Usando questo sito, dichiarate di aver letto il Disclaimer e le norme sulla Privacy.

Un archivio del blog, con tutti i post fino ad oggi pubblicati, elencati per mese, lo trovate in fondo alla colonna centrale.

NORME relative ai commenti alla pagina "COME COMMENTARE".

“Non c’è nulla di male se una persona cerca di confutare gli insegnamenti e le pratiche di un gruppo religioso che ritiene in errore”.
(Svegliatevi! 8 settembre 1997, pagina 6)

"Nessuno dovrebbe sentirsi obbligato a seguire una forma di adorazione che considera inaccettabile o a scegliere fra le proprie credenze e la propria famiglia." (Svegliatevi! Luglio 2009 p.29)
Visualizzazione post con etichetta etica. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta etica. Mostra tutti i post

mercoledì 27 aprile 2016

L'etica del proselitismo


Come dovrebbe essere la predicazione "etica"

Traduzione a cura di "Victor"
(da un sito USA)

Ad una conferenza ICSA del 2012 (International Cultic Studies Association), a Montreal, in Canada, si è affrontato il tema dei pro e contro del proselitismo. Ho partecipato alla riunione di un’ora di un professore universitario in pensione, Elmer Thiessen, e le sue argomentazioni sono state una vera rivelazione per me.
Quello che è stato particolarmente istruttivo è una lista di quindici criteri che si possono utilizzare, secondo Thiessen, per stabilire se il metodo di proselitismo di un gruppo religioso sia etico o amorale.
Ora, senza alcun aggiunta da parte mia, elencherò quei quindici criteri per aiutarvi a decidere se la Watchtower, o il gruppo religioso a cui potreste essere associati, pratica un’opera di proselitismo che possa definirsi etica:

ARCHIVIO

.