Usando questo sito, dichiarate di aver letto il Disclaimer e le norme sulla Privacy relativa ai contatori Shinystat e whos.among.us.

Per capire come "nasce" questo blog, leggere le pagine info sul blog nella colonna a sinistra.

Un archivio del blog, con tutti i post fino ad oggi pubblicati, elencati per mese, lo trovate in fondo alla colonna centrale.

NORME relative ai commenti alla pagina "COME COMMENTARE".

“Non c’è nulla di male se una persona cerca di confutare gli insegnamenti e le pratiche di un gruppo religioso che ritiene in errore”.
(Svegliatevi! 8 settembre 1997, pagina 6)

giovedì 8 dicembre 2016

La mia lettera



Avevo notato quella chiamata. Era un numero che non conoscevo. Sarà un contatto di lavoro, pensai.
Ma era domenica e non volevo rotture di scatole, quindi decisi di non rispondere.
"Se è importante richiamerà", pensai tra me.

Il giorno dopo quel numero apparve di nuovo sul cellulare, mentre squillava. Decisi di rispondere...

"Ciao, sono Giulio*, ti ricordi di me?",  disse la voce dall'altra parte. E come se non mi ricordavo? Era il giovane anziano "rampante", arrivato in congregazione proprio nel periodo in cui io smisi di frequentare le adunanze.

Dopo pochi secondi di convenevoli, sbottai:

"Dimmi,  cosa posso fare per te?"




"Io e Francesco* vorremmo venire a farti visita una di queste sere, appena sei disponibile..." rispose.

Rimasi di sasso. Erano anni che non li sentivo, cosa vorranno mai? Oltretutto, dopo il trattamento che avevano riservato a me e mia moglie in passato, non avevo proprio voglia di rivederli, nè di ascoltare le loro prediche stantie...

"Vi  ringrazio ma non sono disponibile per incontri del genere", replicai, "non mi interessano"

"Forse non mi sono spiegato bene" continuò lui "il corpo degli anziani della congregazione ci ha incaricato espressamente di venirti a trovare perchè dovresti chiarire la tua posizione in merito ad un commento che hai postato su un social network..."

"Social network? Cosa vorrà dire? La questione si fa seria... devo prendere una decisione, non posso rimandare..." pensai.

"Ok, va bene, senti... adesso sono occupato, risentiamoci domani, ti chiamo io e così prenderemo un appuntamento..." risposi, con lo scopo di concludere quanto prima quella fastidiosa conversazione che tanto assomigliava ad una seduta inquisitoria.

Fu in quel giorno, alcune settimane fa, che io e mia moglie prendemmo la decisione di dissociarci dalla congregazione cristiana dei testimoni di Geova

Non avevamo certo fretta di fare quest'ultimo passo. Non che ce ne importasse granchè, ma dopo decenni passati nell'organizzazione, parte dei quali anche da nominati, avevamo comunque stretto alcune buone amicizie. Benchè questi "amici" avessero già preso le distanze da noi quando divenimmo inattivi, speravamo col tempo, con calma, di poter spiegare loro il nostro lento, ma progressivo, cambio di vedute su molte cose.
Allo stesso tempo, io in particolare, volevo però sentirmi libero di agire secondo coscienza, senza limitarmi nel parlare e nello scrivere.

E proprio l'aver pubblicato un commento con firma su un social network (firma col mio nome e cognome) fu il motivo che di colpo mi riportò al centro dell'attenzione. Un commento banale, su un tema banale, senza nessun accenno alla bibbia o ai TdG, un commento in cui affermavo semplicemente che alla fine tutte le religioni sono frutto di pensieri umani.


(sopra: il commento per il quale cercavano di giustificare un comitato giudiziario)


Evidentemente c'è qualcuno (il "guardone" di turno) che si eccita nei propri sentimenti quando vede (o pensa di vedere) un conservo cristiano che non si attiene ai canoni della "Torre di Guardia". Poco importa se questo qualcuno è inattivo da anni, o se ciò che scrive è di una banalità evidente.

Il desiderio di "punire" chiunque non si comporti secondo i propri dettami è una delle "miserie umane" che appartengono a questi derelitti "testimoni del nulla".

Li chiamo testimoni del "nulla", perchè immaginare l'essere divino che approva o incoraggia simili modi di fare, rende evidente i limiti intellettivi di certe persone che non riescono proprio a concepire il creatore diverso da un qualsiasi leader umano capriccioso.

E comportandosi così questi TdG rendono evidente anche la loro pochezza morale, perchè spesso chi resta "turbato" (parola grossa) dalla tua condotta o dalle tue parole, proprio non ha la decenza di chiamarti personalmente e chiederti spiegazioni.

No, la via più comoda da percorrere per loro è sempre quella di avvisare i "poliziotti del regno" (gli anziani di congregazione) che, come vendicatori del sangue (con spocchia ed arroganza) sono pronti a "frustarti" spiritualmente ed emotivamente.

"Facciamo parte di una teocrazia e l'ordine teocratico costituito dice..." furono alcune parole dell'anziano al telefono, in una successiva conversazione. 
Fu un bene per lui che anche questa conversazione fosse al telefono, perchè la presunzione che manifestava era talmente evidente che se fosse stato fisicamente di fronte a me avrebbe rischiato anche di prendersi un sonoro ceffone (ed io comunque avrei sicuramente sbagliato nel darglielo...).

Fatto sta che io e mia moglie non riconoscevamo più nè l'autorità spirituale di questi "nominati da quattro soldi" nè, ovviamente, l'organizzazione che rappresentavano.
Nel corso degli ultimi anni, come scritto poche righe sopra, le nostre vedute sono cambiate man mano che trascorreva del tempo da quando mettemmo piede per l'ultima volta in una sala del regno.

Leggendo, studiando articoli di storia, psicologia, e confrontandoci con molte altre persone, era diventato evidente che la "verità" in cui credevamo, era in realtà il frutto di un mero condizionamento psicologico, effettuato con le più rudimentali tecniche di un tempo.

Uno dei concetti che più mi hanno sorpreso, e che lessi in alcuni articoli scientifici è questo, che tento di riassumere con un esempio di poche parole:

Prendi una persona, anche colta, convincila a frequentare per almeno 2 volte a settimana le adunanze (dove vengono ripetuti ciclicamente gli stessi concetti, e dove le risposte dell'uditorio sono programmate per essere sempre concordi con l'oratore). Convinci questa persona, per almeno il tempo di durata delle adunanze, a modificare la sua acconciatura, il suo abbigliamento e il suo linguaggio, falle cantare sempre gli stessi cantici o inni contenenti le dottrine a cui dovrà credere, e col tempo riuscirai ad inculcargli tutte le assurdità più impensate, anche se  la maggior parte del tempo alla fine la trascorrerà al di fuori della sala del regno.

Questa, cari lettori, si chiama "programmazione neuro linguistica". Ovviamente non funziona perfettamente con tutti, altrimenti oggi i TdG sarebbero molti molti di più...

Ora, tornando alla mia esperienza, alla fine delle conversazioni telefoniche avute nel corso di due giorni, consegnai le nostre lettere di dissociazione agli anziani i quali, con stupore, ci chiesero più volte se eravamo sicuri del passo che stavamo per compiere. Ovviamente, confermammo quanto avevamo scritto nelle lettere.

La nostra vita non cambiò più di tanto, l'ostracismo l'avevamo già ricevuto dal momento che avevamo deciso di non frequentare più l'organizzazione tempo fa.

Ma oggi, da dissociati, ci sentiamo ancora più liberi, ancora più sereni, perchè quando eravamo solo "inattivi", il pensiero che qualcuno potesse chiamarci o bussare alla porta solo perchè avremmo dovuto rendere conto alla congregazione delle nostre idee o della nostra condotta, era comunque qualcosa di fastidioso.

Come scrisse il saggio Raymond Franz nel suo libro "crisi di coscienza", la ricompensa per chi abbandona quell'inutile speranza (speranza come intesa dai TdG), è (ogni giorno di più) una serenità crescente...


(Questa è la mia storia recente)


                                             John





*i nomi sono stati cambiati


"NON confidate nei nobili, né nel figlio dell’uomo terreno, a cui non appartiene alcuna salvezza. . . ."
Salmo 146:3-4

I "nobili" sono quelle persone a cui il lettore attribuisce "nobiltà", eccellenza in sapienza, alti valori. Per un cattolico sincero questi nobili potrebbero essere il clero, compreso il papa; per un Testimone di Geova... (fate voi)


"Bisogna correre dei rischi, perché il rischio più grande nella vita è non rischiare nulla. La persona che non rischia nulla, non fa nulla, non ha nulla, non è nulla e non diviene nulla.Può evitare la sofferenza e l'angoscia, ma non può imparare e sentire e cambiare e progredire e amare e vivere. Incatenata dalle sue certezze è schiava. Ha rinunciato alla libertà. Solo la persona che rischia è veramente libera" (dal libro Vivere,amare e capirsi). 

















Stai leggendo questa pagina da un cellulare?





indirizzo email dell'amministratore del blog:

114 commenti:

  1. In questo post racconto le mie ultime esperienze da TdG...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. in effetti quello che dà soddisfazione a certe piccole menti,è ik fatto che si sentono in diritto di controllare ogni tua azione, anche da inattivo, per farti sentire comunque in colpa...
      personalmente vivo la mia vita, che ovviamente, avendo la famosa certa età, non è particolarmente trasgressiva, oltre al fatto che diventare inattivi non significa smettere di essere persone morali, anzi...ma resto in attesa di qualcuno che venga a dirmi che qualcosa non va bene...
      basta metterlo in preventivo, e non pensarci più...

      Elimina
    2. John, complimenti, al posto tuo li avrei prima fatti sudare di +, o meglio cagar sotto un attimino ...
      anche se alla fine avrebbero proceduto lo stesso in contumacia.
      avrei agito legalmente perchè la legge italiana lo permette, con denuncia di violazione della privacy e stolcheraggio, con almeno la soddisfazione della pecunia!! Per il resto l'ultimo passo lo hai fatto, buona serenità raggiunta, anche x la tua signora :)

      Elimina
    3. oppure con telecamera nascosta registravo tutto ..e poi una volta dissasociato ... con il tablet mi facevo il mio Matteo 24: 14.

      Elimina
    4. Si, c'erano altre possibilità.

      Ma oggi è tale il disgusto che provo, che volevo togliermeli di torno una volta per sempre nella vita.

      Il solo fatto che la mia persona possa essere accostata a certa gente (parlo di mentalità, NON dei cari amici che avevo dentro) mi fa provare un profondo senso di vergogna.

      Con questa "liberazione", adesso questa vergogna è sparita !

      Elimina
    5. John, avete fatto benissimo .questa gentaglia non vale neanche un minuto della nostra vita .
      Possiamo usare il nostro tempo cercando di recuperarne un pó di quello che abbiamo 'sacrificato' al nulla .
      Da inattiva ache io non so quanto riusciró a reggere .
      La mia famiglia è dentro e ogni tre per due mi sento dire :" mi hanno detto questo , stai facendo quello, metti su fb cose apostate ....tutte falsità. Sembra che non abbiano niente di meglio da fare che cercare di distruggere la mia persona agli occhi di mio figlio.
      CHE SCHIFO !
      Una cosa l'ho capita ,infangarci è l'unica arma che hanno .....alla faccia della 'VERITÀ '!!!

      Elimina
    6. La loro ricompensa è il... loro proprio applauso a se stessi. Nulla più.
      Se penso che una volta anche io avevo una mentalità simile, mi viene la pelle d'oca!

      Elimina
    7. Bravo ,presto lo faranno a noi ,ci stiamo preparando ma avere una nostra figlia dentro ci fa ancora andare con i piedi di piombo.speriamo giorno per giorno che succeda qualcosa che inneschi dei dubbi.comunque questa leggerezza di cuore la proviamo,ci dispiace per quei fratelli a cui vogliamo bene.chissà...

      Elimina
    8. Grazie John per aver condiviso una decisione così personale. Avete scelto la dissociazione, c'è anche un altra possibilità: la totale indifferenza, il non preoccuparsi più di dover rendere conto delle proprie azioni, e se non sono d'accordo problemi loro. Lo scrivere una lettera equivale a dare importanza ad un ente religioso (gli anziani) che non ha alcun titolo per meritarsela. Una lettera di dimissioni la scrivo al datore di lavoro, ma c'è un contratto di mezzo, ai tdg nulla e dovuto, e comunque dopo qualche anno da inattivi prima o poi arrivano a chiederti se ti senti ancora un -fratello-. Dire di no è pure una soddisfazione come scrivere la lettera, la differenza è che sono loro a dover venire da te, che ormai non li calcoli più.
      Se poi vengono a sapere di comportamenti che secondo loro sono antiscritturali, al limite si viene disassociati, ma cosa cambia? E' pur sempre un problema loro, basta non farsi coinvolgere, tanto l'opinione in congregazione sui fuoriusciti è sempre la stessa anche se uno si dissocia volontariamente. Una cosa che invece fa la differenza è se una volta fuori si parla male dell'organizzazione, lì scatta l'apostasia e si diventa appestati. :-)
      Non sto dicendo che un modo è migliore di un altro, ognuno sceglie come meglio crede, ci tenevo solo ad allargare la visuale.

      Elimina
    9. Complottista, la lettera è il miglior modo di non ricevere più certe telefonate o visite a sorpresa.

      L'alternativa è trasferirsi e cambiare residenza in un comune lontano dove non conosci nessuno, e cambiare numero di telefono.

      Ma perchè tutte queste complicazioni, perchè giocare a nascondino?
      Scrivere tre parole su un foglio di carta (per quanto la dissociazione si possa fare a voce di fronte a 2 testimoni) non costa nulla, ma dopo ci si sente appagati, sereni ed in pace. Sapere che nessuno più ti disturberà, a volte, vuol dire tanto.

      E quando li incroci per strada tu a testa alta li saluti sorridendo, saranno loro ad abbassare gli occhi e a girarsi dall'altra parte. Saranno loro a doversi vergognare...

      Elimina
    10. D'accordo con John. Anche io all'inizio avevo intrapreso la strada dell'indifferenza. Ma comunque si sentivano autorizzati a chiamare, osservare, spiare, riportare, sparlare. E a ritrovarteli davanti casa senza essere invitati. A quel punto... Meglio essere sereni e ufficializzare una decisione che comunque avevo già preso e che già stavo vivendo.
      E, anche io, quando li incrocio per la strada li guardo negli occhi e li saluto. Sono LORO che hanno le regole assurde da rispettare, non io. LORO devono vergognarsi per il loro comportamento illogico e disumano, io non ho nulla di cui vergognarmi, non ho fatto loro alcun torto né mi sono comportato male con nessuno di loro.
      Non ce l'ho con loro, critico i loro leader. E sono questi che impongono ai loro sudditi di non parlarmi per lesa maestà. E loro, da bravi schiavetti, ubbidiscono senza chiedersi perché.

      Elimina
    11. ...Loro purtroppo non si vergognano affatto....sono solo convinti che quello che stanno facendo è per il bene del disassociato , mentre tu li guardi con la tua consapevolezza , quella stessa consapevolezza loro non ce l hanno , anzi nella loro testa sono capaci di pensare , che fondamentalmente tu victor, sei pentito ma non ce la fai a tornare , ....tutto questo perchè l uomo non puoi leggerlo nel pensiero .....il problema victor ..è quello di credere che quello che stiamo pensando sia nella testa del fratello che ti guarda.... ( scusa il giro di parole )...nel senso che tu li guardi per un motivo ....ma il loro sguardo è per un motivo totalmente diverso dal tuo. ....magari ( in questa circostanza ) si sentissero ipocriti vorrebbe dire che sono in mala fede ........come hai detto tu ..sono i vertici il vero problema.

      Elimina
    12. x John e Victor: Avete fatto benissimo a fare questa scelta, io ho preferito l'indifferenza, ma perchè non mi importava nemmeno dei loro vani tentativi, con le telefonate mantenevo la stessa freddezza di quando si risponde alle offerte commerciali, dicevo semplicemente -non mi interessa- dopo un po' non ci hanno più provato, anzi sono passati anni nella assoluta tranquillità prima della fatidica domanda. Io ora quando li incontro li saluto giusto perchè sono una persona educata, anche se non mi rispondono, non sono più vincolato da quel ridicolo obbligo del non saluto, è un altro modo per fargli capire che non sono più schiavo dei loro metodi e regole, tanto so già poi tra loro che commenti faranno: -Ma hai sentito? Ha la faccia tosta di salutare pur sapendolo-. Sono i famosi "carboni ardenti" sulla testa in Romani 12:20

      Elimina
    13. Non ce l'ho con loro, critico i loro leader. E sono questi che impongono ai loro sudditi di non parlarmi per lesa maestà. E loro, da bravi schiavetti, ubbidiscono senza chiedersi perché.
      Bravo Victor, ti quoto. Luca

      Elimina
    14. Ora John sai bene cosa vuol dire essere liberi,togliersi il peso di una zavorra che a volte e insopportabile e non permettere piu a nessuno di controllare la tua vita.per quanto uno può provare a fare l indifferente credo dipenda da caso a caso ma poi non ce la fai piu..gli ultimi anni in congregazione erano per me pesanti finché non tagliai in modo freddo e senza pensarci...non potevo permettere che la mia giovane vita fosse posseduta da altri che ti dicevano con arroganza che la tua vita apparteneva a Geova..ma quando?se era veramente di Geova non ordinava mai di essere dei freddi robot che non potessero ragionare con la propria testa o fare ciò che desideravano di buono..mi ha sempre turbato che un Dio d amore permettesse questo clima di austerità e prepotenza.presi una decisione che ritenni giusta ma che ora mi ha permesso di fare cose che non avrei mai fatto continuando a stare li in quell ambiente.sono fiera e contenta e posso pure dire realizzata.auguro a te caro John e tua moglie di essere più che mai felici e assaporare sempre in maniera più piena le gioie Della libertà.un abbraccio di cuore❤ ema79

      Elimina
    15. Ebbe riflessivo non posso cambiargli la testa, io vivo tranquillamente, poi come lo interpretano loro il mio comportamento non ci posso fare nulla. Comunque il "loro sguardo" non c'è, perchè se loro si aspettano che il povero e derelitto ex-tdg cambi strada o abbassi gli occhi quando li vede. Se sei tranquillo e li guardi sono loro invece a farlo.

      Elimina
    16. Man in the mirror9 dicembre 2016 23:41

      Quando è successo che hai fatto il grande salto, John, se è lecito saperlo?

      Elimina
    17. Man in the Mirror, è scritto tra le righe... leggi bene!

      Poi, i dettagli li fornisco solo agli "amici". Perchè questa morbosa curiosità di conoscere la data esatta?

      Elimina
    18. Man in the mirror10 dicembre 2016 09:34

      Per favore non fraintendermi. Non c'era niente di morboso né dietrologia occulta nella mia innocente domanda. La mia era semplice curiosita', un modo per condividere scelte coraggiose con chi ha ancora tentennamenti sul da farsi. Tutto quì. Che tu riveli ciò che ritieni solo agli "amici" è un tuo diritto condivisibile . Hai sentito il bisogno di ricordarmi che non sono tuo "amico". Va bene così. Tutto a posto.

      Elimina
    19. Man in the Mirror,

      non metterla sul personale. Gli "amici" sono le persone che conosco di persona. Quando sul blog scrivo "alcune settimane fa", che siano quattro, sei o undici che differenza fa?

      Visto che l'esperienza è già abbastanza dettagliata, la tua domanda fa pensare alla richiesta di indicare una data specifica.

      Ma ho i miei motivi per non indicarla.

      Elimina
    20. Man in the mirror...
      Non te la prendere. Io l'avevo capito quello che voleva intendere John, ed è anche logico che gli "amici" siano coloro che conosci bene e da tempo, di persona, e di cui ti puoi fidare. Non che qui non ce ne fosse il potenziale trà tutti i blogger di essere amici, ma per ragioni ovvie non possiamo definirci "amici" nel senso stretto. Col tempo forse lo si può diventare, ma non è cosa facile se rimangono solo virtuali.
      Un caro saluto.

      Elimina
    21. John, una curiosità. .se puoi rispondere ovviamente. Volevo sapere se nella lettera avete scritto le motivazioni o solo che vi dissociavate. Io intendo scrivergliele tutte le motivazioni così almeno se le leggono e magari a qualche anziano dal cuore sincero un tarlo lavorerà nella testolina. Lo so che è difficile rendersi conto del forte condizionamento quando si è ancora dentro... è proprio vero e me ne rendo conto ogni giorno di più da consapevole....ma tentar non nuoce. E cmq sia trovo giusto, da parte mia s'intende, prendere le distanze da ciò che non approvo, non voglio essere complice di certe aberrazioni. Non lo farei solo x non essere più scocciata. No. E cmq non se la devono cavare a buon mercato. Più voci siamo più l'urlo diventa assordante.

      Capisco però che non siamo tutti nella stessa posizione di poterci esprimere....ahimè. ..

      Elimina
    22. Wiki, ti esprimo un mio pensiero.

      Le motivazioni servono alla maggioranza, specie agli "amici" ed ai parenti, agli anziani meglio non darle, o dargliele per ultimi.

      Se uno si dissocia e non è troppo tempo che è inattivo, consiglio di fare una lettera su una email (o whatsapp) e di mandarla a quante più persone possibili PRIMA di consegnare la lettera agli anziani.

      Mandare a quante più persone la lettera di dissociazione CON le motivazioni eviterà che vengano create leggende sul nostro conto una volta che saremo fuori.

      Poi comunque, in fin dei conti, sul mio conto possono inventarsi ogni assurdità, il problema è loro, non mio.

      Elimina
    23. sono d'accordo John...io, se e quando mi dissocerò, prima di dare la lettera agli anziani avviserò quelli che mi stanno a cuore, tutto sono troppi ma tanto le voci corrono, noi siamo anche piuttosto conosciuti, per forza di cose, dato il nostro passato...
      Finora resisto per essere contattabile da parte di alcuni che potrebbero essere prossimi al risveglio e magari avrebbero remore se mi sapessero dissociata, così ho già avuto modo di esprimere qualche perplessità con alcuni...
      se poi c'è bisogno che mi dissoci, per non fare compromesso con la mia coscienza, nessun rimpianto...

      Elimina
    24. Ciao io ci penso sempre a questa cosa, perché vorrei avvisare tutti quei fratelli che conosco vicini e lontani ,e mi balena l'idea di mandargli dei messaggi con delle domande che possano far riflettere usando il nome fittizio che uso qui ad esempio.perché alcuni mi rattristano molto stanno facendo sacrifici immani e stanno lontani dai figli che si sono dissociati ,i quali soffrono e si domandano se tutto questo sia giusto . john se questo mio pensiero non ti sembra giusto esprimerlo qui, puoi non farlo passare .grazie in ogni modo

      Elimina
    25. Cara teresa tutti i fratelli osservano quel comando , come un comando che viene da DIO ...e Dio di conseguenza diventa più importate dei loro figli , anche al costo della loro vita ( vedi trasfusioni )..tutto ciò che la WT insegna viene considerata luce divina ...ma ricordiamoci che dietro un insegnante, ce uno che ascolta ed ubbidisce , e spesso chi ubbidisce ha le sue colpe.

      Elimina
  2. Capisco benissimo il tuo stato d'animo. é assolutamente inconcepibile con quanta arroganza facciano i veri e propri moderni inquisitori. Solitamente poi per questioni assolutamente marginali. Ma se ci avete fatto caso, vanno a colpire sempre chi ritengono in qualche modo pericolosi perchè hanno capito. E perchè hanno il coraggio di DIRE che hanno capito. Per chi invece è un burattino nelle loro mani, c'è indulgenza, anche per i peccati più gravi. Parlo per esperienza personale. Quando ho lasciato il mio ex marito per un suo tradimento, lui non ha avuto conseguenze, perchè si è detto pentito. E poteva anche andar bene così per quanto mi riguarda, nessun rancore. Ma che poi l'emarginazione abbiamo dovuta subirla io e i miei figli per aver avuto l'ardire di non voler continuare il matrimonio con uno che tutto sommato aveva fatto solo un piccolo errore....questo mi è sembrato davvero troppo! Quante volte ho dovuto vedere i miei figli piangere perchè nessuno veniva più a trovarci! E non ero disassociata, avevo solo lasciato un marito che mi aveva tradita. E per questo condannata assieme ai miei figli a stare da sola. E quando ho deciso che della compagnia di persone così avrei fatto volentieri a meno e ho cominciato finalmente a VIVERE, io e i miei figli, cercando altrove le cose che non avevamo trovato lì....apriti cielo! Addirittura un comitato farsa del quale nessuno mi aveva avvisata basato su prove false. Che poi ho contestato e ne sono uscita indenne. Ma da allora ho deciso che mai più avrei permesso a nessuno di interferire con la mia vita. E così ho fatto. Appena avuto la conferma che quel comitato era stato annullato, mai più frequentato. E così da molti anni. Io ho acquistato una serenità mai avuta prima, idem i miei figli che sono ormai cresciuti e sono adolescenti sereni senza i complessi e le limitazioni assurde dei TdG. Liberi di pensare con la nostra testa, e questo è il regalo più prezioso che ho fatto a me stessa e soprattutto ai miei figli. Spero che in tanti trovino la forza di fare questo percorso. Doloroso all'inizio, infinitamente doloroso, ma che porta ad una serenità impagabile

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sai benissimo che approvo...:))

      Elimina
    2. Anche perché sai benissimo come sono diventati i miei ragazzi!!!!

      Elimina
    3. Grazie John 😊

      Elimina
    4. Siete due famiglie d'oro, Spiritolibero e Lelvira. Lo dico con cognizione di causa.

      Elimina
    5. Davvero grazie Ryo

      Elimina
    6. ho passato decenni ad accettare amicizie con persone che normalmente non avrei nemmeno fatto entrare in casa mia, solo perché pensavo che fossimo accomunati dall'amore per la verità...mi dicevo, e va bene, sono un po' immaturi, miglioreranno...mi dicevo, sono io che sono troppo esigente,...mi dicevo, è l'imperfezione, devo migliorare prima io...
      ora gli amici me li scelgo, un piacere incommensurabile...
      non li voglio perfetti, come spero che loro non vogliano me...li voglio vivi e veri, onesti, trasparenti...

      Ryo, grazie!

      Elimina
  3. Ciao, John.
    Ti stimo profondamente per la tua onestà, la tua coerenza e la tua intelligenza, nonché per il tuo coraggio.
    I metodi inquisitori della Watchtower, per limitare la libertà e la coscienza degli individui, sono veramente deprecabili. Non è possibile non sentirsi liberi di esprimere con educazione le proprie vedute su un argomento, soltanto perché temiamo che qualche vassallo del CD ci stia spiando e userà le nostre parole contro di noi.
    John, non sei affatto un "inattivo attivista", come qualcuno che difende l'impero JW.ORG afferma, ma una persona sincera che mette a disposizione la propria esperienza e il proprio tempo a favore di chi è sincero e sta continuando a cercare la verità. Tutto questo senza calpestare gratuitamente la propria coscienza, cosa che moltissimi fanno pur di mantenere una posizione all'interno dell'organizzazione.
    In bocca al lupo, cari, per il vostro percorso. Ora siete veramente delle anime libere.
    Vi abbraccio forte,

    Ryo

    RispondiElimina
  4. Condivido Lelvira, metterlo in preventivo,.....hai detto la parola giusta..... John,credo che "loro" si sentiranno soddisfatti, il turbato di turno ancora più deficiente, e tutti nella loro massa convinti di fare ciò che è giusto.....facciamolo credere...!!!!

    RispondiElimina
  5. Essere nel organizzazione è come essere sotto effetto placebo.... la WT è come un medico, e a piccole dosi somministra farmaci e ti fa sentire in maniere artificiale in un piccolo paradiso...il TDG continuerà a dire ...meno male che cè il nuovo mondo , oppure quando muore una persona cara....dicono : non so come fanno quelli di fuori a sopportare tutto questo..ripeto.. NON SO COME FANNO !!.....queste frasi stanno ad indicare , che non essere TDG significa essere dei depressi senza speranza , ti fanno vedere che al di fuori del organizzazione ...ce buio pesto , che le persone sono tutte immorali , che il buono esiste solo in congregazione , ma se gli fai notare le lacune ti rispondono : è ma siamo imperfetti !! sembra che hanno una risposta a tutto ..al TDG tutto è giustificato ( perchè è imperfetto ) mentre se sei fuori sei un malvagio un povero CONDANNATO a morire ad armaghedon !! Questi psico americani hanno capito come tenere sotto scacco la massa .....ma ora è venuto il tempo di mettere sotto scacco loro presunzione ed arroganza che dura da troppo tempo.

    RispondiElimina
  6. Coloro che da oltre 100 asseriscono di possedere la verità,non dovrebbero essere così spaventati da coloro che dissentono!
    La Verità,in quanto Verità,non ha timore delle critiche......forse la verità WT non è poi cosi solida e stabile, se per sostenerla ho bisogno di comitati giudiziari ,segnature e ostracismo!
    Per anni abbiamo distribuito la Svegliatevi ad altri,senza pensare che a svegliarci dovevamo essere noi!
    P.S. Complimenti a John e consorte,per essersi riappropriati della vita.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uno dei tanti...hai ragione, se hai la verità i confronti nn si devono temere. Invece la wt si sottrae, sempre, al di fuori non si confronta con nessuno, perché sa benissimo che non potendo avere autorità all'esterno, verrebbe chiaramente smascherata e messa alla gogna pubblica. La scusa che lo schiavo non ha bisogno di contendere è una bella trovata ....peccato che contende con quelli all'interno, alza e gonfia il suo petto, esercitando un'autorità non solo che nn gli è stata conferita da nessuno, neanche da Dio stesso, ma che la esercita in maniera autoritaria e da Gestapo. Che ben vengano i giudizi che l'altro blog ritiene anch'esso legittimi...da parte dei moderni assiri, dimenticando però, che le inchieste non coinvolgono solo "il popolo di Dio", ma anche altre istituzioni religiose.....perciò che non si gridi "LA PERSECUZIONE AL LUPO AL LUPO".....fuori luogo ...la scusa della persecuzione vale anche per le altre religioni...

      Elimina
    2. Hanno paura delle critiche , tutti quelli che amano continuare a farsi illudere.

      Elimina
  7. Caro Jon, la programmazione neuro linguistica ha mietuto molte vittime!
    Se solo avessi letto il libro di Raimond Franz nel lontano 1985!
    Se solo avessi ascoltato la mia vocina interiore che gridava forte e chiaro e che puntualmente soffocavo, quanto sarebbe stato meglio....!
    Se solo...
    Ma oggi siamo qui leggeri come piume!
    Abbiamo abbandonato zavorre pesantissime che rallentavano la nostra crescita interiore e finalmente ora cerchiamo di essere semplicemente coscienza che cerca di mettersi in armonia con l'universo.
    La nostra preoccupazione ora è rivolta solo a chi ancora pensando di volare è rimasto intrappolato nella loro rete....
    Preghiamo che sempre più coscienze diventino "consapevoli"
    Un grosso abbraccio a tutti voi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao John, ho appena letto la tua "storia recente".
      Non ti conosco di persona ma apprezzo la tua corretezza ed equilibrio che traspaiono da ció che scrivi e dal modo in cui gestisci le discussioni.
      Ti auguro serenità; tutti noi pensimo di essere insensibili davanti alle mosse dei TdG, ma poi quando abbiamo a che fare con loro ne usciamo turbati, arrabbiati...
      Per liberarci dalla prigionia psicologica bisogna affrontare un percorso doloroso, ma alla fine c'è la libertà!

      Elimina
    2. Pingo (Antonio)8 dicembre 2016 14:21

      Ciao Jhon, complimenti per esservi ufficialmente liberati dalla chiavitù della SPA WTS.

      Elimina
  8. per non essere complici dei metodi per nulla cristiani della W.T. non ci sono alternative: bisogna escluderla dalla propria esistenza.
    Si può pensare e riflettere a lungo sulla decisione da prendere. Ma alla fine la conclusione non può essere diversa se non si vuole essere indottrinati, privati della libertà di pensiero, programmati nei pensieri, nel linguaggio, nel modo di amare, nelle abitudini, nello studio, nella cultura da acquisire, nel passare gradualmente ad una mentalità schizofrenica che deve accettare tutte le contraddizioni possibili e immagnabili, e ancora programmati per trascorrere tutto il proprio tempo libero dal lavoro nelle attività imposte dalla ditta o cosa editrice W.T.
    Se la messa viene disertata, il prete rimane disoccupato e si confronta con la realtà del suo operato.Chi ama veramente i responsabili tdg o coloro che sono consapevoli del mondo meschino e illusorio che hanno creato non ha altri metodi che questo: dimostrare che si può vivere in altro modo e in altro mondo reale senza l'idolo o il giocattolo per adulti W.T..Chiunque si può liberare da tale schiavitù.
    Non si devono affrontare l'arena con i leoni o i lagher nazisti.Bisogna dare un significato e un fine alla propria vita reali in libertà davanti a Dio e Gesù, senza delegare ad altri le proprie responsabilità e senza essere complici di burattinai e burattini. Sarebbe una mancanza di amore nei loro confronti.
    Sal

    RispondiElimina
  9. vallo a dire a 007 & C. :-))

    non faccio guerre di ideologia, ma condannare chi applica una direttiva e NON chi la emana, è sintomo, come dice Rivelazione, di "pensare di vedere, ma di essere effettivamente ciechi"
    Io pure iniziai a pensare come loro, all'inizio, ma aperto un occhio non potevo tenere chiuso l'altro...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pingo (Antonio)9 dicembre 2016 14:04

      Ciao Jhon , purtroppo 007 e C non vogliono rinunciare all'utopistico nuovo mondo, paradiso terrestre rivedere i propri cari defunti in vita in carne e ossa e tutte le altre cose promesse dalla wts, e quindi la banda bassotti potrebbe dirne di baggianate indigeribili ma chi ci crede alle loro balle si sottometterà sempre purtroppo, e come tu sai questo mi fà star male. Ciao

      Elimina
  10. Non c'è che dire...questo post assapora di conquista di libertà e serenità crescente. È il giusto riscatto...c'è lo meritiamo tutti di liberarci da chi x troppo tempo ci ha impedito di volare, è un diritto e non una colpa, come qualcuno vorrebbe farci sentire. Personalmente conoscere la tua esperienza mi ha fatto tanto bene al cuore. Grazie

    RispondiElimina
  11. Certo che in quanto prevenzione la WT è ineguagliabile ....ha sempre detto che la pulizia inizia nella casa di geova ...hanno messo le mani avanti ...è come dire: che se un giorno dovesse succedere per nostra negligenza umana un guaio organizzativo e pagarne le conseguenze , dobbiamo prenderla come una purificazione da parte di DIO nella sua casa....se la WT dovesse passare dei guai giudiziari o altro ancora ....diranno che al interno ci sono gli apostati e che era tutto profetizzato , riusciranno a saltarci fuori ? staremmo a vedere.

    RispondiElimina
  12. Hai la mia profonda ammirazione John insieme alla tua compagna. Ci vuole coraggio più ad andar via che a rimanere. Io e mia moglie vorremo tanto imitarti ma ho figli e genitori di lei dentro. Mia moglie vorrebbe farli morire in pace visto già la loro grande delusione ,che non confesseranno mai, per Har-Maghedon che non è arrivato...lo aspettano dagli anni 50 quando si fecero abbindolare da un missionario italo-americano (Fredianelli) che li affascino'con l'illusione che anche dei semplici contadini potevano capire e insegnare la Bibbia..(la loro) e non si accorsero che da un papà tiranno (la religione cattolica)passavano sotto un fratellino crudele e arrogante (w.t.c) Oggi loro a fatica hanno accettato la nostra ventennale inattività e non ci invitano nemmeno più per la commemorazione che io reputo un falso ideologico. Saperci disassociati e di conseguenza impossibilitati ad aver cura di loro,sarebbe una sofferenza maggiore di quelle fisiche che hanno.Ciò nonostante in questi anni abbiamo provato un enorme sollievo mentale e la serenità che si prova nella vera libertà: nel poter scegliere e decidere!!! È la conquista più grande per un essere umano. Certo la rabbia di aver buttato 30 anni della propria vita senza averla vissuta pienamente per me non è del tutto svanita. Mia moglie è stata in analisi per 7 anni e forse ha svuotato veramente tutto, raggiungendo un equilibrio e una serenità che io devo pienamente raggiungere. Nel frattempo pur esercitando la tolleranza che è la virtù che solo noi laici esercitiamo, cercò di poggiare il seme del dubbio nei miei figli e vedo che con il sano ragionare e la logica,qualcosa sta nascendo. Complimenti John anche per l'equilibrio con cui gestisci questo Blog che per molti di noi rappresenta un'oasi in pieno deserto watchtoweriano dove trovare ombra,ristoro, acque fresche e potabili. Grazie

    RispondiElimina
  13. ..e come dise il grande eretico e apostolo del libero pensiero Giordano Bruno, davanti al suo comitato giudiziario che accendeva le fascine.."dovete tremare più voi nel pronunciare questa sentenza che io nel riceverla.." Dedicato a John e compagna.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vi ringrazio per la stima, ma sono una persona normalissima, con più difetti che pregi 😓

      La libertà e' alla portata di tutti, tutto è possibile se non ci si lascia vincere da paura e sensi di colpa.

      Affrontare tutto ciò col sorriso, a testa alta, con la dignità di colui che sa di aver fatto la scelta più giusta e coerente.

      Senza timori di ritorsioni od ostracismi vari

      Con la serena consapevolezza che la gioia e la serenità che possiamo emanare DOPO non potranno lasciare indifferenti neppure i calunniatori più accaniti

      Elimina
    2. Queste sì che sono scelte da veri consapevoli, altro che sperare nell'illusione di una riforma dall'interno... Così facendo si continuerebbe a dare autorità a chi non ne possiede nemmeno un briciolo.

      Elimina
    3. Hai ragione ryo se aspettiamo una riforma interna possiamo pure morire nel frattempo..non cambieranno mai ma solo dirti che sono fallibili e possono sbagliarsi e cosi la massa si tranquillizza e gli vanno dietro illudendosi che sono guidati cmq da Dio.Certe volte mi soffermo a pensare la frase che dicevano spesso che tanti fratelli si potevano stancare di andare alle adunanze perché il materiale che si trattava era sempre lo stesso e poi riproposto sotto una forma diversa per tener vivo l interesse ma sempre la stessa minestra scaldata era e noi che dovevamo sorbirci un trattamento da perfetti deficenti ascoltando le stesse parole per anni..come abbiamo permesso di farci trattare cosi e poi pretendono ubbidienza assoluta e di controllare la tua vita.ma mi facciano il piacere.a noi il giugice tutelare non ci serve.siamo capaci di intendere e volere..ciaoo a rileggerti

      Elimina
  14. Ciao John.
    Sono solo da alcuni giorni che mi sono accomodato nel tuo salotto e probabilmente avrai già avuto modo di rispondere a queste domande, ma ti chiedo: tanti come te, con intelligenza acuta, si sono inizialmente fatti condizionare, entrando a far parte dei T.d.G. cosa vi ha spinti a farlo? ricerca di se stessi e quindi di Dio? Fuga dall'attuale società? Incompletezza delle varie religioni? Quali diversi valori ti aspettavi di trovare?

    Indubbiamente i T.d.G. sono fautori di una loro crociata che, al contrario di gente come me che di dubbi ne hanno a bizzeffe, loro hanno invece certezze assolute e nessun dubbio. E pontificano. Certo in molte delle loro stesure hanno parti semplicistiche e permeate di ingenuo ottimismo, peccato che spesso si "avvinghiano" come sanguisughe, io ho testimonianza di questo, ed è un peccato, ripeto, perchè è fuori dubbio che nelle loro fila vi siano persone indubbiamente ricche di spiritualità.

    Triste pensare che i "pastori" del gregge dei T.d.G. fossero in realtà dei lupi o succedanei degli stessi... Ne cito uno a caso, J.F.Rutherford, avvocato e NON giudice come si faceva chiamare, proclamò a più riprese la fine del mondo: 1918-1924-. infine stabilì la fatidica data nel 1975. nel 1937 abolì ogni elezione e iniziò un regime dittatoriale da lui definito come Teocrazia. Sebbene le norme dei Testimoni aboliscano l'alcool, morì nel 1942, pare alcolizzato. Mi chiedo come uno spirito acuto come il tuo abbia potuto seguirne la scia.
    Un saluto
    Malles

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo da ragazzo avevo tanta sete di "conoscenza" ed avevo già letto libri e riviste di altre confessioni simili, le cui dottrine mi affascinavano.
      Ho incontrato i TdG quando avevo ormai passato l'adolescenza e la mia "sete" di sapere mi spinse ad unirmi a loro.
      Ho sempre notato alcuni insegnamenti sballati, ma confidavo nell'umiltà del "popolo di Dio", anche perchè l'ambiente dove ho iniziato a studiare era molto unito, c'era un'armonia che non ho più ritrovato poi in nessuna altra congregazione.

      Quindi mi sono sottoposto volutamente a questa sorta di "anestesia totale" (passatemi la metafora) rimanendo però sempre "vigile" e non abbandonandomi mai alla completa manipolazione mentale, cosa che invece era avvenuta per mia moglie.

      Insomma è stato come essere "sotto i ferri" ma in stato di veglia.
      Così, quando l'insegnamento e la condotta di chi mi stava intorno hanno iniziato a manifestare tutti i loro limiti, "rialzarmi" non è stato così traumatico. Ma è stato comunque difficile perchè la manipolazione mentale era penetrata molto più in profondità di quello che pensavo.

      Ultimamente leggo di coloro che vorrebbero far "aprire gli occhi" ai loro cari. Ma mi chiedo: secondo voi è facile far tornare alla ragione chi sarebbe disposto a far morire un proprio figlio per ubbidire all'organizzazione?

      E' vero cha da inattivi, alcuni ci permettono di conversare con loro. Ma per la maggioranza di loro, un inattivo che parla contro l'insegnamento ufficiale viene visto comunque come una minaccia ed un apostata.

      A volte, ma qui dipende da caso a caso, meglio dissociarsi e fare vedere a loro che ci si è riappropriati della vita con serenità e sorrisi, con pace mentale e benessere spirituale.

      A chi ti ostracizza mai digrignare i denti, per loro è una prova che sei stato preda di "satana".

      Bisogna manifestare sanità di mente e capacità di pensare.
      Andate da un bravo psicologo, da un maestro yoga, da un consulente zen, o da chiunque è capace di entrare in sintonia con voi e può aiutarvi a ritrovare l'equilibrio. Andate da chi, senza indottrinamenti e dispensazioni di "verità" non richieste, vi possa aiutare a rimettervi in piedi.

      Un hobby, una compagnia rilassante, della buona musica, delle sane letture (tra cui purtroppo non includo la Bibbia), tutto può servire.

      (dopo anni di indottrinamento la Bibbia diventa il libro più pericoloso. Perchè la mente ripercorre gli stessi sentieri incisi col fuoco nei vostri neuroni, e vi intrappolereste di nuovo nel groviglio di dubbi e timori. Usatela, se proprio volete, dopo che vi siete liberati di queste catene mentali, ma usate tassativamente una versione diversa. La capirete anche meglio di prima)

      Elimina
    2. La WT si sente quasi costretta ..a citare per esempio uno come rutheford come parte della luce divina, giustificando i suoi comportamenti da arrogante e pure alcolizzato e che lo fosse lo si nota dalle sue espressioni facciali , tipiche di un alcolista ,come pure quelli esaltati di knor e frederik franz, ma la WT fa finta di nulla , perchè se non facesse finta , gli salterebbe tutta la sua origine e il concetto della luce si fa sempre più chiara , fatta di massoni americani ...il natale lo puoi abbandonare , come pure i compleanni ..ma le loro radici la loro genetica , quelle come fanno ad abbandonarle e spiegarle alla massa ?....................a giusto !! forse anche in questo non sono infallibili ?

      Elimina
    3. ci sono libri tipo"scelgo la libertà" di bandler che spiegano come cambiare gli schemi comportamentali ed emozionali acquisiti nel passato e sostituirli con altri positivi, paura, tristezza sensi di colpa vanno nel bidone dell'immondizia e sostituiti con autostima e sviluppo della creatività, questo vale anche per chi rimane all'interno,irradierà bellezza e luce come scudo contro la negatività

      Elimina
    4. Il mondo e la vita sono orientati verso il futuro, la bibbia benchè a volte utile, è storia lontana: un innovatore che guardava avanti era Steve Jobs, il suo pensiero col motto -stay hungry, stay foolish- ci può essere d'aiuto.
      "Il tempo a vostra disposizione è limitato, non sprecatelo vivendo una vita che va bene per altri ma non vi appartiene. Non lasciatevi condizionare, non lasciate che il rumore delle opinioni altrui copra la voce che avete dentro. Ma soprattutto abbiate il coraggio di seguire quello che avete nel cuore, lasciatevi guidare dall'intuito. Non smettete di essere curiosi. Non smettete di essere visionari".

      Elimina
  15. Ai testimoni di Geova vorrei dire chi è che sceglie i suoi testimoni, Geova oppure altri testimoni? Probabilmente risponderete Geova. Quindi se è Dio a scegliere i suoi testimoni allora è ancora Dio a decidere chi non è più un suo testimone. Il profeta Samuele si trovò davanti a un assassino e un adultero, ma colto sul fatto non disse a Davide che Dio non lo avrebbe più considerato un suo servo e neppure un suo testimone perché questo giudizio lo può dare solo Dio. Quando dunque si annuncia quel tale non è più un “testimone di Geova” si dichiara con arroganza le parole che Dio non ha pronunciato. Se qualcuno vuol essere disassociato, cari anziani se non volete dunque commettere un grave peccato giudicando al posto di Dio, dite piuttosto che quel tale non è più un vostro membro associato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma poi testimoni di che e di chi? L'espressione "voi siete i miei testimoni riportato in isaia " fu rivolta al popolo ebreo precedentemente e direttamente prescelto, i quali erano testimoni di avvenimenti compiuti da Dio. Ma poi noi, dal 1931 che ci definiamo "testimoni di Geova",per quali eventi vantiamo questo nome?? Gesù disse le stesse parole in Atti 1:8, riferendosi ai suoi discepoli che avevano visto da vicino le sue opere e miracoli, così da definirli giustamente suoi 'testimoni". In aggiunta, disse che i "veri adoratori" avrebbero adorato.....Non i "testimoni".....se ci fate caso esiste una sostanziale differenza tra le due cose.

      Elimina
    2. se abbandoni temporaneamente tutto ciò che i TdG ci hanno insegnato come "verità" e riesamini la Bibbia partendo da zero, ti accorgi che di verità... c'è forse lo 0,1%... qualche avvenimento storico (non tutti) e nulla più. Nulla a che fare col "creatore" o "causa prima".
      Adunanze, servizio, pubblicazioni, congressi.... aria fritta (e pure indigesta)

      Non avrei mai pensato di vedere nelle congregazioni così tanti depressi, apatici, così tanti (in proporzione) casi di suicidio, di cattiverie gratuite, di arroganza, di mancanza di amore e benignità.

      Una spocchia ed una presunzione di essere "santi" senza pari, al punto di credere che si è avuto un mandato da Dio per convertire tutte le persone.

      Se ripenso a tutte le ore passate in servizio e in adunanza, le avessi solo (per dire) spese in opere di volontariato a beneficio di malati o dell'ambiente, avrei sicuramente speso meglio il mio tempo

      Elimina
    3. Demetrio (2° - nick duplicato)9 dicembre 2016 09:12

      La penso esattamente come voi, la bibbia è stata semplicemente il pretesto per costruire sulle scritture una realtà aziendale. Altro che testimoni, come diceva "giustamente" Rutherford noi ne siamo stati soltanto gli agenti pubblicitari.


      Redazione: Se è tuo anche il messaggio dell' 8 dicembre ore 23,30 ti prego di cambiare nick, c'è già un Demetrio che commenta (poco) su questo blog (per non creare confusione)

      Grazie


      Elimina
    4. John, sulla spocchia, la boria e la supponenza, ti do ragione al mille x mille. Sono insopportabili.

      Elimina
  16. Certo siamo partiti da una condizione comune,essere parte di un'organizzazione che ha un'ordine di tipo piramidale.
    Che a differenza delle società commerciali e finanziarie, che hanno una programmazione e un bilancio
    pubblico, al vertice dell'organizzazione/WTS non c'è alcuna trasparenza.
    L'equilibrio del potere WTS si basa sulla fiducia assoluta dei Tdg, in quanto viene identificata l'organizzazione (corpo direttivo) come la guida di Mosè da parte di Geova.
    Quindi CHI ROMPE questo circolo vizioso, non viene visto come qualcuno che vuole comprendere meglio la Bibbia e le cose, ma come uno che mina l'autorità di Geova.
    Davanti a queste circostanze,che si vengono a creare quando si aquista consapevolezza, ognuno di noi agisce in maniera diversa, anche perché ci troviamo a confrontarci con Anziani con sensibilità diverse o senza sensibilità.
    Anche il fatto che crediamo ancora in Dio influisce.
    Personalmente continuo a credere in Geova e a predicare,
    altri sono inattivi o dissassociati.
    Importante che ognuno di Noi "faccia ciò che ha deciso nel suo cuore "
    Grazie a tutti delle vostre esperienze.
    E grazie sopratutto a te, John,che ci dai la possibilità di esprimerci, sopratutto a chi ha IL CUORE ROTTO.

    RispondiElimina
  17. il problema della credibiltà degli autominati dispepoli americani TDG, visto che lo spirito santo fallibile è sceso tutto in america come seconda pentecoste, dipende non solo dai capi setta ma dagli adepti che vogliono credere che un gruppo di americani è il nuovo mediatore tra Dio e gli uomini.
    I dirigenti della W.T. dicono ufficialmente, non potrebbero fare altrimenti, di non essere infallibili e di non essere ispirati.
    Gli adepti tuttavia agiscono come se i lorpo capi fossero realmente infallibili e guidati in ogni caso da Dio.Fa comodo ad entrambi.Pura illusione e sfruttamento delle debolezze umane. Purtroppo l'effetto della cocaina teocratica o dei fiori di loto omerici teocratici non dura in eterno.
    sal

    RispondiElimina
    Risposte
    1. (Ax80) E il "bello" di tutto questo è che cadono sempre in piedi... Nell'ultimo articolo di studio sul libro "il Regno di Dio è già una realtà", ammettono apertamente errori del tipo la presenza di Cristo inizialmente datata nel 1874 e alcuni altri, sostenendo di avere comunque la guida dello Spirito nonostante questi sbagli e nonostante ogni logica dica che si tratta di una contraddizione in termini...! "È come avere una guida durante una visita ad un luogo storico", dicono. La guida non può dirti tutto insieme, ma soltanto passo dopo passo... Alcune profezie si comprendono meglio quando sono già in corso di adempimento, grazie alla nostra umiltà Geova ci ha concesso di correggere alcune vedute errate..." Insomma, una serie di giochi di prestigio della comunicazione per persuadere la massa che loro sono nel giusto, sempre e comunque! E ci riescono! La storiella della luce progressiva è un ottimo jolly...!

      Elimina
    2. Dico di non essere infallibili , di non essere ispirati, di aver commesso errori dottrinali ...ma nello stesso tempo si essere l unica organizzazione guidata dallo spirito santo .......ma l effetto placebo che da la WT è talmente forte , che i fedeli accettano di tutto senza fiatare.

      Elimina
    3. Ax80....questo viene detto durante uno studio , e i fedeli con alzata di mano convinta , rispondono in base a quello che loro stessi ( WT ) si dicono da soli ....nemmeno vana marchi è arrivata a tanto. (-:

      Elimina
    4. (Ax80) Proprio così, Riflessivo, è pura psicologia... Riporto uno stralcio, tanto per rendere idea:

      "IMMAGINATE di visitare una bellissima città accompagnati da una guida esperta. Non conoscete affatto il posto, per cui pendete dalle sue labbra. Sia voi che gli altri del gruppo siete curiosi di scoprire qualche angolo della città che non avete ancora visitato e fate delle domande. La guida però non vi risponde immediatamente; vi rivela i particolari solo al momento giusto, quasi sempre quando già si intravede qualcosa. Piano piano cominciate ad apprezzare la sua esperienza e competenza, dato che vi dice ciò che avete bisogno di sapere proprio al momento opportuno...
      Gesù non sovraccaricò mai i suoi discepoli di informazioni per cui non erano ancora pronti. Le idee errate fanno forse dubitare che Gesù stesse guidando quelle persone fedeli mediante lo spirito santo?
      Assolutamente no! Pensiamo all’esempio del primo paragrafo. Le supposizioni e le domande assillanti dei turisti farebbero dubitare dell’affidabilità della guida? No. Allo stesso modo, anche se a volte i servitori di Dio cercano di scoprire dettagli del Suo proposito prima che lo spirito santo permetta loro di capire tali verità, la guida di Gesù è comunque evidente. Queste persone fedeli, quindi, sono disposte a farsi correggere e a cambiare umilmente il loro punto di vista..."

      Insomma, ennesima autosviolinata. Se queste sarebbero "prove"...

      Elimina
    5. Farsi correggere da chi ? da se stessi ? ...la correzione deve avvenire sempre dal interno mai dal esterno , e questi sarebbero persone umili ? , sempre se di correzione si tratta , perchè spesso è un errore che si sovrappone ad un altro , questi signori che dicono che sono guidati dallo spirito santo , hanno commesso errori, che nessuna organizzazione religiosa sulla terra ha commesso ......e non ci sono solo errori di profezia ...ce ne sono molti altri e ancora ben più gravi...e che si continuano a fare....che se le elencano tutte ne farebbero una TW intera.

      Elimina
    6. non succede molto spesso che una guida scambi un Caravaggio per un Raffaello, o piazza di Spagna per Piazza San Marco...

      Elimina
    7. Sappiamo che i testimoni di Geova sono cosi precisi ad applicare le scritture fino a morire per non accettare una trasfuzione di sangue.

      Ma il loro concetto di luce progressiva si deve armonizzare con altri insegnamenti scritturali che loro dovrebbero considerare altrettanto importanti.

      Per esempio:

      1 Corinti 4:6 dice di impariate a non andare al di là di ciò che è scritto.

      Atti 17:11 ...esaminando ogni giorno le Scritture per vedere se queste cose stavano cosí.

      Salmi 146:3 Non confidate nei principi né in alcun figlio d'uomo, che non può salvare.

      Il loro concetto di luce progressiva si deve anche armonizzare con il diritto basilare di ogni essere umano di esercitare liberta' di pensiero e di espressione.

      Si dede fare quindi differenza tra non essere d'accordo con una verita' e un iterpretazione. Neppure gli apostoli insegnavano per lungo e per largo loro interpretazioni personali e bollavano come appestati o apostati coloro che non li seguivano.

      Le date stabilite dall'organizazione si possono considera verita' assolute o interpretazioni arbitrarie?

      Insegnare il 1874 come data delle venuta invisbile di Gesu' come verita' non e' andare deliberatamente oltre quello che e' scritto?

      E' non e' altrettanto vergognoso punire persone sincere solo perche' riconoscono che sia immorale accettare come vere delle intepretazioni del tutto arbitrarie del corpo direttivo?

      Secondo loro la loro interpretazone della generazione che si sovrappone e' una verita?

      La loro storia dimostra chiaramente che hanno cambiato dottrine non per amore della verita'. Ma perche' le loro idee si sono rilevate sbagliate. Hanno cambiato l'inegnamento del 1975 perche' la data e' passata. Hanno canbiato l'insegnamento della generazione perche' il tempo e' passato.

      Quindi il jolly della luce progressiva e' una scusante alle loro false interpretazioni. Si tratta sempre di rimpiazzare un falso insegnamento con un altro. Date come i 1874, 1914 ne possono fare a centinaia, ma si tratta solo di speculazioni.

      Elimina
    8. L'esempio della guida da loro usato non è adeguato, tutto è in relazione alla gravità che comporta un errore. Se la guida scambia una statua con un altra poco male, ma se la guida dice -uscite prendendo quel sentiero-, e questo porta ad un dirupo o un luogo di pericolo, come minimo è da licenziare e non da seguire più, la guida del CD ha già rovinato la vita a troppe persone con i suoi errori, altro che apprezzarne l'esperienza e la competenza.

      Elimina
    9. Nella rivista di febbraio 2017 ...hanno dovuto dire apertamente la loro fallibilità e i loro errori ( però senza citarli) , perchè sanno che i vari blog e i vari forum sparsi su internet li stanno smascherando , e devono preparare la massa a queste nuove obbiezioni , ma nello stesso tempo con la storia dello spirito santo, e la famosa luce , vogliono continuare a trattenere i loro fedeli al cordone ombelicale di mamma WT ......l organizzazione mi da l idea che sta girando su una scacchiera , per non farsi dare scacco matto.

      Elimina
    10. Diciamo pure che ci sono due tipi di interpretazioni. Uno è per le cose non dimostrabili coi fatti (es la risurrezione è in cielo o in terra?). Il secondo tipo è con le cose invece che si sarebbero dovute vedere e verificare (es la fine nel 1975). Per questo secondo tipo direi che il CD si è dimostrato infallibile nello sbagliare. Non c'è interpretazione che non hanno dovuto rivedere o dovranno a breve rivedere.

      Elimina
    11. L'esempio corretto sarebbe:
      Immaginate una guida che indicando un monumento vi dica: questo è il monumento X, poi dopo un'oretta ripassando da li vi dica: ah no scusate, questo si chiama monumento Y. Immaginate che vi faccia girare in tondo e dopo varie indecisioni vi riporti al punto di partenza. Vi fidereste ancora di quella guida? Pensereste che conosce la sua materia o sta improvvisando?

      Elimina
    12. No Victor, nell'esempio della rivista la guida è Gesù (tramite lo SS) e i turisti sono il CD in primis e a seguire tutti i servitori e credenti che fanno troppe domande e troppo presto. Il punto è che il CD non si è limitato a chiedere con troppo zelo, ma ha preteso da tutti ubbidienza sia di pensiero che di azioni su quanto credevano di aver interpretato, è ben più grave di come lo presenta l'articolo, perchè hanno rovinato la vita a molti.

      Elimina
    13. o che vuole essere pagata per qualche oretta in più...

      Elimina
    14. Victor, la guida del tuo esempio ha detto una parola di troppo:"scusate". Se il CD imparasse ad usare questa parola sarebbe davvero un cambiamento epocale.

      Elimina
  18. la valle delle ossa secche che sarebbero risorte, negli anni sessanta/settanta era letterale, poi sconfessata. Fino alla fine degli anni 90 con l'opera di predicazione si procedeva a separare le pecore dai capri, sconfessata pure quella ...

    RispondiElimina
  19. Deliverance19799 dicembre 2016 19:11

    Bell'esperienza, soprattutto la parte dove si spiega il funzionamento di indottrinamento impiegato dalla WTS, che é lo stesso dei regimi dittatoriali.
    Riunioni programmate equiparabili alle adunanze.
    Parate ed eventi, equiparati alle assemblee.
    Inni e canti patriottici, equiparati ai cantici.
    Uniformi e divise, equiparabili al famoso abbigliamento teocratico imposto.
    Propaganda di partito, ovvero le pubblicazioni WTS.
    Terminologia politica equiparabile al linguaggio teocratico.
    Superioritá della visione politica come migliore guida per la nazione ed il popolo, equiparabile alla famosa "veritá" dei TDG che é la migliore scelta che ogni persona puó fare.
    Eliminazione fisica (per morte o prigione) degli oppositori politici, equiparabili a disassociazione o segnatura.
    Politburo politico di sorveglianza che deve imporre la condotta politica al popolo, equiparabili ai membri del corpo direttivo, sorveglianti ed anziani.

    I TDG sono una dittatura.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Degni di quel Geova l iddio degli eserciti .

      Elimina
    2. Verissimo deliverance79,sono similitudini impressionanti.ho sempre pensato che tutti questi anni siamo stati sottoposti a un regime totalitario e chi non la pensa secondo le ideologie del regime wt viene eliminato senza pietà.il paragone che hai fatto e azzeccatissimo per non parlare Dell addestramento imposto dalla tenera età,questi bimbi che la mattina quando non vanno a scuola o all asilo dovrebbero riposare invece di portarli in giro a fare i piccoli pagliacci o farli vestire con la cravattina come fossero piccoli impiegati.poi ancora hanno.i denti da latte che i genitori li fanno sposare in fretta e in furia per non parlare del battesimo che ora va di moda stile cattolicesimo.come non essere schifati da tale propaganda!

      Elimina
    3. è tutta una americanata.... altro che cristianesimo .

      Elimina
    4. Le vittime di sette, trà cui i nostri cari Testimoni di Geova, sono tutti affetti da sindrome di stoccolma.
      È solo quando c'è il riveglio e si è di nuovo veramente liberi che ci si rende conto di quanto si è stati condizionati.

      Elimina
    5. L anziano che ha condotto da noi ha detto che il 1914 è indicato nelle Scritture! Ho detto tutto....

      Elimina
    6. Una delle prime cose che ho imparato nei TdG è che gli anziani di congregazione soffrono di ignoranza "endemica". In parte anche perchè, ritenendosi superiori agli altri quando imparano a condurre uno studio torre di guardia, snobbano tutto ciò che essi ritengano inutile alla loro cultura.

      E dato che ignoranza fa il paio con arroganza, ecco che nel 90% delle congregazioni la dittatura è palese!

      Ci sono stati periodi della mia vita in cui non avevo voglia di invitare interessati ai discorsi pubblici perchè mi vergognavo letteralmente degli oratori.
      Eppure, assurdo a pensarci, restavo un TdG convinto!

      Elimina
  20. Eppure quante volte, e con quanti innumerevoli sostenitori le dittature si sono diffuse e sono state sostenute? Mai e poi mai avrei aderito ad un movimento ad un pensiero ad un gruppo se avessi immaginato k dietro c'erano (come ancora ci sono) tali forzature ! Ma NON LO SAPEVO ! Ugualmente non lo sapevi tu caro John e neppure tutti voi cari k scrivete, x ciò la malafede non fu nostra, nello sperare in bene e in meglio, FU ED È DI ALTRI, nascessimo imparati non finiremmo impantanati AHH AHH AHH AHH AHH perdonatemi le ironie, il fatto è k mi piace tanto osservare il lato comico della vita ! ! ! BUONANOTTE VIVENTI E SCRIVENTI SIETE NEI MIEI PENSIERI

    RispondiElimina
  21. Caro John, in parte ho vissuto ciò che hai vissuto tu, vittima di guardoni pronti a leccare i piedi ai loro padroni (gli anziani) eccitati come dei gatti in calore nel scoprire chissà che cosa.
    Purtroppo la congregazione covo di pseudo amanti della bontà spesso è frequentata invece da individui pronti a pugnalarti alle spalle con la scusa del mantenere pura la congregazione. Ma si sa, per mantenerle pure le congregazioni andrebbero chiuse e basta.
    Sono felice che tu e consorte avete fatto questo passo finale e finalmente avete spezzato qualsiasi legame con quel mondo che tanto male vi e ci ha fatto.
    Grazie per aver condiviso con noi la tua esperienza e grazie ancora una volta per aver creato questo blog, luogo di accrescimento interiore.

    RispondiElimina
  22. e come prevedevo, anche gli "amici" più cari (anche quelli di cui si dice: sta acquistando consapevolezza) sono pronti a pugnalarti alle spalle.

    Dei mostri, dei robot biologici programmati per NON pensare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo so che fa male John, benchè c'è chi dice che non si trovano veri amici tra i tdg, io uno lo avevo, molto intelligente e in disaccordo con parecchie cose sulla gestione WTS, speravo in un suo risveglio, ma da quando ho iniziato a non andare più alle adunanze, ho scoperto poi che andava in giro a dire ero andato fuori di testa, poi col tempo si è negato ad ogni tentativo di comunicazione e vabbè lo avevo messo in conto. Ho cercato di comprendere quali meccanismi della mente possano scattare, credo che sia una forma di lealtà e allineamento al gruppo, e nonostante sappiano che è sbagliato, alla fine non vogliono smettere di sperare nel nuovo mondo ed entrarci.
      Ma il sistema ha inculcato loro che per ottenere il premio devo obbidire alle direttive.

      Elimina
    2. Poi mettiamoci pure che ci dono dei consapevoli fasulli che sono leccapiedi degli anziani che vengono a spiare e poi riportano tutto e spariscono..piu falsi e meschini di cosi..

      Elimina
    3. ... ergo... confermi il fatto che non è possibile farsi vere amicizie all'interno dei tdg. Perchè se si è amici solo finchè si pensano e dicono le stesse cose, beh, che amicizia è?

      Elimina
    4. temo che sia come dici victor, eccetto in qualche raro caso...
      in una normale congregazione si riuniscono persone che non hanno SCELTO di essere amiche, ma che si sono trovate aggiogate insieme senza poter fare una selezione; poi ovviamente in mezzo a un gruppo numeroso trovi sempre qualcuno con cui hai affinità, ma non sempre quello che cerchi davvero.
      Naturalmente in un giro più largo, tipo cricoscrizione, ha qualche possibilità in più, ma poi ti manca il tempo...
      personalmente ho avuto modo di trovare parecchie persone con cui ho più affinità, semplicemente perché ho conosciuto decine di migliaia di fratelli. Per quel che riguarda me. Ma non potrei giurare che per loro sia stato lo stesso, a questo punto mi viene pure il sospetto che molte amicizie fossero più legate al mio ruolo che alla mia persona...e liberandomi del ruolo ho visto scemare notevolmente il numero degli amici, devo dire. Con molte giustificazioni, alcune delle quali sicuramente del tutto sincere...

      Elimina
    5. L amicizia è condizionata dal fatto che prima viene l ubbidienza a Dio ...e l ubbidienza a Dio è condizionata dai vertici ...dunque è una amicizia relativa quella che ce tra i TDG perchè tutto è legata ad un ideale ...ma credo che sia così da tutte le parti ..anche nei partiti politici.

      Elimina
    6. Sono d'accordo io ho trovato sorelle con cui sembrava ci fosse amicizia ma quando si parla sentimenti di titubanze o di figli ,la paura di far vedere i difetti ,le incongruenze che possono coesistere ci si chiude a riccio ,quasi a voler negare quello che in una congregazione piccola salta facilmente fuori.Quindi è molto complicato c'è sempre un muro invisibile anche se ci frequenta quotidiana mente o quasi. Mentre sono rimasta amica di compagni di scuola e non ho mai smesso di dialogare di ogni argomento senza false reticenze.

      Elimina
    7. Per vero amico intendo non quello che frequenti solo nel fine settimana, ma col quale organizzi, parli senza filtri, ci passi le vacanze, ridi o piangi per le stesse situazioni. Tutto va bene finchè non tradisci, capita anche in campo sentimentale, a volte per colpa di certe relazioni vanno in frantumi amicizie di una vita. Nel caso dei tdg viene visto come un tradimento verso dio, l'intera organizzazione e i compagni di fede. Victor chiedi che amicizia è? Non lo so, non giustifico questi amici a scadenza, ma neanche dico che sia tutta colpa loro, mi rendo conto della potenza dell'indottrinamento, e da parte mia se cambiano idea sono pronto a ritenerli nuovamente amici.

      Elimina
    8. L'ho capito che intendi quello per amicizia, anche io intendo quello. Proprio per quello penso che le "amicizie" tra tdg sono di plastica, finte. Perchè, come ha detto qualcun altro, sono subordinate alla lealtà all'organizzazione. L'uscire "fuori dalle righe" potrebbe provocare l'essere allontanato o trattato con freddezza per "poca spiritualità", se non proprio denunciato ai poliziotti/anziani.
      Certo, sono d'accordo che a volte un'amicizia può finire, come un rapporto sentimentale, per tradimento, un comportamento sbagliato... ma verso la persona oggetto dell'amicizia. Qua si parla di perdere """"""""amicizie"""""""" semplicemente perchè la pensi diversamente, pur volendo rispettare il loro punto di vista.
      Lo so anche io che non è (tutta) colpa loro. Ma, dato che credono in dio e dio il cervello l'ha dato anche a loro...
      Insomma, per me vanno responsabilizzati e fatti prendere coscienza delle loro (cattive) azioni.

      Elimina
    9. In effetti Victor tra di loro esiste un metro per misurare la spiritualità e se sei spirituale ti aprono tutte le porte,ti trovano il lavoro,il fine settimana inviti a gogo a casa dei fratelli o per una pizza.se poi sei quello come si dice a Roma barzotto fai terra bruciata e li si vede la congregazione come un cinema fatto di attori che cin il loro sorriso di plastica ti salutano per obbligo ed escono con te in servizio perché lo devono fare per apparire.cge tristezza!

      Elimina
    10. (Ax80) Quanto mi ritrovo nelle vostre considerazioni... Nelle "amicizie" si comportano proprio così... E anche laddove ci fossero persone più aperte, "l'ansia da perfezione" non ti permette di essere completamente te stesso... Ogni parola, ogni pensiero, ogni espressione vanno misurati con il centimetro, a discapito della spontaneità... Che poi, Ema79, "inviti a casa loro", sai che affare... Per molti "svago" è una parola grossa... Anche i quei momenti deve obbligatoriamente esserci la rivista di turno, il "vedere il broadcasting insieme" di turno, e fino a quando ero ragazzino io, ora un po' meno, pare, i "giochi biblici"... Anche il concetto di "svago", quindi, in molte occasioni è relativo... Lavaggio del cervello sempre all'opera, anche in contesti in cui dovrebbe esserci solo divertimento e relax. Non che di per sè sia "sbagliato", non intendo questo. È sbagliata la mancanza d'equilibrio.

      Elimina
  23. dopo aver notificato la mia dissociazione ad un caro amico TdG allineato, oggi con sorpresa ho ricevuto un suo attestato di stima e affetto incondizionato che mi ha commosso fino alle lacrime.
    Dentro quell'esercito di maschere finte, ancora battono cuori sinceri... non arrendetevi, non è mai troppo tardi !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo sistema è un grande palcoscenico , dove ci sono i burattini e i burattinai ...bisogna fare di tutto per starne fuori.

      Elimina
    2. (Sveglio) Buongiorno a tutti...é da molto che vi seguo e vi confesso che da allora vi leggo ogni giorno.
      Le amicizie dentro l'organizzazione (quando sono vere) sono sempre subordinate al tuo allineamento con l'organizzazione. É come se alla parola amicizia ci aggiungo un asterisco con scritto: DURA FIN QUANDO TI RITENGO "SPIRITUALE". Questo atteggiamento genera una velata diffidenza e un'impossibilità di essere veramente se stessi. Non puoi ritenerti amico di una persona se non puoi parlare liberamente di tutto SENZA essere giudicato correndo poi il rischio di venire bollato come un "poco spirituale". Qualche fratello con cui parlare di certi temi (pedofilia,ostracismo,contribuzioni,regole di uomini ecc) c'è, ma, io ritengo che, alla fine tutti abbiano paura di esporsi per non finire davanti ad un comitato.

      Elimina
    3. (Ax80) Benvenuto Sveglio! Tanto di cappello per la tua analisi, è perfetta! Hai descritto la situazione al massimo della sua realtà...! Io la sto vivendo sulla mia pelle, ed è così, punto per punto! Che poi, volendo aprire una piccola parentesi, la parola "spiritualità" applicata a un Testimone è quasi totalmente svuotata di significato. Ricordiamo sempre che essere o non essere "spirituali",secondo il loro metro, è un concetto molto restrittivo e limitante. Rispondere a pappagallo sui paragrafi torre di guardia con tutte le attività annesse e connesse, è quanto più distante dalla "spiritualità" possa esserci. È più un qualcosa da robottini programmati che altro. Io ci ho messo circa due decenni per comprenderlo. Finché si vive nel loro stato di torpore indotto, non si nota. Come la storia della rana che cuoce a fuoco lento. "Amicizie"...? Sincere, molto poche. Ti "amano" con la condizionale, in base al ruolo e al numero di ore che scarabocchi su un foglietto. Potrei raccontarne a proposito di questo, ma dovrei fornire dettagli, e preferisco non farlo per ovvi motivi. "Amicizie"... Ne ho viste e vissute di molto più sincere "fuori", che dentro... Un buongiorno a tutti.

      Elimina
    4. Ce una mentalità bigotta da paura, poi ce anche chi riesce a tenersi distaccato , ma quella è l aria che si respira.

      Elimina
    5. Felice di leggerti "sveglio". Se hai bisogno di uno scambio di vedute sulla tua situazione, ma non vuoi esporre in pubblico i particolari, puoi sempre scrivere una email all'indirizzo del blog che trovi in fondo alla pagina....

      Elimina
    6. Ciao sveglio buongiorno.le amicizie vere come hai potuto constatare sono a numero chiuso come i test d ingresso all università...se passi l esame d ammissione cioè se ti reputano spiritule entri nella facoltà dei finti spirituali e ti si aprono mille porte,ma se non c entri vuol dire che non sei come loro richiedono e sei tagliato fuori.non so che situazione stai vivendo ma se vuoi dei consigli pratici john o tutti possono aiutarti..vedrai che con il tempo se vorrai qui troverai delle belle amicizie sincere che non stanno a farti le lastre spiritualmente parlando,ma sono una fonte di incoraggiamento e di aiuto vero.a presto

      Elimina
  24. ciao sono un testimone di Geova inattivo da un anno non frequento più perché sono disgustato dai loro divieti ho una figlia che va all'università in tutti i modi hanno cercato di dissuaderla e quanti fratelli che hanno detto di tutto che noi non siamo ubbidienti all'organizzazione ma io dico cosa c'entra con le scritture scritture addirittura un sorvegliante ha detto sul podio che l'universita e un immondizia quando e sceso dal podio l'ho mandato letteralmente a quel paese non vi dico cosa mi hanno detto i fratelli cose daltro mondo ed io dovrei stare in una religione che mi inpongono cosa devo fare o non fare le scritture sono una cosa ma le parole di uomini sono un altra cosa e non parlo di altre cose vietate a me sembra solo fanatismo religioso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro anonimo TdG, non "sembra" ma E' fanatismo religioso, e quello più pericoloso.
      Un fanatismo che ti fa credere che ci siano delle morti per "fedeltà" che piacciano a Dio, quel Dio sanguinario dell'antico testamento che piace a molti TdG.
      Poi si chiedono perchè tutto il mondo ce l'ha con loro, e fanno passare il dissenso verso il loro fanatismo come persecuzione.
      Ma per fortuna oggi c'è internet, che permette a molti di informarsi e ragionare (per chi è disposto a farlo)

      Elimina
    2. sono testimone di geova ma non mi faccio disassocciare perché ho troppo parenti dentro altrimenti l'avrei gia fatto comunque non frequento più e non ne voglio più sapere di fanatismo religioso

      Elimina
    3. hai detto bene, fanatismo, infatti gli studi universitari "aprono" la mente di molti, che si accorgono ben presto del raggiro di massa perpetrato dal CD a danno dei proclamatori.

      Elimina
    4. Ancora una volta troviamo l'ipocrisia all'opera. Anonimo, forse già lo sai, ma accade che in betel vengano richieste competenze spacialistiche universitarie. Ora c'è il "privilegio" di dinvetare "consulenti della Betel" .Senza contare che diversi problemi lavorativi dei TdG dipendono anche dal fatto che viene scoraggiata l'istruzione universitaria e l'istruzione superiore in generale.

      Ci sono poi anziani per fortuna, che sono laureati. Diversi esaltati continuano ad avere spazio dal podio a quanto pare.Chi dice che l'università è una immondizia, dovrebbe avere il coraggio di farne a meno: fare a meno dei fratelli medici, infermieri, dentisti che lavorano in betel, fare a meno delle consulenze dei fratelli ingegneri, avvocati, economisti.

      Anonimo, come dice la Bibbia, "non correggere lo stupido". Fatica sprecata. A suo tempo ognuno raccoglierà quello che sta seminando. mi spiace che ci sia la dentro chi perde l'equilibrio, si esalta, e fa male agli altri.

      Elimina
    5. Gioventù Bruciata25 dicembre 2016 20:37

      @ anonimo: io ho 2 nipoti che si sono diplomati con 100 alle superiori, ma essendo mio cognato anziano ha pensato di consigliare ( lo chiamano consiglio il divieto )loro di non iscriversi all'università!!! Esempio di come limitare il futuro dei figli. Se li faceva iscrivere all'università perdeva i privilegi mi sembra di capire da ciò che leggo in rete, ecco il vero motivo dato che viaggia un metro sopra il pavimento per il fatto che è anziano. Invece a pensato bene di farli sposare ancora lattanti e spero che non siano fra i futuri divorziati, appena finito l'impulso sessuale iniziale.

      Elimina
  25. (Raffa) un informazione...ma cambia qualcosa da dissociarsi o farsi disassociare?

    RispondiElimina

E' OBBLIGATORIO INSERIRE NEL CAMPO Nome/URL UN NICK con cui firmarsi. Non usate termini scurrili, insulti, calunnie, incitamenti all'odio razziale ed alla violenza, e NON menzionate la persone per nome o cognome reali. Sono vietati lo spamming, il copia-incolla ripetuto, i link a siti non approvati dalla redazione, i messaggi provocatori.
Altrimenti i post non saranno pubblicati o verranno cancellati.
La moderazione dei commenti è insindacabile ed a cura della redazione del blog. Se i vostri commenti non vengono pubblicati potete chiedere spiegazioni scrivendo alla redazione (vedi "come commentare" in alto nella colonna a sinistra)

Grazie

L'indirizzo email del blog lo trovate in fondo alla pagina (non nella visualizzazione per cellulari)