Usando questo sito, dichiarate di aver letto il Disclaimer e le norme sulla Privacy relativa ai contatori Shinystat e whos.among.us.

Un archivio del blog, con tutti i post fino ad oggi pubblicati, elencati per mese, lo trovate in fondo alla colonna centrale.

NORME relative ai commenti alla pagina "COME COMMENTARE".

“Non c’è nulla di male se una persona cerca di confutare gli insegnamenti e le pratiche di un gruppo religioso che ritiene in errore”.
(Svegliatevi! 8 settembre 1997, pagina 6)

"Nessuno dovrebbe sentirsi obbligato a seguire una forma di adorazione che considera inaccettabile o a scegliere fra le proprie credenze e la propria famiglia."
(Svegliatevi! Luglio 2009 p.29)


giovedì 12 luglio 2018

Psicologia settaria: aspetti che a volte sfuggono


A forza di ripetere incessantemente gli stessi concetti in famiglia e alle riunioni religiose, non si pensa quasi mai a quali aspetti sono comuni a tutte le sètte religiose. Vediamone alcuni.



" La teoria del confronto sociale (Festinger, 1954), confermata dalle ricerche di Major (1994), spiega l’influenza esercitata dagli altri membri del gruppo affermando che paragonando se stessi agli altri, gli adepti trovano legittimazione e conferma alla correttezza del proprio comportamento. In particolare, guardiamo al comportamento altrui e lo prendiamo per buono quando siamo dubbiosi e/o la situazione è ambigua (principio della riprova sociale), il che significa che anche se un adepto avesse qualche dubbio, gli basterebbe guardare gli altri* per risolvere l’incertezza, rafforzando una sorta di “ignoranza collettiva”.

La propria indipendenza e il personale modo di pensare, vengono quindi presto sostituiti da un pensiero collettivo che offre la possibilità di sentirsi in armonia con gli altri e di trovare soddisfazione ai propri desideri di salvezza, anche se ciò comporta la deformazione della realtà. Inoltre le gratificazioni, sotto forma di approvazione, appoggio e attenzioni, sono sicuramente un rinforzo alla creazione di una nuova identità."

*(Nei Testimoni di Geova le continue dimostrazioni sul podio dove vengono presi a modello solo i più ubbidienti, pionieri, nominati e volontari...)

La SANTIFICAZIONE degli appartenenti e la DEMONIZZAZIONE degli esterni o uscenti.

"Cialdini a tal proposito ha coniato il termine “granfalloon” per indicare un processo psicologico che si attiva quando si ha la consapevolezza di appartenere ad un gruppo...
La percezione di essere parte di qualcosa viene utilizzata per suddividere GIUSTO/NON GIUSTO...

Le differenze tra i gruppi vengono esagerate, mentre la somiglianza tra i membri sono enfatizzati. Questo crea quindi una netta distinzione fra in-group (chi è un adepto) e out-group (**chiunque non faccia parte della setta): ogni membro per raggiungere la desiderata “salvezza promessa” non deve far altro che comportarsi secondo le regole dell’in-group.

Un comportamento DIVERSO è considerato inconcepibile, frutto di forze avverse. Tutte le informazioni che possono contrastare quelle diffuse fra gli adepti vengono etichettate come “DIABOLICHE” e questo induce ad una loro efficace censura. I messaggi dall’interno, invece, vengono ripetuti continuamente: diventati familiari, acquisiscono VERIDICITA'.

**(Nei Testimoni di Geova la demonizzazione dei disassociati e il pregiudizio verso le "persone del mondo")

ORDINI PARADOSSALI E DOPPI LEGAMI

"Chi entra a far parte di una setta, quindi, se mettesse in dubbio un ordine o un compito assegnato, sarebbe costretto forse a mettere in discussione ciò che vi è all’origine, creando un disagio insopportabile (“dissonanza cognitiva”; Festinger, 1957: “un individuo che attiva DUE IDEE o COMPORTAMENTI che sono tra loro INCOERENTI, si trova in una situazione emotiva insoddisfacente”), tutto viene così razionalizzato e giustificato."



La setta SEDUCE.

TESTIMONIANZE ADEPTI: "***All'inizio stavamo BENISSIMO...non ci siamo mai divertiti tanto insieme...UNITI con tante altre persone...".
La seduzione della setta sono proprio TUTTI I VANTAGGI che apporta, sia psicologici e sociali che materiali...ma a che prezzo...QUANDO IL PREZZO SONO I DIRITTI UMANI E LA LIBERTA'?

***(Nei Testimoni di Geova spesso si ricordano i primi anni da proclamatori come i più belli e spensierati...)



La trappola del "SORRISO CALMA E PERDONO".

Questa FILOSOFIA MEDIATICA DIFFUSA E PROFUSA "dell'ACCONTENTARSI", di sorridere sempre, di non arrabbiarsi (1) mai e perdonare incondizionatamente, anche mentre ti stanno calpestando a morte notte e giorno senza sosta e pentimento... se sei DAVVERO "BUONO"...
Non solo, ma in OCCULTO, mentre si professa in pubblico questa comoda CALMA PIATTA AQUIESCENTE...si ordina di calpestare a morte notte e giorno senza sosta per PUNIRE CON VEEMENZA E VOLTO ARCIGNO chi NON SI ACCONTENTA...e sottomette e subisce..

(1)(Nei Testimoni di Geova questa pratica è più soft, ma spesso coloro che non si "allineano" alle direttive locali o generali vengono consigliati "con amore" salvo poi essere "segnati" o giudicati compagnie poco "edificanti" e essere bastonati psicologicamente. Ma ogni volta che entri in sala ti sorprendono sempre con sorrisi dolci e tranquillità...)

_______________



fonte del testo: http://www.barbarazanninoni.it/bravIh/psicologia-settaria.html
















Stai leggendo questa pagina da un cellulare?





indirizzo email dell'amministratore del blog:


37 commenti:

  1. Aspetti su cui riflettere...

    RispondiElimina
  2. I "vantaggi" e l'immensa felicità di appartenere alla setta vengono ripetuti fino alla nausea. La parola "gioia" viene spalmata in tutti i discorsi. Più ti impegni per Geova, ovvero per l'organizzazione, e più sarai felice. Se sei infelice allora devi fare di più perché altrimenti sarai ancora più infelice. Le giovani menti sono quelle più soggette a propaganda. In un ultimo video una giovane dice "sapevo che questa era la verità (a indicare che su ciò non si discute) ma avevo delle domande(mai dubbi)..." per rispondere alla sue perplessità la giovane del video non fa ricerche personali obbiettive rivolgendosi a fonti neutrali ma chiede ai genitori di poterla aiutare(o meglio condizionare) per trovare le risposte preconfezionate nelle pubblicazioni della società. Dopo questo "consulto" la giovane attrice pronuncia da copione la frase "allora non avevo più dubbi...". Se hai il dubbio che qualcuno ti stia truffando chiedi ancora a quella stessa persona se ti sta truffando, la persona ti dirà che non ti sta truffando e allora non avrai più dubbi...

    RispondiElimina
  3. Nella mia esperienza ho trovato dopo che dopo aver preso posizione circa "la verità" insegnata dall'organizzazione, che solo con poche persone le cose sono andate avanti come prima.
    E tutte queste poche persone non erano state "cresciute nella verità".
    Veramente dopo anni ricordo ancora le parole che mi disse una donna prima di dissociarsi" sei tu una brav'uomo,perché nei testimoni di Geova non ci sono brave persone ".
    Anche se ritengo che questa valutazione sia un po esagerata, ma corretta.
    Sostanzialmente entrando tra i tdg,se una persona aveva dei buoni valori, potrebbe mantenerli,ma chi aveva egoismo e pregiudizio,senz'altro trova nella wts un terreno fertile.

    RispondiElimina
  4. Antonio ex Rosario.13 luglio 2018 07:31

    Avere dubbi sulla wts e chiedere alla stessa,tramite genitori,anziani o chi per loro,di arsi aiutare a risolvere questi dubbi è come chiedere ad un truffatore se ti sta truffando.@Ottusangolo,grazie ottimo esempio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' come chiedere all'oste se il vino è buono!! Cosa vuoi che ti risponda??

      Elimina
  5. Ero davanti l'ospedale civile di piacenza. C'erano questi due testimoni gi geova tutti belli sorridenti con la cravatta davanti l'entrata a sorvegli are l'espositore delle riviste. Credo siano stati li tutta la mattina a perdere del tempo.....ma non si verogano? Nell'ospedale si corre come dei matti perché mancano i barellieri e questi qui fanno le belle statuine fanatiche. ....? Ma dove ê arrivata l'intelligenza umana ?
    Pier

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non si vergognano perchè ci credono ..quando credi in una cosa la fai volentieri...il problema sorge quando cominci a diventare consapevole e aprire gli occhi , allora si che senti il caldo e la stanchezza come negli stadi alle assemblee sotto il sole a 40 gradi.

      Elimina
  6. È proprio vero quello che hai scritto, grazie, mi ci sono rivista, specie quello che è scritto alla fine cioè che coloro che non si "allineano" (cioè io) alle direttive locali o generali vengono consigliati "con amore"(già quanti amorevoli consigli mi hanno inflitto) salvo poi essere "segnati"(dal podio) o giudicati compagnie poco "edificanti" e essere bastonati psicologicamente(tramite pettegolezzo che le mogli degli anziani sanno fare molto bene) Ma ogni volta che entri in sala ti sorprendono sempre con sorrisi dolci (già è per questo che ho smesso di andare in sala) Io sono una persona così vera che non sopportavo proprio più la falsità di chi si comporta in un modo quando gli altri fratelli non vedono e quando lo vedono fa mille sorrisini..FALSI FALSI FALSI loro e le loro maschere VERGOGNA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma hanno una falsità molto signorile ...la tecnica te la insegnano bene nella scuola.

      Elimina
    2. riflessivo, nei lungomari e passeggi estivi, quando espongono il trolley, con i 2 malcapitati di turno a fare le belle statuine, trovo "molto signorile" che la gente del mondo li eviti come la peste creando l'effetto DANGER-ZONE!! AHAHAHH

      Elimina
  7. Un altro aspetto psicologico è il "dovere" di far ruotare tutto intorno ai dettami della setta. Una cosa che trovo patetica, in questo senso, è il non potersi "rilassare" neanche in occasione del cosiddetto "svago". Non c'è una volta, almeno nella mia esperienza, in cui questo presunto "svago" non sia integrato da un lungo tempo dedicato alla preparazione della rivista...! Le adunanze potrebbero bastare, e non si tratta di essere più o meno spirituali, è semplice buonsenso. Invece perfino in "vacanza", sento di fratelli che passano le giornate "in servizio" nel luogo di villeggiatura. Molti non lo fanno, d'accordo. Ma è una delle tante dinamiche assurde. Siete in vacanza? E rilassatevi...!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma che rilassarsi? Ci si rilassa nel nuovo mondo no?.... e prima delle ferie ci sarà in sala il solito discorso sul non andare alle adunanze che ci sono più comode al mare per gli orari ma di informarci su quale congregazione ha bisogno del nostro aiuto....!!
      Quindi se vai in adunanza il giorno che magari piove e quindi non vai in spiaggia sei una cattiva compagnia comunque!! Va beh...

      Elimina
    2. Argomenti della visita sorvegliante ai miei tempi: I cristiani sono soldati nella guerra spirituale, quindi un soldato può permettersi di pensare ad andare in vacanza? Ma secondo voi Cristo pensava ad andare al mare a prendere il sole? Visti i giorni liberi, perchè non fare i pionieri in zone poco servite come l'Aspromonte calabro o il caldo Gennargentu sardo? Dato che dietro alla WT c'è la Coca Cola Company di Atlanta, questi son peggio dei giapponesi che regalano i giorni di ferie all'azienda.

      Elimina
    3. Questi erano invece gli argomenti dei miei tempi: adunanza con i pionieri regolari: tema le 2 monete che la vedova gettó nella casse del tempio. Quelle monete avevano un valore molto piccolo, all‘incirca l‘ottava parte di un passero. Applicazione moderna: sapete che 90 ore (allora era la quota richiesta per i pionieri regolari) sono l‘ottava parte di un mese che é composto da 720 ore? Quindi alla fine del mese le nostre 90 ore corrispondevano a quelle 2 insignificanti monete. Perciò forza, bisogna impegnarsi di più! Incredibile.

      Elimina
    4. Eppure io andavo in vacanza nella mia città d'origine,sul mare...ma le adunanze e il servizio dovevano essere al primo posto,specie per un nominato in carriera....se ci ripenso,non credo che fossi io....no mi devo convincere che non ero io,o ero malato di mente,ora guarito!

      Elimina
  8. Amantide religiosa13 luglio 2018 15:54

    Sappiate che non si può andare in vacanza dove si vuole bisogna scegliere posti adatti dove ovviamente ci sono sale nei paraggi una volta mi e'stato detto di evitare le crociere perché non e'possibile seguire le adunanze sulla nave e quindi mi hanno fulminato solo con lo sguardo in conclusione dobbiamo chiedere il loro benestare anche sulla scelta del luogo di villeggiatura poi dimenticavo che chiaramente e'stato ammalarsi troppo durante l'anno e fare troppe assenze pena la perdita di privilegi anche se sei un semplice uscire o microfonista la motivazione che viene fornita esche non rientri in certi parametri spirituali e che e'Geova che ti disciplina quindi devi subire e umilarti alla sua verga ma vi rendete conto di che malvagita'sono capaci questi individui senza il minimo senso di pietà e senza un minimo di sentimento riguardo al risvolto psicologico che una tale azione può avere sulla persona come essere umano dotato di sensibilità?

    RispondiElimina
  9. Ricordo un episodio che raccontava spesso mia madre per ricordarmi quanto i fratelli fossero speciali. Non era ancora nella “verità” quando rimase bloccata sulla strada. Una coppia si fermò e fece di tutto per aiutarla a proseguire il suo viaggio. Prima di salutarla però, la coppia tirò fuori due riviste mentre le diceva “è per questo che lo facciamo”. Solo ora a distanza di anni riesco a capire il significato di quelle parole perché anch'io come loro lo facevo “per questo”. Se dicevo a una signora che bei fiori ha nel giardino, non era perché mi piacessero particolarmente quei fiori, ma nella presentazione si diceva di fare questo ed era “per questo” che lo dicevo. Più parlavo della “verità” e più era probabile che avrei raggiunto le 60 ore, ed è “per questo” che lo facevo. Alle adunanze facevo commenti edificanti, erano importanti per aver privilegi che ti portavano avanti ed è “per questo” che per farli molto spesso mi costringevo. Il sentimento nasce dal cuore e non certo “per questo”, nasce spontaneo come un semplice gesto. Questa “verità” mi ha aiutato ad essere migliore nella falsità.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E si Ottusangolo,
      come quelli che restituiscono il portafoglio trovato o sono diligenti sul luogo di lavoro.

      E sapete qual’è il vero dramma??
      Che questo meccanismo che a un fuoriuscito appare come una pessima falsità, è invece un motivo per rinforzare la credenza che la “verità” ti rende migliore.

      Ho provato a fare questo ragionamento della “falsità” nella “verità” ma mi è stato risposto
      “”È appunto perché uno diventa una persona migliore che si può dire che questa la verità!!””
      ...con occhi sgranati perché non capivano come mai ciò che per loro era una prova provata per me era motivo di allontanamento ...

      Capite il raggiro mentale?
      ....e la mia profonda frustrazione mentre tentavo di spiegarmi?? ....spiegarsi è inutile....

      Ogni religione pone davanti ai fedeli il bastone e la carota per motivarli (inferno/paradiso/karma, ecc)
      Inoltre sono tutti convinti di agire in maniera disinteressata. Che tristezza!

      ...posso solo dire che non mi prenderanno mai più...

      Elimina
    2. Brava Fenice, in alcuni ambienti spiegarsi non è soltanto inutile; spiegarsi è pericoloso!

      Elimina
    3. Ciao,posso capire la frustrazione,derivante dal non potere spiegarsi...purtroppo quando si tenta un approcio,con un indottrinato fanatico e'una battaglia persa..Personalmente,venni a sapere che i mie genitori dissero ad una testimone:Se non ho lo spirito di Geova,ho quello di Satana!!!Non ci sono mezze misure in questa organizzazzione,bianco e nera!!Poi dissero,se dovessi fare certi discorsi,mi avrebbero buttato fuori casa!!!Che amore fraterno e Paterno,verso un figlio,INATTIVO,che ragiona diversamente,fuori da dei binari prestabiliti!!questa religione,non tollera il libero pensiero,o la pensi come loro,in caso contrario si sarà ripresi amorevolmente,e poi disassociati per apostasia..con PIÙ amore di prima,cosi in sala ci sara'una mina vagante in meno...Che tristezza,mi sembra di fare parte di una organizzazzione omertosa,mafiosa!!!Se fai sapere certe varietà ti fanno fuori,famiglia compresa!!

      Elimina
  10. Tra i concetti che vengono ripetuti incessantemente tra i tdg c'è quello di suonare i campanelli quando le persone sono in casa, così nell'ultimo video “modifichiamo il nostro programma per la buona notizia” si incoraggia i testimoni a suonare i campanelli anche alle 9 o alle 10 di sera quando in italia il padrone di casa prima di rispondere al citofono di solito esclama “ma chi c...z è a quest'ora!”. Si parla di un padre che per dare il “buon” esempio in famiglia decide di non limitare il suo servizio solo al fine settimana, ma nonostante torni tardi da lavoro la sera, uscirà il lunedì, martedì e il venerdì. Saluterà i figli mentre mette la cravatta, probabilmente non riuscirà a portarli a letto ma almeno avrà dato la buonanotte al padrone di casa.

    RispondiElimina
  11. Il testo di apertura la cita la frase: "mettere in discussione ciò che vi è all’origine, creando un disagio insopportabile"

    E' proprio quì sta la questione delle questioni: l’”origine” è il bisogno di farne parte.
    Perchè si ha avuto il bisogno di entrare? perchè si ha (o si ha avuto) il bisogno di aderirvi in maniera sempre più profonda? Perchè si ha avuto il bisogno di crederci così tanto? Da cosa si voleva (o si vuole) ripararsi?
    Ricordiamo che tutto è (è stato) assolutamente volontario! E la WTS in sede giudiziale non dimentica mai di metterlo in evidenza.

    Si potrebbe aggiungere anche l'osservazione: come mai le difficoltà di abbandonare l'ambiente settario (o quasi tale) è direttamente proporzionale alle difficoltà che si incontrano nel relazionarsi con il mondo reale?


    E' ovvio che affrontare tutto ciò mette disagio, molto disagio. Perchè richiede un'indagine profonda di se stessi e il proprio rapporto con la vivente realtà. Richiede uno sviluppo di soggettività che proprio l'ambiente settario scientemente distrugge: la soggettività è definita "egoismo", "orgoglio": la persona concreta deve farsi piccola piccola nei confronti dei problemi della sua vita perchè sarà il suo "Creatore" a salvarlo se essa seguirà le "amorevoli" indicazioni dei "nominati" dal "Creatore".
    Ma questo essere "piccolo" non è l'umiltà intelligente è lo svilimento della soggettività.

    Molto spesso l'ira degli ex TdG (giustificata nella maggioranza dei casi) rivolta alla loro ex confessione è utilizzata (anche inconsciamente) come sostituto dell'indagine da compiere su se stessi del perchè vi hanno aderito e vi hanno accettato di continuare ad aderirvi.
    Prendersela solo con l'ex organizzazione è più facile per coloro i quali non sono stati abituati a sviluppare senza sensi di colpa un propria soggettività.

    Ma finchè non si comincia ad esplorare questa “origine” si continuerà ad esserne condizionati. Volenti o nolenti. Consapevoli di questo condizionamento postumo o meno.
    Del resto, un esempio di questo condizionamento postumo è il bisogno incessante, per taluni ex TdG, di frequentare tutti i Blog critici della WTS che trovano sul web senza curarsi di costruirsi una vita propria con relazioni vere nel mondo reale. Certi danno la sensazione che hanno sostituito la vita della congregazione con quella dei Blog anti-WTS, facendo una vita estremamente casalinga, e continuando a speculare sulle potenze “ultraterrene del Bene e del Male” (e magari i loro emissari internettati…) che nei loro pensieri hanno sostituito Geova e lo SFD.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno Ramiro, leggendo il tuo commento, con stupore mi sono identificata nelle ultime parole riportate. Da aprile non frequento più e da allora inconsciamente non provo più il desiderio di uscire di casa e sono alla continua ricerca di conferme di avere preso la decisione giusta. Come vedi questo blog ha sostituito la congregazione! Che tristezza!

      Elimina
    2. Per Moglie di Lot:

      Esci da casa, fatti una vita perché già te ne hanno rubata una parte consistente.
      Non si vive di congregazione e non si vive di blog, né pro né contro.

      Fortunatamente della tua vita puoi farne ciò che vuoi, nei limiti della legalità e della decenza. Puoi fare del bene ad altri e allargare le tue amicizie senza pregiudizi.

      Vivi!!! Non essere triste. Già è stato abbastanza triste essersi accorti di aver buttato gli anni migliori per compiacere una società immobiliare che non concede dividendi.

      Sii felice, Moglie di Lot e se ti giri indietro come la donna descritta nella bibbia, dev'essere solo per fare marameo a coloro che ti vorrebbero ancora prigioniera. - Simon Pietro

      Elimina
    3. Piccola parentesi sulla simpatica scena descritta da Simon Pietro: ma che razza di marito era Lot per lasciare indietro la moglie nonostante i ripetuti avvisi di pericolo?

      Elimina
    4. X complottista. In quelle regioni, l’uomo va sempre avanti e le donne sono,indietro. È la loro cultura. Oggi uguale ad esempio Islam, gli uomini devono camminare due passi avanti alla donna, se fosse al pari sarebbe considerato disonore per il marito...

      Elimina
    5. Non vi meravigliate nelle zone della Basilicata sicuramente fino a quarant'anni fa l'uomo non portava le borse della spesa e camminava avanti alla moglie.

      Elimina
  12. Non è un caso se la Russia li ha messi al bando!Nonostante in loro c'è la fissazione che quando si è perseguitati è un segno che la bibbia bla bla bla bla. Una persona che sceglie questa vita è veramente matta; perchè non si può vivere con la superficialità loro o con la frase geova non mi ha mai fatto mancare nulla. I loro insegnamenti sono solo ed esclusivamente legati al tornaconto dell'organizzazione. Come si fa ad andare in sala da increduli sentire i loro discorsi o le loro false esperienze perchè quando vedete i vari video sono montati come un qualunque film quindi possono dire quello che vogliono e poi alla fine decidere di iniziare uno studio bibblico? Chiedetevi il perchè rispondono alle vostre domande solo ed esclusivamente facendo riferimento al sito o alla bibbliografia WT? Concludo poi sulla falsità profonda nell'enunciare la "legge" sul semplificarsi la vita. Ma io dico ci sono posti dell'Italia per non parlare di altri paesi dove non si può assolutamente ragionare con il domani lo farò l'insicurezza nel lavoro non può farti credere che è tutto semplice perchè non è così e proprio in posti con un tasso di disoccupazione alto, proprio la scuola può permeterti di venirne a capo......quali sono i loro dettami a riguardo? Sconsigliano fortemente di farsi una carriera per cosi dire scolastica perchè vogliono indurvi a rimanere piccoliper potervi meglio controllare.Ai genitori dico se avete figli che a scuola promettono fateli studiare perchè li inconsapevolmente stanno costruendo il loro futuro fatto anche di lavoro e non solo di pane e geova.

    RispondiElimina
  13. Condivido TUTTO quanto è stato detto qui sopra. Anche io avrei da aggiungere altri aspetti negativi.

    Ma avete un'altra soluzione?
    Mi consigliate un religione migliore?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @John Mistery

      la soluzione si trova se c'è un problema. Chiedi se ti consigliamo un'altra religione...

      C'è che non riesce a vivere se qualcun altro non lo rassicura che c'è un Dio che lo osserva, lo "coccola" (per modo di dire, perchè qui si soffre e si muore tutti, prima o poi...)

      Il punto è: ho assoluto bisogno di certezze, di credere in qualcosa?
      Per molti questa è una necessità.

      Io personalmente penso che se qualcuno ha la pretesa di presentarmi qualcosa come "verità" proveniente da Dio, questa verità deve essere dimostrabile.
      Le la storia e le evidenze mi dimostrano che TUTTE le religioni sono un inganno per la mente umana devo rassegnarmi. Salvo poi SCEGLIERE PERSONALMENTE una delle tante religioni ed attaccarmici al di là delle evidenze.

      Qui non si tratta di VOLER o NON VOLER credere, qui si tratta che manca ogni ragionevole BASE per credere alla Bibbia.

      Il discorso Dio e origine dell'universo è un discorso a sè, perchè la causa prima della vita è indipendente da qualunque scritto "sacro" che abbiano potuto scrivere gli uomini.

      Io posso non credere a scritti sacri e religioni varie ma posso benissimo credere ad un entità "superiore".

      Se sei in cerca di certezze ti devi accontentare di quello che ti passano gli uomini (con le loro incoerenze e debolezze) perchè francamente altro in questo mondo non trovi... se non la certezza che la vita esiste e si trasforma in ogni ambiente.

      Conoscerne origine e scopo però, è tutt'altra cosa!

      Elimina
    2. Ebbe... non è che è un obbligo averne una, non lo prescrive il dottore.
      In ogni caso funziona che si sceglie la meno peggio? Interessante... dove sarebbe scritta sta cosa che dio accetta la "meno peggio" tra le religioni?

      Elimina
    3. John C. hai scritto: "tutte le religioni sono un inganno e manca ogni ragionevole base per credere alla Bibbia".

      Sono sbalordito. Pensavo che almeno tu potessi darmi un consiglio più incoraggiante e pragmatico.

      Elimina
    4. Ecco i soggetti adatti per essere condizionati a dovere: quelli che cercano un consiglio, un indicazione o un alternativa valida a un modo di pensare a senzo unico.

      I consigli sono stati dati anche se non sono stati indicati con una freccia e la scritta "consiglio".

      John C. ha detto chiaramente che bisognerebbe chiedersi se abbiamo davvero la stretta necessità di credere in qulacosa.

      Poi ha detto che qualunque verità presentata da chicchessia dovrebbe essere dimostrabile.

      In ultima analisi ha detto che se vuoi le "certezze" che ti passano gli uomini allora ti devi accontentare di quello che trovi (ma che non è detto che siano una verità assoluta).

      Victor ha chiesto magistralmente se in ogni caso bisogna scegliere "la meno peggio" perché ce l'ha ordinato il dottore.

      Non meravigliarti, caro Giovanni Mistero, se poi trovi persone sul tuo cammino che si approfittano della tua ingenuità.

      Vuoi un consiglio incoraggiante e pragmatico?

      Aiuta te stesso ad aprire gli occhi e poi aiuta gli altri in modo pratico, fisico ed emotivo.
      Fare del bene al prossimo non è vietato dalla legge ed è una cosa bella e positiva.

      O hai bisogno di un fantomatico Dio che ti indichi esattamente come vivere la tua vita?
      Auguri. - Simon Pietro

      Elimina
    5. John Mistery mi sono reso conto che la tua risposta a quello che ho scritto è stata un'altra domanda dove asserisci quale possa essere la soluzione.
      Voglio risponderti semplicemente dicendoti ma dove sta scritto che un individuo debba comunque appoggiarsi ad una religione? Credi che per vivere sia necessario appartenere ad un credo religioso?
      Pensi seriamente che senza una religione non è possibile vivere?
      C'è gente che non appartiene ad alcun credo religioso ed è comunque gente per bene onesta, dedita al lavoro, alla famiglia ecc. ecc.
      Fidati anche all'interno dell'organizzazione di geova c'è gente falsa ipocrita e disonesta come ne abbiamo anche nel mondo.
      Bisogna documentarsi perchè ormai solo chi vuole rimanere cieco non vede tutto il marcio nelle varie religioni.
      Ecco il motivo per cui la WT mette in guardia i propri adepti sul comportamento da tenere quando ci si imbatte in notizie che attaccano l'organizzazione perchè ovviamente sanno che prima o poi i nodi vengono al pettine.
      Vivi serenamente e non credere che se non si è tdg non si possa avere una vita felice, inoltre ne ho conosciuti parecchi tdg con problemi psicologici perchè i dettami di questa religione comprimono il cervello del singolo tdg fino a farlo scoppiare.

      Elimina
  14. Vi ringrazio per i "consigli". Ho capito che, detta con le vostre parole, la soluzione potrebbe essere:
    -non credere ad un fantomatico Dio
    -non credere alla Bibba senza ragionevole base
    -non aderire a qualsiasi ingannevole religione

    Ci rifletterò. Grazie ancora.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. john Mistery......Sai quale è la più grande menzogna ? credere ad una cosa semplicemente perchè desideriamo che sia quella .

      Elimina
  15. Ma non è possibile che nel 2018 esistano ancore ste teste.Siamo nati liberi,poi diveniamo coscenti,poi facciamo esperienze che ci fanno crescere,abbiamo nel frattempo imparato a leggere,a scrivere impariamo la logica.L'umanità ha creato teste pensanti ha dato ora strumenti di studio e verifica,usiamo ora la capacita di selezionare,di applicare facciamo per carità uso corretto della facoltà mentale

    RispondiElimina

E' OBBLIGATORIO FIRMARE I COMMENTI CON UN NICK

Cliccare sul menù "commenta come..." e scegliere l'opzione nome/URL.
INSERIRE UN NICK a piacere nel campo NOME, cioè uno pseudonimo col quale vi firmerete, poi cliccare su Continua. Non usate termini scurrili, insulti, calunnie, incitamenti all'odio razziale ed alla violenza, e NON menzionate la persone per nome o cognome reali. Sono vietati lo spamming, il copia-incolla ripetuto, i link a siti non approvati dalla redazione, i messaggi provocatori.
Altrimenti i post non saranno pubblicati o verranno cancellati.
La moderazione dei commenti è insindacabile ed a cura della redazione del blog. Se i vostri commenti non vengono pubblicati potete chiedere spiegazioni scrivendo alla redazione (vedi la pagina"come commentare" nel menu orizzontale in alto)

Grazie

L'indirizzo email del blog lo trovate in fondo alla pagina (non nella visualizzazione per cellulari)

ARCHIVIO

.