Usando questo sito, dichiarate di aver letto il Disclaimer e le norme sulla Privacy relativa ai contatori Shinystat e whos.among.us.

Per capire come "nasce" questo blog, leggere le pagine info sul blog nella colonna a sinistra.

Un archivio del blog, con tutti i post fino ad oggi pubblicati, elencati per mese, lo trovate in fondo alla colonna centrale.

NORME relative ai commenti alla pagina "COME COMMENTARE".

“Non c’è nulla di male se una persona cerca di confutare gli insegnamenti e le pratiche di un gruppo religioso che ritiene in errore”.
(Svegliatevi! 8 settembre 1997, pagina 6)

lunedì 28 dicembre 2015

Individualità, consapevolezza... e poi?

il proclamatore consapevole

Qualche anno fa ascoltai un’intervista a Fabrizio De Andrè in cui narrava la sua esperienza in mano ai rapitori e il  modo in cui sia lui che la moglie stavano cercando di elaborare l’atroce vicenda che li vide prigionieri per molti mesi nascosti tra le montagne della Sardegna.
Tra le altre cose menzionò  un concetto che a distanza di tempo mi torna in mente sempre più spesso. Sosteneva di aver imparato a “non aver paura dell’uomo solo ma … dell’uomo organizzato. Cosa intendeva dire? Semplicemente auspicava che l’uomo, con la sua coscienza addestrata e modellata secondo canoni di umanesimo, si riappropriasse della propria individualità e non demandasse ad un gruppo di appartenenza le decisioni importanti della vita. In altre parole stava mettendo l’accento sulla necessità di avere una coscienza matura e vigile in grado di valutare i fatti e le decisioni autonomamente e senza filtri preimpostati da altri, che spesso determinano un condizionamento innaturale e mortificante...

(Cosa farà il "proclamatore consapevole"?)



Tuttavia egli stesso metteva in guardia come, in molti casi, questo percorso di ricerca di una sana individualità (in contrapposizione ad una individualità malata che scaturiva nell’individualismo e nella misantropia) si sarebbe pagato a caro prezzo con l’isolamento e la solitudine, e aggiungeva che non tutti potevano permettersi di pagare questo prezzo, citando ad esempio il vecchio bisognoso di sostegno pratico, il malato bisognoso di cure, il povero bisognoso della misericordia altrui, il politico del consenso elettorale, etc. etc. Per questi e per altri, l’isolamento e la solitudine avrebbero rappresentato un serio ostacolo alla qualità della vita e perfino in qualche caso alla sopravvivenza stessa, per cui per costoro era più auspicabile sopprimere un po’ del loro libero arbitrio e della loro individualità a favore di una coscienza collettiva che tornasse utile nella vita pratica, anche se non sempre in armonia con i propri pensieri e i propri valori.

Perché questo preambolo?
Semplicemente perché qualcosa di simile è accaduto anche a noi in misura maggiore o minore. Nel corso degli anni molti di noi hanno letteralmente soffocato la propria individualità, le proprie ambizioni legittime e in qualche caso violentato la propria coscienza, per armonizzare i nostri pensieri e di conseguenza la nostra vita ad una coscienza collettiva che si era formata all’interno del gruppo di appartenenza, che nel nostro caso è rappresentato dalla congregazione cristiana dei testimoni di Geova. Certamente non in tutti gli ambiti le pressioni erano forti e coercitive in egual modo; in molte congregazioni infatti, grazie all’attività di uomini capaci e dotati di intelligenza e sensibilità, le cose spesso hanno proceduto senza sconvolgimenti e i componenti di queste congregazioni hanno vissuto attingendo al meglio dell’offerta disponibile, vivendo un sano cristianesimo e nel contempo sviluppando talenti personali che hanno permesso a molti di costruirsi un futuro sereno senza eccessive preoccupazioni. Ma, triste a dirsi, queste congregazioni rappresentano un’eccezione  che purtroppo confermano la regola. 
Già, la regola. Quale sarebbe  la regola?

La regola era ed è che la vita dei componenti delle congregazioni viene dapprima scomposta e privata delle scelte individuali e in seguito indirizzata su un corso preventivamente tracciato da altri. Quindi se un ragazzo, ad esempio, eccellesse nelle attività sportive, mai e poi mai potrebbe intraprendere una carriera atletica e sportiva senza pagarne in qualche modo delle conseguenze; se una ragazza ambisse a conseguire una laurea in una particolare facoltà in armonia con i propri talenti e il proprio progetto di vita,  ecco che la malcapitata viene bollata come poco spirituale, materialista e carrierista; se una mamma dopo aver cresciuto dei figli con enormi sacrifici e privazioni volesse rientrare nel mondo del lavoro per rendere la propria vita più appagante e sollevare magari il marito dalle eccessive incombenze materiali  ecco che immediatamente ci sarà chi è pronto a farle notare che se ce l’hanno fatta finora possono farcela ancora e dedicare il tempo ritrovato all’opera, e via dicendo. 
Naturalmente si può fare diversamente e seguire il proprio corso, nessuno sarà così dispotico da impedircelo (anche se le vessazioni possono essere molte) ma ecco che subentra il discorso iniziale, la scelta individuale andrà a cozzare con quella della comunità di appartenenza e allora subentra l’isolamento e con esso la solitudine sociale, che quando viene compensata in qualche modo, dalla famiglia, dagli amici, dai colleghi, può essere sopportabile, ma diversamente diventa una condizione dolorosa e mortificante.

Ma c’è dell’altro. 
Molti di noi che hanno raggiunto, attraverso un percorso doloroso e non senza conseguenze, una certa consapevolezza di tutti i meccanismi coercitivi messi in atto, cominciano a chiedersi dove “finisce lo spazio di autodeterminazione e consapevolezza e dove comincia l’abbandono della congregazione” l’allontanamento da Dio. Ci si comincia a chiedere: è giusto abbandonare le adunanze e non associarsi più con la congregazione? E’ giusto sulla base degli errori commessi agli alti vertici prendere le distanze dalla congregazione? Non sarebbe più corretto lasciare la cosa nelle mani di Dio e attendere che Egli a suo tempo intervenga a liberare la sua ekklesia dai mali che la contaminano? 
Sono domande legittime, che però nascono da quella parte probabilmente plagiata o comunque fortemente influenzata di noi stessi che ancora recalcitra all’ipotesi che la congregazione cristiana dei testimoni di Geova non sia quel luogo che ci hanno voluto far credere che fosse, cioè la casa di Dio in questi tempi. Pare che la consapevolezza raggiunta di quanto poco di divino vi sia in questo “popolo” non sia sufficiente a farci prendere le distanze in maniera definitiva da chi in maniera del tutto autoreferenziale e con un certo grado di presunzione, si definisce “l’unico canale di Dio” sulla terra. Ecco che allora cominciano tutta una serie di citazioni e luoghi comuni per convincere forse gli altri ma soprattutto se stessi del fatto che comunque l’appartenenza alla congregazione rimane l’unico luogo al mondo per ottenere la salvezza. 

Così si odono frasi di questo tipo:
  • Anche nell’antico Israele si compivano malefatte ma era comunque il popolo di Dio! 
Risposta: Certamente lo era, ma fu Dio stesso a sceglierselo e non fu ne Abraamo, ne Mosè ne alcun altro ad autoreferenziarsi. Possiamo dire altrettanto oggi?

  • Anche nel primo secolo i fratelli vivevano situazioni difficili e contrastanti con lo spirito del cristianesimo, ma non per questo hanno abbandonato la congregazione!
Risposta: E’ vero, ma come sopra, i fratelli dell’epoca vedevano con i loro occhi lo spirito santo agire e quindi potevano realmente liquidare le incomprensioni e le malefatte come parte dell’imperfezione o della malvagità di alcuni, non c’era alcun dubbio che Dio stesse benedicendo la congregazione, possiamo dire altrettanto oggi?

  • Cosa c’entra Geova con le malefatte degli alti vertici? Se abbandoni la congregazione stai abbandonando Geova.
Risposta: questo è il tipico ragionamento di chi non prende in considerazione l’ipotesi che Dio con questa organizzazione non c’entra nulla. Sulla base di questo ragionamento dovremmo spiegare come mai da cattolici non abbiamo ragionato in ugual modo. 

  • Però nonostante tutto dentro la congregazione ci sono tante belle esperienze e tanti bravi fratelli!
Risposta: verissimo, ma esistono anche in altri ambiti belle esperienze e brave persone, ma non per questo consideriamo questi ambiti come popolo di Dio.

  • Ma io le verità della Bibbia le ho imparate dentro la congregazione e non altrove!
Risposta: Già, se per verità s’intendono le dottrine primarie ciò è del tutto vero, ma poi oltre le dottrine primarie cos’altro ci è stato insegnato come fossero verità assolute? Qui la lista sarebbe lunga e deprimente, e sono queste cose che hanno rovinato la vita di centinaia di migliaia di persone.
Come useremo la consapevolezza raggiunta? Ingannando noi stessi con ragionamenti faziosi o costruendo una vera spiritualità interiore in cui il nostro unico referente è il creatore? Cercheremo di tacitare la nostra coscienza o le daremo la possibilità di esprimersi liberamente edificando una nuova personalità libera da condizionamenti e aperta al prossimo chiunque sia?

La risposta non può essere univoca, ma ovviamente dovrà essere sincera, possiamo ingannare gli altri ma non noi stessi.



Da un collaboratore                





* * * * * * *


Il TDG quindi diventa"proclamatore consapevole"...  Come agirà una volta acquisita la "consapevolezza"?




* * * * *

Stai leggendo questa pagina da un cellulare?











160 commenti:

  1. Il percorso qui descritto è dolorosamente vero, ma è anche l'unica strada per risppropriarsi di se stessi e, in definitiva, di un buon rapporto con Dio e con il prossimo.
    Perché, sebbene sia quello che abbiamo voluto fortemente credere negli anni da tg, non ci era stato permesso (non ci eravamo permessi) di instaurare con il Creatore l'unico rapporto desiderabile, quello mediato esclusivamente dal Cristo e nessun altro uomo.
    Usciti da queato errore di base, e usciti a fatica perché ci sembrava di aver bisogno di una tale mediazione di supporto, ognuno di noi ha preso la strada che gli era congeniale, quella che, sola, può interessare a un Dio Creatore, quella del trovarsi davanti a Lui senza filtri e del rispondere della propria vita in maniwera responsabile.
    E, curiosamente, per molti ha significato un amore più profondo per Dio e per il prossimo...quello che siamo andati cercando anche per decenni, dentro di noi, pronto a fiorire da ogni lato.

    RispondiElimina
  2. Ringrazio il fratello per l'eccellente articolo, che merita una riflessione attenta !!
    :-))

    RispondiElimina
  3. Questa "dissonanza cognitiva" creerà un conflitto nel nostro subconscio. Finchè questo conflitto esisterà, potremmo essere preda di vari tipi di depressione, o malattie psicosomatiche. L'unico modo per uscirne sarà una presa di posizione coerente che metta a tacere il conflitto tra noi e la nostra subcoscienza

    RispondiElimina
  4. Grazie mille alla persona che ha scritto questo articolo, ha detto delle grandi veritá.
    Quello che descrive é praticamente il processo che ho subito personalmente in 30 anni di apaprtenenza a questa chiesa.
    Nessuno ti obbligava a fare nulla ma la pressione della massa era talmente schiacciante che praticamente eri costretto a fare quello che tutti si aspettavano.
    Cosa sarebbe successo se fossi andato controcorrente? Ti avrebbero mobbato e snobbato etichettandoti come poco di buono, irriverente, superbo.

    Cosa sarebbe successo se avessi seguito il consiglio ma ti fossi ritrovato infelice? La loro infingarda risposta sarebbe stata "Ma nessuno ti ha detto di farlo".
    Questo é quanto di piu´ perfido e demagogico possa esistere, la massa non ti dará mai il contentino, solo se agisci esattamente in base alle aspettative comuni ti accetterebbe, ecco perché li dentro l´amore NON ESISTE.

    Ai congressi e alle adunanze i grandi esperti dal podio continuano a proferire frasi del tipo "Noi tdg andiamo controcorrente, siamo odiati". NOn tengono conto pero´del fatto che spesso, chi si definisce "controcorrente" sta semplicemente seguendo la massa che va nell´altra direzione.
    Questo é cio´che fanno loro: seguono la loro massa lobotomizzata, privata di ogni individualitá. Spesso li senti dire "NOn siamo perfetti ma come gruppo...." ed ecco che tornano in mente i ragionamenti che facevano i nazisti perché altro non sono.

    Quante volte non ho compreso il motivo per cui dovevo a tutti i costi rinunciare alle mie innocenti aspirazioni, ricordando che la vita, con o senza risurrezione, é UNA SOLA. NOn volevo ritrovarmi a 70 anni per poi guardarmi indietro e pensare "Ma cosa ho fatto? Ho seguito questi qui e adesso?".
    POi ti vengono a dire che una carriera aziendale non ti lascia nulla quando in realtá il loro sistema È UNA SOCIETÀ PER AZIONI, una casa editrice!!!

    Chi davvero imita Cristo non é ricco, non va in giro in giacca e cravatta "per dare buona impressione" a cercare di intortare la gente, chi segue Gesu´fa voto di povertá, non ha possedimenti e vive solo per dare bontá agli altri, non per stampare libri da vendere, non per fare carriera ecclesiastica ne´ tantomeno per giudicare gli altri o tarpargli le ali.

    La WTS dovrebbe farsene tante di domande

    RispondiElimina
  5. Bellissima disamina e bella domanda da porci interiormente: il testimone di Geova diventa un "proclamatore consapevole"...come agirà una volta acquisita la "consapevolezza"?? Credo che una volta raggiunto il cambiamento non si torna più indietro, sempre che si è decisi a tagliare. Il distacco all'inizio è doloroso, i conflitti di coscienza sono paragonabili a dolori fisici, hai la testa in palle, non hai voglia di fare nulla o poco, il necessario. Lentamente, scopri che ce la puoi fare, perché capisci che Colui per il quale ti sei dedicata-o è lì vicino a te, l'unico a sostenerti, e a rassicurarti, non ci sono impedimenti che tengano, e allora riacquisti sempre molto lentamente e con molta fatica quella pace interiore che prima non avevi. Non cadiamo mai in depressione, non ne vale assolutissimamente la pena, perché quando gli eventi saranno ancora più roventi dobbiamo essere pronti ad aiutare chi invece si sveglierà dall' incubo. Grazie D....ottime considerazioni!!!

    RispondiElimina
  6. Ma certo ci mancherebbe, io adesso che non ne faccio piu´ parte sono felicissimo e il distacco non mi ha causato nessun conflitto, anzi, il conflitto era rimanere dentro.

    RispondiElimina
  7. Interessato Anonimo:
    Caro John C. Una riflessione che faccio al sottotitolo: ""Così si odono frasi di questo tipo":
    Non sarebbe meglio, nel rispondere, inserire le scritture idonee?
    Anche Cristo usava questo speciale metodo per mettere a tacere chi trovava da ridire su i suoi insegnamenti. "sta scritto"....."sta scritto"...."non avete letto che sta scritto....?"
    E' vero che le frasi sono spesso le comuni frasi di chi vive dentro la congregazione....ma, meglio sarebbe che la risposta fosse dal grande Istruttore. (Isaia 48:17)

    Ottimi articoli di riflessione!!!
    Complimenti e grazie.
    Interessato Anonimo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro "interessato anonimo", l'articolo è stato pubblicato integralmente così come mi è stato girato dall'autore. Se leggi gli articoli del blog, troverai numerosi riferimenti scritturali. E' anche vero che abbiamo visto spesso come certi individui "torcono" abilmente le scritture inclinandole verso il proprio pensiero. L'articolo si rivolge ovviamente a chi è da diversi anni dentro l'organizzazione, e già da tempo ha soppesato le scritture alla luce dei fatti effettivamente riscontrati. I lettori, o l'autore se legge, integreranno (se vorranno) le dovute scritture a corredo dell'articolo, tramite i loro commenti.
      Felice di averti tra noi :-))

      Elimina
  8. Caro interessato anonimo, sono l'autore del post e innanzi tutto ti ringrazio per gli apprezzamenti. Come mia abitudine, difficilmente inserisco scritture quando esprimo dei concetti perché non voglio strumentalizzarle a mio favore. D'altro canto chiunque potrebbe trovarne delle altre a suo piacimento e strumentalizzarle a sua volta. Ritengo di aver espresso dei pensieri basati sulla ragionevolezza che non hanno la pretesa della verità, ma che inducono a delle riflessioni interiori sincere e senza filtri. Un caro saluto.

    RispondiElimina
  9. Le frasi piu' comuni che ho sentito dire sono: "del resto anche queste cose succedevano nel primo secolo oppure anche i discepoli discutevano su chi fosse il maggiore tra loro", altra frase "cosa centra Geova con la congregazione?". Ma dico abbiamo un cervello usiamolo! Poi ce chi dice che fuori dalla congregazione si è soli e abbandonati ovvio hai passato un vita a conoscere solo loro! Le brave persone sono ovunque, ho conosciuto persone che prima di battezzarsi erano gia' buone d'animo e mica sono andate a trovarle in pescheria provengono dal mondo anch'esse! Se questo popolo fosse guidato da Dio allora veramente parecchie nomine sarebbero rovesciate e parecchi fratelli e sorelle smetterebbero di fare del male all'interno della congregazione...e se in passato è successo non per intervento divino ma solo per merito di un bravo fratello con un cuore e una coscienza attiva sensibile alle ingiustizie!!!
    Perplessa

    RispondiElimina
  10. Caro Distaccato mi spiace che hai passato mezza vita o quasi dentro questo sistema editoriale dove si è trascurato l'obiettivo primario "pascere il gregge nell'amore di Dio tramite il modello di Gesù". E mi spiace che hai dovuto rinunciare alle tue aspirazioni e all'essere te stesso....io mi sono accorta in tempo che mi stavano annullando per essere una loro automa...ma sono giovane e posso recuperare il tempo rubato...hai tutta la mia solidarieta' un abbraccio fraterno...
    Perplessa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. brava Perplessa, sicuramente avrai molte opportunità...ma credo che anche Distaccato sia piuttosto giovane e gli auguro di cuore di usare le sue chances che sono sicuramente numerose - si sente! - in modo da trarne soddisfazione...e auguro a tutte due di conservare una buona coscienza, non davanti alla wt ma dinanzi a Dio. Questo è l'intero obbligo dell'uomo...

      Elimina
  11. Grazie lelvira! Ho solo rammarico per aver fatto parte di questa organizzazione in quanto ci avevo messo il cuore in modo completo ed ora me lo ritrovo accarttociato mi aspetta un lavoro di stiratura e pulitura mentale e riprendere il possesso della mia vita! Un abbraccio a te cara buona giornata!
    Perplessa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. perplessa... non ti rammaricare di nulla , con la WT hai fatto la tua esperienza di vita, e nel bene e nel male hai imparato delle cose,....dunque non sentirti mai in colpa con te stessa.

      Elimina
  12. Una domanda,ma se domani sera 31 dicembre ci si scambia gli auguri,è veramente così grave da essere disassociati? se dobbiamo stare dietro a tutte le origini delle feste e simili,allora anche la fede al dito,la cravatta e quant'altro dovremmo eliminare.Che ne pensate..ah,complimenti al blog.

    Dubbioso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A tutti coloro che ogni primo settembre mi inondano con sms e whatsapp augurandomi "buon anno teocratico" rispondo oggi...(e a tutti gli altri, ovviamente!)
      "BUON ANNO SOLARE 2016" !!!
      :-))

      Elimina
    2. É buffo che poi a fine settembre i fratelli , nominati compresi ti augurano buon anno teocratico . Mi chiedo ma che differenza c'è ?

      Elimina
    3. Dubbioso ...non dobbiamo neanche dire ne buon giorno, ne buona sera, ne buona giornata.(-:

      Elimina
    4. Una sorella mi ha mandato un video che ho poi ritrovato su youTube. Questo è il link:

      https://www.youtube.com/watch?v=U0R-2OQ1Wng

      Il video incoraggia l'amore verso il prossimo e termina con una torta di compleanno.
      Le ho riscritto dicendo:"Bella manifestazione d'amore. Ma i compleanni non finivano tutti con le teste tagliate? Perché qui si festeggia e non si taglia nessuna testa?"
      Sono ancora in attesa di una risposta che non arriverà mai, credo...

      Elimina
    5. In oltre 30 anni di verità ho sempre pensato che non si passasse Harmaghedon,per queste cose...
      Ora penso che festeggiare Natale,no decisamente,così anche la Pasqua dei cattolici,ma se stasera non si fanno riti scaramantici e demonici,come sparare botti ecc...che male c'è a dare gli auguri..
      La wt,potrebbe rivedere molte cose e lasciare alla coscienza di ognuno cosa festeggiare...là dove non c'è uno specifico e palese divieto biblico.!

      Dubbioso,ma a questo punto non troppo.

      Elimina
    6. buongiorno... buonasera.... buon weekend... buon anno teocratico.... BUON 2016 A TUTTI !!

      trova le differenze

      Elimina
    7. dobbiamo "svegliarci" da questo andare "oltre ciò che è scritto" e dal mare di ipocrisia che ci circonda !!

      Elimina
    8. il mondo WT, è un mondo veramente difficile ..(-:

      Elimina
    9. Questa cosa a essere sincero non l'ho mai capita,che c'è di male ad augurare un buon anno ad un amico o un familiare?
      Perché se qualcuno ci da gli auguri di buon anno non possiamo rispondergli "grazie anche a te" ma invece rispondergli con la solita manfrina "grazie ma non contraccambio perché bla...bla...bla..."
      Per me contraccambiare è questione di buon educazione,non andiamo mica a festeggiare il veglione!

      Elimina
    10. Perché lo scopo è creare un muro tra te e tutto il resto del mondo, in modo da rimanere nelle grinfie della wt. Questo è sempre stato ovvio, e te lo dicono anche chiaro che "dobbiamo distinguerci", cioè isolarci. Perché se inizi a socializzare con le "persone del mondo" potresti scoprire che non sono poi quei mostri che la wt dipinge. E se poi li confronti con le meschinità che puoi vedere dentro le congregazioni, dove tutti si controllano e si sparlano, dove ci si misura in base alle ore che impieghi a passeggiare con il volantino in mano.... Beh, forse potresti scoprire che c'è più normalità fuori che dentro le congregazioni e le cose potrebbero iniziare a non quadrarti più.

      Elimina
    11. Persone del mondo ? invece la WT vuol farci credere che è su Marte.

      Elimina
    12. Ma caro Victor ti rendi conto della descrizione che hai fatto di quello che la WTS avrebbe messo in atto? per me vi è una sola parola setta che non è una cattiva cosa ma è solo creare una società chiusa al mondo esterno e in questo sono d'accordo con te e del resto lo si vive tutti i giorni ciao e buon 2016 a tutti i blogger

      Elimina
    13. Non "avrebbe"... HA. Comunque tanto è. Anche se fosse stato fatto con le migliori intenzioni, cosa che io non credo, ricordiamoci che "la strada per l'inferno è lastricata di buone intenzioni". Molte delle cose che sono proibite o imposte ai tdg non hanno alcuna logica scritturale ma solo lo scopo di isolarli dal resto della società: compleanni, auguri, attività extra-scolastiche, non frequentare assolutamente non tdg, abbigliamento anni 50....

      Elimina
    14. Salve a tutti, sono Leo e da un po' di tempo vi sto leggendo. Riguardo all'augurare buon giorno o altro volevo narrarvi una mia breve esperie nza. Ero in servizio con un sorvegliante di circoscrizione nel 1982, che si chiamava Tumia. Quando l"offerta delle riviste veniva rifiutata cercavo di accomiatarmi comunque in modo caloroso augurando "Buona giornata". Venni ripreso per l'errore, in quanto dovevo limitarmi al buongiorno, ovvero un semplice saluto e non un augurio di qualcosa di buono a chi aveva rifiutato la veritá..... all'epoca ero adolescente. Non commento l'episodio.

      Elimina
    15. Benvenuto Leo... grazie del tuo intervento.

      Sul sorvegliante e su quello che ti disse... una parsona intelligente ha poco da aggiungere, se non scuotere la testa e dire: "che tristezza!"

      Elimina
    16. Benvenuto Leo... grazie del tuo intervento.

      Sul sorvegliante e su quello che ti disse... una parsona intelligente ha poco da aggiungere, se non scuotere la testa e dire: "che tristezza!"

      Elimina
    17. Victor commento del 31 12 2015 ora 20:42..... 110 e lode!!!! e anche oltre:))))

      Elimina
    18. Caro Sal ti assicuro che molti hanno anche festeggiato rimanendo svegli e facendo festini... se poi lo scopo era quello di approfittare della veglia per stare insieme allora nulla di strano....ma vai a spiegarlo quando qualcuno si turba

      Elimina
    19. ciao Leo e benvenuto in questo blog fantastico!!

      Elimina
    20. Ciao Leo, e buon anno ahahahah!! ;)
      Ci hanno indottrinato con una marea di regole, e comandi mascherati da consigli, levandoci, la gioia di augurare il bene al prossimo, si dimenticano delle parole di Gesu' e del suo insegnamento, ma solo quando fa comodo, per elevarsi come dottori del sapere, acquistare importanza e preminenza!!!!
      Luca 20: 46 “Guardatevi dagli scribi che desiderano andare in giro in lunghe vesti e a cui piacciono i saluti nei luoghi di mercato e i primi posti nelle sinagoghe e i luoghi più eminenti ai pasti serali, 47 e che divorano le case delle vedove e per pretesto fanno lunghe preghiere. Questi riceveranno un più grave giudizio”.
      Fabrizio

      Elimina
    21. Ma certo Victor!
      Lo scopo della società con questi stratagemmi e' quello di creare un muro tra "noi" e "quelli del mondo" così che isolandoci non abbiamo altra compagnia che quella dei soli membri testimoni di geova e lo spettro della disassociazione fa ancora più paura diventando un'arma letale nelle mani della dirigenza wt!
      Facile immaginare questo cosa implica:per non restare soli molti testimoni sono disposti a turarsi il naso accettando di malavoglia tutte le assurdità che non hanno una base scritturale violentato così la propria coscienza!
      Mi dispiace ammetterlo ma tutti quelli che frequentano questi blog,me in primis siamo assoggettati a questa maledetta pratica!

      Elimina
    22. Vedi speranza,apro una parentesi breve sullo stare insieme tra fratelli in questi giorni di festa con il timore che gli altri si turbino (se gentilmente potresti puntualizzare a chi ti riferisci che potrebbe rimanere turbato tra i tdg o le cosiddette persone del mondo)
      Io sono stato dentro per quasi 30anni,e ne ho visto e sentite di cotte e di crude!
      Ho partecipato a feste per gli anniversari di matrimonio(unica festa permessa perché Dio ha inventato personalmente il matrimonio)con situazioni ai limite dei baccanali, dove molti alzavano il gomito, altri per far ridere si travestivano da donna sentendosi quasi scusati perché queste feste sono autorizzate dalla wt,poco importava se i vicini di casa degli organizzatori il giorno dopo spettegolavano sul conto dei partecipanti, ma ciò è normale quando si da il messaggio "noi siamo meglio di voi" come il fariseo nella parabola del pubblicano.
      In questi casi è lo spirito che aleggia che non è cristiano, mentre potrebbe esserci piu spirito cristiano se alla notte di capodanno si augura ad amici e parenti che l'anno che verrà porti pace e serenità e poi andare tranquillamente a dormire o complimentarsi con chi compie gli anni,perché è vero che dio porterà tempi migliori, ma nel frattempo con tutto quello che si sente in giro non è scontato che siamo vivi e vegeti un'altro anno ancora...ecco questo è da augurare!

      Elimina
    23. Sono contenta che si sia introtto questo argomento.... Quando entrai nei testimoni ben 30 anni fa già mi ponevo la domanda, ma come si fa a capire chi sta festeggiano il Natale o chi sta festeggiando il capodanno visto che tutti la medesima sera si stava mangiando a tavola chi con fratelli spirituali chi non testimone con i loro familiari.
      Il tutto si riduce forse al fatto che chi ha scintillii lo sta festeggiando e altri no? Oppure il capodanno viene giudicato tale se si fanno ore piccole? Queste sofisticate discquisizioni mi hanno fatto impazzire perchè se ci pensiamo sono basate semplicemente sull'apparenza......tutte le cosiddette gozzoviglie del mondo , come le definiscono, se ci pensiamo, almeno per me, si riducono ad una questione mentale..posso non avere scintillii ed essere con fratelli, ma nella mia mente non è così...la sera di capodanno , visto che i fratelli si trovano, da cosa viene provato che non lo stanno festeggiando?
      Quindi ho raggiunto la mia pace mentale in qualsiasi posto dovessi trovarmi, in mezzo a buddisti, scintoisti, cattolici, protestanti e chi più ne ha più ne metta, sarà la mia mente a contraddistinguermi e non il fatto che io possa trovarmi Lì......la vita è già difficile , non esasperiamola per cose così infantili...siamo gentili con tutti , rispettando il pensiero di tutti, rispondiamo garbatamente ai loro saluti basati sul periodo in cui si fanno e approfittiamo quando questo è possibile dicendo che il mondo migliorerà solo grazie al creatore evitando conflitti basati su congiutture mentali che tolgono la libertà ad ognuno di noi d'esprimere le proprie scelte, libertà per cui molti sono morti per conquistarla e farcela oggi esercitare.....questo è quanto penso....

      Elimina
    24. X Sal.....se hai ancora piacere avere la mia email contatta Jonh .....

      Elimina
    25. naomi cara, come ben sai, sono perfettaente d'acordo con te!
      E un abbraccio.

      Elimina
    26. Ma iniziamo a vivere! AUGURI DI BUON ANNO A TUTTI I LETTORI DEL BLOG! OOooooooh! Che il 2016 porti un mondo migliore a tutti noi e a tutti quelli che vivono peggio di noi, in barba alla wt che auspica che le cose peggiorino o che accada qualche disgrazia per poter piazzare riviste e fare proselitismo! SONO STATO TROPPO CATTIVO??? Pazienza, la befana mi porterà un po' di carbone quest'anno! Ma il mio è un augurio sincero, per me, la mia famiglia e tutti voi! Eheheheh...

      Elimina
    27. x Sal ...personalmente non vedo niente di male che in una notte dove tutti praticamente sono svegli, anche delle famiglie cristiane stiano insieme o anche semplicemente i giovani che data l'età sono più propensi a fare le "ore piccole"...mi riferivo al turbamento di alcuni fratelli che mammamiasanta vengono a sapere dell'allegra serata proprio in quella specifica data... e poi non si turbano quando il cd viene inneggiato al posto di Geova. A me quest'ultima cosa mi turba profondamente. X Fineas: a pensare che dormo sempre sogni tranquilli... l'unico incubo che mi potesse capitare l'ultimo dell'anno erano i bambini candidati al battesimo:-))))----

      Elimina
  13. Grazie riflessivo per l'incoraggiamento :) e condivido quello che ha detto Jhon C. Ogni anno hanno mandato sms di immagini con su scritto buon anno teoacratico...ma è ora di dire buon anno di vita serena a tutti quanti!!! Un abbraccio fraterno
    Perplessa

    RispondiElimina
  14. Buon anno a tutti .
    Credo che dirlo faccia parte dell'educazione e del buon costume , anche Xche proprio ieri lo studio di libro di congregazione parlava del fatto che dobbiamo anche conformarci alle usanze del luogo come Rut con Boaz .
    La gente potrebbe rimanerci molto male in un nostro mutismo o non ricambio o di un grazie , questa credo sia una cattivissima testimonianza Xche andrebbe proprio a mancare il principio basilare dell'educazione .
    Buona giornata , anche x domani e domani ancora , in pratica buon anno buon decennio buon tutto insomma :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buon anno anche a te Gargo. Però ti chiedo un piccolissimo piacere: la prossima volta che scrivi potresti evitare le abbreviazioni da messaggino telefonico? Le lettere sulla tastiera ci sono tutte e sono gratuite. Per favore...

      Elimina
    2. buona fine e buon principio a tutti :)

      Elimina
  15. Secondo me per quanto riguarda il compleanno e il
    capodanno se non crediamo che queste cose siano vere,
    come tra l'altro i cartoni animati o i film, va bene è un
    gioco.
    Se diventano importanti e ne facciamo una questione di
    principio non va bene.
    Tutto sta nel valore che diamo alla cosa.
    Per quanto riguarda il capodanno non esiste come non
    esistono i confini di uno stato come non esiste un numero
    infinito. Poi augurare Buon anno non serve,se non come saluto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno RoBerto, hai ragione nel dire che non sono cose importanti e che tutto sta nel valore che diamo a queste cose.
      Ma allora, perché, se non sono importanti, io posso enire giudicato nella mia spiritualità in base a queste stesse cose?
      Voglio dire, se io per educazione dico buon compleanno a un vicino o mangio un pezzo della sua torta, fatta peraltro di cose create da Dio, perché qualcuno può permettersi di dirmi che sbaglio, e magari additarmi ad altri come cattiva compagnia?
      Dire buon anno non serve a niente, se non come saluto normale, come buongiorno o buonasera, ma provati ad uscire in servizio oggi con un anziano e a salutare così i padroni di casa...
      Fermo restando che sono cose esteriori e di nessuna importanza vera.

      Elimina
    2. Roberto decidi tu cosa serve e cosa no? Cosa è vero e cosa no? Cosa è importante e cosa no? Decidi tu per tutti? Il compleanno non è vero in che senso? Non siamo nati in un giorno? Augurare buon non serve... Ma lo dici tu? Sono convenzioni che si usano per avere contatti sociali con il nostro prossimo, magari fra 500 anni ce ne saranno altre.

      Elimina
  16. ... buongiorno, ... buona settimana, ... buona vacanza, ... buon anno, ... opss scusate buon anno non si dice!!!

    RispondiElimina
  17. Risposte
    1. Molta ragione.Se auguri buon anno o compleanno ecc. Una visita "pastorale "del vaccaro di turno non te la toglie nessuno..

      Elimina
    2. il testimone di Geova medio DEVE necessariamente fare il guasta feste...dove vede gioia e spensieratezza deve portare angoscia tirando fuori le origini pagane e bla bla bla della notte dei tempi...se ti diverti per loro stai sicuramente facendo qualcosa di sbagliato...le uniche occasioni dove puoi svagarti senza essere guardato male sono le loro festicciole,dove il numero delle persone è controllato,le parole controllate,i vestiti controllati,le bevande controllate..................................................................................................................................................

      Elimina
  18. Io non faccio mai gli auguri perché
    secondo me sono cose senza senso.
    Ma Disassociare una persona perché
    fa queste cose è applicare
    Comandi di uomini.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gli auguri non hanno senso per una persona insensibile!!! perche a chi li riceve fa piacere che un altro desideri che a te ti vada bene, ovvio che l'augurio non e' che ti modifichi la vita, ma il sperare il desiderare, perche dovrebbe essere sbagliati? Guardate che incosciamente tutti speriamo e ci auguriamo che le cose, sia per l'anno, sia per la giornata, o evento ecc.. vada bene, sarebbe ora di smetterla di sparare a zero!!!
      Fabrizio

      Elimina
    2. e se vengono applicati comandi di uomini, RoBerto, convieni con me che punire queste cose è sbagliato?
      E allora se si applicano comandi di uomini, non valgono le parole di Gesù che una tale forma di adorazione è inutile e condannata da Dio?

      Elimina
  19. Io volevo dire non che non bisogna
    esprimere amore, confortare,lodare.
    Intendevo che non aggiungono né tolgono
    nulla,mi sembrano simili all'onomastico.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E quando mai i tdg colgono l'occasione di esprimere amore, confortare, lodare? Parlano sempre di disgrazie o si fanno vedere quando accadono disgrazie per piazzare l'opuscoletto. E come quando indottriniamo i nostri figli a rispondere che non hanno bisogno delle feste di compleanno perchè loro fanno feste tutto l'anno e ricevono regali tutto l'anno. MA QUANDO MAI?????

      Elimina
    2. Forse sarebbe davvero il caso che iniziassimo a ragionare in termini di singole persone, non di gruppi. Per quanto ci siano molte cose che io stesso da tdg non condivido, mi sembra eccessivo questo generalizzare e fare di tutt un erba un fascio.
      Io ho conosciuto tdg fantastici e ne conosco ancora tanti che non accondiscendono alle regole della wt.
      A me è capitato di andare a funerali di amici o conoscenti dove non ho parlato ma ho solo abbracciato i parenti del defunto.
      Gli sono stato accanto senza dire niente di particolare,anzi, sinceramente in questi casi anche solo la presenza può contare molto.
      In tutte le cose non c'è il bianco o il nero, infatti in mezzo ai tdg ci sono anche quelli che non si assoggettano alle ridicole estremizzazioni su parole, auguri si o auguri no...
      Chi da giudizi solo negativi sui tdg, le persone intendo, non la classe dirigente, evidentemente ha conosciuto solo la parte peggiore perché ci sono splendide, meravigliose anime genuine che sono pronte a dare letteralmente la vita per gli altri.
      Non capisco sinceramente questo accanimento continuo che tendenzialmente rasenta anche un po di pseudorazzismo e rancore.
      Io ho sofferto per colpa di alcuni ma me la sono presa con i singoli che mi hanno fatto male e non con tutti gli altri.
      È come dire che per colpa del' olocausto tutti i tedeschi devono pagare; ma de che, ma di che stiamo a parlare??
      Non critico un gruppo solo perché alcuni membri fanno azioni sbagliate e terribili...

      Elimina
    3. Sono d accordo fineas ...lo scopo del blog è fare un analisi critica alla WT e hai suoi insegnamenti , e non a ogni singolo TDG .....stiamo attenti a non essere come la WT che critica tutto e tutti .... Anche nei fratelli esistono buoni e meno buoni , come da tutte le parti.

      Elimina
    4. Primo, parlo male quanto mi pare e piace dei tdg. Secondo, ovviamente mi riferisco alla dirigenza MA, ed è un grande ma, per quanto meravigliose siano le persone all'interno dei tdg sono comunque indottrinati a fare cose assurde, come ostracizzare i propri parenti stretti, nonni ad esempio che non conoscono i propri nipoti o madri e figli che non si parlano da decenni, persone e bambini lasciati morire per il sangue... Terzo, al tempo dell'olocausto TUTTI i tedeschi hanno chiaramente la loro parte di responsabilità, chi "eseguiva solo gli ordini" e chi "non è affar mio cosa fanno dentro i campi". O vogliamo dare la colpa solo a hitler? É inutile dire "chissà che esperienze hai avuto tu per parlare così io ho conosciuto persone bellissime". Ci sono stato 40 anni dentro, anche a certi livelli, persone buone ne ho conosciute anche io ovviamente, ma questo non cambia il giudizio complessivo su organizzazione, dirigenza e la stragrande maggioranza dei singoli. Se invece volete a tutti costi vederci il buono allora non andate a cercare di far cambiare religione agli altri, pensando che loro siano accecati dal diavolo, perché evidentemente anche loro guardano solo il buono delle loro religioni e conoscono persone bellissime. Per ultimo, sono diretto e crudo, perché spero di svegliare prima o poi qualcun altro. Ho rispetto per le persone, non per le idee e i comportamenti che ritengo sbagliati e anti cristiani.... Com'era??? "Odiamo il peccato non il peccatore", giusto?

      Elimina
    5. Comunque i miei commenti avranno sempre questo tono, quindi appena vedete il mio nome potete saltare se vi dà fastidio. Vorrei però far notare che se commentassimo tutti sullo stesso tono sarebbe una noia, voi cercate sempre il buono e una giustificazione io no. Magari la verità sta nel mezzo come sempre, chi legge può farsi un'idea globale, piuttosto che parziale.

      Elimina
    6. E bravo Victor, ora ti sei sfogato?
      Vuoi far svegliare? Mi sa amico mio che ci sono fin troppi paladini della verità in rete, per cui non ci assumiamo ruoli che non ci competono.
      Io credo invece che aver questo approccio del tipo "ecco i vostri sbagli, ne siete pieni" avrà l' effetto contrario, e cioè di destabilizzare e confondere ancor più i deboli.
      Io scelgo un approccio meno critico per aiutare a rendersi conto di certe dinamiche e cose da cambiare.
      La cosa che mi fa sorridere e te lo dico con simpatia è l' accanimento con il quale si pensa di aiutare a svegliare i fratelli.
      Un sito internet ha fatto di questo approccio crudo e diretto,spesso umiliante nei confronti dei tdg una costante in quasi tutti i post che pubblica.
      Non so se è davvero utile questo modo di porsi.
      Ti dicevo, ma fa sorridere perché personalmente ricordo con quanto tatto, rispetto si andava dalle persone di altre religioni(almeno il sottoscritto), spesso cattolici, a portare i messaggi contenuti nel vangelo, poi ora che dobbiamo rivolgerci ai nostri stessi fratelli lo ex che dirsivoglia, mostriamo i denti e le inghie...
      Non so, mi spiace se hai sofferto nelle congregazioni, ma penso che se si vuole davvero raggiungere l' obiettivo di svegliare gli altri bisogna prima di tutto farlo con e per AMORE...

      Elimina
    7. Finchè non reputerò offensivi certi commenti, verranno pubblicati. Certo bisogna tener conto di tutti i partecipanti. Ci sono stati anche oggi dei commenti che mi sono rifiutato di pubblicare. Non si censura il pensiero, ma il modo di esprimerlo. Mesi fa avevo pensato, e sperato, di poter lasciare il blog al commento libero senza moderazione, ma è arrivato subito quel vigliacco di Salvatore (la persona in questione sa bene che parlo di lui) con calunnie e attacchi alla persona, approfittando dell'assenza di moderazione. Quando ha capito che avevo bloccato i suoi commenti è passato al turpiloquio (ovviamente i commenti non li ho pubblicati).
      Anche oggi lui, o un suo simile, ha provato a commentare (ovviamente non ha neanche provato a firmarsi con un nick) ma il livore che traspare "inquina" l'aria del blog. Spero che questo livore, nel caso di Victor, non salga oltre le soglie del buon gusto, ma fino ad oggi non gli posso (nè voglio) imputare nulla.
      Non sono perfetto neanche io, anzi, tuttavia qualcuno deve pur prendersi questa responsabilità.
      Pertanto Victor, sentiti libero di esprimere i tuoi sentimenti, e anche se sei giustamente risentito verso la WTS, ricordati sempre che questo blog è nato, e vuole restare, sulla terra di confine, sulla linea di frontiera. E' difficile, ma dobbiamo provarci, altrimenti diventerebbe un blog come altre migliaia... invece dobbiamo attaccare direttive e comportamenti ingiusti, ma salvaguardare i cuori sinceri intrappolati loro malgrado in catene che privano le persone della libertà e della sincerità dei sentimenti...

      Elimina
    8. Bah, mettere i puntini sulle i non mi pare sfogarsi. Forse non ci siamo capiti, io non ho alcuna verità, però ho capito almeno chi la verità è sicuro che non ce l'ha. Ok? sinceramente fin quando non faccio riferimenti personali e non uso un linguaggio scurrile non vedo perché non dovrei commentare. I deboli se si destabilizzano... Ma che vuol dire? Ma chi sei tu per decidere chi sia debole e perché? Chi è debole? Uno che inizia ad avere dubbi sulla wt? Si confonde? E che succede? Non capisco.... Se non è utile il mio modo di pormi che pazienza, me ne farò una ragione. Quale è il tuo problema? Appena vedi il mio nome passa oltre e non leggere il commento, se non ti piace il mio ragionamento. E di nuovo, non ho sofferto... Sta fissa che se uno vede le cose brutte è perché ha sofferto e ha rancore.... Sempre il modo di ragionare wt. Se uno esce è perché ha avuto qualche brutta esperienza. Lo ripeto: per me non è la verità ed è solo una setta che può portare le persone a comportamenti pericolosi e asociali. È UNA MIA OPINIONE NON PRETENDO SIA LA VERITÀ. Posso dirlo ogni volta che voglio o no? Io non vogli raggiungere l'obiettivo.... Ho altro da fare nella vita sinceramente. Se qualcuno viene il dubbio leggendomi posso solo essere contento ma non è lo scopo della mia vita, quindi non perdo tempo ad essere diplomatico perché non ho alcuna strategia segreta da mettere in atto. Ok?

      Elimina
    9. Se dovessi "sbragare" accetterei la censura senza problemi John tranquillo.

      Elimina
    10. Victor in parte ti capisco ...e pensare che io mi trattengo ...pensa se non mi trattenessi. (((-: aggiungo che la verità non ce la nessuno... chi dice di avere la verità è il più BUGIARDO CHE ESISTE SULLA TERRA.....invece il più vicino alla verità è il RICERCATORE...mettiamocelo tutti in testa.

      Elimina
    11. A Victor, chi ti ha mai detto che i deboli son quelli che dubitano della wt?
      A me sinceramente mi fa solo rabbia che qui si è tutti bravi a sputare nel piatto nel quale si è mangiato una vita intera.
      Qua tutti ABBIAMO scelto di diventare tdg, ABBIAMO scelto di fare un certo percorso di vita.
      Io dico solo che per me o hai solo avuto a che fare col peggio del peggio o te l' hai presa propio male fratello caro, eh, e datti na calmata...
      Io ho solo ribadito un concetto semplice e coerente, e cioè che se davvero vuoi aiutare i fratelli a svegliarsi come hai detto te, beh bisogna avere un altro approccio oltre la critica.
      Molti , i deboli dei quali ti parlavo, sono quelli che possono avere danni psicologici o emotivi gravi venendo a conoscenza di certe cose e penso che trovare in rete almeno un blog che aiuti ad affrontare le cose con più ragionevolezza, empatia e tatto può essergli d' aiuto.
      Fratello mio sparare a zero e gratuitamente non credo serva a granché.
      Io amo tutti i fratelli che ho conosciuto e non voglio abbandonarli , per questo cercherò ogni modo per fargli capire come stanno le cose ma sempre nel rispetto dei loro sentimenti ed esperienze.
      Scusa ma se un medico deve dire ad un paziente che ha una grave malattia come pensi che sarà meglio dirglielo?
      Deve accusare il paziente di essere stato la causa del male, dei dolori, delle sofferenze che sta patendo o è meglio che una volta che lo ha messo a corrente gli dia la speranza che comunque si può guarire e tornar a star meglio?
      Non dico che guarire significhi restare nel' organizzazione, no, per me guarire significa propip aquistare consapevolezza e aiutare altri in questo percorso di liberazione mentale, emotiva, spirituale.

      Mo pensa quello che vuoi tu, perché come tu hai preteso il diritto di sparare a zero, su un blog composto quasi interamente da tdg o ex tdg, io pretendo il diritto di dirti qual'è il mio pensiero, nel rispetto della tua presa di posizione, pur non condividendo in parte alcune cose che hai detto, ti saluto, e non preoccuparti, non cambio quando vedo i tuoi interventi ma li leggo con interesse...

      Elimina
    12. Forse non riesco a spiegarmi, il fatto che io sia diretto non significa che sono agitato. Sono calmissimo, diversamente non avrei iniziato a scrivere nel blog. Tu vuoi continuare a credere che io la pensi così perchè ho conosciuto il peggio? Liberissimo di vivere in un mondo fatato ma, come ho già avuto modo di spiegare, il funzionamento settario della WT porta anche le migliori persone, quando scattano determinate procedure, a comportarsi nel peggiore dei modi. Perciò forse tu sei stato fortunato a non trovarti mai in mezzo al tritacarne "teocratico". E ripeto, a me personalmente non è successo nulla di così grave da lasciarmi un trauma, però ne ho viste tante di cose accadere ad altri che sinceramente mi hanno convinto, ancor prima di analizzare a fondo la storia e le dottrine della wt, che questa non può essere la verità perchè, come disse Gesù, sono i frutti che contano.
      Non si può sputare nel piatto dove si è mangiato? E perchè?
      ABBIAMO tutti scelto di diventare tdg? Forse tu, e ancora una volta bisogna fare attenzione a non portare la PROPRIA esperienza a legge universale. Ci potrebbero essere molti qui che sono stati battezzati adolescenti, o bambini addirittura, nati in famiglie tdg. Anche loro HANNO scelto di diventare tdg o è stata solo una religione di famiglia? Poi diventati adulti e acquisito consapevolezza, non hanno il diritto di sputare nel piatto... per quale motivo?
      A me i fratelli non hanno fatto niente di male quindi non ce l'ho con loro. Devi essere consapevole però che finchè staranno dentro quel sistema potresti diventare il loro peggior nemico quando fai notare loro certe cose. Non è così? Non do la colpa a loro certo, ma al loro indottrinamento. Sei tu che dai la colpa al paziente perchè gli dici che non è giusto sputare nel piatto o che ha scelto lui di fare quella cosa. Io do la colpa all'organizzazione, e consiglio al malato come cura di abbandonarla più presto che si può, certo compatibilmente con la propria situazione perchè l'ostracismo rende quasi impossibile uscirne. Guarda che molti hanno risolto molti loro disagi psicologici e riacquistato letteralmente la vita uscendo dai tdg. Non è negando questa realtà che si fa un favore alla verità e a quelli che stanno male.
      Che tu non condivida la mia opinione è solo giusto, non ha senso un mondo dove tutti la pensano allo stesso modo. Ho detto così perchè in un tuo precedente intervento auspicavi commenti che non fossero sempre critici. I commenti critici ci devono essere. Io li farò sempre a costo di risultare ripetitivo. Siccome altri non commentano sul mio stesso tono il blog assume un suo equilibrio. Diversamente diventerebbe stucchevole e poco realistico. Perchè potrebbe poi essere accusato, come accaduto ad altri, di essere solo una valvola di sfogo "autorizzata".
      Sparo a zero e se non serve pazienza, ti ripeto non è il mio scopo nella vita, fortunatamente ho molto altro da fare.

      Elimina
    13. Serve tutto Victor, serve tutto. Dio ha fatto il mondo pieno di splendidi colori, perfino la pelle degli uomini l'ha fatta di colori diversi, ogni stella splende in modo diverso, esiste la farfalla e l'aquila rapace, il delfino e l'orca marina. Chi non si trova a suo agio nella biodiversità, ma aspira all'uniformità, starà sempre male. Chi non lo avesse mai fatto, si guardi in rete il film "1984" tratto dal libro di G. Orwell....

      Elimina
    14. Victor se esci dal organizzazione ne devi uscire in maniera responsabile e matura..perchè o si no rischi il tracollo morale , nel senso che se hai vissuto una vita sotto restrizione ( dittatura) quando esci rischi di abusare di quella liberà che non hai mai avuto, e questo ti potrebbe portare allo sbando, così da dar ragione paradossalmente alla WT......ecco perchè poi la WT poi dice, che stare dentro al organizzazione è una protezione.

      Elimina
    15. Dimenticavo ...Fineas condivido in pieno il tuo pensiero .

      Elimina
    16. Che non tutti si sono battezzati liberi al 100*100 penso sia vero. Da mia ricerche mi sembra chiaro che la wt sia maestra nell usare la tecnica del debunking, ovvero inizialmente si carpisce l interlocutore affermando alcune verita! Una volta che si ha la fiducia poi progressivamente si inseriscono elementi non veritieri. Poi una volta dentro entrano in gioco tanti meccanismi che x uscire diventa difficilissimo! La liberta religiosa per la wt è a senso unico!

      Elimina
    17. Sono in parte d'accordo con Victor.... ogni persona che ritrova o trova la propria consapevolezza farà i conti con le proprie reazioni tutte diverse per ognuno. Questo dipende dalle esperienze vissute, dalla personalità dell'individuo, persino il luogo e il modo in cui è cresciuto può avere la sua influenza, tuttavia tutti abbiamo lo stesso obiettivo: quello di essere adoratori di Geova e sforzarci di compiacerLo. In parte riesco a capire i tuoi sfoghi caro Victor, ed apprezzo il tuo modo diretto di dire le cose, in parte rispecchi il mio carattere, anche se qualche volta per etica mi dispiace essere diretta con chi realmente non si rende conto della realtà che lo circonda, non perché non ne siano capaci, ma perché preferiscono stare volentieri in quella situazione di apparente beatitudine e appaiono felici. Cari fratelli, la consapevolezza non è un virus che si trasmette, ognuno deve acquisirla da sé, è un processo che non puoi spiegare con le parole a nessuno, neanche al tuo coniuge, o a un tuo figlio, è qualcosa di inspiegabile, il mutamento è lento, difficile, sofferto, che neanche a te stesso potrai mai dare una spiegazione, se non giustificarlo con qualche evento traumatico o qualche scossone diretto o indiretto che ti abbia fatto aprire gli occhi o la mente. Per me il processo è stato molto lento, ma ci è voluto veramente tanto, e ancora oggi soffro per me e per gli altri. Condivido anche il pensiero di Fineas specie il coraggio e l'amore che nutre per i fratelli, ci vuole molta forza d'animo per conseguire i tuoi obiettivi che ti fanno molto onore. un saluto a tutti vvb

      Elimina
    18. Victor ha coniato un espressione interessante,ovvero "tritacarne teocratico" e se ho capito bene cosa significhi credo di esserci passato anch'io!
      Infatti non so se io sia un caso unico,però personalmente ho subito l'ostracismo pur non essendo disassociato!
      La storia sarebbe lunga da raccontare, ma saro' breve.
      Qualche anno fa mi confidai ingenuamente con un fratello di cui mi fidavo di alcune incongruenze che notavo nell'organizzazione e...non l'avessi mai fatto!
      Mia moglie notava che si organizzavano vari gruppi per uscire il fine settimana o nei giorni di festa ma come famiglia non ci invitavano, e io per la verità qualcosa avevo capito ma mia moglie non se ne faceva una ragione, così riuscì a far parlare un'altra sorella che nel branco era più debole (che per questo venne ripresa /punita,cioè emarginata anche lei)e...indovinate cosa ne venne fuori?
      Dissero a mia moglie che il problema ero io perché non amavo geova e quando avrei dimostrato che così non era avrebbero invitato anche noi come famiglia, nel frattempo se lei avesse voluto aggregarsi quando c'erano solo donne sarebbe stata bene accetta,ma con me presente no!
      Venimmo anche a conoscenza di una ricerca fatta da una zelante sorella col marito in odore di promozione basata sulle pubblicazioni della wt (e non dalla Bibbia )sul mio conTo,è me ne diedero conferma almeno due persone,in cui si spiegava la ragione della mia emarginazione,ricerca che non potei mai leggere perché quando lo venni a sapere guarda caso scomparve dalla circolazione,e gli anziani non le fecero nemmeno una tirata di orecchie!eppure come famiglia ci avevano devastato psicologicamente!
      Pensate a cosa sarebbe accaduto se mia moglie fosse stata debole e avesse ceduto all'invito della sorella di frequentare loro mettendo me ai margini!

      Elimina
  20. Io non so i tuoi trascorsi Victor, ma se
    il valore oltre all'amore che distingue
    gli esseri umani dagli animali è il
    rispetto.
    E dobbiamo dare dignità alle persone non
    giudicandole.
    È DIFFICILE nazionale questa è la via per
    avereLIBERTA DI PAROLA .
    GRAZIE.

    RispondiElimina
  21. Roberto62 non so se sia stato trattato qui,ma hai sollevato un buon argomento:LA LIBERTÀ DI PAROLA.
    Non si può negare che quando si abbina quest'argomento alla stato la cosa si fa interessante...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Fineas, sono d'accordo con te sul fatto che ci siano molte persone eccezionali fra i tg...il problema è che queste persone potrebbero essere anche migliori se non cercassero di essere leali a un'organizzazione...
      Sono certa che molti fratelli della base non condividano molte cose, ma spesso sono condizionati e frenati dalle idee correnti...e molto spesso non sono capaci di reagire, nel senso che si adeguano ad un insegnamento fanatico e repressivo, soffrendone, credo anche cn gravi ripercussioni sul fisico.
      Sai che alcuni dei fratelli migliori che conosco sono gravemente depressi? Altri soffrono di malattie psicosomatiche...e pure peggio.
      Per cui, credo che quando qualcuno spara a zero sulla wt, non parli dei bravi fratelli che si sforzano, ma della dirigenza...e di quelli che supinamente obbediscono senza farsi domande, pronti a giudicare gli altri. E purtroppo sono molti...e sono quelli che la wt preferisce...credere obbedire combattere...
      Onore invece a quelli che cercano di viverci bene...e auguri!

      Elimina
    2. Roberto62....in quello che dice victor ci sono delle verità ..poi che tutti noi dobbiamo trovare un certo equilibrio nel esprimersi ...be questo può essere anche vero.

      Elimina
    3. Volevo dire che quando si abbina l'argomento libertà di parola alla wt la cosa si fa interessante.
      La scrittura automatica è molto utile ma se non si controlla bene quello che si scrive si fanno grossi strafalcioni :-)

      Elimina
    4. Brava lelvira...bisogna stare dentro ma da persone libere ...senza accettare nessun privilegio, così da non subire nessun ricatto....andare in sala come andare alla messa......e frequentare quei fratelli con mente un po aperta......io sono parecchi anni che faccio così e se mi dicono qualcosa , statene certi che so cosa dirgli.

      Elimina
    5. Ti quoto Riflessivo 👍
      Siamo in due allora...

      Elimina
    6. Amministrazione Blog2 gennaio 2016 07:55

      Fineas, ti capisco, e questo blog si avvicina molto al tuo modo di pensare. Ovviamente troveremo qui dei partecipanti i cui commenti possono infastidirci. Pensa a me quando devo cliccare per pubblicare un commento che proprio non mi va giù ! (non mi riferisco a Victor)
      Però so che devo lasciare libertà di parola. Anche a costo di infastidire qualcuno. Poi ovviamente devo bloccare dei commenti che suonano offensivi per la maggioranza. A dire il vero potrei lasciarli passare, ma poi si accenderebbe una ripicca dei partecipanti, che andrebbe avanti una settimana, distogliendo il blog dal suo scopo.
      Capisco anche Victor e Navigatore. Se dopo diversi anni dalla loro uscita sentono ancora la necessità di scrivere su certi argomenti, vuol dire una candela che "brucia" al loro interno ancora c'è. La rabbia e il rancore non sono utili, abbattono, affaticano... ma a volte è più costruttiva certa "rabbia" che la totale apatia. Con questo non voglio "convertire" nessuno al mio punto di vista, solo esortare i partecipanti a non prevaricare gli altri. E fino ad oggi mi sembra (spero) che ci stiamo riuscendo.

      John

      Elimina
    7. Carissimo John sono pienamente d'accordo con il tuo pensiero e con lo spirito di questo blog.
      Ieri sono andato a dormire e solo adesso ho potuto leggere le risposte ed i commenti, avevo bisogno di un bel sonno ristoratore.
      È giusto che vi siano varie sfaccettature.
      Victor ha espresso un suo pensiero, ed io un mio pensiero.
      Possiamo avere entrambi ragione come entrambi possiamo aver detto qualcosa di sbagliato.
      Se tutto ciò contribuisce alla crescita del livello di consapevolezza del blog, benvenga.
      Forse sono io che pretendo troppo da me stesso e dagli altri, e mi rendo conto che non è giusto questo.
      A volte vorrei che tutti i fratelli si svegliassero e prendessero coscienza delle nostre stesse consapevolezze,ecco perché magari ci tengo che non passino certi ragionamenti eccessivamente negativi perché magari qualcuno che si affaccia qui per la prima volta potrebbe subito equipararlo ad uno dei tanti siti apostati o contro i tdg che ci sono in rete e quindi scappare.
      Ma tutto serve come giustamente fai notare.
      Se è per quello anch' io mi trattengo, ce ne sarebbe di cose negative da dire, ma per mia indole preferisco concentrarmi più sulla soluzione che sul problema.
      In definitiva spero di non aver urtato nessuno né esagerato con i miei interventi.
      Buona giornata a tutti voi, ora devo andare,
      Un abbraccio.

      Elimina
  22. Nazionale l'ho inserita per sbaglio. (il nazionalismo
    Divide )

    RispondiElimina
  23. La libertà di parola io ho fatto crescere la barba
    affinché nessun nominato possa dire che parlo per
    prendere il "loro posto ".
    Non ce la fanno ad abbinarmi a Cora.

    RispondiElimina
  24. Dove manca la libertà?
    Mi sembra che si stia esagerando!
    Chi ci controlla, abbiamo le manette?
    Apprezziamola,la libertà di parola!
    Vogliamo essere schiavi degli uomini o
    di Geova?
    Geova non ci può dare sempre una via
    d'uscita?

    Si può avere paura dell 'uomo organizzato
    solo se non si ha fede in GEOVA.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah nell'organizzazione non ti controlla nessuno? Ma dove vivi scusa?

      Elimina
  25. L'AUTORE DEL POST10 gennaio 2016 09:01

    Buongiorno cari amici.
    Solo stamani mi sono accorto della diatriba che c’è stata la settimana scorsa su questo post tra Victor e Fineas con i loro rispettivi fans, e così ho sentito il diritto e dovere, visto che sono l’autore del post, di dire la mia in proposito, anche se una mia cara amica dirà che sono il solito narcisista (perdonami cara, non ho resistito … ah ah ah).
    Il motivo per cui ho deciso di scrivere l’articolo in questione era come utilizzare al meglio la consapevolezza raggiunta, e se leggete attentamente la parte finale dell’articolo, ci si rende conto che le opinioni di Victor e Fineas non sono, come potrebbero sembrare, facce opposte della stessa medaglia, ma rappresentano un punto ben preciso di demarcazione, il rimanere al di qua o l’andare al di là non è ininfluente, anche se le ragioni possono essere simili, vediamo perché.
    Victor sostiene la sua battaglia da consapevole fuori dalla congregazione mentre Fineas fa altrettanto dall’interno. Detta così sembrerebbe facile assolvere il proprio ruolo, ma qui sorge una prima difficoltà per chi la battaglia la vuole combattere all’interno dell’organizzazione. Chi decidesse in tal senso sarà in grado di sostenere con coerenza la consapevolezza raggiunta? Se, ad esempio, sono giunto alla consapevolezza che festeggiare un compleanno è una questione personale e di costume che nulla ha a che fare con l’adorazione di Dio, sarò in grado di sostenere liberamente e apertamente questa mia consapevolezza? Analogo discorso sul frequentare i parenti disassociati che non mostrano ostilità al cristianesimo, cosa faremo? E sulle collette in favore dei fratelli indigenti? E sul permettere ai nostri figli di frequentare certe scuole? … e su molte altre questioni …
    Rispondere a queste domande con sincerità d’animo, ci permetterà di capire quanto siamo consapevoli, che uso stiamo facendo della nostra consapevolezza e se ancora stiamo demandando ad altri il diritto di stabilire cosa è giusto da cosa è sbagliato.
    Sulla base di questo ragionamento domando: è realmente possibile essere coerenti con le consapevolezze raggiunte dentro la congregazione? Attendo le vostre risposte.
    L’autore del post.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. però la questione dei fans.... Se si inizia a pensare in questi termini smetto di scrivere eh...

      Elimina
    2. Cari amici, il nostro ***** vuole solo spiegare o meglio ribadire un aspetto del suo intervento. Qui non siamo fan di nessuno, ha usato questo termine per definire persone che su certi argomenti la pensano allo stesso modo.
      Poi ha citato come esempio la questione del compleanno, che non è necessariamente importante per tutti.
      E' stato solo un modo per ribadire che per certi fratelli è impossibile sentirsi liberi se si frequenta ancora l'organizzazione.
      E' un SUO punto di vista, ognuno di noi ovviamente può essere d'accordo o meno.

      Elimina
    3. l'autore del post10 gennaio 2016 09:38

      fai il bravo ... era una battuta

      Elimina
    4. be non si può pensare che uno possa stare dentro, e fare come se non ci stesse, è come se uno va in un paese straniero dove l alcol è vietato ...e lui bevendo sa di essere espulso o addirittura messo in carcere ..... Poi uno si può muovere liberalmente quanto vuole, ma sa di camminare in un campo minato....in tutti sistemi dittatoriali esiste questo problema ....allora che fare ? se si vuole rimanere li senza sanzioni, per adesso ci si deve muoversi in maniera cauta ..... e dare tempo al informazione di fare il suo lavoro ,e nel fra tempo nel nostro piccolo collaborare con tale informazione .....Luca Cap 8 v 17.

      Elimina
    5. (Ax80) Giusto, Riflessivo, ma la questione è un'altra: come la mettiamo, dal momento che questa "informazione" viene e verrà considerata dalla maggioranza solo come una "menzogna degli apostati"? Qui la vedo dura, anche se ho una cauta fiducia.

      Elimina
    6. Caro AX, è impossibile dare corretta informazione a tutti. La storia della chiesa cattolica insegna. Tutti sappiamo delle crociate, dell'inquisizione, della vendita delle indulgenze, Ior, vaticano, pedofilia... eppure ancora oggi c'è chi si fa prete e monaca !

      Ormai nell'organizzazione i "sinceri" sono in forte diminuzione e stanno uscendo in fretta. Tra qualche anno rimarrà un branco diviso a metà: (1) i fanatici disposti al martirio (pochi) e (2) integralisiti "atei" interessati ai propri interessi (hai presente quei nominati che hanno aziende dove impiegano - sottopagati - decine di fratelli e sorelle?)


      allora, blog come questo, non serviranno a nulla

      Elimina
    7. John hai fatto una ottima analisi. Io aggiungo che se dovesse crollare la wt qualcuno potrebbe compiere qualche atto autolesivo sconsiderato. Spero di no, ma da un anno a questa parte vedo una forte pressione wt! Non vedo niente di buono! Spero che sbaglio. Buona domenica a tutti

      Elimina
    8. Possono dire ciò che vogliono che sono bugie degli apostati e continuare a far finta di nulla.....ma il dubbio in mente rimane e ti porta a rallentare spiritualmente e contribuire sempre di meno...è un fattore psicologico ....questo sistema medioevale di dare la colpa agli apostati e a satana funzionava una volta perchè cera solo il cartaceo e tutto finiva li..... ...ora non più.

      Elimina
  26. Chi ha messo al di sopra la WT a DIO ......come dice Gesù : essi avranno la loro ricompensa.

    RispondiElimina
  27. Se John permette vorrei dire la mia impressione sull altro blog " profetico". Da come vedo la cosa è un meccanismo della Matrix per riportare sotto un gioco oppressivo i tdg che hanno capito l inganno della wt! Anche loro usano la tecnica del debunking e non ammettono critiche! Invito tutti a fare attenzione! La Matrix si trasforma!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mi è capitato di rileggere questo commento...
      in effetti il sospetto che si tratti di un altro "sistema" nel sistema...diventa sempre più concreto...

      Elimina
    2. Grazie lelvira per la condivisione. Ci sarebbero dettagli in piu "piccanti". Se vuoi chiedi a John che ti può delucidare di più! Ovviamente tramite blog meglio non dire certe verità :-):-) che ci sta qualcuno che apparentemente è contro la wt ma che sospetto usi stesse tecniche e metodi sembra evidente. Poi col tempo si ritorna al punto di partenza! Giochi di Matrix:-)

      Elimina
  28. Dal blog dei "consapevoli" (consapevoli ma de che? - direbbero a Roma)

    007 mission impossible21 giugno, 2016 15:19

    Pienamente d'accordo con chi dice di non andare a spulciare le frasi della Torre di Guardia.
    La Società avrà fatto qualche errore, ma la verità scritturale è nostra, non ci sono dubbi alcuni, invitiamo i dubbiosi a studiare e le nebbie spariranno da sole in men che non si dica. La cantonata che hanno preso alcuni sul 587 è madornale. Russel invece ci ha visto molto bene ed infatti puntualmente nel 1914 il segno si è avverato paro paro alla bibbia...

    Poverino... "verità scritturale"...ah ah !! Non è possibile provare che il 1914 sia la fine dei Tempi dei Gentili. Nessun’altro, eccetto i Testimoni di Geova, crede che Gerusalemme sia stata distrutta nel 607 a.E.V. Il fratello Russell usò le misure dalla Grande Piramide di Ghiza per provare che il 1914 fosse la fine dei Tempi dei Gentili. Il calcolo usa arbitrariamente l’anno lunare di 360 giorni per arrivare a una data basata sull’anno solare di 365.25 giorni. Egizi, la cui cultura e religione, decenni dopo, è stata additata dalle stesse colonne della torre di guardia come infarcita di spiritismo e demonismo.
    Qualunque fatto fosse accaduto nel 1914 (terremoti-meteoriti-tsunami) i creduloni lo avrebbero associato al regno di Cristo instaurato in cielo !

    hiroshima? il regno è vicino !
    guerra fredda? il regno è vicino !
    chernobil? il regno è vicino !
    guerra del golfo? il regno è vicino !
    11 settembre? il regno è vicino !
    tsunami in Giappone? Il regno è vicino
    crisi economica? il regno è vicino !
    Brexit? il regno è vicino !

    E continuano a vantarsi di una "verità" che in un secolo è cambiata totalmente

    Ma poi, scusate, guardate una foto dell'universo con miliardi di stelle e spazi infiniti. Davvero pensiamo che nel 1914 una pioggia di miliardi di demoni siano stati spazzati dall'universo e siano stati tutti confinati su un piccolo granello di polvere invisibile nel creato? Tutti qui? E perchè non sulla Luna? O su Giove, che è ben più grande? Perchè tutto ciò che non è terra è cielo ? Saturno è cielo? Nettuno è cielo?

    Poi ci si guarda allo specchio e ci si chiede dove abbiamo lasciato il cervello per anni... eh si, caro 007, quando ritroverai il tuo, facci un fischio !! :-)

    RispondiElimina
  29. Interessante la frase "non andare a spulciare ogni frase della torre di guardia"...ma come la torre di guardia non è il mezzo con cui lo "schiavo" ci nutre, ci da luce progressiva, ecc. ecc.?
    007 stai forse chiedendo ai tuoi lettori di credere e basta alle parole dello "schiavo"? Stai forse dicendo di non usare il cervello per valutare se le informazioni siano corrette o meno?
    Eppure sai, se non ricordo male in Atti 17:10-12 i Bereani ascoltarono Paolo ma "esaminarono attentamente le scritture per vedere se queste cose stavano così", Non pensavano che sarebbero bastate un paio di conversazioni con Paolo per tirare le somme.
    Insomma non erano creduloni, ed è interessante che lo "schiavo" dica di imitare i bereani...mi sa caro 007 che forse l'invito di John di ritrovare il cervello sia più urgente che mai.

    Ad maiora!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. da quello che ho capito ho la sensazione che anche il blog "consapevoli" e in qualche modo 007 è costretto a dire quello che dice, è un blog pilotato che ha perso la sua unicicità circa 2 anni fa, causati da problemi interni al blog, che hanno messo in condizioni di essere in qualche modo ricattati, da chi sappiamo noi. Mi dispiace molto che deve portare avanti una finzione a danno di coloro che si affacciano a quel blog. Sostenendo l'insostenibile e per farlo è costretto ad arrampicarsi sugli specchi, ma che dire se va bene a lui......

      Elimina
  30. Non voglio firmarmi26 giugno 2016 12:19

    Jhon,abbiamo creduto nella distruzione del 607 a.c. perchè ce lo diceva "lo schiavo" e per noi era infallibile,perchè guidato dallo "spirito" (divino anzi di vino) e quindi anche se tutti gli archeologi affermavano e affermano che la data giusta è il 587,noi abbiamo creduto allo "schiavo" (che non è schiavo,ma poi schiavo di chi?) In conclusione,dato che lo stesso CD attuale ha dichiarato che loro non sono il "canale di Dio"....tutto crolla,almeno a me è crollato tutto...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma c'è chi, pur di non veder deluse le proprie aspettative difese una vita intera, continuerà a credere nonostante tutto. Ma chi è giovane ed ha una vita davanti, deve poter scegliere !

      Elimina
    2. Ah! E se poi se un giorno la Torre di Guardia dovesse abbandonare la dottrina del 1914 (2.0 perché la 1.0 era quella di Russell che si aspettava la fine nel 1914), 007 e chi come lui seguirebbero scioccamente, arrivando addirittura a rinnegare quello che difendevano a spada tratta. Lo hanno fatto con altre dottrine, perché non accadrebbe ancora ?

      Elimina
    3. Socrate69, la penso esattamente come te.

      Elimina
    4. Anonimo Bereano26 giugno 2016 16:14

      @Per non voglio firmarmi:
      Dove hai letto che il CD attuale ha dichiarato che loro non sono il canale di Dio? Sarebbe la notizia del secolo...

      A proposito di 007 e proclamatore consapevole: e´gestito da ex beteliti,arrabbiati con i vertici di Roma. Tante parole e spesso le stesse. Se gli chiedi di passare ai fatti rispetto alle loro proposte ti chiedono che loro rispettano l órdine teocratico, e sperano che Geova lo cambi a suo tempo. Credono allo schiavo che decide tutto e poi lo criticano tenendosi le mani in mano. Quello stesso ordine teocratico che se scoprisse chi sono li disassocierebbe in tronco senza appello! In nome dello Spirito Santo! Credono che ci siano dei proclamatori consapevoli, una specie di ordine all´interno dell´organizzazione, che nella realta´non esiste. Vivono in un mondo di fantasia e se glielo fai notare, chiedendo spiegazioni, vieni bannato. Magari e´un modo per sopravvivere alle tante cose che non si capiscono. Contenti loro. Ma non sara´mai il mio.

      Elimina
    5. beh, se si ascolta con attenzione l'intervista di Jackson alla Royal Commission, eccome se lo dice!
      E' uno dei punti chiave: Jackson afferma che altre persone potrebbero avere conoscenza e intendimento delle scritture, come loro (ammesso che ce l'abbiano)...
      Lo dice con molta chiarezza...non voglio togliere il gusto di accertarsene di persona...

      Elimina
    6. Be se è così allora non devono condannare il dissenso , ma semmai valutare se è da prendere in considerazione oppinioni diverse.....ma questi signori hanno la doppia faccia ,... perchè davanti alle autorità parlano in un modo, niente ostracismo , i fratelli sono liberi di decidere con la loro coscienza , noi non siamo il canale di DIO ecc.. ...mentre dai fratelli in realtà vogliono ubbidienza e sottomissione e la critica è mal digerita......secondo mè dovrebbero finirla di prendere in giro.

      Elimina
    7. Anonimo bereano26 giugno 2016 19:56

      @lelvira.
      Ho visto il filmato di Jackson. Dire che altri possano avere intendimento delle scritture e´come dire che l´acqua calda e´...calda. Si tratta di un esempio di strategia teocratica. Anche altri hanno intendimento delle scritture. Luterani, avventisti e via dicendo. Ma chi ha il CORRETTO intendimento di esse? E chi e´l´organizzazione che Geova usa per distribuire questo intendimento? Un classico, credimi. Il vero potere e´far credere...

      Elimina
    8. scusa caro pensala come vuoi...è un tuo diritto, come il mio di pensarla diversamente.
      La strategia teocratica è quanto di più disgustoso mi riesca di immaginare, se noi fossimo andati a predicare usando strategia teocratica avremmo dato ragione a tutti...
      ma credimi, non mi interessa più di tanto, ognuno ha diritto di credere a quello che ritiene più giusto.

      Elimina
    9. Però dici bene. il vero potere è far credere...

      Elimina
  31. Tempo fa leggevo il blog proclamatoreconsapevole, ma piu leggevo e piu vedevo quanto erano inconsapevoli!! Non ho capito bene contro chi ce l'hanno, loro se la prendono piu che altro con gli anziani, sorveglianti ecc.. ma sono consapevoli che questi seguono la direttiva del cd, e che sono li proprio perche e' volere del cd? ma per loro il cd e santo (quasi dio). sembrano mentalmente disturbati, se la prendono con chi applica le direttive della wts, ma non con chi legifera le direttive!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non sono mentalmente disturbati, sono anzi molto intelligenti!
      Tutte le persone che manifestano disagio, vengono abilmente ricondotte nei ranghi, con il miraggio di prossimi cambiamenti ..
      siccome in genere i fratelli che scrivono preferirebbero non affrontare il trauma dell'abbandono, e sono felici di trovare altri che incoraggiano a resistere malgrado i problemi, sono facilmente governabili.

      Tranne una forse piccola percentuale di persone che ragionano con la loro testa, e che quindi sfuggono al controllo, molti chinano il capo e continuano a portare il giogo, spostando in avanti le speranze...

      Con il vecchio sistema del bastone e della carota, ai piani alti fanno qualche concessione,
      equilibrata da altrettanti e forse più numerosi giri di vite, e l'equilibrio va avanti...

      I fratelli vedono che qualche cambiamento c'è ( minimo e non determinante) e continuano a tirare la carretta.

      Chi esce dall'orbita disturba e può succedere che subisca qualche ritorsione stile wt...ma è tutto nell'ordine naturale delle cose.

      Quindi, se tutto viene scaricato sulle spalle dei pesci piccoli, i pescicani veri ne escono immacolati e possono continuare indisturbati.

      Può darsi che commenti come questo provochino altre reazioni scomposte...

      Elimina
    2. Sicuramente il tuo commento produrrà pruriti a qualcuno…👍

      Elimina
    3. La malafede la vedi quando, iniziando a trattare argomenti "scomodi", arriva qualcuno a parlare di pizzetto, orecchini, cene e pettegolezzi.
      Alla fine, tutti in sala, e tutti ubbidienti, perchè la "verità scritturale è loro"... come disse Totò... https://www.youtube.com/watch?v=fa3a50pLmu8

      Elimina
    4. John, purtroppo devo darvi ragione sul blog di 007.
      Faccio un esempio, un post dedicato alle verità fondamentali che ci aiutano a perseverare ha elencato alcuni punti chiave, secondo l'autore, che sono verità imprescindibili per i consapevoli. Tra quelle condivisibili riguardo la figura di Geova e il valore delle scritture è stato inserito come punto fermo il fatto che Gesù ha cominciato a regnare nel 1914. La cosa interessante che alcuni partecipanti del blog, che evidentemente cominciano a svegliarsi, hanno cominciato a commentare facendo dei distinguo sul considerare il 1914 un punto fermo delle verità scritturali, in quanto frutto di una interpretazione che scritturalmente poteva configurarsi come un tentativo, magari sincero, ma pur sempre errato di andare oltre ciò che è scritto e di cercare di stabilire "il giorno e l'ora" o se volete il mese e l'anno, quando nostro Signore ha detto di non farlo.
      Un siffatto ragionamento, se sei aperto e diverso da chi stai criticando ( i "vaccari" che non si mettono in discussione e abusano del loro potere), lo fai passare e poi, se vuoi e se puoi lo contesti e lo smonti.
      Purtroppo, ho fatto appena in tempo a leggere alcuni commenti e capire la piega che stava prendendo il discorso, quando magicamente tutti i commenti sono stati cancellati, in quanto evidentemente erano frutto di un pensiero non allineato.
      Non so se posso scriverlo, ma in caso diverso potete sopprimere questa parte, se andate a tutt'oggi ad esaminare quell'argomento è l'unico senza nessun commento dei partecipanti (magari adesso ne creano alcuni). Come mai? E' vero, si spara sugli anziani a prescindere, facendo di tutta l'erba un fascio e senza riconoscere che alcuni in buona fede non fanno altro che seguire delle direttive. Non si tocca chi quelle direttive/interpretazioni le ha date nemmeno con un fiore.
      Credo che ci sia una forte consapevolezza nell'agire in questo modo subdolo, ma non il genere di consapevolezza che ti sveglia, bensì quella che ti fa passare da un sogno ad uno diverso basta che continui a dormire...

      008

      Elimina
    5. E' vero 008
      Prendono di mira chi ubbidisce suo malgrado alle direttive e difendono chi le direttive le crea

      E guai a togliere i mattoni delle dottrine fondamentali al sistema se no crolla il castello

      Basta parlare di furbetti, mobbing, cene e gonne, contribuzioni... e poi tutto come prima

      Un inganno nell' inganno

      Elimina
    6. Confermo 008, il mio commento sul fatto che cristo sia re dal 1914 è stato visibile 20 minuti! Lo hanno subito rimosso perché feci notare che Matteo 28:18 dice tutto il contrario! Fortunatamente il giorno dopo altri utenti hanno ripreso il punto:-)

      Elimina
    7. Poi per le contribuzioni dicono di non metterle nella cassetta locale ma in 24.14, ma in pratica non cambia niente! La cassa sempre quella è! Dicessero almeno di non contribuire proprio avessero un minimo di credibilità!

      Elimina
    8. Credo che il compito del blog.. proclamatore consapevole.. sia quello di svegliare, ma nello stesso tempo senza scoraggiare ....voglio dire una specie di terapia indolore ...da un lato umanamente li capisco, da l altro, lo trovo non troppo sincero questo modo di affrontare le cose perchè alla fine, sei costretto a dire e far dire quello che ti fa più comodo ....comunque sia, ognuno prenda la strada che vuole.

      Elimina
    9. Io invece ho la sensazione che il compito del blog, non sia altro quelo di limitare i danni, reindirizzare i tdg alla wts, facendo passare per cattivi chi rispetta le direttive imposte dal colpo direttivo. Ci vedo tanta malafede, e penso, potrei sbagliarmi, ma credo il blog altro non sia uno strumento fatto nascere proprio dalla betel per controllare il pensiero dei tdg (che si esprimono, e sfogano le loro frustazioni) e parare dove si puo.
      Questo 007, mi sembra proprio il tipico betelita!! ne ho conosciuti tanti in passato, e credo di non sbagliare!

      Elimina
    10. Riflessivo, per carità sono d'accordo che ognuno è libero di svegliarsi al suono trillante di una sveglia o al dolce suono di una melodia, e che l'eventuale percorso di uscita o meno è personale. Il problema non è questo, ma la correttezza e onestà nel criticare la mancanza di libertà di pensiero e poi non concederla. L'abuso di potere, e poi magari appena ne abbiamo una briciola cancelliamo commenti non allineati. Questo forse non è proprio un modo di fare sincero..
      Poi certo, ognuno è libero di scegliere a quale padrone consegnare le proprie facoltà di ragionare o se non consegnarle affatto...

      008

      Elimina
    11. Su questo non sono molto convinto, riflessivo. Che vuol dire "svegliare senza scoraggiare"?

      Elimina
    12. Ciao Victor....Mettere in mostra quello che secondo loro è da cambiare in campo teocratico , sappiamo come non sia accettata anche la più semplice critica, proclamatore consapevole è un blog dove crede che si possa migliorare l organizzazione dal suo interno ( attraverso riforme ) , sono convinti che DIO si serve di uomini per migliorare altri uomini , e di conseguenza migliorare quello che loro ritengono la sua organizzazione senza però demolire la fede di chi ci crede ....dunque per svegliare significa evidenziare le magagne ...ma nello stesso tempo continuare a credere che DIO si serve solo della WT...... cosa che io ho smesso di credere .

      Elimina
    13. Si riflessivo, lo pensavo pure io. Però mi sono reso conto, e vedo che la cosa persiste, che molte loro prese di posizione sono troppo assurde per venire da persone "sveglie". 1914, schiavo fedele e discreto, "blindatura" degli unti, genealogie che portano dai primi cristiani al corpo direttivo... insomma inizio a credere più all'ipotesi che sia una valvola di sfogo "autorizzata" per tenere buone le persone dentro che non che siano TdG convinti che si possano cambiare le cose.

      Elimina
    14. Fadìbry, mi trovi d'accordo con le tue sensazione. Anzi di più! l'altro blog illude e continua a farlo mascherando che prossimamente ci siano cambiamenti, con l'intento di frenare l'emorragia di chi se ne vuole andare! Organizzato a tavolino, con cadenza di post specifici che continuano a far sognare il "credente"!

      Elimina
    15. Scusatemi ma pur essendo d'accordo con voi, però ritengo che criticare il blog fondato da 007 debba avere anche un limite, in che senso? Nel senso che il blog è SUO lo ha ideato lui e ne fa quello che vuole, se è aperto al pubblico è insito che si devono rispettare le SUE regole, lui le decide e chi vi commenta accetta tacitamente le sue regole e le sue vedute, alla fine se non si è d'accordo basta non commentarci nè leggerlo, non trovo coerente andare in casa d'altri e passare il dito sui mobili x vedere se pulisce, ogniuno a casa sua fa quello che vuole, lo pulisce? lo lascia sporco? è cosi cosi? affari suoi, Se uno ci va dentro, e ci commenta e poi lo critica a mio parere è incoerente, come fa con il suo chi mi dice che poi non lo fa con questo di John?
      Non giustifico il blog consapevoli, ma una volta uscito perchè non ero piu d'accordo con la sua "politica" non ho piu commentato nè criticato mi è indifferente. Scusatemi ma io la penso cosi.

      Elimina
    16. (Ax80) Da un certo punto di vista sono d'accordo con Zero Assoluto, da altri un po' meno. Mi spiego: quello che trovo tanto inspiegabile quanto poco sensato di proclamatore consapevole è il suo cambio di linea, questa sorta di "voltafaccia" che ha operato nel tempo. Mi chiedo "perché?" Era nato per uno scopo simile a quello di questo blog, poi si è letteralmente "rinnegato". Da questo punto di vista muovergli critiche è giusto. Sono stati incoerenti.

      Elimina
    17. Ciao zero assoluto ...sono d accordo , la nostra era solo una analisi di quel blog niente più ...il bello di internet e che basta pigiare un bottone e vai dove ti pare . io mi trovo benissimo in questo blog perchè ti fa esprimere e nello stesso tempo puoi non essere d accordo ...007 la vede in maniera diversa ..ma sono grato anche a lui , perchè mi ha permesso al inizio di dire in parte anche la mia oppinione , anche se in modo limitato....poi me ne sono uscito perchè non mi faceva dire quello che volevo.....ma non ho assolutamente nulla contro di lui...( ovviamente parlando in senso virtuale )

      Elimina
    18. Infatti se ricordate diversi post pubblicati sono miei ed anche altri che 007 ha voluto che firmassi con un nick diverso per non urtare la suscettibilità di alcuni sapendo che ero disassociato, li ho iniziato a capire che qualcosa non andava, visto che sino a "ieri si fa per dire" non aveva nessun problema, e poi anche diversi miei commenti venivano censurati e 2 post che non sono stati mai pubblicati con delle motivazioni che lasciano il tempo che trovano, mentre John me lo ha permesso, ha voluto anche tradotti alcuni post in un'altra lingua ma poi non più nulla. Ho capito per tempo e me ne sono andato. D'accordo con te Riflessivo in qualche misura sono grato a 007 che mi ha aperto le porte facendomi esprimere, poi qualche cosa deve essere accaduto e tutto è cambiato, ma anche io non ho nulla contro di lui anzi.... per difenderlo in un'altro blog mi sono preso gli insulti, ma va bene cosi. Apprezziamo allora maggiormente la libertà e l'opportunità che ci dà John di dire la nostra qui.
      Vi abbraccio

      Elimina
    19. Il mio commento non voleva essere denigratorio. Anche questo blog è partito seguendo quello del "consapevole". Ma non puoi iniziare ad aprire una porta e poi fermarla in modo che passi "aria" ma non una persona intera. Se mi parli di onestà intellettuale, questa deve essere manifestata fino in fondo. Una verità infarcita di bugie è solo una mezza verità.
      Il blog "consapevole" va bene come primo passo... ma poi ci vuole coerenza. O ti turi il naso, rientri nei ranghi, e abbandoni la critica, od esci.

      Continuare poi a sparare nel mucchio dei nominati, salvando chi le regole le scrive (regole assurde, peraltro) non mi sembra corretto. Si punisce l'esecutore e si salva il mandante.

      Piccolo particolare: io sono stato bannato da quel blog, ma permetto a "loro" di commentare su questo. E se vorranno replicare a ciò che stiamo scrivendo (se garbatamente) i loro commenti verranno tranquillamente pubblicati.

      "non possiamo far nulla contro la verità, ma solo per la verità" scrisse qualcuno...

      Elimina
    20. 100 e lode ...john Connor .

      Elimina
    21. Complimenti John, davvero!
      Provo un misto di ammirazione per i concetti che hai espresso assieme a tristezza vera.
      La tristezza deriva dal fatto che se solo in congregazione (e nell'organizzazione WTS più in generale) esistesse questa "apertura" e disponibilità forse, nonostante gli errori, non esisterebbe una cosa chiamata apostasia, ma solo un libero e sincero e pacato scambio di vedute con l'obiettivo di crescere tutti verso la maturità cristiana, senza bannare nessuno. Saremmo o tutti dentro o fuori se preferite, ma insieme!

      008

      Elimina
    22. grazie, ma i complimenti fateli a chi partecipa al blog. I commenti non pubblicati sono davvero pochissimi (praticamente il nulla) in confronto a quelli pubblicati.

      Non vengono pubblicati:
      - spam (commenti brevi a raffica privi di contenuti - oppure sempre il solito commento postato più e più volte da giorni o mesi, anche se con parole diverse)
      - offensivi verso i partecipanti e/o provocatori
      - apologia di dottrine assurde (c'è eventualmente l'altro blog su bibbia e scienza all'occorrenza)

      poi, purtroppo, la moderazione perfetta non esiste, anche io a volte mi faccio prendere dall'emotività. Chiedo venia per le volte che è successo !

      Elimina
    23. Condivisibili molte delle cose che avete detto.
      Solo, mi sembra davvero sterile continuare su questi discorsi quando vi sono problemi ben più seri.
      Questa specie di "guerra tra blog" è una vera mancanza di sensibilità verso chi in questo come nell'altro vi si affaccia per la prima volta.
      A cosa giova continuare a dire che "su quello o quell'altro blog ti bannano" quando in definitiva c'è un bisogno urgente di aiutare "lucignoli fumanti" a non spegnersi?
      Il blog da voi citato ha avuto il suo corso e chi ha aperto gli occhi si è reso conto dell'assurdità di certi argomenti.
      E come molti qui li hanno aperti gli occhi, anche altri continueranno ad aprirli.
      Questi spazi virtuali sono solo un mezzo per raggiungere un determinato scopo, ma non devono mai prendere il posto dello scopo stesso per cui sono stati creati...
      In ogni gruppo o aggregazione di persone spesso si parte bene e col tempo si può finire per deviare dal percorso originale.
      Non è il caso di questo blog, ma è ardua l'impresa affinché ciò non accada, ed ognuno di noi può contribuire in positivo o in negativo al riguardo...

      Elimina
    24. Fineas, condivisibile ciò che dici, ma non scordiamoci da dove veniamo. Ci sono fratelli molto confusi, e se si fanno un giro su internet rischiano di uscirne ancora più confusi.
      Anche tutti noi abbiamo passato momenti dolorosi e difficili.
      Spesso mi scrivono persone chiedendomi "perchè il vostro blog..." "perchè sull'altro blog..."

      A volte è necessaria un pò di chiarezza. Hai mai pensato che gli stessi tuoi commenti possano generare in alcuni lettori rabbia, indignazione o risentimento?

      Io stesso a volte leggo in giro commenti che mi feriscono o mi indignano. Qualche volta mi sono preso anche insulti pesanti. Cosa dovrei dire o fare?

      Qui non è in atto nessuna guerra tra blog. Ma dal momento che molti lettori fanno confusione, è meglio mettere i puntini sulle "i"

      Qui non esiste un pensiero "giusto" o uno "sbagliato". Si può decidere di bollare tutti i blog come apostati, e rinchiudersi nelle congregazioni a fare ciò che si è sempre fatto, si può inneggiare od aspirare a delle "riforme" per il bene della fratellanza, ed allora va bene il blog del proclamatore consapevole.

      Oppure si possono avere pensieri diversi e scegliere di aderire ad altre linee di pensiero...

      Ma se io leggo un blog dove viene scritto "la verità scritturale è nostra", e mi viene legittimamente impedito di commentare, sarò libero sul mio blog di dire come la penso?

      Anche perchè, se molti oggi sono prigionieri di regole anticristiane, l'altro blog certo non aiuta chi si sta svegliando a liberarsi.
      Gli si fa capire, comunque, che andare contro il CD significa andare contro Geova stesso...e se per me questa affermazione non ha nè capo nè coda, sarò libero di esprimermi?

      Elimina
    25. Certo John, ed è tutto giusto ciò che hai detto.
      Sarà forse un caso che mi sento di esprimermi SOLO su questo tuo blog nell'ultimo periodo?
      No, non lo è, proprio perché sento di poter dire quasi tutto quello che penso qui e questa già di per sé è una grande cosa.
      Quello che penso è che ogni giorno che passa blog come questo acquisiscono sempre più visibilità, e davvero mi auguro che possa sempre servire come un'ancora, magari anche temporanea, che possa servire a dare un minimo di stabilità emotiva e morale a chi da questo mare in tempesta chiamato wts cerca di uscirne.
      Ora sta a noi essere scogli per offrire un appiglio o sui quali gli altri sbatteranno facendosi ancor più male.
      Apprezzo tanto, il duro lavoro che fai per gestire tutto quello che comporta la gestione del blog e sai quanto grande è la mia stima nei tuoi confronti...

      Elimina
    26. Per quanto Possa essere aspra e risentita per ciò che mi e accaduto scrivendolo sul blog,un pensiero lo riservo anche a chi mi legge per la prima volta,come dici connor dobbiamo sempre ricordare che i primi confusi eravamo noi e ora con questa rinascita interiore Possiamo aiutare altri ad uscire dall oblio.per me è importante che la gente confronti blog diversi da questo e possa rendersi conto da sola.come quando vai ad un negozio che offre lo stesso prodotto ma il modo in cui ti viene offerto fa la differenza e ha successo.cosi se una persona legge questo o quel blog può tirare le sue conclusioni.la liberta parte pure da questo.

      Elimina
  32. Apostolo Giovanni26 giugno 2016 19:59

    Dall'andamento dei congressi sembra che il livello dei battezzati in italia non dovrebbe superare i 4600... Se così fosse i numeri in italia cominciano a farsi stretti x la wts

    RispondiElimina
  33. se siete curiosi di valutare da voi la popolarità dei blog, ho inserito alla fine del post http://testimonidigeovachiedono.blogspot.it/2017/01/dissonanza-cognitiva-proclamatore-consapevole.html gli ultimi dati di accesso al blog con le relative schermate.

    Potete commentarli qui se volete.

    RispondiElimina
  34. Bravo John e compimenti ancora per l'ottimo lavoro. Ho scoperto il tuo blog a dicembre del 2015, quindi abbiamo fatto un bel pezzetto di strada insieme. E curiosamente anche il mio cammino stava prendendo direi inevitabilmente la stessa direzione.
    Comunque l'aria di liberta d'espressione che si respira qui è impagabile. Si sente la differenza con PC.
    W la libertà d'espressione nel rispetto reciproco

    RispondiElimina
    Risposte
    1. (sveglio) Grazie John perché permetti a tutti di esprimere liberamente le proprie idee e sentimenti! Grazie a questo blog ho scoperto cose che altrimenti era impossibile scoprire ed il fatto che sempre più persone lo visitino dimostra che più di qualche fratello nutre sospetti da diverso tempo.

      Elimina
    2. Come aggiunto alla fine dell'articolo, questo blog non vuole nè deve competere con altri blog (ad esempio il blog proclamatore consapevole è servito a molti, come me, per svegliarsi)

      Le statistiche ed il trend servono solo a conoscere le tendenze dei visitatori.

      Questo blog contiene solo riflessioni pubbliche dei partecipanti. Non si proclama detentore di alcuna "verità"!

      Elimina
    3. il blog proclamatore consapevole mi è servito come rampa di lancio ..solo che loro non vogliono uscire dalla atmosfera terrestre.

      Elimina
    4. Gesù almeno una parte delle persone le attirava in massa (secondo i vangeli) solo per le sue azioni.

      I TdG per convincerti a venire alle adunanze devono farti decine di visite ed uno studio.

      Chi parla bene dei TdG (nonostante la maggioranza siano brave persone) sono solo le loro riviste e qualche conoscente. Tutti gli altri li disapprovano (in una società dove pure gli animali spesso vedono riconosciuti i loro diritti)

      Chiediamoci il perchè !!

      Elimina
    5. Vedi John, il "problema" (se così lo si può chiamare...) di dichiarazioni come questa sta nel rovescio della medaglia... Gesù disse anche che i suoi seguaci sarebbero stati disprezzati, e che il numero di quelli che sarebbero passati dalla porta stretta sarebbe stato molto esiguo... Come la mettiamo con scritture come questa? Un tdg può facilmente farvi appello, lasciano tutt'ora perplesso anche me, uscito dall'indottrinamento... È uno di quei pochi passi biblici dove i Testimoni sembrerebbero avere ragione, perche' lascia poco spazio alle interpretazioni...

      Elimina
    6. Ciao a tutti, anche io devo dire che grazie al blog proclamatore consapevole ho capito che non ero l'unico a essere vessato dalla wts e le brutture che vedevo la dentro non erano frutto della mia immaginazione poi mi sono reso conto che nel blog PCI un giorno davano addosso alla wts il giorno dopo ci incoraggiavano a essere sottomessi al cd, al che ho detto sono già pazzo di mio non ho bisogno di altri!!!! Con un commento salutai tutti dicendo che d'allora in poi non avrei più commentatato ne tantomeno seguito il blog. Quindi il merito di avermi instradato alla fuoriuscita dei Tg devo darglielo. Poi ho incontrato voi...e sono happy happy. Ho visitato anche altri siti tipo Geova.org e sono più fuori di pc, me ne sono ritratto per la mia salute mentale. Jwanalyze gli ammiro per la loro chiarezza. Finale della storia ora sono agnostico e mi godo la vita alla grande !!!! Vi voglio bene vi sento veramente fratelli!!!

      Elimina
    7. Puoi dirmi il nome dell'altro blog su Bibbia e scienza non sono riuscito a trovarlo ... grazie Jonh

      Elimina
    8. lo trovi nella colonna a sinistra. Nella pagina dedicata troverai il link

      Elimina
    9. eh no caro Ax8o...di spazio per le interpretazioni ce n'è eccome...perché non dice che quelli che trovano la via dovevano essere tutti in una stessa organizzazione...potrebbe intendere che quelli che si comportano veramente bene seguendo la via dell'amore di Cristo sono pochi in tutte le religioni....disprezzati e magari anche ostracizzati...

      Elimina
    10. Grande Lelvira, illuminante...! Un ragionamento di una tale chiarezza, eppure fino ad ora sfuggito all'ovvio! Ma certo, ha una logica!

      Elimina
    11. Infatti in Rivelazione Giovanni vede una grande folla di ogni popolo nazione e lingua.....mica pochi....Pietro ribadisce che Egli vuole che tutti pervengano al pentimento....

      Elimina
    12. Sopravvissuto,siamo in 2...più o meno stessa tuo "cammino"consapevole..

      Elimina
  35. Su Proclamatore consapevole sono stato bannato perchè invece di usare Geova usato DIO Altissimo Padre Nostro.

    RispondiElimina
  36. Scusate, mi prendo la libertà di non pubblicare commenti in polemica con l'altro blog. Ci stava l'analizzare il fenomeno dissonanza cognitiva ed anche le scelte dei lettori ma andare oltre non è il caso. I lettori sono in grado di vedere e discernere e fare le loro scelte. Altrimenti diventa davvero uno sparare sulla croce rossa.
    Per chi ancora dorme quel blog ha una sua utilità

    RispondiElimina

E' OBBLIGATORIO INSERIRE NEL CAMPO Nome/URL UN NICK con cui firmarsi. Non usate termini scurrili, insulti, calunnie, incitamenti all'odio razziale ed alla violenza, e NON menzionate la persone per nome o cognome reali. Sono vietati lo spamming, il copia-incolla ripetuto, i link a siti non approvati dalla redazione, i messaggi provocatori.
Altrimenti i post non saranno pubblicati o verranno cancellati.
La moderazione dei commenti è insindacabile ed a cura della redazione del blog. Se i vostri commenti non vengono pubblicati potete chiedere spiegazioni scrivendo alla redazione (vedi "come commentare" in alto nella colonna a sinistra)

Grazie

L'indirizzo email del blog lo trovate in fondo alla pagina (non nella visualizzazione per cellulari)