Usando questo sito, dichiarate di aver letto il Disclaimer e le norme sulla Privacy relativa ai contatori Shinystat e whos.among.us.

Per capire come "nasce" questo blog, leggere le pagine info sul blog nella colonna a sinistra.

Un archivio del blog, con tutti i post fino ad oggi pubblicati, elencati per mese, lo trovate in fondo alla colonna centrale.

NORME relative ai commenti alla pagina "COME COMMENTARE".

“Non c’è nulla di male se una persona cerca di confutare gli insegnamenti e le pratiche di un gruppo religioso che ritiene in errore”.
(Svegliatevi! 8 settembre 1997, pagina 6)

giovedì 31 marzo 2016

Qualcuno vuole incatenarvi?


“Se rimanete nella mia parola conoscerete la verità, e la verità vi renderà liberi”. (Giovanni 8:31, 32)


Gesù si espresse in maniera chiara. Molto chiara. Spiegò chiaramente cosa è necessario per essere accetti a Dio. Fece capire che il regno dei cieli appartiene a chi si mantiene umile ed innocente come un bambino. Infatti disse anche: “Veramente vi dico: A meno che non vi convertiate e non diveniate come bambini, non entrerete affatto nel regno dei cieli." Matteo 18:3. 
Gesù sapeva bene che spesso gli esseri umani imperfetti hanno la tendenza a giudicare. Diede il consiglio: “Smettete di giudicare affinché non siate giudicati”. (Matt. 7:1) Notate che Gesù non disse “non giudicate”, ma “smettete di giudicare”. Sapeva che molti suoi ascoltatori avevano già l’abitudine di giudicare il prossimo, il compagno, il fratello.

Gesù conosceva anche la nostra innata tendenza a sbagliare. Ma non affossò mai nessun peccatore nei sensi di colpa. Non fece mai sentire nessuno con le spalle al muro.
Che dire invece dell'organizzazione a cui apparteniamo che si definisce "cristiana"? Sono davvero "cristiane" tutte le sue direttive?

Un articolo trovato in rete, se ci meditiamo su, può farci notare molte cose....





traduzione dall'inglese a cura di "Victor"

Sei in una setta o in un qualsiasi altro ambiente emotivamente opprimente?

So cosa stai pensando: “Stupidate. Non sono in una setta.”. E questo potrebbe essere assolutamente vero. Lo scopo di questo articolo non è quello di convincerti che sei in una setta. Piuttosto, consideralo come uno spunto per rivalutare ogni cerchia di fiducia di cui fai parte in questo momento, sia che si tratti di un gruppo o di una singola persona, sia che il rapporto è di natura religiosa, politico o romantico.
In questo articolo, userò i Testimoni di Geova per illustrare il punto, ma puoi mentalmente inserire un qualsiasi altro appropriato esempio. Sai, le caratteristiche di indebita influenza possono essere applicate a qualsiasi tipo di rapporto.
In questo articolo non risponderò alle domande per te, non ti dirò se ti trovi o meno in una setta. Invece, ti darò qualcosa su cui lavorare – cibo per la mente – in modo da poter scoprire da te stesso se può esserci qualcosa da cambiare nella tua vita. E quando parlo di setta, o culto, intendo qualsiasi gruppo simile ad una setta, indipendentemente dalle dimensioni, importanza o status giuridico.
Senza ulteriori indugi, ecco i 10 segni che indicano che si può essere in una setta:

1. Sei incoraggiato ad isolarti

So cosa stai pensando: “Stupidate. Posso essere amico con chi voglio.”. Ma, veramente puoi? A volte questo tipo di influenza può essere molto sottile e spesso viene presentata sotto forma di sincera preoccupazione. Sii onesto con te stesso:
  • Ha la mia controparte mai fatto commenti negativi sulle persone con cui mi accompagno?
  • Ha la mia controparte mai cercato di scoraggiarmi dal frequentare qualcuno al di fuori della nostra cerchia, non importa quanto innocente sarebbe stato l’incontro?
  • Ha la mia controparte mai insinuato che l’associazione con qualcuno al di fuori del nostro rapporto può mettere in pericolo questo rapporto?
  • Ha la mia controparte mai cercato di imporre regole relative alle mie amicizie?
Esempio:
La Società Watchtower scoraggia i Testimoni di Geova ad avere associazione con persone che non sono Testimoni di Geova. I non credenti sono chiamati “le persone del mondo” e “cattive compagnie”.
Prove:
“Si è forse di mente ristretta o asociali se si vuole abitare solo con qualcuno che ha la nostra stessa fede? No, si è saggi. La Bibbia stessa avverte: ‘Le cattive compagnie corrompono le utili abitudini'” – Svegliatevi! 22 Maggio 2002
“Naturalmente, qualche contatto con i non credenti è inevitabile. E’ tutta un’altra cosa , però, socializzare con loro o, addirittura,coltivare amicizie con loro.” – La Torre di Guardia 15 Febbraio 2013

2. Tendono ad avvilirti

So cosa stai pensando: “Stupidate. Non è mai successo. “. Ti sento. Ma vedi, questo è davvero sottile. Forse non lo si nota neanche. Gli abusi verbali non si riducono a semplici (e abbastanza ovvi) insulti, grida o discorsi provocatori. A volte è un po’ una cosa del genere:
  • La mia controparte tende a sminuire i miei successi?
  • Sembra che quello che sto facendo non è mai abbastanza?
  • È un apprezzamento condizionato?
  • Mi vengono spesso ricordate le mie imperfezioni o quello che sto facendo di sbagliato?
  • La mia controparte mi da consigli mascherati da sincera preoccupazione?

Esempio:
I Testimoni di Geova vengono spesso lodati per il loro lavoro, ma non senza l’implicazione che non è ancora sufficiente. Gli viene spesso ricordato della loro “condizione peccaminosa”. Se vengono sospettati di “deviazioni”, ricevono una “visita pastorale”.
Prove:
“In quanto creature imperfette, dipendiamo dalla Sua misericordia e perdono per ricevere la salvezza. Non ci sono opere che possono aiutarci a guadagnare queste benedizioni” – Le profezie di Isaia II, Capitolo 25
“Gli esseri umani peccatori non possono guadagnare la vita eterna con i loro imperfetti sforzi di fare ciò che è giusto.” – La Torre di Guardia, 15 Giugno 2008
“E’ un grande onore che Dio pensa che possiamo riflettere la Sua gloria, anche se siamo ancora nel peccato” – La Torre di Guardia, 15 Maggio 2012
“Mostriamo sottomissione all’autorità di Geova rispettando [l’organizzazione] che Egli ha stabilito, o a cui ha permesso di continuare, in posizione di autorità su di noi. [ … ] Rifiutando di accettare i loro consigli scritturali e la loro correzione offenderemmo il nostro Dio” – Mantenetevi nell’amore di Dio

3. E’ tutta colpa tua

So cosa stai pensando: “Stupidate. Come può essere tutta colpa mia?”. Per favore, ascoltami. Non si tratta di farti sentire sempre in colpa. Piuttosto, una controparte che esercita un’influenza indebita ti addosserà la colpa nei momenti più importanti.
  • Risulta sempre colpa mia quando un argomento esplode?
  • Quando le promesse fatte dalla mia controparte non vengono mantenute: E’ stato a causa di una mia trasgressione?
  • Se qualcosa va storto: E’ perché avevo frainteso qualcosa?
  • Ha la mia controparte mai detto: “E’ stata colpa tua”?


Esempio:
Quando Armageddon non è arrivato nel 1925 o 1975 come predetto, la colpa è stata data ai singoli Testimoni di Geova per aver dato troppa importanza a quelle date, anche se non fu strano che i singoli Testimoni si siano convinti che il 1975 sarebbe stato un anno significativo.
Prove:
“È inoltre necessario affrontare il fatto che non si dovrà mai invecchiare.” – Svegliatevi! 22 Maggio 1969
“E ora, con l’arrivo del 1975, alcune migliaia dell’unto rimanente ancora vivi su questa terra, guardano avanti alla realizzazione di questa prospettiva gioiosa  La crescente ‘grande folla’ dei loro compagni simili a pecore guardano avanti con loro per entrare nel Nuovo Ordine senza dover morire”. – La Torre di Guardia 15 Dicembre 1974
“Si odono notizie di fratelli che vendono le loro case e le loro proprietà e pianificano di finire il resto dei loro giorni in questo vecchio sistema svolgendo il servizio di pioniere. Certamente questo è un bel modo per passare il breve tempo rimanente prima della fine del mondo malvagio”. – Il Ministero del Regno Maggio 1974
“Alcuni di coloro che hanno servito Dio hanno pianificato la loro vita secondo una visione sbagliata di ciò che sarebbe accaduto in una certa data o in un certo anno” – La Torre di Guardia 15 Luglio 1976

4. La paura è una parte dell’equazione

So cosa stai pensando: “Stupidate. Non ho paura della mia controparte”. Ma vedi, non è quello di cui sto parlando. In un contesto di indebita influenza , la paura è instillata sottilmente attraverso tattiche di potere che possono passare inosservate:
  • Ci sono gravi conseguenze sociali nell’esprimere un parere diverso?
  • Devo seguire tutte le istruzioni per far parte della cerchia?
  • Se scelgo una strada diversa, la mia controparte mi eviterà?
  • Lo scopo della mia cerchia è quello di sopravvivere ad uno scenario apocalittico?
Esempio:
I Testimoni di Geova credono che tutte le persone malvagie saranno distrutte ad Armageddon (uno scenario apocalittico). Devono seguire le istruzioni della Società Watchtower per sopravvivere. La critica è considerata apostasia. Gli apostati e gli ex-membri vengono completamente evitati, che fondamentalmente è un ricatto emozionale attraverso l’isolamento sociale.
Prove:
“Molti di coloro che affermano di essere membri della congregazione di Dio sono condannati e sono in attesa del giudizio. Oltre a questo, non sono nemmeno degni di una sepoltura decente e sono adatti solo per essere divorati dalle belve feroci”. – Le profezie di Isaia II
“L’arsenale di Dio include neve, grandine, terremoti, malattie infettive, inondazioni di pioggia, pioggia di fuoco e zolfo, confusione mortale, fulmini e un flagello che fa decomporre la carne. E la Bibbia descrive un tempo in cui i morti copriranno la superficie della terra, lasciati come concime o come cibo per gli uccelli e altri animali. Il terrore attanaglierà i nemici di Dio durante questa guerra.” – Svegliatevi! 8 Luglio 2005
“Se, quindi, vogliamo beneficiare della protezione di Geova durante la grande tribolazione, dobbiamo riconoscere che Geova ha un popolo sulla terra, organizzato in congregazioni.” – La Torre di Guardia Novembre 2014

5. Ti vogliono tutto per se

So cosa stai pensando:”Stupidate. Posso andare dove voglio.”. Certo che puoi. L’imprigionamento è un reato – non molti individui o gruppi religiosi sono cosìstupidi. Ma chiediti:
  • La mia controparte si aspetta che io passi molto tempo con loro?
  • E’ in vigore un programma rigoroso?
  • Quante volte ci si aspetta che io partecipi ad attività in relazione con la mia controparte?
  • Come vede la mia controparte la mia associazione con altre persone?
  • Va bene sposare qualcuno al di fuori della cerchia?
  • È richiesta la fedeltà incondizionata?
Esempio:
Ai Testimoni di Geova è richiesto di spendere almeno un importo minimo di tempo nel “servizio di campo” (la predicazione) ogni mese oltre che la partecipazione alle adunanze nella Sala del Regno, l’impegno nello studio della Bibbia personale e di famiglia e la preghiera. Inoltre, mettere in discussione il Corpo Direttivo (la guida spirituale dei Testimoni di Geova noto anche come “schiavo fedele e discreto”) non è visto di buon occhio.
Prove:
“Siamo molto grati a Geova per darci quello di cui abbiamo bisogno per essere suoi schiavi! [ … ] Tuttavia, gran parte dell’istruzione superiore di oggi non lascia molto tempo ad un servo di Dio per meditare sulla Parola di Dio e servire Geova.” – La Torre di Guardia 15 Ottobre 2013
“Svago e relax, se pur necessari, devono essere tenuti al loro posto. Il loro scopo è quello di rigenerarci per le attività spirituali”. – La Torre di Guardia 1 Ottobre 2000
“Alcuni giovani cristiani, però, diventano fortemente coinvolti nella attività extrascolastiche e gli hobby” – La Torre di Guardia 15 Giugno 2011
“Non possiamo trovare la guida scritturale di cui abbiamo bisogno al di fuori dell’organizzazione dello ‘schiavo fedele e discreto'” – La Torre di Guardia 15 febbraio 1981
“La lealtà a Dio include anche la lealtà alla sua organizzazione” – La Torre di Guardia 1 Ottobre 2001
“Abbiamo bisogno di obbedire allo schiavo fedele e discreto per avere l’approvazione di Geova” – La Torre di Guardia 15 Luglio 2011
“Abbiamo l’ opportunità di mostrare l’amore per i nostri fratelli che prendono la direttiva in congregazione o nell’organizzazione visibile di Geova in tutto il mondo. Questo include l’essere leali allo ‘schiavo fedele e discreto'”. – La Torre di Guardia 1 Dicembre 1990
“Gli unti e i loro compagni delle altre pecore riconoscono che seguendo la guida del moderno Corpo Direttivo, stanno in effetti seguendo il loro leader, Cristo.” – La Torre di Guardia 15 Settembre 2010

6. È necessario servire per essere ricompensati

So cosa stai pensando: “Stupidate. Che cosa dovrebbe significare!”. D’accordo. Può sembrare folle. Ma il più delle volte, coloro che abusano emozionalmente hanno un atteggiamento di pretesa o, come dice Merriam-Webster, l’atteggiamento di chi sente di meritarsi qualcosa (come avere privilegi speciali):
  • La mia controparte crede di avere il diritto alla mia lealtà e fedeltà?
  • Posso esprimere la mia opinione quando si tratta di regole, ecc?
  • Il premio promesso è collegato al grado di fede, zelo e obbedienza dimostrato?
Esempio:
Il Corpo Direttivo dei Testimoni di Geova afferma di essere stato scelto da Gesù. Dice di essere lo schiavo fedele e discreto. Il favore divino dipende dalla fedeltà al Corpo Direttivo. Essere in disaccordo con la sua dottrina è apostasia.
Prove:
“Questo schiavo fedele è il canale attraverso cui Gesù sta alimentando i suoi veri seguaci in questo tempo della fine” – La Torre di Guardia , 15 Luglio, 2013
“E’ vitale che apprezziamo questo fatto e ubbidiamo alle indicazione dello ‘schiavo’ come se fosse la voce di Dio” – La Torre di Guardia , 15 Giugno, 1957 , pagina 370
“Se un cristiano battezzato abbandona gli insegnamenti di Geova, così come sono presentati dallo schiavo fedele e discreto, e persiste nel credere un’altra dottrina [… ] sta apostatando. ” – Lettera ai Sorveglianti di Circoscrizione e Distretto, 1 settembre 1980
“Tutti noi dobbiamo essere pronti a obbedire a tutte le istruzioni che possiamo ricevere, anche se possono sembrare strane da un punto di vista strategico o umano” – La Torre di Guardia , novembre 2013

7. Ti fanno sentire in colpa per ottenere quello che vogliono

So cosa stai pensando: “Stupidate. Non fanno così.“. Be’, sicuro che non sia invece proprio così? Considera come l’Urban Dictionary definisce il senso di colpa indotto: “Quando qualcuno cerca di farti fare quello che vuole inizia a fare in modo che tu ti senta in colpa per qualcosa … così che tu ceda”. Ora chiediti:
  • Ho mai fatto qualcosa o reagito in modo particolare perché la mia controparte mi ha detto qualcosa che mi ha fatto sentire in colpa?
  • La  mia controparte ha usato usato un esempio (forse un altra persona) che mi ha fatto avere la coscienza sporca perché non stavo facendo qualcosa?


Esempio:
La Società Watchtower ha perfezionato il senso di colpa per delega: Il fatto che portiamo il nome di Geova e abbiamo la capacità di ferire i suoi sentimenti. Oppure usa esperienze per sostenere i suoi ragionamenti.
Prove:
“[Geova] si rattrista quando le persone prendono decisioni sbagliate e smettono di servirlo” – La Torre di Guardia , 15 luglio 2011
“Saggiamente, dovrete insegnare al vostro bambino non solo le conseguenze di disubbidire a Geova, ma anche spiegare come Geova viene personalmente influenzato dal modo in cui viviamo” – La Torre di Guardia , 1 aprile 2005
“La Sala del Regno ha la priorità su un telefono cellulare: Teona, di 10 anni, e la sua sorellina di otto anni, Tamuna , vivono nella Repubblica di Georgia. Le ragazze volevano un telefono cellulare. La loro nonna aveva promesso di dare loro un po’ dei suoi soldi di pensione ogni mese. Purtroppo, la nonna morì improvvisamente. Tuttavia, la famiglia ha dato un po’ della sua ultima pensione pensioni alle ragazzine in modo che potessero acquistare il telefono che volevano. Dopo averci pensato, le ragazzine hanno scritto questo per la loro congregazione: ‘Sappiamo che fra due settimane inizierà la costruzione della nostra nuova Sala del Regno, nel nostro villaggio di T’erjola. La nonna voleva davvero essere d’aiuto in questo lavoro, quindi abbiamo entrambe deciso di dare interamente l’ultima pensione della nonna alla congregazione invece di comprare il nostro cellulare. Per favore, costruite una bella Sala del Regno”. – 2015 Annuario dei Testimoni di Geova

8. La minaccia di perdere gli affetti

So cosa stai pensando. Andiamo al sodo, ok ? L’affetto non può essere ritirato a comando. Piuttosto, vi è una costante minaccia all’orizzonte, a seguito di un’azione. O di mancanza di azioni, pensaci bene. Chiediti onestamente:
  • L’amore mostrato nella cerchia è incondizionato?
  • Come mi tratterà la mia controparte se, pur gentilmente, non sono d’accordo?
  • Conosco le conseguenze che dovrò affrontare se dovessi scegliere di esercitare il mio libero arbitrio?
  • Queste conseguenze includono l’isolamento sociale, come l’ostracismo?
  • Il ritiro degli affetti è presentato sotto la retorica di “atto d’amore”?
Esempio:
I Testimoni di Geova ostracizzano i membri che scelgono di non credere negli insegnamenti della Watchtower. Ostracizzano anche i membri che hanno confessato un peccato e non sono disposti ad accettare la sentenza del “comitato giudiziario”. Qualsiasi contatto con queste persone è assolutamente vietato per i Testimoni di Geova. La Società Watchtower definisce la sua politica dell’ostracismo come una “disposizione amorevole“.

Prove:
“E’ importante che rigettiamo l’avidità o qualsiasi desiderio sbagliato che possa farci perdere l’amicizia di Geova!” – La Torre di Guardia (semplificato ) , 15 aprile 2012
“Un semplice ‘Ciao’ può essere il primo passo che porta ad una conversazione e forse anche ad un rapporto di amicizia. Dovremmo desiderare di fare questo primo passo con una persona disassociata?” – La Torre di Guardia , 15 settembre, 1981
“Tutti nella congregazione possono mostrare l’amore basato sul principio, evitando i contatti e la conversazione con la persona disassociata. [ … ] I membri della famiglia possono mostrare amore per la congregazione e verso chi ha sbagliato rispettando la decisione della disassociazione. [ … ] Allo stesso modo, i disassociati che non sono più membri della congregazione cristiana, la loro famiglia spirituale – possono realizzare ciò che hanno perso. I frutti amari della loro condotta peccaminosa, insieme ai ricordi di giorni più felici quando godevano di una buona relazione con Geova e il suo popolo, li potrebbero riportare alla ragione. [ … ] ‘Nel lungo periodo, nonostante il dolore, questo porta a buoni risultati. Se fossi stato tollerante verso la cattiva condotta di mio figlio, non avrebbe mai recuperato'” – La Torre di Guardia , aprile 2015

9. Sembra troppo bello per essere vero

Jeanne Mills, un disertore della setta di Jonestown, ha detto:
“Quando si incontrano le persone più gentili che tu abbia mai conosciuto, che ti introducono nel gruppo più amorevole di persone che tu abbia mai incontrato, e vedi che il leader è la persona più amorevole, compassionevole e comprensiva che tu abbia mai incontrato, e apprendi che lo scopo del gruppo è qualcosa che non hai mai osato sperare possa essere realizzato, e tutto questo sembra troppo bello per essere vero, probabilmente è troppo bello per essere vero!”
Esempio:
I Testimoni di Geova credono che Dio trasformerà la terra in un paradiso, tutti i malvagi saranno distrutti ad Armageddon, la morte , il dolore e le malattie non ci saranno più e vivremo per sempre. Come ti sembra? I Testimoni di Geova affermano anche di essere una élite, pochi eletti, un “paradiso spirituale”.
Prove:
“Ricorda l’insegnamento che ‘gli occhi dei ciechi saranno aperti, le orecchie dei sordi saranno sturate e la natura fiorirà in bellezza’. Non eri entusiasta leggendo che i morti torneranno in vita con la prospettiva di rimanere in quel paradiso?” – La Torre di Guardia , 15 ottobre 2004
“Geova ci ha dato buone ragioni per sperare nella risurrezione. Noi abbiamo la Sua parola che i morti risorgeranno. E il suo proposito, riguardo a coloro addormentati nella morte, si realizzerà sicuramente”. – La Torre di Guardia , 15 Luglio 2000
“I testimoni di Geova dimorano in un paradiso spirituale” – La Torre di Guardia , 1 Maggio 2004
“I veri cristiani oggi godono di un paradiso spirituale. Che cosa comporta questo paradiso? Principalmente, due elementi. Il primo è la pura adorazione del vero Dio, Geova. Egli ci ha benedetti con un modo di adorare che è libero da bugie e distorsioni. Egli ci ha benedetti con cibo spirituale. Questo ci permette di conoscere il nostro Padre celeste, in modo da fargli piacere, e di avvicinarci a lui. Il secondo aspetto del paradiso spirituale coinvolge le persone. Come aveva predetto Isaia, ‘nella parte finale dei giorni’, Geova ha insegnato ai suoi adoratori le vie della pace. Ha abolito la guerra tra di noi. Nonostante le nostre imperfezioni, ci aiuta a rivestire ‘la nuova personalità’. Egli benedice i nostri sforzi con il suo spirito santo, che produce un bel frutto in noi. Quando si lavora in armonia con lo spirito di Dio, siamo veramente parte del paradiso spirituale” – Accostarci a Geova , Capitolo 8

10. Non puoi parlare alla tua controparte di questo articolo e di questo sito web

Ti invito a fare quanto segue. Dopo aver letto questo articolo, parlane alla tua controparte. Utilizza i pulsanti qui sotto per condividere questo post sui social. Invia il link dell’articolo ad un amico. Fagli dare uno sguardo, condividi i tuoi pensieri con loro e inizia una conversazione, magari con un Anziano nella tua congregazione o con i tuoi genitori o fratelli e sorelle spirituali. Chiediti:
  • La mia controparte mi permette di leggere e considerare materiale critico?
  • La mia controparte scoraggia la lettura degli scritti di ex membri?
  • Qual è il ragionamento dietro questo divieto?
  • Se i critici si sbagliano: Perché dovrei aver paura di leggere quello che scrivono?
  • La mia controparte è stata aperta alla discussione quando gli ho mostrato questo articolo/sito web?
  • Ho avuto la possibilità di esprimere il mio parere sui pensieri di questo articolo?
  • Ho trovato uno spirito di apertura mentale?
  • Dovrò affrontare delle conseguenze per aver letto e condiviso questo articolo?
Esempio:
I Testimoni di Geova devono astenersi dal leggere qualsiasi materiale critico verso la Società Watchtower, in generale, e lo Schiavo Fedele e Discreto, in particolare. Letteratura e blog “Apostati” sono vietati.
Prove:
“Evitare ogni contatto con questi avversari ci proteggerà dal loro pensiero corrotto. Esporci agli insegnamenti apostati attraverso i vari mezzi di comunicazione moderni è altrettanto dannoso come ricevere l’apostata stesso in casa nostra. Non dovremmo permettere alla curiosità di attirarci in un corso così disastroso!”- La Torre di Guardia , 1 maggio 2000
“Non vi invischiate con questi apostati. Tenetevi stretti con quello vi abbiamo autorizzato e sarete al sicuro” – Anthony Morris III, membro del Corpo Direttivo dei Testimoni di Geova
“Sarebbe un errore pensare che è necessario ascoltare gli apostati o leggere i loro scritti per confutare i loro argomenti. I loro ragionamenti contorti e velenosi possono causare danni spirituale e contaminare la vostra fede, come la rapida diffusione di una cancrena” – La Torre di Guardia , 15 Febbraio 2004
“Non sarebbe saggio impegnarsi in dibattiti con gli apostati, sia di persona, che rispondendo nei loro blog o in qualsiasi altra forma di comunicazione. Anche quando l’intenzione è quella di aiutare l’individuo, tale conversazione sarebbe contraria al senso della Scrittura che abbiamo appena considerato” – La Torre di Guardia , 15 luglio 2014
“Provate attrazione o repulsione per la letteratura o i siti Internet degli apostati ?” – Geremia – Capitolo 6
“Dal momento che [ … ] individui che mostrano segni di apostasia possono corrompere un’intera congregazione, dobbiamo mantenere una posizione ferma contro l’apostasia” – La Torre di Guardia , 15 maggio 2003

Conclusioni

Mi piacerebbe che ti prendessi il tempo per esaminare attentamente questo articolo. Spero che lo troverai utile. Ti auguro tutto il meglio indipendentemente dalle conclusioni che potrai raggiungere. Nota: La risposta positiva a tutte le questioni non prova automaticamente che sei in una setta, ne la risposta negativa indica il contrario. Usa discrezione.
Sono sicuro che avrai notato che le domande sono state adattate da test psicologici per quanto riguarda i rapporti affettivi abusivi. Non c’è da stupirsi, poichè i meccanismi in atto si rispecchiano più spesso di quanto si pensi nei circoli che sono simili a delle sette.
Nel valutare la tua situazione personale per quanto riguarda il rapporto in questione: Ricordate che i tratti di un rapporto abusivo non dipendono dalla dimensione del gruppo o dallo status giuridico. Dipendono dai membri che sono disposti ad accettare il tipo di rapporto.

* * * * * * * * 

Indipendentemente dal fatto che siate o meno d'accordo sul contenuto di questo articolo, una cosa è certa: se il Gesù descritto dai vangeli fosse tra noi in carne ed ossa, NON approverebbe gran parte delle direttive emanate in suo nome.




* * * * *




Stai leggendo questa pagina da un cellulare?



oppure:







90 commenti:

  1. Un bel post che fa riflettere.fa capire chiaramente il termine setta e anche se i tdg non amano definirsi appartenenti a questo modo di essere con i loro comportamenti lo dimostrano e come incoraggiano altri ad appartenerne..il punto dieci mi è piaciuto tanto perché la frase di morris detta con cattiveria come un insulto rivolto agli ex membri fa pensare su come con arroganza vuole essere un imitatore di Cristo quando il primo apostata e lui a esserlo.di ipocrisia ne vediamo molta e tante cose abbiamo visto non andare per il verso giusto ed essere stato ingannati da persone amorali come lui è ora se ci accusano di apostasia e il minimo cari fratelli.dire e pensare quello che crediamo alla wt fa paura e considerano veleno ma ben venga se questo veleno possa servire da antidoto per svegliare le coscienze.forse questa gente non si è mai chiesta Cristo cosa avrebbe fatto al loro posto perché se un minimo di pensiero l avessero avuto non ci sarebbero stati meccanismi di coercizione e forzature o politiche dittatoriali.Cristo voleva la libertà per i suoi seguaci e un atteggiamento umile e nessuna leadership ma evidentemente la wt non l ha mai pensata così e le prove a loro sfavore sono sempre più numerose

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buonasera a tutti, sono Ryoga, un fratello over40 del nord.
      Sono d'accordo anch'io con il post. I punti 8 e 10 sono perentori come due macigni!
      E' già da un po' che seguo il vostro blog, e devo dire che di carne al fuoco non ne manca affatto!
      Apprezzo molto la schiettezza dei tuoi commenti diretti, Ema79, e se lo desideri colgo l'occasione per chiederti se possiamo scambiarci gli indirizzi email tramite John.
      Buon proseguimento a tutti gli utenti e amministratori del blog.

      Elimina
    2. B giorno ryoga ma sei venuto a Roma tu?ti ringrazio.il mio essere essere schietta e dovuto dalla delusione ricevuta da una politica se così posso chiamarla che ha oppresso il suo popolo con leggi anticristiane che vanno ben oltre l amore e la natura stessa d ell uomo e quello che non si vede leva il respiro come le catene che con il tempo si stringono e tolgono la vita..tutto all inizio sembra una favola ma poi con un salto di ritrovi in una spirale che uscirne non è facile.ps ci conosciamo?

      Elimina
    3. Buongiorno, Ema!
      No, non sono venuto a Roma, ad eccezione della visita alla Betel verso il 1989... :)
      Non ci conosciamo di sicuro...
      In questo periodo sto vedendo le cose un po' da lontano, e devo ammettere (ma già lo sai) che la realtà è piuttosto diversa da come sembrerebbe...

      Elimina
    4. Sono contenta che ti stia rendendo conto.La delusione e tanta e come puoi vedere anche da come scrivo che la wt alla quale vedevano tutti un barlume di speranza ha colto tutti in fallo.e una politica scorretta che a farne le spese sono stati tanti fratelli ora amareggiati e arrabbiati.io non vado più in sala ma so che pian piano ci si sta rendendo conto di quanto sia fallace l organizzazione.ora non convince più per le troppe bugie dette e cercano sempre specchi dove arrampicarsi ma puntualmente ci scivolano perché ormai le persone sincere si rendono conto che ormai fa acqua ciò che dice

      Elimina
    5. Complimenti Victor per la scelta di tradurre e pubblicare questo post, non sai quanto desidero che lo legga anche mio nipote e la moglie in modo che inizino a riflettere, ma per quel che percepisco è ancora presto ma la speranza è l'ulima a morire e io ho speranza.Cmq sappi che questo articolo per la sua capacità di fara riflettere è stato ripostato anche sù altri siti di ex tdg.

      Elimina
  2. Grazie Victor per il paziente lavoro e l'ottima traduzione di questo articolo.

    Questi 10 punti menzionati dovrebbero farci riflettere e farci capire in che ambiente siamo vissuti per tanti anni, perché purtroppo è innegabile che ognuno di questi punti si applica alla WTS.

    L'esortazione di far leggere e meditare su questi punti andrebbe fatta a coloro che ancora non si rendono conto della trappola in cui si trovano. Il problema è che, come il topo nel formaggio, non si rendono conto di essere in trappola finché non provano a uscirne. Anche il topo se ne rende conto quando è finito il formaggio che stava mangiando, si mette alla ricerca di altro cibo e capisce con terrore che quello è stato il suo ultimo pasto.

    In modo simile, il proclamatore "gioioso" sarà tale finché avrà il suo "formaggio" da mangiare. Finché farà zelantemente il suo servizio e riuscirà a contribuire per questo scopo. E sono felice se agli altri va bene così (contenti loro). Ma se le cose dovessero prendere un'altra piega (perdita del lavoro, una malattia o qualsiasi altro problema) allora capirà che questo "formaggio" aveva un prezzo molto alto.

    L'amore è un perfetto vincolo di unione, dice Paolo. Ed è senz'altro così. Ma l'amore è anche gratuito e incondizionato. Non è obbligato da regole e comandi stabiliti da altri.

    Qualunque sia il prezzo da pagare, usciamo dalla trappola prima che sia troppo tardi. Ne va della nostra stessa vita.

    RispondiElimina
  3. Basterebbe vivere la propria fede cristiana senza aggiungere nulla oltre ciò che è scritto. Poi, in definitiva, sarà il giusto Giudice a giudicarci.
    Invece si cerca di controllare ogni aspetto della vita del cristiano, pronti a disassociarlo appena non si adegua alle regole o ad un intendimento biblico che spesso si rivela fallace e antiscritturale

    vedere il link http://testimonidigeovachiedono.blogspot.it/2015/11/L-ossessione-del-corpo-direttivo.html

    RispondiElimina
  4. Grazie Victor per la tua disponibilità a tradurre e a rendere chiare e comprensibili queste informazioni, e grazie John perché le pubblichi a beneficio di tutti.
    Difficile aggiungere altre parole a questo post completo, schietto ed esauriente...
    Buona giornata fratelli e sorelle...

    RispondiElimina
  5. anonimo italiano31 marzo 2016 10:28

    Interessante articolo, l'importante è non generalizzare. Dipende molto pure da come si vivono le cose. I testimoni di Geova hanno molte caratteristiche di una setta? Probabilmente Sì. Ma questo si può dire pure di altre religioni, e altri gruppi. Quando esisteva l'Unione Sovietica, nessuno voleva parlare coi giornalisti occidentali, e se andate in Corea del Nord la paura è onnipresente. Molte persone hanno paura del loro coniuge, di ciò che potrebbe pensare o fare. È insito nell'uomo una certa insicurezza e timore.
    Un capitolo diverso merita il PECCATO: non lo hanno inventato i Testimoni, ma se ne servono. Io sarei per l'abolizione del concetto di peccato e per certi concetti da nativi americani, ma probabilmente alla maggioranza non interessano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anonimo, il fatto che le stesse caratteristiche le mostrino altri, o tutti gli altri, gruppi religiosi non ha senso rimarcarlo. A meno che non si voglia sottintendere "tutti colpevoli, nessun colpevole".
      Qui parliamo dei Testimoni di Geova perchè è la materia che conosciamo meglio. Ma, come sottolinea l'articolo, le stesse valutazioni possono essere usate per esaminare qualsiasi altro rapporto sociale, politico, religioso in cui siamo coinvolti. Persino un rapporto "amoroso" con il proprio partner potrebbe risultare essere "emotivamente opprimente" alla luce di certi comportamenti.
      Le valutazioni che l'articolo spinge a fare non "dipendono da come si vive la cosa". Cercano di essere valutazioni oggettive. Ad esempio, "puoi parlare al tuo partner di questo articolo?", "Sono incoraggiate le amicizie al di fuori di quel rapporto?". La risposta è si o no. Non dipende da "come vivi la cosa". Cerchiamo di essere onesti con noi stessi quando valutiamo i tipi di rapporti con cui abbiamo a che fare. Non devi rispondere a nessuno delle valutazioni che fai sui TdG, se è questo il tuo caso, solo a te stesso. E poi agire come meglio preferisci.

      Elimina
    2. x anonimo italiano, a me il concetto di peccato interessa, un fratello navajo della congregazione di Kayenta, mi aveva spiegato che nella loro cultura quando realizzano tappeti o del vesellame, lasciano apposta una piccola imperfezione, così da non sfidare la perfezione di dio o dei loro dei. Io invece dico che si può generalizzare, e gli esempi che citi fanno parte di dittature, dove non puoi uscire. Anche essere sottomessi dal proprio coniuge seppur naturale per certi versi diventa una relazione malata, ma può capitare anche in un circolo o un gruppo di amici, a me è successo di far parte di un gruppo esclusivo dove gli altri si offendevano se una sera non avevi voglia di uscire, e io che ho sempre girato con due o tre compagnie diverse, li ho abbandonati a loro stessi. Niente catene.

      Elimina
    3. dipende da come si vive...scusa ma non capisco. Gli esempi che fai sono tutti, e correttamente, di dittature in cui non ci sono molti modi di vivere, solo sottomettersi e tacere...come vuoi vivere in una situazione come quella che vivono in Corea con un matto che governa? Non è certo un modo di vivere accettabile e soddisfacente...
      a meno che non si faccia parte della classe che opprime gli altri...e questo è un altro discorso, che però porebbe continuare la similitudine...

      Elimina
    4. Caro anonimo italiano un gruppo decente deve dare la possibilita' agli aderenti di uscirne senza rovinare famiglie. L'organizzazione da una parte vuole liberta', ma non la concede. Per me questo punto da solo la rende un organizazione altamente settaria.

      Elimina
    5. anonimo italiano31 marzo 2016 17:44

      Quello che io penso è che pur avendo certe caratteristiche da setta io non la vivo come setta, ma come religione. Dipende anche da noi. C'è chi se non ha continuamente l'opinione altrui la va a cercare, altri no. Io per esempio ho pochi amici, alcuni dei quali conoscono bene le mie letture (siti) e anche con alcuni dei miei familiari ho parlato dell'Australia, pedofilia, contribuzioni. Certo non lo vado a dire alla congregazione intera, ma a chi veramente mi conosce. Io vivo sereno, forse sono uno dei pochi, ma è pur vero che non ho paura di morire disapprovato, anzi. Secondo me il PECCATO, prima di tutto lo abbiamo nella nostra mente. Gesù secondo me è stato un grande uomo e lo apprezzo. Oltre faccio fatica, spero un giorno di avere più fede, ma non me ne faccio un problema. Le cose incresciose capitano dappertutto, ma continuare a rimuginare non ci fa bene. Certo capire meglio, ben venga. Una delle frasi in cui più mi rispecchio è: "cos'è verità?".
      Ovviamente ogniuno faccia come meglio crede.

      Elimina
    6. Resta il problema: tu fai battezzare i ragazzini a 10-12 anni, poi questi abbandonano in età adolescenziale, e vengono tagliati fuori dai rapporti sociali. Se restano in casa fino ai 25-28 anni, la famiglia avrà grossi problemi a mantenere rapporti personali con altri parenti e/o amici, che avranno imbarazzo anche solo a telefonare per non parlare con l'ex di turno. Qualcuno è arrivato anche a non dire buongiorno/buonasera quando l'ex risponde al telefono... pensando così di piacere a Geova e Cristo...

      Cosa diceva una pubblicazione anni fa, riguardo l'acqua ed una goccia di veleno...?

      Elimina
    7. anonimo italiano31 marzo 2016 18:09

      Non sono qui per risolvere i problemi dei tdG, io personalmente mi sono battezzato a 17 anni e i miei figli quando vorranno se vorranno. Voi, piuttosto avete deciso per un'istruzione laica dei vostri figli? Cos'è più giusto?

      Elimina
    8. cosa intendi per istruzione laica?

      Elimina
    9. anonimo italiano31 marzo 2016 18:18

      Laica che non comprende la religione: né cattolica, né testimoni, né altro. Mi pare che la critica alla religione sia corale.

      Elimina
    10. si.... intendevo... per istruzione di solito si intende la scuola. Per laica cosa intendi? Dire ai figli "questa è la bibbia, decidi tu in cosa credere? "
      "Se vuoi vieni in sala, altrimenti resta a casa a giocare?"

      Elimina
    11. penso che non si possano stabilire regole... ognuno farà come crede sia meglio. Il TDG allineato continuerà a fare come ha sempre fatto, gli altri faranno ciò che credono meglio per la loro famiglia

      Elimina
    12. Che tu non la viva come una setta è un conto, che non ne abbia le caratteristiche oggettivamente, e non sto dicendo che le abbia, è un altro conto. Non si tratta di parlare con gli intimi amici di certe cose, ma con la "controparte", cioè le figure che rappresentano, in questo caso, la religione: anziani, sorveglianti, filiali.

      Elimina
    13. anonimo italiano31 marzo 2016 19:08

      Tutto può essere vissuto male, molto dipende da noi. A chi mi dice che non si trova bene a fare un certo lavoro, di solito gli dico cambia. Ma poi bisogna vedere se sarà contento. La critica è sacrosanta, ma se tutto è brutto e non va, ad un certo punto per coerenza bisogna cercare nuovi lidi. Io personalmente non li cerco. Poi, ripeto, ogniuno faccia come crede.

      Elimina
    14. Chi ti ha detto che qui chi ha raggiunto certe convinzioni non sia stato... "coerente"? E ti assicuro che si è felici, finalmente oserei dire. Comunque continui a non afferrare il punto. Che tu ti possa trovare bene a stare in un gruppo settario, torno a ripetere non sto affermando ne che i tdg lo siano ne il contrario non è questo il punto, è ininfluente. Perchè altri si troveranno male, ma non è colpa loro ma delle regole settarie. Capisci? A sentire persone di una certa età si stava bene pure sotto la dittatura, ma questo non lo rendeva un ambiente sano ne rendeva sbagliate le persone che non lo accettavano. Ti esorto a non essere così superficiale da non metterti nei panni di chi sta male in un ambiente solo perchè a te piace, e dargli pure addosso... dicendogli "vattene se non stai bene".

      Elimina
    15. anonimo italiano31 marzo 2016 23:10

      Probabilmente non capisco, forse sono superficiale... non riesco pure a mettermi nei panni, sono un disastro. Pazienza.
      La prossima volta non commento, va bene?
      Alla fin fine ho solo espresso il mio parere, se i commenti un po diversi dal coro non vi piacciono... diverrete un club esclusivo.

      Elimina
    16. Caro anonimo, questo non è un club, nè tantomeno un gruppo organizzato. Qui si scambiano solo pensieri, e nessuno è obbligato a condividere le vedute della controparte. Puoi commentare come vuoi. Evidentemente chi ha sofferto, o soffre nelle congregazioni, è un pò più sensibile a certi problemi. Non penso che Victor ti voglia "zittire", ma solo esortarti a mostrare empatia... in misura un pò più piena. Tutto qui...

      Elimina
    17. Si, esatto. Voglio solo farti riflettere... dire a qualcuno che non si trova bene "quella è la porta" senza provare a capire i motivi non è il massimo. Tutto qua.

      Elimina
    18. Scusa anonimo italiano, ma qui sembra si parli di pasta :' preferisci quella integrale o di kamut?'
      NO!! Qui si parla della nostra VITA .È vero ,se non ci sta bene ce ne possiamo anche andare , ma a che prezzo ? E quanto abbiamo già pagato nei decenni passati per colpa di regole assurde? dove lo metti ? Ti rendi conto che moltissimi di noi hanno pagato e stanno ancora pagando le scelte scellerate imposteci da uomini che hanno la pretesa di agire sotto la guida dello spirito Santo e quindi di avere la verità assoluta ?
      Poi se tu ci stai bene sono sinceramente felice per te e aggiungo che mi piacerebbe andarmene sbattendo la porta ma sono costretta alla 'vigliaccheria' (cosa che odio con tutta me stessa ) perché sono sotto il ricatto infame che se me ne andassi così ,perderei quel labile filo che mi tiene ancora legata a mio figlio .Eh si .....c'è moooolto di divino in tutto questo !

      Elimina
    19. Ma la sensibilità o il tatto certe gente manco sa dove sta di casa..sono contenta che ognuno parli di quello che sente e che ha vissuto ma c e pure rabbia e delusione e chi pensa che qui stiamo facendo una scampagnata si sbaglia di grosso

      Elimina
    20. Zabetta cara...purtroppo come si dice...chi è sazio non può capir chi ha fame...e chi riesce a fare compromessi con la propria coscienza vive bene ovunque...perlomeno fino a quando la vita non gli chiederà il conto.
      Ne troverai sempre di questi saputelli che non capiscono come si possa trovare disgustoso vivere nel limbo, è inutile prendersela, cara...più parli e meno ti capiscono, e si sentono buoni mentre tu sei estremista...non c'è niente da fare, umanamente parlando.
      Tu vuoi vivere secondo coscienza? Colpa tua! Vuoi essere libera nella misura in cui Dio te lo concede? No, non si può...si deve render conto all'uomo, all'autoproclamatosi eletto del signore...
      lasciateli stare, sono guide cieche, diceva il mio, di Signore...







      Elimina
    21. Io come Zabetta,ma anche quanti in Italia?nel mondo?caro Anonimo,togliessero il comando NON divino,ma di qualche presuntuoso che asserisce di essere guidato da Dio,di non stare in compagnia di chi non la pensa più come te,anche se figlio....le congregazioni si svuoterebbero!!!

      Elimina
    22. Zabetta... è tutto inutile. Questo anonimo italiano è uno strenuo difensore della "fede".

      Per lui va bene la politica "se non ti sta bene quella è la porta". La stessa politica che usano certi datori di lavoro che ti prendono per il collo perché sanno che hai bisogno di quel lavoro per mantenere la tua famiglia, anche se ti sfruttano e sei sottopagato. L'alternativa rimane la Caritas o il suicidio collettivo.

      Lui è uno dei tanti che vivono la fede di facciata, che si impegnano poco e niente nelle "attività teocratiche" perché poco convinti perfino del Creatore, essendo cresciuto nella verità e battezzato a 17 anni solo per far piacere ai genitori.

      E' logico che a lui costi poco stare qui o lì, perché tanto è la stessa cosa. Non si sente veramente defraudato della sua vita perché tanto l'ha sempre avuta "doppia" altrimenti non avrebbe senso il suo battesimo e il suo ragionamento contrario all'etica dei TdG.

      Ora viene qui a farci la morale. E certo: oltre il danno la beffa "ve la siete voluta"...

      Mi ricorda i scribi e farisei menzionati da Gesù nel cap. 23 di Matteo quando dice "Legano gravi carichi e li mettono sulle spalle degli uomini, ma essi stessi non li vogliono muovere neppure col dito".

      Classico ragionamento di coloro che sono i suoi degni compari della WTS.

      Auguro ad anonimo italiano che la vita gli sorrida sempre perché nel momento di difficoltà potrebbe trovare qualcuno che gli dice "Hai freddo? Hai fame? Va, scaldati e saziati"...

      Per parafrasare un proverbio romano: "E' bello fare il signore con i soldi degli altri"...

      Elimina
    23. anonimo italiano1 aprile 2016 10:19

      Grazie dei vostri preziosi commenti.
      Il mondo non è bianco o nero... è fatto da tanti colori e sfumature. Constato che qui la critica a tutti i costi regna sovrana. Buona continuazione.

      Elimina
    24. Si però andiamoci piano, non è giusto accusare di motivi errati chi fa certi ragionamenti. Anche io trovo che, in una certa misura, anonimo italiano pecchi di sensibilità. Però da qui a dire che sta bene dentro perchè ha una doppia vita ecc.ecc. non sono d'accordo. Ricordiamoci che anche molti di noi facevano gli stessi ragionamenti fino a poco tempo fa. Poi è successo qualcosa che ci ha svegliato dall'indottrinamento e abbiamo visto la realtà per quella che è. Ma fino ad allora il sistema ci portava a fare certe conclusioni. E' il sistema che è sbagliato, non la maggior parte delle persone che ne sono dentro.

      Elimina
    25. Ben detto Marzia fin quando gli va tutto bene si permettono di giudicare e criticare pregano che tocchi sempre agli altri ma mai a loro pregano la sorte del più debole e loro si sentono grandi.un detto romano dice se sputi in cielo in faccia di ritorna..ancora lo sputo della wt non l ha ricevuto ma tanto ando va?Dio paga e pure di domenica..

      Elimina
    26. Ci sono alcuni a cui non interessa se la propria religione, partito politico o cerchia di amici sia nel giusto o nello sbagliato. Certe persone continuano in una certa strada perché ormai è il loro "mondo", hanno fondato la loro intera esistenza in un certo modo e non vogliono cambiarlo. Così, forse, è la situazione di "anonimo italiano", che comunque non ha un atteggiamento del tipo "siete solo apostati e dite solo menzogne!" ma ha espresso il fatto che per lui "va bene così". Contento lui! Ma il solo fatto che legga e faccia commenti in questo blog e altri significa che dentro di se l'inquietudine esiste. Ci sono cattolici che pur sapendo di tutti gli scandali della Chiesa rimangono tali, magari all'acqua di rose. Forse "anonimo italiano" è un testimone fuori dal coro che pur sapendo l'incoerenza della propria religione semplicemente non gli interessa, tanto (dice lui) le alternative sono uguali se non peggio, "allora continuiamo con questa". I Testimoni di Geova non sono solo una religione ma un "modo di vivere", quante volte lo hanno ripetuto. Tutto, nell'ambiente, gira attorno all'Organizzazione. Non solo le attività "Teocratiche" ma anche il resto! Amicizie, famiglia a volte anche lavoro! Dopo 10/20/30 anni o una vita intera quante persone hanno il coraggio di buttare tutto all'aria? Secondo me poche. Forse "anonimo italiano" pur sapendo, si è fatto 2 conti e si è detto: "va bene l'impianto della mia fede è sbagliato, questa è un'altra religione di "Babilonia la grande" ma a me poi che me ne frega, io così ci sto bene! Ormai è il mio mondo. Va bene così". Anche se è un modo di fare che non condivido lo capisco. Anonimo222

      Elimina
    27. Non ho niente contro anonimo italiano.Come ha scritto Victor,non molto tempo fa avremmo ragionato allo stesso modo .l'unica cosa che voglio dire ad anonimo è solo di riflettere sul fatto che essere arrivati al punto di lasciare ,non è stato né indolore né causato da improvvisa perdita della ragione.Tu rispetta solo questo e continua pure a scrivere .Anche perché se scrivi qui vuol dire che qualche conflitto interno ce l'hai anche tu .

      Elimina
    28. Esatto anonimo italiano! E' proprio questo il punto! Il mondo è fatto da tante sfumature, non solo bianco o nero. Ma questa invece è proprio la visione del mondo che la WT inculca nei fedeli: noi VS le persone del mondo, noi buoni tutti gli altri cattive compagnie. O no? Ora chiediti: la mentalità NOI vs LORO, è una mentalità da "religione", una mentalità cristiana, se vogliamo metterla così, o tipica delle sette e dei culti?

      Elimina
    29. E... anonimo scusa, ho visto che sei andato a lamentarti "di la" che qui non accettiamo le opinioni diverse, che ti abbiamo detto che sei superficiale solo perchè hai detto "dipende da come si vive le cose". Eh no, scusami però. Ti ho detto di "non essere così superficiale e insensibile" al tuo invito "quella è la porta" a chi prova disagio a sottostare a certe regole che, anche tu ben sai, di divino hanno poco. E' molto diverso. Continua a leggere il blog e a commentare, comunque il fatto che i tuoi commenti vengano pubblicati, anche se non trovano d'accordo gli altri, è indice che qui non si accettano "solo i commenti del gruppo". E, nel frattempo, inviterei anche gli altri a non affrettarsi a dare cattivi motivi ad uno che la pensa diversamente. Quelli così, sono stati già bannati penso ;o)

      Elimina
    30. Victor, è vero che fino a qualche tempo fa noi facevamo gli stessi ragionamenti del tipo "se non ti sta bene quella è la porta" ma eravamo anche convinti di stare nella verità assoluta. I nostri figli li avremmo fatti crescere senza dubbio nella verità e mai e poi mai avremmo dubitato di essa.

      Il ragionamento che fa anonimo italiano è diverso. Uno che dice "Non sono qui per risolvere i problemi dei tdG, io personalmente mi sono battezzato a 17 anni e i miei figli quando vorranno se vorranno." è uno che della verità non ha fatto la sua vita. QUINDI ha una doppia vita. Capisce che ci sono problemi e che alcuni potrebbero incontrarli ma semplicemente non sono affari suoi.

      Cristiano? Mah... Direi piuttosto mentalità da betelita (non mi tocca, non mi tange, affari vostri).
      Sto pensando male? Forse. A pensar male si fa peccato ma la maggior parte delle volte si indovina, diceva qualcuno.

      E poi sono stanca di essere buonista: ho già dato abbastanza. Per anni ho dovuto stare zitta per non urtare la sensibilità e la coscienza degli altri.
      Ora sono stufa e dico quello che penso. Se può dirlo anonimo italiano posso dirlo pure io. E mi perdonerete se ho toccato la suscettibilità di qualcuno.

      Detto questo... ognuno è liberissimo di fare la sua scelta, compreso quella di non farla.
      Vuoi rimanere dentro Babilonia la Grande? Fai come ti pare. Vuoi uscirne? Idem.

      Gran bella cosa la libertà. Un sacco di gente c'è morta per la libertà e per avere il diritto di esprimere la propria opinione...

      Elimina
    31. anonimo italiano1 aprile 2016 12:56

      Victor, io amo il confronto, non lo scontro. La mentalità sarà pure da setta, ma detto questo che facciamo? Convivere o continuare all'infinito a sottolinearlo?
      Gesù ha dato inizio al cristianesimo, ma leggendo i vangeli molti hanno tratto non solo amore e tolleranza, ma pure odio e persecuzione. Il problema degli Scritti Sacri sta nella interpretazione. Gesù disse di amare i propri nemici, ma pure disse che era venuto a portare spada e i padri avrebbero perseguitato i figli. La mia personale impressione è che non se ne esce se non con la tolleranza. Qualcuno ha detto che non capisco... o forse capisco e sono già allo step successivo...

      Elimina
    32. anonimo italiano1 aprile 2016 13:34

      Marzia,
      L'ho ribadito due volte, ogniuno faccia come crede. Ma continuare a sottolineare la cosa che non va aiuta realmente? Per un po' Sì, ma se non si fa poi nulla per risolvere il problema questo potrebbe aumentare il disagio. A un certo punto forse bisogna arrivare ad una rottura, a una discontinuità. Per me essere tdG è la religione di famiglia, mi sono bastate le "fregature" prese dai miei familiari nel 1975. Da allora pur essendo tdG abbiamo marciato in un doppio binario. Impegno, ma limitato. I pionieri non li abbiamo fatti, ci siamo acquistati le abitazioni, abbiamo fatto una famiglia. Non abbiamo pestato i piedi a nessuno, non abbiamo permesso a nessuno di pestarceli. Ripeto i miei figli faranno ciò che vorranno... anche non essere tdG. Esistono cattolici più o meno praticanti, e se notate lo stesso fenomeno sta sempre più prendendo piede tra di noi. Alcuni usano il termine secolarizzazione.
      Il tema parla di catene: queste spesso sono all'interno di noi, molto dipende dal nostro atteggiamento.

      Elimina
    33. Anonimo "che si fa" non sta a me dirlo. In blog come questo si cerca di stimolare una riflessione e di presentare l'altra faccia della medaglia, per la faccia pro-WT c'è già il sito ufficiale e altri blog. Poi ognuno, in base alle proprie riflessioni, deciderà il da farsi. C'è chi come te resta dentro, c'è chi preferisce uscire. C'è chi pensa che, nonostante tutto, la WT sia la verità, c'è chi pensa che sia solo una delle tante sette americane.
      Come il sito JW.ORG e simili continueranno all'infinito a sostenere di avere la verità, questo e altri blog continueranno all'infinito a sostenere, non dico il contrario, ma a presentare una visione un po' diversa, diciamo così.
      Inoltre... certo, per chi è un lettore o frequentatore assiduo del blog, gli argomenti sono ripetitivi. Ma considera anche che qualcuno potrebbe affacciarsi per le prime volte sul blog e non mettersi li a spulciare vecchi articoli.
      Quindi è solo normale ripetere gli argomenti, magari rivisti in altre forme o con esempi diversi. Ciò che è ripetitivo per te o me non lo sarà per un nuovo visitatore.

      Elimina
    34. Avevo visto giusto "anonimo italiano" quando scrivi questa è la religione di famiglia. Capisco esattamente quello che stai scrivendo. La tua scelta, da persona consapevole, è la tua e tua soltanto. Forse ti chiedi perché si continui a tirar fuori certi articoli in questo blog. Questo stesso articolo lo avevo già letto in inglese tempo fa. Oppure la discussione sugli "studi superiori" è anche quella una discussione vecchia. In Internet ormai se cerchi su Google troverai pagine e pagine di questo argomento! Commenti sul discorso di Lösch a Monza di qualche anno fa e via dicendo. Perché si continua allora? Perché non sono tutti come te "anonimo italiano"! Magari lo fossero! Tu sei consapevole, hai una tua idea e dopo aver preso possesso coscienza, anche grazie a questi fiumi di bit, puoi scrivere giustamente: "ho una vita a doppio binario, i miei figli faranno le loro scelte" Benissimo! È questo lo scopo! La presa di coscienza! Converrai con me però che molti della tua congregazione vivono la "verità" in maniera molto diversa! Sicuramente hanno un binario solo e i loro figli non saranno così fortunati come i tuoi, perché loro, gli altri, i tuoi fratelli e sorelle non sono come te! Forse lo saranno se inizieranno a leggere, ad esempio, questo articolo! Che è sia vecchio, per noi, sia nuovo per altri! E che iniziano il loro percorso di risveglio. Un saluto da Anonimo222 caro Anonimo Italiano. Spero che tu non ti sia offeso, penso che nessuno aveva questo obiettivo. Siamo tutti nella stessa barca, abbiamo quasi tutti esperienze di vita simili perché veniamo dallo stesso ambiente.La tua opinione è importante.

      Elimina
    35. L'opzione di "continuare cosi'" l'ho considerata pure io.
      Pero' ho pensato che la mia liberta' non puo' essere calpestata da nessuno. Se ho capito che ci sono cose che non posso piu' difendere allora devo vivere la mi avita in sintonia con me stesso. Vivere una vita condizionata dalle opinioni e capricci di sette persone non e' vita.
      Per me l'ostracismo praticato dall'organizzazione non e' umano. Ho visto gente per bene trattata come bestie solo per aver voluto essere se stessi. Questo per me e' assolutamente inaccettabile. Separare la madre dal figlio, il fratello da sua sorella e' folle. Punto e' basta.

      Elimina
    36. Filemone spezzare in modo così brutale i legami affettivi di sangue e contronatura nella specie umana è inaccettabile.le parole di morris sul ostracismo mi piombano come un sasso.sembra un membro delle ss che agisce spietato e crudele,quel parlare con naturalezza di un elemento importante come un legame tra genitori e figli rendendolo spazzatura da eliminare.essermi separata da mia madre mi fa male ancora mi disp che sia soggiogata da così tanto estremismo ma purtroppo sono dovuta arrivare al punto di porre fine ai nostri rapporti e mi sono costati dieci anni prima di interromperli definitivamente.le nostre conversazioni vertevano sulle solite ramanzine che era sempre e solo colpa mia che docevo tornare sui miei passi insomma ricatti morali a oltranza che ogni volta finivamo per litigare e poi discussioni più che legittime con mio marito perché vedendomi arrabbiata sapeva che mia madre non voleva la pace ma creare disaccordi tra noi con le sue idee assurde e inopportune.è vero un tempo pure a me sembrava giusto ciò che docevo perché parlavo come lei ma quando ho scoperto che la libertà è troppo bella non ho perso tempo a trarne beneficio

      Elimina
    37. Vedi anonimo qui nessuno ce l ha con te io pure certe volte mi esprimo che sembra voglio offendere ma non è questo.solo che come noi tutti puoi dire la tua ma senza criticare i giudicate chi forse non la pensa come te.questo è un blog che vuole far conoscere tanto pareri e argomenti sui quali discutere insieme senza prevaricare sugli altri ma confrontandosi.mi disp che ti sei esposto un Po scontroso così mi sembra di aver capito ma tranquillo se decidi di avere una doppia vita qui nesduno vuole puntarti il dito.ognuno ha fatto la sua scelta e ti sarà rispettata ma nel frattempo rispettiamo pure le scelte altrui

      Elimina
    38. anonimo italiano1 aprile 2016 16:47

      Esprimere un'opinione non significa non rispettare gli altri. Non penso di aver offeso nessuno.
      Per John: ho letto un bel articolo qualche giorno fa su infotdgeova, se non ricordo male, che parlava della "strategia teocratica", ovvero quando per i testimoni è lecito mentire. Come vedete non difendo i tdG, anzi, come dicono le Scritture "non c'è nessuna opera nascosta che non verrà rivelata".
      Grazie di avermi letto e alla prossima.

      Elimina
    39. ema79 sono d'accordo con te. La cosa piu' disgustosa e' che anche persone completamente per bene ricevono tale trattamento. Come se Morris e company sono allo stesso livello di Dio. Se non condividi le loro idee allora non servi a niente. Per quello che mi riguarda rimanere il quella organizzazione significava essere complice di tale comportamenti. Io sono fortamente contrario a questo. Usare le persone care per sottomettere le persone e' un orrore.

      Elimina
    40. Ma di che stiamo parlando, caro anonimo italiano... Hai detto "Ognuno faccia come crede". Ma nella Wt, ognuno può fare come crede senza subirne le conseguenze e senza essere ricattato? Non lo dire a me, che per aver espresso la mia opinione personale, ora ne sono fuori e sono stato allontanato dai miei figli, da mia madre e da tanti altri parenti, che mi considerano morto e non vedo da anni. Questa è una vera dittatura, peggiore di qualsiasi altra avrei preferito la morte fisica, piuttosto che morire dentro ogni giorno, con uno stillicidio infinito!

      Elimina
    41. Benvenuto Prof., purtroppo di casi come il tuo ce ne sono a centinaia... e molti fratelli, semplicemente, non credono a tutto ciò !

      Elimina
    42. Grazie per il benvenuto, John C.
      Lo so che casi come il mio ce ne sono tanti. Ma questo costituisce un calpestamento dei diritti umani fondamentali, gli stessi diritti che la WT pretende per sé, e lotta perché siano rispettati. Sono stato tg per diversi decenni. Sin da quando ero bambino. Ho letto molti articoli in cui la WT faceva appello ai principi contenuti nella Dichiarazione Universale dei Diritti dell'Uomo, specie quelli sulla libertà religiosa e sul diritto di ciascuno di cambiare religione e non essere molestato per questo. Perché questi stessi diritti, reclamati per sé, non vengono poi concessi a coloro che non condividono più gli insegnamenti dei Tg, che tra l'altro cambiano continuamente e tutti sono tenuti a seguirli come marionette? Perché lo Stato non interviene per questo inammissibile abuso di potere e ricatto psicologico?

      Elimina
    43. il bello della cosa e che il CD e il suo enturage hanno una immunita totale, possono dire il tutto ed il contrario di tutto, le proprie idee personali, ma nessuno puo ammonirli, riprenderli e tanto meno ostracizzarli, anzi sono esaltati sino alla parossismo eppure non mi sembra che MAI e dico MAI abbiano fatto qualcosa di radicale per eliminare alla radice questa forma di adorazione sottile e di timore reverenziale nei loro confronti

      Elimina
  6. Riflettiamo: quanti "intendimenti" ricevuto dal "canale di Dio", abbiamo presentato per decenni come verità incontrastabili, salvo poi rivederli?
    Quante tonnellate di carta ed inchiostro per asserire "verità" poi smentite?
    Quante suole di scarpe consumate in migliaia di ore di predicazione (tutto a carico dei proclamatori), quanti sacrifici... e se oggi asserisci le stesse cose che asserivi 20 anni fa, o 40, vieni bollato come "apostata"...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ringraziando moltissimo Victor per la traduzione, è un articolo che lascia il segno, Gesù che aveva una forte fede non sarebbe ricorso a questo tipo di incatenamenti, oppure significa che la fede di questi signori oggi è così fragile che va protetta con ogni mezzo, e come dici John, quante energie dedicate negli anni a predicare, ma soprattutto QUANTO TEMPO. Oggi c'è chi sostiene che il nuovo lusso del 21° secolo è il tempo libero. A volte non ci diamo il giusto peso ma il tempo ha un grande valore non solo economico (il tempo è denaro) un conto è se abbiamo davanti la speranza della vita eterna, ma se per il momento questa vita è tutto quanto abbiamo, conviene valutare come usare bene il nostro tempo.

      Elimina
    2. Caro John, le verita' e' molto semplice, sta ogni giorno di fronte a noi. Ma l'uomo deve rendere tutto complicato e si priva della meravigliosa liberta' dataci da Dio. Nessun uomo puo' erigersi a capo di un altro. Nessun uomo puo' umiliare un altro simile perche' non d'accordo con una verita' che in pratica non lo e'. Svegliamoci e riprendiamoci la nostra liberta' che da' vera pace interiore. Ormai l'organizzazione ha creato un sistema burocratico che fa invidia al sistema religioso del primo secolo. Hanno iniziato bene per pochi anni, ma un po alla volta sono diventati come coloro che criticavano.

      Elimina
  7. qualsiasi percorso di fede "è un ossimoro". Si illudono gli astanti che se si accoglie il messaggio, li libererà da gioghi esistenti, ma esso ne pone di altri e di nuovi. E' innegabile. Anche fuori dal cristianesimo, stessa solfa.
    Non esiste "messaggio" che rende liberi, è solo illusione momentanea.

    RispondiElimina
  8. Quanti di noi hanno combattuto verbalmente con padroni di casa, parenti, amici o semplicemente conoscenti proprio per difendere lo status di religione a chi definiva i testimoni una setta (nel senso spregiativo del termine). Gli ultimi sviluppi dell'Organizzazione stanno palesando che queste accuse non erano poi tanto campate in aria! Interessante l'articolo di geova.org sull'istituzione dell'"Ordine mondiale dei Ministri a Tempo Pieno" (l'élite stipendiata; gli uomini di fiducia che prestano giuramento scritto al Corpo Direttivo) e i "Servitori Locali", tutti gli altri, il popolino ignaro di tutto, che non sa nemmeno di questa distinzione attuale. Anche il grido di battaglia: "siamo tutti uguali nell'Organizzazione di Geova! Dal proclamatore al componente del Corpo Direttivo! Non siamo come la Chiesa con le sue caste!" Non si può più affermare. Per non parlare delle televisioni stile Scientology! Quante volte abbiamo difeso i membri del CD affermando la loro grande umiltà nel non farsi vedere e come erano diversi da quelli del Clero e gli altri. Mi ricordo gli sfottò dei fratelli spirituali e degli oratori che definivano il Papa una star che si faceva vedere in TV. Ora invece? Chi è la star? Naturalmente tutti a negare adesso: "non abbiamo mai detto questo!" Ma che ipocrisia! Queste persone hanno "venduto l'anima al diavolo". Pur di difendere il CD sono preda di amnesia retrograda e Alzheimer messa assieme. Sogno una presa di coscienza generale, io spero che continuino così perché nei loro deliri di onnipotenza nel cambiare tutto senza battere ciglio ci sono uomini e donne che hanno un cervello! Allora se fai piccoli cambiamenti puoi anche passare inosservato e lasciare "dormire"le coscienze; ma se calchi la mano sempre più gente si chiederà il perché delle cose e questo porterà sempre più domande. In definitiva si stanno rivelando per quello che sono da soli! Altro che apostati! Sono loro i peggiori nemici di loro stessi. Aspettiamo solo nuovi sviluppi. Se continuano così sono fiducioso. Anonimo222

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anonimo222,magari accadesse così...ma la realtà è un altra,solo prendendo l'Italia su circa 250000 attivi,circa il 90% non ha,per motivi più disparati,una cultura tale da capire in che condizione si trovano.Tutti malati di dissonanza cognitiva...Non sono tutti come chi scrive in questo blog,questo è triste...ma è così.Correggetemi se sbaglio...

      Elimina
    2. Non lo so Rosario; è vero, la presa di coscienza è un processo lungo. Ma le cose stanno cambiando, me sto accorgendo solo osservando quello che sta succedendo nelle mie parti, lo so è una visione limitata, ma leggendo commenti di vari blog e siti anche esteri sembra un trend generale. Mi riferisco all'impegno che i fratelli mettono nella predicazione e altre attività teocratiche. Non so dalle tue parti ma da me se giri per le città non si vedono più Testimoni o sono un evento raro, circostritto a Testimoni anziani. Sembra che lo "zelo" stia scemando. Posso sbagliarmi naturalmente, ma secondo me non siamo un oasi nel deserto, sono sicuro che una larghissima percentuale legge o ha letto materiale critico su internet. Poi che siano uno sparuto numero di persone a commentare i blog o i siti, questo non centra. Io stesso ho aspettato 10 anni prima di commentare in un blog critico, ma sono semplice lettore di questi proprio da 10 anni. In questi 10 anni il mio impegno per la WT è cambiato drasticamente. Nella mia congregazione quelli che "sanno" ci sono. Quando ero ancora attivo sono uscito con un mio amico che in servizio mi ha detto: "ma hai visto che Russell è sepolto sotto una piramide?". Ultimamente, finita un'adunanza una sorella appena trasferita (anche abbastanza anziana), finita l'adunanza, si è lasciata sfuggire con mia madre un mezzo commento sulla massoneria e addirittura l'anziano della Torre di Guardia mentre commentava un paragrafo che parlava dell'aumento degli unti ha fatto un commento "particolare" che mi ha fatto capire che lui è a conoscienza di queste cose, ma non solo questo, ha gettato un ombra sulla spiegazione del paragrafo terminando il commento con: "se loro scrivono che gli aumenti degli unti sono dovuti a questi motivi, sarà vero, anche se ci sembrano assurdi". Uno che mi dice così vuol dire che comincia a dubitare parecchio. I lettori ci sono Rosario, i commentatori sono pochi ma i lettori secondo me sono molti di più di quelli che pensiamo. Anonimo222

      Elimina
    3. (Ax80) Molto molto interessante ciò che hai scritto, Anonimo222... Una bellissima testimonianza di come "fratelli" e "nominati" comincino finalmente a rendersi conto che qualcosa non torna... Con l'aumento del numero degli unti c'è stata l'ennesima toppa, a cui cercano di porre rimedio con un ennesima, improbabile arrampicata sugli specchi, che diventano sempre più scivolosi... I pensieri che hai sentito esprimere da questo fratello e da questo anziano la dicono lunga... Purtroppo, quando arriveremo all'ennesimo cambio di veduta ii cui ci diranno che il numero 144.000 è simbolico, come la logica e il contesto di Rivelazione lasciano supporre da tempo, per moltissimi andrà sotto il nome di "nuovo intendimento"... Pensare con la propria testa è dura, ma vedo uno spiraglio.

      Elimina
    4. Proprio così Ax80, lo spiraglio c'è. Credo che l'opera di informazione che si fanno nei vari blog e siti (che siano critici, a favore o "riformisti") stia dando piano piano i suoi frutti. Poi quello che deciderà il singolo è affar suo, ognuno fa le proprie scelte com'è giusto che sia. C'è chi se ne andrà via sbattendo la porta e chi invece rimarrà dentro, magari continuando anche il servizio o avendo privilegi. Ma l'importanza di aprire gli occhi è fondamentale perché così ognuno, nel suo cuore, potrà accettare o rifiutare interpretazioni "settarie" come l'ostracismo o i 2 testimoni per gravissimi peccati che conosciamo tutti o anche per le trasfusioni di sangue in eventi critici, per fare la scelta giusta, invece di fare scelte senza senso perché ce lo dice l'Organizzazione o perché pensiamo che Dio stesso ce lo ordini. In una certa maniera mettiamo il Corpo Direttivo al giusto posto. Pensiamo se un giorno l'Organizzazione da un punto in bianco fallisse economicamente e sparisse dall'oggi al domani (cosa possibile visti i problemi economici e giudiziari). Se non fossimo "consapevoli", se continuassimo a pensare che dietro la WT ci sia Geova in persona...ma che crisi ci si prospetta? Depressioni, crisi isteriche e forse anche suicidi per i soggetti deboli psicologicamente (e sono tanti in congregazione!). L'auspicio è che più gente possibile possa spezzare quell'equazione Corpo Direttivo=Geova, così da "svegliarsi dolcemente" invece che un bruttissimo risveglio che avrà tragici esiti. Anonimo222

      Elimina
    5. O quantomeno che non tutti i cristiani del I secolo fossero unti. Già stanno inserendo il concetto... in uno degli ultimi articoli se non sbaglio, adesso non è che li studi tutti attentamente ehehhe, è comparsa la parolina "PARE che tutti i cristiani del I secolo fossero unti".. PARE??? mmmm

      Elimina
    6. Victor....Si vede che hanno nel loro cilindro magico , un nuovo intedimento ... è che prima devono dare l aperitivo alla fratellanza....ecco perchè dicono .. PARE .

      Elimina
    7. (Ax80) "Pare", "evidentemente", "l'evidenza delle Scritture dimostra che", "Il 1975? Suggestione di qualche fratello poco spirituale"... E via dicendo... Mi sorge un pensiero... Ma non è che "le disposizioni strane" avrebbero compreso anche questi "intendimenti" sempre più strampalati? Se fosse così nulla di nuovo, la storia della wt dimostra che lo hanno sempre fatto. Non finirò mai di ringraziare Morris quando venne in occasione del suo discorso. Ho aperto gli occhi da lì. Da quando lo ascoltai dire con ostentata presunzione "quando andrò in cielo", come se si sentisse già arrivato. Grazie a Morris ho cambiato il mio concetto di Dio, ora so che la wt non ha il monopolio della "Verità"... Non sono ateo, ci mancherebbe, ma per quanto mi riguarda ho rivalutato anche alcune posizioni scientifiche che ad un esame attento difficilmente possono essere contraddette... Ma per questi argomenti c'è l'altro blog... Ora, proprio grazie a Morris, sono una persona più razionale e più libera mentalmente, ed è una sensazione impagabile. Come disse anche un certo Franz, a cui il tempo ha dato pienamente ragione... Ah, ovviamente ringrazio anche John e questo blog, a nome di tutti e del nostro risveglio. :-)

      Elimina
    8. AX80...il discorso di morris ...chi è fortemente sotto effetto narcotico , potrebbe averlo ancor di più addormentato , dunque il tutto rimane sempre un incognita ..dipende sempre dal soggetto se è emotivo o razionale .

      Elimina
    9. ricordo una decisione strampalata negli anni 80. Fu cambiato il nome al "ministero del regno" in SERVIZIO DEL REGNO. Tenuto x alcuni anni, poi si ritornò al vecchio nome. NON HO MAI CAPITO QUESTO ANDAMENTO DEL GAMBERO ...

      Elimina
    10. (Ax80) Riflessivo... Hai centrato il punto. Solo che con me è accaduto un paradosso: ero molto emotivo, tant'è che prima del discorso vedevo Morris come un dio, mandato ad annunciarci chissà quali oracoli... Non ti nascondo che avevo anche una certa paura... Dopo il discorso è come se mi fosse caduto letteralmente un velo dagli occhi. Sono come uscito da uno stato ipnotico. E col tempo sono stato molto meglio. :) Per darti un'idea, è come quando vedi un prestigiatore che esegue dei numeri di magia, ma essendo venuto a conoscenza del trucco lo guardi con razionalità e distacco. Questo perché documentandomi ho capito come stanno le cose. E adesso semplicemente non mi incantano più.

      Elimina
    11. Comunque caro ax80 ....dietro al CD ci devono essere delle entità che conoscono bene la mente umana ( psico umani )...non è possibile che dei vecchietti riescono a fare tutto da soli....non ci credo neanche se li vedo.

      Elimina
    12. (Ax80) Sicuro! Non so se hai mai approfondito la materia del mentalismo, vale la pena! Apre gli occhi su molti trucchi psicologici usati dal nostro "sistema". Svela anche come tante cose che consideriamo fenomeni paranormali, altro non sono che inganni della nostra stessa mente. Ma qui rischiamo il fuori tema. Comunque esorto te come tutti noi ad approfondire le tecniche e i meccanismi usati dal mentalismo,apre un mondo,fa abbandonare qualsiasi superstizione medioevale... Metodi quasi certamente usati anche dal c.d. A buon intenditor poche parole...

      Elimina
    13. Credo che cercare di diventare delle rockstar apparendo di continuo in "tv" sia stato il loro più grande errore. Persa l'aura di divinità molto si sono resi conto di aver a che fare con semplici uomini che propagandano le proprie idee e gusti personali e questo ha svegliato molti dall'indottrinamento. Morris ritengo sia uno dei peggiori, con la sua fissa per gli omosessuali e i pantaloni attillati...

      Elimina
    14. Un gravissimo errore da parte loro Victor! Un cambiamento dal giorno alla notte inopportuno. Il Corpo Direttivo precedente batteva molto spesso su questo punto: Il fatto di non farsi vedere, di stare quasi sempre dietro le quinte. Questo li faceva apparire agli occhi dei più, come persone umili, così diversi dagli altri leader religiosi. Non che quelli che c'erano prima fossero tanto diversi, tutte le volte che si facevano vedere facevano gaffe imbarazzanti, basta ricordare il discorso di Franz del '75, o come hanno liquidato il nipote dalla sede centrale. Ma questa "aura" di mistero e impenetrabilità giocava sicuramente a loro vantaggio. Questi hanno una mania di protagonismo pari a quella di Rutherford. Il problema che Rutherford almeno era carismatico, nei suoi deliri di alcool e onnipotenza se lo poteva permettere, questi no! Questi sono spesso patetici e poco credibili quando si fanno vedere. Per l'onore della cronaca non tutti e 7 sono patetici, ma purtroppo per loro sono proprio quelli che "ci mettono la faccia" più degli altri a non essere credibili!Mi riferisco a Geoffrey Jackson e le sue magre figure alla Commissione Reale Australiana; Antony Morris III (e che è? un Faraone?)che impiega metà del suo discorso a parlare dei suoi gusti in fatto di moda maschile, Gerrit Losch e i suoi esempi di persone che si sparano in testa equiparati a chi si iscrive all'Università e soprattutto quell'individuo che, a pelle, non sopporto perché mi sa di persona spregevole e falsa al 1000x1000 che è "rubber face", l'alieno, il mostro, Stephen Lett! Le sue espressioni così plastiche e così false dovrebbero svegliare talmente tante coscienze che nemmeno Raymond Franz e tutto il lavoro dei dissidenti TdG di ogni continente!! Solo lui è un auto-gol mostruoso per tutta l'Organizzazione! Anonimo222

      Elimina
  9. vorrei citare un paragrafo dell'articolo "l'elogio della fuga", già menzionato in un post su questo blog, che potete leggere per intero su www.inattivo.info :


    In senso biologico, volendo applicare la tesi di Laborit alla religione di appartenenza, si evince che un membro quando non è d’accordo su certe linee fondamentali di pensiero e le contesta dall’interno, non fa altro che accettare una vita conflittuale, fatta di malattie psicosomatiche. Piuttosto che rimanere a lottare all’interno della propria religione e se si vuole evitare che il proprio sistema nervoso vada completamente in tilt, per il biologo e filosofo del comportamento umano, è meglio allontanarsi gradualmente, ricercando la soluzione in quei posti dove potersi esprimere in maniera creativa senza esserne ostacolati. Sono pensieri che possono lasciarci basiti o trovarci in disaccordo con l’autore di questa tesi, ma che inducono alla riflessione su quello che eravamo prima di appartenere a una religione e cosa siamo diventati e cosa ancor più preoccupante su quello che forse non potremo mai più essere.

    Ribellarsi e rimanere dentro, porta a un esaurimento nervoso. Per non esaurirsi, alcuni rinunciano a lottare e accettano pur se a malincuore di omologarsi, altri riconoscono i loro errori e si accomodano al loro posto. Ci sono quelli che pur sapendo di andare incontro a delle rotte sconosciute e incerte, accettano comunque la fuga. Ribellarsi o sottomettersi, fuggire o rimanere, sono un bel dilemma per chi non si trova d’accordo su certe direttive prese dall’alto. E’ chiaro che sono decisioni personali che ognuno prende in base alla sua coscienza e alla sua situazione personale. Inattivo punto info, non spinge da una parte né dall’altra, non è un problema nostro. Noi mettiamo in risalto il problema e le varie soluzioni che altri hanno scelto per superarlo. Queste scelte sono personali e noi non le giudichiamo, anche quando pubblichiamo esperienze e stati d’animo “forti” che pendono più da una parte piuttosto che dall’altra. Ci interessa raccontare, testimoniare, far conoscere. Poi ognuno valuta da sé e per sé. Non cerchiamo consensi né dissensi. Non ci riguardano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il fatto è che dopo tanti anni di inganni e false speranze e naturale sentirsi offesi e arrabbiati.ce chi non si è fatto nemmeno una famiglia,chi ha lasciato un buon lavoro e chi ha messo da parte amici e parenti non testimoni solo per far piacere a DIo così pensavamo tutti e poi quando abbiamo capito che erano tutte menzogne la botta e stata forte.c'è chi si è ripreso e chi ci sta mettendo ancora tempo perché le ferite sono state inferte con malvagità.il fatto che certi conflitti portano a malattie p sicosomatiche e vero anche questo..ci sono stati fratelli che per aver perso tutto si sono tolti la vita o pure perché la società che credevano che fosse sincera all improvviso li ha rigettati facendoli cadere in una forte depressione e la wt questo lo sa e continua a mietere vittime incatenando con ragionamenti assurdi tanti fratelli soggiogandoli e accecandoli convincendoli che solo dentro si resta protetti ma è proprio dentro che succedono le peggio cose degne di un romanzo criminale.speriamo solo che il tempo faccia capire a chi è ancora lì e far riflettere.

      Elimina
    2. Sono d'accordo con te, Ema79.
      Ma se qualcuno dovesse risponderti: "Hai ragione su tutto, ma come la mettiamo con i princìpi biblici che dicono che bisogna andare alle adunanze e nel ministero?", tu come risponderesti loro?
      Te lo chiedo, perché è una situazione che mi sta riguardando da vicino, e ho notato che tu sei molto sicura di te.
      Per il momento sto sulle mie, ma con il tempo vorrei dare delle risposte brevi, educate e decise, anche se è ovvio che non sono tenuto a giustificarmi davanti a nessuno, ci mancherebbe!

      Elimina
    3. Da qualche parte nella Bibbia si legano adunanze e ministero alla WT? Se la WT non insegna la verità va da se che delle sue adunanze e del suo ministero, pur volendole prendere come le intende la WT, ne Dio ne tu ve ne fate alcunchè. Ma non so se il tuo interlocutore, se è indottrinato, potrebbe capire il discorso...

      Elimina
    4. Ryoga, meglio non rispondere !
      Se diventi inattivo per scoraggiamento FORSE qualcuno ogni tanto ti rivolgerà la parola, ma se sanno che sei inattivo perché hai cambiato parere, verrai trattato come un disassociato, sebbene non lo sei....

      Elimina
    5. Grazie, John!
      Infatti è la strada alla quale avevo pensato. E' comunque molto scoraggiante rendersi conto di non poter esprimere i propri pensieri ed emozioni in modo naturale con persone che credevi fidate...

      Elimina
    6. mi hanno colpito molto le parole di Prof.riportate nel commento del 2/4 alle 9,30, nel quale riferiva che per aver espresso liberamente il suo pensiero è stato allontanato con la conseguenza che ora è ostracizzato dalla sua stessa famiglia. Caro Prof. hai pagato un prezzo alto, e ti stimo per questo, perchè nonostante il costo fosse alto non ti sei inchinato al moderno Saul, scegliendo così da che parte stare. Non hai fatto compromesso, facendoti marchiare, e anche se emotivamente stai soffrendo, per il distacco dai tuoi cari, hai agito in maniera coerente a ciò che credi. Molto probabilmente questa è la strada che inevitabilmente dovranno percorrere tutti i "veri" consapevoli prima o poi, al fine di dimostrare a Geova da quale parte vogliamo schierarci. Tu non ti sei venduto a loro, e per questo Geova ti renderà il doppio di quello che ti hanno tolto, perchè i tempi sono maturi. Hai tutta la mia stima e con affetto fraterno ti saluto.

      Elimina
    7. Ali di Pietra5 aprile 2016 23:41

      Bisognerebbe capire che cosa è la comune adunanza. ..
      Solo quella organizzata dalla Wts?
      Ma se Gesù aveva detto che se 2 o più sono nel mio nome io sono con loro. ..

      Elimina
    8. Scusa che ris ora al commento del 4/4 delle 15.42 ryoga.La situazione non è semplice ma come sai la wt pone obblighi che condizionano i fratelli a osservare certe usanze per così dire togliendo loro del tempo prezioso.Gesù stesso non aveva posti e orari stabiliti dove tenere le adunanze o il ministero era occasionale coglieva ogni opportunità senza essere vincolato da certi giorni e orari quindi perché io devo andare per forza alle adunanze o essere vincolato da giorni stabiliti?i giorni stabiliti li ha predisposti la wt.a prova di cio una volta chiesi a un anziano dove ci fossero riferimenti scrittura li che bisogna per forza frequentare le adunanze.mi disse sorella cara spero che scherzi ma che vuoi disubbidire alle direttive?ecco,le direttive appunto.rimasi perplessa ma la wt dice questo e questo devi fare come fosse respirare..se hai dei fratelli bigotti poi non ne parliamo che se dici mezza parola ti mandano in cameretta perché per loro esiste solo adunanze e servizio non ti capirebbero mai.poi se un giorno deciderai di affrontarli direttamente Dio ti aiuterà a trovare il coraggio e le parole giuste.nella mia esperienza con la preghiera e senza leggere pubblicazioni della wt ce l ho fatta perché avevo capito ke era la wt che stava rendendo la mia vita piena di obblighi e cosi decisi di non avere più a che fare con la wt.questo mi è costato con l ostracismo della mia famiglia ma so di non aver fatto niente di male.L epoca della schiavitù da mo che e finita e perché continuare ad essere schiava ?

      Elimina
    9. Ok Ema, in certe cose sono pure d'accordo con te. Però non andare sempre oltre nei commenti... calmati ! :-)

      Elimina
  10. I TdG anche se non amano essere definiti setta, in realtà hanno tutte le caratteristiche di una setta. A dirlo è anche il sociologo delle religioni, Massimo Introvigne, che è stato ampiamente pubblicizzato dai tdG, in una sua analisi sociologica sui TdG: "Nella letteratura sociologica...c'è ormai un certo accordo nel chiamare culto un movimento che riposa fortemente sulla autorità di una singola persona (profeta, presidente o veggente che sia), con una organizzazione non molto articolata e raffinata, anche se talora con dimensioni notevoli, e setta invece un'organizzazione più articolata e burocratizzata, e meno monarchica. ..... Un movimento religioso anche dotato di un'organizzazione molto articolata resta setta finché la maggioranza del corpo sociale lo vede come deviante e marginale. Il gruppo religioso diventa invece denominazione o chiesa quando la maggioranza del corpo sociale lo riconosce come una religione normale e rispettabile. ....Le categorie e i modelli elaborati dai sociologi della religione sono particolarmente interessanti quando mostrano i passaggi da culto a setta e i processi di legittimazione attraverso cui, nel loro evolversi, le sette cercano di sfuggire a questo loro status e di trasformarsi in chiese, nel senso sociologico del termine. In genere, quando emergono dallo stato di culto e cominciano ad organizzarsi, i movimenti religiosi percepiscono i vantaggi collegati all'evolversi da culto a setta e poi da setta a chiesa(ma questo è molto più difficile)... I TdG, nonostante la loro crescita numerica, sotto le presidenze Russell, Rutherford e Knorr, hanno conservato molti aspetti di culto. La loro organizzazione rimaneva sostanzialmente monarchica, grazie ai poteri della presidenza;l'articolazione della loro struttura, molto centralizzata, era, da più punti di vista, insufficiente. La riforma del 1975 porta a termine il processo di settarizzazione dei tdG, trasformando ...il movimento da culto a setta. Per evolvere ancora da setta in chiesa sarebbe necessario ai geovisti quello che i sociologi chiamano processo di legittimazione, cioè un tentativo di riaggiustamento delle credenze considerate devianti dal corpo sociale. La strada "denominazionale" sembra invece preclusa ai TdG, soprattutto per il loro rifiuto del dialogo ecumenico e per il proselitismo aggressivo. ...l'evoluzione dei TdG appare molto lenta, ed è difficile prevedere se nuove spinte per una desettarizzazione potranno sorgere nei prossimi anni."

    RispondiElimina
  11. Buonasera, beh, a me sembra chiaro che i segni di un cedimento strutturale interno alla WT ci siano tutti. Resta da comprendere cosa sta realmente accadendo nelle stanze dei bottoni. Da una crisi vi è sempre qualcuno che vi guadagna. Certo la base è schiacciata e quelli di vecchia generazione secondo me cadranno in una prostrazione profonda. Ma sono personalmente convinto che una luce in fondo al tunnel si vedrà e i veri servitori di Dio, sopratutto quelli che tengono a cuore il messaggio genuino del Cristo, usciranno in qualche modo da questa triste situazione. Joan

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Joan, non farti troppe illusioni .Hanno una risposta a tutto. Vuoi un esempio ?

      W 15/10 2014 :
      "Quando Geova fa cambiare la direzione del vento è meglio issare le vele che alzare una barriera ".
      Vedrai che tutti (o quasi) come bravi soldatini ,seguiranno il vento della wt,anche se li porterà alla deriva .

      Elimina
    2. Questi signori della WT mentono a se stessi spudoratamente , e non basta.. mettono in bocca a DIO cose che si inventano loro stessi.

      Elimina
    3. Ogni tanto rispolveriamo questo articolo....

      Elimina
  12. ogni tanto riportiamo in auge questo articolo....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo chi ne avrebbe davvero bisogno, non lo leggerà...troppa paura. Ma è senz'altro molto interessante e azzeccato

      Elimina

E' OBBLIGATORIO INSERIRE NEL CAMPO Nome/URL UN NICK con cui firmarsi. Non usate termini scurrili, insulti, calunnie, incitamenti all'odio razziale ed alla violenza, e NON menzionate la persone per nome o cognome reali. Sono vietati lo spamming, il copia-incolla ripetuto, i link a siti non approvati dalla redazione, i messaggi provocatori.
Altrimenti i post non saranno pubblicati o verranno cancellati.
La moderazione dei commenti è insindacabile ed a cura della redazione del blog. Se i vostri commenti non vengono pubblicati potete chiedere spiegazioni scrivendo alla redazione (vedi "come commentare" in alto nella colonna a sinistra)

Grazie

L'indirizzo email del blog lo trovate in fondo alla pagina (non nella visualizzazione per cellulari)