Usando questo sito, dichiarate di aver letto il Disclaimer e le norme sulla Privacy relativa ai contatori Shinystat e whos.among.us.

Un archivio del blog, con tutti i post fino ad oggi pubblicati, elencati per mese, lo trovate in fondo alla colonna centrale.

NORME relative ai commenti alla pagina "COME COMMENTARE".

“Non c’è nulla di male se una persona cerca di confutare gli insegnamenti e le pratiche di un gruppo religioso che ritiene in errore”.
(Svegliatevi! 8 settembre 1997, pagina 6)

domenica 20 novembre 2016

Uno sguardo al mondo


Quando un'anziano di congregazione è al centro dei media


E' notizia di oggi, apparsa su un quotidiano locale, che un'azienda gestita da un'anziano di congregazione molto in vista (di Poiana Maggiore) avrebbe evaso al fisco ben 6 milioni di €uro, di cui la maggior parte sarebbero contributi non versati all'INPS relativi ad almeno una parte dei 1200 dipendenti. E' in corso un'indagine da parte della guardia di finanza per accertare le responsabilità dell'accaduto.

Ciò che sconcerta parte dei testimoni di Geova della zona è il fatto che il fratello in questione svolga ancora parti dal podio. Da quanto riporta l'articolo (sotto una foto del giornale) l'imprenditore Testimone di Geova risulterebbe anche proprietario di una quota di azioni della squadra di calcio della città di Vicenza.





qui sotto l'imprenditore, Marcello Taglialegne, della Helyos Spa di Barbarano Vicentino, in una vecchia intervista su youtube







Quando si gode di protezione all'interno dell'organizzazione....


30 commenti:

  1. Ho trovato questa notizia su un quotidiano locale, ed ho chiesto conferme a qualcuno...

    RispondiElimina
  2. Continua a stare sul podio, perche il potere d'aquisto compra, co,cca e bla bla!

    RispondiElimina
  3. niente di nuovo sotto il sole...
    dalle mie parti (nord ovest, qualcuno forse ne ha sentito parlare) un anziano fu arrestato per rapina a mano armata...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lelvira qui al nord non ne avevo mai sentito parlare.
      Chissà che botta per la congregazione. Cmq i singoli episodi creano scalpore ma non causano il risveglio poiché come singoli tutti possono sbagliare e ci sta...quando invece è coinvolta la wts come ente allora si che cambia la solfa perché col corpo direttivo c'è lo spirito di mezzo...

      Elimina
    2. Infatti non ho postato questa notizia per assimilare il tutto all'organizzazione (oltretutto c'è un indagine ed i giudici non si sono ancora pronunciati) ma per evidenziare come, a volte, ci sono figli e figliastri...
      Sempre pronti a puntare il dito coi deboli. e a temporeggiare con i forti...

      Elimina
    3. Vicenda crac da verificare, resta il fatto che il Marcello Taglialegne è il fondatore e presidente di Helyos, prima srl poi spa basta digitare su google il C.F o partita IVA 03042020242 e si trova tutto. Non ci sarebbe niente di male per una impresa di pulizie avere uno sviluppo così importante, ma mi stona il fatto che abbia fornito appalti per la pulizia degli uffici della Polizia di Stato di Veneto Trentino Friuli Emilia Romagna, nonchè per la base militare americana NATO Ederle di Vicenza. Una domanda dai lettori recitava: w99 15/4 p. 28 Domande dai lettori -La seconda domanda è: Svolgere quel lavoro renderebbe la persona complice di una pratica condannata? È evidente che chi lavorasse in una casa da gioco, in una clinica specializzata in aborti o in una casa di tolleranza, sarebbe complice di una pratica antiscritturale. Anche se il suo lavoro quotidiano lì fosse solo quello di pulire i pavimenti o di rispondere al telefono, contribuirebbe a promuovere una pratica condannata dalla Parola di Dio.-
      Nelle riviste ci sono vari esempi di persone che divenute tdg hanno rinunciato al lavoro a motivo della neutralità, mentre questo continua a fare i discorsi come anziano? Notare che non è un dipendente, gli appalti li ha firmati e contrattati lui!

      Elimina
    4. si infatti...onestamente neanch'io avrei lasciato per cose come queste...è solo una chicca che dimostra la poca trasparenza dei nostri amici...

      Elimina
  4. Beh lo sappiamo tutti...quando si tratta di moralità sensuale sono intransigenti e vogliono sapere se hai toccato o manipolato...nei minimi particolari per accertare che c'è porneia..Quando si tratta di questioni finanziarie come evasioni,truffe che devastano finanziariamente la vita degli altri è una faccenda personale dove non possono entrare...Mi viene il dubbio che quando si tratta di trasparenza finanziaria la W.T. si volti dall'altra parte
    Chi li ha mai controllati i loro bilanci..?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Appunto si evita di indagare su questioni di truffa finanziaria e altro tra i fratelli definendole questioni personali per evitare che la fratellanza si faccia domande sulla poca trasparenza finanziaria della WT. Anche se nn ha molta attinenza col soggetto, questo modo di fare si accosta molto a quanto fu scritto su una tg di studio di vari mesi fa che parlava di lealtà. Mi colpì molto che elogiarono in quella rivista il comportamento di Abisai e suo fratello entrambi nipoti di Davide definiti dal cd fedeli e leali,nonostante questi ufficiali dell'esercito sapessero dell'intenzione di Davide loro zio di mettere Uzzia l'ittita tra le prime file perché sua moglie era diventata l'amante del loro zietto. Non solo ebbero disposizioni precise tramite missiva, ma seguirono alla lettera l'ordine di Davide. Che esempio di lealtà....un complotto contro uzzia dove viene ucciso e tradito da moglie re e ufficiali viene additato come esempio di lealtà in contrapposizione con la lealtà richiesta da noi popolino che quando si tratta di lealtà dovremmo portare a conoscenza ai "guardiani" condotte errate dei nostri, anche se sono amici e parenti. Ma la coerenza in quello che scrivono dov'è? Ma soprattutto per chi ci hanno preso? Per dei dementi?

      Elimina
    2. (Ax80) Anna, mi dispiace constatarlo, ma purtroppo la massa, demente lo è... Ed è proprio su questo che giocano. L'ho detto diverse volte, se un domani scrivessero che esistono i draghi alati, la massa dei fratelli farebbe subito si si con la testa, senza porsi domande. Siamo stati un po' tutti così, ma il risveglio è un processo molto graduale.

      Elimina
    3. Anna cara, come fate tu e tanti tra cui lelvira ad avere pensieri tanto illuminati già al mattino presto? Menomale k siete generose e generosi e li condividete, risveglio in ogni sua applicazione leggendovi, se non ci si sveglia con queste riflessioni precise e sensate è proprio x k si sceglie di restare addormentati . . .

      Elimina
    4. (Ax80) Anna, per riallacciarmi alla risposta che ti ho dato stamattina copio e incollo una frase dell'ultimo articolo di studio torre di guardia, poi ti spiegherò il motivo. "Sia per credere in Dio che per credere nell’evoluzione bisogna avere un qualche tipo di fede. Nessuno di noi ha mai visto Dio o ha mai assistito a un atto creativo. E nessuno, nemmeno gli scienziati, ha mai visto una specie evolversi in un’altra, per esempio un rettile diventare un mammifero.
      È chiaro quindi che ognuno di noi deve usare la propria capacità di ragionare per esaminare le prove e per giungere a conclusioni logiche." Ecco, questa frase testuale, che leggi, era postata oggi sui profili Facebook di molti fratelli. Come vedi molti di loro non verificano, non pensano minimamente che migliaia di studi scientifici hanno clamorosamente smentito entrambe le affermazioni. No, quello che dicono le riviste è oro colato a prescindere! Non entro nel merito dell'evoluzione, anche se ogni evidenza mostra che Dio abbia potuto servirsene. Voglio solo riaffermare come le loro "facoltà di ragionare" siano orientate verso un unica fonte. Ora io mi domando e chiedo: Se tu ("tu" WTS) hai sparato vaccate per più di cento anni senza che alcuna abbia trovato riscontro, tanto da dover ammettere apertamente, per la prima volta, che "puoi connettere errori dottrinali", sulla base di cosa meriti ancora una cieca fiducia...? Stando così le cose, usando le mie "facoltà di ragionare", esamino anche altre fonti, e se le trovo più logiche e coerenti valuto quelle.

      Elimina
  5. Appunto..ubbidire ciecamente !!! Senza se e senza ma..

    RispondiElimina
  6. Vi ricordo che i commenti anonimi senza Nick non sono ammessi. Per rispondere ad una richiesta specifica, ovviamente nell'articolo non vi è scritto che il personaggio in questione è un anziano di congregazione. Lo sanno però i centinaia di testimoni di Geova della provincia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma che differenza fa se sia nominato no, sta compiendo attività comunque fortemente discutibili, al limite della truffa.

      Elimina
  7. Ciao a tutti😉 volevo dire solo una cosa....Un ASINO RAGLIA anche in giacca e cravatta...perché la bugia e l ' inganno hanno una data di scadenza è......tutto......alla fine si scopre...buona giornata..🤗

    RispondiElimina

  8. Pensierini:

    la posizione socio-economica del personaggio porta lustro all'"organizzazione di Geova". Essa diventa più credibile se al suo interno può presentare tali pedigree sociali. Ho sempre scritto in questo blog: chiedetevi perchè il concetto di credibilità nell'apparire sulla porta delle case altrui, secondo i criteri WTS, deve essere quello del maschio in seria giacca e cravatta e la donna in seria gonna e postura dipendente dal primo? ideologia borghese nordamericana del XIX secolo: i custodi del focolare domestico e dell'azienda di famiglia: saggi custodi per un meritato successo imprenditoriale.
    il pensiero WTS persistendo con questa "etica" di presentazione (ancorata, tra l'altro, nei clichè ottocenteschi) tradisce il fatto che esso considera la società borghese come un feticcio che esiste da sempre (e non prodotto storico di lotte sociali) e che rappresenta le forme di relazionamento sociale "normali". In altre parole, come ho anche avuto occasione di dire in passato sempre su questo brillante Blog, senza il capitalismo nordamericano la WTS non sarebbe mai sorta.
    Un'ultima cosa: se al posto del ricco personaggio imprenditoriale (1200 dipendenti svelano un potere patrimoniale notevole) fosse stato un Tdg precario, o che vive con assegno sociale, raggiunto da ingiunzione di sfratto, e avesse partecipato, seppur in forma defilata, ad una vertenza promossa dai sindacati degli inquilini contro lo sfratto per morosità incolpevole, e magari fosse stata raggiunta per questo da un provvedimento giudiziario (visto che il governo Renzi tende ad attuare, in varie forme, la repressione di queste vertenze) come avrebbero reagito i dirigenti della sua congregazione (o i loro superiori)? Potrebbe ancora essere considerata questo/a Tdg una compagnia spirituale edificante? Chissà se nell'etica borghese della WTS c'è posto per la logica che differenzia chi subisce l'esercizio dell'azione penale perchè difende (in un'azione collettiva) la propria esistenza dalla rovina e chi la subisce perchè insegue il consolidamento di una posizione sociale già privilegiata (sfruttando, come nel caso riportato, la massa che vive solo offrendo la propria forza-lavoro poichè non possiede i mezzi di produzione) per acquisire ancora più potere?
    O forse l'"etica" sociale della WTS promuove il pensiero dell'ideologia borghese che siamo tutti imprenditori e quindi abbiamo la stessa forza sul mercato del lavoro? Hanno, cioè, forza paritaria un voucherista e John Elkann e dipende solo dalla bravura e dalla volontà dei singoli? E ritorna l'etica della coppia coniugale in giacca e cravatta, con la signora coercitivamente in gonna, custodi del focolare aziendale familiare sulla base della serietà del loro quadretto ottocentesco dell'imprenditore-pastore Russell....

    Ramiro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cose similari ci sono state pure dalle mie parti.un anziano non voleva che si aprissero società creditizie perché ciò poteva recare danno ai fratelli se le cose andavano male.Lui però non si fece il problema insieme alla sua famiglia di aprirne una e la cosa più triste tanti fratelli ci avevano abboccato.poi la società chiuse per fallimento e lui e la sua famiglia compresa l amante scapparono alle Maldive con i soldi dei fratelli.la moglie pero quando ancora venivano in congregazione la vedevi in pelliccia e la piega in ordine fresca di parruchiera e lui con il Mercedes e poi predicava umiltà dal podio e amare i fratelli..non era andata sul giornale la vicenda,ma per molto tempo in giro si mormorava tanto per lo scandalo

      Elimina
    2. anonimo delle 10:59, ti do ragione! SE A COMPIERE ATTI DISCUTIBILI FOSSE UN POVERO PROCLAMATORE, comitato garantito! Se a compiere le stesse cose è uno con un significativo patrimonio, la solfa cambia completamente! Nella mia zona una nota famiglia, imprenditori di alberghi da vari decenni, sono intoccabili, fanno pranzi per comunioni e cresime, uno dei proprietari gestisce in prima persona (con i capitali) ed è dirigente della squadra di basket in A2, come dirigente segue la squadra dentro e fuori casa ..., non è nominato, ma che vuol dire? Nella comunità dove vive lo sanno tutti chi sono e come agiscono. Solo che è come nel mondo ... se hai i "dindi" diventi intoccabile!!

      Elimina
  9. Non è la prima volta che leggo notizie del genere, notizie che hanno per protagonisti tdG . Negli anni '90, gli anni della mia disintossicazione dal geovismo, facevo collezione di articoli di giornali e riviste che parlavano dei tdG. In una cartella conservo ancora una serie di ritagli di giornale con protagonisti TdG. Eccone alcuni, (farò nomi e cognomi, perché sono notizie pubbliche, che le persone dei luoghi citati potranno confermare o smentire):
    1) Venaria (TO) Arrestato per un crack di 19 miliardi per il fratello-finanziere Sante Troffei che investiva i risparmi dei fedeli;
    2) Ravenna "Ti truffo nel nome di Geova", tra gli imputati Antonio e Renato Bernardi.
    3) Treviso "Vescovo di Geova arrestato per traffico di valuta falsa", tale Francesco Sturiale.
    4) Parma- Aldo Ferrari, ex anziano dei tdG, arrestato per riciclaggio.
    5) Milano "Molesta la figlia, la sua Chiesa sa e tace. In cella a Milano un tdG di 33 anni....




    RispondiElimina
    Risposte
    1. 3 Treviso - la notizia non è del tutto corretta. Il signor Sturiale era al tempo dei fatti un ex testimone da molti anni, forse più di venti.
      Testimone di Treviso

      Elimina
    2. Grazie per la precisazione. Io mi fido di quanto scrive l'utente SD e mi fido anche del fatto che siano fatti di pubblico dominio....

      Elimina
    3. Grazie John per la fiducia e grazie anche a te anonimo per la precisazione. Non conosco nessuno dei personaggi summenzionati.Come ho precisato, sono tutte notizie tratte da vari giornali nazionali, che i lettori delle zone citate,erano e sono invitati a confermare o smentire. Riguardo al sig. Sturiale, ecco come veniva presentato dalla stampa nazionale del 16/2/1996. La Nazione di FI :"Treviso.Mafia, in cella 'vescovo' dei TdG"; L'Avvenire:"Riciclaggio: TdG in cella":"Manette per un esponente di spicco dei TdG..."; Il Tempo "Vescovo di Geova arrestato per traffico di valuta falsa". Queste erano le fonti da me citate. Comunque di storie come queste se ne contano tantissime tra le fila dei TdG, come in ogni altra forma di aggregazione religiosa, quello che si vuole dimostrare è che il bene e il male sono dappertutto, il grano e le zizzanie sono mescolate, come le pecore e i capri delle parabole di Gesù. I TdG, al di là del loro continuo autoincensarsi, a scopo di propaganda( "siamo i migliori cittadini, siamo onesti, paghiamo le tasse e rispettiamo le leggi più di chiunque altro) non sono migliori delle altre persone, appartenenti ad altri gruppi religiosi o non credenti, nessuno gli ha conferito la medaglia di onestà e di moralità. E poi il fatto che si vantano di essere una religione pura perché i peccatori vengono espulsi (cosa che non sempre accade, come nel caso della notizia n.5 del padre incestuoso), ma sta di fatto che le truffe e gli abusi vari sono stati perpetrati all'interno della "pura" organizzazione geovista,da persone affiliate a quel gruppo. Sì, a volte questi truffatori, soprattutto se hanno creato scandalo pubblico, vengono espulsi, ma è poco cosa per chi il danno ormai l'ha subito. L'essere stati nel recinto geovista non è stata per loro una garanzia di protezione, come non lo è stata per i più di 1000 bambini australiani abusati e all'interno delle "pure", ma anche omertose, congregazioni geoviste.

      Elimina
    4. Non metto in dubbio che fatti incresciosi siano accaduti nel corso del tempo. Altri fatti in quegli anni andarono agli onori delle cronache nella zona di Treviso che riguardavano i testimoni. Ad ogni modo la notizia da voi citata inspiegabilmente vedeva nel signor Sturiale un "vescovo" pur non essendo mai stato un anziano dei tdG.
      Testimone di Treviso

      Elimina
  10. Vi ricordate Walter Farneti? Boss della Betel anni 80-90
    Ebbene sembra certo abbia truffato i T.G. e sia andato via con una lauta buonuscita appropriandosi dei soldi di qualche fondo d'investimento. Mica è stato disassociato..La Betel ha ingoiato la truffa per non creare scandalo e sgomento tra i fratelli...Qualcuno sa dove si trova il boss Farneti?

    RispondiElimina
  11. Sottoscrivo e concordo con il tuo commento Giordano.So di casi di truffa all'interno della congregazione che sono stati spudoratamente insabbiati.Non importa se famiglie di fratelli hanno perso molti soldi ed hanno subito un ingiustizia!

    (nick attribuito dalla redazione - è vietato non firmarsi)

    RispondiElimina
  12. E sicuramente un trufattore e io ne sono stato vittima!! Dio esiste e finalmente fa chiarezza su questo personaggio!!...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. chiarezza? E' di nuovo anziano...

      Elimina
  13. DATTI UN NICK (altrimenti i commenti non verranno pubblicati)4 settembre 2017 10:54

    Per chi era alla Betel e si ricorda, il motivo principale dell suo allontanamento
    È stata la immoralità sessuale, durata più di 20anni!!!!
    La truffa è diventata un sacro segreto. Nessuno ha osato mai parlare lì dentro.

    RispondiElimina

E' OBBLIGATORIO INSERIRE NEL CAMPO Nome/URL (selezionato dal menù "commenta come...") UN NICK con cui firmarsi. Non usate termini scurrili, insulti, calunnie, incitamenti all'odio razziale ed alla violenza, e NON menzionate la persone per nome o cognome reali. Sono vietati lo spamming, il copia-incolla ripetuto, i link a siti non approvati dalla redazione, i messaggi provocatori.
Altrimenti i post non saranno pubblicati o verranno cancellati.
La moderazione dei commenti è insindacabile ed a cura della redazione del blog. Se i vostri commenti non vengono pubblicati potete chiedere spiegazioni scrivendo alla redazione (vedi "come commentare" in alto nella colonna a sinistra)

Grazie

L'indirizzo email del blog lo trovate in fondo alla pagina (non nella visualizzazione per cellulari)

ARCHIVIO

.