una qualità suprema appannaggio di Dio al pari dell onnisapienza?

    Un approccio "se mangi ti metto nei guai" sembra più una soppressione dell'eventuale libero arbitrio.

    Ma se il libero arbitrio è una favola wts (e non solo wts , quindi comune alle false religioni) allora Gen 2:17 prende tutto un altro colore.

    Ragionevolmente potrei accettare l'idea che Dio stesse semplicemente guidando (premurosamente) l'uomo nel miglior modo di vivere. Proprio come noi diremmo al figlio "se non finisci i compiti, non avrai il dolce"

    Guidiamo il figlio perché abbiamo un quadro più completo. E non è previsto che il figlio non faccia i compiti.

    Approccio di osservazione della realtà:
    Il libero arbitrio non esiste.
    Quando noi pensiamo di fare una scelta in realtà si mettono in moto meccanismi acquisiti che ci ripropongono sempre gli stessi schemi (mentali e) comportamentali. Sempre.
    Chiedete a una persona che vorrebbe dimagrire se ha libertà di scelta?
    Allora saremmo tutti magri e snelli.

    Alcuni di questi meccanismi sono stati acquisti nell infanzia altri appartengono ad una memoria collettiva e arcaica (desiderio di procreare)

    Ne conseguenze che noi non scegliamo. Mai. Mi chiedo com'era stato creato Adamo in origine.

    RispondiElimina

E' OBBLIGATORIO FIRMARSI CON UN NICK (QUALSIASI) Non usate termini scurrili, insulti, calunnie, incitamenti all'odio razziale ed alla violenza, e NON menzionate la persone per nome o cognome reali. Sono vietati lo spamming, il copia-incolla ripetuto, i link a siti non approvati dalla redazione, i messaggi provocatori.
Altrimenti i post non saranno pubblicati o verranno cancellati.
La moderazione dei commenti è insindacabile ed a cura della redazione del blog. Se i vostri commenti non vengono pubblicati potete chiedere spiegazioni scrivendo alla redazione (vedi "come commentare" in alto nella colonna a sinistra)

Grazie

L'indirizzo email del blog lo trovate in fondo alla pagina (non nella visualizzazione per cellulari)