Usando questo sito, dichiarate di aver letto il Disclaimer e le norme sulla Privacy relativa ai contatori Shinystat e whos.among.us.

Un archivio del blog, con tutti i post fino ad oggi pubblicati, elencati per mese, lo trovate in fondo alla colonna centrale.

NORME relative ai commenti alla pagina "COME COMMENTARE".

“Non c’è nulla di male se una persona cerca di confutare gli insegnamenti e le pratiche di un gruppo religioso che ritiene in errore”.
(Svegliatevi! 8 settembre 1997, pagina 6)

"Nessuno dovrebbe sentirsi obbligato a seguire una forma di adorazione che considera inaccettabile o a scegliere fra le proprie credenze e la propria famiglia."
(Svegliatevi! Luglio 2009 p.29)


giovedì 31 maggio 2018

Non è lecito convertire il figlio ad una nuova religione


Un genitore che cambia religione e diventa (ad esempio) Testimone di Geova, può imporre ai figli minorenni la sua nuova religione?
Ecco cosa dice la legge italiana.
(Il testo è stato estratto da un sito che contiene approfondimenti giuridici...)



_____________________________




citazione:



La spinosa questione è stata oggetto di una pronuncia della Suprema Corte di Cassazione, attraverso la recente sentenza del 24 maggio 2018, n. 12954.
La faccenda, che vede come protagonisti due genitori separati e il loro figlio minore, ruota e si sviluppa intorno alla liceità di imporre al minore una religione diversa da quella da lui seguita.
I genitori sono separati e il figlio vive con la madre. La donna dopo il divorzio cambia religione, convertendosi ai testimoni di Geova. Quando si reca alle riunioni del Tempio, porta anche suo figlio minorenne, il quale non si dimostra felice del cambiamento del credo religioso, lui preferisce la religione cattolica.
Il padre viene a sapere quello che sta accadendo e intima alla moglie di non cercare di cambiare la religione del figlio. La donna non è d’accordo e sostiene che la sua contitolarità della potestà genitoriale, le dà il diritto di potere convertire il figlio a un’altra religione.

Contrasti tra genitori nell’educazione dei figli

Quando si verificano dei contrasti tra i genitori sull’indirizzo dell’educazione da dare al figlio minorenne, in assenza di accordo tra i due decide il tribunale.  Il padre o la madre si possono rivolgere al giudice chiedendogli di adottare la decisione che ritiene più conveniente, non una terza via, una delle due in discussione. Nel decidere, il tribunale si deve attenere all’unico parametro, rappresentato dal migliore interesse per il minore.

Non rilevano convinzioni religiose o principi morali dei genitori

Se un genitore vuole convertire il figlio alla propria religione, quando il minore è sempre stato abituato a un altro credo, non può non tenere conto dell’eventuale disagio dallo stesso fatto palese.  Il giudice si deve rivolgere ai servizi sociali o allo psicologo che, dopo un’attenta valutazione delle reazioni del ragazzo, esprimano il loro parere con una relazione scritta da depositare agli atti del procedimento civile.
Il genitore non può imporre al minore la sua religione se questa lo danneggia nella crescita e può compromettere il suo equilibrio emotivo. Questo non si concretizza in un’astensione dal proselitismo, ma neanche in una pretesa, e molto meno in una costrizione.  La consulenza psicologica definirà se il genitore sta adottando tecniche di convinzione molto “pervasive” oppure non lo sta facendo.
Un’ordinanza della Corte di Cassazione di qualche anno fa ha stabilito che, se uno dei due coniugi decide di cambiare religione (era diventato testimone di Geova), l’altro non può chiedere la separazione con addebito né l’affidamento esclusivo dei figli (Cass. ord. n. 14728/2016).
Un’ordinanza del Tribunale di Prato, ha offerto un’interpretazione molto più rigorosa della questione. Secondo i giudici, restando ferma la libertà di ogni genitore di scegliere il proprio credo, quando questo può essere destabilizzante per il figlio, lo stesso può essere affidato all’altro genitore.
Di seguito le testuali parole della sentenza:
In tema di separazione giudiziale dei coniugi, posto che l’affido condiviso deve escludersi quando possa essere pregiudizievole per l’interesse dei figli minori, deve disporsi l’affido esclusivo del minore, nella specie di cinque anni di età, al genitore in grado di assicurargli un modello educativo predominante idoneo a garantirne un regolare processo di socializzazione, e consentirgli l’acquisizione delle certezze indispensabili per una crescita equilibrata, se l’altro genitore, nella specie la madre, per avere abbracciato la religione dei testimoni di Geova, si presenta destabilizzante per il minore stesso, prospettando un modello educativo tale da renderne impossibile una corretta socializzazione”.

_________________________



















Stai leggendo questa pagina da un cellulare?





indirizzo email dell'amministratore del blog:


18 commenti:

  1. Ogni tanto bisogna tenersi aggiornati. Questa notizia, già citata mesi fa, è stata ripresa oggi da un sito che tratta temi giuridici.

    RispondiElimina
  2. La religione, come la politica, dovrebbe essere una scelta personale da adulti maggiorenni.
    E' molto pericoloso per una mente piccina l'imprinting che riceve dalle proprie figure di riferimento.
    Ricordo un pastorello dle presepe col proprio piccolo, quando aveva un'interrogazione il giorno dopo e chiedeva di rimanere a studiare. Il padre diceva: "E gli altri bambini non devono studiare anche loro? Come vanno loro in sala, vieni anche tu"
    E' destabilizzante. Non è una tua scelta.

    RispondiElimina
  3. La religione non dovrebbe nemmeno esistere , dovremmo essere tutti pastori di noi stessi..invece di essere pecore da tosare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io direi "invece di essere pecore da scannare!"

      Elimina
  4. Un'alunna molto brava di mia sorella, che fa la maestra, il venerdì mattina è sempre assonnata e svogliata. Indovinate perché? Sue testuali parole: loro (cioè i genitori) vogliono che vada all'adunanza e così vado a letto tardi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. fosse l'orario il problema... ho sempre considerato i figli dei TdG dei privilegiati (oddio piuttosto c'è di peggio) ma oggi mi fanno una gran pena. Hanno davanti un mondo finto che non esiste e vengono scoraggiati dal prepararsi a vivere. Non tutti, ovvio... ma se il genitore è bigotto fanno una pessima fine!

      Elimina
  5. Cristiana libera1 giugno 2018 06:58

    Collegare i vari impegni scolastici con le attività spirituali (per capirci) non è assolutamente facile per i figli dei tdg, è un'impresa!
    Essendo inattiva anche i miei figli non frequentano più le adunanze..qualcuno, per farmi sentire in colpa un giorno mi ha chiesto: che speranza dai ai tuoi figli?
    Come se essere tdg fosse una garanzia per la vita. Io desidero che i miei figli crescano liberi da stress emotivo e condizionamenti di ogni genere.
    Pur insegnando loro i valori che ritengo importanti, lascio a loro la libertà e la di scegliere in modo responsabile, credo questo significhi educarli con amore..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono perfettamente d'accordo con te Cristiana libera in tutto.Anche io sono inattiva e anche io sono mamma e ho risposto a questi saccenti e superbi che "la vita non dipende dall'edificio sala del regno." Purtroppo loro sono davvero convinti che se non ti vedono più in sala verrai distrutta. Una sorella mi ha detto che è preoccupata per noi perché non frequentiamo più le adunanze ed "è lì Geova che ci dirà come salvarci ad armaghedon ma se noi non andiamo più non avremo le indicazioni per salvarci"....(sue parole) che pena.... io devo dire che avevo il cervello che non funzionava più quando andavo in sala, ora finalmente le rotelle hanno ripreso a girare!

      Elimina
    2. Che speranza dai ai tuoi figli? Che vigliacchi, sanno solo ricattare, sono persone meschine

      Elimina
    3. the hiden truths2 giugno 2018 22:01

      Per fortuna che ho frequentato i TDG che i miei tre figli ormai erano grandi , e credo che ne sarei uscito molto prima se mi avessero costretto ad usargli tutte quelle violenze psicologiche e a gestirli con la strategia della colpa e della paura.
      Questi sono degli psicopatici , che con la sinistra demonizzano il farsi una strada nella vita con la conoscenza e la cultura , e con la destra beneficiano dei servizi che gli da una massa di persone che ha scelto di istruirsi e di conoscere, dottori e ospedali in primis.
      Quindi per coerenza dovrebbero rifiutare tutto quello di cui beneficiano dai pagani ,che hanno fatto scelte agli antipodi delle loro, .
      Perciò come degli scaltri serpenti non fanno altro che strisciare tra una contraddizione e l'altra , cercando subdolamente di suadère alla loro perversa visione del giusto,le persone ,con la paura e di indurle ai sensi di colpa per fargli fare la volontà della Watch Tower , non la volontà di Dio.

      Elimina
  6. Se qualcuno se lo fosse perso
    https://www.youtube.com/watch?v=AW72OsKIMc0

    RispondiElimina
  7. Cristiana libera1 giugno 2018 16:55

    Grazie Sincera per le tue parole "sincere", mi fa bene condividere un mio pensiero e sentirmi capita. Hai ragione, alcuni sono davvero convinti che se non vai più in sala, sei persa.. credo di non peccare di presunzione nel dire che mi considero una persona spirituale a prescindere, seguire una religione non significa automaticamente spiritualità. Non dico che gli anni spesi come tdg attiva siano stati inutili, quello che ho imparato mi ha portato a farmi domande più profonde, alle quali forse non ci sono risposte. Ho maturato nuove consapevolezze e le spiegazioni preconfezionate non mi soddisfano più.
    Non ho sempre una risposta a tutte le domande che i miei figli mi fanno, e va bene così, siamo alla ricerca e bisogna imparare a vivere con le paure e le incertezze, troppo facile dire sempre che il "nuovo mondo" risolverà tutto, intanto i nostri figli devono affrontare la realtà di "questo" mondo e dare un senso alla vita attuale, perché per ora la "verità" è che abbiamo solo UNA VITA, ed è l'AMORE che ce la completa!

    RispondiElimina
  8. Ma ditemi, in sala viene ancora detto di tenere pronto un borsone con lo stretto necessario per quando arriverà Armageddon?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Albert Lhi
      In sala nostra siamo stati "invitati" a prepararlo, ma per eventuali calamità naturali, diciamo hanno un pò addolcito la pillola.
      Sinceramente non capisco questi giochetti, forse lo fanno per farci vivere sempre nel terrore, pensando che solamente facendo quel che la WT ti dice sarai salvato.
      Io personalmente, dietro la domanda del conduttore del gruppo di studio se l'avevo preparata, ho risposto NO perchè ho ancora quella del 1975. Non ha aggiunto più niente.

      Elimina
  9. Cristiana libera2 giugno 2018 08:00

    @ Albert Lhì
    Negli ultimi anni (almeno dal 2 mila) non ho mai sentito parlare di tenersi pronti in questo senso.. ho frequentato diverse congregazioni, anche in altre lingue, e si è sempre parlato dell'urgenza dei tempi, in quanto ad essere vigilanti, venivamo spesso incoraggiati a fare i pionieri.. e mi pare non sia cambiato nulla.

    "Che speranza dai ai tuoi figli" non credo sia detta con cattiveria, molti sono d'avvero in buona fede, per loro non esiste nulla di meglio che radunarsi regolarmente in sala.. che solo in questo modo i nostri figli sono al sicuro, altrimenti che fine fanno in questo "mondo malvagio"?.
    Non è il mio pensiero, ho sempre incoraggiato i miei figli ad impegnarsi a scuola, nello studio, l'istruzione è importante. Invece di porsi solo "mete spirituali", che per la maggioranza vuol dire "fare i pionieri" appunto, avere in futuro un buon lavoro è altrettanto importante, è "dare una speranza" ai giovani che crescono.
    I nostri figli non devono vivere in funzione di un'organizzazione religiosa, fin dov'è possibile, devono poter realizzare i loro sogni, non possiamo impedire loro di sviluppare i loro talenti, le loro capacità..ben venga l'istruzione secolare.. ricordate quel video mostrato qualche anno fa, ad un'assemblea mi pare, dove un giovane ragazzo voleva studiare violino al conservatorio ed il padre tdg non gliel'ha permesso, perchè erano cattive compagnie ecc.ecc., avrebbe potuto farlo nel "nuovo mondo"..
    Che assurdità, quel giovane OGGI potrebbe suonare in un'orchestra e realizzare un suo grande desiderio, un suo sogno..
    Lasciate che i vostri figli scelgano consapevolmente e liberamente la vita che desiderano vivere, senza imposizioni.. mi piace pensare ai nostri figli come a tanti uccelli che volano, e noi genitori li osserviamo, da vicino, da lontano.. mai tarpargli le ali..
    Questo è solo un mio pensiero...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Date un'aocciata al libro Persp. alla voce Ultimi Giorni.
      Se dal vivo dicono che è lì dietro l'angolo, nel loro dizionario si sono allargati per non ricevere problemi dalla generazione in vita in quel momento indicando che può andare da pochi anni ad alcuni secoli. Peccato che io se tutto va bene vivo quais un secolo. Dovrei lasciare il testamento a mio nipote per sputarvi in faccia più in là.

      Elimina
    2. Siamo vicini ad armaghedon ..però loro nel fra tempo hanno costruito l arca nel parchetto a walckil , abbandonando new york ..ma perchè stare li a costruire una nuova residenza ? ma come mancano pochi metri al traguardo e lascia perdere ..rimani li tanto sei protetto da Geova di cosa devi aver paura ? ...se tu sei convinto di avere la protezione di Dio, qualunque posto va bene ...ma mi sa che l organizzazione è protetta non da Dio ..ma da qualcun altro che la sa lunga di come questo sistema deve andare...e non da adesso ma da più di 1 secolo. ..ma mi fermo qua.

      Elimina
    3. Siamo vicini al nuovo ordine mondiale,degli illuminati,con le vendite delle sale assemblee,e filiali,costruiranno delle belle piramidi...ah.ah,cosi continueranno il lavoro del massone Russel....alla base della piramide ,metteranno tutte le ricchezze che hanno accumulato,e ringrazieranno tutti i fratelli pecoroni donatori allegri..ah.ah!!Tutto andra'alla lode del Dio massone degli eserciti!!

      Elimina

E' OBBLIGATORIO FIRMARE I COMMENTI CON UN NICK

Cliccare sul menù "commenta come..." e scegliere l'opzione nome/URL.
INSERIRE UN NICK a piacere nel campo NOME, cioè uno pseudonimo col quale vi firmerete, poi cliccare su Continua. Non usate termini scurrili, insulti, calunnie, incitamenti all'odio razziale ed alla violenza, e NON menzionate la persone per nome o cognome reali. Sono vietati lo spamming, il copia-incolla ripetuto, i link a siti non approvati dalla redazione, i messaggi provocatori.
Altrimenti i post non saranno pubblicati o verranno cancellati.
La moderazione dei commenti è insindacabile ed a cura della redazione del blog. Se i vostri commenti non vengono pubblicati potete chiedere spiegazioni scrivendo alla redazione (vedi la pagina"come commentare" nel menu orizzontale in alto)

Grazie

L'indirizzo email del blog lo trovate in fondo alla pagina (non nella visualizzazione per cellulari)

ARCHIVIO

.