Usando questo sito, dichiarate di aver letto il Disclaimer e le norme sulla Privacy relativa ai contatori Shinystat e whos.among.us


Per capire come "nasce" questo blog, leggere le pagine info sul blog nella colonna a sinistra
Un
archivio del blog, con tutti i post fino ad oggi pubblicati, elencati per mese, lo trovate in fondo alla pagina

NORME relative ai commenti alla pagina "COME COMMENTARE"

“Non c’è nulla di male se una persona cerca di confutare gli insegnamenti e le pratiche di un gruppo religioso che ritiene in errore”. (Svegliatevi! 8 settembre 1997, pagina 6)

domenica 17 aprile 2016

DOVREMMO ASCOLTARE CHI DICE DI PARLARE NEL NOME DI GEOVA?



RIFLESSIONI DI VITA VISSUTA...

Quando parliamo con qualcuno dei nostri fratelli della congregazione riguardo a ciò che abbiamo scoperto sulle “verità” dello “schiavo fedele e discreto” immancabilmente la loro reazione è “Ma a te, chi ha insegnato tutto quello che conosci della Bibbia? Non è lo “schiavo” quello che ti ha insegnato qual è il nome di Dio, Geova? E conosci qualche altra organizzazione che sta predicando il nome di Geova in tutto il mondo? E non sono i testimoni di Geova quelli che tengono adunanze settimanali in cui si insegnano le verità bibliche intorno a Geova e che alle quali Paolo esortava di non mancare? Conosci un’altra organizzazione che faccia questo?”

In genere, se siamo bravi e ignoranti, siamo costretti a rispondere “No, non c’è nessun altro che faccia questo”.

Questo argomento potrebbe sembrare la loro carta vincente: se non esiste nessun altro che esalta il nome di Geova, dove vuoi andare tu (piccolo mentecatto) a lamentarti di gamba sana?



Allora: stabiliamo subito che il nome di Geova non è usato solo dai Testimoni di Geova e non sono i soli che lo fanno conoscere alle persone, come se tutti vivessero nell’ignoranza.
Il nome di Geova, in diverse lingue e con tutte le sue accezioni, è usato in diverse religioni e non solo. Chi ha praticato un po’ di esoterismo o magia sa che questo nome viene usato anche per l’evocazione del demonio (se lo evochi in nome di uno più grande di lui, con lo stesso nome puoi mandarlo via).

Inoltre le presunte adunanze volte a lodare il nome di Geova in realtà servono soltanto a diventare migliori “venditori” della buona notizia, nel senso che quasi tutte le parti svolte, servono a insegnare metodi migliori di proselitismo. Le buone qualità di Geova, di suo figlio e di coloro che mettono al primo posto il Regno, passano in secondo piano.

Inoltre anche la risposta di Pietro, “Signore da chi ce ne andremo? Tu hai parole di vita eterna...” non erano rivolte all’organizzazione che in quel periodo pretendeva di rappresentare Geova in terra, come i scribi, i sacerdoti e i farisei, ma a Gesù Cristo che poco più avanti fu ucciso come bestemmiatore.
Ma a questo punto ritorna la domanda iniziale. Può, chi parla nel nome di Geova, farci “peccare” cioè “mancare il bersaglio”?

Riflettiamo intorno ad un avvenimento accaduto al tempo di Geroboamo , riportato nel libro di 1 Re cap. 13 e descritto nella torre di guardia del 1/09/1998 a pag. 23:

Sebbene Betel fosse diventata un centro di nocività in senso spirituale, continuarono ad accadervi episodi da cui si possono trarre importanti lezioni. (Romani 15:4) Una di queste riguarda un profeta innominato che dal paese di Giuda fu mandato a Betel per predire la distruzione dei suoi altari e dei suoi sacerdoti. Geova gli disse pure che doveva tornare in Giuda — pochi chilometri più a sud — senza mangiare né bere. Coraggiosamente il profeta pronunciò la sua profezia davanti a Geroboamo, re di Israele, invocando il male sull’altare di Betel. Ma poi disubbidì a Dio andando a mangiare a casa di un vecchio profeta di Betel. Come mai? Mentendo, il vecchio profeta gli aveva detto che un angelo di Geova gli aveva ordinato di ospitarlo. Per la sua disubbidienza il profeta di Giuda subì una morte prematura. — 1 Re 13:1-25.
Se un compagno di fede ci proponesse di compiere qualcosa che ci sembra discutibile, cosa dovremmo fare? Ricordate che anche un consiglio dato in buona fede, se è sbagliato, può essere dannoso. (Confronta Matteo 16:21-23). Ricercando la guida di Geova mediante la preghiera e lo studio della sua Parola eviteremo di commettere il tragico errore che commise quel profeta innominato. — Proverbi 19:21; 1 Giovanni 4:1. ( Diletti, non credete ad ogni espressione ispirata, ma provate le espressioni ispirate per vedere se hanno origine da Dio, perché molti falsi profeti sono usciti nel mondo.)

Cosa richiede Geova dai suoi servitori? Non certo cose che fanno a pugni con la nostra coscienza, come l’ostracismo perfino ai nostri familiari, ma di mettere in pratica i due grandi comandamenti, ama Geova e ama il prossimo, e di essere modesti nel camminare con Dio, quindi di non esaltarsi al di sopra di altri (cosa che fanno coloro che danno disposizioni).

Gli ebrei avevano 10 comandamenti. Non contenti, riuscirono a ottenere 600 leggi che finirono con lo schiacciarli. I cristiani hanno solo due comandamenti. Non contenti, i componenti del Corpo Direttivo hanno stabilito migliaia di regole e regolette (tra riviste, opuscoli, libri, ks, circolari e parti mirate) che servono a controllare e regolare ogni aspetto della vita cristiana. Siamo furbi, eh?
Sì, dirà qualcuno, ma parlano in nome di Geova, anche se non sono perfetti.
Anche il vecchio profeta diceva di parlare in nome di Geova... ma questo non gli impedì di ingannare l’altro profeta facendolo sbranare dal leone.

Così, come “la vecchia generazione” morì in 40 anni nel deserto per aver creduto ai dieci esploratori incaricati dall’unto di Geova, Mosè... (e noi moriremo in attesa di qualcosa che probabilmente non meritiamo...)

Ognuno è responsabile delle proprie azioni. Abbiamo le scritture e gli insegnamenti di Gesù Cristo e se vogliamo essere cristiani dobbiamo seguire ciò che lui disse e fece.

Tra l’altro ci aveva avvertito... “E allora, se qualcuno vi dice: ‘Ecco, il Cristo è qui’, ‘ecco, è là’, non [lo] credete.  Poiché sorgeranno falsi Cristi e falsi profeti e faranno segni e prodigi da sviare, se possibile, gli eletti.  Ma voi, state in guardia; vi ho detto ogni cosa in anticipo.”
Quindi: dovremmo ascoltare chi dice di parlare in nome di Geova nostro Dio?
Sì, a patto che abbia dato ampia dimostrazione di dire cose in armonia con le Scritture e che non siano in contrasto con la nostra coscienza.

A proposito: quando ho fatto notare ad un anziano in visita pastorale (cosa rara) che dalla nuova versione della TNM erano stati tolti alcuni brani del vangelo mi ha risposto che “anche prima questi brani erano inutili in quanto erano scritti in fondo alla pagina”.
Ecco. Se la vostra espressione è di stupore e con lo sguardo perso nell’infinito, allora avete avuto la mia stessa reazione.

Marzia Duemilaundici


* * * * *




Stai leggendo questa pagina da un cellulare?


oppure:





36 commenti:

  1. Grazie Marzia, le tue pungenti ma sincere parole, hanno di nuovo centrato il bersaglio.
    Ma ce lo vedete Gesù, chiamato in causa dagli anziani perchè un certo fratello ha accettato un lavoro di ufficio presso un sindacato, cercare tra torre di guardia e circolari, un pretesto per fargli un comitato giudiziario?
    Qui c'è un "papato" che vuole essere adorato (leggere le parole degli ultimi nuovi cantici)

    RispondiElimina
  2. grazie marzia, spunti di riflessione per la mia domenica di riposo dalle attività religiose.

    RispondiElimina
  3. io rifletto sul primo miracolo di Gesù. Oggi gli farebbero il comitato anche a lui, per aver istigato a gozzovigliare ed ubriacarsi, in quanto il direttore della festa aveva già provveduto i tini di vino sufficiente, solo che i commensali avevano già sbafato e tracannato tutto ...pure l'acqua! Doveva essere stata una giornata molto calda! Oggi se farebbe (Cristo) qualcosa fuori dalle righe delle circolari ... non avrebbe scampo!

    RispondiElimina
  4. Grazie, Marzia!
    Occorre ovviamente sempre molta cautela nell'esporre ad altri queste cose, anche se ci sono evidenze inconfutabili. Personalmente ho deciso di prendere il buono da ogni situazione facendo un adeguato filtro, cercando sempre di vedere se ci sono riscontri scritturali nell'adottare o meno una certa condotta.
    Circa le adunanze, è vero, sono incentrate perlopiù sulle tecniche di predicazione, mentre in Sala poi ci sono quelli che manco ti salutano perché non sei del loro club...
    Ma una delle cose che mi seccano di più è che, una volta che decidi senza clamori di rimanere per un po' dietro le quinte, quelli che ti cercano si contano sulle dita di una mano... Altra dimostrazione di amore comandato e programmato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. seguo la stessa filosofia di vita in congregazione, ho messo come priorità le opere di bene, esco in servizio, cerco di essere edificante ed incoraggiante, alla fine del servizio invito l'altro a prendere qualcosa in caffetteria, in modo da rilassarci, focalizzo sui componenti interni e meno sui non credenti, i bisogni ci sono all'interno, così ho creato una buona rete di amicizie, in più ho anche amici non credenti coi quali condivido i miei interessi, sono dietro le quinte per quel che riguarda le feste, il broadcasting che viene visto da tutta la congregazione mensilmente, e così via, questo mio atteggiamento da fastidio a qualcuno adesso, ma a me piace dare fastidio a queste testoline di...perchè l'importante è Essere, non apparire nella congregazione, Esserci e non fare volantinaggio, ryoga ti consiglio la lettura di "confessione" di tolstoj è davvero illuminante.

      Elimina
    2. Purtroppo ho notato che il problema dei "circoli chiusi" è presente in tutte le congregazioni. Se non fai parte del loro giro vieni tollerata con malcelato fastidio.
      Comunque anche a me piaceva dare "fastidio" perché la mia presenza li metteva davanti alla loro coscienza che invece doveva accettarmi in nome dell'amore agape.
      Ma che ipocrisia...

      Elimina
    3. tolstoj è meraviglioso...se lo trovate, leggetevi il suo Vangelo...una traduzione interessantissima!

      Elimina
    4. sinceramente io sono completamente avulso da certe dinamiche di socializzazione, questo mi rende "tranquillo, affidabile, maturo" proprio perchè non sono mai a conoscenza di pettegolezzi ed evantuali lol, però c'è da dire che io mi associo ad una congregazione diversa da quella della città in cui vivo, quindi sanno poco o nulla di me, questo dà fastidio. eh eh non poter intromettersi lol

      Elimina
    5. per quel che riguarda i principi biblici però apprezzo quando si danno consigli, se siamo cristiani òo manifestiamo anche col modo di abbigliarci, adesso va di moda lo stile "battona" pare in diverse congregazioni, un cattivo gusto da borgata popolare, che induce gente estranea alla nostra fede a guardarci perplessa, per esempio, recentemente una mia vicina di casa mi ha chiesto chi fosse " quella escort di bassa lega , che predicava con tua madre l'altro giorno", ho detto tutto qui è questo lo style attuale

      Elimina
  5. gli otto ne hanno dette tante in questi mesi... dai pantaloni stretti da uomo ad altre stupidaggini campate in aria, come giocattoli industriali di plastica che sono pericolosi x influenze demoniche, o figurine e cartoni animati pericolose anch'esse; ma siamo nel XXI secolo. Oscurantismo che domina senza logica nel CD bigotto e purinato.
    Durante il Medioevo i capelli rossi e gli occhi verdi erano visti come il segno di riconoscimento di una strega, di un licantropo o di un vampiro.
    L’Europa prima della scomunica riteneva che morte violenta, il nascere morti o nascere con la camicia, nascere il 25 dicembre, o avere i capelli rossi fosse segno di vampirismo, e quindi condannato a morte per il bene della comunità.
    Oggi ritenere che si possa essere sotto chissà che influenze demoniche (afferma il CD), guardando e possedendo oggeti di qualsiasi tipo, mi fa sorridere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma quando finisce questo ballo in maschera della wt?guardavo un video su Youtube fin al masquerade dei linkin park mio gruppo preferito con immagini prese dal videogioco assassins creed.gurdatelo e ditemi chi rappresenta la wt e chi gli innocenti

      Elimina
  6. Marzia,non ho parole il post davvero reale per i tempi che stiamo vivendo ora.più si va avanti e più la stupidità regna sovrana nel corpo direttivo.le persone spero solo che capiscano le reali intenzioni di questi ciarlatani.penso che ormai stiano perdendo lo splendore di un tempo e così per tenersi ciò che resta dei loro adepti ancora fissano regolette sulla moda e sulla tv e altre idiozie e si fanno contribuire in nome di Dio.pensiamo se fosse vero che pure la wt sia coinvolta nello scandalo dei paradisi fiscali Panama papers...tanto già c hanno una schiera di scandali,uno più uno meno...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione Ema. Chiamarli "ciarlatani" è il termine giusto. Per quanto ci riguarda hanno finito di tenerci in trappola con l'illusione del "nuovo ordine avvenire".
      Interessante l'articolo pubblicato sull'altro blog "La Bibbia tra storia e scienza" che riguarda proprio questo tema.
      http://labibbiatrastoriaescienza.blogspot.it/2016/04/guida-per-il-paradiso.html

      Elimina
    2. Il congresso di zona 2016 dal tema 'rimaniamo fedeli a Genova' è già una prova della barca wt che sta affondando, perché è esplicitamente rivolto ai tdg, e alle persone comuni non può altro che non interessare! Chissà cosa avranno architettato per non farsi scappare le pecore dall'ovile.....ma più si tiene in gabbia una bestia più la voglia di libertà si fa grande.....una cara sorella mi ha detto spero tanto che ti ravveda e torni ma la mia risposta è stata: mancu pa' capa :)

      Elimina
  7. Buongiorno cari! Grazie Marzia del tuo articolo sempre illuminante :) penso che la superbia tra i tdg stia crescendo in modo spropositato e credo che bisogna andare a bussare di porta in porta non per lasciare carta straccia ma per dare aiuto pratico alle persone, solo così si potrà dire di essere discepoli di Gesù. In più che ma smettano di puntare il dito contro il proprio fratello e discriminarlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. un unico suggerimento se mi permettete: non ci pensate più!

      Elimina
    2. Parole sante!

      Elimina
  8. Hai ragione levilra saggia donna:) ma a volte è difficile non pensarci. Ma seguire il detto occhi non vedono e cuore non duole è meglio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si cara perplessa...soprattutto perché ci toglie il tempo di pensare a quanto di bello possiamo fare...io mi sono trovata una quantità di impegni piacevoli e sto meglio di salute!

      Elimina
    2. Lelvira e peggio della Clerici..consultatela anche per i consigli di ricette di cucina,vi sorprenderà!

      Elimina
  9. Chi parla nel nome di Dio? La risposta e' semplice. Ho studiato altre due religioni apparte la WTS che gia' conosco.
    Per esempio vedendo i video dei mormoni e degli avventisti ho notato che dicono che Satana sta facendo oggi una lotta "particolare" con la loro religione. Tutte e tre dicono che sono la verita' e che Satana ce l'ha particolarmente con loro.
    Allora o due di esse stanno dicendo assurdita' o tutte e tre. Ho capito che purtroppo la religione crea deliri e i capi religiosi per attrarre a se le persone non rinuncia a dire delle assolute stupidagini. La wts per 140 anni ha detto che la fine era assai prossima. Dai giorni di garibaldi ad oggi e' stata sbagliata. Un periodo veramente lungo. Allora parla per Dio? No. E nessuno lo fa. Siamo tutti uguali. Ci possiamo avvicinare a Dio essendo persone spirituali e non seguendo le illusioni propinate da qualciasi leader religioso. Parliamo noi tutti di Dio quando mostriamo amore. Ma se proponiamo delle vedute personali come verita' allora cadiamo nella trappola del propinare deliri e illusioni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. satana è sempre stato uno strumento di comodo per le religioni, perchè dicendo che satana ce la con loro , è come dire ai fedeli e agli altri che loro sono nel giusto.......credetemi devo ancora capire il vero ruolo di satana ....se ce poi ce la veramente un ruolo.

      Elimina
  10. Sorella Aiuto. La sala delle assemblee di Barcellona è stata venduta alla chiesa di Cristo per quattro milioni di euro.
    La Betel della nuova Zelanda è stata venduta a una chiesa cristiana per essere trasformata in un collegio. Ma non erano dedicate a Geova???? Poveri i nostri soldi buttati nelle contribuzioni
    ..Che amarezza... Sorella Aiuto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ormai solo chi vuole restare cieco può restarci.
      Tutto viene alla luce....

      Elimina
    2. Ben detto John e chi vuole restare al buio non rompa a chi vuole vedere la luce

      Elimina
    3. Appunto questo fatto mi fa arrabbiare di brutto. Si usano versetti del vecchio testamento per invogliare a contribuire. Ma gli israeliti avrebbero venduto il loro tempio ai Romani? Chiaramente due pesi e due misure, come il fatto dell'ONU. Che schifo!

      Elimina
    4. Aproposito della vendita della sala assemblee di Barcellona, c'è un bel video in rete in spagnolo ma per chi non lo capisce ci sono i sottotitoli che è molto esplicativo, e la cosa ha fatto allontanare molti tdg, come infatti mi è giunta voce che sono stati rimpiazzati da immigrati provenienti dall'america latina.

      Elimina
  11. l'avete visto Morris 3°, nei video di maggio 2016, come osteggia una camicia di lusso con polsini e gemelli lussuosi? anelli d'oro e pure l'orologio d'oro?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se notate nel broadcasting hanno la cartella del programma in tema col design dello studio. Non si potrebbero risparmiare i soldi per queste stupidaggini e darle ai poveri? o questi dettagli sono essenziali?
      Io a Morris gli darei un fischietto e gli darei il compito di guardare i bambini che escono dalla scuola. Almeno la smetterebbe di ricoprire una posizione inventata e farebbe qualcosa di normale.

      Elimina
    2. Se non mi volete rovinare la giornata non me lo nominate.vi ringrazio sentitamente...detto in maniera edulcorata.scherzo...Non sono io a impedirvi di esprimervi ,quello già c ha pensato la wt a suo tempo!ma quando sento quel nome esce la parte più cattiva di me..un uomo ignobile che si è arricchito alle spalle di poveri fratelli facendoli contribuire e facendogli togliere pure il minimo che avevano.parla d ell ostracismo come mandar giù acqua fresca con sadismo..ma tanto dove va pure lui con la sua confraternita del corpo direttivo..spero che ce ne sia pure per lui perdonatemi

      Elimina
  12. Per indicare che bisogna sottomettersi al corpo direttivo gli anziani usano la scrittura di 1 timoteo 3 :15 "Affinché tu sappia come ti devi COMPORTARE nella casa di Dio,che è la CONGREGAZIONE dell'iddio vivente, colonna e sostegno della VERITA'".
    Qui la CONGREGAZIONE viene cambiata in "corpo direttivo" e quindi comportarsi significa "UBBIDIRE".
    Il significato corretto a mio parere, si può definire in
    proverbi 15 :22b "nella moltitudine dei consiglieri c'è la RIUSCITA",scrittura che viene applicata in maniera sbagliata dalla Wts agli anziani, ma che identifica
    l'insieme degli adoratori fedeli di Yah.
    Comunque in rivelazione 3:12 parla di"COLUI che vince, lo farò colonna del tempio del mio dio",PER IDENTIFICARE, come scritto in 1 Corinti 3 : 16 "che siete il tempio di Dio, e che lo spirito di Dio dimora in voi ".
    Aggiunge tra l'altro,nel
    versetto 21:"NESSUNO SI VANTI DAVANTI AGLI UOMINI,PERCHÉ TUTTE LE COSE APPARTENGONO A VOI ".

    RispondiElimina
  13. Un esempio per far capire:
    immaginiamo che Geova sia il proprietario di una società edilizia, Gesù l'amministratore delegato, lo Spirito Santo l'ingegnere edile e il CD il capo cantiere .... ora torniamo al I secolo ... gli operai conoscono bene il capo cantiere, hanno anche avuto prova dell'esistenza dell'ingegnere che ha donato loro particolari capacità (doni degli uomini, parlare in lingue , miracoli ecc ).... tutti gli operai commetto errori ma quando il capo cantiere dispone di fare in un modo o nell'altro tutto va liscio e i lavori di costruzione proseguono spediti per il meglio per la contentezza di chi dovrà abitare quella casa ... il capo cantiere dichiara di ricevere regolari indicazioni dall'ingegnere e prova ne è la buona riuscita dei lavori e della costruzione; ora torniamo ai nostri tempi ... il capo cantiere fa sempre la stessa dichiarazione, dice di ricevere indicazioni dall'ingegnere edile e dice di farsi guidare da Lui .... i lavori edili proseguono e chi dovrà abitare quel condominio osserva attendo come procedono ..... gli operai commetto i soliti errori ma il capo cantiere li corregge con la conseguenza che ..... i lavori ritardano, riiniziano continuamente, il materiale non è adatto alle aspettative, il capo cantiere da continui ordini di fare e disfare i lavori ..... secondo chi legge ..... gli inquilini del condominio avrebbero ragione di confermare che dietro al capo cantiere c'è l'ingegnere?!? o dovrebbero mettere in dubbio la bontà delle sue dichiarazioni? Avrebbero ragione se mettessero in dubbio il ruolo del capo cantiere e se volessero avere prova che l'ingegnere sta ancora "guidando" i lavori?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nell'ufficio tecnico del Comune c'è depositato il progetto, le planimetrie, i ruoli e le mansioni. Il governo stabilisce le norme attuative (NTC) e gli obblighi di legge in tema costruzioni. Tutta roba che NON abbiamo, quindi siamo più che giustificati a dubitare e chiedere conto a chi vuole dirigere i lavori.

      Elimina
    2. Molto interessante sul blog di rocco politi ....lettera aperta al corpo direttivo dei testimoni di geova.

      Elimina
    3. Bello... originale! XD

      Elimina

E' OBBLIGATORIO FIRMARSI CON UN NICK (QUALSIASI) Non usate termini scurrili, insulti, calunnie, incitamenti all'odio razziale ed alla violenza, e NON menzionate la persone per nome o cognome reali. Sono vietati lo spamming, il copia-incolla ripetuto, i link a siti non approvati dalla redazione, i messaggi provocatori.
Altrimenti i post non saranno pubblicati o verranno cancellati.
La moderazione dei commenti è insindacabile ed a cura della redazione del blog. Se i vostri commenti non vengono pubblicati potete chiedere spiegazioni scrivendo alla redazione (vedi "come commentare" in alto nella colonna a sinistra)

Grazie

L'indirizzo email del blog lo trovate in fondo alla pagina (non nella visualizzazione per cellulari)