Usando questo sito, dichiarate di aver letto il Disclaimer e le norme sulla Privacy relativa ai contatori Shinystat e whos.among.us.

Un archivio del blog, con tutti i post fino ad oggi pubblicati, elencati per mese, lo trovate in fondo alla colonna centrale.

NORME relative ai commenti alla pagina "COME COMMENTARE".

“Non c’è nulla di male se una persona cerca di confutare gli insegnamenti e le pratiche di un gruppo religioso che ritiene in errore”.
(Svegliatevi! 8 settembre 1997, pagina 6)

venerdì 2 settembre 2016

Nati nella "verità": uno svantaggio in più


Particolari esigenze per gli ex-membri di sette di seconda generazione





Uno dei punti salienti della International Cultic Studies Association (ICSA) a cui ho partecipato nel Luglio 2016 è stata la presentazione di Lorna Goldberg sulle specifiche esigenze degli ex-membri di sette di seconda generazione, che comprendono anche gli ex-testimoni di Geova. Il titolo del suo discorso era Some Considerations Working with Former Cult Members.
Lorna ha subito ricordato al suo pubblico che nella comunità di ex-membri di sette vi è una crescente consapevolezza circa le esigenze specifiche degli ex di seconda generazione (SGAs),  quelli che sono nati o cresciuti in un culto, rispetto agli ex-cultisti di prima generazione (FGAs), quelli che hanno aderito in seguito alla setta.
Ha detto che in entrambi i casi il gruppo coercitivo inietta la personalità della setta nella mente dell’individuo, costringendo la personalità autentica in secondo piano. Ma per gli SGA questo significa che la vera personalità non ha mai avuto l’opportunità di svilupparsi. Poi, dopo aver lasciato il culto, quelli nati dentro spesso hanno molte più difficoltà ad adattarsi alla vita al di fuori della setta, in quanto non hanno alcuna precedente personalità a cui attaccarsi. Devono ripartire da zero, cercando di capire chi sono...



Personalmente ho il sospetto che quelli nati in una setta e che conducono una doppia vita potrebbero avere un vantaggio su questo. Finora, non ho letto o sentito nulla al riguardo, anche se Richard Kelly ha detto che crede che la sua doppia vita da ragazzo lo ha aiutato a trovare la sua identità autentica subito dopo aver lasciato la setta.
Goldberg ha anche affermato che coloro che non riescono ad esaminare l’impatto dell’indebita influenza che la setta ha avuto sulla loro vita molto spesso hanno più difficoltà nell’adattarsi alla vita post-culto, dato che il culto è parte così integrante del carattere della personalità dei componenti nati dentro. È per questo che i terapeuti devono essere consapevoli che potrebbero star parlando con la personalità della setta e non con la vera personalità dell’individuo, quando un loro paziente difende il leader o l’esperienza avuta all’interno del culto.
L’obiettivo di una terapia significativa è quello di aiutare la persona a spostare il luogo o il centro di controllo dal culto al paziente, dando al paziente una maggiore autonomia. L’obiettivo è fare in modo che possano sviluppare le loro capacità decisionali, perché, come membri di una setta, hanno preso poche decisioni per conto proprio.
Purtroppo, coloro che non riescono a sfruttare la terapia spesso ripetono il passato inconsciamente. Possono ritornare nella setta, essere coinvolti in una diversa setta, gruppo coercitivo o finire in un rapporto abusivo. Questo è stato sicuramente vero nel mio caso.
Dopo aver lasciato la setta, sono rimasto coinvolto in un rapporto emotivamente abusivo. Ho anche cercato di ritornare nella setta ed essere reintegrato. Fortunatamente, l’anziano è stato così aspro con me che sono durato una sola adunanza, e non sono andato via prima solo perché non volevo che altri mi vedessero alzarmi e catapultarmi fuori.
Goldberg ha fatto un interessante parallelo tra gli SGA e gli immigrati provenienti da paesi totalitari, perché questo tipo di immigrati hanno bisogno di istruzione pratica per essere aiutati ad adattarsi al loro nuovo mondo. Hanno anche bisogno di aiuto con i comportamenti dissociativi, soprattutto quando vi è una storia di abuso. Hanno anche bisogno di riconoscere i sintomi di ansia, panico e depressione quando alcuni sperimentano dei flashback, dato che l’abuso interferisce e aggrava i comportamenti dissociativi.
Per alcuni un farmaco, almeno su base temporanea, può aiutare. Ecco perché una valutazione fisica e approfondita può essere necessaria. A causa della richiesta di perfezione della setta, gli ex-membri spesso provano tanta vergogna a parlare dei loro problemi o a confessare che una volta erano parte di una setta.
Ho potuto vedere questo in me stesso. Così, subito dopo aver lasciato i Testimoni, mi sono buttato nell’esperienza educativa del college. Non volevo pensare ai Testimoni. Volevo andare avanti con la mia vita.
Più tardi, come terapeuta, sono diventato consapevole dell’errore che molti sopravvissuti di abusi fanno quando finalmente lasciano le famiglie abusive. Sono coinvolti fin da subito in un altro rapporto abusivo. So che questo è stato vero per me, e più di una volta.
Le dinamiche di abuso sono le stesse, sia che si tratti di una relazione con una persona, con la tua famiglia, con la vostra comunità, una religione o un altro gruppo coercitivo. E’ tutta una questione di controllo e di essere privato dei propri diritti umani fondamentali, compreso il diritto di pensare in maniera indipendente.
Andare all’università mi ha dato gli strumenti per pensare da solo. Ma, guardando indietro, credevo di non avere tale diritto, non avevo fiducia in me stesso, sapendo che stavo facendo gli stessi errori più e più volte. La terapia mi avrebbe aiutato a capire l’errore nel mio modo di pensare e di capire: Se volevo prendere il controllo della mia vita avrei dovuto credere di avere il diritto di farlo!

traduzione a cura di Victor







* * * * *




Stai leggendo questa pagina da un cellulare?



oppure:







41 commenti:

  1. Ecco altri risultati inquietanti della manipolazione mentale "coercitiva".
    Tutti siamo manipolati mentalmente dall'ambiente culturale in cui cresciamo, ma non tutti siamo "costretti" a seguire la religione impartita, pena il rischio di pesanti sanzioni sociali.
    Cosa vedono gli psicologi in coloro che, indottrinati fin da bambini dai genitori, lasciano l'organizzazione dei testimoni di Geova?

    RispondiElimina
  2. (Sempre lucy) in relazione video SONIA, esempio lampante della difficoltà nel vivere controcorrente, sono stata dal giudice di pace ma non può occuparsi k di contenziosi, e contenziosi non ne voglio sollevare, voglio solo informare, sentito telefonicamente CODACONS, settimana prossima andrò di persona e se vorranno accompagnare con loro sostegno o anche solo commento la mia dissociazione ne sarò felice, altrimenti invierò lettera a roma a puro titolo personale, certo k se comunque fosse supportata da associazione consumatori sarebbe assolutamente altra autorevolezza MANDERÒ NOVITÀ IN MERITO, SE NEI VOSTRI COMMENTI PENSATE POSSANO ESSERE UTILI TALI INFORMAZIONI k la pace del vero dio possa essere con i cuori sinceri ANCORA GRAZIE X VOSTRO IMPEGNO

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mmm associazione di consumatori vs ente religioso no profit? Non ho idea cosa possano fare... le questioni implicate sono molto sottili... vedremo !

      Elimina
    2. Però magari quello che dice Lucy potrebbe dare lo spunto per alcune riflessioni al riguardo se ci sia effettivamente la possibilità di citare la wts per i danni morali e psicologi che gli anni di coercizione ed indottrinamento all'interno di essa hanno causato.
      Se ci siano le basi(viste le innumerevoli prove date a favore del plagio mentale da parte dell'organizzazione ai danni dei fratelli)per poter avviare magari delle cause contro di essa.
      Se le responsabilità della società wts sono evidenti e si potranno accertare dinnanzi a tribunali, magari poi ci sarà la possibilità che sia fatta giustizia verso tutti coloro che ancora pagano le pene per l'errata applicazione di alcuni passi biblici da parte dell'organizzazione...

      Elimina
    3. Il reato di plagio non esiste più in Italia semmai la circonvenzione di incapace. Quindi in questo senso dovremmo dimostrare di essere tutti con dei gravi deficit mentali. La verità per chi si è avvicinato all'organizzazione in età adulta è un po' più dolorosa perché molti di noi come me devono mettere che hanno creduto a ciò che ascoltavano perché volevano crederci

      Molto diverso il discorso per chi è entrato nell'organizzazione da bambino o adolescente sulla spinta di familiari e genitori

      Elimina
    4. Poi, il fatto che spiegando la Bibbia ci abbiano raccontato delle bugie o delle finte verità beh possiamo dire che oggi abbiamo tutti gli strumenti per accertarci di ciò che ci viene raccontato

      Elimina
  3. LA stessa sorte tocca a quelli dei cammini neocatecumenali di CHICO, dove le seconde generazioni, sono inquadrati in una realtà finta, e non conoscono la realtà esterna. Anche loro tendono a sposarsi tra altri appartenenti ai cammini. Con i paraocchi fino allo sfinimento.
    Siamo in buona compagnia :)

    RispondiElimina
  4. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  5. A breve questo mese esce il film la ragazza del mondo interessantissimo per l opinione pubblica.il regista ha voluto essere realista con il mondo dei tdg sull ostracismo e rapporti sociali con persone del mondo..potrebbe essere un incentivo per.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
  6. Secondo me il film farà pochissimi incassi. Sarà visto perlopiù da dissidenti o da coloro che hanno contatto coi testimoni e non si fidano del modus operandi ma non credo che nella scelta imbarazzante di un multisala tra film Hollywood ecc uno scelga "La ragazza del mondo" perché incuriosito dalla trama.
    Tuttavia un saggio uso potrebbe essere quello appunto dei dissidenti che invitano propri parenti/amici ecc a vedere questa particolare "esperienza" dalla quale stare lontani.

    Ps:mi viene in mente un ex tdg che propone praticamente a chiunque di vedere una certa vhs che smaschera questa religione.
    Non ho idea di cosa si tratti.
    Essendo vhs avrà i suoi anni.
    Ne sapete qualcosa?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per la WT il regista è satana..(-:

      Elimina
  7. Antonio ex Rosario2 settembre 2016 16:21

    Da qualche parte ho letto,che la WTS è così potente da manipolare addirittura anche i mass-media italiani.Infatti non si capisce come ancora all'opinione pubblica è sconosciuto il problema pedofilia ostracismo e altro.Chi hanno dietro,questi qui?Come fanno ad avere "ministri di culto" che possono celebrare matrimoni...Oddio sto parlando come se fossi già fuori..ahahahah (consentitemi questo finale spiritoso)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    2. i matrimoni si celebrano e vengono riconosciuti sulla falsa riga del rito cattolico. Avete mai fatto una capatina ai registri dello stato civile? Se conoscete la data di tdg sposati, e leggete tutto quello trascritto, vedrete che il messo comunale trascrive che il matrimonio è celebrato con rito cattolico, Quando lo lessi, ci rimasi,e chiesi lumi all'impiegato, la quale mi rispose che l'intesa che è stata stipulata con la congregazione cristiana dei testimoni di Geova, si rifa ha consuetudini già riconosciute da accordi Italia/Vaticano.
      A desso mi spiego anche perchè nei progetti tecnici per sale del regno o sale delle assemblee, i terminiche vi sileggono sono termini che si individuano negli edifici delle chiese.
      I testimoni di geova non contano una emerita cippa x quello che sono. Ma solo una squallida intesa, con lo stato italiano, e sono una copia della religione cattolica.

      Elimina
    3. Chi ha dietro la WT ? Tutti quelli che fanno guerra alla chiesa cattolica in primis massoneria ( poteri forti )....se non fosse così i telegiornali italiani ne avrebbero già parlato anche in minima parte , invece nulla di nulla !!..

      Elimina
  8. "La conoscenza diverrà abbondante" mi auguro k ciascuno k ama la conoscenza sia partecipe con altri del proprio sperimentare, così come gentilmente ci si informa qui gli uni con gli altri. Intanto ho già ottenuto un appuntamento con avvocato e se decidesse di accompagnare mia lettera dissociazione con supporto codacons, potrebbe non essere solo una voce flebile, ma potrebbe essere un'altro preoccupante segnale, diretto al cuore di coloro k hanno la sfacciataggine di parlare con autorità divina non consentita a umani ! Tutto questo e se possibile altro x prevenire i tanti inimmaginabili annullamenti delle ricchezze insite nelle più varie e creative personalità, di cui molti umani sono dotati (altri molto ma molto meno invece non hanno x se e vorrebbero reprimere sempre e comunque chiunque abbia più di loro intellettualmente spiritualmente ecc ecc) sempre lucy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti faccio i miei migliori auguri..un tentativo bisogna farlo.se non ci si prova non possiamo dire come andrà e secondo me bereano 1914 ci andranno a vederli anche molti tg e anziani per vedere come tratta la questione il film.quando ci fu la passione di Cristo di Mel Gibson so io ci andarono intere congregazioni e questo non dico che farà lo stesso successo ma molti ci andranno...poi non possiamo sapere i disegni di Dio.in passato si era servito di creature imperfette o anche chi non era suo servitore per adempiere i suoi propositi.che ne sappiamo che non abbia scelto questo regista per cercar di tirare fuori un po' di spazzatura e scuotere un po l opinione pubblica?in nessun film finora e stato mai trattato l argomento dei tdg ..lui ha avuto il coraggio di farlo,osservandoli da vicino ed essere veritiero il piu possibile.se Dio inizia a pulire da casa sua forse chissà con questo film si potrebbe iniziare a sollevare un bel polverone e magari piu persone potrebbero affacciarsi qui sul blog e chiedere domande...cmq voglio pure tenere i piedi per terra..intanto vediamo che succede..speriamo che molta altra gente apra gli occhi

      Elimina
    2. Ma il film non serve ai TdG, loro lo sanno benissimo come vengono trattati i disassociati e le regole di comportamento nella religione. Il film dovrebbe servire al pubblico in generale, che pensa che i TdG siano semplicemente quelli che suonano al citofono la domenica mattina.

      Elimina
    3. anonimo italiano3 settembre 2016 15:45

      Secondo me tra sei mesi di quelli di fuori non se ne ricorda più nessuno. Quanti ricordano il film "Un Mondo Perfetto" - 1993 regista Clint Estwood?

      Elimina
  9. Leggevo su Facebook come è strutturato il film. A quanto pare viene messa in evidenza la fine (brutta) che fa colui che si allontana dal movimento.
    Per la serie sesso droga e Rock...
    Si noterà l'ostracizzazione ma soprattutto la "scrofa che si rivolta..." e già mi vedo i commenti "vedi che ad allontanarsi si ha sempre da perdere.." bla bla bla.
    Diverso sarebbe stato se la fuoriuscita si fosse comportata bene, senza cadere in brutti vizi e roba simile.
    A questo punto può essere utilizzato dai tdg per far vedere che finché sei dentro l'organizzazione vivi una vita pura..mentre se esci potresti essere facile vittima delle pratiche degradate di questo sistema di cose...
    Mi puzza di propaganda a loro favore alla fine.
    Cordialità

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mah ! alla fine ognuno sceglie per sè, nel bene e nel male. Salvo poi pentirsene, recriminare, oppure diventare un arrogante talebano

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    3. Una molla tenuta con forza in mano se la si lascia di colpo schizza ovunque..e chiaro il comportamento della ragazza dalla troppo austerità di regole e poi trovarsi allo sbando di colpo e traumatizzante.con questo non voglio giustificare il suo comportamento ma come si può non subire traumi da un eccesso all altro? Prima le troppe costrizioni di una vita che ti nega pure di respirare fino ad arrivare ad un altra vita di liberta e senza freni.questa ragazza ha scelto si la strada forse piu sbagliata ma cmq un po tutti il trauma ce lo siamo portato dietro e ancora ce lo portiamo.la wt un po gongola con questo film ma se si pensa ai traumi che si subiscono per come impone la vita alle persone un po farà riflettere

      Elimina
    4. Bereano... mi sa che avrai ragione ....alla fine il film andrà a favore del organizzazione facendola passare come un luogo di protezione ....ma questo vale per tutte le comunità del mondo ...se sei una persona irresponsabile di te stesso, fai sempre una brutta fine , non ce bisogno che lasci i TDG..............uno slogan dice: IO MI PROTEGGO DA SOLO.

      Elimina
    5. x Bereano: un film dove non c'è un po' di ansia e del torbido non si mettono nemmeno a girarlo, è lo stesso motivo del perchè si trovano poche buone notizie sui media, fanno meno ascolti.

      Elimina
  10. Ho appena letto la recensione e visto il trailer, io, da ex-tdg, andrò sicuramente a vederlo! E comincerò una propaganda di condivisione del trailer con i mezzi di comunicazione che ho! Magari ottengo qualcosa! ��

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo non e il film tipo mondo perfetto...li era troppo romanzato e detto fra di noi Costner non e sto grande regista e st attore..braccia strappate all'agricoltura Dico io..chi gli ha dato la cinepresa in mano..
      Mah..un po questo film scuoterà l opinione pubblica in un certo modo.
      Mettera a nudo l ostracismo e le conseguenze..non siamo negativi,speriamo invece che ci sia qualche risultato positivo

      Elimina
    2. Ema79....il problema che la massa dei fratelli rimane dalla parte della WT ..perchè a loro importa cosa dice la Bibbia , dunque l ostracismo deve essere smontato con le scritture ...non sarà certo un film a farlo ...i TDG sono convinti dalla WT, che la Bibbia approvi questa disciplina inumana ..dunque alla fine i tdg diranno: che le persone del mondo non capiscono che l ostracismo è per il bene del disassociato ................Dunque a loro non interessa un bel nulla se il film va a favore del disassociato ...ai tdg interessa solo cosa dice la bibbia ( attraverso la WT ) e a quella bisogna ubbidire, e non al sentimentalismo umano.

      Elimina
    3. dimenticavo ..stessa cosa vale per le trasfusioni.

      Elimina
  11. Riguardo alle trasfusioni...
    Lessi un parere, non ricordo dove, dove si diceva che "astenersi dal sangue" avrebbe potuto significare ad esempio "non uccidere il prossimo" e non riguardo l'ingerirlo ecc.
    Che ne pensate a riguardo?
    O forse ci si stava riferendo all'astenersi dal mangiare sangue animale? (forse per motivi igienici?)
    Buon inizio settimana.

    RispondiElimina
  12. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  13. Mmhhh
    Credo direbbero che Russell fu solo l'inizio, poi, pian piano il tutto si purifocó col passare del tempo per arrivare fino ad oggi....dove la wts è un'organizzazione no profit...

    Gia che siamo in tema mi permetto di chiedere un cpnsiglio:se volessi chiedere agli anziani come la wts gestisce i fondi, se investe e in che cosa ecc...quale prove (sito web) potrei portare.
    Non cerco uno scontro, sono convinto che non porterebbe a niente se non a un bel tribunale diretto e senza passare da via stile monopoli...ma per far riflettere altri credo sia meglio ragionare con le buone, dato che li ritengo (indottrinati) in buona fede.
    Cosa consigliereste?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
  14. Interessante la frase secondo la quale quelli nati in una setta e che conducono una doppia vita potrebbero subire meno danni emotivi una volta che lasciano. In effetti credo che sia proprio così. Una psicoterapeuta americana, che aveva avuto in cura diversi TDG, volle assistere ad una adunanza, al termine della quale la sua riflessione fu: "I tdg sono la piu' grande forma di coercizione mentale che il protestantesimo americano abbia mai prodotto". Comunque quelli della seconda generazione vivono i TDG in maniera molto meno coinvolta rispetto a quelli della prima. Basti pensare a questo: negli anni Settanta e fino alla prima metà degli anni Ottanta i giovani della congregazione si svagavano tutti insieme, la "comitiva dei giovani" corrispondeva praticamente alla totalità dei giovani della congregazione, che si svagavano insieme e che in questo modo conoscevano il futuro coniuge. C'era un senso non solo di appartenenza, ma di vera e propria militanza. Dalla metà degli anni Ottanta e soprattutto dai Novanta sono nati i gruppi di giovani, chiusi e inaccessibili. Gruppi all'interno della congregazione e trasversali tra congregazioni. Perchè i giovani del gruppo A non facevo entrare quelli del gruppo B e viceversa? Semplice, perchè nessuno voleva far sapere agli altri cosa facevano. E cosa facevano i vari gruppi di giovani lo ha detto niente meno che un paragrafo di un articolo di studio torre di guardia di tre anni fa: ubriachezza, addio al celibato, locali di spogliarelli, massaggi erotici. Del resto questa è la conseguenza della natura stessa di questa religione, che premia la forma rispetto alla sostanza; l'importante è apparire.
    PS
    Avete visto il broadcasting di settembre? Quel simpatico membro del CD (quello della lavagna che spiegò la generazione sovrapposta, secondo la quale un personaggio come Gesu' quando parlo' di generazione stava pensando agli americani Knor, henscel e Macmillan) ha ribadito che la nuova sede mondiale sarà visitabile da aprile 2017. Tutte le vittime di pedofili, come pure le mogli con mariti increduli e i fratelli che non arrivano a fine mese saranno senz'altro stati ristorati da questo annuncio. E' stato anche annunciato che si potrà prenotare il tour della nuova sede mondiale on line sul sito ufficiale. Mi sorge una domanda: in fase di prenotazione del tour, bisognerà lasciare a garanzia i dati della carta di credito??? Questa non è una religione, non lo è mai stata, è un incrocio tra casa editoriale e psico-setta.
    Saluti.
    Fuggito

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ancora una volta... Esattamente... esattamente

      Elimina
    2. Quoto @fuggitivo ogni tua parola 💯

      Elimina
  15. Nati nella "verità" a tutt'oggi mi ritrovo con Ansia, fissazioni, pensieri ossessivi, forti sbalzi di umore e via dicendo. Dove sono i vantaggi della cosiddetta "verità"?

    RispondiElimina
  16. ma nn dovremmo avere questa pace interiore come dice il cosiddetto corpo direttivo nella torre di guardia...quests società ci uccide mentalmente. .altro che

    RispondiElimina
  17. Loro sono la causa , l effetto , la soluzione .....1) LA CAUSA...loro ti creano problemi con i loro ragionamenti e regole teocratiche e sensi di colpa , 2) L EFFETTO ...tutto questo ti porta un malessere e un conflitto interiore e un danno psicologico,sopra tutto per chi comincia a capire, il motivo ? studi poco , non sei spirituale , non hai una buona relazione con DIO ..e giù con i sensi di colpa.....3)LA SOLUZIONE ... è fare quello che ti dice la WT, ecco perchè ( secondo loro )sei in quello stato...................Queste tecniche vengono usate anche da maghi , guru , santi e santoni ecc...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. x riflessivo: la -soluzione- è anche quando vai all'adunanza, il gruppo ti ricorda che stai facendo bene e magari alzi la mano anche per rispondere, ti senti utile alla causa e nel mentre hai conferme sullo scopo della tua vita, torni a casa e nonostante la stanchezza ti senti appagato. Specie dopo una giornata di lavoro dove vieni considerato un numero.

      Elimina

E' OBBLIGATORIO INSERIRE NEL CAMPO Nome/URL (selezionato dal menù "commenta come...") UN NICK con cui firmarsi. Non usate termini scurrili, insulti, calunnie, incitamenti all'odio razziale ed alla violenza, e NON menzionate la persone per nome o cognome reali. Sono vietati lo spamming, il copia-incolla ripetuto, i link a siti non approvati dalla redazione, i messaggi provocatori.
Altrimenti i post non saranno pubblicati o verranno cancellati.
La moderazione dei commenti è insindacabile ed a cura della redazione del blog. Se i vostri commenti non vengono pubblicati potete chiedere spiegazioni scrivendo alla redazione (vedi "come commentare" in alto nella colonna a sinistra)

Grazie

L'indirizzo email del blog lo trovate in fondo alla pagina (non nella visualizzazione per cellulari)

ARCHIVIO

.