Usando questo sito, dichiarate di aver letto il Disclaimer e le norme sulla Privacy relativa ai contatori Shinystat e whos.among.us.

Un archivio del blog, con tutti i post fino ad oggi pubblicati, elencati per mese, lo trovate in fondo alla colonna centrale.

NORME relative ai commenti alla pagina "COME COMMENTARE".

“Non c’è nulla di male se una persona cerca di confutare gli insegnamenti e le pratiche di un gruppo religioso che ritiene in errore”.
(Svegliatevi! 8 settembre 1997, pagina 6)

martedì 15 marzo 2016

Pieni di amore... o di indifferenza?


Il peggior peccato contro i nostri simili non è l’odio ma l’indifferenza: questa è l’essenza della mancanza di umanità.(George Bernard Shaw)


Dal sito www.inattivo.info

Ho letto un'articolo bellissimo scritto da fratelli. Parla dell'indifferenza. E' uno spaccato verissimo e realissimo di ciò che si vive oggi nelle congregazioni. Ho promesso che non avrei copiato integralmente l'articolo, quindi ne riporto solo alcune citazioni.
In fondo alla pagina troverete il link per poter leggere la versione integrale...


Gli indifferenti sono dappertutto, anche nelle congregazioni. Indifferenti sono quei cristiani che rimangono impassibili di fronte alle sofferenze e alle ingiustizie che vengono perpetrate nelle congregazioni da pastori ingiusti e incapaci...

Gli indifferenti sono quei cristiani cinici che provano piacere nel rimproverare invece di mostrare misericordia. Indifferenti sono quei Testimoni che non sono interessati a niente se non a se stessi. Indifferente è colui che ritira i suoi sentimenti al fratello, considerandolo non meritevole...

Indifferenti sono i cristiani che vedono e lasciano fare ai prepotenti tutto quello che vogliono, persino addomesticare le loro coscienze e il loro cervello...non vi piace informarvi, accorgervi delle grida di dolore dei vostri fratelli. 
Siete Testimoni asserviti, che non vogliono lottare. Siete distratti, noncuranti, disamorati, precari della vita, schierati con le persone sbagliate per cause sbagliate. 
Siete Testimoni mimetizzati, anonimi e stagnanti in una palude di apatia. Figure umbratili che si aggirano intorno alla vita della congregazione senza scaldare i cuori dei fratelli. Bestie senza uso della ragione...

Parlare con gli indifferenti è come sbattere contro un muro di insensibilità e di cocciutaggine. Per loro ciò che conta è il servizio a tempo. Servono Geova con il cronometro in mano. Spogliano Dio delle sue qualità per rivestirlo con regole assurde. Regole a cui spesso sono indifferenti. Se smuovono le natiche, lo fanno perché hanno ricevuto disposizioni di farlo e non per amore delle pecore.

A questo link potrete leggere l'intero articolo: http://www.inattivo.info



* * * * *




Stai leggendo questa pagina da un cellulare?


oppure:





18 commenti:

  1. Chissà cosa hanno vissuto questi fratelli per scrivere questo articolo...

    RispondiElimina
  2. Per questi esempi negativi ce ne sono altrettanti di veramente edificanti, congregazioni anche di altre nazioni che quando solo entri ti avvolge un manto di calore umano, l'errore è forse di pensare che la "verità" migliora le persone, io invece mi sono fatto l'idea che dopo il periodo di -luna di miele- di quando si entra nel meraviglioso mondo dei tdg che ci ha attratto tutti, escono col tempo nuovamente i tratti del carattere che si avevano. Idem per i nati nella verità, ho visto giovani che si coalizzavano contro uno di loro perchè -diverso- non in senso delle preferenze sessuali, ma perchè non si allineava col gruppo avendo una personalità particolare. Avevo cercato di sensibilizzare gli anziani ma han potuto far poco, è prevalsa l'indifferenza di tutti specie dei vari genitori. Ho saputo poi che quel giovanè non è arrivato a battezzarsi e oggi credo che sia un borderline. Chi era bravo prima sarà un bravo fratello o sorella, chi no tempo al tempo manifesterà i suoi veri sentimenti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. per "bravo" dipende da cosa intendi. L'amore genuino viene col tempo sostituito da una "forma di santa devozione" che, pur di ubbidire ad ogni ordine ricevuto dall'alto, ci trasforma in automi mossi solo dal ragionamento e privato dei veri sentimenti. Guardiamo Gesù come, per amore, trasgrediva spesso le regole...

      Elimina
    2. se quando vuoi mostrare amore come ti viene dal cuore, ti scontri con una miriade di regole e convenzioni e critiche, o esci o piano piano ti adegui e prima di cedere ad un impulso del cuore vai a sfogliare il ks...e nel frattempo se dovevi sfamare uno, quello è già bell'e morto di fame!

      Elimina
    3. Complottista, la realtà delle altre nazioni è uguale alla nostra...te lo dico per esperienza personale.

      Elimina
    4. l'indifferenza...l'indifferenza fa male arriva persino a uccidere ...chi non ha amore ma solo indifferenza ha un cuore atrofizzato...si rimane indifferenti davanti alle lacrime dei fratelli che soffrono che implorano aiuto,un aiuto che non arriverà mai.Cercano solo di attaccarsi alla poltrona,quella poltrona che ti fa sentire grande,ma che poi, grande non sei.Arrivi a essere falso verso i fratelli ,sei disposto a dare false testimonianze pur di emergere, pur di far piacere al capo di turno..Tutti coloro che sono indifferenti al dolore del fratello che dice :vorrei solo morire,supplicano e elemosinano aiuto...sappiate che non siete grandi davanti a Geova..Geova soffre nel vedere i suoi figli calpestati ...e soffre anche nel vedere coloro che fanno un vanto della loro INDIFFERENZA!!!

      Elimina
    5. "trasgrediva spesso le regole ..." dici.
      Questo aspetto del Cristo inizialmente non riuscivo a comprenderlo. Come fosse possibile? Geova potrebbe quindi trasgredire le Sue stesse regole?
      Un giorno leggendo un manuale di tecniche di guida sicura ho fatto la seguente considerazione:
      Se la curva é a dx, a meno che non si voglia uscite di strada, oltre a rallentare, sterzi il volante verso dx. La legge della fisica "ordinaria" richiede questo, non si discute. Eppure se alla stessa curva, magari anche con la stessa auto, ci fosse un pilota esperto, magari uno di corse rally, non solo l'affronterebbe a velocità molto più alta, ma addirittura sterzerebbe a sx! Sfrutterebbe la derapata. Attenzione, pur rispettando la stessa legge della fisica. La versione "straordinaria" per i comuni mortali.
      Penso che Gesù fosse talmente esperto e padrone della legge dell'amore da riuscire a rispettarla sempre, pur compiendo atti "trasgressivi".
      Come si diventa esperto di guida sicura? Dall'oggi al domani? E dell'amore?
      Lascio a voi il piacere di arricchire, se volete, questa mia riflessione.

      Elimina
    6. x lelvira: ok allora si sono tutti allineati, io mi tengo i bei ricordi di 15 anni fa, nelle sale dei nativi Navajo con gli anziani sul podio senza giacca, che ti invitavano a casa per darti quel poco che avevano, o in sala a San Diego coi fratelli messicani... molto calienti (in tutto e quindi con qualche problemino di fedeltà) o in Canada molto rilassati sulle abitudini tanto da chiedersi se ricevessero gli stessi nostri KM, o in Spagna con enormi gruppi di giovani che uscivano insieme dopo le adunanze, poi si tornava a casa a scontrarsi con l'anzianotto che pretendeva in pieno luglio con 40° la giacca agli uscieri ma ora mi dici che è uguale dappertutto. Mi spiace.

      Elimina
    7. x John C: per bravo non intendo il proclamatore modello :-) ma la persona buona che risonosci subito che non c'entra nulla se va a messa o se fa 100 ore al mese, la puoi trovare in ogni gruppo o situazione, e se diventa tdg non cambia, mentre credo meno alle esperienze dei malavitosi che conosciuta la -verità- son diventati agnelli. Poi magari succede realmente, anzi mi piacerebbe sentire qualche esperienza, che sia durata nel tempo.

      Elimina
    8. Di malavitosi convertiti ne è pieno anche il cattolicesimo e la chiesa protestante…

      Elimina
  3. Quando mi battezai, chi mi fece lo studio, mi disse che la congregazione è come una giungla vista dall'alto è un bel paesaggio ma quando ci cammini in mezzo vedi i pericoli e difetti e bisogna cercare di schivarli. Mi parve un esempio assurdo, visto che la congregazione dovrebbe rispecchiare il modello di Gesù e dovrebbe essere una grande famiglia, dove ognuno aiuta il proprio fratello e sorella. Pensare che i miei fratelli e sorelle potevano essere potenziali predatori da cui stare in guardia, non rispecchiava per niente il comando di amarci gli uni gli altri. Ho visto tanta cattiveria, gelosia, invidia, contenzione, tutti aspetti, di cui continuamente dicono di allontanare dalla propria personalità, ma che con quotidianità la maggior parte soprattutto nominati esercitano anche con arroganza, e la minoranza quelli buoni di cuore subiscono! Molte volte avrei voluto gridare a certe persone quello che penso di loro ma a poco sarebbe servito! Non si può combattere contro i mulini al vento!

    Perplessa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ali di Pietra15 marzo 2016 12:27

      Se una persona vuol aiutare il prossimo basta che lo faccia; ma pultroppo le congregazioni sono pieni di fratelli che fanno mille calcoli per non aiutarti.
      "Sarebbe giusto ma"....

      Elimina
  4. Vi dico come è stata la visita fatta a me. Siamo ultimi giorni di Febbraio:
    " Drriiinn-Campanello, chi è?
    Anziano (in due): Sono io XXXXXXXX
    Io: scendo in corte e dico che sto uscendo che ho una visita medica e sono in ritardo e se mi avessero telefonato ci saremmo accordati.
    A: Siamo passati perche il CD ha stabilito di dare a tutti i disassociati questo opuscolo, tieni questa è la tua copia.
    Io: Ah!
    A: La congregazione XXX ti ha invitato alla commemorazione? ( Questi anziani sono quelli del CG, mentre io risiedo nel territorio di una congregazione diversa)
    Io: No.
    A: Tu il mio numero di telefono lo hai, se hai bisogno chiamami.
    Io: Ah, va bene.
    A: Ciao
    Io: Ciao. "
    Il tempo che avete letto 10/15 sec. è lo stesso di quello che mi hanno dedicato, preciso che non ho nè aggiunto e neppure tolto, la visita è stata effettivamente cosi.
    Successivamente all'inizio di Marzo, sempre senza preavviso, vengono a casa e io ero al lavoro, sono venuti visto che avevano la comitiva, e hanno lasciato l'invito della commemorazione a mia moglie, hanno parlando di come stiamo spiritualmente per il tempo di 5 min circa, dove mia moglie ha deto che non ho intenzione di ritornare e neppure lei e che stavamo bene cosi pur studiando e sforzandoci di piacere a Dio. La risposta in breve se state bene cosi fate come vi sentite (in sostenza). Adesso fate un pò voi.
    Fate un poco voi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando incontrano persone risolute sono sempre incerti sul da farsi. E' ovvio che non "sprecano tempo" con chi non ha voglia di ascoltarli.
      Ovviamente, quando diventi "consapevole" di dove hai vissuto veramente e con quali persone ti sei interfacciato, poi ti passa anche la voglia di sentirli.
      Tanto la sostanza del discorso è Geova = organizzazione

      "Se non tieni all'organizzazione, non tieni a Dio. E se non tieni a Dio, abbiamo poco da dirci"
      questo in sostanza è il loro ragionamento

      Elimina
    2. Ciao Zero, hai tutta la mia solidarietà, se dovessimo tornare per le loro visite d'orologio campa cavallo che l'erba cresce! Io ho troncato ogni visita con gli anziani, perché li trovo patetici! Da quando mi sono allontanata assaporo la libertà di espressione e il vero aiuto al prossimo! Un abbraccio a te e moglie
      Perplessa

      Elimina
    3. Carissimo Zero, quelli che hanno bisogno di una visita sono propio loro questi anziani/vaccari,ma neurologica. Loro che non si rendono conto di essere ciechi spiritualmente e senza vero amore, ma solo di facciata.
      Questi sono gli stessi che si preoccupano di chiamarti se non hai consegnato il rapportino di servizio o se non vieni in adunanza.(quando lo fanno ovviamente, a me e famiglia nessun anziano MAI ci ha chiamati quando mancavamo).
      Perché purtroppo tutto si riduce a questo, i numeri, le presenze.
      Sono vittime inconsapevoli e a volte consapevoli(che è pure peggio) di un sistema che ha atrofizzato le coscienze, annientato i sentimenti.
      Gli articoli di inattivo.info sono di una profondità intellettuale, morale ed emozionale straordinaria a mio modesto parere.
      Alcuni andrebbero trattati alle adunanze, e sono sicuro aiuterebbero a smuovere molte coscienze.
      Questo è l'effetto di una causa che è ai vertici dell'organizzazione.
      Il libro Biblico degli Atti degli Apostoli disegna un quadro bellissimo di come si tenevano le adunanze tra i primi discepoli, erano dinamiche, entusiasmanti, e vi si respirava l'essenza degli insegnamenti di Gesù, e cioè l'amore.
      Condividevano tutto e nessuno pativa la fame o era nel bisogno nelle Ekklesie.
      E benché non si facessero rapporti del servizio di campo o si misurasse la QUANTITA di tempo dedicato alla predicazione della buona notizia, le congregazioni crescevano di numero e vi si vedeva anche all'interno la benedizione di Dio.
      C'erano sicuramente problemi, a volte anche gravi, ma si cercava di affrontarli e risolverli sempre nello spirito dell'amore e dei principi insegnati da Gesù.
      Quanto ci siamo allontanati da tutto questo...


      Elimina
  5. sono tutti uguali ......vengono solo se sono obbligati ..a me sono stati capaci anche di portarmi un fratello spacciandolo sorvegliante ...evidentemente sono nessuno..non sono nemmeno all'altezza di far perdere tempo prezioso a un vero sorvegliante...l'indifferenza!!!!!

    RispondiElimina

E' OBBLIGATORIO INSERIRE NEL CAMPO Nome/URL (selezionato dal menù "commenta come...") UN NICK con cui firmarsi. Non usate termini scurrili, insulti, calunnie, incitamenti all'odio razziale ed alla violenza, e NON menzionate la persone per nome o cognome reali. Sono vietati lo spamming, il copia-incolla ripetuto, i link a siti non approvati dalla redazione, i messaggi provocatori.
Altrimenti i post non saranno pubblicati o verranno cancellati.
La moderazione dei commenti è insindacabile ed a cura della redazione del blog. Se i vostri commenti non vengono pubblicati potete chiedere spiegazioni scrivendo alla redazione (vedi "come commentare" in alto nella colonna a sinistra)

Grazie

L'indirizzo email del blog lo trovate in fondo alla pagina (non nella visualizzazione per cellulari)

ARCHIVIO

.