Usando questo sito, dichiarate di aver letto il Disclaimer e le norme sulla Privacy relativa ai contatori Shinystat e whos.among.us


Per capire come "nasce" questo blog, leggere le pagine info sul blog nella colonna a sinistra
Un
archivio del blog, con tutti i post fino ad oggi pubblicati, elencati per mese, lo trovate in fondo alla pagina

NORME relative ai commenti alla pagina "COME COMMENTARE"

“Non c’è nulla di male se una persona cerca di confutare gli insegnamenti e le pratiche di un gruppo religioso che ritiene in errore”. (Svegliatevi! 8 settembre 1997, pagina 6)

mercoledì 16 novembre 2016

Storia di vita vissuta


L'esperienza di una donna cresciuta tra i Testimoni di Geova. Poi l'adolescenza, la ribellione, i momenti difficili, la perdita dei genitori...

Torniamo indietro di 30 anni circa. Alle elementari mi sentivo migliore delle povere persone del mondo: io avevo la VERITA', gli altri sbagliavano tutti. Mi sentivo migliore, superiore, fortunata. Snobbavo tutti. Sulla mia pagella scrissero: la bambina non socializza con nessuno dei suoi compagni... Per i miei non era un problema, anzi... non mi mischiavo con i poveracci del MONDO! Però ero sempre sola, ma allora non mi dava noia, la mia mamma veniva tutti i giorni a farmi compagnia durante la ricreazione. Poi inizio le medie, mia mamma non viene più a scuola, non ha tempo... ha iniziato a fare la pioniera ausiliaria. E io sto sempre sola.


Crescendo mi chiedo se essere nel giusto comporti stare da soli. Mi fa pensare molto questa cosa. Io non me ne rendo conto ma il mio atteggiamento di superiorità tiene tutti lontano. Lo capisco un po' alla volta. Con una amica... l'unica del mondo stranamente concessa, ma eravamo praticamente sorelle... inizio a parlarle di questa cosa. Lei mi dice chiaro e tondo: "Sei cosi sicura di avere tutte queste ragioni e che tutti gli altri sono da buttare?... allora perché passi tutta l'estate con me?". E così nella mia giovane mente inizio a sentire il bisogno di non ragionare come un libro stampato ma di PENSARE per conto mio.

Iniziano le piccole ribellioni dell'adolescenza: a me piaceva la musica straniera di quegli anni (mi piace ancora...) ma mi era proibito ascoltarla perché ritenuta musica di Satana, portatrice di messaggi del mondo. Io ribattevo con forza che tanto era in inglese e io non lo sapevo. Avevo studiato tedesco, per cui non vedevo il problema. Quante litigate in casa. Poi i divieti... al cinema no, in sala giochi meglio di no... noi ragazzi si usciva sempre con la solita candela. A questo punto mi sento in prigione e inizia una mia ricerca in biblioteca sulle religioni in generale.

Ho letto un bel po' di libri che ora non ricordo, ma mi feci un'idea tutta mia sulla nascita delle religioni e di una forza suprema. Quando l'uomo non ha più saputo dare risposte hanno inventato un essere supremo misterioso, incutendo paura e ignoranza nelle persone. A me come risposte non bastavano. La classica risposta "devi avere fede e credere" mi diceva poco. Ero affamata di risposte e le cercavo in biblioteca. La scienza ne dava di più per cui ad un certo punto decisi che avere fede era come chiudere il cervello in un cassetto e dimenticarlo.

Avevo passato da poco i 15 anni, e da poco battezzata (lo avevano fatto anche le mie amiche, chi ero io per essere da meno?). A questo punto mi resi conto che la scelta era obbligata, ma sapevo anche che avrei deluso  molto mio padre. Quindi per un breve periodo decido di dedicarmi anima e corpo alla congregazione, alla predicazione, pensando di avere solo un calo di fede. Non succede niente di che, la mia fede è sparita, le mie idee sempre più forti. Ero un esempio nella congregazione, sermoni molto belli, tante ore di servizio, risposte esemplari... Solo mio padre aveva intuito il mio percorso interiore, ma non affrontava l'argomento. Con mia madre era una lite continua per ogni cosa... la musica, il vestire... ho messo un paio di jeans per la prima volta a 15 anni... Una tragedia! E i poster nascosti di SCIALPI... che orrore!!!

Comunque va avanti cosi per un paio di anni, una doppia vita... fino ai 18. Il giorno dei miei 18 anni decido: al momento opportuno vi saluto. Sapevo a cosa andavo incontro ma ormai avevo deciso. Conosco un ragazzo sul lavoro e mi innamoro... diventerà poi mio marito... ora ex. Inizio a non andare più in sala e in servizio. Che liberazione. Poi un giorno mio padre trova il mio diario e scopre che ho peccato gravemente col mio ragazzo. Subisco un processo nel quale faccio finta di pentirmi per amore di papà. Sapevo che avrebbe perso i suoi privilegi di anziano e non mi andava di far pagare a lui una mia scelta di tempi sbagliati. D'accordo col ragazzo ci vediamo solo un paio di volte per un paio di mesi, il tempo sufficiente che si chetino le acque. Tre mesi dopo il fattaccio mando una lettera nella quale mi dissocio. Senza spiegazioni. Avevo detto a mio padre le mie intenzioni e lui mi disse solo: "Lo sapevo fai come ti pare. Sei maggiorenne".

Purtroppo poco dopo mia madre si ammala gravemente e passa tanto tempo in ospedale. Facevo una gran fatica ad andare a trovarla, c'erano sempre LORO con lei e mi guardavano come se avessi la peste. Mi dava fastidio, in fondo era la mia mamma. Ricordo una cosa che dicevano in sala: "Si è ammalata per colpa della figlia per il dispiacere"... Ah sì, mi faceva ridere sta cosa, un tumore è un tumore ed era li da molto prima.

Un giorno di agosto mia mamma si spegne ormai consumata dal suo male. Sono frastornata ma mi accorgo che i FRATELLI comunque mi girano alla larga. Il giorno del funerale poi si sono fatti una propaganda davvero potente in paese. Nessuno, e dico NESSUNO, si è degnato di farmi le condoglianze... io guardavo la bara nella fossa e mi sentivo sprofondare. Mi passavano davanti: condoglianze a zia, condoglianze a papà, e io la con la mano tesa come una scema. Dopo un po' qualche mio amico, non ricordo molto, mi trascinò fuori da quello schifo. Di quel giorno non ricordo altro, solo che non ho detto una parola, guardavo mio padre che era scosso pure lui e dicendo di no con la testa diceva: boh... boh... Un po' di tempo dopo dissi a mio padre: "Se avessi, e dico se, avuto qualche idea di tornare o qualche dubbio dopo il funerale sono svaniti". Lui mi rispose: "Hanno sbagliato, sbagliare è umano". NO, gli dissi, questo non è uno sbaglio... si chiama lavaggio del cervello.

Quindi restiamo io e papà da soli. I primi mesi sono un periodo di assestamento. Organizzare una vita nuova, gestire la casa, ecc., le solite cose. Parliamo poco con papà, lui si butta a pesce nei suoi impegni teocratici, io nei miei. Pian piano si torna alla normalità e anche alle solite litigate. Ogni cosa che facevo veniva prontamente criticata. Eravamo perennemente arrabbiati. Così, per scappare dalla situazione, decido di sposarmi. Ero sì innamorata del mio fidanzato ma sicuramente se la vita in casa fosse stata decente avrei fatto questo passo in un altro momento. Da qui in poi le cose vanno un po' meglio. Riusciamo ad avere un dialogo e tutto fila liscio. Ci vediamo pochissimo comunque, il nostro rapporto si stabilizza ad un livello più o meno normale. Lui non si intromette nella mia vita e io non mi intrometto nella sua.

Si risposa anche lui, con una sorella molto cara. Nasce anche mio figlio. Il clima è tranquillo. Ho sempre comunque la sensazione che tra di noi ci sia un muro che ci tiene distanti. Ci sono cose non dette che ci tengono a distanza. Purtroppo però una malattia se lo porta via e mi ritrovo sola.

Inizia tutto nel '94. Un giorno mio padre mi dice che deve parlarmi. Ci chiudiamo in salotto e mi mostra delle carte mediche. "Ho un tumore... Non lo sa nessuno nemmeno tua madre, lei non le regge queste cose. A te lo dico perché so che sei forte. Al momento è latente ma prima o poi si presenterà. Avrò bisogno di te".

Era calmo tranquillo, sembrava parlasse del tempo. E io pure, stessa calma... almeno fuori. ma dentro, potete immaginare. Mi informai subito sulla malattia in biblioteca (ci fosse stato internet...). Leggo: "Ad uno stadio medio/avanzato della malattia il paziente non riesce da solo a produrre sostanze ematiche sufficienti, per cui il paziente dovrà sottoporsi a periodiche TRASFUSIONI EMATICHE". Non ci posso credere: tra le migliaia di patologie. proprio quella doveva prendersi... Guardo in alto - sono agnostica non atea - e dico: "Se pensi di punirmi così ti sbagli di grosso"... Chi mi ha visto in biblioteca avrà di sicuro pensato che ero pazza!!!

Passa un po' di tempo e faccio altre ricerche. Voglio capire il perché di questo divieto di non mangiare sangue. Dovrò avere argomenti validi da esporre a mio padre quando sarà il momento. Trovo una chicca: nei tempi antichi, ma anche in tempi recenti, era costume che il vincitore di una guerra mangiasse il sangue del vinto, in alcuni popoli mangiavano addirittura il cuore ancora caldo. Si presume che da questa usanza antica sia partito il divieto biblico di NON MANGIARE SANGUE.

Passa un po' di tempo, la malattia è ancora silente la vita segue il suo corso. Una sera guardando un programma in tv iniziano a parlare delle cellule staminali. Argomento interessantissimo soprattutto per me che ho finalmente trovato un argomento più che valido. Quindi inizio pazientemente una discussione con mio padre che andrà avanti per parecchio tempo. All'inizio non vuole ascoltare ma poi vedo che si interessa. Gli espongo le mie ricerche. A volte discutiamo animatamente. Voglio seminare un seme nella sua testa che poi si rivelerà utile. Ora vi racconto.


Dopo quattro mesi dalla comparsa della malattia, un giorno, andando a trovarlo, mi accorgo che qualcosa non va: lui è davvero debole. Anche se non vuole, lo faccio portare in ospedale. Lì mi attende il medico oncologo dell'ospedale al quale avevo telefonato. Gli fanno subito un prelievo di sangue e purtroppo il risultato è davvero infausto. Emoglobina a 4,6 (il minimo è segnato a 12-14). Il dottore mi dice che siamo nei guai. Qui ci vuole una trasfusione, non subito ma ieri!! Mio padre si rifluita categoricamente e mi dice: "Chiamate il comitato. Loro vi diranno cosa fare". Quindi io e il buon dottore chiamiamo dal suo ufficio il comitato. Sappiamo che il risultato sarà meno di zero ma seguiamo la procedura.

Spiega al tizio la situazione il quale risponde prontamente con la cura del caso (eppure non sono dottori, ancora una volta hanno domande e risposte preconfezionate che però nella vita reale hanno scarso riscontro). Vedo il dottore divampare per la rabbia, le vene del collo sembrano scoppiare. Ma resta calmo e ribatte: "La cura da voi suggerita non è efficace in questo momento. Qui si parla di una emergenza immediata, la vostra cura farà effetto tra 10-15 giorni". La risposta fu: "Siamo nelle mani di Dio". Il dottore sbatte giù il telefono ed esclama: "Bene, siamo a posto!! Che facciamo?". Rispondo: "Proviamo a convincerlo". Così il buon medico va a parlare in privato con papà. Ne esce con aria sconfitta borbottando qualcosa che non comprendo, ma immagino. Allora ci provo io...

Guardo mio padre negli occhi e gli chiedo: "Sei pronto a morire... oggi, domani? E' quello che ti resta!". Mi risponde: "Tu non hai fede". "Con la fede non si fa sangue, forse sangue cattivo", e sorrido ironica. "Siamo nella mani di Dio"... "No, sei nelle mani del medico". Silenzio. "Perché i trapianti li fate ma il sangue non lo prendete? Negli organi c'è sangue e hanno la stessa origine... ricordi i discorsi che abbiamo fatto? Se mi dai una spiegazione valida, coerente e intelligente ti lascio morire in pace..." (sono stata davvero dura con un uomo in punto di morte, ma era l'unico modo ed è stata la cosa più faticosa della mia vita!!!). Iniziamo a discutere: "Ma Dio dice.". Per ogni sua frase avevo una risposta molto più valida e logica. "Se io cambio nome alla trasfusione e la chiamo trapianto di organo liquido?... in fondo è un trapianto". E gli propino tutto quello che ho imparato dalle mie ricerche storico/mediche. Tra me penso che è già buono che mi ascolti. Alla fine dice: "BASTA! Ok, facciamo cosi, decidi tu. Fin che sono cosciente dico di no, poi fai come vuoi". Quindi un sistema per tenersi coscienza pulita e non morire, un compromesso, ma tanto mi basta. Così firmo delle carte in anticipo e viene ordinato il sangue giusto. Ma non andrà cosi...

Due giorni dopo mi chiama l'ospedale, devo andare di corsa. Il medico mi spiega che mio padre ha dovuto firmare per autorizzarli a trasfonderlo, non potevano aspettare che perdesse conoscenza, il cervello avrebbe subìto seri danni per la mancanza di ossigeno (ipossia). Parto subito e in un oretta sono li. Il dottore mi aspetta e mi dice: "Tuo padre ha firmato, secondo il nostro legale la tua firma, visto che è rimasto cosciente, non aveva valore legale. Non so come hai fatto ma l'altro giorno lo hai convinto... poi me lo spieghi". Trovai mio padre in lacrime: "Non volevo morire adesso, è troppo presto, devo sistemare un sacco di cose prima". Nei tre mesi che seguono non affrontiamo l'argomento. Io aspetto che lo faccia lui, e lui probabilmente non lo vuole fare. Fino a che, dopo un ennesimo ricovero per la chemio, il problema si presenta di nuovo. Ma lui è tranquillo, anzi mi prega di stargli vicino durante la trasfusione. Da quel momento in poi succede in lui un cambiamento... inizia a raccontarmi tutto quello che non va nella congregazione, le maldicenze, le invidie, le cattiverie tra fratelli, mi esprime la sua immensa delusione nel constatare che in fondo predicano bene e razzolano malissimo. E' un anziano, è stato per anni il sorvegliante che presiede, ne ha viste di tutti i colori e la sua fede vacilla da un po' di tempo. Poi parliamo del sangue e, incredibilmente, ammette che probabilmente la società ha sbagliato intendimento. Ma che ormai non cambiano, visto il polverone sollevato. Mi dice chiaramente: "Ci sono troppe cose che non vanno, alle volte siamo peggio dei cattolici, visto che siamo un gruppo chiuso. Ma ormai che vuoi che faccia sono vecchio e malato, tra un po' non ci sarò più, e non voglio far del male alla mamma". Gli rispondo che non è importante quello che appare. "L'importante papà è che ti sei ripreso la tua sacrosanta libertà di pensiero".

Nel periodo che segue parliamo di tutto quello che riguarda me, del perché mi sono dissociata, ci spieghiamo a fondo. C'era un buon rapporto tra di noi ma sempre con una sorta di muro invisibile nel mezzo. Cose non dette rimaste in sospeso. Il muro era crollato e stavamo aprendo i nostri cuori fino ad arrivare ad una comprensione assoluta. Si è perfino scusato per avermi rovinato l'adolescenza con regole e divieti esagerati. Poi mi dice: "Adesso posso anche morire, ho fatto tutto quello che volevo fare". Ha fatto parecchie trasfusioni, qualcuna autorizzata da me, perché lui era ormai incapace di decidere. Ma almeno non si è mai pentito di averlo fatto.

Questo è una parte della storia. Non sarebbe completa se non raccontassi almeno a grandi linee cosa fecero i FRATELLI nello svolgere degli eventi. In apparenza con me si comportavano davvero bene, mi parlavano, anzi mi lodavano per come seguivo costantemente mio padre. Ma solo in apparenza. Qualche particolare rivelatore:

Uno di loro parlò col buon dottore, sostenendo che non si fidavano di me e volevano fosse riferito a loro tutto quello che riguardava mio padre (sollevando per altro l'ilarità del dottore che non si prese la briga di rispondere).

Costantemente venivano a controllare le flebo, leggendo con attenzione cosa c'era scritto sull'etichetta. Una sorta di rete di spionaggio: probabilmente avevano intuito qualcosa ma non riuscivano a prendermi in castagna. Per questo il personale dell'ospedale e il dottore sono stati davvero comprensivi, spostando mio padre in una stanza privata anonima quando c'era da fare la trasfusione. Una volta però non potevamo spostarlo, il minimo movimento sarebbe stato forse fatale, meglio non rischiare. Ho dovuto sedermi contro la porta con la sedia... cercavano di entrare a tutti i costi fino a che il personale dell'ospedale non li ha mandati letteralmente via. Erano una ventina fuori. Eppure sulla porta c'era un divieto di entrare per terapia in corso.

Il buon dottore un giorno si sbilanciò con me dicendo: "Ma che razza di gente è questa?!". Un'altra volta mi chiamò l'ospedale, credo il loro legale, spiegandomi che uno di LORO si era presentato arrabbiato perché gli stavano somministrando un componente del sangue, che per altro era uno di quei componenti lasciati alla coscienza del paziente. Chiamai subito il dottore, avevo il suo numero di casa, chiedendo spiegazioni. Si profuse in mille scuse, dicendo che aveva prescritto di farlo la notte ma la nota non era probabilmente stata vista. Gli dissi di non scusarsi che ci avrei pensato io. Chiamai un FRATELLO che fungeva da contatto con gli altri per me. Gli dissi che era ora di smetterla, che era ora si facessero i loro affari e non i miei. Le cure da fare a mio padre erano tutte concordate da me con il medico, e a loro non restava che guardare e stare in silenzio. Oppure farmi togliere la tutela del malato da un tribunale... la qual cosa, a detta del mio legale, era in partenza una battaglia persa.

Una sera si spense, nei sui ultimi attimi mi guardò e, stringendo forte la mia mano, mi sussurrò "GRAZIE", e spirò.

Feci una promessa a mio padre... che avrei aiutato sua moglie, che chiamerò nonna (matrigna sembra una brutta parola), a vivere al meglio la sua vecchiaia. Lo prendo come un impegno nei suoi confronti, un dovere morale, ma non mi è difficile adempierlo, c'è un sentimento di affetto che mi lega a lei, sentimento per altro ricambiato.

E qui si intromettono i TdG. Fino che mio padre era vivo mi avevano lasciata in pace. Ora che lui non c'è più, si fanno molte volte gli affari miei, e con arroganza. Ora non starò a raccontare tutti gli episodi nei dettagli, ma solo qualche esempio...

La mattina dopo la morte di mio padre si presentano due anziani a casa e, dopo le dovute condoglianze (qualcosa è cambiato.... eureka....), uno di loro dice: "Abbiamo pensato di fare l'annuncio della morte di tuo papà così: 'La congregazione dei TdG di ... annuncia la scomparsa di...'". Li guardo un po' spiazzata. Non vedo purché l'annuncio lo vogliono fare loro a spese mie...

Poi, da un giorno all'altro, la nonna smette di venire a casa mia. Nel frattempo mi separo da mio marito e convivo con un altro uomo. La nonna mi dice chiaramente che non si fida più di me, di riconsegnare il bancomat ecc... Alla mia richiesta di una spiegazione mi dice: "Perché tu sei dissociata io non dovrei avere contatti con te... e sei nel peccato perché vivi con un uomo". Evidentemente chi si dissocia diventa automaticamente un ladro, un delinquente, un amorale...

Ci sono vari episodi come questo. All'inizio, nelle varie storielle di intromissione ho lasciato perdere, pensando che prima o poi avrebbero smesso di intromettersi con tale arroganza nella mia vita. Ma ogni occasione per loro era valida. Purtroppo la nonna ha vari problemi di salute, è una persona facilmente influenzabile. Ho dovuto tirar fuori le unghie varie volte per far sì che lasciassero in pace lei e me. In fondo, religione o no, lei ha solo me, e quando c'è da correre lo faccio senza risparmiarmi.

Ho creato un ipotetico cerchio attorno alla mia vita, nella quale ci sono figlio e nonna. E nessuno, mai, ha il diritto di entrarci. Se ci provano divento davvero cattiva. Mi sono fatta la fama con loro di persona maleducata... oltre al resto. Ogni volta che si intromettono li chiamo, e vi assicuro non sono davvero gentile. Ormai ho perso la pazienza, la mia buona educazione sparisce del tutto in quei momenti. Mi sono chiesta in questi anni se c'è un limite alla decenza, un confine oltre al quale la comprensione umana di situazioni davvero particolari dovrebbe avere la priorità su qualsiasi ideologia giusta o sbagliata che sia! Mi chiedo spesso se io in quanto ex non sono più una persona ai loro occhi ma solo uno sbaglio da criticare esaminare...

Mi sono dissociata proprio per vivere la mia vita a modo mio facendo liberamente le mie scelte senza condizionamenti o pressioni. Ma ho visto negli anni che, vista la situazione, alla fine non mi libererò mai di loro e tanto meno della sensazione di essere in qualche modo controllata.

Ora la nonna è in una casa di riposo, non è più in grado di essere autonoma. Vado spesso a trovarla, li pensano tutti sia mia madre e glielo lascio credere tranquillamente. Lei si è molto legata a me in questo periodo. Sono il suo caposaldo e mi auguro di cuore che questa condizione non abbia a venire a meno per qualche intromissione. Anche perché, nonostante i problemi che ha, la vedo serena e tranquilla, e tale deve restare; ne ha passate tante nella sua vita, farò l'impossibile affinché viva i suoi ultimi anni davvero al meglio. L'aiuto sia economicamente che moralmente. Per qualsiasi cosa i dottori e l'amministrazione della casa di riposo si rivolgono a me. Qualcuno ha avuto a che dire in passato su questo. In fondo non c'è un legame di parentela tra di noi. Che non è del tutto vero. Ho dei doveri nei suoi confronti anche dal punto di vista legale, essendo lei la vedova di mio padre. Spero davvero di non avere problemi da ora in poi, anche se... mi aspetto di tutto. In questo caso mi troveranno pronta, combattiva e più arrabbiata che mai...

Orietta Degaudenz



storia tratta dal sito www.infotdgeova.it con il consenso dell'interessata











* * * * *



Stai leggendo questa pagina da un cellulare?


oppure:





81 commenti:

  1. Un racconto per capire come la nostra religione, senza forse rendercene conto, può causare sofferenza ad altre persone.
    Ringrazio Orietta per aver acconsentito a questa condivisione con i lettori

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devo dire che la storia è molto simile alla mia, mio padre non si è risposato e alla fine la trasfusione no l ha fatta , io però non ho avuto cuore di insistere troppo perché anche se lui un po' di dubbi li aveva , voleva credere con tutto se stesso di rivedere mia madre, ha voluto essere cremato e messo vicino a mia madre. I comitato sanitario fino a che era in ospedale era presente sapendo che dei 4 figli 2 non erano testimoni e io addirittura disassociata. In casa di riposo non è mai venuto nessuno del comitato anche perché di solito si seguono le istruzioni e non si prendono iniziative soprattutto con i malati terminali. I funerali dei miei genitori sono stati molto simile anche a distanza di 20 anni l uno dall'altro, chi ti fa le condoglianze chi no compresi parenti, chi vorrebbe ti guarda anche con le lacrime ma poi non ha il coraggio di dirti niente, ma per me valevano lo stesso. Dopo i funerali il nulla nessuno che ti chiama per sapere come stai nemmeno un parente forse è stato questo a ferirmi di più l indifferenza. Come diceva il post se uno aveva anche un idea lontana di riavvicinarsi sicuramente dopo il funerale è svanita del tutto e per sempre. Devo comunque dire che dopo un momento di smarrimento sono molto più serena e diversi consigli che sono stati dati soprattutto qui nel blog mi hanno aiutato, molto bello il post di ieri soprattutto la frase che dice che la mente è come l acqua, quando è calma riflette la bellezza di cio' che la circonda, e di cose belle se le vogliamo vedere c'è ne sono molte. Un saluto a tutti

      Elimina
    2. Grazie di esserci, Debora. E' triste aprire gli occhi e scoprire che intorno a noi, invece del "paradiso spirituale", c'è il deserto...

      (il post sulla pace interiore me l'ha suggerito un lettore, ma non ricordo chi... volevo ringraziarlo, perdonatemi!)

      Elimina
  2. Anziano riflessivo
    Questa è una delle tante storie che nel leggerle non puoi fare a meno di commuoverti poiché in un modo o nell'altro ti rivedi.
    Mi dispiace delle sofferenze che ha dovuto affrontare da bambina; però la cosa che mi sembra eccessiva è che non riusciva o poteva legare con nessun coetaneo almeno a scuola.
    Dico questo perché sia io, mio fratello e mia sorella, abbiamo a sempre avuto amicizie a scuola, anzi ad oggi conserviamo dei bellissimi ricordi di tutti gli anni scolastici dall'asilo alle superiori (da premettere che i NS genitori erano nella "verità" da quando eravamo piccolissimi)
    Oltre noi anche i miei figli a scuola hanno sempre coltivato belle amicizie, non solo, anche coetanei della congregazione ove mi associo, durante l'età scolastica erano ben inseriti in tale contesto circa le amicizie con i loro coetanei.
    Tengo a sottolineare quanto sopra, perché molte volte un tale e profondo malcontento adolescenziale, è frutto di una "gestione" dei figli in modo asociale; cosa che ripeto, dalle mie parti tra i tdg di vecchia e nuova generazione non ne ho mai sentito
    Ribadisco infine, che questa resta una toccante e commuovente esperienza

    RispondiElimina
    Risposte
    1. vedi caro amico, la situazione varia da luogo a luogo. Ci sono genitori TdG che hanno preso a ceffoni il loro figlio di 7 anni perchè ha assaggiato una torta di compleanno, altri che non hanno dato mai neppure una sculacciata per motivi più seri. Quindi molti influisce l'ambiente in cui vivi. Però un conto è un comportamento scorretto per scelta individuale, un conto è tenere tale comportamento giustificandosi con gli insegnamenti religiosi.
      Prendi ad esempio le trasfusioni: quando girava il sangue infetto so di persone NON TdG che si dicevano Testimoni di Geova per trovare una scusa per rifiutarle. Quella è una libera scelta. Ma quando sei tentato di accettare una trasfusione per sopravvivere, e vieni minacciato di disassociazione e di sfavore divino è un'altra cosa.
      Chi dà direttive errate non è meno colpevole di chi poi le applica, magari esagerando.
      Io ho visto entrambe le situazioni. Congregazioni dove, grazie all'amore, molte regole passavano in secondo piano, ed altre in cui vigeva l'integralismo. Oggi le ultime sono molto più numerose, e la cosa peggiore è che questo integralismo a volte è solo un'ipocrisia di facciata. Quindi nei comportamenti c'è ancora meno amore di quanto ci si aspetta, perchè ciò che si critica poi si compie nel segreto...

      Elimina
    2. Devo dire che i miei soprattutto mia madre era severissima, a noi non permettevano nemmeno di fare i compiti di scuola a gruppi anche se a casa nostra , per cui capisco quello che è scritto nel post.e anche quell aria di superiorità che molti si portano a dosso. Mio padre poi si è molto ammorbidito dopo la morte di mia madre, anche perché si dimise da anziano e si sentiva meno sotto pressione, mi ricordo negli anni 80 , sembrava che molti facessero a gara soprattutto i nominati per chi era più severo con i figli.

      Elimina
    3. A me per dire nn era permesso avere delle amicizie a scuola.forse l unica con la fidanzata di mio fratello che tra l altro i rapporti non ci sono piu.io guai se esprimevo la simpatia per le attività extrascolastiche.nemmeno al campo scuola hanno voluto che andassi e in congregazione non ne parliamo,ero isolata dagli altri.sta ragazza debbo dire ha avuto gran coraggio da prendere come esempio.personalmente anche se in modo diverso pure io ho dovuto combattere contro dei fetenti anziani che con ignobile autorità calpestavano dei fratelli della mia congregazione senza pietà e pure con me furono se posso dirlo peggio degli aguzzini nazisti.

      Elimina
  3. Anziano riflessivo
    È un saggio ragionamento il tuo John

    RispondiElimina
  4. Veramente in gamba Orietta. Hai lottato con tutte le tue forze x te primancora e poi x tuo padre, x fargli aprire gli occhi e salvarlo almeno dai tentacoli wt. Che bello alla fine avete riacquistato un bel rapporto. Sicuramente quel GRAZIE finale di tuo padre ti ha ricolmato il cuore x le tante sofferenze patite.
    Ma che invadenti questi tdg, si credono di avere diritti sugli altri! Che poi ce li hanno questi diritti quando devono fare bella mostra, negli ospedali x es devono venire a soffocarti x dare testimonianza, anche se a volte neanche quello si fa, poi se sei a casa solo e malato chi se ne importa, mica ci sono quelli del mondo a vedere (ce ne possiamo anche dimenticare), a parte il primo del mese a chiedere il rapporto di servizio.
    Cmq è così, la tw (torre di guardia) è riuscita ad instillare nella mente dei suoi adepti la convinzione di essere i migliori sulla terra xe aventi l approvazione da Dio stesso e di avere diritti sugli altri, e guardare gli altri con disfattismo. Quanti ne ho visto. Ah ma se poi "sbagliano" è l imperfezione. Che c'è di male. Non voglio generalizzare o dire che tutti si comportano cosi, ma voglio riferirmi al plagio e al controllo mentale esercitato da questa società.
    Ora mi sento una privilegiata ad essermi tolta questo torpore wt, non ci posso credere di essere stata accalappiata dalle loro grinfie.
    Grazie Orietta che hai condiviso la tua esperienza. E complimenti anche xche ti sei presa la responsabilità di sostenere la "nonna". 10 a zero proprio..

    RispondiElimina
  5. NEI PRIMI ANNI 70 E TUTTI GLI 80 SI SCORAGGIAVA ADDIRITTURA LA SCUOLA MATERNA O L'ASILO!! Per paura di eccessive influenze con i coetanei!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La WT per difendersi dalle accuse di plagio o condizionamento ...si esprime così: Molti TDG hanno PENSATO o CREDUTO in buona fede ( e i fedeli lo credono anche loro che sia così ).... Chi è alla guida del organizzazione abilmente ..lancia il sasso e quando è nel suo interesse , tira indietro la mano......il DIO organizzazione non deve MAI rimetterci, deve sempre uscirne bene.

      Elimina
    2. Son stati abili, si, le ho lette anch io queste ricerche: "molti in buona fede hanno pensato o creduto"!... quando sono stati proprio loro a far credere questo o quello.
      Ma come ci son riusciti? Veramente i meccanismi della mente sono complicati! Perché mettiamo che io nel 1975 avessi venduto la casa xe avevo creduto alle loro parole che arrivava Armaghedon, e niente..x poi successivamente leggere nelle riviste: alcuni hanno creduto in buona fede che la fine era vicina ed hanno pensato di vendere le loro proprietà..ecc ecc....allora lì mi sarebbe salito il sangue al cervello! E me ne sarei andata xe non ti puoi rimangiare quello che dici, non puoi rigirmi le questioni!
      Cmq meno male adesso c'è internet che documenta. Non si scappa.
      Grazie John e grazie Victor x le tue traduzioni. L'informazione che fate ASSOLUTAMENTE indispensabile è una grande mano x aiutare le persone ad aprire gli occhi e a divincolarsi da questi truffatori, e a PRENDERE POSIZIONE contro di loro.

      Elimina
    3. Purtroppo Wikpedia non funziona così, riporto un aneddoto riportato da john su fb qualche giorno fa:

      "Nel 1954, una piccola comunità apocalittica di ufologi si definiscono “i Cercatori”.

      Questi ritengono di avere ricevuto, attraverso la scrittura automatica della profetessa Marian Keech, dei messaggi da “i Guardiani” del pianeta Clarion, i quali fanno sapere che scateneranno la fine del mondo, al solstizio del 21 dicembre 1954, per punire l’umanità dei suoi peccati.

      I Ricercatori lasciano le loro case, i parenti e il lavoro e alla fine si radunano in un parcheggio, dove i Guardiani hanno annunciato che verranno a prendere solo loro, i veri credenti, per salvarli, trasportandoli sul lontano pianeta

      Finito il 21 dicembre, visto che non è successo nulla, i Cercatori si trovano in stato di dissonanza cognitiva, per cui dovrebbero abbandonare il loro credo (dimostratosi falso)

      Invece ne escono più convinti di prima, avendo constatato che è stata proprio la testimonianza della loro incrollabile fede a convincere i Guardiani a salvarli, e con loro l’umanità tutta, non scatenando più la fine del mondo"

      Elimina
    4. Sai wiki in congregazione v era una coppia di coniugi vecchio stampo che erano delusi dalle date..avevano una casa di loro proprietà,la vendettero e andarono in affitto,una piccola automobile che poi vendettero e preferirono farsi l abbonamento per i mezzi pubblici..facevano ciò che gli dicevano..il gran giorno doveva venire..poi non venne piu e li vedevi sempre tristi che decisero di non venire piu alle adunanze o partecipare piu al ministero..di loro per un paio di mesi non si seppe piu niente finche un vicino di casa che conosceva pure un anziano Della congregazione lo avviso che entrambi erano deceduti.un epilogo tristissimo se pensiamo alla batosta inflitta dalla wt sulla loro pelle e su quella di altri in svariate forme e misure.se ci mettessimo nei loro panni proviamo a immaginare che essendo gia anziani forse pure tardi si sono accorti di aver corso dietro a effimere illusioni e non potendo fare nulla la depressione li ha sopraffatti..non si sa quanti morti ha sulla coscienza la wt ma di certo la pagherà cara.

      Elimina
    5. Pianeta Clarion ? stesso pianeta di un certo Maurizio Cavallo.. che ebbe un incontro alieno ..nel vercellese nel 1981 basta andare su internet... ......quante Bibbie si sarebbero dovute scrivere con tutti sti incontri.

      Elimina
    6. È vero Victor, per quello ho scritto che i meccanismi della mente sono complicati..😕..e le dinamiche del gruppo sono fortemente vincolanti. E x quello che la wt invita a non isolarsi e frequentare solo i fedelissimi. Così il cerchio si chiude. E scatta la trappola.

      x quanto mi riguarda non mi son fatta prendere dalla dissonanza quando ho letto il libro di Franz, ci ho creduto subito a quello che raccontava x via della dovizia di particolari, anche se voleva dire ammettere di essere stata presa tutta quanta x i fondelli e poi ho fatto ulteriori ricerche fino ad arrivare in questo blog. Potevo farmi cogliere dalla dissonanza, no? Come capita a tanti che preferiscono non vedere e non sentire. Cioè voglio dire che c'è stato e c'è un margine di scelta sopratutto OGGI con la possibilità di informazione e documentazione che esiste.

      Ci chiedeva quest'organizzazione di prendere posizione? E noi la prendiamo... contro di LORO!

      Elimina
    7. Certo, Wikipedia. Oggi internet permette di avere accesso ad un livello di informazioni senza precedenti ed organizzazioni come la WT non hanno più gioco facile a mentire e passarla liscia.
      Considera però che non si tratta solo di ammettere di essere stati presi in giro.

      Considera chi ha fatto sacrifici ENORMI per questa organizzazione, in base alla promessa che i suoi sforzi sarebbero stati ripagati con il nuovo mondo: chi non ha proseguito gli studi, chi non ha accettato un lavoro ben retribuito o avanzamenti di carriera, chi non si è sposato o non ha avuto figli, chi ha venduto i propri beni, chi ha lasciato morire un figlio per la questione del sangue. Scelte che hanno condizionato, e in peggio, molto peggio, la propria vita. Magari ora si trovano nei loro 50/60 anni o più. Molti di questi hanno sacrificato così tanto che la loro mente semplicemente NON PUO' ACCETTARE la possibilità che si siano sbagliati. Non lo fanno apposta. Accettarlo significherebbe forse impazzire o... peggio.

      Quindi si, è vero, la scelta ce l'abbiamo tutti. Ma per alcuni è semplicemente troppo tardi. E, sinceramente, con alcuni di questi, che si trovano nelle situazioni che ho descritto prima, non mi sentirei di insistere più di tanto, non li biasimo per non voler vedere.

      Elimina
    8. Sì, penso che hai ragione, quando c'è implicata tutta una vita e scelte od omissioni di scelte di una certa importanza e gravità la cosa assume connotati sconcertanti. Come fai magari a dire a un figlio che ti sei sbagliato dopo che bene andando (prendetelo con le pinze) ha subìto pressioni e prese in giro da quelli del mondo e gli hai rovinato l' adolescenza? O come fai a perdonarti se quello stesso figlio ti è morto tra le braccia xe credevi ciecamente e stupidamente che quello che ti veniva insegnato sulle emotrasfusioni era volere di Dio?
      O se hai perso tutto in cerca di un bel sogno?
      Meglio continuare a dormire.
      Cmq anche x chi come me ha perso meno ed investito meno in questa irrealtà la cosa è stata sconvolgente.

      Poi, come te, non voglio certo giudicare nessuno di coloro che con questi gravi sulla testa decide di non udire ma è molto triste, e ,come dice Ema, i responsabili la devono pagare.

      Elimina
    9. Scusa Victor se posso chiederti..con una famiglia come la mia come la vedi..quattro sorelle carnali tdg mai sposate che sono invidiose per le famiglie altrui che di opportunità da ragazze ne hanno avute ma rifiutate perché erano fratelli a loro dire poco spirituali,ora arrabbiate con il mondo intero da quando sono disassociata e poi predicano amore e perdono quando poi mi hanno trattato come fossi stata una meretricie perché non ero piu sotto il loro controllo.ora sono acciaccate e da sempre credono all asino che vola della wt e guai chi tocca loro beteliti e anziani che sono osannati e ospitati da sempre come certi fratelli che la pensano come loro perché gli altri a casa guai a venire se non sei come loro,ti hanno giudicato in base al metro di spiritualità..non per tutti Victor c e la rassegnazione..c e pure chi e tarato e orgoglioso e pensa che solo lui ragiona giusto e gli altri sbagliano

      Elimina
    10. Guarda ema non posso giudicare perchè non conosco la situazione. Posso solo dirti che ti capisco e dirti che arrabbiarsi con chi è indottrinato non cambierà di una virgola il suo indottrinamento, anzi lo rafforzerà. E lo dico anche se non sempre riesco a non farmi andare il sangue agli occhi quando vedo certi comportamenti.

      Ti capisco per le questioni familiari, che ti devo dire? Non posso fare nomi e cognomi, ma come dovrei giudicare io stesso chi non parla più con un suo familiare solo perchè non è più un TdG ma intrattiene tranquillamente rapporti con altri disassociati o è amico intimo di """"""fratelli""""""... che se si sapesse quello che hanno fatto e continuano a fare, in base alle LORO regole morali, sarebbero disassociati senza appello?

      Cosa dovrei dire di persone/familiari che non mi parlano ma io SO che non credono quasi quasi neanche in dio?

      Come vedi ce ne sarebbe per dar di matto ed iniziare ad urlare in mezzo alla strada. Purtroppo devi capire che è tutta questione di indottrinamento e pressione sociale all'interno di quel mondo chiuso che sono i TdG, dove bisogna apparire sempre perfettini e ci si giudica continuamente l'uno con l'altro.

      Incanala la tua, giusta, rabbia verso qualcosa di costruttivo. Purtroppo prendersela con loro non ti/ci farà stare meglio. E, ripeto, te lo dico anche se non riesco quasi mai a farlo. ;o)

      Elimina
    11. Certo che avrai l amaro in bocca x via della tua famiglia Ema, ma volevo dirti che hai avuto fegato a opporti a loro e al condizionamento wt senza neanche venire a conoscenza degli scandali, che immagino hai saputo dopo..nel tempo. Sei stata in gamba a non permettere di manipolarti. Brava, ti ammiro. Hai riconosciuto da sola la loro invadenza e impertinenza.

      Elimina
  6. 8mln di tdg sono tutti creduloni e ipnotizzati?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se parli contro l'organizzazione sai cosa ti succede vero? Disassociato e nessuno più ti rivolge la parola.
      Molti restano x non avere problemi in famiglia o con gli amici pur non credendo più , come alcuni che scrivono su questo blog. Altri fanno spallucce come i cattolici e pensano che ormai gli conviene ubbidire. Sono dentro da una vita... Ma molti si, sono ipnotizzati come lo ero io... Solo quando ti svegli te ne accorgi prima e' impossibile

      Elimina
    2. 1 miliardo e mezzo di cattolici tutti creduloni e ipnotizzati ?

      Elimina
    3. (Ax80) Anonimo, milioni di Jihadisti pronti a farsi esplodere per andare in paradiso con 72 vergini sono tutti creduloni e ipnotizzati...? Andiamo, è un obiezione che non regge. Studiati i meccanismi di persuasione e condizionamento della mente umana, poi ne riparliamo. Il resto è ignoranza.

      Elimina
    4. 8 miliardi di persone, meno 8 milioni di TdG, sono tutti malvagi o accecati da satana?

      Elimina
    5. Antonio ex Rosario16 novembre 2016 15:18

      Vedi anonimo,il problema è che l'organizzazione ti vieta assolutamente di informarti se quello che dice è vero oppure no.Ma una volta superato questo enorme scoglio,puoi navigare tranquillo verso la libertà...più leggi e più ti convinci che hai buttato 1-2-3-10 o 30-40 alcuni 50 anni di vita,dietro a rinunce,regole,esserzioni assurde fatte da uomini imperfetti come loro stessi si definiscono...

      Elimina
    6. Io penso che un culto abbia nel cervello un effetto placebo su tutti. Ma che negli anni il cervello razionalmente prenda le redini, ponendosi 2 scelte, continuare a sognare o svegliarsi!
      e solo li che si vede che individui siamo, pecoroni, o invece con una dignità da non farsela calpestare, si procede e si va avanti lontano il più possibile dalla WT!

      Elimina
  7. Vero...60mln di italiani si lasciano ipnotizzare da 4politici,figuriamoci se si tratta di una piccola comunità

    RispondiElimina
  8. Sono venuto a sapere che devono togliere tutti quei libroni da mezzo perché in quasi tutti ci sono sbagli,scusa ma non li scrivevano con la guida dello spirito santo?booo che contraddizione

    RispondiElimina
  9. Da sempre basiamo unicamente sulla Bibbia tutto ciò in cui crediamo;per questo motivo modifichiamo le nostre credenze man mano che comprendiamo più chiaramente le scritture.non cerchiamo di nascondere che ci sono stati dei cambiamenti,anzi ne parliamo apertamente nelle nostre pubblicazioni tali cambiamenti.rispecchiamo ciò che dice la Bibbia:il sentiero dei giusti e come la luce che spunta e va sempre più risplendendo,finché sia giorno pieno (Prov.4:18).
    Proprio come il sole alzandosi nel cielo rivela un elemento dopo l'altro,così Dio concede di comprendere la verità divina gradualmente,al tempo da lui stabilito (1Pietro 1:10-12).come predetto nella Bibbia,ha accelerato questo processo durante il tempo della fine (Daniele 12:4).
    Non dovremmo rimanere sorpresi ne turbati da questi cambiamenti.
    Anche antichi adoratori di Dio ebbero idee e aspettative sbagliate,e dovettero correggere il loro punto di vista
    .Mosè si propose come liberatore di Israele 40 anni prima del tempo stabilito da Dio (Atti 7:23-25,30,35)
    .gli apostoli non capirono le profezie riguardanti la morte e la risurrezione del Messia (Isaia53:8-12;Matteo 16:21-23).
    Alcuni primi cristiani avevano idee sbagliate riguardo alla venuta del giorno di Geova (2Tessalonicesi2:1,2).
    In seguito Dio corresse il loro modo di vedere le cose.noi preghiamo che continui a farlo anche nel nostro caso (Giacomo 1:5).
    Giusto per ricordarvi gli anni di studi e di dedicazione che avete dato a Geova...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu non leggi quello che scriviamo vero? Dici solo la tua...

      Elimina
    2. anonimo delle 18e05, hai sbagliato blog, forse cercavi quello "consapevole"? LE TUE PROFUSIONI DI SCRITTURE, LASCIANO IL TEMPO CHE TROVANO! Qui si è smascherato il testo "sacro" da tempo! Quindi restano solo parole, parole ... d'ALTRA PARTE POTRESTI ESSERE + PRECISO SU QUELLO CHE VUOI QUI!

      Elimina
    3. Rileggiti il contesto di Proverbi 4: 18, e vedrai che NON parla assolutamente di "luce o conoscenza progressiva", ma di tutt'altro.

      Elimina
  10. Un giorno la vita mi ha colpito così forte che mi ha insegnato a resistere....un giorno mi hanno mentito così tanto che mi hanno ferito e , allora ho imparato ad andare sempre avanti dicendo sempre la verità.....Un n giorno ho perso chi NN avrei mai creduto di perdere e ho capito che bisognava concretizzare le parole e farsi carico delle azioni...A volte è necessario voltare pagina e ricominciare da zero....ANCHE se è difficile...il miglior guerriero NN è colui che trionfa sempre, ma colui che torna senza paura a combattere....e questo è una piccola parte della mia vita...NN so'se lo pubblicherà..cmq buona serata nikita....🌷

    RispondiElimina
  11. Io ho letto tutto quello che avete scritto in questo blog,sembra più che voi volete ascoltare solo la vosta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è un reato avere idee diverse

      I reati sono altri e per quelli si sono attivati i tribunali nazionali nelle rispettive nazioni

      Elimina
    2. E allora sei hai letto tutto dovresti sapere già che:
      - puoi facilmente vedere da te che la scrittura della "luce progressiva" non si applica all'intendimento biblico
      - anche volendo applicarlo all'intendimento biblico quella della WT non è luce progressiva ma assomiglia più a luce accendi e spegni e vere e proprie cantonate, non chiarimenti

      Se parliamo di aspettare che dio dia il giusto intendimento allora perchè lo stesso principio non può essere applicato a qualsiasi altra religione? Cosa hanno i tdg di diverso? Se l'intendimento di tante cose è stato corretto diverse volte cosa ti assicura che quello che insegni oggi sia la verità?

      Elimina
  12. Volete sentirvi dire:sii a morte tdg!!!si sono pedofili!!!si sono una setta!!!si non capiscon le interpretazioni della Bibbia!! A morte!!questo volete sentirvi dire?mi ricordate più voi degli estremisti che i tdg
    Ps io non sono tdg....ma non vuol dire che non conosco questa religione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hai messo a fuoco ma l'argomento. Non ce la prendiamo con le pecore, ma con chi le amministra e pretende di farlo nel nome di un dio. Vedo che agisci come tutti quelli che vengono a giudicarci e credono di averci capito alla prima scorsa del blog. Ognuno ha le sue battaglie, tu la tua e noi la nostra.

      Elimina
    2. tu non sei tdg ma neanche sano di mente, troll

      Elimina
    3. Tu sei un Testimone di Geova, e pure di quelli fanatici, altrimenti non trolleggeresti in modo così accanito. Mah.. Sai che non è bello mentire ? ;-)

      Elimina
    4. salve...anonimo..ma parlano i fatti perché ti arrabi così. .dal tronde perché parli in quella maniera se nn sei un testimone della whachtower..rilassati. a me una volta sola la whacthtower mi ha ingabbiata..ora che ragiono con la mia testa servo dio meglio di quando ero li dentro . c'è chr sforzo a scrivere con calma. .vero john...

      Elimina
    5. No ma non mi sto arrabbiando....forse metto troppi punti esclamativi 😊

      Elimina
    6. Anonimo scusa ma noi non vogliamo sentirci dire niente, sei tu che sei arrivato sul blog, non ti abbiamo chiamato noi.

      "a morte i tdg", assolutamente non potremmo dirlo, io sicuramente no visto che ho genitori e fratelli ancora dentro

      "sono pedofili", quando mai abbiamo detto questo? hanno un problema, grave, con la gestione degli abusi sessuali, questo si. e la cosa peggiore è che, come te, non lo vogliono riconoscere.

      "sono una setta", su questo ci azzecchi. le sette si caratterizzano sopratutto da: il leader della setta non può essere criticato pena l'espulsione per apostasia e dal fatto che" non è possibile lasciare la setta liberamente senza sanzioni o pesanti ripercussioni. adesso vedi tu se i tdg sono una setta oppure. no.

      "non capiscono le interpretazioni della Bibbia!!", parla la loro storia per loro, non c'è bisogno di dirlo noi. hanno continuamente cambiato i loro intendimento, a volte ritornando a posizioni precedenti, e tante dottrine e procedure sono in CHIARO contrasto con i principi biblici.

      p.s. mi dispiace, ma non credo minimamente che tu non sia un tdg.
      se sei un tdg rifletti sul fatto che: 1 non dovresti dire le bugie.. monello, 2 non dovresti visitare blog apostati se non vuoi essere ripreso dai tuoi anziani

      Elimina
    7. Io sono una testimone di GEOVA, ho abbracciato questa fede con entusiasmo 20 anni fa. Non avevo capito che c'erano regole così estremiste. Perlomeno, dal mio punto di vista. Essendo una persona schietta, un giorno. Candidamente ho detto una confidenza a un paio di sorelle che non conosco a fondo. Dopo qualche giorno sono stata convocata dagli anziani. Mamma mia che esagerazione!

      Elimina
    8. E naturalmente all'anziano avranno riferito che sono rimaste mooooooolto turbate. E tanto per cambiare, invece di rimandarle da te per chiarire, hanno fatto petto avanti per difendere le pecorelle turbate. Classico di lealtà cristiana evitata accuratamente da chi la dovrebbe prima mettere in pratica e poi insegnarla ad altri. Un applauso !!!! Invece di crescere,alcuni regrediscono..

      Elimina
  13. Scusa..ma posso dirti una cosa..hai detto bene..io vi considero così..perché io ho visto chi sono i geovisti è le falsità che insegnano e le persone che sono 😤😤😤😤😤🙈🙉👏bravo..hai fatto una bella descrizione..scusa john..ma io a questo NN lo sopporto..NN lo so' se lo metti..però io la penserò' sempre così NN per sentito dire ma perché sono tutti così è taci..geovista..NN credo più ala vostre falsità e manipolazioni che gli 8 americani mi avevano fatto io dalla loro gabbia ...ne sono uscita..chiaro.

    RispondiElimina
  14. Anziano riflessivo
    Caro "Anonimo non tdg"
    Chi legge e scrive su questo ed altri blog, è un anziano che ha creduto, "lottato" e fatto valere le idee della wt per oltre vent'anni, lo faccio ancora oggi ma devo dirlo, da ipocrita.
    Questo avviene perché quando ti accorgi che dagli stessi scritti della wt (libri, riviste,opuscoli discorsi ecc) emergono palesi contraddizioni e falsità a livello dottrinale ed organizzativo, ti casca il mondo addosso. Cerchi di studiare, ristudiare, ma il risultato non cambia.
    Devo anche ammettere che fino a circa sei anni fa non ero un assiduo studioso di queste pubblicazioni, la mia era una rapida e fugace lettura.
    Ma da quando iniziai a farlo in maniera accurata e meticolosa, dico semplicemente "non l'avessi mai fatto"!!!!!
    PS
    Circa la scrittura di prov.4:18 da te menzionata, analizza bene il contesto e vedrai che la wt lo ha completamente travisato per adattarlo ai suoi sbagli (nuovi intendimenti)

    RispondiElimina
  15. No e confusa la vostra battaglia!volete fare i paladini delle vittime di pedofilia(giusto)ma fatelo anche altrove(tra il resto delle persone).
    Volete far notare le contraddizione che fanno nelle profezie(che la risposta c'è e lo data prima)fate capire bene la vostra battaglia!sembra più che parlate perché siete stati dissociati e state infuriati con tutti loro(no con la società wt)perché si vede che generalizzate...vi state contradicendo anche voi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma che stai dicendo ? La maggioranza è solo succube e vittima, molte brave persone.
      La parte marcia è lassù...

      Meglio lasciare stare, non c'è più sordo di chi non vuol sentire (o leggere o capire).

      Elimina
    2. Le battaglie sono inutili. Le battaglie le fa la WT e i suoi soldati, i TdG. I blog come questo servono a dare informazioni che non troverai sul sito propagandistico JW.ORG. Per te sono confuse? Che ce ne faremo una ragione, tranquillo.
      Io personalmente non sono infuriato con nessuno, anche perchè non sono stato disassociato, ma mi sono dissociato volontariamente.

      Ti ho già risposto sulle profezie, per favore, vorresti dire dove è che abbiamo GENERALIZZATO?

      Elimina
    3. Potresti dire dove e in quali discorsi siamo confusi caro anonimo?? Le contraddizioni sono sotto i tuoi occhi, ma le potrai notare primo se sei obiettivo, secondo sé ricerchi realmente la VERITÀ....è sufficiente che tu legga attentamente le riviste di studio tg avendo riflessi pronti e leggendo l'intero contesto delle Scritture a sostegno dell'argomento che stai esaminando, possibilmente collegando i paragrafi con quelli già trattati qualche settimana precedente. Fatto ciò con molta calma e obiettività potrai tornare a scrivere le tue opinioni e come dice Victor eviti di fare il kamikaze. Il cd purtroppo per te, ancora non è riuscito a preparare le contro risposte da dare ai partecipanti di questo blog che hanno una cultura spirituale molto elevata, oltre ovviamente a quella secolare. Buonaserata

      Elimina
    4. caro anonimo, è bello che sei qua a leggere e che posti anche la tua opinione. ti assicuro che mi piace sentire anche opinioni diverse dalla mia.
      personalmente sono dissociato e non provo rabbia verso gli ex fratelli e sorelle, ma anch'io non posso tacere di fronte alle bugie che vengono dette da chi dirige la WTS. hai mai sentito parlare dei Telly Awards? vai a leggere e fatti una risata. "chi è fedele nel minimo..." com'era?
      Lo sai come è stata annunciato il cambiamento d'intendimento riguardo ai trapianti di organi? sotto forma di domanda dei lettori in una Torre di Guardia. La risposta diceva:"alcuni cristiani pensavano che i trapianti si potevano paragonare a cannibalismo....". Alcuni cristiani? Si trattava del CD in corpore, mica alcuni cristiani. E non era una cosa su cui si poteva dissentire. Niente scuse, niente spiegazioni ufficiali. Ti sembra un comportamento corretto?

      Elimina
    5. caro anonimo io non sono né disassociata né dissociata e ancora sorelle zelanti si rivolgono ame per conforto...pur essendo inattiva da anni...non ho la minima rabbia verso alcuno...provo solo un leggero f per ceastidio
      rti discorsi, ma lo supero pensando "padre, perdona loro, perché non sanno quello che dicono"...

      Elimina
  16. adesso NON scateniamoci nel tutto contro uno

    l'amico "anonimo" (dovresti ringraziarmi perchè ti dò la possibilità di esprimerti anche se non ti firmi, come da regolamento) ritiene che qui siamo tutti ladri, immorali e menzogneri e che siamo stati disassociati tutti.
    Forse qualche disassociato scrive anche sul blog, la la maggioranza, credimi, siamo inattivi o dissociati (c'è una bella differenza)
    In particolare io stesso servivo come anziano e mi sono dimesso per le schifezze che vedevo fare agli altri anziani e non volevo spalleggiare il loro modo di fare.
    Altri anziani dimissionari per lo stesso motivo leggono e scrivono su questo blog, anche ex pionieri speciali diventati inattivi perchè hanno capito l'inganno.

    Adesso, caro amico, puoi credermi o meno. Ma le migliaia di proclamatori che diventano inattivi ogni anno o si dissociano, non sono tutti "amici di satana" come il tuo credo ingenuo (che è stato per 30 anni anche il mio) afferma.
    Io non posso convincere tutti i fratelli e le sorelle che qualcuno si sta prendendo gioco di loro, come tu non potrai convincere noi a non credere a ciò che abbiamo visto coi nostri occhi.

    C'è una differenza comunque tra "noi" e te: tu pensi di essere nella "verità" e che presto Geova ci distruggerà, mentre noi non pensiamo affatto questo verso di te, non ci riteniamo giusti o "guidati dallo spirito", cosa che invece afferma il corpo direttivo.

    Se sei convinto di ciò in cui credi non perdere tempo qui, ma usalo per le attività che per te hanno valore...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi associo completamente con quello che dice John,qui non si tratta di fare la guerra per aver ragione, ma di esprimere una o più opinioni, consapevoli che si debba CAMBIARE opinione se la riputiamo sbagliata.
      In questo c'è un distacco dalla verità ufficiale (WTS),sia in poco che in tanto.

      Elimina
  17. Sai cosa ho fatto io con altri che si sono dissasociati..abbiamo con le prove detto a tutti lo scandalo della pedofilia, abbiamo fatto vedere i rapportini di ministero per segnare le ore le immagini subbliminali che ci sono nel libro di rivelazione , e nel libro potete vivere per sempre su una terra paradisiaca, poi le manipolazione che i capi americani hanno fatto
    del vostro libro traduzione del nuovo mondo ..e la data che avete cambiato della distruzione di Gerusalemme che è avvenuta nel 587, con tanto di prova studiosi laureati NN quei 8 ignoranti che hanno è vogliono cambiare la storia...vergognateVI io altri vi stiamo mascherano e sai tesoro le persone del mondo amano la giustizia la sincerita abbiamo mandato a monte tanti studi per le falsità che andate raccontare,,sai la obietta gente del mono amici la giustizia la lealtà sincerità NN le perone che nascondono l test nella sabbia quando bagnino..😂😂😂😂😂

    RispondiElimina
  18. Comunque, anonimo, se vuoi avere un confronto senza gettarti tipo kamikaze come hai fatto puoi scrivermi liberamente all'indirizzo victorvondoom67@yahoo.it

    RispondiElimina
  19. vi è mai venuto in mente che un anonimo può entrare a scrivere banalità sul blog (tipo lo schiavo è fedele, siete tutti disassociati ed arrabbiati, etc.) col solo scopo di farvi inveire contro di lui e contro l'organizzazione per poi additarvi come esempi di apostati malvagi e ribelli?Dopo le prime risposte... un pò di sana indifferenza... no?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si ma sai, a volte uno ha un po' di tempo da perdere, invece di guardare la tv che non fanno mai niente... aahahha

      Elimina
    2. Anonimo non ha letto proprio un bel NULLA di quello che ce nel blog ...se lo avesse fatto, avrebbe ribattuto ai vari commenti nei vari post , invece si è solo limitato a fare 2 chiacchiere da VERO IDOLATRA della WT rimanendo nel solito post . ...Tempo perso con questi indottrinati dalla capa fino ai piedi.

      Elimina
    3. Una parola per Victor...
      Potrei chiederti di riassumerci questo commento fatto da poco sul forum
      https://www.jehovahs-witness.com/topic/5093204225425408/your-work-vain-thank-you
      Dal poco che capisco, gli occhi anche di nominati si stanno aprendo.

      Elimina
    4. scusa gli errori alla fine..volevo dire che la cosiddetta gente del mondo ama sapere cose vere nn inganni come e successo a noi..e QuIndi...... le bugie vengono prima o poi a galla..ed è proprio quello che è successo alla whacthtower. .io mi sono dissociata con altre per tutte le falsità di questi cari 8 unti..la storia io l ho studiata e gli americani nn avevano messo in conto questo e altro..quindi w Dio e Gesù.e continuo ad avvisare tutte le persone a me nn mi fanno un baffo. .chiaro

      Elimina
    5. Socrate, li si dice in pratica che molti nominati (pionieri anziani e servitori) stanno dando le dimissioni perchè hanno capito cosa sta succedendo... ma un pò in tutto il mondo. Solo qui in Italia siamo mezzi tonti...

      Elimina
    6. L italia è sempre ultima in tutto.

      Elimina
  20. Orietta Degaudenz16 novembre 2016 23:14

    Nella mia storia ho detto che ero timida e introversa. Avrebbero dovuto stimolarmi a socializzare non farmi sentire giusta e tutti gli altri sbagliati. Purtroppo in quel periodo erano molto più selettivi di adesso anche perché aspettavano Armghedon di li a poco...75
    Quindi perché fare amicizie con quelli che poi sarebbero morti?

    RispondiElimina
  21. Grazie John.
    Io credo comunque che il giorno in cui l'immonda faccenda degli abusi verrà veramente allo scoperto per i Testimoni di Geova - cosa che potrebbe accadere questi prossimi mesi - costringendo l'"organizzazione" all'ammissione suo malgrado (dopo aver calunniato dicendo che sono bugie di apostati!), dicevo credo che si andrà verso un collasso causato dalle dimissioni di molti perché disgustati, e dalle spese per le cause e i risarcimenti che lasceranno sul lastrico Watchtower/JW.org (ma forse non i suoi dirigenti).
    A proposito di abusi, notiziari spagnoli stanno divulgando alcuni fatti

    http://www.elperiodico.com/es/noticias/sociedad/nueva-denuncia-contra-testigos-jehova-por-ocultar-abusos-sexuales-pederasta-5631962

    http://www.diariodeleon.es/noticias/sociedad/extestigos-jehova-ley-silencio-organizacion_1115232.html

    http://www.elperiodico.com/es/noticias/opinion/mas-sospechas-sobre-los-testigos-jehova-5633725

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non credo a ribaltoni sensazionali. Penso soltanto che le informazioni gireranno più velocemente, ci saranno più abbandoni dell'organizzazione, e viceversa più arroganza da parte di chi si schiera con l'organizzazione (purtroppo)

      Elimina
    2. Ero fuori non ho potuto leggere i link. Comunque concordo con John, non credo si avrà il collasso della WT. Forse un ridimensionamento, come il post-1975, che comunque sta gia avvenendo a motivo del post-generazione e lo scandalo pedofilia. Non dimenticate che non a caso da un po' la WT sta aumentando la sua deriva autoritaria, inasprendo l'ostracismo, ora anche a certi inattivi, e continuando a ripetere la necessità di cieca ed assoluta lealtà al CD e di non leggere o ascoltare notizie "apostate".

      Elimina
  22. Cari amici sono sempre l'anonimo no tdg,riflettete,sapete bene qual è la giusta religione,avete fatto anni di studio della Bibbia molti di voi sono ex anziani pionieri ecc...lasciate che io sono una pietra e Geova può farla parlare....nella Bibbia c'è scritto che in mezzo al suo popolo può infiltrare falsi profeti....abbiate pazienza che lui risolverà tutto,ci sono purtroppo persone malvagie anche in mezzo a loro,che possono estorcere la verità ma se avete fede in lui e lo credete sapete che può fare!vi siete dissociati o vi hanno disassociato rimanete nell'amore di Geova e aspettate che lui risolverà questa infamia...siete arrabbiati ed e giusto,ma va tolto il marcio dal popolo di Dio non va tolto il popolo.
    Scusate ma molte cose le ho scritte di mia espressione,non sono un bravo scrittore ma spero che si è capito

    RispondiElimina
    Risposte
    1. carissimo.... secoli fa degli uomini misero per iscritto i loro pensieri su molti rotoli, un giorno altri uomini si riunirono e decisero che alcuni di essi erano parola di Dio, dopo un pò di tempo sono stati riscritti per far credere che contenessero qualche profezia... re del nord, re del sud, speranza celeste, speranza terrena, separazione delle pecore dai capri, separazione futura, milioni di viventi che non morranno mai, armaghedon dietro la porta, spostato piano piano di decennio in decennio, babilonia che cade ma sta sempre in piedi... intanto è passato un secolo e nulla è cambiato...

      “Da questi sorgono quegli uomini che si insinuano scaltramente nelle case e conducono come prigioniere deboli donne cariche di peccati, mosse da vari desideri, che imparano sempre e non sono mai in grado di venire all’accurata conoscenza della verità”.....

      aspetta forse questa frase è una delle poche (o l'unica?) che azzecca una profezia...

      uomini hanno scritto, uomini hanno selezionato, uomini hanno dichiarato sacro ed ispirato ciò che più conveniva loro, poi hanno preso questi scritti, hanno minacciato il popolo dicendo che chiunque non vi avesse creduto sarebbe finito all'inferno (o distrutto ad armaghedon) e (per evitare che quelli più svegli avvertissero gli altri) si sono inventati scomuniche - e disassociazioni - per minacciare chi parlava contro le loro dottrine. Questa è la religione (la frase "la religione è un laccio ed una truffa" ti ricorda qualcosa?)

      Elimina
    2. Scusa John ma di come parli dei rotoli non sembri un ex tdg.
      (mi hai chiesto il Nick molte volte,ci ho provato ma non ci so riuscito mi da id Google e altri num.sinceramente sono una frana non ci capisco niente!scusa😃)

      Elimina
    3. Carissimo tdg che non sei un tdg, come farti capire che non siamo arrabbiati?
      Io personalmente, ho capito che la WT è una setta e non insegna in alcun modo la verità, per questo mi sono dissociato, non certo per rabbia verso qualcuno.
      Se vuoi sapere cosa mi ha portato a questa convinzione e per scambiare quattro chiacchere in privato, ti ripeto la mia mail: victorvondoom67@yahoo.it
      Dato che non sei un tdg, non dovresti avere problemi a parlare con un apostata, no?

      Elimina
    4. Nel menù della colonna sinistra c'è un link alla pagina COME COMMENTARE

      in ogni caso il nick non devi per forza metterlo in casella, basta fare come fanno in molti, lo scrivono all'inizio o alla fine del commento

      Non ti offendere, ma da ciò che scrivi sembri un po' sprovveduto con il modo di fare da saputello
      Ma forse è' l'ora tarda e probabilmente ho la vista annebbiata....

      Elimina
  23. Scusa Victor ma non so usare le mail (non so nemmeno come si scrive😁)ma mi farebbe piacere parlare,credo che come tutti gli esseri umani sono alla ricerca della giusta religione che per me sono i tdg(che io ho sempre creduto e studiato per anni)sentire queste cose posso dire che e frustrante,io conosco solo il lato positivo di loro ma se qualcuno con sincerità e prove può dimostrarmi il contrario ne sono lieto,grazie
    (Lui)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. senti "Lui" le risposte le hai avute, il blog ha più di 200 articoli. Si possono fare domande pertinenti ma non puoi fare il "finto tonto" chiedendo ai lettori di rispiegarti dal principio il loro punto di vista. Prenditi qualche settimana per leggere con calma tutti gli articoli e poi, se ne avrai, solleva obiezioni pertinenti e specifiche. Evita di prolungare questo dibattito sterile perchè non è utile a nessuno. Il tuo spazio, la libertà di parola e le attenzioni le hai ricevute... le "prove" che cerchi e di cui parli sono ampiamente disponibili in questo blog. Se non le vedi, non dipende da noi ma da te... Grazie !!

      Elimina
    2. PS per i commentatori anonimi: il nick inseritelo prima del commento tra parentesi.

      Esempio

      (mio nick) qui inizia il mio commento

      altrimenti il commento non verrà pubblicato



      Grazie

      Elimina
    3. Non sai usare le mail... mmah!

      Comunque visita anche il mio blog allora, oltre a questo, e fatti una cultura: jwanalyze.wordpress.com

      Elimina
    4. Solo una piccola domanda per "Lui"...
      Fammi capire, dici che sono anni che studi e credi che è la religione giusta, ma non lo se mai diventato ?
      Perché, please ?
      ...

      Elimina
    5. è evidente che ci sta prendendo in giro...


      ragazzi mi sono stancato di leggere tutte queste corbellerie, scusate, ho anche una vita mia e non posso passare tutta la giornata a farvi perdere tempo commentando e facendovi commentare sui messaggi di una persona cui non interessa minimamente capire. Quindi per un paio di giorni chiudo la discussione. Non provate a riaprirla su altri post perchè altrimenti non pubblico. Cercate di capirmi. Grazie

      Elimina

E' OBBLIGATORIO FIRMARSI CON UN NICK (QUALSIASI) Non usate termini scurrili, insulti, calunnie, incitamenti all'odio razziale ed alla violenza, e NON menzionate la persone per nome o cognome reali. Sono vietati lo spamming, il copia-incolla ripetuto, i link a siti non approvati dalla redazione, i messaggi provocatori.
Altrimenti i post non saranno pubblicati o verranno cancellati.
La moderazione dei commenti è insindacabile ed a cura della redazione del blog. Se i vostri commenti non vengono pubblicati potete chiedere spiegazioni scrivendo alla redazione (vedi "come commentare" in alto nella colonna a sinistra)

Grazie

L'indirizzo email del blog lo trovate in fondo alla pagina (non nella visualizzazione per cellulari)