Usando questo sito, dichiarate di aver letto il Disclaimer e le norme sulla Privacy relativa ai contatori Shinystat e whos.among.us.

Per capire come "nasce" questo blog, leggere le pagine info sul blog nella colonna a sinistra.

Un archivio del blog, con tutti i post fino ad oggi pubblicati, elencati per mese, lo trovate in fondo alla colonna centrale.

NORME relative ai commenti alla pagina "COME COMMENTARE".

“Non c’è nulla di male se una persona cerca di confutare gli insegnamenti e le pratiche di un gruppo religioso che ritiene in errore”.
(Svegliatevi! 8 settembre 1997, pagina 6)

mercoledì 27 aprile 2016

L'etica del proselitismo


Come dovrebbe essere la predicazione "etica"

Traduzione a cura di "Victor"
(da un sito USA)

Ad una conferenza ICSA del 2012 (International Cultic Studies Association), a Montreal, in Canada, si è affrontato il tema dei pro e contro del proselitismo. Ho partecipato alla riunione di un’ora di un professore universitario in pensione, Elmer Thiessen, e le sue argomentazioni sono state una vera rivelazione per me.
Quello che è stato particolarmente istruttivo è una lista di quindici criteri che si possono utilizzare, secondo Thiessen, per stabilire se il metodo di proselitismo di un gruppo religioso sia etico o amorale.
Ora, senza alcun aggiunta da parte mia, elencherò quei quindici criteri per aiutarvi a decidere se la Watchtower, o il gruppo religioso a cui potreste essere associati, pratica un’opera di proselitismo che possa definirsi etica:


Dignity-Criterion

Criterio di dignità
L’atteggiamento nei confronti delle persone deve essere quello di trattare tutti con dignità. Ogni persona deve essere valutata come individuo a sé e non in base a quanto voglia imparare. E’ amorale che il potenziale convertito non sia altro che un oggetto per guadagnare un certo status o che diventi niente più che un altro automa il cui unico scopo è quello di reclutare altri membri nel gruppo.
Care-Criteria

Criterio del "prendersi cura"
Avere interesse per una persona, eticamente parlando, significa non solo interessarsi di una qualche sua prospettiva di vita futura, ma prendersene cura ORA, in questa vita presente. Questo include interessarsi del suo benessere fisico, emotivo, psicologico e finanziario, non solo quello spirituale.
Physical-Coercion


Coercizione fisica
L’uso di coercizione fisica o di minacce non dovrebbe mai essere una parte di un proselitismo etico. “Ubbidisci o muori” non onora la dignità di una persona. La vera libertà significa che in qualsiasi momento la persona ha la libertà di andare via dal gruppo con dignità.
Psychological-Coercion-300x34

Coercizione psicologica
Viviamo in un mondo dove la persuasione psicologica viene ampiamente usata. La vediamo negli spot e nella pubblicità. Quando, perciò, si attraversa la linea e questa diventa persuasione immorale o coercizione? Thiessen mette in risalto tre cose da analizzare. Persuasione etica significa:
  1. Non usare metodi ripetitivi, intensi o programmati per manipolare psicologicamente le persone
  2. Non sfruttare le vulnerabilità di una persona, ad esempio, bambini e giovani, persone in crisi, adulti vulnerabili e gli anziani, persone con disabilità, i nuovi immigrati e chiunque altro abbia poco o nessun sistema di supporto
  3. Non usare la paura o altre tattiche emotive per manipolare le persone.
Social-Coercion-300x32


Criterio di coercizione sociale
In tutti i rapporti ci sono gradi di potere e di controllo. E’ auspicabile che questi vengano bilanciati, in modo che una persona non si trovi sempre in una posizione di potere. Sfruttare il potere o utilizzare quel potere per manipolare le persone non è etico.
Inducement-Criterion

Criterio di indottrinamento
I predicatori spesso offrono aiuto fisico, medico e/o psicologico a coloro che ne hanno bisogno. Essi devono stare molto attenti a che l’aiuto che offrono non sia in alcun modo collegato al fatto che la persona che si vuole aiutare accetti o meno il sistema di credenze del predicatore. La persone devono rendersi conto che accettare l’assistenza offerta non implica alcun impegno con il gruppo.
Rational-Coercion-Criterion-300x29

Criterio di coercizione razionale
Questo è inevitabile: lo scopo del proselitismo è quello di convertire le persone ad una nuova fede. Il proselitismo etico fornisce ragionamenti logici senza tentare di eludere alcune domande o evitare di rispondere ad altre.
Truthfulness-Criterion-300x36


Criterio di assoluta verità
Il proselitismo etico deve essere veritiero. Non solo in ciò che insegna, ma anche in ciò che riferisce sulle altre religioni. Non ci dovrebbero essere scopi nascosti, menzogne, inganni o tentare di travisare le intenzioni del gruppo. Non bisogna mai mentire.
Humility-Criterion

Criterio di umiltà
Arroganza, dogmatismo e atteggiamento altezzoso non sono segni di umiltà. Dire di essere umili non significa essere umili.
Tolerance-Criterion

Criterio di tolleranza
Il proselitismo etico tratta tutte le persone con rispetto, soprattutto quelle che hanno credenze differenti. Tutti noi abbiamo il diritto di essere in disaccordo senza che questo influisca sul nostro diritto ad essere trattati con rispetto e dignità.
Motivational-Criterion-300x35

Criterio della motivazione
Una persona ha bisogno di essere sicuro delle motivazioni dell’opera di proselitismo. È perché ci si preoccupa veramente del prossimo? O c’è qualche motivazione ego-centrica dietro la predicazione? La predicazione per il beneficio del gruppo religioso, per aumentare il proprio status agli occhi del gruppo o degli altri fedeli, perché dà loro il potere o uno status superiore al convertito non sono ragioni etiche per il proselitismo.
Identity-Criterion

Criterio di identità
Non è etico cercare di separare una persona dalla sua identità sociale e culturale. Le persone sono esseri umani prima di tutto e bisogna mostrare rispetto davanti alle credenze altrui.
Culteral-Sensitivity-Criterion-300x29

Criterio di sensibilità culturale
Le persone devono essere lasciate libere di accettare nuove idee che sentono giuste per loro, e di ignorare le idee che non lo sono. Non esiste un sistema di credenze religiose, sociali o culturali che è migliore di altri. Ognuno dovrebbe essere libero di accettare ciò che funziona per se, senza la paura di essere rifiutato sulla base di ciò in cui crede.
Results-Criterion

Criterio dei risultati
Il numero di convertiti non dovrebbe mai essere la prova della correttezza di una religione. La crescita numerica è una conseguenza, non lo scopo. La conversione non dovrebbe mai essere l’unica ragione per l’amicizia con un individuo, abbandonandolo o etichettandolo come indegno se non si vuole convertire.
Golden-Rule

Regola aurea
Il proselitismo deve rispettare la regola aurea, che è quella di trattare gli altri come si vorrebbe essere trattati. Se uno va a predicare ad un altro, allora deve essere disposto ad ascoltare anche ciò che l’altra persona crede. Ignorare o rifiutare di ascoltare il punto di vista di un’altra persona è sinonimo di un proselitismo irrispettoso e amorale.
Così ora valutate voi stessi: la Watchtower, o la vostra chiesa, è impegnata in un’opera di proselitismo etica o amorale?



* * * * *




Stai leggendo questa pagina da un cellulare?



oppure:







32 commenti:

  1. l'ultima Torre di Guardia:
    "Oggi nelle congregazioni dei Testimoni di Geova è molto improbabile che si venga trattati ingiustamente. Tuttavia i fratelli che hanno incarichi di responsabilità sono uomini imperfetti e potrebbero fraintendere le nostre azioni "

    molto improbabile? Cari fratelli ed amici, la misura è colma... pur guardando a distanza mi ribolle il sangue...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. (Ax80) Abbiamo avuto lo stesso pensiero, John. Questa è una sfacciata mancanza di obiettività, in pieno stile wts di cantarsela e suonarsela da soli. Anzi, non da soli, visto i milioni di burattini acefali che prendono per oro colato anche le vaccate più assurde. Non è improbabile che si venga trattati ingiustamente nelle congregazioni. Non meno di quanto è probabile che si venga trattati bene. Sarebbe troppo onesto intellettualmente ammettere che, come in tutti gli ambienti, c'è del buono e del meno buono. Non siamo ne' migliori ne' peggiori di altri. Ma per molti, riconoscere che non siamo affatto il "popolo eletto" significherebbe aprire una crepa nel loro castello di carte. Quanta stupidità ed ebete ignoranza. Non per chi crede genuinamente, ma per chi si ostina a negare anche le evidenze più palesi. L'ottusita' sta nell'affidarsi ciecamente ad un organizzazione umana. Dio, per chi ci crede, è ben altra cosa.

      Elimina
    2. E che dire del paragrafo 16 (mantenere la parola data anche se ci si dovesse rimettere)?Chissà come l'avranno vissuto tutti quei fratelli che dall'oggi al domani si sono ritrovati a casa, fuori dai comitati di costruzione?
      Ne conosco personalmente alcuni, chi ha acquistato di tasca propria materiale per la costruzione poche settimane prima e chi, in attesa di partire, rifiutava proposte di lavoro con fissi mensili per ritrovarsi, solo pochi giorni dopo, senza l'uno né l'altro!
      Mi auguro che possa servire almeno a far aprire gli occhi a qualcuno.

      Elimina
    3. Ax80, capisci perchè non riesco a prendermela più di tanto con gli altri? Perchè sono stato "volontariamente" acefalo anche io, ricordo bene i ragionamenti che facevo tra me e me per farmi andare giù certe direttive. Ricordo bene tutti i meccanismi mentali che mi intrappolavano COL MIO CONSENSO.
      Ecco perchè, anche se mi dispiace per coloro che soffrono, dico che siamo noi che inconsapevolmente permettiamo ad altri di farci soffrire.
      Quando il dubbio diventa chiarezza, e l'incertezza diventa sicurezza, alla fine non riesci più a fingere. Col tempo ti ribolle il sangue.
      Ecco perchè è necessario fare un piccolo passo alla volta. Se continuiamo a tenere tutto dentro, alla fine esplodiamo come una bomba, creando scompiglio e dando agli altri ragioni per criticarci...

      Elimina
    4. caro Bereano confuso, mio marito ed io ci abbiamo rimesso la casa, 17 anni di pensione (eravamo dipendenti pubblici e abbiamo smesso per fare i pionieri) e poi arrivederci e grazie...ma come dice John, ci ho messo del mio, quindi...

      Elimina
    5. Mi risuonano nella mente le parole espresse da Gesù riportate da Matteo 5 :15,16....VOI siete la luce del mondo....affinché VEDANO LE VOSTRE ECCELLENTI OPERE e diano gloria a Dio....
      Come si può applicare ala Wt una scrittura così chiara? Di quali eccellenti opere si fregia? Come dici tu John, ribolle il sangue, alle loro affermazioni mendaci e ipocrite.
      Con mio marito siamo la testimonianza di "azioni fraintese " da parte di altri anziani..
      Ed è inevitabile il confronto con lo spirito inquisitore che ha contraddistinto il periodo medievale nel quale si veniva messi al rogo se solo si respirava in modo diverso. Sono loro progenie...
      Purtroppo tutti noi abbiamo permesso, chi più chi meno, questo condizionamento...
      Condivido con qualche commento il fatto , che all'inizio del percorso spirituale tornandoci a logica alcune dottrine poi si renda ad abbassare la guardia...e ciò che a volte non ci suona più bene lo accantoniamo con la fiducia che poi la "Santa organizzazione " la "mamma" lo riveli!
      Perciò adesso che abbiamo ritrovato la vista , cerchiamo di non permettergli più di ingerire nella nostra vita, con cautela , ma non per vigliaccheria, semplicemente per strategia....
      Rileggo sempre con piacere il capitolo 5 di Matteo...splendide affermazioni che elevano le persone senza appesantire con sensi di colpa...il Cristo dice ..." FELICE CHI....." A noi la scelta se essere liberi e felici....niente di più !

      Elimina
    6. (Ax80) Chiaro che l'interpretazione che la WTS da' delle "eccellenti opere" menzionate da Gesù rimandi alla predicazione mondiale. Si fregiano di questo. Ma è riduttivo. La logica suggerisce un concetto molto più ampio.

      Elimina
    7. A me è venuto da ridere. Molto improbabile, umiltà a gogo. La colpa di tutto è già pronta per essere scaricata sul proclamatore di turno. Ho trovato altre due perle negli articoli di studio di maggio. Il dodicenne che si battezza portato ad esempio. La frase "Sei grato per quel che Geova ha fatto per te? (Parlando del riscatto di Gesù) Allora è appropriato che ti battezzi." Che si può anche leggere al negativo: se non ti battezzi vuol dire che non apprezzi il sacrificio di Gesù.
      Gesù che è il grande assente di quest'anno. Alle adunanze di vita cristiana non si è praticamentemai parlato di Gesù. Neppure parlando del perdono di Geova, che solo Gesù ci ha saputo mostrare appieno.
      Nei discorsi pubblici nemmeno. Neanche un studio torre di guardia incentrato su Gesù da gennaio a maggio. Mezz'anno
      Ogni tanto mi chiedo se siamo cristiani. A parte un interludio per la commemorazione, non c'è quasi traccia di Gesù.

      Elimina
    8. Cara lelvira,

      so che in Dio ci credi ancora. Spero vi possa incoraggiare ricordare che Egli 'non è ingiusto da dimenticare la vostra opera e l’amore che avete mostrato per il suo nome, in quanto avete servito e continuate a servire i santi.'
      Siete un esempio da imitare chissà per quanti! La vs. esperienza traspare dai tuoi commenti. Ognuno di essi ha un certo "peso".
      Dal basso della mia poca esperienza penso che, se solo avesse voluto, avrebbe potuto far nascere e crescere il proprio amato figlio in una reggia con tanto di servitù. Invece SCELSE l'esatto opposto!
      Qualcosa significherà ...

      Un abbraccio, sorella cara, a te e tuo marito.

      Elimina
    9. ma si Bereano carissimo, certo nel tempo la mia concezione di Dio è diventata molto diversa, ma se è possibile la fede più profonda...anche se non la esprimerei più nei termini che ho usato nel passato...
      Credo che comunque non si cresca senza sofferenza, in qualsiasi campo della vita, e non mi lamento della mia, se pur vissuta con dolorosa intensità.
      Ti ringrazio delle tue parole; qui ogni persona che si affaccia e scrive, è un'anima che in un modo o nell'altro ha molto da dare; e allo stesso modo tutti impariamo da ogni parola ...

      Elimina
    10. Secondo me l'amore piu' puro si dimostra quando si fa una cosa senza tornaconto. L'organizzazione sta attenta che tutte le sue strutture siano mantenute al puntino. Magari incassera' i milioni di dollari di Prince. Ma di tutto il denaro raccolto quando stanziera per i bisognosi? I Cristiani raccoglievano fondi unicamente per aiutare la gente in difficolta. Gesu' non si e' fatto costruire un quartier generale cosi neppure gli apostoli. E' quindi tutto fatto per benefici interni ma non per fare del bene senza interesse.

      Elimina
    11. Matteo Cap 5 : 15 , 16.. è un nuovo intendimento della WT ? quando la citò losch nel suo discorso a Roma per molti fratelli sembrava che sentissero quella scrittura per la prima volta......haaaa che sbadato che sono , è vero.. quello della WT è cibo a .....suo tempo.

      Elimina
    12. Ho conosciuto gente rimasta a piedi e la congregazione non ha alzato un dito.era un padre di famiglia senza lavoro e la moglie di salute cagionevole e i figli che andavano ancora a scuola e nessuno si è offerto di dare un occupazione a questo fratello e sottolineo che in congregazione c erano fratelli pure con un buon lavoro e belle macchine ma niente di niente solo per parvenza all inizio poi tutto lasciato al caso.era una famiglia che dava sempre se stessa e anche se poco davano sempre il loro massimo a contribuire e ora che erano nel bisogno la wt si era scordata di loro... (messaggio moderato)

      Elimina
    13. Nel paese dove vivo ho conosciuto una donna ex sorella che mi accorsi che era sorella perché menziono geova ecosi parlammo.era sola il marito l aveva tradita e andava in chiesa a chiedere qualcosa ogni tanto che era nel bisogno.era stata pioniera e poi quando lascio il servizio gli anziani pensarono male che era stanca invece di capirla.iniziarono i problemi perché essendo rimasta sola doveva trovarsi un lavoro per mantenersi e spesso saltava le adunanze e così la congregazione inizio a lasciarla a sola e lei visto che con il prete del paese ha un buon rapporto ogni tanto le da qualcosa visto che ora è di nuovo senza occupazione e per questo è stata disassociata invece di essere aiutata e confortata.questo perché affinché dai tutto per la wt bene ma quando poi dovrebbe essere lei a darlo a te ti sia aiutati che Dio ti aiuta

      Elimina
    14. Ema79 tranquilla ..in questo caso Geova si serve di quelli cosiddetti ..del mondo. (-:

      Elimina
  2. Che dire?la wt in tutti questi punti ha solo dimostrato che di etico non ha mai avuto niente.pensiamo con quanta cattiveria ed egoismo ha lavorato sulle nostre menti facendoci accettare il male per buono e poi trasmetterlo agli altri quando andavamo in predicazione per cercare di far numero di adepti e fare un rapporto a fine mese per controllarci.la nostra vita e stata sempre sotto osservazione non potevamo scegliere o agire come volevamo perché le pressioni psicolgiche erano potenti.la finta etica della wt e puro fanatismo volto ad assoggettare i più deboli e a distruggere chi si oppone alle loro macchinazioni.fanno finta di proteggerti e volerti bene ma quando meno te lo aspetti ti pugnala alle spalle con la sua vigliaccheria e nasconde bene la sua arma.ognuno di noi è rimasto ferito e tradito specie pure quando si è nel bisogno la wt ti abbandona e lei si arricchisce equando non gli servi più sei un sacco di immondizia da buttare.questa è etica?come si fa ad accettare questo insulso sistema.siamo stati trattati peggio del niente,abbiamo servito un sistema corrotto e amorale,lottiamo con tutte le forze per uscire da esso..ora e il tempo di agire e pian piano ce la faremo.

    RispondiElimina
  3. (Ax80) John, hai espresso esattamente il mio pensiero, nonché la mia situazione attuale. Con le stesse parole che avrei usato io. Pur provando rabbia, quello che "mi salva" dell'andare oltre un certo limite è il fatto che per decenni sono stato sotto ipnosi anch'io. Ho dovuto fare vere e proprie acrobazie mentali per accettare a me stesso certe direttive o intendimenti assurdi. Ho applicato una dissonanza cognitiva spaventosa, solo prendendone consapevolezza ho capito quanto faccia male psicologicamente. Ma come dici tu, consciamente o meno, ci abbiamo messo del nostro. Glielo abbiamo permesso noi. Ora anche a me "ribolle il sangue", non avresti potuto trovare espressione migliore. L'unica cosa che mi fa provare pena, e in certi casi tenerezza, verso l'ingenuità di tanti fratelli dormienti, è il fatto di essere stato anch'io come loro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E c'è di più, caro Ax80...personalmente ho anche deciso di rimanere, per rispetto verso le purtroppo molte persone che io stessa ho indirizzato verso la wt...di rimanere in questo limbo, proprio perché se qualcuno comincia a svegliarsi, possa trovarmi se ha bisogno e non si senta psicologicamente costretto a non parlarmi...
      ovviamente non è la situazione che sceglierei, solo che non voglio sottrarmi alle mie responsabilità, perché sarà stata ipnosi condizionamento e quello che vogliamo, ma io ho "zelantemente" partecipato...

      Elimina
  4. (Ax80) Apposto, John. ti ho scritto un e-mail dopo aver creato un account secondario. Se è possibile puoi girare l'indirizzo e mail a Rosario e a Riflessivo, se lui è d'accordo.

    RispondiElimina
  5. John, mi sa che ho dimenticato ilmio nick nel post di pochi secondi fa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non mi sono arrivati altri commenti... se vuoi ripostalo

      Elimina
  6. (Ax80) John perdoni il fuori tema, ma girando in Rete ho trovato questo articolo su Prince, di seguito copio e incollo. "Prince era un devoto testimone di Geova.

    A raccontare nei dettagli un lato poco noto della star, quello religioso, sono alcuni giornali e siti americani, secondo cui il folletto di Minneapolis si recava spesso alla sede del gruppo ‘Kingdom Hall’, a circa 15 minuti dalla sua residenza.

    Fratello Nelson (con questo nome era conosciuto tra i testimoni di Geova) una volta si è presentato ad una delle riunioni con abito bianco e tacchi gioiello, mentre in altre occasioni arrivava accompagnato dal suo entourage.

    Il quotidiano newyorkese sottolinea che tra i tanti misteri che circondano la star c’è proprio la profonda spaccatura tra il Prince che appariva sul palco e la sua enorme carriera da un lato, e la fede per una religione che enfatizza la moderazione e il rifiuto di comportamenti che potrebbero ‘dispiacere a Dio’ dall’altro.

    IL TESTAMENTO – La notizia arriva nel giorno in cui viene reso noto che Prince non ha lasciato alcun testamento.

    E la sorella, Tyka Nelson, chiede la nomina di un amministratore per la gestione dei beni della superstar morta meno di una settimana fa.

    Secondo i documenti depositati in tribunale, Tyka si ritiene autorizzata ad avanzare la richiesta anche perché unica sorella ‘vera’ di Prince.

    Gli altri possibili beneficiari della fortuna della star sono gli altri cinque fra sorellastre e fratellastri, John, Norrine, Sharon, Alfred e Omarr, tutti in ‘corsa’ per un pezzo di eredità, se venisse accertato che un testamento non esiste e non venisse nominato un amministratore.

    Tyka Nelson chiede la nomina come amministratore della Bremer Bank, società che per anni ha lavorato per Prince e che quindi è nella posizione migliore per amministrare i suoi beni, secondo la signora Nelson.

    A quanto ammonti la fortuna della star non è ancora chiaro: secondo molte stime è di centinaia di milioni di dollari, che continuano ad aumentare con le vendite post morte realizzate.

    Da qui l’urgenza, secondo al sorella, di nominare subito un amministratore. Al di là di alcune proprietà, il cui valore pubblico è 27 milioni di dollari, Prince ha realizzato almeno 150 milioni di dollari, di cui 55 milioni nel 2015.

    In base alla legge del Minnesota, in assenza di testamento tutte le sorelle e i fratelli hanno diritto a una quota della fortuna.

    L’istituzione di un amministratore blocca la procedura, ma resta da verificare se un testamento realmente non ci sia.

    Le star di solito creano trust per evitare lo spettacolo di una battaglia familiare sulla loro ricchezza. Nel caso di Prince, però, per ora non è emerso alcun documento.

    CAUSA DI MORTE – Intanto sulle cause della morte di Prince continua ad aleggiare il mistero, in attesa dei risultati dell’autopsia.

    Londell McMillan, il legale della super star, smentisce che facesse uso di droga: “Non era drogato e amava la vita.

    Conduceva una vita salutista, era vegano e famoso per il suo stile di vita pulito”, afferma McMillan."
    Mi viene in mente una riflessione... Con tutte le contribuzioni che sicuramente poteva permettersi adesso la wts avrà un bell'ammanco, le richiederà dalle nostre tasche. :-) Permettetemi la battuta. :-) Quello che invece salta agli occhi è come la mentalità sia diversa da Paese a Paese. Con il tipo di vita che conduceva, per il ruolo che rappresentava, come la metteva con i "privilegi"? :-) A noi avrebbero fatto un comitato per molto meno. O forse lo tenevano buono proprio per l'entità delle contribuzioni che poteva permettersi di versare...? Due pesi e due misure... Sarò pure "malizioso", ma credo che sia giustificato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Riguardo a Prince:
      Occhio che alcune fonti dicono che lui si professasse Testimone di Geova ma in effetti non si sia mai battezzato.
      Mentre la moglie si...

      Questo spiegherebbe l'impossibilità di disciplinare certi suoi eccessi.

      Ora non so quale sia la verità, ma sembra che appunto si dichiarasse pubblicamente Testimone di Geova senza esserlo. Forse è stato per un certo tempo solo proclamatore.

      In ogni caso riferisco solo di alcune fonti, non conosco come stessero effettivamente le cose

      Elimina
    2. Io sapevo che accompagnava la moglie in servizio.tanto e vero che era stato pure fotografato.che sia stato un fratello questo non lo so anche se ho i miei dubbi.si diceva la stessa cosa di Michael Jackson che addirittura fece una consistente contribuzione alla wt che rifiutò perché si era dissociato.tutte notizie che non si sa quanto siano vere.

      Elimina
    3. A me è stato detto da una sorella ..(che lei ha delle sorelle amiche in america) ..che lo è stato ma poi si è tolto o è stato disassociato .....non si è ancora capito bene .

      Elimina
    4. Ma se veniva chiamato "Brother Nelson" dai membri della sua congrega!
      Vedi http://touch.latimes.com/#section/-1/article/p2p-86772944/
      Lui lo era TdG, ed è stato reso un omaggio ufficiale da parte della sua "chiesa":
      http://www.people.com/article/prince-dead-jehovah-witness-release-statement
      Ma anche se fosse stato solo un proclamatore non battezzato, questo non lo avrebbe certo esentato dal mostrare una condotta esemplare, e tanto più essendo un personaggio pubblico.

      Elimina
    5. Ho trovato in rete un interessante elenco di TdG famosi,con le relative schede, questo è il link http://testimonidigeova.freeforumzone.com/discussione.aspx?idd=10845935
      Al n. 49 di questa lista VIP compare Prince. Questo è il link
      http://testimonidigeova.freeforumzone.com/discussione.aspx?idd=10845935&idm1=125822632&pl=60


      Elimina
  7. Se fosse stato ancora TDG il funerale lo avrebbero fatto in sala del regno, o almeno la cerimonia al cimitero .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo dipenda dalla volontà dei familiari, non dalla congregazione.

      Elimina
  8. John, anche se il sangue ribolle, usare un tono pacato e parole misurate ci rende più ascoltabili, e più incisivi.
    Hai menzionato più volte la faccenda dell'Onu ultimamente, avrei dei documenti che vorrei mostrarti. Come posso contattarti privatamente?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti, caro Tranquillo, il sangue bolle, ma le parole sono sempre "condite" con "sale"...

      Scrivimi pure all'indirizzo del blog, che trovi in fondo ad ogni pagina, sulla sinistra: inizia con tdgchiedono@..... (non lo linko nel commento per evitare lo spam)

      Elimina
  9. Ma questo articolo è stato scritto in generale o sono per i TdG? ...lol

    Riassumerei con una sola parola ciò che manca hai tg: Rispetto.

    Il (vero) rispetto me lo insegnó una persona "del mondo". Forse fu dal li che iniziai a rivalutarmi come tg, non puoi essere rispettosa e tg contemporaneamente.

    RispondiElimina

E' OBBLIGATORIO INSERIRE NEL CAMPO Nome/URL UN NICK con cui firmarsi. Non usate termini scurrili, insulti, calunnie, incitamenti all'odio razziale ed alla violenza, e NON menzionate la persone per nome o cognome reali. Sono vietati lo spamming, il copia-incolla ripetuto, i link a siti non approvati dalla redazione, i messaggi provocatori.
Altrimenti i post non saranno pubblicati o verranno cancellati.
La moderazione dei commenti è insindacabile ed a cura della redazione del blog. Se i vostri commenti non vengono pubblicati potete chiedere spiegazioni scrivendo alla redazione (vedi "come commentare" in alto nella colonna a sinistra)

Grazie

L'indirizzo email del blog lo trovate in fondo alla pagina (non nella visualizzazione per cellulari)