Usando questo sito, dichiarate di aver letto il Disclaimer e le norme sulla Privacy relativa ai contatori Shinystat e whos.among.us.

Un archivio del blog, con tutti i post fino ad oggi pubblicati, elencati per mese, lo trovate in fondo alla colonna centrale.

NORME relative ai commenti alla pagina "COME COMMENTARE".

“Non c’è nulla di male se una persona cerca di confutare gli insegnamenti e le pratiche di un gruppo religioso che ritiene in errore”.
(Svegliatevi! 8 settembre 1997, pagina 6)

"Nessuno dovrebbe sentirsi obbligato a seguire una forma di adorazione che considera inaccettabile o a scegliere fra le proprie credenze e la propria famiglia."
(Svegliatevi! Luglio 2009 p.29)


sabato 9 dicembre 2017

Sondaggio: com'è il tuo credo religioso?


Su di un sito che promuove una sètta religiosa ho trovato un articolo che mette in guardia contro (non ci crederete ma è così!) le sètte cristiane. 
Esse vengono classificate in base al fanatismo ed all'attivismo dei propri fedeli. Ciò ha stretta relazione anche con i Testimoni di Geova, perciò sarei curioso di sapere da parte di ogni TdG fedele e sincero con quale tipo di "grado" esposto nell'articolo identificherebbe la sua religione.
L'articolo mi sorprende perchè chi lo scrive parla,  ovviamente, della propria religione come di quella "giusta", inoltre fa una distinzione tra religioni e sètte, mentre è da notare che molte religioni istituzionali e storiche hanno ancora oggi le caratteristiche di una sètta. Basti pensare all'Islam, dove ogni comunità esercita un controllo stretto sull'individuo limitandone di fatto la libertà.

Ne ho creato un sondaggio: dite la vostra

__________________


Sette religiose cristiane. 
Imparare a riconoscerle per difendersi.


[…] Dal profilo sociologico, il termine “setta” ha il significato di “minoranza dissidente” e caratterizza attitudini quali l’intolleranza o il proselitismo aggressivo (propaganda importuna per tentare di imporre un culto o un’ideologia). Tali caratteristiche non si limitano alle “sette” quali comunità religiose particolari ma si incontrano anche nelle religioni e nelle chiese tradizionali, nei partiti, nelle associazioni ecc. In altre parole, queste affermazioni si possono riassumere dicendo che “ogni comunità è una setta potenziale che si sopravvaluta: ogni villaggio ‘di Sopra’ si crede migliore del villaggio ‘di Sotto’… La percezione del gruppo va dalla semplice considerazione del proprio particolarismo sino a farlo assurgere a valore e senso assoluto”.

Queste caratteristiche non devono essere intese in senso statico bensì come una componente dinamica e una dimensione verticale di un comportamento che può evolvere per diventare sempre più settario (raramente è stato constatato il contrario). Come può esservi una tendenza a un settarismo sempre più pronunciato, è anche possibile un’evoluzione verso una maggiore apertura e una volontà di dialogo. A tale proposito, il professor Georg Schmid ha sviluppato un modello che chiama “termometro delle sette” e che ha presentato anche alla Commissione. Esso illustra i diversi gradi di settarismo:

I grado: La sensazione di essere qualcosa di particolare è normale per ogni comunità umana, per le chiese nazionali, i partiti, le associazioni sportive ecc.

II grado: Non ci si sente soltanto particolari, bensì migliori degli altri. Anche questo sentimento è normale: se io non considerassi la mia Chiesa o il mio partito politico migliore di un altro, non ne farei parte. D’altronde, anche gli altri appartengono a comunità che reputano essere migliori.

III grado: Appartengo al gruppo migliore, al quale tutti dovrebbero conformarsiIn questo grado si delinea una pressione missionaria, un impulso missionario a fare propaganda per il PROPRIO gruppo. In questo gruppo non rientrano le chiese nazionali, bensì le correnti che ne derivano: le chiese libere danno prova di un’attività “propagandistica” maggiore. L’appartenenza a questo III grado è dimostrata principalmente dalla loro testimonianza di Cristo: tutti dovrebbero credere a Cristo come credono loro.

IV grado (grado del fondamentalismo): Saremo gli unici a conoscere la salvezza eterna e siamo depositari della verità divina (anche se non ne possediamo l’esclusiva). La dottrina è perfetta e benedetta dal cieloChi professa e crede come me è nella verità; chi professa e crede diversamente da me diventa schiavo dei suoi pensieri o di pensieri demoniaciChi non segue la nostra fede “è perso”. I fondamentalisti deificano la propria dottrina. La setta completamente sviluppata può arrivare sino alla divinizzazione del gruppo stesso (organizzazione di Dio, la pura adorazione, etc.). […] Le chiese nazionali non appartengono più a questo grado, sebbene vi abbiano appartenuto in passato (anche le grandi comunità possono raggiungere gradi elevati su questa scala). Molte persone e molti psicogruppi raggiungono il IV grado di settarismo […].

V grado: “Saremo gli unici a conoscere la salvezza eterna e gli unici in cielo”. Gli altri sono oggetti dell’attività missionaria o possono solo essere dannati. Le persone che non hanno fede devono assolutamente essere evitate, poiché la loro miscredenza è demoniaca.

VI grado: Il gruppo tenta di escludere i miscredenti dal proprio orizzonte; la separazione dal mondo inizia in questo stadio: solo la setta ha il diritto di vivere sulla terra (parola chiave: mania di persecuzione). Chi è depravato non ha diritto di vivere e brucerà comunque all’inferno: quindi, perché non accendere subito un fuocherello? Il fatto di ignorare le altre persone mostra un pensiero inquisitore sotto forma di inquisizione psichica. […] Chi esce da un gruppo a questo livello di settarismo non esiste più per gli altri adepti (neanche per i membri della famiglia): quando lo incrociano per strada, volgono lo sguardo…

VII grado: La megalomania della setta si trasforma in mania di persecuzione verso l’esterno e, parallelamente, in delirio di onnipotenza all’interno (“quando penso a qualcosa, diventa realtà”). […] Il delirio di onnipotenza si sviluppa quasi automaticamente in assenza di critica. Chi denuncia questo delirio diventa un nemico mortale (a causa della mania di persecuzione). Questa mania si sviluppa a sua volta a causa della volontà sempre più forte di ignorare il mondo esterno. La setta comincia a demonizzare ogni critica proveniente dal mondo esterno; la conseguenza è il grado seguente.

VIII grado: Una scintilla conduce alla catastrofe, non per tutto il mondo, ma per il gruppo, che scompare. Il delirio di onnipotenza e la mania di persecuzione si incontrano per culminare in un furore collettivo omicida.

I criteri principali che rivelano questa dinamica sono le discussioni interne e i dibattiti aperti. Fintanto che si svolgono discussioni e dibattiti, il gruppo resta a un grado inferiore. Se sono repressi, invece, il gruppo si spinge verso un grado superiore della scala. Il rapporto fra l’esistenza di discussioni interne e il grado di settarismo è palese […].


___________________



SONDAGGIO



Detto questo, attribuite ad ogni religione o sètta un determinato grado di giudizio:

- cattolicesimo?
- protestantesimo?
- Hamish?
- Fratelli stretti?
- Testimoni di Geova?
 etc.

Vediamo nei commenti cosa ne esce fuori...















Stai leggendo questa pagina da un cellulare?





indirizzo email dell'amministratore del blog:

14 commenti:

  1. Cattolicesimo tra 2° e 3°
    Testimoni di Geova tra 6° e 7°
    Mezzo punto in più per Hamish e "evangelici dei fratelli stretti"

    RispondiElimina
  2. Buongiorno.
    Per esperienza mi sono reso conto che quando uno “appartiene” ad un’organizzazione non è più un individuo libero in quanto, in una certa misura più o meno invadente, qualcun’altro deciderà per te fino a condizionarti (più o meno) fortemente (conoscendo la natura umana moooolto condizionabile.
    Ma allora la famosa libertà derivante dal vivere la Verità dov’è??
    Potrei sintetizzare con “l’albero buono dà frutti buoni, vivili e applicalo nella tua vita con te e verso il prossimo ma LIBERO da chi ti organizza la vita e decide per te altrimenti.....ti giudica!!”

    Grazie John per lo scambio di mail parecchi mesi indietro, ora ho una consapevolezza completamente differente da allora

    RispondiElimina
  3. Il cattolicesimo è attualmente x me al primo posto. Da al credente una libertà mai vista in altri culti. Il cattolico può sparire per anni dalla sua parrocchia e nessuno gli dice nulla. Magari è divorziato o separato, e la comunione in una chiesa glie la danno ed in un altra glie la negano. Si può partecipare o no alle funzioni, senza che nessuno ti giudichi D'altra parte è presente da 2mila anni. Di contro canto l'ebraismo ancora + vecchio, si creano essi stessi il ghetto. Tradizionalisti fin allo sfantunamento delle bools.
    Riflettevo sulle parole dei vangeli, che vengono fatte esprimere dall'autore da uno dei 12 di fronte alle autorità: se è opera dell'uomo cesserà. Per avvalorare il cristianesimo con una guida divina. Ma lo stesso metro quindi giustifica l'ebraismo, che in quanto a settarismo estremo da la paga a tutti, xkè è qui nel mondo civilizzato da oltre 3500 anni! Ostracizzato, diaspora o non diaspora, sparpagliato o no, risorge sempre, millennio dopo millennio, secolo dopo secolo ha un che di sovrannaturale, SE CI CREDESSI ANCORA! ::))

    RispondiElimina
  4. Sono cattolico, mia moglie testimone di Geova. La differenza tra una religione ed una setta e' la libertà che viene lasciata alla persona. Un cattolico, oggi, e' libero di vivere la propria fede come vuole, se frequentare le funzioni o meno, se partecipare o meno alla vita comunitaria, vive in poche parole in un rapporto diretto con Dio. Anche durante la confessione e' libero di esprimere le proprie colpe nei modi e nei tempi che vuole. Da questo punto di vista la libertà e' massima. Poi se questo sia giusto e' un altro discorso. Quondieper come la vivo io dico I grado. Poi e' ovvio che visto da fuori anche tra i fedeli possono esserci quelli estremisti, che credono di essere migliori, che criticano chi non partecipa, che cercano in modo abbastanza aggressivo il proselitismo ma e' un discorso individuale. Un cattolico può benissimo contestare e non essere d'accordo con cio' che dice il papa basta che non si tratti di argomenti teologici che non riguardano i principi basilari della fede.

    RispondiElimina
  5. Io conosco i tdg da un po di tempo soprattutto per questioni di lavoro mi capita di fare tra un viaggio e l'altro tappe in altri paesi. E' globale il loro comportamento in alcuni casi estremista proprio così come è stato definito dalla Russia.Perchè malgrado il loro zelo cerca di parlare di tolleranza-confronto verso altre religioni non è vero.Può sembrar così quando non si conosce la realtà dei fatti quella la capisci solo quando sei grande e soprattutto quando ti rendi conto che lasciarli ad esempio significa non rivolgere mai più la parola ai tuoi genitori, chiudere i ponti con gli amici tdg ecc ecc.Loro ragionano con me o contro di me!Manipolano le menti, condizionano la vita delle persone, insabbiano fatti gravi come quelli legati alla pedofilia.Poi in tutto questo c'è il tdg comune ingenuo che vede tutto bello e perfetto, si riduce le ore di lavoro perchè la fine è vicina quindi bisogna essere attivi e zelanti nella predicazione, inoltre specie i giovani sono scoraggiati a studiare e farsi una posizione perchè se ti affidi a geova non ti mancherà mai nulla. Evitano pure di avere figli le coppie come dicono loro "spirituali" perchè qualcuno li ha convinti che li avranno nel nuovo mondo.Ma scusate se non è una setta questa in che altro modo si può definire?

    RispondiElimina
  6. Sono una setta a tutti gli effetti, lupi mascherati Da agnelli, manipolano le menti e rovinando l 'esistenza a coloro che con cuore sincero mettono nelle loro mani tutto :vita, relazioni, lavoro e denaro. Spero che con la vastità di informazioni a disposizione di tutti, molti possano finalmente svegliarsi e capire nelle mani di chi hanno affidato le loro vite

    RispondiElimina
  7. Noi che aspettavamo la distruzione delle altre religioni e la persecuzione stile militare... invece abbiamo scoperchiato la pentola degli orrori

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Noi che "Satana acceca le menti" ed avevamo le menti più accecate degli altri. - Simon Pietro

      Elimina
    2. Oggi rimanere ignoranti è una scelta ..e la massa ha le sue colpe ...infatti loro stessi ti dicono ...è STATA UNA TUA SCELTA , LA SCELTA è STATA SOLO TUA !! ....dunque da un lato questa frase viene detta per togliersi dalle loro responsabilità e dal altro ( non volutamente, visto che vogliono ubbidienza assoluta ) ti invitano ad accertarti di ogni cosa. ........rendiamoci conto in che stato di sonnolenza psichica si trova la massa......basterebbe veramente poco per capirlo ..nemmeno la morfina a questo potere.

      Elimina
  8. Per chi ancora non conosce i testimoni di Geova,basta che legga da V al VII punto e di conseguenza ve ne starà lontano
    Mentre il testimone invasato,leggendoli direbbe: per Geova,questo ed altro!

    RispondiElimina
  9. Bell'osservazione priscilla..io credo che mo come mo preferisco sta cosi.

    Troppa gente ha comandato sulle mie scelte e finalmente me ne sono liberata dopo 10 anni ..loro ti dicono che sei libero quando ti legano i tentacoli peggio di una piovra e se chiedi devi stare zitta e passarci sopra se vedi quello che pecca e ti ris tanto Geova ci pensa...e passa tempo e loro con le loro bugie e peccati stanno li a risp a l giornalino di bordo wt la domenica e tu dentro che crepi per l ingiustizia subita e intanto con la tua borsetta vai per le strade a predicare una buona notizia che ormai fa rosicare pure i fratelli Grimm per come e stata raccontata e aspetti...non sei libero come ti fanno credere..aspetta e spera...

    RispondiElimina
  10. Per me TdG tra 6° e 7° grado, anche se non mi stupirei che qualche gruppo TdG pilotato da uno o più seguaci carismatici "pompi" (suggestioni) gli altri per separarsi, creare una Setta sua, e sfiorare i livelli del Fanatismo ultimo, 8° livello.
    Negli USA comunque tra Gruppi di Difesa autonoma (civili che si addestrano con fucili e preparano piani per "future persecuzioni, crolli della Società") leggevo che tra questi" survivalisti" diversi di natura religiosa.
    Vedi triste storia assedio di Waco (Setta di David Kodesh, pseudo cristiana).
    Un Anziano (anni fa), represso e un po' alienato da quattro decenni di vita TdG ammetteva che avrebbe seguito anche vie di violenza se ordinato (giudicato da diversi TdG "un po'" esagerato, pure da qualche Anziano) . Visto di persona... Era quello che sosteneva che in coppia spirituale modello TdG il sesso era a Tre (coppia+Angelo).
    Nonostante queste e altre affermazioni estremiste ha mantenuto la carica per anni e anni, alla faccia della Spiritualità Cristiana.

    RispondiElimina
  11. the hiden truths2 gennaio 2018 00:36

    Per me tra il 6° ed il 7° grado , ed alcuni esaltati o schegge impazzite anche l'8° . Tutte le ideologie hanno in comune il fattore di costruire un nemico invisibile per giustificare il loro uso della violenza sotto qualunque aspetto ai propi sostenitori ,l'ostracismo è uso arbitrario della violenza verso i legami famigliari , posso riuscire a capire il caso estremo di una famiglia che ostracizza un propio componenete perchè è un impenitente delinquente o persona vile senza scrupoli , ma non perchè non condividi più le immense menzogne a cui io sono ancora disposto a credere , e siccome non voglio permetterti almeno di provarlo e parlare ti cancello dalla mia vita .Questi ancora non si rendono conto che la vigliacca l'accettazione di queste immense bestialità e qualcosa che Primo Levi nel suo libro " I sommersi ed i salvati " definisce la vergogna del senso di colpa dei giusti ......
    E c'è un'altra vergogna più vasta , la vergogna del mondo ,è stato detto memorabilmente da John Donne, e citato innumerevoli volte a proposito e non , che " nessun uomo è un isola" , e che ogni campana di morte suona per ognuno .
    Eppure c'è chi davanti alla colpa altrui o alla propia volge le spalle , così da non vederla o sentirsene toccato, così hanno fatto i tedeschi nei dodici anni Hitleriani ,nell'illusione che il non vedere fosse un non sapere ,e che il non sapere li alleviasse dalla loro quota di compiacenza o connivenza.
    Ma a noi lo schermo dell'ignoranza voluta , il "partial shelter" T.S. Eliot , è stato negato , non abbiamo potuto non vedere .
    Il mare di dolore , passato e presente ci circondava ,ed il suo livello è salito di anno in anno fino a sommergerci,era inutile chiudere gli occhi o volgergli le spalle ,perchè era tutto intorno, in ogni direzione fino all'orizzonte.
    Non ci era possibile ne abbiamo voluto essere isole ,i giusti fra noi , non più ne meno numerosi che in qualsiasi altro gruppo umano,hanno provato rimorso, vergogna, dolore ,insomma per la colpa che altri e non loro , avevano commessa ,ed in cui si sono sentiti coinvolti ,perchè sentivano che quanto era avvenuto intorno a loro , ed in loro presenza ed anche in loro ,era irrevocabile. Non avrebbe potuto essere lavato mai più ,avrebbe dimostrato che l'uomo ,il genere umano , tutti noi insomma ,eravamo potenzialmente capaci di costruire una mole infinita , di dolore , e che il dolore è la sola forza che si crei dal nulla senza sforzo , senza spesa ,senza fatica.
    Basta non veder, non ascoltare non fare
    (Primo Levi )
    perdonatemi la lunghezza la dedico a tutti quelli ancora dentro e che possa illuminare le loro coscienze e dargli la forza di fare il salto ......Ogni uccello che lascia il nido e spicca il primo volo ha un incomesurabile fede nel vuoto

    RispondiElimina
  12. Mi sto guardando un nuovo video di biglino .. un certo punto parla della religione e dice riferendosi alla fede : che quelli che hanno ideato il concetto della fede meriterebbero il premio nobel , che qualunque cosa ci sia, o non ci sia dopo la morte , qualunque fede abbiate coltivato durante il corso della vita , se vi ha aiutato a vivere bene , non sarete mai delusi !! perchè se dopo la morte non ce nulla non ve ne accorgerete mai!! dunque non direte mai ho passato tutta la vita a credere a quelle stuppidagini ..tranquilli non ve ne accorgerete , ma se quella roba li vi ha fatto vivere bene , fate bene a viverla così, senza porvi mai il problema se sia vera o no, perchè se cominciate a studiare per capire se è vera o no , vi do un consiglio non cominciate a studiare, dunque tenetevela , godetevela non mettetevela in discussione non approfonditela, vivetevela,... godetevi così qualsiasi religione, tanto sono tutte uguali !..............come dargli torto. ((-.

    RispondiElimina

E' OBBLIGATORIO FIRMARE I COMMENTI CON UN NICK

Cliccare sul menù "commenta come..." e scegliere l'opzione nome/URL.
INSERIRE UN NICK a piacere nel campo NOME, cioè uno pseudonimo col quale vi firmerete, poi cliccare su Continua. Non usate termini scurrili, insulti, calunnie, incitamenti all'odio razziale ed alla violenza, e NON menzionate la persone per nome o cognome reali. Sono vietati lo spamming, il copia-incolla ripetuto, i link a siti non approvati dalla redazione, i messaggi provocatori.
Altrimenti i post non saranno pubblicati o verranno cancellati.
La moderazione dei commenti è insindacabile ed a cura della redazione del blog. Se i vostri commenti non vengono pubblicati potete chiedere spiegazioni scrivendo alla redazione (vedi la pagina"come commentare" nel menu orizzontale in alto)

Grazie

L'indirizzo email del blog lo trovate in fondo alla pagina (non nella visualizzazione per cellulari)

ARCHIVIO

.