Usando questo sito, dichiarate di aver letto il Disclaimer e le norme sulla Privacy relativa ai contatori Shinystat e whos.among.us.

Un archivio del blog, con tutti i post fino ad oggi pubblicati, elencati per mese, lo trovate in fondo alla colonna centrale.

NORME relative ai commenti alla pagina "COME COMMENTARE".

“Non c’è nulla di male se una persona cerca di confutare gli insegnamenti e le pratiche di un gruppo religioso che ritiene in errore”.
(Svegliatevi! 8 settembre 1997, pagina 6)

"Nessuno dovrebbe sentirsi obbligato a seguire una forma di adorazione che considera inaccettabile o a scegliere fra le proprie credenze e la propria famiglia."
(Svegliatevi! Luglio 2009 p.29)


mercoledì 18 luglio 2018

Come risponde un ufficio Betel




Scioccati dalle notizie scandalistiche provenienti da tutto il mondo relative ai Testimoni di Geova, alcuni fratelli, turbati da tutto ciò, hanno scritto alla Betel italiana ponendo dei quesiti importanti.

Come ha risposto la Betel di Roma? Vediamo...



_______________






Alla cortese attenzione

CONGREGAZIONE CRISTIANA DEI TESTIMONI DI GEOVA Via Della Bufalotta, 1281 - 00138 ROMA


P/C
Corpo degli Anziani (C/O*********) 


Congregazione di ************

Mittente:  *****************

Cari fratelli,
mi ha fatto molto piacere leggere l’articolo “Chiunque è inesperto ripone fede in ogni parola”, riportato sulla “Torre di Guardia (edizione per lo studio)” di Ottobre 2015. In modo particolare mi ha illuminato quanto scritto a pag. 31 paragrafo 2, che cito testualmente:

E se navigando in Internet ci imbattessimo in notizie diffamatorie sull’organizzazione di Geova? Tale materiale va respinto con decisione. Alcuni ritengono che queste informazioni vadano portate all’attenzione di altri per conoscere la loro opinione, ma ciò non fa altro che propagare calunnie. Se ci sentiamo turbati da simili notizie, dovremmo chiedere sapienza a Geova e parlare della cosa con fratelli maturi (Giac. 1:5, 6; Giuda 22, 23).

Proprio per questo motivo, dopo essermi imbattuto in alcuni fatti di cronaca che riporterò di seguito e dopo aver fatto tutti i passi suggeriti nell’articolo, ho deciso di scrivervi questa lettera per chiedervi alcune spiegazioni.
Premetto che, come cristiano, ho particolarmente a cuore l’esortazione di Gesù di non far “parte del mondo come io non faccio parte del mondo” (Giov. 17:16, vedi anche v. 14). Di fronte a Pilato, Gesù dichiarò: “Il mio regno non fa parte di questo mondo. Se il mio regno facesse parte di questo mondo, i miei servitori avrebbero combattuto perché non fossi consegnato ai giudei. Ma ora il mio regno non è di qui” (Giov. 18:36, il grassetto è per evidenziare). Per questo e altri simili motivi, a suo tempo, ho sostenuto un processo per non aver voluto immischiarmi nelle faccende del mondo, in particolar modo trasgredendo la legge italiana sull’obbligo di prestare servizio militare. Di questa scelta sono ancora oggi convinto. Recentemente, per ricerche personali, ho avuto modo di visitare il sito dell’Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa OSCE (http://www.osce.org). 


In particolare, al link http://www.osce.org/it/secretariat/35778?download=true mi è stato possibile scaricare un opuscolo che spiega le motivazioni e gli scopi della stessa Organizzazione. Infatti, nelle primissime righe dello stesso, si legge:
“L’OSCE offre un foro di dialogo politico ad alto livello su un ampio ventaglio di questioni riguardanti la sicurezza e rappresenta una piattaforma di iniziative volte a migliorare la vita del singolo e delle comunità.” (il grassetto è per evidenziare)

Proseguendo nella lettura si scopre che ha, inoltre, il compito di “riforma della difesa”, di garantire “prosperità economica”, di essere attenta alle “questioni ambientali” e di favorire il “rispetto dei diritti delluomo e delle libertà fondamentali. Nella seconda pagina, al sottotema Come lavoriamosi precisa che i ministri degli esteri degli Stati partecipanti allOSCE si riuniscono annualmente in un Consiglio dei ministri dove sottopongono ad esame le attività svolte dallOSCE e definiscono gli orientamenti generali dellOrganizzazione, poco più avanti si legge che:

“Il dialogo costante e i negoziati continuativi si svolgono a Vienna, dove gli ambasciatori degli Stati partecipanti e dei Partners per la cooperazione si riuniscono settimanalmente nel Consiglio permanente, il principale organo politico decisionale dell’OSCE, e nel Foro di cooperazione per la sicurezza, in seno al quale gli Stati partecipanti adottano decisioni concernenti gli aspetti militari della sicurezza nell’area dell’OSCE, con particolare riguardo alle misure di rafforzamento della fiducia e della sicurezza.” 

Mi è sembrato alquanto strano, data la chiara natura politica dell’OSCE e i suoi scopi prettamente politici (svolti anche a mezzo del controllo degli armamenti), molti dei quali contrari ai chiari principi cristiani, riscontrare che a tali congressi sono presenti con una certa regolarità alcuni fratelli responsabili che rappresentano almeno parte dell’Organizzazione di Geova. Mi riferisco (per quanto sono riuscito a trovare) ai seguenti eventi:

17 settembre 2004: presente la “The European Association of Jehovah’s Christian Witnesses”, nelle persone di Marcell Gillet, Paul Gillies e Luca Toffoli;
8 e 9 giugno 2005: presente la “The European Association of Jehovah’s Christian Witnesses”, nelle persone di Paul Gillies e Marcell Gillet;

13 ottobre 2006: presente la “Association cultuelle des Temoins de Jehovah (11 rue de Seine; 92100 Boulogne Billancourt; France)”, nella persona di Jean-Claude Pons, la “European Association of Jehovah’s Christian Witnesses (Rue d’Argile, 60; B-1950 Kraainem; Belgium)” nelle persone di Marcell Gillet e Paul Gillies, la “European Association of Jehovah’s Christian Witnesses (IBSA House, The Ridgeway; London NW7 1RN; United Kingdom)” nella persona di Luca Toffoli e la “Office of General Counsel for Jehovah’s Witnesses (100 Watchtower Drive; Patterson, NY 12563; U.S.A.)” nella persona di Gregory Allen;
5 ottobre 2007: presente la “Administrative Centre of Jehovah’s Witnesses, Russia (ul. Srednyaya, bldg. 6, pos. Solnechnoye; 197739 St. Petersburg; Russian Federation)” nella persona di Sergey Cherepanov, la “European Association of Jehovah’s Christian Witnesses (Rue d’Argile, 60; B-1950 Kraainem; Belgium)” nelle persone di Marcell Gillet e Paul Gillies, la “European Association of Jehovah’s Christian Witnesses (IBSA House, The Ridgeway; London NW7 1RN; United Kingdom)” nella persona di Marc Hansen e la “Office of General Counsel for Jehovah’s Witnesses (100 Watchtower Drive; Patterson, NY 12563; U.S.A.)” nella persona di Gregory Allen;
1 ottobre 2012: alle ore 10.00 è registrata la presenza della “Administrative Centre of Jehovah’s Witnesses in Russia, Religious Freedom Concerns in Russia”, della “Armenia, Statement in the Exercise of the Right of Reply to the European Association of Jehovah’s Christian Witnesses” e altre.

Mi ha turbato molto immaginare i miei fratelli seduti ad un tavolo come quello fotografato in occasione dell’ultimo evento della lista, visibile al link http://www.osce.org/odihr/93976, sopra il quale spiccano una molteplicità di bandiere nazionali la quale presenza non lascia certo alla fantasia il compito di capire gli scopi basilari di quell’incontro e non riesco, in tutta sincerità, a comprendere il perché della nostra presenza.


Per cercare di capire meglio, ho fatto ricerche specifiche riguardo i fratelli partecipanti agli eventi summenzionati. Per quanto riguarda il fratello Gillies (che dal 2 novembre 2011 sembra essere il responsabile della succitata “International Bible Student Association”, IBSA) ho scoperto che nel 2001 è stato protagonista di uno scambio di mail alquanto controverse con il giornalista Stephen Bates del “The Guardian” riguardo ad un articolo, pubblicato sullo stesso “The Guardian” in data 8 ottobre 2001, relativo ad una presunta affiliazione come NGO della Watchtower Bible and Tract Society all’ONU. 

Quest’ultima notizia mi ha lasciato ancor più basito, soprattutto in virtù del fatto che tale associazione permaneva dal 1991 a tutto il 2001. Non certo della veracità di tale notizia, sempre conscio che “se navigando in Internet ci imbattessimo in notizie diffamatorie sull’organizzazione di Geova” (ibidem) dovremmo respingerle con decisione, ho cercato quali potessero essere gli eventi ai quali le NGO avrebbero potuto o dovuto partecipare in quel decennio per mantenerne lo status. Il più fuori luogo, secondo me, è stato quello avvenuto in Nicaragua dal 30 maggio al 1° aprile 2001, relativo alla giornata mondiale della salute, col tema “Safe Blood Starts With Me! Blood Saves Lives!”.


A questo riguardo, dal link http://apps.who.int/iris/bitstream/10665/67276/1/WHO_BCT_01.03.pdf (sito “World Healt Organization”, WHO) mi è stato possibile scaricare un opuscoletto nel quale a pag. 45, al sottotema “Second National Congress of Blood Banks”, si legge:
“Within the framework of World Health Day 2000, Nicaragua organized its Second National Congress of Blood Banks. [...] The objectives of the Congress were to ensure a better service for donors and for those in need of blood, using quality controls at every level to minimize risks. [...] Also invited were staff from hospitals, universities and clinics, and officials from the Ministry of Health, including the Minister, Members of the National Assembly, WHO and NGOs. Of particular note was the presence of Jehovah Witnesses at the event.” (il grassetto è per evidenziare)

L’altro mio dilemma è questo: malgrado sia già di per sé discutibile il fatto che l’Organizzazione di Geova sia stata una NGO attiva, come testimoniato anche dalla citazione precedente, perché era necessaria la nostra presenza ad un congresso il quale scopo dichiarato era quello di “assicurare un miglior servizio per i donatori e per coloro che hanno necessità di sangue”? In Atti 15:20, 29, non è forse chiaro il comando di astenersene?

È lodevole il fatto che si sia tornati sui propri passi e ci si sia dissociati dall’essere una NGO, ma perché è necessario collaborare con l’OSCE i quali interessi sono strettamente legati a quelli dell’ONU (vedi: http://europa.eu/rapid/press-release_IP-03-1449_it.htm, http://www.unric.org/it/attualita/27315-losce- promette-di-rafforzare-la-cooperazione-con-le-nazioni-unite)?

In seguito, purtroppo, ho avuto occasione di leggere altre notizie che mi hanno altrettanto turbato. Mi riferisco, in particolare, all’articolo apparso sul “Corriere della Sera” il 23 maggio 2016 dal titolo “I Testimoni di Geova e i casi di pedofilia non denunciati”, reperibile anche on-line al link: http://www.corriere.it/video- articoli/2016/05/11/i-testimoni-geova-casi-pedofilia-non-denunciati/919c8e32-1794-11e6-aaf6- 1f69bf4270d2.shtml?refresh_ce-cp. Nell’articolo è dichiarato che il fratello Geoffrey Jackson, membro del Corpo Direttivo, è stato convocato a testimoniare nel corso di un’udienza, tenutasi in Australia la scorsa estate, relativa ad accuse mosse contro la Filiale australiana in merito a 1006 casi di pedofilia non denunciati alle Autorità (vi è anche un link che rimanda al video dell’udienza sottotitolato in italiano e postato su YouTube). Ovviamente, memore del fatto che potrebbero trattarsi di bugie e manipolazioni di apostati, sono andato a verificare personalmente sul sito della Commissione Reale Australiana (https://www.childabuseroyalcommission.gov.au/) e ho scoperto che il “caso 29” riguarda l’inchiesta della stessa commissione all’interno della Congregazione Cristiana dei Testimoni di Geova australiani (http://www.childabuseroyalcommission.gov.au/case-study/636f01a5-50db-4b59-a35e- a24ae07fb0ad/case-study-29,-july-2015,-sydney.aspx). 

A quell’indirizzo vi è una lista di trascrizioni di udienze a carico di nostri fratelli e a carico di vittime di questo reato. In particolare, il “giorno 155” riguarda la trascrizione dell’udienza del fratello Geoffrey Jackson, reperibile al link: http://www.childabuseroyalcommission.gov.au/downloadfile.ashx?guid=5d6d5636-001a-4e8e-84b2- 2d8338ec25fa&type=transcriptpdf&filename=Transcript-(Day-155)&fileextension=pdf

Ho letto e tradotto personalmente tutto il testo, proprio perché volevo essere sicuro che non fosse una lettura manipolata e ho trovato molte dichiarazioni, dello stesso fratello Jackson, che mi hanno non poco turbato. Di seguito ne vorrei esplicitare alcune (non sono state volutamente tradotte per non far dubitare sull’interpretazione del testo).

 Pagina 15937,righe da 29 a 38:
Q. Does the Governing Body, or do the members of the Governing Body - do you see yourselves

as modern-day disciples, the modern-day equivalent of Jesus’s disciples? A. We certainly hope to follow Jesus and be his disciples.
Q. And do you see yourselves as Jehovah God’s spokespeople on earth?
A. That I think would seem to be quite presumptuous to say that we are the only spokesperson

that God is using.

Dalla prima domanda comprendiamo che la successiva si riferisce esclusivamente al Corpo Direttivo, del quale la pubblica accusa chiede se si ritiene “portavoce di Dio sulla terra”. Secondo la “Torre di Guardia” del 15 luglio 2013, alle pagg. 22-23 par. 10 il Corpo Direttivo è lo Schiavo Fedele e Discreto, infatti viene detto:


Chi è, allora, lo schiavo fedele e discreto? Sulla falsariga del modello stabilito da Gesù (cioè nutrire molti per mezzo di pochi), lo schiavo è formato da un piccolo gruppo di fratelli unti che sono direttamente impegnati a preparare e dispensare cibo spirituale durante la presenza di Cristo. Nel corso degli ultimi giorni questi fratelli unti hanno prestato servizio insieme presso la sede mondiale. Negli ultimi decenni è stato il Corpo Direttivo dei Testimoni di Geova a formare lo schiavo. 

La definizione di “schiavo fedele e discreto” ed i suoi compiti, secondo la stessa rivista al par. 2, è:

Il cibo spirituale che riceviamo sempre al momento opportuno è la dimostrazione che Gesù, il Capo della congregazione, sta mantenendo la promessa di nutrirci. Di chi si serve per farlo? Quando espose il segno della sua presenza, Gesù disse che avrebbe impiegato “lo schiavo fedele e discreto” per dare “cibo a suo tempo” ai suoi domestici. (Leggi Matteo 24:45-47.) Lo schiavo fedele è il canale attraverso il quale Gesù sta cibando i suoi veri seguaci in questo tempo della fine. (il grassetto è per evidenziare)

Se, come si può vedere dalla rivista menzionata, il Corpo Direttivo è lo “schiavo fedele e discreto” ed è il mezzo tramite cui Gesù si serve per “nutrire” (e, ovviamente, si intendono istruzioni scritte e verbali), perché il fratello Jackson dichiara che “sembrerebbe essere abbastanza presuntuoso dire che siamo l’unico portavoce che Dio sta usando”? Dal contesto si comprende che quella fatta non è una dichiarazione ipotetica, infatti alle righe 39-41, egli dichiara:

[A.] The scriptures clearly show that someone can act in harmony with God’s spirit in giving comfort and help in the congregations.

Secondo lui, dunque, basterebbe dare conforto e aiuto nelle congregazioni per essere portavoce di Dio, ma questo contrasta decisamente con il “cibo spirituale” dichiarato nella “Torre di Guardia” citata prima. Perché questa incongruenza?

 Pagina 15984 ,righe da 6 a 29:


Q. Do you recognise, Mr Jackson - and in asking this question, let me make it clear, I’m not suggesting it is peculiar to the Jehovah’s Witness organisation, there are many, many organisations in this position - but do you accept that the Jehovah’s Witness organisation has a problem with child abuse amongst its members?
A. I accept that child abuse is a problem right throughout the community and it’s something that we’ve had to deal with as well.
Q. Do you accept that the manner in which your organisation has dealt with allegations of child sexual abuse has also presented problems?
A. There have been changes in policies over the last 20 or 30 years, where we’ve tried to address some of those problem areas, and by the fact that they have changed the policy would indicate that the original policies weren’t perfect.
Q. And you accept, of course, that your organisation, including people in positions of responsibility, like elders, is not immune from the problem of child sexual abuse?
A. That appears to be the case.

Il fratello Jackson ammette onestamente che la pedofilia è, ed è stato, un problema all’interno dell’organizzazione di Geova al pari di altre organizzazioni, e che tale problema non è stato gestito correttamente. Ma se questo è vero, perché il fratello Stephen Lett, durante l’adorazione mattutina (video rimosso da http://tv.jw.org/#video/VODProgramsEvents/pub-jwbmw_E_201502_5_VIDEO, ma reperibile al link: https://www.youtube.com/watch?v=7fqM4xkwimU), ha dichiarato:


“As an example, think about the apostate-driven lies and dishonesties that Jehovah’s organization is permissive toward pedophiles. I mean, that is ridiculous, isn’t it? [...] We reject outright such lies!”. 

Perché il fratello Jackson ammette il problema ed il fratello Lett lo nega bollandolo come una menzogna architettata dagli apostati? Perché non c’è accordo tra i membri del Corpo Direttivo? (vedi anche: https://www.revealnews.org/article/jehovahs-witness-leader-says-child-sex-abuse-claims-are-lies/

Perché il fratello Jackson, a seguito delle domande della pubblica accusa, ha più volte dichiarato evasivamente “that it is not my field” piuttosto che rispondere (pag. 15952 righe 30 e 47, pag. 15957 riga 2, pag. 15976 riga 28, pag. 15977 riga 2, pag. 15988 riga 40)? Essendo membro del Corpo Direttivo non dovrebbe essere informato di tutti i fatti? Non dovrebbe rispondere onestamente alle domande? Nell’osservare l’udienza mi ha scoraggiato ricordare Luca 21:12-15...
Ulteriori ricerche, nella stampa internazionale, mi hanno permesso di scoprire che il problema non è limitato “solo” ai 1006 casi trattati dalla Commissione Australiana per la sola Australia, ma è ben più esteso, comprendendo tutto il mondo. Sono venuto a conoscenza del fatto che anche negli Stati Uniti d’America sono state perse più cause relative a casi simili, il che ha portato allesborso di notevoli somme di denaro. Mi riferisco, a titolo di esempio non esaustivo, ai seguenti casi maggiori:

 Jose Lopez (http://www.nbcsandiego.com/news/local/135M-Awarded-to-Bible-Teacher-Gonzalo-
Campos-Alleged-Abuse-Victim-Jose-Lopez-281031832.html), nel qual caso si dovranno pagare 13,5 milioni di dollari di sanzione. In un articolo apparso il 24 aprile 2016 sul “San Diego Reader”, reperibile al link http://www.sandiegoreader.com/news/2016/apr/24/ticker-tough-build-jehovahs-witness-sex- abuse-case/# si rende noto che la suddetta sanzione è stata imposta alla “Watchtower Society” per essersi rifiutata di collaborare con la Corte fornendo i documenti richiesti (vedi anche http://www.sandiegouniontribune.com/news/2014/oct/31/jehovahs-witness-sex-abuse-judgment- lopez/?#article-copy). In particolare, esaminando i documenti processuali, ho letto che il fratello Gerrit Lösch, anch’egli membro del Corpo Direttivo, chiamato a testimoniare riguardo a questo caso specifico, si è rifiutato di presentarsi sostenendo per iscritto (pag. 2 riga 18 della dichiarazione giurata archiviata alla “Suprema Corte dello Stato della California” depositata il 5 febbraio 2014, di cui copia reperibile al link https://www.documentcloud.org/documents/2428458-img-921115847-0001.html):
“I do not answer to Watchtower”. E ancora, alla pag. 2 riga 21:
“Watchtower does not have, and never has had, any authority over me”.
Perché la società “Watchtower”, che ogni cristiano Testimone di Geova identifica come l’organizzazione di Dio, non ha autorità sul fratello Lösch? Perché il fratello Lösch non “risponde” all’organizzazione di Dio? Come può, allora, essere membro del Corpo Direttivo?
In seguito a ciò, il Giudice Joan Lewis della “San Diego Superior Court” che ha trattato il caso, nelle sue decisioni ha scritto per motivare ulteriormente la necessità della suddetta sanzione economica (https://www.revealnews.org/article/jehovahs-witnesses-can-hide-the-truth-in-court-to-protect- religion/):

“Watchtower’s actions or omissions were ‘reprehensible’ [...] The award of punitive damages against them will hopefully send a message to Watchtower and its managing agents, the governing body of the Jehovah’s Witnesses, that their handling of sex abuse cases within their congregation was absolutely reckless”.
In un altro e più recente articolo, apparso sul “San Diego Reader” il 24 giugno 2016 (http://www.sandiegoreader.com/news/2016/jun/24/ticker-judge-sanctions-jehovahs-witnesses/), si possono leggere le ulteriori decisioni in merito del Giudice Strauss:

“By the time of the hearing on the motion for sanctions, it will have been over a year since the initial order and almost three months since the [referee’s recommendation] was adopted. In the period since [...] Watchtower has shown no effort or willingness to comply with the discovery order. Based upon the history in this case and Watchtower’s statements [...] the court finds that Watchtower’s failure to comply is willful [...] Watchtower clearly has control over the documents it has already produced and could revise the redactions with regard to those documents. This is obviously and clearly within the scope of Watchtower’s powers which it chooses not to exercise. Continuing to repeat its prior unsuccessful arguments in opposition to the discovery order further illustrates Watchtower’s obstinacy in compliance”. 


Tali decisioni comprendono il pagamento di una multa di 4000 dollari al giorno per ogni giorno di ritardo per il quale la Società “Watchtower” si rifiuterà di produrre la documentazione richiesta. Interessante, a questo proposito, il pensiero della “Torre di Guardia” del 15 aprile 2012 a pag. 32:
Gesù esortò i suoi ascoltatori a prestare servizio non per un miglio ma per due. (Matt. 5:41) Cosa intendeva dire?
Nell’Israele dell’epoca, che si trovava sotto la dominazione romana, una persona poteva essere costretta dalle autorità a prestare un determinato servizio. Esortando i suoi ascoltatori a prestare servizio non per un miglio ma per due, Gesù li invitò a svolgere senza risentirsi servizi che le autorità potevano legittimamente richiedere. (il grassetto è per evidenziare)


Così, anche quanto dichiarato nella “Torre di Guardia” del 1° aprile 2012 a pag. 9:

Nel suo famoso Sermone del Monte Gesù rivolse questa esortazione: “Se qualcuno che ha autorità ti costringe a prestare servizio per un miglio, va con lui per due miglia”. (Matteo 5:41) L’uditorio di Gesù probabilmente riconosceva in queste parole un riferimento al servizio obbligatorio che un’autorità poteva esigere dai cittadini.
Nel I secolo Israele era occupato dai romani. Questi non esitavano a costringere al lavoro uomini o animali, né a requisire qualsiasi cosa considerassero necessaria per accelerare gli affari pubblici. Ad esempio i soldati romani obbligarono Simone di Cirene a portare il palo di tortura di Gesù fino al luogo dell’esecuzione. (Matteo 27:32) Tali imposizioni erano oppressive, assai impopolari e fortemente odiate dagli ebrei.
[...] Quindi, esortando i suoi ascoltatori a prestare servizio non per un miglio ma per due, Gesù stava dicendo loro di svolgere i servizi legittimamente richiesti dalle autorità senza risentirsi. — Marco 12:17. (il grassetto è per evidenziare)
O, ancora, la “Torre di Guardia” del 15 marzo 2008, pag. 5 par. 13:
Nel Sermone del Monte, comunque, Gesù indicò che è necessario essere arrendevoli nei confronti dell’autorità: “Se uno vuole farti causa per impossessarsi della tua veste, lascia che ti prenda anche il mantello; e se qualcuno che ha autorità ti costringe a prestare servizio per un miglio, va con lui per due miglia”. (Matt. 5:40, 41)
 


 Candace Conti (https://www.theguardian.com/commentisfree/2015/mar/02/jehovahs-witnesses- silencing-techniques-child-abuse; https://www.revealnews.org/article/california-court-guts-child- abuse-ruling-against-jehovahs-witnesses/), dalla quale sono stati richiesti 28 milioni di dollari di danni (cifra successivamente pattuita e pagata: 2,8 milioni di dollari).
Tutto ciò premesso, mi chiedo: visto che ormai è innegabile che sono stati fatti dei danni che hanno portato all’esborso di enormi cifre, perché non informare di questo la fratellanza mondiale? Perché i fratelli sono costretti a scoprire da fonti terze queste gravi inadempienze? Non potrebbe questo portarli a dubitare dell’organizzazione di Geova? La vendita di Sale Assemblee, Sale del Regno, la riduzione dei costi nelle Filiali e ad ogni livello nell’organizzazione (ottenuta anche a mezzo della riduzione del personale), ha forse (anche solo in parte) a che fare con la necessità di rifondere i danni materiali e morali in questi casi noti e presenti in tutto il mondo?

Penso comprendiate quanto queste notizie (che conformemente ai consigli iniziali mi impegno a non diffondere) possano avermi turbato. Per questo motivo confido in una vostra pronta risposta che mi possa aiutare chiarendo la faccenda. Mi preme comunque rassicurarvi, sottolineando che la mia fede in Dio non è mai stata forte come ora, soprattutto grazie al fatto che, dalla scoperta di queste notizie, ho iniziato a dedicarmi con molto più zelo allo studio della Sua Parola. Ovviamente, immagino comprendiate anche che finché non riceverò una risposta esauriente a questi dubbi (data la gravità delle questioni sollevate), la mia coscienza addestrata secondo le Scritture mi impone, almeno provvisoriamente, di sospendere qualunque mia attività collegata alla “Watch Tower Bible and Tract Society” o ad altre associazioni ad essa connesse, pur desiderando in ogni caso rimanere un Testimone di Geova ed avere la Sua approvazione. Di quest’ultimo fatto il corpo degli anziani della mia congregazione (􏰀􏰀􏰀􏰀􏰀􏰀􏰀􏰀􏰀, in provincia di 􏰀􏰀􏰀􏰀􏰀􏰀) è già informato, anche a mezzo della consegna di una copia di questa lettera.
Conscio dell’impegno che continuate a profondere per salvaguardare la nostra spiritualità, vorrei cogliere quest’occasione per porgervi i miei più affettuosi e fraterni saluti.







Ecco la risposta della Betel:




Caro fratello,

Rispondiamo alla tua lettera datata 7 luglio 2016, con la quale esponi una serie di perplessità e dubbi circa questioni delicate alle quali vorresti una chiara risposta.

Apprezziamo la fiducia che mostri chiedendo alla filiale guida e direttiva in merito a situazioni come quella che hai descritto. Al momento, ti suggeriamo di parlare con gli anziani della tua congregazione che potranno analizzare il problema. Inoltre potrai avvalerti dell’esperienza e dei suggerimenti forniti dal tuo sorvegliante di circoscrizione, il fratello ******** che ci legge in copia, parlandone con lui in occasione della sua visita alla congregazione.

Lieti di aver corrisposto con te, cogliamo l’occasione per inviarti i nostri affettuosi saluti fraterni

Congregazione Cristiana dei Testimoni di Geova

























Stai leggendo questa pagina da un cellulare?





indirizzo email dell'amministratore del blog:


81 commenti:

  1. è già tanto che abbiano risposto...inoltre visto che hanno sicuramente inoltrato la lettera agli anziani e al CO, il fratello che ha scritto sarà marcato a vista e presumibilmente sarà aperta su di lui un'indagine volta a trovare qualche pecca nella sua vita, in modo da poterlo additare come disordinato e poco ubbidiente alla direttiva...naturalmente a sua insaputa...
    funziona così.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lelvira condivido, il modus operandi della WT, Il non esporsi direttamente nelle missive di cui si chiede parere, ed essi sbolognano la patata bollente a cascata a chi di dovere ...
      poi questo "ci legge in copia", mi fa sorridere, della serie, hai scritto una cappellata, scavalcando i tuoi anziani, ne informiamo i tuoi superiori: i tuoi anziani e il tuo sorvegliante. Che appena ti vedono in sala, ti chiameranno nella saletta, ed aspettati una lavata di testa, e cospargiti di cenere il capo x umiliarti, x aver osato scavalcarli!! Considerati "preoccupato" (gergo militare! Boccea e Sora docet). Risultato quindi sarai oggetto delle prossime riunioni degli anziani ...
      Ma nessuno che risponda nel merito alle tue domande!!

      Elimina
  2. Salve, cosa dire? Mi vergogno d’aver fatto perte di questa organizzazione. Dovrei chiedere scusa a tutte quelle persone alle quali credendo in buona fede di portare verità invece ho portato menzogne e dolore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi chiedo ,in questi due anni al fratello che cosa è successo?

      Elimina
    2. se ha un bel paio di palle, penso che stia ancora sulla graticola ...

      Elimina
    3. Personalmente ho agito in modo simile.
      La risposta ricevuta era uguale.
      Qaundo vidi l'inchiostro verde mi venne in mente quanto lessi in alcuni trattati di massoneria come quell'inchiostro fosse significativo in merito all'eliminazione della persona che lo riceveva. Ironica la cosa, vero?

      Sono rimasto vigile sapendo che avrebbero agito localmente da traditori e infatti com molta nonchalance mi sono svincolato da trappole anche di portata illegale come enl caso del Presidente dell'Associazione che voleva firmassi al suo posto il ritiro di una lettera di diffida di un legale all'ufficio postale nonostante avesse la sua elite prediletta pr tale ritiro.
      Ovviamente rifiutai e fui contento di farmi molti km per portargliela a lavoro e riportarla all'ufficio postale con la sua delega.
      Sono stato minacciato in modo velato citandomi indirettamente casi come Cucchi, Uva ecc o che mi stavo mettendo contro 'i pesci grossi'.
      Non ho mai abbassato la testa ed hanno dovuto retrocedere. Sapete quando dopo anni e situazioni inspiegabili eviti di prendere da determinate persone anche soltanto un caffè come Papa Luciani o quello famoso di Sindona?
      Sbadatamente il SdS dimenticò la sua cartellina nella mia auto e me ne accorsi quando in una curva mi ritrovai i fogli caduti sotto ai sedili e raccogliendoli vidi il mio nome e una delle trappole che avrebbero voluto farmi rimanendo però a bocca asciutta.

      Basta poco per abbassare la guardia perchè i volponi utilizzerebbero pure una vecchietta dic ui non sospetti nulla per sporcarti la fedina penale e spirituale.
      Io ne sono uscito indenne allontanandomi di mia spontanea volontà da quella gabbia di matti e temono qualsiasi affronto infatti non hanno il coraggio nemmeno di venire a citofonarmi.
      Quello che è rimasto loro è il giochetto puerile dei social dove ti chiedono amicizie fake con immagini sconcie o con finti profili di donne separate che come ben sapete flirtare con una di esse equivale a una colpa dichiarata poichè le stesse non sono divorziate. Basta qualche piccola ricerca tramite la mail di iscrizione o il numero di telefono utilizzato per recuperare i dati per capire chi c'è dietro. Bloccati senza pietà.

      Se vi va di divertirvi per raccogliere prove certe come ho fatto io mettetevi alla prova ma attenzione che basta poco per rimanere fregati.

      La mia più grande soddisfazione è aver lasciato loro l'amaro in bocca. Temono anche la predicazione del mio territorio rimasto scoperto da quasi un anno per la gioia del mio quartiere.

      Elimina
    4. Jack come ti capisco!
      Ma alla fine mi viene da ridere...io sto serena davvero, loro sono ancora nella loro paranoia...

      a proposito, ricordate quell'anziano che doveva ad Equitalia 6 milioni di euro? Ora gliene deve 11, secondo i giornali; in qualche articolo viene associato a banche e gente come Zonin e alle disavventure del Vicenza Calcio.
      Beh, domenica ha tenuto la W.
      E i fratelli hanno paura perfino a dire di aver letto la notizia sul giornale.

      Elimina
    5. Buonasera JackReacher. Leggendo la tua esperienza sono rimasto senza parole....Questa istituzione editoriale finanziaria vestita coi panni del cristianesimo va allontanata dalla vita di tutte le persone oneste!!!

      Elimina
    6. @lelvira: ma veramente è ancora anziano il M.T.? Io ho letto l'articolo dove vengono chiesti 58 milioni di risarcimento a certe società dove lui compare, ho fatto veramente fatica a capire tutte quelle aperte, se fallite e ricreate, Jolly Pulizie, Helyos srl (fallita) Helyos SPA, Unilabor, Calabria Servizi srl. Si legge che detiene tramite Unilabor Scarl il 3,78 % delle quote Vicenza Calcio SPA. Una volta chi falliva era un fallito, oggi non mancano i furbetti che evitano così di pagare i debiti coi fornitori e gli stipendi arretrati più il TFR ai dipendenti, e riaprono con un altro nome. Non risulta che M.T. abbia commesso reati, però mi ricordo che tra i requisiti per essere anziano bisognava essere esemplari, rispettati in quanto a condotta eccellente. Questo ha firmato appalti per le pulizie dentro le caserme dell'esecito e della polizia, mentre ai semplici proclamatori basta lavorare in una tabaccheria o organizzare tornei di calcetto per finire con l'essere ripresi.

      Elimina
    7. @ lelvira

      Ah, il padrone sfruttatore Taglialegne! La Unilabor nel 2015 doveva gli stipendi a 30 dipendenti per la pulizia al Comune di Bressanone. Uno dei tanti casi di questo gruppo.
      La Unilabor con il suo circuito di controllate era un buon competitor nella giungla dell’appalto al ribasso: cioè i costi in meno erano pagati dai lavoratori e dal loro monte ore gratuito.
      Persino la Cisl s’era pubblicamente lamentata: 500 € al mese, tutto compreso….E qualche licenziamento politico…..Nè parlò anche Il Fatto Quotidiano a suo tempo.

      Ma si sa: basta una preghiera a Geova, una bella rappresentazione con le parti del teatrino WTS e la coscienza è pulita. In questo caso il “Creatore” salvifico fa la parte di un netturbino celeste.
      Il Taglialegne, però, i soldi sulla pelle dei dipendenti e della spesa pubblica (appalto con gli enti locali) se li è fatti e se li tiene stretti.

      Una delle società del gruppo Taglialegne è (era?) proprietaria anche di VicenzaPiù che esaltava il Nostro come un star.

      Se non ricordo male la Helyos (non ricordo se come coop o come Spa) aveva oltre 2000 dipendenti con attività anche in Albania e Romania. Ovvero: con il perdono di Geova dove si può sfruttare di più gli uomini!

      Elimina
    8. complottista, non solo è anziano, ma i fratelli non si permettono nemmeno di far sapere in giro che hanno letto l'articolo sul giornale, pena mobbing da parte della sua potente famiglia...

      Elimina
    9. E aggiungo una cosa Complottista; di tutta la sua famiglia lui è il migliore.

      Elimina
    10. Seguendo questo commento Lelvira mi vengono in mente coloro i quali si riducono l'orario di lavoro per il ministero e hanno una vita semplice senza attaccarsi alle cose materiali....ma la favola del pescatore che lavorava q.b. evidentemente non è arrivata in quel posto....poi alla fine gli diceva quello con la mente imprenditoriale alla fine arrivi a lavorare solo mezza giornata e l'altro ma io ......il bello è che quando sentono queste storielle ridicole dal podio i tdg si emozionano fino a piangere in taluni casi.

      Elimina
  3. Mi meraviglio di come ci siano ancora persone che scrivono alle filiali in cerca di risposte. Ormai, con tutte le esperienze a disposizione sul Web, il modus operandi dovrebbe essere chiaro. Tanto vale scrivere semplicemente scrivere una lettera di dissociazione, ci si risparmia il calvario che porterà all'inevitabile.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perchè ti meravigli Victor?
      Se parliamo che all'interno dell'organizzazione si è ciechi come fai a meravigliarti?
      In secondo luogo quando sei un tdg convinto e scopri determinate cose pensi sempre con quella testa (cioè con la loro) credi che scrivendo una lettera qualcuno potrebbe dirti a bravo apprezziamo il tuo coraggio adesso indagheremo e ti faremo sapere.
      Sono solamente dei farabutti e il bello che una volta dentro si crede veramente di essere con Dio.
      Non è assurdo sentire che non si deve fumare e poi questa organizzazione è stata (non so la situazione tutt'ora) tra i soci della Philip Morris?
      Come mai in alcune situazioni ti rispondono che in ogni luogo ognuno agisce con la propria coscienza.
      Il punto lettere a parte è che quando decidi di andare via devi scrivere una lettera e dissociarti non esiste una via di mezzo.

      Elimina
  4. @Victor
    @Teresa

    Chi ha scritto la lettera riportata nel post, 2 anni fa ancora frequentava, oggi è inattivo sia lui, che moglie e figli.... e scrive ogni tanto in questo blog.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie John, spero sia inattivo per problemi di parentela.Perchè credo abbia capito della falsità di questa organizzazione.Auguri sinceri,che possa spezzare le catene con meno danni possibili.

      Elimina
  5. Il titolo del post dovrebbe essere "come NON risponde un ufficio Betel" :D :D :D

    RispondiElimina
  6. x Lettera alla bethel
    In tutti questi anni di appartenenza alla wt di una cosa mi sono accorto sia per motivi , chiarimenti personali che di quelli di altri fratelli, che il modus operandi è sempre lo stesso , quello di parlarne con gli anziani , col CO ecc, una domanda me la sono fatta e mi sono anche dato una risposta, perchè così facendo loro fanno come Pilato, la patata bollente la passano , ma sopratutto , che così facendo non rimane niente di scritto, stessa cosa dicasi delle registrazioni di discorsi, perchè non le si possono fare? una volta si facevano, ora sono Tabù.
    Perchè? stesso motivo, quindi le cose scritte e dette dalla WT, sono ben ponderate, passate al vaglio, ma a volte si sa il diavolo fa le pentole , ma non i coperchi ed ecco che anche nelle WT si trovano argomenti che forse non volevano svelare.
    Al di la di tutto, grazie a fratelli come questo che si è preso la briga di ben documentarsi, io mi aspettavo che nel niente della risposta, avessero scritto che avrebbe dovuto non fare quelle ricerche.

    RispondiElimina
  7. Signori questa è l'organizzazione che dispensa acque di vita, parole di saggezza, verità bibliche, la luce nel mondo... questa è l'organizzazione che si prende cura dei giusti seguaci di cristo... l'unica approvata da dio...


    venghino signori venghino.... :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Venghino signori venghino. Per soli 30 centesimi a bottiglia abbiamo l'elisir che fa passare tutti i mali e mi venga uno sbocco di sangue (lasciami lavorare ragazzo) se questo non è vero.

      Ahahahahahah. Ne esistevano di tipi così nel Far West, ma anche oggi. E tutti a far Sì con la testa. - Simon Pietro

      Elimina
  8. Salve, il fatto che rispondano o meno è relativo, molti hanno letto quello che è scritto nel post, documentando in modo ineccepibile fatti e non chiacchiere.
    Io ho letto, ho verificato e tutto è stato confermato, pertanto traggo le mie conclusioni assumendone la responsabilità delle mie decisioni.
    Grazie a chi ha scritto la lettera riportata nel post.

    RispondiElimina
  9. Purtroppo mi convinco sempre di più che " lo schiavo fedele e discreto" sia diventato " lo schiavo malvagio" cosi come descritto nei versetti da 48 a 51 del cap.24 di Matteo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. O forse non è mai stato "lo schiavo fedele e discreto".

      O, meglio ancora, quella è solo una parabola (come tutte le altre del contesto) e non c'è letteralmente uno "schiavo fedele e discreto" da cui dipendere.

      Elimina
    2. Non sono ne uno ne l altro ma solo dei ciarlatani come tanti altri... ....dargli dello schiavo malvagio alla fine la userebbero a loro vantaggio ....perchè sono talmente FALSI e MESCHINI che la girerebbero con l apostasia al loro interno .. LORO SONO IL NULLA ASSOLUTO.

      Elimina
    3. Ben detto Riflessivo,il nulla mescolato con il niente

      Elimina
  10. Anziano inattivo18 luglio 2018 12:55

    Il Mio totale appoggio a chi a scritto la lettera ben documentata e vera, i codardi del Corpo Direttivo sfuggono dinnanzi alla verità e non hanno il coraggio di dare spiegazioni, e lasciano che sguinzagliatati i loro sorveglianti che sono li a tutelare non gli interessi di Cristo e delle pecore di Geova ma quelli di una multinazionale.

    RispondiElimina
  11. Ex anziano riflessivo18 luglio 2018 13:05

    Personalmente non ho mai scritto alla betel, ho parlato direttamente col viaggiante di alcune mie perplessità in merito a ciò che il cd aveva scritto in una lettera indirizzata a tutti i corpi degli anziani del mondo. In questa lettera datata dicembre 2017 si avvertiva di non prestare attenzione alle notizie divulgate dai mass media circa cose che tendevano a diffamare la società tg.
    Al riguardo feci notare al "caro" sorvegliante che era esagerato considerare inattendibili notizie presentate da testate giornalistiche conosciute a livello mondiale e che la stessa società menziona spesso nelle sue pubblicazioni.
    Il tragico risultato di questa mia richiesta di delucidazioni al sorvegliante è stata la rimozione, di lì a poco, dall'incarico di anziano.
    Ovviamente fu trovato un subdolo cavillo per rimuovermi.
    Tutto questo mi fa immaginare il malcapitato fratello che per aver chiesto lecite spiegazioni direttamente alla "casa madre" se la passerà molto male

    RispondiElimina
    Risposte
    1. EX anziano....e cosa ti potevi aspettare da uno che ha fatto della sua carriera da sorvegliante il suo lavoro ...quello oramai morirà facendosi mantenere dal suo vitellone d oro WT..mettere in discussione la WT significa per quei mantenuti ..trovarsi nella MERDA fino al COLLO ad una certa età ....almeno che uno ami talmente tanto LA GIUSTIZIA e LA VERITA fino al punto di rimetterci come persona.

      Elimina
    2. è proprio vero, finché continui a dimostrarti pecorella, verrai tosata fino alla morte, appena inizi a ragionare e a dimostrare che vorresti risposte chiare a domande specifiche, divieni pericoloso. Rimasi stupito quando un anziano mi parafrasò che "condotta dissoluta" può essere adoperato su fratelli o sorelle che sconfinano ripetutamente su siti o blog che nulla hanno a che fare con sesso e dintorni! TI RIGIRANO LA FRITTATA E TE LO METTONO SEMPRE IN QUEL POSTO! E devi rispondere pure come Fantozzi: COME E' UMANO LEI!!

      Elimina
  12. Mentre il fratello della lettera si chiede perché l'organizzazione non si mostri neutrale, nell'ultimo video di Geoffrey Jackson. "Neutralità, perché così importante?" si spiega che il primo fattore che corrode la neutralità è prestare attenzione all'informazione, come sempre tutta falsa. Adesso la neutralità non si perde quando si prende una posizione ma con il semplicemente fatto di venire a sapere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao John, avrei bisogno di chiederti alcune informazioni su una lettera che intendo inviare alla congregazione alla quale appartenevo. Potresti farmi avere il tuo indirizzo email? Il mio lo conosci visto che sono iscritta alla community. Se invece fosse un problema stai tranquillo e grazie comunque! A proposito di questo post: viva l'ipocrisia! Altro che sepolcri imbiancati i "signori" del CD.....

      Elimina
    2. Monica, il mio indirizzo e-mail è quello del blog che trovi alla fine degli ultimi articoli e inizia con tdgchiedono@.....

      Elimina
    3. Ok, grazie, non lo vedevo perché accedendo da telefono cellulare non si visualizza! Allora in questi giorni ti scrivo. Grazie 1000 per il tempo che dedichi a tutti noi, con costanza e grande professionalità. A chi volesse "svegliarsi" stai rendendo un gran servizio.

      Elimina
    4. a beneficio di tutti, l'indirizzo email del blog si vede in fondo ad ogni articolo degli ultimi mesi, anche da cellulare.

      Poco dopo il banner pubblicitario e prima dei commenti

      Elimina
  13. I miei complimenti più sentiti all'autore della lettera!

    RispondiElimina
  14. Dunque il Gesù il quello in cui tanto credono ..non era neutrale....perchè si doveva fare i fatti suoi, invece di andare a rompere le scatole ai farisei.

    RispondiElimina
  15. credo che il fratello che ha scritto quella lettera l'abbia fatto con la consapevolezza di affrontarne poi tutte le conseguenze. Forse il suo obiettivo era quello di smascherarli quasi a viso aperto, e l'unico modo era quello di porsi come ha fatto. Indirettamente é come se avesse detto loro: Siete sulla bocca di tutti falsoni che siete!!!! Il resto penso lo sapesse come poi sarebbe andata.....con diplomazia li ha smerdiati...Bravo e complimenti!

    RispondiElimina
  16. Anch'io scrissi alla Betel diversi anni fa per denunciare una situazione da Codice Penale.
    C'erano 3 testimoni del fatto e gli anziani non volevano agire.
    Scrissi alla Betel e mi risposero che ero un PETTEGOLO. Poi gli anziani contattati dalla Betel mi umiliarono oltre ogni misura. Io abbassai la testa ma cominciò per me un processo che mi portò ad allontanarmi lentamente da quella associazione malandrina.
    Alcuni pensano che sia la loro congregazione a non funzionare, però scrivendo alla Betel si può capire che il problema è più esteso e più grave. Quindi è positivo!

    RispondiElimina
  17. Complimenti all’autore della stupenda lettera, e grazie a John per rendere nota questa vicenda.
    Scrivere certe lettere circostanziate mette in chiaro le cose e fa capire chi realmente ha gli attributi!
    Non abbiate mai timore di esprimervi su cose che in coscienza volete puntualizzare. Ve lo dico per esperienza diretta personale.

    RispondiElimina
  18. Ma poi mi chiedo ...quegli magnifici 8 che ogni tanto si riuniscono in quel stanzino pieno di spirito santo.......in questi tempi cosa si racconteranno fra di loro ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro riflessivo, c'è davvero di che riflettere, La TG 2/2017 pag 26 ammettono che non sono ispirati e che Gesù non ha mai detto che lo schiavo avrebbe sempre dato cibo perfetto, il che già fare una simile affermazione mi pare una grossa bestialità, l'avessimo fatta noi ci avrebbero già messo nel "tartaro" poi però ammettano di essere guidati , secondo me nello stanzino ci devono avere un bel vino di quello buono bello fresco che va giù da se così che dopo un pò sono ripieni dello spirito
      DI VINO,
      Buona giornata a tutti, per quel ch si può, senza amareggiarci troppo.

      Elimina
    2. mi è sfuggito il nik, lo rimetto non n ma

      Elimina
    3. Berranno quel vino californiano che pare che sia di ottima qualità.....dovrebbe avere sui 14 gradi ...molto meno del whisky di rutheford.

      Elimina
    4. Non penseremo mica che gli otto porcellini 🐷 scrivano gli articoli ... se ne occupa un ufficio apposito ... ogni tanto fanno copia e incolla a rotazione degli argomenti.... il,più del tempo pensano a come investire vendere guadagnare e seguire le finanze... i fantastici otto sono burattini in mano a chissà chi dietro e gli preparono parti scritti per la tv ecc... dalle discordanti opinioni video,emerge che non si consultano nemmeno tra di loro... sono solo rappresentanti ovvero figurine

      Elimina
    5. Ma nemmeno loro sanno chi ci sta dietro ..ci sono TW che contraddiscono altre TW ..non ci si capisce nulla ... inoltre tra fila dei disegnatori ce chi a che fare con l occultismo che è la parte nascosta di questa società TW.. vedi i messaggi subliminali ....il CD è solo una figura SIMBOLICA ..ha le stesse funzioni del PAPA ...il potere finanziario viene gestito da ben altra gente, che fanno lo stesso lavoro di chi è in vaticano.

      Elimina
  19. Cosa volete che facciano hanno tenuto nascosto tutto volete che informino i fratelli che non sanno queste cose non sia mai perderebbero credibilità tanti fratelli aprirebbero gli occhi e soprattutto perderebbero le contribuzioni a loro interessa questo non fare sapere la verità di tutto quello che succede

    RispondiElimina
  20. Sistema omertoso, mafioso,intimidatorio riflesso della politica velenosa di malvagi furbacchioni predatori di anime: i lor signori fratelli di..... lasciamo stare!

    RispondiElimina
  21. Ormai la situazione gli è sfuggita di mano. Tutto questo grazie ad internet che ci permette di essere informati in qualsiasi parte del mondo riguardo alle loro malefatte.

    RispondiElimina
  22. Anonimo 1907 (nick assegnato)19 luglio 2018 15:39

    Per quanto d'accordo con il contenuto della lettera sono rimasto colpito dalla preveggenza di colui che ha scritto. Nel luglio 2016 è riuscito a prevedere le sanzioni 4000$ al giorno con un anno di anticipo.😂

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma io dico, lo sforzo di aprire i link lo fate? Più documentato di così: http://www.sandiegoreader.com/news/2016/jun/24/ticker-judge-sanctions-jehovahs-witnesses/

      Giugno 2016!

      Non dite cose a vanvera, documentatevi!

      Elimina
    2. Sarà una deformazione professionale Dirk Gentile! Non so se anonimo 1907 sia un "fratello", un inattivo o che altro, ma il suo commento fa capire quanto tra i tdg sia poco diffusa l'abitudine al confronto è ad andare a fondo Delle cose. Ci si accontenta di arrivare al punto in cui le cose collimano perfettamente con ciò che si vuole sentire. Il resto e roba da apostati e zampino di Satana.... Scusa Anonimo, nulla di personale, solo un rimarcare un certo tipo di mentalità che tiene in gabbia molti di coloro che appartengono a questa organizzazione.

      Elimina
    3. Anonimo 1907 (nick assegnato)19 luglio 2018 18:35


      Chiedo scusa...chissà perché mi ricordavo ke fosse successo il giugno del 2017.... mea culpa😂

      Elimina
  23. Buonasera a tutti Ho letto per ben due volte questa lettera è nel leggerla Noto che in me sfocia solo tanta tristezza In quanto si chiede risposta ma chi dovrebbe darla fa un passamano coloro che dovrebbero aiutare non riescono in quando hanno paura di rispondere e se ne lavano le mani come Ponzio Pilato triste a dirsi gli anni trascorsi in questa organizzazione ha dato in parte felicità Ma negli ultimi anni si è dimostrata solo un miraggio perché essi pronunciano profezie ma li mutano a loro piacere trasformando ogni cosa in Nuova Luce gli annullando tutto ciò che per anni ci hanno fatto divulgare come verità assoluta 30 anni della mia vita trascorsi lì dentro servendo il lungo e il largo come pioniere regolare ma adesso ho capito che ho solo sprecato il mio tempo a insegnare comandi di uomini come dottrina ora come socio dimissionario ho Nel gergo da loro usato Testimoni di Geova inattivo mi reputo Libero di vivere la mia vita secondo i sani principi ma non secondo le regole questi 8 membri al potere vogliono che i singoli individui seguono Ma che devono seguire senza avere risposte concrete ma accettare senza indugio qualsiasi loro decisione Ora vi saluto con affetto Il dimissionario

    RispondiElimina
  24. Io personalmente scrissi una lettera oramai due anni orsono e dopo circa 3 mesi mi risposero e la risposta non fu cosi breve, anzi molto articolata cpn tanto di allegati che riguardavano delle opere scritte da un sociologo. Questo perché nella lettera che scrissi io feci delle obiezioni che in realtà loro conoscevano perché provenivano da siti apostati. Quindi immediatamente mi dissero che io avevo solo fatto un copia incolla da materiale apostata( questa fu la prima cosa che dissero anziché rispondermi subito nel merito) poi iniziarono a rispondere alle mie domande anche se manipolarono le mie affermazioni dicendo qualcosa che io nella lettera precedente non avevo mai scritto. Infine sulla questione della pedofilia mi dissero che io avevo fatto affidamento a fonti inattendibili e faziose perché i casi che erano finiti davanti alla commissione in australia erano solo 2 e non 1000, cosa ovviamente falsa perché i documenti parlano di 1006 presunti casi e, se questi non sono finiti davanti alla commissione è solo perché sarebbero abusi vecchi anche di 50 anni, magari le vittime sono morte o non vogliono testimoniare o semplicemente sono irreperibili. Quindi in effetti quando ho letto questa risposta mi sono meravigliato.

    RispondiElimina
  25. Ma che strana questa organizzazione ...loro ti dicono che ci sono 40000 disassociati al anno quasi tutti per immoralità sessuale, citano questi numeri perchè devono far vedere che sono seri con la disciplina ...e poi però ti dicono che ci sono stati solo 2 abusi per pedofilia CHE SONO TUTTE FALSITA DEGLI APOSTATI... ma loro lo hanno capito che gli apostati ( come li chiamano loro ) accusano l organizzazione per le loro procedure OMERTOSE e non tanto perchè ce il problema della pedofilia nel organizzazione ? visto che la pedofilia è una piaga sociale ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tanto tempo fa un certo Gesù di Nazaret raccontò la storiella di un pastore che smarrisce una pecora e non vedendola insieme alle altre, lascia prontamente il gregge per andare a cercarla.

      Tralasciando per un attimo la figura del pastore in senso religioso, che è una costruzione teologica successiva, un giorno chiesi ad un pastore vero e che fin da bambino pascola le pecore: "che cosa ne pensava, di un pastore che rientrando a casa, si accorgesse che gli manca una pecora e non lasciasse tutto per uscire subito a cercarla?!

      Egli non impiegò neanche mezzo secondo a rispondermi e con tono rabbioso disse queste testuali parole: "è meglio che si leghi una pietra al collo e si butti a mare!".

      Allora io dico...ma un "pastore" che smarrisce, non una ma 40'000 pecore OGNI ANNO, con quale faccia tosta osa definirsi pastore!!! ....Altro che pietra al collo!!!

      Elimina
  26. Io scrissi una letterina alla betel qualche anno fa e devo dire che dopo cercarono di contattarmi in tutti i modi, un anziano scocciato mi disse "dagli sti documenti così non ci chiamano più". Avevo scritto semplicemente quale permesso avevano ricevuto per trattare i miei dati personali. Volevano quindi le fotocopie dei miei documenti, da ottusangolo mi chiedo: vi devo far sbirciare pure tra miei documenti??? Stranamente non hanno annunciato pubblicamente la mia dipartita, evidentemente in questi casi il costo di un'eventuale querela ha più valore di un principio biblico riadattato alle loro esigenze.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gli avvocati costano ..ma danno pure grosse soddisfazioni ...con me non la scapperebbero ..SICURISSIMO !!

      Elimina
    2. Ciao, Ottusangolo.
      Ma in pratica che avresti dovuto fare nei confronti della Betel e degli anziani? E perché la filiale avrebbe dovuto chiamare ripetutamente gli anziani?
      Tu ti sei dimesso da socio aderente o ti sei dissociato ufficialmente?
      Il tuo è un caso molto interessante.
      Grazie per le risposte, e in bocca al lupo!

      Elimina
  27. La lettera era in realtà un prestampato ed eravamo in diversi più o meno nello stesso periodo a spedirla. Ciascuno naturalmente aggiungeva considerazioni personali ma nei punti fondamentali il contenuto rimaneva lo stesso. Credo che il "panico" in betel fu trovarsi improvvisamente molti di questi stampati. Evidentemente nei punti fondamentali era stata scritta da chi di legge se ne intende... In pratica oltre ai dati personali, si rigettavano come guida i 7 nani e si lasciava che fosse il Creatore a "decidere" se qualcuno fosse ancora o no un suo testimone. Incredibile a pensarci... ma almeno nei miei confronti sono stati tutti molto gentili. Davvero scioccante....

    RispondiElimina
  28. Ciao Ottusangolo, eppure altri fratelli che hanno deciso di comunicare di non voler più essere soci aderenti sono stati considerati dei dissociati.
    Anch'io stavo quasi per spedire un simile prestampato, ma poi ho deciso di tagliare corto scrivendo la lettera di dissociazione.
    Chissà cosa sarebbe successo se gli avessi inviato il modulo prestampato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nel documento si faceva attenzione a non dire che non si era più soci era proprio questa la frase da evitare.

      Elimina
    2. Certo, ma la Betel l'ha interpretata nel senso che lo scrivente non desiderava più essere socio aderente.

      Elimina
    3. Il punto credo sia questo, non riconoscersi nell'organizzazione mentre si fa presente la questione dei dati personali. È il timore che a farne le spese sia il loro portafoglio a fare la differenza.

      Elimina
    4. Buongiorno Marcus come ha detto tuo sangue nessuno di coloro che hanno inviato quella lettera sono state dissociato vengono tuttora trattati come degli inattivi quindi i singoli componenti attivi di questa organizzazione decidono individualmente di avere contatti oppure no. Con mio caro amico ottusangolo non abbiamo mai avuto problemi a tal riguardo anche se alcuni attivi Testimoni di Geova ci hanno allontanato ma tutto sommato ci siamo resi liberi di agire in modo calmo e onesto secondo i sani principi che il nostro buon Dio ci ha dettato attraverso le sue scritture. Mi auguro a tutti voi una buona giornata salutando con un grande abbraccio il mio caro amico ottusangolo Saluti dal dimissionario

      Elimina
    5. La WT si comporta nello stesso modo come la sua tanta criticata chiesa cattolica nel medioevo ...solo che li ti bruciavano ..il sistema WT invece lo fa simbolicamente ..EMARGINANDOTI !! ....ma se potesse darebbe FUOCO a tutti quelli che creano DISSENSO.

      Elimina
  29. https://jwanalyze.wordpress.com/2018/07/18/anziani-testimoni-di-geova-multati-per-non-aver-denunciato-abusi-su-minori-la-watchtower-concilia-con-lo-stato-del-delaware/#more-48258

    RispondiElimina
  30. Che dire,avete già detto tanto, e no si può che essere d'accordo. Anche io oltre 35 anni passati a girare l'Italia prima come P S poi come P R, ma grazie anche a blog come questi ,anche se non senza dolore ho dovuto ricredermi. Oggi sono felicemente inattivo e sono a casa a leggeri un bel libro e ascoltarmi della buona musica, mentre dovrei essere al congresso. Non ce lo più lo stomaco per stare li a cantare e applaudire. Grazie John e a tutti voi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao sumero, hai fatto un'ottima e coraggiosa scelta. Complimenti!

      Elimina
  31. Cristiana libera20 luglio 2018 17:51

    Sumero
    Da serenamente inattiva ammiro il tuo coraggio, avrai avuto i tuoi buoni motivi per decidere di "fermarti".
    Buona vita!

    RispondiElimina
  32. Anonimo 1710 (nick assegnato - firmarsi con nick è obbligatorio)20 luglio 2018 18:54

    Si può sapere se e che tipo di risposte ha avuto a suo tempo da anziani e viaggiante?

    (Nota amministrazione del blog: è obbligatorio firmarsi, ci sono decine di messaggi anonimi finiti in spam che NON verranno pubblicati proprio perchè non sono stati firmati con un nick. Prima di postare leggere la pagina "come commentare" - anche un bambino in prima elementare riuscirebbe a farlo! Grazie)

    PS (ribadisco a tutti gli anonimi che commentano, i vostri messaggi NON vengono pubblicati perchè non vi siete firmati)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Autoredellalettera21 luglio 2018 17:33

      Buongiorno a tutti. Sono l'autore della lettera. Volevo chiarirvi la situazione... Al tempo in cui scrissi la lettera io ero inattivo già da un po'. La scrissi soltanto perché gli anziani mi incoraggiato ad "andare fino in fondo", certi che la Betel avrebbe fugato i miei dubbi e tutto si sarebbe risolto. Mia moglie e i miei figli frequentavano ancora, perciò anche mia moglie era dello stesso avviso. Scrissi la lettera soprattutto per lei, perché immaginavo già che la risposta sarebbe stata quella. Infatti, ricevuta la risposta alla prima visita del sorvegliante gli anziani mi chiesero inizialmente di trovarci a casa mia con la famiglia. In seguito ritrattarono chiedendomi di presentarmi in sala da solo. Mia moglie, sentendo questo, si arrabbiò e insistette (dimostrando molta intelligenza) per venire anche lei... alla fine accettarono. Purtroppo, tutta la faccenda (soprattutto il precedente anno e le vessazioni psicologiche che avevo subito) mi portò all'esaurimento e proprio il pomeriggio precedente al colloquio andai da uno psichiatra. Una cosa che mi stupì molto fu sentirmi dire che conosceva molto bene il mondo dei TdG perché più di un terzo dei suoi 4000 pazienti erano testimoni. Mi consigliò di non parlare al colloquio e di lasciarli dire quello che volevano senza rispondere (la definì la "posizione dell'attendista") e mi fece in merito anche un certificato da mostrare all'occorrenza... Durante il colloquio nessuno dei presenti mi guardò mai in faccia, tutta la conversazione si svolse verso mia moglie la quale a un certo punto sbottò: "Siamo qui per mio marito, gli volete dare almeno una risposta?". A questo punto ricominciarono a ripetere le cose già dette: servizio, adunanze, ecc... mia moglie dovette ripetere la domanda almeno altre due volte, dopo di che il sorvegliante abbassando la testa disse: "Le risposte non ci sono". A questo punto mi alzai, ringraziai e c'è ne andammo. Da lì a poco (anche a seguito di vessazioni che iniziò a subire da parte di un anziano) anche mia moglie smise di frequentare. Sono passati due anni... le risposte non sono ancora arrivate ma ormai è tardi: siamo troppo felici e più uniti di prima, perciò non ci interessano più...

      Elimina
    2. Caro autoredellalettera, leggendo la tua esperienza sono felice per voi che siete riusciti a rimanere uniti come famiglia nonostante i problemi causati da questa setta.
      Che Dio vi benidica ora e in futuro!

      Elimina
    3. @Autoredellalettera...ti faccio prima di tutto i complimenti per l'esaustiva lettera, condita con tanto di link, che la rende anche documentata, in cui esprimevi i tuoi dubbi. Dubbi che magari prima pensavi venissero messi in rete da noi apostatacci. Fotunatamente per te, hai dato gli input alla tua famiglia per capire le cose come stanno realmente. In altri modi probabilmente saresti stato con la famiglia divisa. Detto questo mi prude una curiosità: hai detto che anche gli anziani hanno ricevuto una copia della lettera e probabilmente se hanno avuto un minimo di curiosità nel loro intimo avranno visionato i link. Avranno anche parlato con il CO prima di stabilire cosa dirti. Hanno anche sentito la risposta che ti ha dato il CO. Possibile che non hanno aperto gli occhi?? oppure sono talmente legati alla poltrona e al prestigio che gli sta bene cosi?? Sia il CO che gli anziani in questo caso sono in malafede, specie se in qualche parte di adunanza dovranno dire che "sono voci e menzogne di apostati". Sono contento per te e la tua famiglia.

      Elimina
    4. caro Ignorante, se bastassero delle evidenze per capire in che organizzazione ci si trova, allora l'umanità in blocco dovrebbe abbandonare qualsiasi credo religioso.

      La credulità al di là di ogni evidenza è purtroppo insita nella mente di molte persone.

      Basta andarsi a leggere certi commenti sull'audizione di Jackson alla royal commission per capirlo. Il credente ha la mente imbalsamata, a qualunque religione appartenga.

      Elimina
    5. Autoredellalettera21 luglio 2018 22:42

      Gli anziani cercarono di difendersi dicendo che le notizie venivano da troppo lontano e quindi non era possibile che fossero attendibili e perciò venivano da apostati. Al che chiesi: "Quindi anche la Regina d'Australia è un apostata?"... Nessuno rispose... Qualche mese più tardi un anziano che si è sempre dimostrato amico nei miei confronti, mi confessò che come corpo degli anziani erano rimasti turbati dalla risposta "asciutta" della Betel ma la cosa finì così. Oggi, ovviamente, i cattivi siamo noi: la maggioranza nemmeno ci saluta e i rapporti coi parenti sono al minimo sindacale... Ma non è più un problema, infatti non siamo NOI che non possiamo parlare con loro, sono LORO che non possono parlare con noi! Non siamo più sotto incantesimo...

      Elimina
    6. Autoredellalettera alla fine la tua è una storia a lieto fine, cosa che purtroppo non ho io. Dato che le storie venivano da lontano e quindi etichettate da apostati, se eri lucido potevi dire che anche la "verità" che abbiamo abbracciato viene da lontano e quindi non affidabile! Una volta che hai la famiglia dalla tua parte te ne devi fregare altamente dei saluti dei fratelli...Gustati la vita. Attualmente ci sono fratelli in 2 blog paralleli che sono nel "limbo", qualcuno di questi prima o poi aprirà gli occhi e saremo sempre di più a non farci incantare.

      Elimina
  33. Io consiglio di sottoporre la questione ai Carabinieri del luogo dove é ubicata la sala del regno che si frequentava. Betel e anziani tendono a non voler ne ascoltare ne ottemperare quelli che sono gli obblighi di legge. Segnalare le questioni alle forze dell ordine è un punto di partenza per far partire indagini a livello locale o più ampio nel caso le segnalazioni fossero parecchie in tutta Italia. Può essere utile, senza farlo sapere ovviamente, registrare sia conversazioni telefoniche che ambientali, nel caso si parlasse con i propri ex anziani o con qualcuno in Betel. Le registrazioni non sono legali se vengono divulgate ovviamente, ma possono rappresentare delle prove nel caso la magistratura permettesse di poterle usare contro la betel o singoli Anziani.

    RispondiElimina
  34. (50 anni tg) mi è piaciuta la lettera scritta alla betel. Molto accurata.
    Come al solito rispondono ipocritamente, dicendo niente. Ognuno che usa le facoltà di ragionare e mette in discussione o in dubbio una loro spiegazione, viene bollato come apostata. Parlo per esperienza personale. Abbiamo vissuto 50 anni intensamente per la verità. Mio marito è stato anziano 36 anni. Da qualche anno a questa parte, abbiamo notato un peggioramento nell'insegnamento. Imposizione di ubbidire ciecamente anche se.Non comprendiamo e così via. Abbiamo deciso di non frequentare più le adunanze. Dopo otto mesi sono venuti a comunicarci che facevano il comitato a mio marito per apostasia. Dissociato. Senza testimoni o prove. crediamo in Geova, in Cristo nella Bibbia, qual'e il peccato? Dicendo che l'organizzazione è fatta da uomini imperfetti. Quindi viene messa l'organizzazione pari a Dio e a Cristo. Questo per noi equivalente a idolatria. Noi adoriamo un solo vero Dio e non gli uomini. Ma che l'organizzazione esige adorazione, i fratelli non l'hanno ancora capito. Noi ci siamo arrivati perché ci abbiamo sbattuto il muso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai centrato il punto che è quello che l' organizzazione esige ubbidienza incondizionata come se fosse Dio.Questo aspetto idolatrico lo resi noto all'anziano a cui consegnai la lettera di dissociazione 2 anni fa.Purtroppo molto TdG non si rendono conto che stanno commettendo questa forma di idolatria perchè sono anestetizzati da questa setta.
      Ovviamente anche l'anziano a cui consegnai la lettera prese le difese del corpo direttivo.

      Elimina

E' OBBLIGATORIO FIRMARE I COMMENTI CON UN NICK

Cliccare sul menù "commenta come..." e scegliere l'opzione nome/URL.
INSERIRE UN NICK a piacere nel campo NOME, cioè uno pseudonimo col quale vi firmerete, poi cliccare su Continua. Non usate termini scurrili, insulti, calunnie, incitamenti all'odio razziale ed alla violenza, e NON menzionate la persone per nome o cognome reali. Sono vietati lo spamming, il copia-incolla ripetuto, i link a siti non approvati dalla redazione, i messaggi provocatori.
Altrimenti i post non saranno pubblicati o verranno cancellati.
La moderazione dei commenti è insindacabile ed a cura della redazione del blog. Se i vostri commenti non vengono pubblicati potete chiedere spiegazioni scrivendo alla redazione (vedi la pagina"come commentare" nel menu orizzontale in alto)

Grazie

L'indirizzo email del blog lo trovate in fondo alla pagina (non nella visualizzazione per cellulari)

ARCHIVIO

.