Usando questo sito, dichiarate di aver letto il Disclaimer e le norme sulla Privacy relativa ai contatori Shinystat e whos.among.us.

Un archivio del blog, con tutti i post fino ad oggi pubblicati, elencati per mese, lo trovate in fondo alla colonna centrale.

NORME relative ai commenti alla pagina "COME COMMENTARE".

“Non c’è nulla di male se una persona cerca di confutare gli insegnamenti e le pratiche di un gruppo religioso che ritiene in errore”.
(Svegliatevi! 8 settembre 1997, pagina 6)

venerdì 17 giugno 2016

Conformismo: così fan tutti (come pecore)



Il conformismo e il suo oscuro potere ha un’influenza spropositata su tutti noi… è l’effetto gregge che ci coinvolge sistematicamente, un meccanismo di cui spesso e volentieri diventiamo protagonisti.
Dai, non tiriamola tanto per le lunghe e ammettiamo che noi esseri umani siamo dei conformisti naturali! Ci copiamo nel vestire, nei modi di parlare, negli atteggiamenti e nel modo di pensare, spesso facendolo in modo automatico. Il conformismo nel modo di pensare lo applichiamo senza pensarci (scusate il gioco di parole!).
Ma esattamente fino a che punto il conformismo in cui ci facciamo coinvolgere “manipola le nostre menti”? Possibile che siamo disposti a negare l’evidenza pur di essere conformi alle altre persone, al gruppo?



Date un’occhiata alla figura qui sotto. Confrontate la linea di sinistra con le tre linee di destra: A, B e C. Quale di queste tre linee ha la stessa lunghezza della figura 1?

E ‘ovviamente A. Eppure in un classico esperimento di psicologia condotto nel 1950, il 76% delle persone aveva negato i propri sensi, almeno una volta, scegliendo B o C. A quale tipo di pressione psicologica le persone erano state sottoposte per arrivare al punto di negare l’evidenza?
La cosa affascinante di questo esperimento è che il suo creatore, il famoso psicologo Solomon Asch, si propose di dimostrare come il conformismo stravolge il concetto di verità!
Un precedente esperimento di Muzafer Sherif (nel suo famoso esperimento di Robbers Cave ) aveva scoperto che quando le persone si trovavano a formulare un giudizio su un test ambiguo, usavano i giudizi di altre persone come punto di riferimento.
Questo potrebbe avere un senso logico: se non sono sicuro di qualcosa, io controllo con qualcun altro. Ciò può capitare quando non ne sono sicuro. Quando invece mi trovo di fronte a informazioni inequivocabili? Quando la risposta è chiara, senza ombra di dubbio? In teoria le risposte delle altre persone non dovrebbero avere alcun effetto su di me  o almeno questo è quello che pensava Asch.

L’esperimento sul conformismo

Per provare la sua teoria, Solomon Asch portò degli studenti universitari di sesso maschile, uno alla volta, in una stanza con altre otto persone spacciate come altri partecipanti ma complici dello psicologo ( Asch, 1951 ).
Lo psicologo presentò loro delle schede con tre linee di diversa lunghezza in ordine decrescente; su un’altra scheda aveva disegnato un’altra linea, di lunghezza uguale alla prima linea della prima scheda (come la figura sopra).
Chiedeva a quel punto ai soggetti, iniziando dai complici, quale fosse la linea corrispondente nelle due schede. Dopo un paio di ripetizioni “normali”, alla terza serie di domande i complici iniziavano a rispondere in maniera concorde e palesemente errata;
il vero soggetto su cui s’incentrava l’esperimento, che doveva rispondere per ultimo o penultimo, in molti casi iniziava regolarmente a rispondere anche lui in maniera scorretta, conformemente alla risposta sbagliata data dalla maggioranza di persone che aveva risposto prima di lui.
Pur sapendo soggettivamente quale fosse la “vera” risposta giusta, il soggetto sperimentale decideva, consapevolmente e pur sulla base di un dato oggettivo, di assumere la posizione esplicita della maggioranza (solo una piccola percentuale si sottraeva alla pressione del gruppo, dichiarando ciò che vedeva realmente e non ciò che sentiva di “dover” dire).

E fu così che il conformismo diede risultati sorprendenti

I risultati furono affascinanti, per nulla corrispondenti a ciò che Asch si aspettava:
  • 50% delle persone ha dato la stessa risposta sbagliata degli altri, in più di metà delle sperimentazioni.
  • Solo il 25% dei partecipanti ha rifiutato di lasciarsi influenzare dai falsi giudizi della maggioranza in tutti i 12 studi.
  • Il 5% delle persone si è sempre conformato al parere errato della maggioranza (voi conoscete qualcuno che si comporta così?).
  • Sommando tutte le prove il tasso medio di conformità (così è chiamato il conformismo in psicologia), è stato del 33%.
Incuriosito dal perché i partecipanti si adeguarono alle false affermazioni della maggioranza, Asch l’intervistò dopo l’esperimento.
Ecco le risposte che diedero, ma che darebbero anche molti di noi, per giustificare un tale comportamento:
  • Tutti provarono ansia, ebbero senso di timore per la disapprovazione da parte degli altri e si convinsero di rispondere sbagliato.
  • La maggior parte di loro spiegò di aver visto le linee in modo diverso dal gruppo, ma poi pensò di essere nel torto rispetto al gruppo.
  • Alcuni dissero che avevano assecondato il gruppo per evitare di rimanerne fuori, nonostante sapessero che il gruppo stesse sbagliando.
  • Un piccolo numero di persone addirittura sostenne che durante la prova vedeva davvero le linee nello stesso modo in cui le vedevano gli altri!
I risultati di questo studio sono ancora così sorprendenti che hanno ispirato molti psicologi  ad indagare ulteriormente. Ecco alcune delle loro scoperte:
  • Asch scoprì inoltre che se il partecipante dava la risposta segnandola su un foglio anziché a voce, la conformità veniva ridotta al 12,5%.
  • Deutsch e Gerard (1955) trovarono che i tassi di conformità erano del 23% anche in condizioni di elevato anonimato ed elevata certezza sulla risposta.
  • Coloro che sono “prede” del conformismo, tipicamente hanno alti livelli di ansia, un bisogno elevato di approvazione con personalità spesso autoritarie.
Guardate il bel passaggio sul conformismo e la camminata dal film de L’attimo fuggente, scena divertente e significativa per raccontare con semplicità come sentirsi unici e cercare di non farsi incasellare:





Date anche un’occhiata al video dell’esperimento di Ash qui sotto, auguro a voi e a me la ricerca continua dell’indipendenza di pensiero e di sorridere con queste citazioni:
Quando tutti pensano nella stessa maniera, allora nessuno pensa veramente. (Walter Lippmann)
Non le lotte o le discussioni devono impaurire, ma la concordia ignava e l’unanimità dei consensi. (Luigi Einaudi)
E’ difficile riconoscere chi segue la corrente spontaneamente. (Stanislaw Lec)
Quando ti rendi conto che sei dalla parte della maggioranza, sappi che è ora di cambiare. (Mark Twain)
Tutte le volte che altri sono d’accordo con me ho sempre la sensazione di avere torto. (Oscar Wilde)
Niente produce un effetto simile a quello di un buon luogo comune: ci rende tutti uguali. (Oscar Wilde)
Molta gente misura il valore delle cose solo attraverso il successo che esse riscuotono. 
Chi considera gli uomini come un gregge e fugge da loro il più velocemente possibile, ne sarà certamente raggiunto e preso a cornate. (Friedrich Nietzsche)
Si rovina un ragazzino nel modo più sicuro, se gli si insegna a considerare il “pensare allo stesso modo” più alto del “pensare in un altro modo”. (Friedrich Nietzsche)
Chi vuol essere un Uomo deve essere un nonconformista. (Ralph Waldo Emerson)
Il fatto che un’opinione sia ampiamente condivisa, non è affatto una prova che non sia completamente assurda. (Bertrand Russell)

 By 
* * * * * *

Ecco spiegato come nasce la dissonanza cognitiva: dall'influenza del gruppo !




* * * * *



Stai leggendo questa pagina da un cellulare?


oppure:



42 commenti:

  1. Ci siamo scontrati un po' tutti con l effetto"pecora".essa,un animale docile che non si ribella che dove vanno gli altri va pure lei...in finale siamo stati come lei..ci siamo adeguati ad una fantaorganizzazione ,portati a pascolare dove quel pastore voleva e siamo rimasti in quel recinto fatto di ignoranza,regole ed eravamo tutti sottomessi senza fiatare...poi nella nostra mente qualcosa non tornava e facevamo a botte con la nostra coscienza ed e così che l anticonformismo stava prendendo piede..non e così cari amici?abbiamo visto con il tempo che certi ragionamenti non avevano niente di scritturale,che certe direttive erano sbagliate e scegliendo di non conformarci più a quel sistema ce lo hanno fatto pagare..essere pilotati e davvero orribile e se pensiamo che pure noi eravamo conformi alle loro ideologie mi viene la pelle d'oca.interessante la frase di Emerson che un uomo lo si vede dal non conformismo..Nella vita di ogni giorno ci si prentano scelte di ogni genere come pure scontrarci con chi non la pensa come queste pecore ribelli di questo blog ,che scrivono inneggiando un sistema giusto e unico nel suo genere pur sapendo che i fatti smentiscono tutto e che invece grazie a questi uomini non conformisti che la verità è venuta a galla e che non si sono piegati a finti pastori e che hanno dimostrato di essere UOMINI VERI..hanno dimostrato di avere gli attributi quando con coraggio hanno buttato giù i muri Dell omertà e Dell ingiustizia e non solo per loro hanno aperto gli occhi ma pure per tutti noi affinché comprendessimo con semplicità in modo schietto come stanno le cose.un ringraziamento va a tutti voi cari anticonformisti.un abbraccio forte

    RispondiElimina
  2. prendetevi il tempo, con calma, di meditare su questo articolo... si capiscono meglio tanti aspetti del condizionamento mentale

    RispondiElimina
  3. (Anziano riflessivo ) Grazie per queste gemme di verità che amorevolmente provvedete attraverso questo Blog. mi auguro che sia letto soprattutto da anziani di congregazione, affinché se la loro mente non è del tutto plagiata, possano anche loro come me fare delle profonde riflessioni ed iniziare ad aprire gli occhi. Altrimenti è appropriato per loro il detto "non esiste peggior sordo di colui che non vuol sentire "

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perplessa..(ma non troppo)18 giugno 2016 11:49

      Caro Anziano riflessivo, sono contenta che ti sia posto degli interrogativi, sui quali stai riflettendo questo denota in te, che fai l'anziano di cuore e col buon senso. Benvenuto!

      Elimina
    2. Ragazzi occhio con il termine "verità" che ha già fatto troppi danni. Diciamo che siti come questo possono fornire uno spunto di riflessione. Poi ognuno con la consapevolezza raggiunta tramite le SUE riflessioni agisca come meglio creda.

      Elimina
  4. Quello che dice Bertrand Russell è proprio quel pensiero che mi ha tenuta prigioniera delle mie perplessità nei confronti di ragionamenti assurdi della wt....credevo di essere io la strana perché alla fine ti fanno arrivare forzatamente a questa conclusione, ma fortunatamente ci siamo trovati nel blog ed abbiamo visto che gli strani non eravamo noi...
    non si conformava

    RispondiElimina
  5. E piu che mai.vero.che la conoscenza " vera" da Gesù rende liberi sopratutto dal gregge , il vaso è aperto ormai

    RispondiElimina
  6. Interessante conclusione a cui l'esperimento è pervenuto...soltanto il 25% non si è lasciato conformare....
    Vi è mai capitato di non sentirvi parte del gruppo indipendentemente dal gruppo con cui vi associavate?
    A molti capita è fin da piccoli si sentono inadeguati, non integrati completamente, anche nella Wt succede.
    Non capire perché , benché si creda a ciò che insegna la Bibbia, ci si sforzi di essere come dice la Bibbia, comunque c'è sempre una sbavatura che non ti fa sentire parte del gruppo...
    Beh, noi siamo quel 25% di persone che benché in qualche modo condizionate, non lo siamo state del tutto, benché Tdg, non ci siamo mai sentiti completamente in armonia con loro...ecc ecc ecc....
    Se siamo il 25% allora dovremmo guardare con attenzione a coloro che sono sempre all'interno ma che non lo sono completamente , che si sentono poco compresi, un po' a disagio, che sembrano a volte smarriti... A loro va il nostro interesse, perché molto probabilmente sono coloro che appartengono a quel 25%, e che col tempo riusciranno a camminare con noi nella famosa strada stretta ...che POCHI avrebbero percorso.
    Gli altri sguazzano a loro agio in quel largo percorso che è fatto di conformismo puro, ipocrisia e totale condizionamento che li rende ottusi e sordi ai ari avvertimenti del Cristo. E da questi ALLONTANATI......

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai posto l'accento su una grande verità, Red Fox. Siamo stati tutti, chi in misura maggiore o in misura minore, reclute di questo immenso esercito di prodi detentori della verità. Per non pensare di chi sente investito da una chissà quale responsabilità costituendosi spalla degli anziani nel monitorare la vita, anche circa aspetti intimi, dei propri fratelli.
      Ma ora siamo persone consapevoli, e tra di noi c'è un amore genuino lontano anni luce da quell'amore prefabbricato chiamato ingiustamente agàpe.

      Elimina
  7. Perplessa..(ma non troppo)18 giugno 2016 07:41

    Buongiorno a tutti! Il primo atto di conformismo che identifica un tdg è il modo di vestire alle adunanze e in servizio. ...non ho mai trovato nella bibbia che per predicare bisognava avere la gonna o la cravatta! Veste convenevole e generico e non specifico...quindi anche qui una regola imposta come tutte le altre regole wt x conformarsi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. dopo il conformismo riguardo il pensiero e l'abbigliamento, prossimamente analizzeremo anche il conformismo nel linguaggio...

      Elimina
    2. cercate un video su internet digitando : il girotondo delle pecore intorno alla macchina -
      Guardate e meditate gente, meditate.

      Elimina
    3. Certo, cara Perplessa! Ma se non si stabiliscono rigide regole e gerarchie, come si fa a mantenere alto il senso di appartenenza?
      E chi ha stabilito le regole e le sanzioni per chi non rispetta tutti questi cliché? Sempre uomini.
      Per fortuna io mi sono liberato in buona parte di questo sistema di controllo mentale.

      Elimina
    4. A proposito di pecore, volevo segnalare un fatto piacevole che si è sviluppato sul blog dei sedicenti consapevoli! Ieri sera ho voluto scrivere il mio parere sulle parole del Cristo riportate in Matteo 28:18. Misi in evidenza che quel versetto contrasta con la dottrina che Cristo è re dal 1914. Il mio commento è stato pubblicato x 20 minuti, dopo il gestore lo ha tolto e ha spiegato che Cristo è re dal 1914. Con mia sorpresa altri utenti sono andati contro il gestore del blog e hanno ribadito il concetto di Matteo 28:18. Sono sorpreso e contento perché molte persone non si comportano più come pecore! È bello vedere come per difendere le dottrine wt taluni contorcono le scritture facendogli dire tutto e il contrario di tutto! Poveri loro:-)

      Elimina
    5. Posso capire uno che è convinto ...ma non riesco a capire quelli che non lo sono e continuano a difendere l indifendibile ...che razza di vantaggio avranno, lo sanno solo loro.

      Elimina
    6. x zeroassoluto: bel video he he, non per niente c'è il -piccolo gregge- e noi le -altre pecore-
      ma sui comportamenti indotti c'è anche il famoso -esperimento delle 5 scimmie e 1 banana- digita
      la frase, si trovano anche dei video.

      Elimina
    7. Ho fatto una breve "incursione" dai "consapevoli", ma noto che non c'è verso di conversare apertamente.
      L'angolo di apertura dei paraocchi di alcuni è ancora molto lieve, ma c'è chi gradualmente se li stà togliendo.

      Elimina
    8. Si Socrate ho notato il tuo commento dai consapevoli, il mio ieri sera è stato visibile 20 minuti, poi oggi ho visto che tu e altri avete ripreso il filone di Matteo 28.18 e la censura è saltata altrimenti dovevano censurare troppo! Mi piace il termine di Socrate "incursione":-):-)

      Elimina
    9. complottista, straordinario esempio, forse Darwin aveva ragione, siamo più scimmie che uomini pensanti, ehehehe

      Elimina
    10. Caro Apostolo Giovanni,
      Ci sono persone sincere, e credo che 007 lo sia, ma "la sincerità non basta", come diceva una pubblicazione WT per lo studio biblico. Sì deve anche essere abbastanza onesti per fermarsi e chiedersi senza tabù in che razza di religione ci si è ritrovati.
      Prima di diventare inattivo, dissi a due Anziani che mi stavano facendo un facsimile di comitato, che anche le pubblicazioni WT esortano, e più di una volta, ad esaminare la propria religione, per vedere se è "conforme alla volontà di Dio". Sai cosa mi risposero un pò sorpresi e dopo una breve pausa ? Che questo era per gli altri, non per noi.
      Hai capito! Mi sono detto.
      Risposi dicendo che ciò non era specificato e che non vedevo perché non ci potesse riguardare.
      Cambiarono argomento...
      Mi dico che prima o poi le persone veramente sincere, oneste e riflessive non possono che comprendere da se che WT non è altro che un "sepolcro imbiancato" che poco - o niente - ha di genuino.

      Elimina
    11. Anch'io circa un anno fa sono stato censurato più volte perché mettevo in discussione il CD, ma ho visto col tempo che le lamentele sono tali che ora vengono fatte passare. Del resto non si può pensare che se la barca fa acqua, il comandante non ne sappia nulla.
      Come ho già scritto sulla fede non si discute, perché alla fine tutto è opinabile, ma su certe affermazioni dogmatiche del CD non si può passare sopra senza fare violenza alla propria intelligenza.

      Elimina
    12. Ora, tutti i commenti sono stati censurati, non ne rimane nemmeno uno !
      Ah! Non si sa mai, se qualcuno dovesse iniziare a riflettere...

      ("consapevoli", una setta nella setta... ;-)

      Elimina
    13. Non hanno tutti i torti a volte quelli che insinuano che quel blog sia una valvola di sfogo "autorizzata".

      Elimina
  8. (Anziano riflessivo ) scrivo queste righe per far comprendere quanto l'effetto "pecora" sia oggi più in voga che mai.
    Diversi giorni fa, un coordinatore conosciuto in congregazione come una persona dispotica e facilmente irascibile, ha umiliato un fratello in presenza di altri componenti della congregazione per motivi futili.
    Oltre tale episodio ve ne sono stati altri simili sempre da parte dello stesso.
    Il viaggiante informato dell'accaduto, e di altri episodi analoghi, ha cercato di sondare in congregazione come stavano le cose; ironia della sorte, fratelli e sorelle hanno detto che il coordinatore in questione è avvicinabile e per niente irascibile.
    Dopo ciò gli stessi tra di loro hanno ricominciato a lamentarsi del fratello.
    Anche se hanno ragione di lamentarsi, perché quando hanno avuto l'opportunità di poter far mettete le cose a posto dicendo la verità al viaggiante non l'hanno fatto? ??? Ecco l'effetto pecora
    E poi dicono mettiamo le cose nelle mani di Geova. ......

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'effetto pecora o l'effetto codardia?
      Il problema è che il viaggiante passa, il CCA resta.

      Elimina
  9. Non so se questo e il post giusto, ma sono al congresso questa mattina, e ho ricavato alcuni punti interessanti e controversi:
    1) lealta e = non dissentire dal CD loro hanno sempre comunque ragione e chi non lo ricnosce e sleale a Geova.
    2) le buone compagnie da frequentare sono all interno della congregazione e SOLO quelli spirituali ergo chi non parla di cose spirituali viene emarginato agli angoli della congregazione con pace dell amore cosiddetto cristiano.
    3) la sessione era ansiogena filmati che devono darti l impressione che e prendere o lasciare. Video che parlano di ipotetiche situazioni di persecuzione tra breve.
    4) sono SICURO che in un breve video ad accompagno della trattazione di genesi 3 15 che doveva rappresentare il seme di satana, c'era una bella immagine di un volto inquietante nascosto tra le immagini. Forse non crederete a questo ma gli esperti di marketing sanno che sono efficaci e proprio per definizione essendo subliminali non devono essere subito visibili all occhio e quindi alla parte coscente di noi ma alla parte subcosciente. In questo caso secondo me tale immagine deve fare registrare ed attivare un senso di paura che devi sconfiggere rimanendo nel perimetro sicuro della organizzazione. Non devono imparare niente e d altra parte i filmati e le luci dei video sono studiatissimi e niente e lasciato al caso. Qualcuno ha avuto le mie impressioni.? Just awaked
    I

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Riesci a postare un link del video e magari a dirci a quale minuto ti riferisci? Sarebbe bello indagare di persona...

      Elimina
    2. X just awaked questo interessa molto anche a me... come si intitola.il video? A che fotogramma sarebbe l'immagine?
      Grazie per condividere

      Elimina
    3. incredibilmente il video non e di quelli che verranno pubblicati sul sito ma sono degli "inserti" nei vari discorsi. o fatto uno shot screen con ipad da un sito in inglese "avoidjw.org" (evitare jw.org) c'e tutta la playlist dei video di tutti i tre giorni di congresso. ora vedo di potervi dare il link. just awaked

      Elimina
    4. Confermo... c'è una faccia arcigna di un uomo barbuto fra gli alberi. Sembra l'immagine speculare del losco figuro sulla destra del video (dovrebbe essere Satana...). Se John permette il link è:
      https://m.youtube.com/watch?feature=youtu.be&v=PkmcrbSJJoU
      Il minuto è il 0:20 circa...

      Elimina
    5. ok sono riuscito a reperirlo su youtube questo e l'indirizzo. https://www.youtube.com/watch?v=PkmcrbSJJoU&feature=youtu.be fermate a schermo intero tipo al 0:35 dietro all 'uomo con la pistola c'e un fingo atomico ma gli hanno dato sembianze di un mostro. si puo notare il viso inquietante il tronco dato dal fungo atomico e anche le braccia. io sono certo che sia studiato voi che ne pensate? just awaked

      Elimina
    6. x just awaked: io non faccio testo perchè vedo le facce ovunque, però questo rientra in quelle coi denti, ce ne sono altre 5 o 6 del passato, si vedono in quella raccolta che avevo messo il link mesi fa, watchtower art. Pareidolie coi denti....

      Elimina
    7. credo abbiano tolto il filmato....mi da inesistente... posso trovarlo da un altra parte?

      Elimina
    8. Bereano complimenti io non lo avevo notato, ma comunque mi riferivo al 0:35 in corrisponenze del braccio dell uomo con la pistola c e un fungo atomico con all interno le sembianze di un volto inquietante, che se uno lo guarda bene potrebbe essere anche a figura intera. Just awaked.

      Elimina
    9. Ho provato a ritagliare le parti "sospette" con un programma di fotoritocco (Gimp). Le ho ingrandite e ho poi variato i parametri di luminosità e contrasto (un trucco che si usa per mettere in evidenza parti nascoste...). Ho scoperto: nel fungo non dovrebbe esserci niente (pareidolia), tra gli alberi al minuto 0:20 si distingue CHIARAMENTE una faccia umana che confermo sembrar essere speculare a quella di Satana sulla sinistra. La cosa che mi ha inquietato di più è che sul frutto compare la scritta "SIX" (a dire il vero potrebbe anche essere "SEX" perché la "I" è un po' curva). Se John permette e mi spiega come fare, posto le immagini.

      Elimina
    10. (Ax80) Mah... Bereano e voi tutti convinti di questo, lo dico col massimo rispetto, secondo me si tratta sempre, in ogni caso, di pareidolie, o semplici coincidenze... Io per esempio in quei fotogrammi come in altri non ho notato proprio nulla... Alla fine ognuno vede solo quello che "crede" di vedere... Questa storia delle immagini subliminali è l'unico punto di cui non sono affatto convinto... Prove scientifiche alla mano, parliamo di qualcosa che non esiste, o meglio, di qualcosa che ha origine soltanto nella nostra mente, non nella realtà oggettiva... Opinione personale...

      Elimina
    11. x Bereano: ho caricato delle immagini al link che segue, due sono del video postato da just awaked, c'è il volto coi denti sopra il fungo atomico, poi il soldato in centro in basso che sembra di un film del terrore. Le altre sono vari esempi di pareidolie coi denti, poi c'è la scritta SEX sul tappo di una bottiglia di una articolo sul pericolo del sesso in internet (mi piacerebbe qualcuno avesse una scansione migliore) e poi il mio preferito da sempre, il copricapo con gli occhi.

      Il link è http://www.filedropper.com/dentiwt

      completare il capcha inserendo le lettere.

      Elimina
    12. Per Ax80: ti confesso che l'ho sempre pensata come te. È solo naturale per il nostro cervello vedere facce ovunque. Quando, però, ho visto la scritta "SEX" ho cominciato ad avere qualche dubbio...

      Elimina
  10. Anche per me il congresso di stamattina ,con quei video ambientati nella grande tribolazione, per niente realistici riguardo alle profezie.
    Non è il popolo di Geova che sara messo alla prova, ma le persone che non prenderanno il "marchio della bestia".
    Certo continuare a contrapporre i Buoni" testimoni" col mondo" malvagio" porta ad un condizionamento mentale.
    Quel ritornello "non stare inseme alle persone del mondo, se non nel tempo strettamente necessario", distorce la scrittura" non state inegualmente associati con gli increduli", che significa "non fate insieme agli increduli TUTTE LE COSE CHE FANNO LORO", non non state insieme agli increduli nel TEMPO LIBERO.
    Qui si porta l'esempio di una sorella che non va ad una festa privata" perché nel mondo si beve ci si droga e si fanno cose immorali".
    Questi ragionamenti portano sempre a barriere mentali.
    C'è un altro esempio di un fratello che mette in dubbio le lettere e gli insegnamenti dell'organizzazione, vien fatto capire che quel fratello esce e perde, la fede in GEOVA( ergo wts).
    Amici ero anch'io un po cosi.

    RispondiElimina
  11. Io al congresso di zona, col film di Ezechia mi sono quasi addormentato; ho sentito commenti anche da blog di ex-testimoni che era "ben studiato" e "ben fatto"....io l'ho trovato un pippone allucinante. Almeno i drammi in costume erano divertenti perché a volte conoscevi gli "attori", mi piaceva anche l'atmosfera che era simile alla "recita di fine anno", chi partecipava si divertiva e lo si intuiva. Quando iniziava il dramma tutti si alzavano per vederlo meglio, i bambini che si alzavano sulle sedie...invece l'atmosfera durante il film era diversa, sì la maggioranza ascoltava attentamente, ma mancava "la magia", non so spiegarlo, forse mancava "il lato umano"; non c'era sorpresa ne immedesimazione; sembrava solamente di stare al cinema a vedere un film di media/bassa qualità. Perchè scivo media/bassa? Perché se fai un film è inevitabile che lo spettatore lo paragoni con altri film che si vedono al cinema e in TV! Io mi aspetto certi standard e se non li rispettano allora non mi soddisfano. Secondo me "delocalizzando" pure il dramma le assemblee hanno perso qualcosa. Ma i gusti son gusti. A me tutto questo non piace ma ad altri può piacere chissà. Anonimo222

    RispondiElimina
  12. Secondo me,con l'avvento del cinema e dei video in seno alla WT ,si è dato e si darà ancora di più agio alla propaganda Wactoweriana di incunearsi sempre di più nelle menti dei fratelli.
    Ricordate che la carta stampata è molto potente.......ma il cinema lo è ancora di più!
    Non per nulla in tutti i regimi totalitari esiste la censura, proprio per controllare quello che viene prodotto.
    In Italia durante il fascismo tutte le produzioni cinematografiche erano prodotte dal partito e il duce visionav di persona ogni cosa.
    Lo stesso avveniva in Germania.
    Ora nessuno dirà mai che i film prodotti in quel periodo erano un'eccelenza in quanto a qualità!
    Ma la propaganda politica ottenne il suo effetto sulle masse con effetti disastrosi.
    La pubblicita si serve dei film per propagandare merci o idee.
    Ricordiamoci che se la WT ha scelto la strada dei video e dei films ha un suo preciso scopo.
    E lo scopo principale è quello di tenere ,con qualunque mezzo possibile, ingabbiati milioni di persone!

    RispondiElimina
  13. Al di pietra.....non è il popolo de Geova che sarà messo alla prova ma le persone che non prenderanno il marchio della bestia.......be in effetti è vero, visto che è la WT ad avere il marchio della bestia ( ed è per quello che non viene toccata dai poteri forti..il loro VERO DIO )....dato che è immischiata con il nuovo ordine mondiale.....obbiettivo da sempre... buttare giù il potere del vaticano.

    RispondiElimina

E' OBBLIGATORIO INSERIRE NEL CAMPO Nome/URL (selezionato dal menù "commenta come...") UN NICK con cui firmarsi. Non usate termini scurrili, insulti, calunnie, incitamenti all'odio razziale ed alla violenza, e NON menzionate la persone per nome o cognome reali. Sono vietati lo spamming, il copia-incolla ripetuto, i link a siti non approvati dalla redazione, i messaggi provocatori.
Altrimenti i post non saranno pubblicati o verranno cancellati.
La moderazione dei commenti è insindacabile ed a cura della redazione del blog. Se i vostri commenti non vengono pubblicati potete chiedere spiegazioni scrivendo alla redazione (vedi "come commentare" in alto nella colonna a sinistra)

Grazie

L'indirizzo email del blog lo trovate in fondo alla pagina (non nella visualizzazione per cellulari)

ARCHIVIO

.