Usando questo sito, dichiarate di aver letto il Disclaimer e le norme sulla Privacy relativa ai contatori Shinystat e whos.among.us


Per capire come "nasce" questo blog, leggere le pagine info sul blog nella colonna a sinistra
Un
archivio del blog, con tutti i post fino ad oggi pubblicati, elencati per mese, lo trovate in fondo alla pagina

NORME relative ai commenti alla pagina "COME COMMENTARE"

“Non c’è nulla di male se una persona cerca di confutare gli insegnamenti e le pratiche di un gruppo religioso che ritiene in errore”. (Svegliatevi! 8 settembre 1997, pagina 6)

giovedì 11 maggio 2017

Proselitismo etico



Un anno fa pubblicai questo articolo. Dato che secondo me non ha ottenuto la giusta visibilità ve lo ripropongo.

Potete commentare direttamente sotto l'articolo che trovate a questo link:






http://testimonidigeovachiedono.blogspot.it/2016/04/etica-del-proselitismo.html


Quindi per commentare potete andare direttamente all'articolo indicato.






* * * * *







Stai leggendo questa pagina da un cellulare?



indirizzo email dell'amministratore del blog:






27 commenti:

  1. Il proselitismo dovrebbe avere un'etica? Cosa ne pensate?

    RispondiElimina
  2. È vero,l'articolo è davvero molto interessante. Non posso che essere assolutamente d'accordo, soprattutto con alcuni punti in particolare. In parte lo avevo scritto anche ieri sera(ma non si apre più il commento,non so perché), ma a livello personale trovo davvero sgradevole quell'atteggiamento ,purtroppo largamente diffuso,che induce a trattare le persone al pari di OGGETTI. Proprio come dice l'articolo, la WT, ad esempio, tratta i suoi componenti proprio in questo modo,come fossero semplici OGGETTI FUNZIONALI AD UNO SCOPO,ed è modo di fare estremamente svilente e mortificante. Tra l'altro, così facendo,tradisce proprio quel principio di AMORE, che in realtà dovrebbe predicare e diffondere. Io personalmente, credo che le persone siano UN FINE,e che,di conseguenza,non dovrebbero mai essere trattate o considerate,al pari di SEMPLICI STRUMENTI. Perché, ragionando in questo modo,si finisce col "buttare via" le persone indesiderate, alla prima occasione utile. È sufficiente che,queste persone,smettano di essere ADATTE ALLO SCOPO,individuale o collettivo che sia,per ritrovarsi scaricate a mare,al pari di scomode zavorre. Purtroppo la WT è maestra in questo. Predica un messaggio che,in teoria, dovrebbe RUOTARE INTORNO AD UN PRINCIPIO DI AMORE, eppure poi,rende questo stesso amore, un concetto astruso ed ASTRATTO,che non viene mai effettivamente DIREZIONATO in alcun modo. Francamente, non capisco come si possa credere che,L'AMORE, possa essere un concetto IMPERSONALE .....come se si provasse ad "amare l'aria " ,piuttosto che i singoli individui. Un principio di amore universale, che IGNORA I SINGOLI, per me è paragonabile ad una semplice CONDIZIONE MENTALE,forse anche piacevole e rassicurante,ma non certo ad una effettiva CONDIZIONE DI CUORE. Si possono poi anche "giudicare" ,o valutare avversamente ,diversi comportamenti,ragionamenti o atteggiamenti. E,la WT, in questo senso, è sicuramente GIUDICABILE. Ma,un conto è rivolgere il proprio " giudizio " a quello che alcune persone ,o gruppi di persone, PRATICANO.....tutt'altro discorso è fare come la WT. La quale,A PAROLE,dice e spergiura di non giudicare niente e nessuno. Poi,però, CON I FATTI,mostra puntualmente di fare l'opposto. Un fratello,o una sorella,fanno o dicono un qualcosa ritenuto INADATTO ALLO SCOPO? Bene, se la WT non riesce immediatamente a " riconfigurare " tali individui,si limita a sbarazzarsi freddamente, frettolosamente, e pure cinicamente, DELL'INTERO PACCHETTO! " giudicare " UN COMPORTAMENTO,è un conto, lo ripeto. Ma,fare come la WT, checché se ne dica, equivale davvero a GIUDICARE L'INTERO INDIVIDUO.
    cmq è davvero un articolo interessante,in passato non lo avevo effettivamente notato. Ale

    RispondiElimina
  3. Il punto del " criterio di coercizione razionale " ,mi fa tanto venire in mente i miei ex anziani(ma pure i sorveglianti). Quando mi trovavo da solo in loro compagnia, se capitava l'occasione, io cercavo spesso di spiegare le mie ragioni, ARGOMENTANDOLE. Insomma, come dice il punto,mi sforzavo di FORNIRE RAGIONAMENTI LOGICI,senza per questo eludere o ignorare le loro vedute. La cosa davvero assurda è che,presi singolarmente, loro mi stimavano proprio per questo. E,spesso, erano proprio loro a toccare certi argomenti ,e ad esternare il proprio malcontento per come le cose venissero gestite in congregazione. Con loro non parlavo mai di dottrine,ma solo di determinati COMPORTAMENTI o ATTEGGIAMENTI a mio avviso deprecabili, del PERCHÉ li ritenessi tali,e del dispiacere nel dover constatare che,spessissimo, erano proprio loro,gli anziani stessi,a metterli in atto....quando invece ,in relazioni a certe cose, avrebbero dovuto essere d'esempio. E loro erano sempre d'accordo su tutto,PRESI SINGOLARMENTE! se c'erano 5 anziani, ognuno di loro,sempre preso singolarmente, era disposto a sottoscrivere ogni singola parola del mio dissenso verbale..... ma sempre e solo in relazione agli altri 4,e MAI A SE STESSO. io non mi limitavo a dire ,o sentenziare," questo non mi piace" ,perché fare questo non credo serva a nessuno. Provavo invece a fornire proprio quei RAGIONAMENTI LOGICI,e a spiegare IL PERCHÉ mi trovassi in disaccordo su determinati comportamenti da loro messi in atto. E loro,sempre e solo PENSANDO AGLI ALTRI 4 ,concordavano su tutto. Le risposte erano sempre del tipo "certo,è un ragionamento ineccepibile" , " non fa una piega" , " è evidente IL PERCHÉ quei comportamenti siano tanto discutibili " ,ecc,ecc,..
    Bene,è bastato che io mi decidessi,un giorno,a mettere nero su bianco QUEGLI STESSI RAGIONAMENTI,che fino al giorno prima,ognuno di loro(sempre preso singolarmente) riteneva ineccepibili ( oltre che perfettamente applicabili agli altri 4),per ritrovarmi immediatamente SOTTO ACCUSA. quale? Non lo sapevano nemmeno loro! Sapevano solo che,dal momento che quegli stessi ragionamenti erano stati messi nero su bianco, e destinati UFFICIALMENTE a loro in quanto CORPO DEGLI ANZIANI,e non più condivisi UFFICIOSAMENTE con gli STESSI SINGOLI che lo componevano.....una qualche accusa,a quel punto, DOVEVA ESSERE TROVATA!
    Tra le poche repliche salvabili, alcune erano del tipo "è tutto vero,è tutto giusto, è evidente che questi comportamenti non vadano bene. Solamente.... NON SPETTA A TE DIRCELO!".
    ma come,se un comportamento è ritenuto OBBIETTIVAMENTE DISCUTIBILE, perché mai dovrebbe fare una qualche differenza CHI LO DICE??? Sarebbe come inquisire ad oltranza CHI DENUNCIA ,piuttosto che IL DENUNCIATO! Tra l'altro, erano loro stessi a decretare ufficiosamente ed in privata sede che,quel " crimine" (determinati comportamenti),era in effetti REALE E PERPETRATO. eppure, se il giorno prima mi stimavano così tanto,da ritenere opportuno anche confidarsi con me,in relazione a quelle stesse cose, il giorno dopo, improvvisamente, ero diventato "QUELLO NEGATIVO" ,oppure " QUELLO CHE GIUDICA" ,o altro ancora. Certo che stavo " giudicando " ,ma io " giudicavo" solo QUEI COMPORTAMENTI,spiegando IL PERCHÉ. loro,invece, hanno infine GIUDICATO ME,e senza nemmeno riuscire a stabilire con certezza IN MERITO A COSA! andava tutto bene, fin tanto che,ognuno di loro,poteva puntare il dito sugli altri. Andava tutto bene, fin tanto che potevano continuare a mettere in atto quei comportamenti, senza che nessuno osasse obiettare.
    ....scemo io che ho deciso di DENUNCIARE,mea culpa!
    Ale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quell'esempio della mela "marcia" nel cesto viene sempre fatta dalla WTS per incitare i "fratelli" a stare ben attenti a quelle persone che non si conformano con i loro insegnamenti.
      Ma è un esempio inappropriato.
      La mela marcia si può distinguere facilmente,ma una persona su che base deve venire giudicata?solo perché la pensa in modo diverso.Forse se la pensa in modo diverso può andar bene, ma quando si esprime pubblicamente in maniera differente "dalla verità insegnata dalla congregazione cristiana dei testimoni di Geova" diventa una mela marcia.

      Elimina
  4. La teocrazia dei TDG è..UN PERFETTO SISTEMA FARISAICO...falso e ipocrita.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Potrebbero esserle TUTTE le teocrazie, Riflex?

      Elimina
    2. Poi alla fine ogni teocrazia ha come capo un uomo o un gruppo di uomini che millantano di essere guidati da Dio

      Elimina
    3. Be è chiaro che tutte le teocrazie sono uguali ..uso il termine teocrazia per capirci ....perchè in realtà il giusto termine sarebbe umanocrazia, oppure farsisaocrazia che non è male (-:

      Elimina
    4. ...burocrazia usurpatrice e mantenuta forse è il termine più puntuale.
      Ma essa fa parte dei meccanismi della più generale riproduzione sociale, in una società classista. I compiti della burocrazia confessionale è quella di far accettare il regime di classe e lo sfruttamento della classe dominante su quelle subalterne. La burocrazia confessionale, che rimanda la fine delle forme di sfruttamento dell'uomo sull'uomo solo all'evento miracolistico del "Giudizio universale" nel mentre esorta i subalterni ed oppressi ad accettare lo status quo: "Dio non vi vuole ribelli al potere dell'autorità! essi predicano": predicano il concetto del "popolo di Dio" per nascondere la divisione in classe presente in tutti i popoli. E così diventano i guardiano morali dello sfruttamento della classe domiannte: cioè di coloro che controllano le condizioni di lavoro, cioè le condizioni di vita, cioè i corpi: dal patriziato schiavista all'aritsotcrazia feudale fino all'oligarchia capitalistica di oggi. Sono questi che esprimono la classe dirigente dell'economia e dello Stato.
      Le burocrazie confessionali sono coccolate dalle classi possienti per il loro ruolo e quindi ricevono i compensi relativi: finanziamenti pubblici, mantenimento a vita (nel caso delle confessioni di Stato), esenzioni fiscali, leggi ad hoc, condizionamento sula legislazione civile (vedi matrimoni omosessuali, Ivg, biotestamento ecc.) e....franchigie penali (segreto confessionale e dintorni).


      Ramiro




      Elimina
  5. A ben vedere, la wt adotta ,a livello collettivo, gli stessi SCHEMI COMPORTAMENTALI che,a livello individuale, adotta un soggetto NARCISISTA. esattamente come farebbe tale soggetto, la wt mostra di essere una società AUTOREFERENZIALE ,e completamente INCENTRATA SU SE STESSA. Fa leva sulla palese ( o apparente) vulnerabilità e buona fede delle proprie vittime,così come il soggetto narcisista cerca costantemente" prede " deboli( o ritenute tali)e profondamente empatiche. Entrambi, si servono delle proprie vittime solo in virtù dell' APPROVVIGIONAMENTO NARCISISTICO che possono ottenere da esse.... e solo e soltanto, FIN TANTO CHE LO OTTENGONO. quando la " fede" o la fiducia viene meno, oppure viene semplicemente TRADITA, questi non esitano un solo istante a SCARTARE L'OGGETTO ( la persona stessa) ,in quanto non più consona al proprio SCOPO EGOISTICO. Spesso, però, quando si trovano,per qualche motivo, in periodi " di magra" ,allora non esitano a ricorrere alla tecnica dell' Hoovering,ovvero del RIPESCAGGIO. Incuranti del reale benessere delle proprie vittime, questi tornano alla carica, nel tentativo di capire se, i soggetti precedentemente SCARTATI,ora possano essere maggiormente inclini ad essere NUOVAMENTE SFRUTTATI. Qualcuno potrebbe erroneamente attribuire una qualche forma di amore, a tutto questo, e magari accettare di buon grado quell'invito alla commemorazione( ad esempio),ora esteso anche ai disassociati\dissociati ( gli SCARTATI,per l'appunto)...... ma,per fortuna, non è che siano tutti così scemi. Alla WT,così come al soggetto narcisista, NON IMPORTA NULLA DI NOI. vuole solo usarci come PEDINE per i suoi scopi,e non esita poi a gettarci via,non appena ci ritiene INUTILIZZABILI A TAL FINE. La wt,così come il narcisista, sono quasi impossibilitati ad ogni forma di SINCERO CAMBIAMENTO. vivono solo in relazione alla propria IMMAGINE RIFLESSA,distorta dal tipo di SPECCHIO FASULLO che usano per ottenerla. È un'immagine di sé, FRAGILE e FITTIZIA e, proprio per questo, non può in alcun modo reggere il peso di un CONFRONTO ONESTO E SINCERO. Ha cmq bisogno degli altri, ma al contempo non può permettersi di provare ALCUNA REALE EMPATIA. non può permettersi di IMMEDESIMARSI CON LE SUE VITTIME,che infatti tratta e considera solamente al pari di CARNE DA MACELLO.......fino a quando,però, non ritiene di averne nuovamente un EGOISTICO BISOGNO PERSONALE. la wt ,così come il narcisista, mostra di essere IMPERMEABILE AL DOLORE ALTRUI. Perché, se solo dovesse effettivamente CONSIDERARE IL MALE FATTO,ad andare veramente in frantumi,sarebbe proprio LA SUA IMMAGINE FITTIZIA...decisamente più debole e fragile delle sue stesse vittime. Ale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Ale
      Interessante e centrata le tue osserbazioni sul narcisismo.
      In passato ho letto diversi libri di Eric Fromm, il quale ha trattato questo argomento definendo il narcisismo come qualcosa che spesso si trasforma in forza maligna. Ad esempio il narcisismo dell'orgoglio di appartenere ad un gruppo: io sono ariano e perciò sono superiore e devo eliminare gli ebrei; oppure sono bianco e di nuovo sono superiore e devo trattare i neri come schiavi.
      Allo stesso modo i tgG si considerano superiori alle "persone del mondo" non perchè fanno qualcosa di meritorio per gli altri ma solo perchè SONO TDG. Infatti si sentono sollevati dalla responsabilità di fare beneficienza o volontariato, è sufficiente che predichino per dimostrare che sono la vera religione e quindi i migliori, con il diritto di calpestare gli altri senza pietà quando questi ultimi non sono più funzionali al loro narcisismo (vedi inattivi incalliti e disassociati).
      Per capire questo spirito narcisustico basta pensare al discorso finale delle assemblee di distretto (ora congressi, come negli anni '60): ricordo esperienze spettacolari avvenute in città nei rapporti con autorità, forze dell'ordine, ristoratori e persone comuni che dimostravano che i tdG sono persone speciali e straordinarie: alla fine del discorso ci si sentiva "gasati" e unendo questa euforia alla stannchezza dei tre giorni di caldo infernale te ne tornavi a casa ipnotizzato, pronto a fare qualunque cosa ti venisse ordinata dal corpo direttivo, che non sono buone persone.

      @Debora
      Sono veramente dispiaciuto per le tue esperienze, che ho appreso leggendo i tuoi commenti nel corso dei mesi.

      Elimina
    2. Eh sì, Leo.....purtroppo Mattia ne ha subito dato conferma! Ale

      Elimina
    3. Ho trovato su internet questa citazione, secondo me geniale nella sua semplicità. La quale ,infatti,si trova spesso abbinata sia al credente, che al narcisista:

      Discutere con un NARCISISTA(o un CREDENTE)? E' come giocare a scacchi con un piccione! Potresti anche essere il più grande giocatore del mondo, ma il piccione continuerà 
      a rovesciare tutti i pezzi, cagherà sulla scacchiera e camminerà impettito 
      andando in giro con aria trionfante....come se avesse vinto lui!

      Spesso arrivano sul blog tdg che hanno la sola "colpa" di credere ancora a certe cose, ma che sono cmq educati e abbastanza ragionevoli. Mi spiace che Mattia non abbia saputo essere tra questi,ma che abbia invece deciso di fare la parte..... del piccione che gioca a scacchi! Ale

      Elimina
    4. Esattamente, gli indottrinati sono piccioni che giocano a scacchi !!

      Elimina
    5. Certo, infatti con " credente " si faceva riferimento proprio agli INDOTTRINATI.... è bene specificarlo. Ale

      Elimina
    6. Colomba bianca13 maggio 2017 16:19

      Ale, che bella immagine, divertente, semplice, persino un po poetica..che bravo sei stato, mi è piaciuta tantissimo..

      Elimina
    7. Grazie colomba bianca,ma non è farina del mio sacco. L'ho solo trovata su internet sotto forma di vignetta. Ale

      Elimina
    8. è inutile cercare di ragionare con cervelli totalmente scollegati con la realtà!

      Elimina
    9. È verissimo quello che hai scritto, Leo. Il narcisismo,QUANDO FERITO,in effetti può davvero trasformarsi in una FORZA MALIGNA. un tdg indottrinato e ferito nel proprio orgoglio ( al pari di un narcisista) ,può davvero diventare estremamente violento e aggressivo .....addirittura CRUDELE, a volte. In quel momento, in lui scatta un MECCANISMO DI DIFESA che è più forte della sua volontà,e che agisce tra l'altro SENZA FRENI,proprio in virtù del fatto che è un meccanismo INCONSCIO. Il tdg indottrinato ,così come il narcisista, IDENTIFICA SÉ STESSO in quell'immagine idealizzata che tu hai descritto molto bene . Non si rende conto che,anche se venisse privato di quella immagine fasulla, CONTINUEREBBE AD ESISTERE COMUNQUE. Avverte ogni critica rivolta alle sue credenze ( l' ego per il narcisista), come un qualcosa di ESTREMAMENTE PERSONALE....e si difende di conseguenza. Si innesca così un CIRCOLO VIZIOSO,dal quale non sa più come uscirne. Perché, ovviamente, se il tdg indottrinato (o il narcisista),dovesse valutare le sue successive reazioni, attraverso LO STESSO METRO DI MISURA,con cui valuta tutti gli altri.... ne uscirebbe a pezzi. Si innesca una specie di "sindrome da Re Davide" ,in balia della quale, PER NASCONDERE UN PRIMO PASSO FALSO,si vede costretto a farne altri, di passi falsi.... i,quali, ovviamente, per essere ulteriormente NASCOSTI A SÉ STESSI( perché gli altri, invece, li vedono benissimo), necessitano di una dose sempre maggiore di DISTONIA COGNITIVA. l'abisso tra il metro di misura, con cui valutano TUTTI GLI ALTRI,e il metro che,invece, usano SOLO PER SÉ STESSI,diventa così sempre più esteso , estremo e profondo. E,ad ogni successiva critica, diverranno sempre più aggressivi, violenti, ad anche CRUDELI....se lo ritengono necessario. Perché, nonostante si tratti di un meccanismo INCONSCIO,è pur vero che il loro IO NASCOSTO, avverte che vi è della AUTENTICITÀ ,nelle critiche che gli vengono mosse,verso le quali prova un senso di VERGOGNA LATENTE, la quale preme per uscire..... ed esige,prima o poi,di essere ANALIZZATA e METABOLIZZATA. "Gli esperti" dicono che sia quasi impossible guarire da questo tipo di problema ( il narcisismo) ,proprio perché, il suo vero scopo, è quello di nascondere e proteggere UN DISAGIO PROFONDISSIMO....esattamente come avviene con il tdg indottrinato. Le rarissime volte in cui decidono di affrontare il problema,non lo fanno quasi mai PERCHÉ LO VOGLIONO,ma solo perché, particolari circostanze, LI OBBLIGANO.
      è uno dei tunnel mentali più difficili dai quali uscire. È difficilissimo, ma NON IMPOSSIBILE. Ale

      Elimina
  6. Ale ti do ragione. L anno scorso sono venuti due anziani ad invitarmi alla commemorazione, quando dissi che si ricordavano adesso di me, chiamandomi per nome e parlandomi con gentilezza, ma alla morte di mio padre avvenuta l anno prima ero praticamente trasparente , dove non solo molti in sala non mi avevano fatto le condoglianze parenti compresi. Dissi anche che nessuno anziano era venuto in quell occasione ad incoraggiarmi o ad interessarsi di me ed io abito a due isolati dalla sala e tutti mi conoscono. Andarono via non dicendo nulla rinnovando l invito e basta, in compenso dissero a mio fratello che va in quella sala che ero la solita polemica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sanno solo parlare ed adulare chi si sta avvicinando a loro...

      Elimina
    2. Mi dispiace tanto,Debora. È davvero un 'atteggiamento svilente e demoralizzante. Loro ti pugnalano come nulla fosse,e tutto va bene.... ma se tu OSI dire " ahia! Fa malissimo! ",apriti cielo, SEI TU IL POLEMICO! mi spiace davvero tanto,Debora. Ale

      Elimina
    3. Colomba bianca13 maggio 2017 06:05

      Buongiorno a tutti. Debora mi dispiace di tuo padre e di come si sono comportati coloro che credevi tuoi fratelli e sorelle. Fortunatamente hai uno spirito combattente, polemico visto da loro, questo ti aiuta a toglierti i veli dagli occhi e dalla mente e tornare finalmente libera. Tu auguro di incontrare amici veri, persone speciali che non ti lasceranno mai più sola. Un grande abbraccio

      Elimina
    4. Questi sono i frutti di un insegnamento che con parole o meno ha impregnato gli aderenti a partire dai più zelanti e dagli anziani stessi.
      Quando smisi di frequentare non vidi il buon pastore che lascia il gregge in cerca della pecorella smarrita.
      Su 6 anziani solo un paio mi contattavano e udite un po'....quello del mio ultimo gruppo di servizio nemmeno un freddo e formale sms, niente di niente, eppure piaceva ed era apprezzato l'apporto e l'incoraggiamento che elargivo in sala e al gruppo per uscire in servizio.
      A un certo punto fai domande su cosa sta accadendo e ti battono a tappeto per capire se sei disposto a credere e a rimanere sottomesso a tutti i costi alla wts e che le risposte arriveranno solo quando Geova le ha stabilite ma per adesso bisogna solo studiare di più e rimanere uniti e al passo con le direttive ma di rimettere il paraocchi proprio non me la sento

      Elimina
    5. Cara Debora devi pensare che alcuni oltre a non avere tatto, sono pure ignoranti.Il loro scopo se ti allontani dalle adunanze è venire a casa tua a visitarti e farti sentire in colpa!Sono fatti così.In più nella storia che descrivi dov'è l'amore e la fratellanza che sostengono di possedere?In più sono falsi perchè quando ti invitano a studiare non ti mettono nero su bianco tutte queste restrizioni tu te ne rendi conto solo dopo che sei dentro.In più manipolano i più piccoli per disposizioni che di volta in volta arrivano dall'alto.Ora io mi chiedo se voi ai vostri figli li fate agire in autonomia e siete come professate diversi dalla religione cattolica che battezza i propri piccoli ancora in fasce; perchè i vostri figli non li lasciate distanti dai vostri impegni teocratici? E' normale che a furia di sentirvi da piccoli per forza di cose si battezzeranno!Bel libero arbitrio.

      Elimina
  7. Grazie a tutti delle belle parole. Comunque quell esperienza mi è servita, ho iniziato a fare qualche ricerca, prima di allora anche se erano diversi anni che ero disassociata non mi ero posta molte domande,devo ammettere che ero ancora mentalmente dentro con sensi di colpa e inadeguatezza. La malattia e la morte di mio padre mi ha aperto gli occhi su molte cose e adesso i sensi di colpa sono spariti, anche se devo ammettere che ogni tanto un po di solitudine si fa sentire. Un saluto a tutti

    RispondiElimina
  8. una pausa umoristica
    http://www.lercio.it/il-papa-apre-ai-testimoni-di-geova-ma-poi-li-manda-via-con-una-scusa/

    RispondiElimina

E' OBBLIGATORIO FIRMARSI CON UN NICK (QUALSIASI) Non usate termini scurrili, insulti, calunnie, incitamenti all'odio razziale ed alla violenza, e NON menzionate la persone per nome o cognome reali. Sono vietati lo spamming, il copia-incolla ripetuto, i link a siti non approvati dalla redazione, i messaggi provocatori.
Altrimenti i post non saranno pubblicati o verranno cancellati.
La moderazione dei commenti è insindacabile ed a cura della redazione del blog. Se i vostri commenti non vengono pubblicati potete chiedere spiegazioni scrivendo alla redazione (vedi "come commentare" in alto nella colonna a sinistra)

Grazie

L'indirizzo email del blog lo trovate in fondo alla pagina (non nella visualizzazione per cellulari)