Usando questo sito, dichiarate di aver letto il Disclaimer e le norme sulla Privacy relativa ai contatori Shinystat e whos.among.us.

Per capire come "nasce" questo blog, leggere le pagine info sul blog nella colonna a sinistra.

Un archivio del blog, con tutti i post fino ad oggi pubblicati, elencati per mese, lo trovate in fondo alla colonna centrale.

NORME relative ai commenti alla pagina "COME COMMENTARE".

“Non c’è nulla di male se una persona cerca di confutare gli insegnamenti e le pratiche di un gruppo religioso che ritiene in errore”.
(Svegliatevi! 8 settembre 1997, pagina 6)

venerdì 30 settembre 2016

Testimoni di Geova e trasparenza

dal sito jw.org

I Testimoni di Geova partecipano a operazioni di soccorso?

Sì, spesso noi Testimoni di Geova prestiamo aiuto quando si verifica una calamità. Partecipiamo ai soccorsi fornendo assistenza pratica sia ai Testimoni che agli altri, in armonia col comando biblico riportato in Galati 6:10: “Operiamo ciò che è bene verso tutti, ma specialmente verso quelli che hanno relazione con noi nella fede”. Ci sforziamo pure di fornire alle vittime l’appoggio emotivo e spirituale di cui hanno tanto bisogno in tali circostanze (2 Corinti 1:3, 4).

Come organizziamo i soccorsi...


Dopo un disastro, gli anziani delle congregazioni della zona interessata cercano di contattare tutti i componenti di quelle congregazioni per vedere se stanno bene e stabilire di quali aiuti hanno bisogno. Dopodiché gli anziani trasmettono i dati raccolti alla filiale locale dei Testimoni di Geova e riferiscono quali misure sono state prese.
Se le congregazioni della zona non sono in grado di dare soccorso, il Corpo Direttivo*** dei Testimoni di Geova interviene per prestare l’aiuto necessario. In tal modo si segue l’esempio dei primi cristiani, che in un periodo di carestia si presero cura gli uni degli altri (1 Corinti 16:1-4). Comitati di soccorso nominati dalla filiale locale organizzano e dirigono le operazioni. Testimoni di altre zone offrono il loro tempo e le loro risorse per dare una mano (Proverbi 17:17).

Come finanziamo i soccorsi

Le donazioni inviate alle filiali dei Testimoni di Geova vengono usate anche per dare soccorso alle vittime di disastri (Atti 11:27-30; 2 Corinti 8:13-15). Dal momento che tutti quelli che partecipano ai lavori sono volontari non retribuiti, il denaro destinato ai soccorsi viene totalmente usato per le effettive operazioni e non per coprire le spese amministrative. Usiamo tutte le donazioni in modo responsabile (2 Corinti 8:20).

* * * * *
E' normale lodare coloro che si sforzano di aiutare il prossimo, sia quotidianamente, sia quando arrivano calamità. Non è invece normale autoreferenziarsi quando si fa il "minimo sindacale" o ancora meno. A questo proposito siamo felici nel vedere tutti quanti (i proclamatori) si spendono per mostrare amore ed interesse per gli altri. A volte, però, questo interesse viene mostrato solo "a comando" e non in modo spontaneo. Per esempio come indica il segnalibro *** , è il Corpo Direttivo che decide (dove, come e quando) prestare soccorso. Ed ovviamente non lo fa MAI in prima persona. Si predica tanto la parabola del buon samaritano, ma la maggior parte delle volte si lascia "fare a Geova", perchè il TdG modello è impegnato a fare "altro". A questo proposito basta dare un'occhiata a questo articolo pubblicato tempo fa... (guardare il video incluso): 
 E la trasparenza finanziaria? Quando si invia denaro per i soccorsi, veniamo mai informati su come viene speso? "Non c'è bisogno, mi fido" dirà qualcuno. Benissimo. Ma chi non si è fidato ed a voluto "toccare con mano" per quanto riguarda l'amministrazione delle contribuzioni, ci è rimasto malissimo. A prestare soccorso materialmente ed economicamente sono sempre e solo i fratelli. L'organizzazione dirige, ma spesso non mette un centesimo. Infatti quando accade qualcosa di spiacevole, si incoraggiano nuove contribuzioni dedicate allo scopo, e la donazione di generi di prima necessità. Quindi il merito dovrebbe andare sempre e solo ai fratelli che partecipano in questo modo. E' giusto "vantarsi di grandi cose" sul sito web ufficiale, come organizzazione, quando il merito va a pochi singoli? Vedete fare lo stesso "nel mondo"? In anni di lavoro secolare ho conosciuto diverse persone che hanno fatto questo e MOLTO altro, ma non sono TdG, e il loro operato è rimasto sempre nell'ombra, "nel segreto" come disse Gesù.

Leggete questo articolo pubblicato su jw.org
“Non suonare la tromba davanti a te”
18. In quale caso non avremo “nessuna ricompensa” dal nostro Padre celeste?
18 “Badate bene di non praticare la vostra giustizia davanti agli uomini per essere osservati da loro; altrimenti non avrete nessuna ricompensa presso il Padre vostro che è nei cieli”.(Matt. 6:1) Con il termine “giustizia” Gesù intendeva un comportamento che si conforma alla volontà divina. Non voleva dire che non bisogna mai compiere azioni buone in pubblico, dato che aveva esortato i discepoli a far ‘risplendere la loro luce davanti agli uomini’. (Matt. 5:14-16) Ma non ‘avremo nessuna ricompensa’ dal nostro Padre celeste se facciamo le cose “per essere osservati” e ammirati, come attori che recitano su un palcoscenico. Se abbiamo motivi del genere, non avremo né un’intima relazione con Dio né riceveremo le benedizioni eterne del Regno.
19, 20. (a) Cosa voleva dire Gesù quando avvertì di non “suonare la tromba” nel fare “doni di misericordia”? (b) In che senso non facciamo sapere alla mano sinistra quello che fa la destra?
19 Se abbiamo il giusto atteggiamento, seguiremo l’esortazione di Gesù: “Quando dunque fai doni di misericordia, non suonare la tromba davanti a te, come fanno gli ipocriti nelle sinagoghe e nelle vie, per essere glorificati dagli uomini. Veramente vi dico: Essi hanno appieno la loro ricompensa”. (Matt. 6:2) I “doni di misericordia” erano offerte a favore dei bisognosi. (Leggi Isaia 58:6, 7). Gesù e gli apostoli avevano un fondo comune da usare per aiutare i poveri. (Giov. 12:5-8; 13:29) Dato che prima di fare l’elemosina non si suonava letteralmente la tromba, Gesù evidentemente usò un’iperbole quando disse che non dobbiamo “suonare la tromba” davanti a noi quando facciamo “doni di misericordia”. Non dobbiamo sbandierare la nostra generosità, come facevano i farisei. Gesù li chiamò ipocriti perché rendevano note le loro offerte “nelle sinagoghe e nelle vie”. Quegli ipocriti ‘avevano appieno la loro ricompensa’. Avrebbero ricevuto soltanto il plauso degli uomini e forse uno dei primi posti nella sinagoga accanto a rabbini illustri, in quanto Geova non avrebbe dato loro nulla. (Matt. 23:6) Come dovevano agire invece i discepoli? Gesù Cristo disse loro, e quindi anche a noi:
20 “Ma tu, quando fai doni di misericordia, non far sapere alla tua mano sinistra quello che fa la tua destra, affinché i tuoi doni di misericordia siano fatti in segreto; allora il Padre tuo che vede nel segreto ti ricompenserà”. (Matt. 6:3, 4) Le mani in genere operano in sintonia. Quindi, non far sapere alla mano sinistra quello che fa la destra significa non ostentare le nostre azioni caritatevoli, nemmeno di fronte alle persone che ci sono così vicine come la mano sinistra è vicina alla mano destra.
21. In che modo Colui che “vede nel segreto” ci ricompensa?
21 Se non ci vantiamo delle nostre azioni caritatevoli, i nostri “doni di misericordia” saranno fatti in segreto. Allora il Padre nostro “che vede nel segreto” ci ricompenserà. Poiché risiede nei cieli ed è invisibile agli occhi umani, il nostro Padre celeste è “nel segreto” dal punto di vista umano. (Giov. 1:18) Colui che “vede nel segreto” ci ricompensa permettendoci di stringere un’intima relazione con lui, perdonando i nostri peccati e concedendoci la vita eterna. (Prov. 3:32; Giov. 17:3; Efes. 1:7) Questo è decisamente meglio che ricevere il plauso degli uomini.

* * * * *
Prima sulle pagine delle riviste si vantano di "piccole cose", poi sentenziano che vantarsi è sbagliato. Ma è ovvio. Molti accusano i Testimoni di Geova di non fare nessuna opera umanitaria, quindi se non "squillassero" le simboliche trombe neppure per quel "minimo sindacale" che chiunque sia dotato di un minimo di coscienza comprende essere un gesto dovuto, quel poco che fanno i Testimoni di Geova in queste circostanze passerebbe inosservato.

Ma ragioniamo, le persone "del mondo" non si aiutano forse tra di loro quando c'è una calamità?
I Testimoni di Geova cosa fanno di così eccezionale quando c'è una calamità naturale? 
E' necessario sbandierarlo al pubblico? Forse sì, perchè nessuno (strano) altrimenti se ne accorgerebbe.

Chiedete ai poveri scampati del terremoto che ha colpito il centro Italia, chi ha prestato i primi soccorsi. Sono arrivate ruspe, cani molecolari e tende dalla congregazione centrale? Mi sembra che i telegiornali e la carta stampata abbiano ben spiegato chi è che ha prestato i primi soccorsi...


* * * * *



Stai leggendo questa pagina da un cellulare?


oppure:







34 commenti:

  1. Altri esempi di.... coerenza mancata !

    Non mi riferisco tanto all'articolo della Torre di Guardia, quanto all'ufficio stampa della Betel che sollecita articoli propagandistici ai vari quotidiani, in occasione dei congressi e (guarda un pò!) anche quando ci sono calamità naturali o persecuzioni. Nel secondo caso però, le sollecitazioni a pubblicare le notizie sugli aiuti offerti dai TdG, a volte non vengono prese in considerazione...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti John le sollecitazioni nel diffondere notizie che li acclamino come benefattori ho notato che girano come vanto nei wattap anche di gruppi di congregazione, come anche ad esempio le ultime notizie sulla Russia sul divieto di culto per i tdg. Riportano persino le petizioni che i fratelli firmano in favore di quei fratelli per la libertà di stampa pensiero e parola ma........strananamente non una sola parola o link sui wattap di gruppo per quanto riguarda l'audizione del membro del CD Jackson fatta in Australia davanti ad una commissione .Peraltro su un tema abbastanza sentito come quello della pedofilia. Strana sta cosa non trovate?

      Elimina
    2. Scusate ma e vero che e uscito un articolo della w in cui dice che i tdg non prestano soccorso a chi non e testimone di Geova?ora mi viene da pensare ai terremotati di Amatrice e al rigopiano non che altri terremotati li intorno che hanno subito e soffrono per ciò che hanno perso.Anche se non sono tdg non sono esseri umani come noi? Perché non si devono aiutare queste persone?per paura che poi ci si avvicina all organizzazione solo per interessi materiali?gia mi facevano schifo prima ora ancora di più.scusate lo sfogo

      Elimina
  2. ostentare che si fa molto x la comunità, in casi di calamità è la più grossa panzana che può scrivere la WT!
    Lo sanno tutti che badano solo ai suoi aderenti ed alle sue proprietà.

    RispondiElimina
  3. Anziano riflessivo
    Mi permetto solo di fare una precisazione:
    Anche se condivido tutto, credo sia doveroso dire che in molti casi i tdg sono stati lodati dalle autorità politiche per aver prestato prontamente soccorsi in caso di calamità.
    Si veda ad esempio i commenti fatti da Beppe Grillo circa il terremoto del 2009 ed il recente disastro nel centro Italia
    Tali soccorsi sono stati elargiti non solo a favore dei tdg, ma di tutta la comunità locale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo anziano riflessivo

      il focus era su altro

      1) gli aiuti sono merito di fratelli, la società fa il minimo sindacale

      2) la società attiva i servizi stampa per cercare consensi dall'opinione pubblica, visto che spesso i tdg sono visti con sospetto

      3) si usano questi esempi come atti di giustizia, e si nega tutto il marcio che c'è sotto

      sono di parte avversa oggi, è vero, posso mancare anche io di obiettività. Lo ammetto senza remore. Sarà per le esperienze che ho vissuto?

      Elimina
    2. Certo, anziano riflessivo. Ma cosa fanno i TdG di così diverso e di speciale rispetto ad altre confessioni religiose, gruppi sociali e di volontariato da doverlo pubblicizzare sul loro sito?
      Non è che siccome i TdG vengono scoraggiati dall'impegnarsi in forme di volontariato o sostegno sociale ed è risaputo che non hanno, ad esempio, strutture come mense per i poveri, raccolta di indumenti usati da donare, allora hanno bisogno di fare le cose "in grande" negli eventi eccezionali allo scopo di fare propaganda alla loro organizzazione?
      Ovviamente le opere per cui si fa tanta pubblicità sono sulle spalle del lavoro volontario GRATUITO dei fratelli, che ovviamente donano anche i denari necessari oltre la manodopera, spesso (se non vado errato) i materiali vengono presi da quelli messi a disposizione dalle autorità e vengono incoraggiati i fratelli a cui vengono riparate le case a donare all'org. i soldi delle assicurazioni... (ho letto questi ultimi 2 aspetti su diversi siti, ritengo siano abbastanza attendibili come informazioni, però da prendere con le pinze, a meno che qualcuno possa confermare per esperienza in prima persona).
      Diciamo che non si fa nulla per nulla.
      Non i singoli fratelli, ci mancherebbe, è proprio l'organizzazione che, secondo me, non ha i motivi così puri come pubblicizza.

      Elimina
    3. Non si mette certo in discussione le buona volontà di tanti TDG in cui risiede un animo buono e generoso ... però non dobbiamo aspettare che succedono le calamità naturali per fare del bene sociale....e sappiamo bene come la WT stringe la cinghia quando sente parlare di servizi sociali e di volontariato.........Tiratemi fuori una sola TW dove l organizzazione invita a farlo.

      Elimina
    4. ... o anche un singolo TdG che faccia volontariato...

      Elimina
    5. Victor....io ne conosco 2 della mia zona ..uno addirittura è andato con la pubblica nel ultimo terremoto che è venuto.....però guarda caso , tutti e due sono TDG inattivi....però conosco un altro caso (sempre da noi) che era inattivo nel senso veniva in sala molto raramente , e sapevo che anche lui è andato in assistenza pubblica ...dopo un paio d anni ha ricominciato a rifrequentare la sala del regno ( paura della fine ? non saprei ) ebbene ..nel fra tempo ha mollato l assistenza pubblica.....questo dimostra come viene visto il volontariato ....una perdita di tempo.

      Elimina
    6. Aaaaah ecco... mi stavo preoccupando, sai com'è quando ti crollano le certezze ;o)
      Un TdG "attivo" difficilmente potrebbe impegnarsi nel volontariato, anche perchè, se lo facesse, verrebbe consigliato di utilizzare "meglio" quel tempo andando più in predicazione.

      Elimina
    7. In merito a questo argomento mi permetto di suggerire per chei non lo avesse ancora fatto , di vedersi il video della dissociazione di massa avvenuta a Siracusa ne 1988, Scusa Jhon sò di essere ripetitivo ma penso che molti nuovi tdg non l'hanno ancora visto.

      Elimina
    8. Noi, caro Pingo, dovremmo parlare di ciò che sappiamo con certezza oggi, non delle illazioni di chi c'era 30 anni fa. Io non voglio giudicare, ma a sentirli parlare... oggi abbiamo intorno tanti fatti e tante "vittime" che possiamo portare come "prove", rispetto ai chiacchiericci di 30 anni fa !

      Elimina
    9. (((-: victor ..è proprio così ...se sei inattivo va bene che ti devono dire ? ...ma se stai rientrando devi mollare le altre attività, per dare prova che metti prima gli interessi della WT...pardon... del regno di DIO. (-:

      Elimina
  4. Il merito e' sempre dei tdg locali e non, mi ripeto, ho vissuto l'esperienza dell'alluvione in valle d'Aosta nel 2000, soldi e risorse impiegate, forza lavoro, tutto opera dei fratelli, dalla wts neanche un centesimo, in piu si continuava a contribuire per l'arricchimento della wts, poi certo il merito del buon lavoro dei fratelli se lo prende sempre la wts!! La wts fa solo casa, distribuisce parole,e si innalza, si autoglorifica, ma nei fatti in quanto ad aiuto, soccorsi in senso materiale non fa niente.. Si dovrebbero solo sotterrare dalla vergogna!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda caso le ultime circolari incoraggiavano i fratelli quando donano delle contribuzioni per dei disastri A NON SPECIFICARE LA DESTINAZIONE dei fondi, in modo che la WT possa decidere dove, come e quando utilizzarli. C'è bisogno di chiedersi perchè non vogliono che sia specificata la destinazione dei fondi?

      Elimina
    2. Hanno da sempre praticato l'estorsione, anche se in modi subdoli.
      Il solo fatto che non ci sia trasparenza la dice lunga sull'"onestà" di chi ha le redini.

      Elimina
    3. Hai ragione Victor, si aggiunga inoltre che, oltre ad invitare a non specificare la destinazione, hanno palesemente dissuaso dal versare contribuzioni per il terremoto specifico reputando non indispensabile semplicemente perché NON VI SONO TDG COINVOLTI!!!!

      Ecco come la WT dimostra di seguire l'esempio del Buon Samaritano...

      Elimina
  5. Anziano riflessivo
    Ho letto con vivo interesse le Vs riflessioni in merito e, devo dirvi che non fanno una grinza.
    È proprio vero il detto che gira dalle mie parti: "il lavoro fallo tu, il merito e il guadagno lo prendo io"
    Colgo l'occasione per dirvi che questa settimana è stata fatta la risoluzione in merito alla GAA, sapete di cosa si tratta???
    Purtroppo ho dovuto alzare la mano perché sono un anziano e quindi per dare "il buon esempio agli altri di aderire" a questa ennesima e subdola richiesta di soldi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. se vuoi puoi spiegarlo tu ai lettori.

      A proposito, siete costretti dalle circostanze a fingere lealtà all'organizzazione? La prossima settimana verrà pubblicato un post apposito...

      Elimina
    2. Global Assist Arrangement? Credo che sia una sorta di "assicurazione teocratica" per le sale del regno??

      Elimina
    3. Scusami anziano (poco) riflessivo, permettimi l'ironia, capisco che tu sia insofferente per come si sta vivendo il cristianesimo di questi tempi, ma come fai a dichiarare di non conoscere il significato di una data risoluzione? Se non l'approvi ci sto, ma che non la capisca, rileggiti le circolari. Abbi pazienza...

      Elimina
    4. Beta, credo che intendesse dire che se non eravamo al corrente di questa nuova "trovata" lo poteva spiegare.

      Elimina
  6. HAHAHAHAHA!!!!! Questa del GAA è un'altra genialata del CD.. tu paghi una assicurazione sui beni immobili intestati alla società e se per caso accade un qualsiasi disatro chi incassa i soldi è sempre la WT e non la congregazione locale, a cui poi si dira che.... hanno il PRIVILEGIO DI CONTRIBUIRE per la nuova sala che però se la devono costruire a loro spese e poi sempre la intestano alla WT... oppure richiedono un prestito che dovranno poi rimborsare a vita dopo anche aver fatto il lavoro gratuitamente... Però poi si deve sempre pagare ogni anno questa assicurazione. Non c'è che dire questi che amministrano la WT sanno il fatto loro, sono dei furboni di primo pelo.
    Questi sono capaci di inventarsi di tutto per estorcere denaro facendolo passare come un piacere che fanno ai poveri disgraziati TdG. Magari un giorno diranno: Nuova luce!..Nuova luce! Si possono accettare le trasfusioni di sangue senza essere disassociati a condizione che lo paghino comprandolo dalla stessa WT.
    Non mi stupisco ormai di niente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. zero assoluto ..Non è una genialata del CD ....sono le cornacchie della finanza che hanno attorno che se ne occupano ...i 7 vecchietti si occupano ( si fa per dire, di morale ) ma ai $$$$$ ci pensano chi ne capisce veramente.....Certo che alla WT ci deve essere una bella squadra. ((-:

      Elimina
    2. Riflessivo era una frase retorica, è infatti come dici tu, .....hai ragione proprio bella squadra di "Imbonitori ciarlatani" per non dire di peggio

      Elimina
    3. Mi piacerebbe una esperienza di qualche congregazione, o altro dove la wts abbia messo o donato dei soldi per qualcun altro per aiutare chi aveva bisogno, o destinato risorse (sue non dei fratelli) per far fronte ad emergenze ecc!!
      Ma, esiste una, una volta che la wts si sia privata di qualche spicciolo a favore di una nobile causa (tra l'altro soldi non suoi, ma dei fratelli)? ditemi come mai non vi e una esperienza, ma neanche nelle sue stesse pubblicazioni, sempre i fratelli in prima linea, sempre!! Sono avidi, prendono e basta, e poi vanno a fare la morale!! oggi mi vergogno di un passato dove difendevo a tutti i costi sti delinquenti!!!!

      Elimina
  7. Ma una societa'editoriale cosa volete che finalizzi, se non i propri interessi di pubbli-marketing, facendolo da piu di un secolo con il veicolo religioso. E tutto chiaro via da questa cricca senza scrupoli.

    RispondiElimina
  8. Testimoni di Geova e trasparenza sono die cose diammetralmente opposte. In predicazione ai citofoni si prende per i fondelli la gente non dicendo di essere testimoni di Geova sennò non ti aprono. Un giovane ovviamente assisTestimoni di Geova e trasparenza sono die cose diammetralmente opposte. In predicazione ai citofoni si prende per i fondelli la gente non dicendo di essere testimoni di Geova sennò non ti aprono.

    RispondiElimina
  9. Scusate gli errori nei commenti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenuto, grazie della tua partecipazione. Ti capiamo... ci siamo passati in molti. Ci uniamo a voi in un abbraccio virtuale

      Elimina
    2. Grazie del benvenuto. Spero di sentirmi a casa in questo blog :)

      Elimina
    3. buongiorno Rei...facciamo un po' di strada insieme...

      Elimina
    4. Grazie del benvenuto lelvira.

      Elimina

E' OBBLIGATORIO INSERIRE NEL CAMPO Nome/URL UN NICK con cui firmarsi. Non usate termini scurrili, insulti, calunnie, incitamenti all'odio razziale ed alla violenza, e NON menzionate la persone per nome o cognome reali. Sono vietati lo spamming, il copia-incolla ripetuto, i link a siti non approvati dalla redazione, i messaggi provocatori.
Altrimenti i post non saranno pubblicati o verranno cancellati.
La moderazione dei commenti è insindacabile ed a cura della redazione del blog. Se i vostri commenti non vengono pubblicati potete chiedere spiegazioni scrivendo alla redazione (vedi "come commentare" in alto nella colonna a sinistra)

Grazie

L'indirizzo email del blog lo trovate in fondo alla pagina (non nella visualizzazione per cellulari)