Usando questo sito, dichiarate di aver letto il Disclaimer e le norme sulla Privacy relativa ai contatori Shinystat e whos.among.us


Per capire come "nasce" questo blog, leggere le pagine info sul blog nella colonna a sinistra
Un
archivio del blog, con tutti i post fino ad oggi pubblicati, elencati per mese, lo trovate in fondo alla pagina

NORME relative ai commenti alla pagina "COME COMMENTARE"

“Non c’è nulla di male se una persona cerca di confutare gli insegnamenti e le pratiche di un gruppo religioso che ritiene in errore”. (Svegliatevi! 8 settembre 1997, pagina 6)

venerdì 12 febbraio 2016

Disassociazione e rapporti familiari: esperienza



Ostracismo in famiglia...


Questa è una foto di mio padre che sta consumando un pasto. Aveva appena preparato il pranzo per me, ma non poteva pranzare con me . Ho dovuto mangiare in un altro tavolo con il mio figlioletto, che all’epoca aveva quattro anni, mentre lui stava seduto li, rivolto in un’altra direzione...



Perché? Perché questo è quello che la Società Watchtower gli dice di fare.
Ho postato questa immagine il 26 Ottobre 2013 su un gruppo Facebook. La prima risposta è stata: “Non so cosa dire. Questo è controllo mentale religioso portato all’estremo!”.
Pochi minuti dopo trovavo già una marea di commenti e “Mi piace” al seguito, ricordandomi che una buona immagine può sostituire facilmente più di mille parole.
Per quelli di voi che sono curiosi, devo spiegare che la mia famiglia cominciò ad evitarmi nel 2012, dopo che io ho messo in discussione l’autorità del Corpo Direttivo della Watchtower. L’unanime, benintenzionata posizione della mia famiglia ai dubbi che stavo esprimendo è stata che “Io ero un apostata e l’ostracismo mi avrebbe sicuramente fatto recuperare la ragione”.
Dopo la morte di mia madre, mio padre, essendo rimasto solo, è andato dagli anziani della sua congregazione per vedere se gli sarebbe stato permesso di intrattenere rapporti con me. Gli anziani gli risposero che, dal momento che ero suo figlio, avrebbe potuto ricevere visite da me a casa sua. Ma, non poteva discutere di religione né poteva condividere un pasto con me allo stesso tavolo.
Due settimane più tardi, ho chiamato mio padre e ho chiesto se io e suo nipote avremmo potuto fargli visita. Mi disse di “sì” e si offrì anche di preparare il pranzo. Ma poco prima di servire il pasto, disse che non si sarebbe seduto allo stesso tavolo con noi. Quando ho chiesto perché, ha risposto: “L’organizzazione dice così”.
A causa di questo sfogai i miei sentimenti per circa 30 minuti, descrivendogli i danni causati dall’ostracismo e da altre politiche della Watchtower. Mi ha ascoltato educatamente. Ma era in modalità “dissonanza cognitiva”, quindi nulla di quello che ho detto è rimasto registrato in lui. In realtà, i miei commenti su questo argomento probabilmente lo hanno reso ancora più risoluto nelle sue convinzioni. Ma non me ne rendevo conto all’epoca.
Dopo il mio sfogo, mio padre ha servito il pranzo per me e mio figlio. Poi si è seduto da solo in una piccola area della cucina con la schiena rivolta a noi mentre mangiava il suo pranzo. Mi sono seduto lì senza parole, cercando di capire cosa stava succedendo nella sua mente. Così mi venne in mente che dovevo catturare questo momento sul mio smartphone.
Mentre mangiavo il mio pranzo, un sentimento di pura tristezza mi inghiottiva. Ma come mi sentivo male per me, ho avuto questa sensazione torci-budella anche per mio papà . Questo doveva essere molto più difficile per lui. Ecco lì un uomo di 80 anni che pensa di star facendo questo per Dio. Sente di dover soffrire per questo atto, che sa dentro di se essere sbagliato, per essere fedele a quella che pensa è “l’organizzazione di Dio”.
Tuttavia, la storia non finisce qui. Mio figlio sta crescendo osservando questa follia. Può la Watchtower essere così cieca ai danni causati da questa politica dannosa dell’ostracismo, non solo per noi adulti, ma per i bambini innocenti che non hanno alcuna colpa nella situazione?
Le lacrime scorrevano giù sul mio viso mentre guidavo lontano da casa di mio padre. Ma non solo per me. Non sono il solo in questa situazione.
Oggi, ci sono centinaia di migliaia di noi che non credono più nelle bugie della Watchtower di cui eravamo soliti nutrirci. Ora sappiamo la verità sulle nocive politiche della Watchtower che violano i diritti umani fondamentali dei Testimoni e degli ex-Testimoni.
Non possiamo più chiudere gli occhi davanti alla sofferenza e le grida di altri a causa della politica dell’ostracismo della Watchtower. Io non posso!
L’ostracismo è disumano! Si tratta di una punizione crudele e ingiusta, un atto spregevole di un gruppo coercitivo pseudo-religioso che ha paura di perdere i suoi membri e finanziatori.
Il mio obiettivo oggi è quello gettare luce sulle politiche dell’ostracismo della Watchtower, una politica che la Watchtower nega pubblicamente ai media e ai funzionari pubblici.
Narrato da Rick Gonzalez

171 commenti:

  1. un'esperienza toccante... anche se troppo simile, ormai, a tante altre...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao John buongiorno non sono capace a portare il link l ho trovato sull inkiesta del 28/5/15.puoi farlo tu per me?Non so come si posta🙈anzi se trovo altri link ti mando qualcos altro se vuoi.

      Elimina
    2. Io per questo modo da fare assurdo proprinato dall'organizzazione mi sono dissociato. Mi rifiuto categoricamente di essere complice dn questi comportamenti. Sono venuto a conoscenza di esperienze che mi hanno scosso. Non si puo' togliere la famiglia e gli affetti ad una persona per una scelta religiosa.

      Elimina
  2. Da far venire i brividi per quanto sia incredibilmente assurdo il modo in cui molti vengano influenzati in maniera cosi negativa dalle interpretazioni errate della wt.
    Senza parole...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda quando viene mia madre a trovarmi provo rabbia per quanto è radicata nelle sue convinzioni..lei viene a trovarmi perché c'e'il nipote altrimenti..un esperienza acuta da poco.mia zia circa un mese fa si diverte operarare e la chiama i perché si trovava aol ospedale.Non potete capire come mi hs trattata con tutto che stava male..era sulle sue con tono altezzoso e mi ha fatto capire che gli ha dato fastidio liquidandomi dicendo che aveva da fare..e da allora non ho più avuto contatti con i miei ormai sono peggio di una delinquente..scusate a prima mattina lo dfogo

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    3. Sto piangendo,un giorno potrebbe capitare anche a me...

      Elimina
    4. come si può condividere una stanza con parenti e mettere dei muri? Come può una organizzazione comandare di far questo?
      E la stessa situazione di coniugati separati in casa. M li si è sceltoliberamente di farlo, non da terze persone o altre organizzazioni ad intimarcelo.

      Elimina
    5. Purtroppo è una situazione già vista e vissuta da chissà quante di noi. C'è da dire (purtroppo) che probabilmente anche noi, quando eravamo accecate dalla WT, ci saremmo comportate come nella situazione descritta.
      Ora ci rendiamo conto della situazione assurda che questa "disposizione" crea.
      Ha ragione Apostolo Giovanni: non sanno quello che fanno e sono da perdonare...

      Elimina
    6. Marzia questo è verissimo !!!...la cosa paradossale che se tale persona ( padre tdg ) avesse un altro figlio mai stato un tdg e magari ne farebbe di tutti i colori fino a mettergli le mani addosso , il padre si sentirebbe LIBERO di mangiarci insieme ....mentre l ex tdg sarebbe quasi emarginato anche se il suo comportamento sarebbe esemplare verso il padre stesso ...questa è la mentalità WT........RIDICOLO !!!

      Elimina
    7. Comunque bisogna dare atto che il nuovo KS non sanziona chi si intrattiene con parenti Disassociati

      I fratelli non lo sanno, per questo chi ha parenti Disassociati dovrebbe leggere BENE questo post

      Elimina
    8. Io lo faccio con discrezione altrimenti morirei una mamma angosciata

      Elimina
    9. Vedasi la gazzetta di Modena del 28/11/2015

      Elimina
    10. Mamma angosciata fosse la mia così ora è sparita di nuovo fa la sua comparsa chiamandomi per sapere più che altro se torno alla verità e quando si chiude la telefonata sempre triste perché non le do notizie che vorrebbe sentirsi dire..ora è sparita avrà i suoi problemi non lo metto un dubbio.Ma ti dico continua ad essere coeaggiosa come sei sta con lei la vera mamma sei tu non l organizzazione.tua figlia ha bisogno di te e se ti costasse l ostracismo ben venga pure quello tua figlia e preziosa per Geova e per te..tua figlia non l sms nessuno come te

      Elimina
    11. facciamo un esempio
      Ci sono due gemelli uno sposato e uno vive con la famiglia. Commettono lo stesso peccato, vengono disassociati, uno si saluta e ci si mangia l'altro no....ma si può essere più ridicoli?
      Guardate che io conosco davvero una famiglia con due gemelli tg...sarebbe interessante...

      Elimina
    12. lelvira ....quando si hanno alla base delle regole ridicole ...tutto diventa ridicolo e contradittorio.

      Elimina
    13. Oltre gli esempi.. esperienza reale: Sorella disassociata perchè si fidanza con uno del mondo (ovviamente avranno fatto quello che dovevano fare). Si sposano. Lei cerca di tornare in sala e viene alla commemorazione accompagnata dal marito. Lui accolto con tutti gli onori lei trattata da fantasma. Ci si trattiene a dare il benvenuto a lui, lei invece ignorata, come se non esistesse. Ritornano a casa e il marito: "Ma voi siete completamente pazzi. Io non ci metto più piede in un posto simile!".

      Elimina
    14. Matteo 9:11 Vedendo ciò, i farisei dicevano ai suoi discepoli: «Perché il vostro maestro mangia insieme ai pubblicani e ai peccatori?».
      12 Gesù li udì e disse:
      «Non sono i sani che hanno bisogno del medico, ma i malati.
      13 Andate dunque e ***imparate*** che cosa significhi: Misericordia io voglio e non sacrificio. Infatti non sono venuto a chiamare i giusti, ma i peccatori».

      È proprio nel momento della malattia spirituale che un fratello ha bisogno di esser curato, accudito, incoraggiato, nutrito.
      Se si abbandona come potrà mai guarire da solo?
      E se ci riesce, che sentimenti avrà nei confronti di chi l'ha abbandonato proprio nella malattia?

      Il Messia dice: Andate e IMPARATE...

      Abbiamo imparato o lasciamo che sia qualcun'altro a insegnarci al posto del Maestro?

      Se qualcuno insegna diversamente non è affatto un discepolo del Messia.

      Elimina
    15. Victor quello che e successo cn me è mio marito.Ma quello che e più brutto quando ce mio marito davanti mia madre parla per le righe e poi cn me mi offende e dice che non sta a lei giudicare!ma per favore

      Elimina
    16. Giò Z. tu chiedi:e se ci riesce,che sentimenti avrà nei confronti di chi l'ha abbandonato proprio nella malattia? te lo dico io,che ho vissuto questa esperienza essendo stato disassociato per sei anni,durante i quali i miei non mi hanno minimamente calcolato,nonostante nel frattempo fossi rimasto senza lavoro...sono tornato in congregazione,ma non riesco a provare sentimenti per nessuno,tantomeno per i miei familiari...vorrei tanto amarli,ma proprio non ci riesco,anzi la loro presenza mi da quasi fastidio,mi fanno solo pena,mi sento estraneo in mezzo a loro,sto meglio da solo...la solitudine forzata mi ha fatto questo effetto...provo affetto genuino solo per chi durante la difficoltà c'è stato per me,e si è dimostrato un'ancora di salvezza,poche persone,ma buone,tra l'altro "del mondo",quelle che secondo i cari fratelli,ti usano e ti gettano,quelle che non hanno amore tra di loro,quelle che non potranno mai trasmetterti niente di buono perchè non amano Geova... Giovanni

      Elimina
    17. Caro Anonimo Giovanni, io ho sempre fatto di tutto per i disassociati. Un sorriso quando entravano in sala con gli occhi bassi. Mi sedevo apposta accanto a loro e porgevo loro Bibbia e riviste o tenevo il bimbo alla sorella sola affinchè potesse stare un po' serena a gustare l'adunanza.
      Poi c'era il fariseo di turno che mi voleva riprendere e che io zittivo con due Scritture.
      Io me ne sono uscito con le mie gambe nel 2011. Troppi errori di insegnamento errati, troppe implicazioni con il mondo. A dire il vero nella mia lettera ho disassociato io la WTS.
      Pensa che sono stato segnato per 12 anni. Non scherzo. Ero semplicemente vittima di un complotto di anziani bugiardi e calunniatori. E, siccome non mi piegavo al loro volere, non mi scusavo per quello che avevo fatto ( e come potevo? Era uno di loro il colpevole e non io ) e non accettavo nomine in cambio del mio silenzio... 12 anni nel limbo. Sai Giovanni... è stata dura, molto, ma ho tratto insegnamenti stupendi. Dio mi è stato vicino come mai prima nella mia vita. Stavo anche due o tre mesi senza andare in sala. Mi scoraggiava il solo pensiero. Poi ci riuscivo ed ero sorridente con tutti. Cercavo gli sguardi tristi ed ero lì ad incoraggiare. Rispondevo alla Torre di Guardia con commenti paralleli, ma la rivista manco l'avevo letta. E dopo l'adunanza i fratelli a far complimenti per le parole di fede e di incoraggiamento. Mi chiedevano: Ma... sono due mesi che non ti vediamo... E quando spiegavo loro che ero semplicemente rimasto a casa mia, non capivano. A casa leggevo, studiavo e predicavo a chiunque. Poi succedeva che in breve mi ritrovavo scarico, totalmente.
      Mi rendevo conto che qualcosa non andava. Perchè da solo stavo bene ed ero carichissimo, mentre i Sala mi esaurivo subito come se fossi in cortocircuito?

      Ora ho la risposta a tante domande e dubbi. Sono sereno e felice. Ho una gioia che si è moltiplicata e amo poter essere di aiutoa chiunque, Tdg. cattolici, atei. Per i Tdg che mi han trattato male non ho nessun rancore o desiderio di vendetta. Il mio desiderio più grande è di essere un leale discepolo del Messia. Studio con persone esperte e scambio opinioni con chiunque. Non considero nessuno apostata. Al massimo reputo una persona ingannata o ipocrita, ma il cyuore non lo so leggere enemmeno vorrei saperlo fare.

      Agli occhi di Dio gli esseri umani sono preziosi, tantissimo. Se egli ha dato la vita del Messia per tutti noi peccatori, il mio desiderio più grande è avere il suo stesso punto di vista.
      Ora ho dei fratelli usciti dal cattolicesimo che han chiesto di farsi battezzare da me e altri ex di varie religioni con i quali mi trovo bene avendo molta affinità scritturale. Con loro "spezzo il pane" come facevano e dovrebbero fare tutti i discepoli del Messia. Sono contento di non appartenere a nessuna religione ma a Cristo e al Padre di tutti noi.

      Elimina
    18. Scusa Gio ma che significa che "han chiesto di farsi battezzare" da te???

      Elimina
    19. Qualsiasi discepolo di Cristo ha ricevuto l'incarico di divulgare la Buona Notizia, di istruire chi è ben disposto e, se la persona adulta lo desidera, di immergerlo, battezzarlo.
      Non mi sembra una gran novità. I discepoli del Messia facevano questo e chi si battezzava entrava a far parte dell''Ekklesia di Cristo, e non certo di qualche organizzazione terrena.
      Comprendo il tuo stupore, ma se leggi le Scritture con mente libera scoprirai che è proprio così.
      Poi mi chiederai cosa significa "spezzare il pane".

      Elimina
    20. Sinceramente? Non mi interessa tanto... non per essere scortese eh! XD
      A me sembra un po'.... strano... il tuo discorso. Non voglio essere ostile capiscimi, non mi stupisco di quello che fai tu. Mi stupisco di quelli che vengono da te per essere istruiti e battezzati. Ma se c'è un Teofilo a destra non vedo perchè non ci dovrebbe essere un Gio Z. a sinistra.
      Sarò io che avrò frainteso, sicuramente. Perdonami.

      Elimina
    21. caro Gio Z. bella la tua esperienza!sicuramente hai passato periodi e situazioni difficili,ma invece che incattivirti ne sei uscito forgiato e migliorato anche sotto il lato umano!complimenti,sono sinceramente contento per te!Giovanni

      Elimina
    22. Fammi capire... tu sei un discepolo di Cristo? Fai discepoli e battezzi? Oppure porti le persone ad una organizzazione religiosa rendendoli soci e facendoli battezzare "in nome dell'organizzazione diretta dallo spirito santo"?
      Mi rendo conto che tu sia un po' sorpreso, ma questo succede in genere a tutti gli appartenenti alle varie religioni.
      Non riescono a capire che esser discepoli del Messia non rende membro di una religione/organizzazione.
      Spegami una cosa, se trovi una persona che ama il Creatore, conosce le Scritture, studia si informa e comprende che è giusto battezzarsi cosa fai?

      Ho letto un po' di quel sito. Ci sono cose buone e altre meno. Non mi troverei bene con loro, come del resto non mi trovo bene nemmeno con Tdg bacchettoni.
      Qui siete molto più di mente aperta e vi attenete meglio alla Bibbia, ma avete ancora delle grosse lacune, come del resto ho anch'io.

      Non me la sento di indirizzare persone sincere verso religioni che nascondono anche le cose più elementari.
      Per esempio: All'Ultima cena o Commemorazione, che pane fu usato? Pane comune o pane azzimo?
      Mi puoi rispondere, anche in privato se vuoi.
      Grazie

      Elimina
    23. Io mi stupisco di quelli che si battezzano ad una "organizzazione". E la maggioranza dei battezzandi nemmeno lo sa. Questo mi stupisce, anzi... mi inorridisce.

      Elimina
    24. Per Gio Z.: so benissimo cosa significa spezzare IL pane (e qual è la differenza con lo spezzare pane). Confesso di averlo già fatto in privato. Mi piacerebbe avere un confronto con te e per questo, se ti fa piacere, autorizzo John a darti la mia mail. A presto...

      Elimina
    25. Bene, Bereano. So di altri Tdg che cominciano a farlo in casa con la moglie o con altri informati.
      Volentieri, autorizzo per la mia email a Bereano o a chiunque la desideri. Qui uso un nik per esser come tutti, ma non ho problemi a rivelare il mio nome a nessuno.

      Elimina
    26. Ciao Gio Z.
      Toglimi una curiosità, ma per caso mi hai già contattato via mail?
      Ti dico questo perché dal modo in cui scrivi mi sembra di conoscerti.
      Ti chiami Giovanni Zardi.....

      ?
      Sei tu?

      Elimina
    27. Forse non ci siamo capiti. Non appartengo a nessuna organizzazione e sinceramente ho rivalutato anche molti argomenti "religiosi". Ripeto, il tuo discorso mi sembra un po strano. Poi ognuno è libero nella sua vita di fare quello che vuole ci mancherebbe.

      Elimina
  3. Una foto che rabbrividisce...Ma come può l organizzazione dire questo è permettere questo.poi siamo noi i demoni e la mente malata

    RispondiElimina
  4. C'è da dire una cosa. Non credo che la situazione raccontata nell'esperienza sia dovuta a direttive "canoniche" della WT. Mi spiego. La frase "non mangiare allo stesso tavolo" probabilmente sarà stata recepita così da quel padre che, essendo anche avanti con gli anni, avrà elaborato tutta una sua interpretazione alla cosa. O sarà stata l'ennesima papalata di un gruppo di anziani che non sanno neanche quello che dicono. Anche volendo sia questa la direttiva, immagino non voglia dire di pranzare in un tavolo diverso. Comunque, quello che vuole rimarcare l'esperienza è L'OSTRACISMO CHE LA WT IMPONE ANCHE AI FAMILIARI STRETTI. E, sopratutto, le situazioni assurde e dolorose che questa direttiva crea. Perchè, sapendo che l'ostracismo è ingiusto e sbagliato, chi ha ancora una parte del cervello viva, crea le scappatoie per aggirare questa regola e spingersi fin dove può per non ostracizzare del tutto amici e familiari. In questo caso, il padre SA IN CUOR SUO che è sbagliato non poter pranzare con il proprio figlio. Allora ha creato la scappatoia. Accetta una visita a casa ma non parla di religione. Pranza insieme, ma non allo stesso tavolo... LETTERALMENTE.
    E per ultimo, ma non meno importante, ricordare che l'ostracismo ricade anche sui bambini che non c'entrano nulla.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La penso come Victor: esistono diversi gradi di bigottismo, dipende dalla fortuna di avere un certo tipo di anziani o no, e poi dipende molto dalla causa della disassociazione, se è stato che so, convivere prima del matrimonio come è successo a me, gli anziani han continuato a ridere e scherzare come quando ero inattivo, c'è molto più ostracismo se si è in vena di apostasia o quando vengono messe in discussione le direttive. Il motivo è semplice, viene considerato come un virus che può contagiare chi sta vicino, ma la fede non dovrebbe essere così forte da resistere a ragionamenti che mettono in discussione la fede e l'organizzazione?

      Elimina
    2. Ricordiamo comunque, complottista, che le direttive WT sono chiare e anche più estreme di quelle dell'esperienza: I DISASSOCIATI, ANCHE SE PARENTI STRETTI, VANNO COMPLETAMENTE EVITATI. Non bisogna scambiare con loro neanche sms o email. Solo in casi di "estrema necessità" puoi incontrare parenti disassociati.

      Elimina
    3. Sì,l'ho pensato anche io che chi ha dato i consigli al padre ha fatto i suoi bisognini fuori il vasino.Ma la sostanza dell'esperienza non cambia.Poi ci sono nel mondo migliaia di "consiglieri" che "la fanno fuori dal vasino".Il bello che chi controlla questi anziani,è di sicuro compiaciuto altrimenti non ci si leggerebbero simili esperienze..

      Elimina
    4. Complottista, io non mi stupisco +! Una parente che conosco disse sprezzante alla figlia apena disassociata "tu x me 6 morta! Vattene di casa"!
      La foto e il post quindi sono una delle tante situazioni a cui i zelanti fratelli si piegano ed eseguono. E' tuttovero, CHE TRISTEZZA E AMAREZZA PERO'! Perchè dimostra che di strada x aprire gli occhi ce ne da fare!! E forse, è una battaglia persa! Con i blog presenti qui in italia, in europa e nel mondo, non fanno che "scalfire" soltanto una organizzazione di uomini.
      L'unica efficace è, far finire i soldi, fermando le contribuzioni. Altrimenti combattere sul dottrinale, non serve a nulla, sono troppo indottrinati!

      Elimina
    5. La prima volta che smisi di frequentare le adunanze vivevo ancora con i miei genitori (battezzati da trentanni)e i miei due fratelli (all'epoca minorenni non battezzati).Ero inattivo da tempo e benchè lo volessi, decisi di non dissociarmi per non creare problemi alla mia famiglia.Quando loro invitavano dei fratelli per cena io me ne andavo via.Ricordo comunque un'occasione in cui uno dei miei fratelli venne ricoverato in ospedale per un intervento e quei pochi che vennero a trovarlo erano imbarazzati dalla mia presenza(benchè non mi fossi ancora dissociato)così nei giorni seguenti, in tale circostanza, uscivo dalla stanza.Quando poi andai via di casa qualche anno dopo e mi dissociai, i miei genitori non smisero mai di trattarmi come loro figlio.Ci vuole anche intelligenza,cosa che poche persone hanno all'interno della congrega!

      Elimina
    6. x Gianni G: come dicevo anche a Victor, a parte le direttive che sono allucinanti, dipende poi come dici dall'intelligenza di chi le applica, in certi casi più del richiesto (bigottismo elevato), in altri meno dove vincono gli affetti familiari. Non hanno ancora capito ai piani alti della WT che così allontanano le persone sul lungo periodo.

      Elimina
    7. Ma chi sta dentro continuerà sempre a contribuire ingannati dal fatto che lo sta facendo per Geova e non per mantenere certa gente.ho letto che ci sono tanti fratelli nell indigenza e senza lavoro e magari con figli piccoli..perché non contribuire per loro?questo non sia mai ma per questi ministri i soldi ci sono sempre e guai se non ci fossero e finché gli occhi saranno chiusi e i soldi continuano a circolare,niente li può smuovere

      Elimina
  5. Io quando conobbi mio marito sapevo che era cattolico abbiamo convissuto 5anni e ora siamo sposati ho cambiato tante cose e scelte di vita ma non per questo voglio contagiare chi mi sta vicino con le mie idee assolutamente!credo in Dio è non rinnego quello che la Bibbia mi ha insegnato in passato ma ho rinnegato modi di pensare e di agire.poi dicono che sono diversi dai cattolici ma quando entri in chiesa nessuno ti ostracizza se sapesse il tuo errore o nessuno viene da te se a messa non ci vai..gli anziani sembra che sono preoccupato per il numero di aderenti che rinvigorire la fede di un cristiano debole

    RispondiElimina
  6. Ma questa storia è vera? Un padre che fa decidere ad altri come deve relazionarsi col proprio figlio... Scusate, con tutto il rispetto per i credenti, ma grazie a dio sono ateo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anzi il padre della storia è stato "autorizzato" a vedere il proprio figlio in qualche modo. Nelle pubblicazioni le direttive precise sono più estreme.
      Torre di Guardia del 2013
      RAPPORTI CON I FAMILIARI
      "16 Il legame tra genitore e figlio è così forte che Geova se ne è servito per illustrare l’amore che prova per i suoi servitori (Isa. 49:15). Perciò è normale soffrire profondamente quando un familiare abbandona Geova. “Ero affranta”, dice una sorella la cui figlia era stata disassociata. “Mi chiedevo: ‘Perché ha lasciato Geova?’ Mi sentivo in colpa e me la prendevo con me stessa”.
      17 Se questo è anche il vostro caso, Geova comprende il dolore che provate. Quando il suo primo figlio umano e poi la maggior parte delle persone prima del Diluvio si ribellarono, “se ne addolorò nel suo cuore” (Gen. 6:5, 6). Per chi non ha subìto una perdita del genere può essere difficile capire quanto possa fare male. Nonostante il dolore, però, non sarebbe saggio allontanarsi da Geova a causa della condotta sbagliata di un familiare che viene disassociato. Come si possono dunque affrontare la sofferenza e la pena provocate da un familiare che lascia Geova?
      18 Non date a voi stessi la colpa dell’accaduto. Geova ha messo gli esseri umani davanti a una scelta, e ogni familiare dedicato e battezzato deve “[portare] il proprio carico” di responsabilità (Gal. 6:5). In ultima analisi, agli occhi di Geova è il peccatore a essere responsabile della sua scelta, non voi (Ezec. 18:20). Non è neanche giusto dare la colpa ad altri. Rispettate le disposizioni che Geova ha stabilito per il suo popolo in materia di disciplina. “Prendete la vostra determinazione contro [il Diavolo]”, e non contro i pastori che agiscono per proteggere la congregazione (1 Piet. 5:8, 9).
      19 D’altro canto, se imboccate la strada del risentimento nei confronti di Geova, vi allontanerete da lui. Ciò che il vostro familiare deve vedere in voi è la ferma determinazione a mettere Geova al di sopra di qualsiasi altra cosa, compresi i legami di parentela. Pertanto nell’affrontare la situazione prendetevi cura della vostra spiritualità. Non vi isolate dai vostri fedeli fratelli e sorelle (Prov. 18:1). Aprite il cuore a Geova in preghiera (Sal. 62:7, 8). Non cercate scuse per frequentare un familiare disassociato, ad esempio tramite e-mail (1 Cor. 5:11). Continuate a impegnarvi nelle attività spirituali (1 Cor. 15:58). La sorella già citata dice: “So che devo tenermi occupata servendo Geova e rimanere spiritualmente forte, così quando mia figlia tornerà a Geova sarò in grado di aiutarla”."

      Elimina
    2. Ma non hanno trovato un versetto nella bibbia in cui si giustifica l'uccisione fisica, oltre a quella psicologica che già mettono in atto, degli apostati?

      Elimina
    3. Certo, come no ;o)
      Una vecchia torre di guardia diceva che nell'antico israele i peccatori venivano uccisi, ma oggi le leggi e i governi ci permettono di agire verso gli apostati solo fino ad un certo punto... insomma quasi quasi a dire "peccato... non li possiamo uccidere". Certo, stiamo parlando di moooolto tempo fa come torre di guardia, ma la mentalità quella è.

      Elimina
    4. Caro Victor e poi la wts si sente perseguitata per il fatto che in alcuni paesi della confederazione Russa è stata messa al bando in quanto dichiarata estremista in base agli articoli che pubblicano sulla letteratura made in wts

      Elimina
    5. Carissimi Victor e Pierpaolo vi rispondo io:
      TG 15/1/1954 pag. 62 credo e la TG 15/7/1961 pag.420.
      Quindi cari disassociati e dissociati se solo le leggi del paese oggi lo consentissero saremmo tutti uccisi dai nostri stessi ex fratelli che predicano l'amore, la misericordia, la bontà verso tutti ma.....non a tutti.
      E se qualcuno dice, ma è stato scritto tempo fa, rispondo che non essendo stato mai smentito successivamente esso è ancora in vigore, se qualcun'altro dice ma non verrà mai applicato, rispondo ne sei proprio sicuro??

      Elimina
    6. Ammettendo che chi applica tali direttive lo faccia per guadagnare chi si è allontanato: per me non funziona, io ho perso care persone e cari amici che non mi rispondono più manco per sms o e-mail, ma non tornerei mai indietro per poterli riabbracciare, l'hanno voluto loro. In Sicilia, quando rifiuti un piatto (non fatelo mai...) ti dicono, non lo vuoi? E lui non vuole a te!

      Elimina
  7. L IGNORANZA è PEGGIO CHE AVERE UN CANCRO.....miete molte più vittime e fa dei danni ENORMI.

    RispondiElimina
  8. Ma perché nelle domande del pre-battesimo
    Non compare la parola ostracismo tra quelle in elenco?
    Tra fondamentalismo islamico e wt vedo un
    Gemellaggio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando sei dentro nessuno ti spiega tante cose e ti nascondono scottanti verità o certe così le scopri da solo ma non ti ribelli subito perché aspetti che la giustizia di Geova faccia il suo corso e mentre aspetti il marcio dilaga e tanti fratelli restano impuniti e se ti ribelli il marcio sei tu..il fatto non è la fede ma le regole insane dettate da uomini insensibili e una fede mascherata di dittatura

      Elimina
  9. è la stessa tecnica di chi ti propone un contratto ...dopo che lo hai firmato, col tempo scopri quello che ci sta veramente dietro.

    RispondiElimina
  10. Su Jw.org, alla domanda "I TdG evitano ogni contatto con gli ex membri della loro religione", nell'edulcorata e stucchevole risposta che viene data, tra le altre cose scrivono:"Che dire se un uomo viene disassociato ma la moglie e i figli continuano a essere Testimoni di Geova? Dal punto di vista religioso le cose cambiano, ma i legami di sangue restano inalterati. Il vincolo coniugale e i normali rapporti familiari e affettivi proseguono."
    https://www.jw.org/it/testimoni-di-geova/domande-frequenti/evitare-ogni-contatto/#?insight[search_id]=91aeb7f6-56f0-4449-a109-f4197dcbf683&insight[search_result_index]=0

    Omettendo però di dire che queste regole non valgono affatto per quei familiari che non vivono più sotto più nello stesso nucleo familiare, con questi ultimi "i normali rapporti familiari e affettivi", non proseguono affatto, anzi "devono essere limitati ed eliminati del tutto, se è possibile", si legge nelle pubblicazioni della WTS!!!
    La foto pubblicata và a confermare anche quando detto dalla Dott.ssa Tinelli, nel recente servizio delle Iene, quando ha detto che con un familiare disassociato non si può neanche mangiare allo stesso tavolo. In un primo momento mi era sembrata un'affermazione un po' esagerata, ma la foto è più eloquente di mille parole!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rileggendo il mio commento mi sono reso conto di aver fatto un po' di confusione tra quello che stavo pensando e quello che stavo scrivendo. Mi scuso con i lettori. Volevo dire che quelle regole indicate nel sito jw.org non valgono per quei familiari che non vivono più sotto lo stesso tetto, che non fanno più parte dello stesso nucleo familiare.

      Elimina
  11. Ma la WT visto che ama così tanto l estremismo , questa regola dovrebbe valere anche chi vive sotto lo stesso tetto ....ma in quel caso la WT abilmente e ipocritamente , si affida alla ragionevolezza ,lo deve far per forza visto che il disassociato potrebbe essere un minorenne ...allora in quel caso i famosi versetti (strumentalizzati) tanto cari di 2 giovanni 10 ...dove vanno a finire ?

    RispondiElimina
  12. Che tristezza!!!!non aggiungo altro.

    RispondiElimina
  13. stessa storia sulle trasfusioni ...la WT quando non ne viene fuori ingarbugliata dalle sue stesse regole e intepretazioni estreme ...si appella alla ragionevolezza ..e il gioco è fatto.

    RispondiElimina
  14. Buongiorno carissimi oggi nella mia zona c'è assemblea tdg e si direbbe buona assemblea! Io alla faccia dell'ostracismo vi auguro buona domenica con i vostri cari e per chi è innamorato buon san Valentino :-)
    Perplessa

    RispondiElimina
  15. Fortunatamente per noi italiani ha ragione il signor Morris.
    Mi spiego meglio:Quando venne a Roma a fare il discorso a "congregazioni unificate" un punto saliente che mi è rimasto impresso fu quando lui asseri (quasi denigrando)che qui in Italia i genitori nei confronti dei figli sono troppo mammoni e vicersa,e questo per lui era un grosso problema perché gli italiani a causa di questa indole sono refrattari ad ubbidire ai comandi della wt sull'ostracismo!
    In quel periodo ero all'inizio del mio risveglio e mi irritai non poco per le sue parole (senza tener conto di un'altra delle sue perle ovvero i tight pants che fa solo sorridere )al punto che dissi a mia moglie :ma questo spende i nostri soldi per viaggiare qui dall'america per venirci a dire che dobbiamo odiare i nostri famigliari?
    Al che mia moglie mi zitti'dicendo che stavo bestemmiando!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Condivido caro Sal.
      Quei sette pagliacci perché tali si stanno rivelando, dovrebbero iniziare a tremare per tutto il male permesso e tollerato che è stato fatto alla fratellanza mondiale.
      L'apostolo Paolo si starà rivoltando per tutto il marcio che c'è.
      Lui non pretese mai di viaggiare o mangiare utilizzando fosse anche una moneta dei suoi fratelli, anzi era totalmemte autosufficiente.
      Questi che da anni non hanno più ormai la benché minima idea di cosa significhi provvedere il necessario alla propia famiglia e fare sacrifici per andare avanti, dovrebbero avere il buon senso di fare un mea culpa generale per gli obrobi perpetrati a discapito dei fratelli.
      Si può sbagliare, è umano, ma quando i nostri errori si ripercuotono su altri si deve chiedere scusa e correre ai ripari cambiando disposizioni e modo di vedere le cose.
      Ancor più perché il Capo della congregazione richiederà un conto salatissimo da chi dicendo di rappresentarlo ha trattato male i suoi minimi fratelli per un tornaconto egoistico e personale.
      Non smetterò mai di denunciare chi distorce il pensiero di Dio e del Cristo esposto nelle scritture facendo deliberatamente del male ai deboli e gli innocenti.
      Geova tenga conto di tutto questo ed agisca presto per amore verso i Suoi leali...

      Elimina
    2. Ciao fineas...eppure basterebbe veramente poco chiedere scusa e rivedere errori che si portano avanti da tempo....ma gli costerebbe troppo dare ragione a ex fratelli, che sono anni che cercano di far capire che la WT si sbaglia su cose molto importanti.

      Elimina
    3. Condivido caro Riflessivo, in questo dimostrano di avere umiltà zero...
      Eppure da chi dice di essere "fratelli del Cristo" mi aspetterei che dimostrassero un atteggiamento umile ed accondiscendente..
      Ma secondo me quelli del cd, non sono nemmeno cugini di ultimo grado del Signore Gesù!!!
      Scusate lo sfogo...

      Elimina
    4. ahahahah!vero Fineas!ci vuole proprio una gran faccia di tolla per autodefinirsi "fratelli del Cristo"...se Gesù non fosse quello che è mi sa che li avrebbe già polverizzati per la loro presunzione..

      Elimina
  16. Caro Sal, mi ricordo benissimo questo episodio che hai raccontato di Morris e mi accorsi anche dello stralucente anello d'oro che aveva tipo anello papale! All'epoca ero ancora in coma e non capivo ma notai l'abito di sartoria e la cravatta di seta ho l'occhio perché ho lavorato in un negozio di abbigliamento, tra me e me mi dissi 'alla faccia del vestire modesto"! Non sono mai stata d'accordo con l'ignorare i dissassociati sopratutto i rapporti fra genitori e figli, ma il mio ex conduttore di studio mi abbelli l'argomento con parole che mi abbindolarono!!! Ho sempre trovato ingiusto questo atteggiamento ma stavo zitta e alle tg di studio non commentavo mai sulla dissassociazione. Dio non hai mai voluto causarci questo dolore perché andrebbe in conflitto con la scrittura che i figli sono una benedizione di Dio!
    Perplessa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    2. (Ax80) Cari Sal e Perplessa, vedo che non sono l'unico ad aver fatto coincidere il risveglio con il discorso di Morris, e per gli stessi motivi: le sue parole strampalate e fuori luogo! Da lì ho cominciato ad aprire gli occhi,devo anche ringraziarlo! Ci ho guadagnato in libertà e salute mentale! Prima che il prosciutto dagli occhi cadesse ero come avvolto da una sorta di torpore! Un saluto a tutti voi.

      Elimina
    3. Anche io dopo quel discorso ho aperto gli occhi

      Elimina
    4. Io mi sentivo sempre inadeguato, incapace di raggiungere uno standard, talmente incapace da fustigarmi con pensieri talmente negativi da impedirmi di aprire la Parola di Dio. Poi un giorno ho deciso di studiare veramente, a 360°, le tante incongruenze dottrinali mi hanno portato a fare anche altre ricerche e da qui il resto: pedofilia, dubbia economia, associazioni politiche, ecc. Però sì, il discorso di Morris è stato una pietra miliare: "Se non fate lo studio ai vostri figli, cominciate a dirgli addio"... Eh già, proprio come c'è scritto nei vangeli, uguale, uguale...

      Elimina
    5. (Ax80) Esatto, Bereano, abbiamo avuto un percorso simile! Mi sembra di vivere la mia stessa esperienza! Anch'io ho trovato raccapricciante quella frase sui figli, mi chiedo come ancora tanti rimangano così miopi, continuando a dargli credito come nulla fosse!

      Elimina
    6. (Ax80) Anche se a proposito della frase di Morris sui figli farei un altro breve appunto... Molti passi dell'Antico Testamento sono molto, molto peggio... E qui mi fermo.

      Elimina
    7. Caro Apostolo Giovanni, ho visto i video sugli illuminati. Grazie, inquietante ma vero.
      Avete mai letto: Russell Pasadena Massoni
      Se anni fa avessi saputo queste cose non avrei fatto certe scelte, assolutamente.

      Elimina
    8. È vero Ax80 sono molto peggio. Ma quello che ti inviterei a fare è uno studio ermeneutico. Bisogna prima di tutto comprendere che si tratta di scritti di ebrei per gli ebrei (che per loro natura hanno una mentalità concreta che non è in grado di astrarre). Non possiamo leggere il VT con una mentalità occidentale del XXI secolo... e cercare di comprenderlo con i NOSTRI canoni (come fa anche il CD) magari letteralmente! Bisogna prima chiedersi: cosa avrebbe capito un ebreo allora? Chiaro che questo comporta uno sforzo notevole perché prima bisogna resettare tutti i preconcetti. Ma se lo farai scoprirai che la musica cambia e troverai veramente delle "gemme" spirituali (anche senza "scavare" tanto...).

      Elimina
    9. Morris i figli ce li aveva?

      Elimina
    10. (Ax80) Si, ne ha più di uno, mi sembra... Ormai adulti, ovviamente

      Elimina
    11. A me ha colpito un passo del discorso di Morris
      ''È incredibile che diversi fratelli che abitano a New York non siano mai andati alla Betel''
      E che è una NUOVA MECCA?

      Elimina
  17. Ma loro ti dicono che l ostracismo è per il bene della persona perchè deve sentire la disciplina amorevole di Geova .....niente di più falso......i veri motivi di questo tipo di disciplina estremistica sono ben altri......sono solo per gli interessi organizzativi un modo per proteggersi da chi dissente ed è quello il loro vero pericolo .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quale dei profeti non fu perseguitato?
      O quale scoperta scientifica, medica, industriale non è stata ostracizzata?
      A parte qualcuno che paga le conseguenze per un peccato grave, ma molti che se ne vanno dai Tdg non hanno affatto peccato.
      Molti han semplicemente approfondito gli studi e le ricerche e si sono accorti che il "re -WTS- è nudo".
      Ma guai che si sappia in giro.
      E allora... isolare, segregare, allontanare.
      Perchè chi scopre le cose può forse causare INFEZIONE? No, chi scopre le cose può causare DEFEZIONE.

      Per esempio, chiediamo ad un qualsiasi Tdg: Che tipo di pane fu usato nell'ultima Cena o Commemorazione?
      99% risponderà: Pane azzimo.

      Bene, allora prendiamo il testo greco e facciamo ricerche e confrontiamo i termini greci.
      Se scopro che il termine greco usato è ἄρτον (àrton) pane comune di tutti i giorni, quindi contenente lievito, e non pane azzimo ἄζυμος, àzümos, e viene usato vino... quella non era affatto la Pasqua ebraica, ma la sera prima, 24 ore prima.
      Nella Pasqua ebraica non c'è assolutamente vino.
      Quella era la sera in cui iniziava il giorno della Preparazione o Parasceve.
      Infatti se prendiamo il Vangelo di Gv 18:28 e Gv 19:31
      Mt 27:62 Mr 15:42 e li leggiamo con attenzione, scopriamo che qualcosa non quadra sul giorno come ci hanno spiegato, ma non solo i Tdg, pure cattolici, evangelici ecc. Se non si ha un minimo di conoscenza degli usi e delle scritture ebraiche, è facile essere ingannati.
      E se comprendo con gioia queste verità PRIMARIE e le metto in pratica nella mia vita ( Ultima cena, Pasqua, non sono cose marginali come palo o croce ) sono io l'apostata perchè conosco, o apostata sei tu che conosci e nascondi a me povero ignorante?

      Elimina
    2. ottima analisi gioZ.....il vero apostata non è quello che ti vuol far conoscere la verità ...ma chi te la vuole nascondere.

      Elimina
    3. Veramente quadra tutto..le risposte sempre uguali e robot che rispondono a comando

      Elimina
  18. ok, ma non andiamo fuori tema. Per le dottrine (traduzioni, intendimenti, etc) c'è l'altro blog... http://labibbiatrastoriaescienza.blogspot.it

    RispondiElimina
  19. Mia figlia diss tanti anni fa mai saputo motivo sposata posto di lavoro rispettabilissimo figli educati non parliamo mai di religione massimo rispetto da entrambe le parti anche con suo marito .mamma angosciata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lei non frequenta nessuna chiesa io non l abbandonero' Mai mamma angosciata

      Elimina
    2. Cara mamma ma con tua figlia ci mangi ci esci?se fosse così non aver paura di niente..geova solo capisce cosa fai e non è per niente sbagliato.ricordati ke è un Genitore e questi anziani forse non hanno figli e gli viene facile parlare così e se li hanno che un domani vengano ostracizzati dai figli!impariamo a trattare i nostri fratelli disassociati con rispetto!

      Elimina
    3. ciao mamma angosciata bello poter condividere con i figli l'affetto, ma non ho capito perché sei angosciata se intrattieni rapporti afettivi con i tuoi.... Benvenuta è la prima volta che ti leggo.

      Elimina
    4. Sono d'accordo con riflessivo sul commento del 14/02 h.19.43 e vero pensano che più ricevi l'ostracismo più sei disposto a tornare in più ti taggano come una cattiva compagnia da non frequentare!Questo perché hanno paura di perdere i loro finanziatori ovvio!!!
      E questi sono i pastori che dovrebbero curarmi? ?????
      Perplessa

      Elimina
    5. Ciao speranza io ho un figlio e so bene cosa si prova ad essere una madre.poi se sono fuori casa l angoscia e sempre dietro l angolo.Non saremo mai tranquille anche se i figli stanno bene..e questa è una madre normale..Ma ci sono pure certe madri che di madre hanno solo il nome e se un figlio sta bene o no non fa niente per ke non appartiene più a Geova e morto e quindi perché preoccuparsene?di madri come questa sorella ce ne sono poche e se è angosciata e un fatto naturale di noi mamme.forse teme di essere giudicata o ostracizzata o scoperta per ke commette un nobile peccato come quello di stare con sua figlia.forse quello intende

      Elimina
    6. E poi senti certi discorsi di uno del CD ( leth ) che in una assemblea a malmo in svezia ...dice...che se uno a 12 anni non è ancora battezzato mi meraviglio ..e se non lo è a 14 mi meraviglierei ancora di più.......Caro leth io ti rispondo così......CON UN SISTEMA DISCIPLINARE DEL GENERE, CONSIGLIEREI DI BATTEZZARSI A 90 ANNI .. PRIMO... PERCHE è PIU DIFFICILE PECCARE ...E SECONDO ....SE DOVESSE CAPITARE ..L OSTRACISMO (per un calcolo di probabilità ) DUREREBBE DI MENO VISTO CHE SI è ARRIVATI IN FONDO ALLA VITA......(-:

      Elimina
    7. Beh non sarebbe male sta proposta del battesimo a 90anni ci sarebbero meno rischi!ahaha.apparte gli scherzi Gesù quando si era battezzato non era consapevole di quello che stava facendo?era responsabile di tutte le conseguenze che comportava.adesso chiediamoci:un ragazzino o bambini che sia fino a che punto e consapevole del significato del battesimo o e euforico di aver fatto felici i suoi genitori? Poi quando crescono e non vogliono più far parte del popolo di Geova che impatto psicologico subiranno per aver capito ke quella strada non fa per loro?

      Elimina
  20. A mamma angosciata: nessuno può rompere il legame tra genitori e figli non lo fa manco Geova e non lo ha mai richiesto!
    Perplessa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è così anonimo perplessa! C'è invece chi può interrompere il legame tra genitori e figli! Sono gli stessi genitori o lo stesso genitore, e quando lo è la madre, è oltremodo scandaloso. Lo dico per esperienza personale. Io non ho più parlato né visto mia madre per anni. Lo ha scelto lei, forse perché le ha fatto,pure comodo far credere che ubbidiva a delle disposizioni "scritturali" come ha sempre detto, solo per farmi capire che stavo sbagliando a essermi dissociata ed essere così spronata a ritornare. Mi faceva sapere solo quando aveva bisogno del mio aiuto e neanche lo faceva direttamente , perché voleva dimostrare di essere cauta di fronte ai tdg! Cauti come serpenti e innocenti come colombe? Non confondiamo la cautela con la vigliaccheria (perché fa comodo non perdere la considerazione dei fratelli) ! L'innocenza poi, chiamiamola falsità, come dei sepolcri imbiancati!
      Lo ha dimostrato fino all'ultimo dei suoi giorni, non ha voluto vedermi neanche in punto di morte! Di sicuro molto era la sua natura, ma certe disposizioni, hanno trovato terreno fertile

      Elimina
    2. esperienza struggente, Raquel.
      Interessante anche quando dici che certe predisposizioni hanno trovato terreno fertile tra le regole umane della wt$.
      La cosa che mi tocca nei sentimenti è il fatto di aver dovuto perdere un contatto umano indispensabile come quello di una madre, solo per l'errata applicazione delle scritture.
      Io, essendo padre, posso solo immaginare la sofferenza che ti ha causato tutto questo.
      Qui vi sono tanti amici/che con esperienze simili alla tua, quando ti va sai dove trovarci...
      Un caro saluto,e grazie per avevi reso partecipi di un pezzo della tua vita...

      Elimina
    3. Questa parte della mia vita mi accompagnerà sempre fino alla fine dei miei giorni, Fineas! Per terreno fertile intendevo anche ad una certa form mentis del soggetto. Vedi io entrai nei tdg prima di mia madre, lo feci perché stavo cercando delle risposte, che non ero ancora riuscita ad avere, seppur abbia frequentato diverse confessioni religiose, cattolicesimo incluso, ovviamente nascendo in Italia, diventi cattolico senza sapere perché. Essendo di mente aperta non ho mai precluso un dialogo e così ho iniziato con i tdg. Tuttavia solo dopo essermi battezzata , ho iniziato a riscontrare notevoli incongruenze, ma si sa sono una donna è come tale devi stare sottomessa. Così ho fatto per diversi anni. Mia madre si è battezzata e lo so per certo, solo perché le piaceva stare con i tdg, che le mostravano considerazione (cosa che a lei e' sempre piaciuto molto) . Quando ho deciso di dissociarmi, perche certe "direttive" non erano scritturali e quando mi trovavo a parlarne con gli anziani, non riuscendo a smentirmi scritturalmente, mi accusavano che ero una ribelle. Ovviamente mia madre, con ipocrisia (certo meno quando dovevo correre per sue necessita')mi dimostrò il suo dispiacere che non ci potevamo più frequentare.
      Mia madre aveva una form mentis opportunista e con quella è rimasta nei tdg, nonostante sapessero, perché vista da sedicenti fratelli , a praticare cose perseguite da certe direttive. Evidentemente le stesse direttive non sono uguali per tutti. In effetti chi si somiglia si piglia.
      Io non potevo stare in mezzo a persone del genere.
      Ma DIO non l'ho abbandonato e credo neanche lui abbia abbandonato me.
      Purtroppo quello che leggo nel vostro blog l'ho letto anche altrove, chi si macchia non solo di ingiustizia, parzialità, nepotismo, ma di ben più gravi crimini, anche dal punto di vista penale, figuriamoci di giudizio divino (giacché nella Bibbia si evincono). I mass media della comunicazione , il web sono una cassa di risonanza che arriva a tutti, e chi ha orecchi , non solo per farseli solleticare, dovrebbe prestare attenzione. Il proverbio dice che chi tace acconsente oltre ...che a stare zitto. E chi sta zitto diventa correo di un crimine , perché lo nasconde. Da lì .... Non si può dare dei sepolcri imbiancati agli altri.
      Mi sono domandata sempre chi si nasconde dietro BABILONIA LA GRANDE. Con l'aiuto delle scritture si capisce.

      Elimina
    4. Mi farebbe piacere conoscere anche il tuo personale pensiero al riguardo, Raquel.
      Se ti va, chiedi a John la mia mail o lascia a lui la tua..
      Un caro saluto...

      Elimina
    5. Raquel io pure ho una madre che non mi parla più io pure mi ero battezzata prima di lei e sono disassociata.e sparita e bruttissimo chi ha letto la mia esperienza qui sa quanto soffro ancora ma purtroppo le disposizioni di questi cialtroni sono queste...Na qui ho trovato fratelli eccezionali che se le congregazioni ne avessero ..il nuovo mondo e già qui..un bacio

      Elimina
  21. Ema 16.24 mi hai capito grazie mamma angosciata

    RispondiElimina
  22. Dì nulla mamma angosciata..ti sono vicina certo qui la mia situazione e al contrario ma mi sarebbe piaciuto avere una madre come te.dai scrivi più spesso che ti risp volentieri

    RispondiElimina
  23. Racconto la mia esperienza:
    Ho subito un comitato giudiziario
    Di ben 6 ore!!!
    Entrai in saletta alle 18 di pomeriggio e uscii alle 24...della stessa sera.
    Ripensando all'infame inquisizione,ho subito l'ostracismo come tutti gli Ex Tdg.
    Mi ricordo un collega di lavoro quando lo venne a sapere mi evitava come se fossi un SICARIO.

    non posso mai dimenticare quello che ho provato dentro!!!
    ma una cosa è certa che non è vero che una disassociazione può ravvedere il TDG dai suoi sbagli.
    Anzi più mi evitavano e più mi allontanavo.

    Per Ben 4 anni sono stato lontano dalla congregazione e dai fratelli.
    Giusto o sbagliato che Sia sono Rinato Emotivamente e fisicamente!!!
    Ho avuto tutto il tempo per meditare sul passato e di come ho impiegato il mio tempo.
    Ho continuato gli studi lavorando di giorno ed andando a scuola di sera...sono cresciuto professionalmente ed ho un buon lavoro che mi permette di sostenere adeguatamente una Famiglia con figli.
    Che dire...se avessi ancora pensato anziché con la mia mente con la LORO MENTE sarei ancora senza una famiglia...senza un Lavoro..Senza la Mia Testa...insomma un burattino nelle loro mani a dover decidere le cose più Elementari della Vita.

    Quella non era vera libertà ma solo un CONDIZIONAMENTO STRUMENTALIZZATO.
    E oggi sono ancora più convinto come disse Gesù "Fatevi coraggio poiché io ho vinto il mondo"


    RispondiElimina
    Risposte
    1. UN MIO SOGNO....COME VORREI CHE FOSSE.
      Una tribù Africana ha il seguente modo di fare quando qualcuno fa qualcosa di sbagliato. Prendono la persona la mettono al centro del villaggio e viene circondato dall'intera tribù. Per ben 2 giorni a gran voce gli dicono tutte le cose buone che ha fatto poichè la tribù crede che ogni essere umano viene al mondo desideroso di amore, pace, sicurezza, e felicità. Ma a volte nel perseguire queste cose commettiamo degli errori. La tribu vede quegli errori come un grido di aiuto ed essi si mettono insieme per ricordargli la sua vera natura. Essi gli gridano: NABAJYOTISAIKIA MIDORI!
      NABAJYOTISAIKA significa: "io ti rispetto, ti nutro,
      mi importa di te.
      In risposta si grida: MIDORI che significa: così esisto per te.
      Questa esperienza rigenera l'individuo, lo rafforza e lo lega alla comunità maggiormente.
      ( alcuni dicono che sia vero altri invece che sia una bufala, io no so se sia vero o no, mi sono ricordato di questo commento letto in Pro.Con. e ve lo ripropongo)
      Invece tra i TdG, cosa accade? L'individuo viene totalmente escluso e abbandonato proprio nel momento in cui si ha maggiormente bisogno di amici e di amore. Come vorrei che fosse come questa tribu in africa, vera o no che sia, tutti o almeno la maggioranza saremmo guariti dalla colpa degli errori e saremmo maggiormente legati ad una comunita coesa e forte. Ma.... questo è soltanto un mio sogno, un bel sogno, che però la realtà fa svanire nel nulla come un semplice vapore.
      Dedicato Con affetto a tutti coloro che hanno o stanno vivendo questa tragica esperienza.

      Elimina
    2. Caro Zero, si, conosco questa notizia.
      Se sia vera o meno il sistema è straordinario e così cerco di fare con tutti nel mio piccolo.

      Una cosa è certa: Il sistema adottato dalla WTS non è per nulla biblico ma nazista, forse anche peggio.

      Elimina
    3. A sta a te e curato sei ore il mio forse un ora..Si vede che non vedevano l ora di cacciarmi.mi hanno fatto le solite domande di rito ma il cuore non esisteva in quel momento.io poi s alutai e andai via.

      Elimina
    4. Per Ema79, Zero, Stefano, Raquel, Fineas e tutti i diseredati...

      Provate a leggere cosa dice il Creatore parlando al suo popolo che si era traviato.
      Osea 11:1-4
1 «Quando Israele era fanciullo, io lo amai
e chiamai mio figlio fuori d'Egitto.
2 Egli è stato chiamato, ma si è allontanato da chi lo chiamava;
hanno sacrificato ai Baali,
hanno bruciato incenso a immagini scolpite!
3 Io insegnai a Efraim a camminare,
sorreggendolo per le braccia;
ma essi non hanno riconosciuto che io cercavo di guarirli.

      
4 Io li attiravo con corde umane, con legami d'amore;
ero per loro come chi solleva il giogo dalle mascelle,
e porgevo loro dolcemente da mangiare.

      Guardate ora questo filmato ( se John permette )

      https://www.youtube.com/watch?v=xYw9AC4D3nc

      Possibile che ci siano esseri umani che applicano le parole di Osea ad animali ed i risultati sono straordinari,
      e ci siano invece altri esseri umani che dicono di servire Dio e praticano l’ostracismo?

      Si impara di più da questi semplici filmati che da ore ed ore di devianti adunanze.

      Con una persona che soffre e ha problemi, ci si deve chinare, porgere la mano, offrire del cibo, conforto,
      parole dolci sussurrate con tono suadente e… amore... tonnellate di amore sincero.

      Dio, il Creatore raffigura se stesso mentre si china e soccorre.
      È Lui il nostro massimo esempio. E Cristo faceva esattamente così. E Cristo è il nostro maestro.

      Elimina
    5. Ultima notizia fresca di ora ha chiAmato mia madre per dirmi la solita come sto io mio figlio mio marito ecc.m voleva far sentire in colpa perché mia zia un mese fa si era operata e non l ho più chiamata.premetto che l ho chiamata il giorno stesso cell operazione e mi ha trattato con freddezza eateema perché sono disassociata.Mia madre l ha giustificata che era nervosa.. ( infatti mi ha sbolognata subito che aveva da fare..in una stanza di ospedale che avrai da fare con tutto rispetto)e così non la chiamai per come mi aveva trattato.e mia madre oggi mi ha detto che se ce l hai con qualcuno se sta male perché non farmi sentire?allorché le dissi come gli anziani che mi fecero un comitato di un ora per cacciarmi e non cercarmi più.e lei mi disse che l ho voluto io ormai te ne sei andata che vuoi...bella risposta non vi pare?e questo il modo di far tornare a geova una persona?jallora visto che sono disassociata ormai so da buttare nel cesso marito di essere distrutta le ho detto e lei vagamente ha deviato il discorso che sono io che sbaglio a ragionare così.vi rendete conto.sono passati dieci anni mai un anziano che mi ha cercata..forse solo uno il resto falsi e ipocriti.e poi dovevo ritornare?per fare cosa?essere continuamente giudicata e fare finta di niente exmagari stringere la mano a quei falsi fratelli..Ma per favore!

      Elimina
  24. Ma se non fosse per l'ostracismo che costringe la maggioranza a rientrare solo per gli Affetti,quanti TDG ci sarebbero ancora in giro per le strade?
    Altro che 8 milioni....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E verissimo!secondo me senza criticare chi ritorna in congregazione ma tanti lo hanno fatto perché stavano soli e senza un appoggio pure un tetto delle volte.e un po egoistico credo per ke lo fai non perché ami le direttive ma perché non sai dove andare .scusa se dico così ma quanti rientrano e poi escono di nuovo

      Elimina
    2. Ed è propio questo secondo me l'inghippo.
      Non si può obbligare a tener dentro le congregazioni le persone solo perché hanno paura una volta sbagliato o commesso qualche peccato di perdere tutti gli affetti e i contatti con amici e parenti...
      Gesù non ha mai preteso di essere amato né di essere seguito.
      Lui conquistava le persone per i sentimenti che comunicava e con le azioni straordinarie che faceva, spesso per i poveri e gli emarginati della società.
      Si deve VOLER servire Dio, non essere COSTRETTI a farlo.
      Si deve amare ed apprezzare profondamente tutto quello che Gesù è stato ed è tuttora.
      Coloro che non amano il Cristo e vogliono semplicemente fare tutt'altro facciano pure.
      Deve essere chiamato seguace o discepolo di Gesù, solo CHI ACCETTA IL SUO GIOGO ed è pronto ad imparare da lui.
      Che senso ha aver tanti uomini e donne dentro le Ekklesie, se poi questi ultimi non amano veramente fare la volontà del Padre, ma son dentro soltanto perché hanno amici, figli, genitori che sono tdg?
      Abolirei all'istante la "dissasociazione" così com'è composta...
      Propio perché non favorisce il vero pentimento nella Maggior parte dei casi.
      Possibile che quelli del cd si ostinino a non voler cambiare?
      Perché temono di perdere le risorse umane così preziose alla società?
      Chi lo ha mai detto che la quantità è sinonimo di qualità?
      Perché non ci arrivano o non vogliono arrivare a comprendere che non è il numero ad essere segno della benedizione di Dio?
      Allora secondo questo criterio Noè fallì quando divenne predicatore di giustizia, avendo portato in salvo solo la sua famiglia?
      Se solo potessero ragionare con le scritture oltre che come un azienda americana, quanto cambierebbero e quanto bene si potrebbe fare!

      Elimina
    3. Infatti questo è il punto il pentimento di una persona non si ottiene per costrizione ma viene da dentro.Ma per fini egoistici di contravviene alla volontà perché si impone di fare così e allora diventa ingannevole e dannoso

      Elimina
    4. Non posso dire il motivo perché molti disassociati o dissociati rientrano, lo potrei supporre, ma mi tengo la,supposizione. Tuttavia posso parlare per me. Essendo uscita dall'organizzazione, scelta che ho preso con estrema riflessione, ma motivata da evidenti discrepanze a cui assistevo . Non ho giudicato nessuno, ci mancherebbe, ma di sicuro quando chiedevo il motivo di certe azioni, si generalizzava, ma mai ho avute risposte che potessi riscontrare anche nelle scritture. Non potevo fare finta di niente e non potevo rimanere perché la mia famiglia , mi avrebbe allontanato! Non devo rendere conto agli uomini ma a Geova, che legge il mio cuore. Figuriamoci se potessi rientrare per riallacciare i rapporti con i parenti rimasti. Sarei falsa e incoerente verso l'amore per Dio, che seguo ed amo anche senza i tdg. Il mio percorso continua, sforzandomi di essere una buona cristiana, non so se ci riesco sempre, però confido nel suo aiuto e Sarà lui poi a giudicare il mio operato. Non mi interessa apparire se sono brava o meno, non mi interessa mettere dei numeri su un foglietto, non mi interessano le competizioni. Mi interessa Geova dio.

      Elimina
    5. Brava Raquel, per adorare Dio non dobbiamo andare sul monte a Samaria o nel Tempio a gerusalemme e tantomeno in una Sala del Regno.
      Dio va adorato con spirito e verità e questo lo si può fare ovunque.
      La WTS vorrebbe far credere che chi esce dai loro cortili perda la spiritualità.
      Balla colossale. Non ho mai avuto una spiritualità così bella, serena e sincera come da 5 anni a questa parte. Ho conosciuto cose che la WTS se le sogna, proprio grazie al fatto che prego e faccio ricerche, valuto e... applico nella mia vita.
      E non ho pastori o capi a cui render conto e quello che faccio è una libera scelta, sempre.
      Ci sono poche cose in cui ho delle certezze, ma una certezza l'ho maturata: Non farò mai più parte dei Tdg, per nessun motivo. Tornare Tdg sarebbe oggi, con quello che conosco, tornare al fango e rinnegare la verità.

      Elimina
    6. concordo con te Raquel.prendere certe decisioni non è facile ma l importante e amare geova come Lui desidera e non secondo i dettami di uomini che ormai hanno abbandonato l amore perDio sempre se ne hanno avuto.Dio ci ama non si dimentica mai di noi e nessuna buona azione non passa mai inosservata a Colui che ha davvero a cuore o nostri interessi

      Elimina
    7. Gio zar hai perfettamente ragione io venni data in pasto ai lupi e mi sono sentita dire dal mio sangue che è colpa mia che ci voglio fare..oggi ho riflettuto parecchio di quanta falsità e ipocrisia ce in congregazione.mi hanno abbandonata tutti da quel giorno..si predica amore e perdono ma a chi??

      Elimina
    8. Ema79 mi puoi scrivere in privato... Trovi la mia email nel mio profilo utente.

      Elimina
    9. Leggi il mio commento su trasfusioni di sangue un uomo e la leucemia gio zar

      Elimina
  25. Quanti sono diventati TDG con la propaganda armaghedon e il paradiso imminente ? tanti.....Quanti rientrano per non perdere gli affetti ?...altre tanto tanti.......alla faccia dei buoni motivi !!

    RispondiElimina
  26. I buoni motivi non esistono.
    Ogni tdg può raccontare la sua storia.
    Ex ladri..ex detenuti...ex violenti....persone deluse dalla vita in generale...
    Insomma non esiste nessuno che voglia far parte di questo movimento solo per senso di APPARTENENZA A DIO.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non mi spiego allora tdg che dopo 10 anni o 20 anni decidono di troncare con l'organizzazione.
      Non si può vivere una vita intera con l'obbiettivo di non peccare mai e raggiungere la perfezione assoluta.

      Immagino quei ragazzi costretti a sposarsi a 19 anni solo per fuggire la fornicazione e al comitato giudiziario.
      Ma per piacere...

      Elimina
    2. Una volta un mio collega di lavoro mi raccontava , che aveva una sua zia che era tdg ....ebbene mi disse che si era disassociata perchè non ce la faceva più a stare in un posto di gente depressa ......io feci finta di niente , ero ancora sotto effetto anestetico ..e non feci molto caso a quello che mi disse. Ma ora a distanza di anni posso dire che un po di verità cè.

      Elimina
    3. Riflessivo:
      È evidente che sia cosi,il modello di vita "Idilliaco"che viene fatto vedere nelle illustrazioni WTS serve da comburente per ossiggenare la speranza che qualsiasi cosa succederà nel nuovo mondo sarà soddisfatto il desiderio di ogni essere vivente.
      Ma quando poi ti scontri con la Realtà alla fine ti stanchi...vai avanti solo per inerzia, e successivamente cadi in depressione perche ti accorgi di aver perso tempo e speranza

      Elimina
    4. (Ax80) Riflessivo e Stefano, a proposito dei vostri commenti mi chiedo quale sarà l'andamento futuro della wt in questo contesto di profonda sfiducia. Mi spiego meglio: su "altri forum" ho letto che ormai il malcontento, se così possiamo chiamarlo, viene soprattutto dall'interno, non più solamente dai fuoriusciti. Come ci adattaremo noi che ormai abbiamo capito come stanno le cose, quando in un tempo futuro la wt darà le tanto decantate "direttive strane"? Noi ci siamo documentati, siamo consapevoli di come il sedicente corpo direttivo abbia sparato un mare di vaccate in più di un secolo di storia, ma tutti gli altri? Temo che si ripeterà l'ennesimo 1975, o forse ci diranno di andare a vivere nella casa dei Patriarchi, ennesima fantavaccata ideata da rutheford... Permettete l'ironia... :-) Come reagiremo ad una situazione che sappiamo potrebbe essere il milionesimo sbaglio? Io proprio non lo so...

      Elimina
    5. Sai Stefano, ci ho pensato parecchio...io ero giovanissima quando ho conosciuto la wt...ma per me non ha mai contato la wt, è stato l'innamoramento per un tipo di vita che mi mettesse in comunicazione con Dio...come se la mia vita acquistasse un senso diverso e potessi trovare una sia pur piccolissima collocazione nel disegno universale.
      Ex ladri ed ex detenuti? Certo, ma meno di quanto pensi. Depressione e inerzia? Si.
      Ma c'è gente che ha impiegato la propria vita e ha fatto scelte dure, per un ideale di vicinanza con il Creatore, e gli si deve portar rispetto.
      Che poi qualcuno si sia approfittato della loro buona fede, è un altro par di maniche.
      E che ti sembri strano o no, ad oggi ho aggiustato il tiro, ma la molla che spinge è sempre la stessa.
      L'aver capito che altri non fanno lo stesso, non mi potrebbe f.... de meno....
      Non

      Elimina
    6. C'è un "Non" vagante, scusate...

      Elimina
    7. Ubbidiremo a direttive che ci sembreranno illogiche ? CI SEMBRERANNO ?.e per quale motivo ci dovrebbero SEMBRARE ILLOGICHE ? sembra quasi che nemmeno loro siano sicuri di quello che dicono .....mi danno l impressione che i psico americani non sappiano più come fare per far ubbidire la massa e tenerla sottomessa .

      Elimina
    8. Ci sono i miei battezzate da 38anni sono tutte sorelle.la loro vita e imperniata sui problemi che solo loro pensano di avere si fanno compatire e ci sono tanti fratelli che secondo loro le amano.cosa ipocrita perché a me tanre sorelle mi confidavabo che erano esagerate in tutte le cose perché pensano sempre di essere nel giusto..Non si sono mai sposate perché volevano un fratello spirituale come dicevano loro sempre pretendendo il massimo della spiritualità e nascondevano la cosa dicendo che se non si sono mai sposate era perché veniva prima la loro famiglia..e la stessa fine la dovevo fare io da bizzoca.se mi piaceva un fratello mi scoraggiavano subito dicendo che era un cretino perché era poco spirituale o quando invitavano il sabato sera o fratelli a cena come fosse una regola mai un fratello single ma sempre la solita sorella con il marito incredulo con i figli disasdociati o coppie sposate o difficilmente m o mai mi mandavano con altri fratelli coetanei a mangiare una pizza fuori dicendomi che non avevano soldi e rimanevo sempre a casa a rosicare che gli altri uscivano per ke a loro serviva il bastone della vecchiaia.per loro esisteva solo servizio adunanza e lavorare però lo svago era quasi inesistente.odiavo quella vita e così cominciai a fare di testa mia finché non me ne andai di casa e venni poi disassociata perché quella vita non mi piaceva.ora sono passati più di dieci anni ma sto molto meglio.solo la mia famiglia e convinta del contrario che nell organizzazione si sta bene ma l ostracismo le ha rovinate e purtroppo non posso farci niente e fanno pressione su mia madre anche lei sorella e in effetti nemmeno più una telefonata..Ma per fortuna geova non mi ha lasciata sola ho una bella famiglia a cui dare amore e poi i fratelli di questi blog che mi danno tanto coraggio

      Elimina
  27. Per Anonimo:
    Quale sarà l'andamento futuro della wts possiamo immaginarlo,qualche tempo fa mi hanno portato l'opuscolo "ritorna a Geova" e credo che la wts stia facendo proprio una campagna di richiamo per i disassociati e gli inattivi.
    Lo scopo sarà quello di riportare nell"ovile" le pecore smarrite.
    È ovvio che ritorna dovrà farlo a testa bassa.

    Per lelvira:
    Io sono entrato spontaneamente nell'organizzazione perché deluso dal mio stile di vita passato.
    Ho sempre creduto in Dio ma questa volta volevo diventare un seguace di Cristo.
    E cosi avvenne.
    Per 8 anni sono stato un fratello esemplare,mi sono fatto in 4 per operare in tutti i modi aiuto ai featelli bisognosi,lavorando nelle assemblee...contribuendo ogni settimana per l'opera di predicazione e per la sala del regno.
    Insomma ero felice di essere un tdg e avevo cambiato personalità.
    Non ero più quello di una volta.
    Ma ad un certo punto qualche cosa si è inceppato e sono arrivato al punto di farmi disassociare.
    Dopo 4 anni sono rientrato ma solo per gli affetti.
    Ora sono inattivo da 1 anno.
    Malgrado avessi ricevuto aiuto spirituale è come se mi fossi svegliato da un sogno.....
    Non sento piu l'appartenenza alla wts.
    Mi sento un estraneo....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I tuoi sentimenti, caro Stefano, qui sono in buona compagnia... chi non ci è passato non può capire. Come non avrebbe potuto capire ognuno di noi solo qualche anno fa...

      Elimina
    2. credo di capirti, Stefano...il fatto è che c'è una gran dissonanza tra le aspettative e la realtà...c'è qualcosa di mancante nel messaggio predicato...e qualcosa di aggiunto...a un certo punto ti accorgi che stai adorando un Dio fatto a immagine d'uomo, invece di cercare di rispecchiare l'immagine di Dio...e scatta qualcosa, che nemmeno sai sempre che cosa sia, all'inizio.
      L'aiuto spirituale, in buona fede, non sempre funziona perchè non si basa su elementi VERAMENTE spirituali, ma risente di interpolazioni umane sempre più marcate.
      Voglio dire, se è facile che una persona desideri una buona relazione con Dio, non è altrettanto facile che accetti, almeno nel profondo, certe regole insensate e variabili, perché non riesce, e giustamente, ad attribuirle alla volontà di Dio.
      Il Creatore non solo degli esseri umani, ma di tutto l'Universo, potrà mai occuparsi di barbe, infradito, gonne e pantaloni?
      Potrà mai ingabbiare gli esseri umani in rapporti scritti? Si può scrivere in un pezzo di carta l'amore per Dio e il prossimo?
      A un certo punto, a prescindere dalle dottrine, ti accorgi di essere estraneo a questo modo antropomorfo di rappresentare un Creatore che per forza di cose non possiamo arrivare a conoscere in quanto a lunghezza grandezza e profondità...ti senti anche un po' ridicolo...

      Elimina
    3. Certo Geova ama il donatore
      allegro e ci chiede di esercitare le nostre facoltà
      mentali per servirlo.
      Certo quando entri
      nell 'organizzazione capisci
      che c'è qualcosa che non va ma non riesci a stabilire cosa
      perché non ti fanno
      conoscere la vera realtà a
      livello globale.
      Per quello che la WTS dice di
      non avere amicizie in rete,
      non per difendersi dalle "cattive compagnie "ma i
      motivi sono ben altri. ...
      Ma se Predichiamo con i motivi
      puri indicati da Gesù è perché
      vogliamo rendere la parola in
      testimonianza senza dare gloria all ' uomo terreno.

      Elimina
  28. Caro John, non sarebbe più pratico mettere un Link diretto per l'altro Blog (quello scienza e dottrine) magari fisso in prima pagina (ad esempio)magari appena sotto PAGINE INFO SUL BLOG, cosi uno vi puo accedere direttamente? Cosi vi si può cliccare in ogni momento?

    RispondiElimina
  29. Gio Zar, adesso il link dell'altro blog è visibile nel menù e nella colonna destra in alto. Vi prego di spostare le vostre conversazioni inerenti l'interpretazione delle scritture su quel blog

    Grazie a tutti

    RispondiElimina
  30. Dopo essere stata coi TdG per diversi decenni mi ritrovo spesso a chiedermi "cosa è successo" visto che ho abbandonato le file da tempo......mi sono accorta che non sono cambiata , ma sono diventata consapevole e mi sembra che sia proprio quello che sia successo a quasi tutti noi.....all'inizio conosci Geova e te ne innamori per le Sue qualità , il Suo proposito e per tutto quello che ti permette di usare gratuitamente e ti sembra normale ricambiarlo.....ma col tempo chi te l'ho ha fatto conoscere comincia ad inculcarti che per evere ANCHE la vita eterna devi obbedire , sempre con il senso di gratitudine esasperato, ad un uninfinità di regoline e regolette insensate ma appaganti per il Creatore che non vede l'ora di vedere cosa fai......con l'andare degli anni trovi sempre più assurde altre richieste che forse ci avevano insegnato ma che al momento della messa in pratica la tua coscienza non accetta...e via discorrendo......alla fine ci si trova a dover amare un Dio al quale non riconosci più quella gratitudine spontanea ma ti trascini facendo cose che non sai nemmeno tu perchè le fai.....al posto della voce di Geova cominci a sentire sempre più sovrapposta la voce della wt che con fare subdolo e martellante instilla continuamente sensi di colpa ad ogni tuo diniego facendolo passare per sgarbo a Geova perchè loro a quel punto si sono messi al Suo posto ed il gioco è fatto! ed è proprio lì che scatta la consapevolezza , ma allora sto seguendo Dio o delle persone pretendono da me quello che Dio non pretende? La mia coscienza mi ha risposto e la decisione per me e per tutta la mia famiglia è stata "rimaniamo TdG ma non vogliamo essere PIU'testimoni della wt" .....

    RispondiElimina
  31. x Naomi: verissimo quello che dici, mi ci ritrovo in pieno, ho un terribile dubbio però a differenza tua, che quel Dio del quale ci siamo innamorati ci è stato forse "confezionato" come quando si espone qualcosa in vetrina per attirare i clienti, mi viene in mente il termine agghindare o adornare, e col tempo quell'effetto sparisce, o perlomeno si attenua. Perchè molte delle qualità di Dio che ci hanno attirato erano ben esposte sulle pubblicazioni, paradiso sulla Terra, vita eterna, fine delle malattie e della malvagità, io che prima ero cattolico non ci avevo mai fatto affidamento più di tanto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi ritrovo nelle vostre parole Naomi, e Complottista.
      Penso però che a prescindere da come ci è stato "presentato" questo Dio, ciò non toglie, almeno per me, che ci sia ancora la possibilità di conoscerlo.
      Tutto quello che non è in armonia con le scritture va indubbiamente riconsiderato e se necessario, scartato.
      Ma, sempre secondo il mio pensiero, ci sono nelle sacre scritture ed in particolare nei Vangeli, perle straordinarie w lezioni di vita che credo difficilmente un essere umano avrebbe mai potuto ispirare...
      Per cui reputo per me doveroso continuare questo percorso di crescita personale, spirituale,perché di quella si tratta, per poter poi riuscire a conoscere quel Dio in maniera più piena, per comprendere il perché di certe cose, le risposte a certe domande...
      Non posso negare però, che leggere quello che ognuno di voi scrive sta facendo tanto perché questa crescita sia continua e rivolta verso i motivi giusti...

      Elimina
    2. Caro Fineas,
      Condivido pienamente il tuo commento. Non gettiamo l'acqua sporca con tutto il bambino!

      Elimina
    3. (Ax80) Confuso, qui mi trovo d'accordo con un'espressione usata da Victor, se non sbaglio... "Non gettiamo il bambino con l'acqua sporca, ma bisogna vedere se questo "bambino" c'è mai stato"... Certezze assolute non ne ho più...

      Elimina

  32. Dopo 21 anni di matrimonio mia moglie mi prese da parte per dirmi qualcosa di importante. Voleva che passassi del tempo con un’altra donna che la portassi al ristorante e dopo al cinema. Mia moglie mi disse: “ Ti amo, ma anche questa donna ti ama tanto e voglio che tu trascorra del tempo con lei .” Questa donna era mia MADRE che viveva sola da 20 anni dopo la morte di mio Padre ed io a causa del mio lavoro e di una famiglia con 3 figli potevo farle visita raramente.
    Così quella sera stessa ho fatto quello che mia moglie mi aveva chiesto di fare, ho invitato mia MADRE al ristorante e poi al cinema. “Cosa sta succedendo, va tutto bene?”, mi chiese mia MADRE. Ho solo pensato che sarebbe stata una buona idea trascorrere del tempo con te…, solo io e te…, le risposi. Mia MADRE restò un attimo in silenzio, poi finalmente mi disse: “ Mi piacerebbe davvero tanto”. Il venerdì seguente dopo il lavoro sono andato a prenderla a casa sua, ero un po’ nervoso, era passato tanto tempo. Si era fatta i capelli ed indossava lo stesso vestito del suo ultimo Anniversario di Matrimonio, il suo sorriso raggiante di felicità la faceva sembrare un piccolo Angelo. “ Ho detto alle mie amiche che uscivo con mio figlio stasera e sono rimaste tutte colpite”. Entrando in macchina ha detto anche “ non vedono l’ora che gli racconti di questa serata”. Così siamo andati in un ristorante non troppo elegante ma confortevole e intimo, mia MADRE ha preso il mio braccio come una First Lady, ci siamo seduti ed ho dovuto leggerle il Menù perché non vedeva bene le lettere piccole, ho alzato gli occhi ed ho visto che Lei mi guardava con un sorriso carico di nostalgia. “Quando eri piccolo ero io che ti leggevo il Menù”, mi ha detto con semplicità. Allora è meglio che tu ti riposi e mi lasci restituire il favore ho risposto. Abbiamo cenato ed abbiamo parlato delle novità delle nostre rispettive vite, alla fine abbiamo parlato così tanto che ci siamo dimenticati del cinema, ma in realtà non ci è dispiaciuto averlo perso. Quando l’ho riaccompagnata a casa mi ha detto che voleva uscire di nuovo con me, ma solo se le promettevo che pagasse lei. Ho accettato. “ Come è andato il tuo appuntamento ? Mi chiese mia moglie.” E’ andato davvero bene, ancora meglio di come me lo ero immaginato risposi. Pochi giorni dopo mia MADRE è morta a causa di un problema cardiaco. E’ successo così velocemente che nessuno ha potuto fare niente per Lei. Sono passate alcune settimane e ho ricevuto una busta con la copia del conto di un ristorante, lo stesso dove avevo cenato con mia MADRE, allegato vi era un biglietto che diceva:” Ho pagato questo conto in anticipo, non ero sicura se sarei potuta esserci, ma in ogni caso ho già pagato per due, per te e tua moglie. Non sai quanto questa serata ha significato tanto per me, TI AMO FIGLIO MIO “. Quel giorno ho capito l’importanza di trascorrere del tempo con la propria famiglia e con le persone che ci sono più care, niente in verità è più importante di questo Amore.



    Dedicato a tutte quelle madre, padri, figli che hanno o stanno soffrendo a causa dell’ostracismo dei TdG, verso gli ex fratelli e sia verso familiari non TdG. Che possa essere un piccolo istante di riflessione in ognuno di noi.
    Vi abbraccio.

    Zeroassoluto.









    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bravo Zeroassoluto, ottima lezione per tutti, ed un grande inchino va fatto a tua moglie che ci ha pensato per prima, non manifestando quella stupida forma di gelosia che a volte si crea tra moglie e suocera.

      Elimina
    2. Carissimo Zero, questa storia che hai vissuto apre il cuore, perché fa vivere sentimenti che spesso si accantonano per le intense a sempre più stressanti attività di ogni giorno.
      Quanto invece è bello prendersi del tempo per la propria famiglia..
      L'emozione è palpabie mentre parli e scrivi di questa storia...
      Grazie per questo dono immenso che ci hai voluto fare condividendo un pezzo della tua vita con tutti noi...

      Elimina
    3. carissimi , devo precisare per onestà che anche se io ho una storia simile, grazie a mia moglie ho migliorato il rapporto con mia MADRE , questa è di una persona diversa, pensavo di avere inserito una nota ed invece mi sono accorto di non averla messa, mea culpa, ma assicuro che ho provato delle forti emozioni proprio per avere vissuto in prima persona una cosa simile. Chiedo scusa a tutti e confido nella vostra comprensione.

      Elimina
    4. Sinceramente parlando io non sono stata mai gelosa di noi marito e mia suocera..è sua madre..quanto avrei potuto fare lo stesso con la mia ma le regole della wt sono più importanti dì me.Non fa niente ma sono contenta quando figlio e madre stanno insieme perché è giusto che sia così non si deve mai distruggere un rapporto così importante per una religione disumana e cattiva

      Elimina
  33. Zero sei splendido.
    Conoscevo già questa storia e avevo notato che ti veniva attribuita da chi la leggeva.
    Ma la tua modestia e mitezza è intervenuta subito.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  34. una storia americana:

    Ho lasciato questa religione nel 1983 perché sono diventato padre e non volevo che ai miei figli venisse negata una trasfusione di sangue se fosse stato necessario, o fossero successivamente trattati in maniera anti-sociale come me. Ciò ha portato ad una lotta per la custodia dei figli con la mia ex-moglie che è finita alla Corte Suprema dello stato. Ho ottenuto la custodia dei ragazzi e anche se ho mantenuto un buon rapporto con la loro madre, ora che sono diventati adulti sono ostracizzati dalla loro stessa madre, Eppure non sono mai stati battezzati. Ho tre fratelli cui è stato imposto di evitare i loro figli. I tre miei nipoti sono stati effettivamente messi fuori dalle loro case senza un posto dove andare. Una nipote andò a stare da una persona cui la madre stava conducendo uno studio biblico. Per gli altri 2, lo Stato ha fornito loro alloggi in cui vivere. Una di loro di 15 anni è stata costretta a stare lontano dalla sorella più giovane, e quando la loro madre è morta per un tumore al cervello è stata ostracizzata con cattiveria quando venne a dire addio a sua madre. Lei non ha mai superato il trauma e anche se ha lottato per molti anni per andare avanti, oggi vive come una persona senza fissa dimora. Abbiamo fornito una casa per due dei suoi figli per alcuni anni, ma hanno dovuto vivere senza famiglia allargata, cosa che tutti noi in genere diamo per scontato. Tutto questo può essere verificato parlando con i miei fratelli che sono tutti testimoni di Geova molto attivi. La coercizione e l’ostracismo non funzionano, e in effetti la qualità della loro devozione è in declino. Recentemente, mi sono imbattuto in un vecchio amico che avevo quando ero un membro di questa religione, e mi ha informato che era ormai un ateo , ma è comunque rimasto dentro a motivo del timore di restare isolato.
    Molti infatti rimangono Testimoni solo con la minaccia della distruzione di Armaghedon o dell’ostracismo dalla loro famiglia. Tutti noi abbiamo bisogno di continuare a informare il pubblico e anche restare a disposizione per aiutare i membri e gli ex membri.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti appoggio in pieno..io sono osteacizzata dalla mia famiglia e mia madre testimone se lasciasse perdere tutto ci rimetterebbe .Non sta in salute continua a lavorare per la famiglia altrimenti la caccerebbero le stesse sue sorelle tutte testimoni ti dico sta senza casa perché la sua se l hanno presa le sorelle e quindi che farebbe sola??quando ci sentivamo era sempre triste facendomi capire che stava nella verità per inerzia..e orgogliosa dice sempre che ha la sua famiglia e l ' organizzazione..guarda come l hanno ridotta.quindi un ennesima dimostrazione che purtroppo conferma che si rimane in congregazione per paura e non perché sei convinto di quello in cui credi

      Elimina
  35. La Torre di Guardia di giugno rincara:

    15 Nonostante siano cresciuti in una famiglia di cristiani, a volte i figli lasciano la verità o vengono disassociati, causando grande dolore ai loro familiari. “Quando mio fratello venne disassociato fu davvero devastante. Era come se fosse morto”, ha detto una sorella che vive in Sudafrica. Come reagirono lei e i suoi genitori? Seguirono le indicazioni che si trovano nella Parola di Dio. (Leggi 1 Corinti 5:11, 13.) “Eravamo determinati a fare quello che dice la Bibbia”, hanno detto i genitori, “e riconoscevamo che agire come piace a Dio porta sempre ai risultati migliori. Consideravamo la disassociazione come una forma di disciplina da parte di Geova, ed eravamo sicuri che la sua disciplina è motivata dall’amore e non è mai eccessiva. Per questo limitammo i contatti con nostro figlio alle questioni di famiglia assolutamente necessarie”.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi vengono solo due parole :" CHE SCHIFO !!!!!!!!!"

      Elimina
    2. La parola di dio? si come la parola di dio secondo i loro intendimento, la loro compressione delle scritture, li ha spinti a fare le figuracce sulla fine del mondo, generazione, pedofilia ecc... e io dovrei basarmi sul loro intendimento e spiegazione delle scritture? Ma siamo pazzi!! non ne hanno azzeccato una e ancora fanno dire alla bibbia quello che pensano e vogliono loro?
      M non si rendono conto che stano giocando sulla pelle delle persone, e che queste sono decisioni personali, i rapporti tra parenti e famiglia, e loro non devono mettere parola, sollo stare zitti!!!
      Sonno degli sfascia famiglie, portatori di odio e razzismo!!!

      Elimina
    3. Scusate gli errori, sorry :)

      Elimina
    4. purtroppo siamo stati tutti "vittime" del sistema. Ci sono tanti fratelli e sorelle splendidi, purtroppo hanno sostituito la loro coscienza con quella di qualcun altro.

      E purtroppo, per anni, lo abbiamo fatto anche noi... come è potuto accadere? Ancora me lo chiedo...

      Elimina
  36. Tutto è partito da quando ci hanno fatto lo studio ...la nostra scarsa preparazione e conoscenza sui vari argomenti biblici, ha permesso alla WT di avere ragione e farci credere che le cose stanno come esattamente dice lei ...se oggi un TDG venisse a casa mia , con la conoscenza ( tra virgolette ) che oggi ho , ci sarebbe un confronto totalmente diverso rispetto a 25 anni fa.......quando con libro ... potete vivere su una terra paradisiaca ...sembrava che i TDG avessero la verità assoluta......tutto questo grazie alla mia ignoranza .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. (Ax80) Vero, Riflessivo. Come accennavo ieri, in base a questo viene fatta leva sulla creduloneria della massa dei TG che prende tutto per oro colato, ignorando le innumerevoli vaccate sparate in più di cento anni. Prendi i nuovi articoli sugli unti di questa settimana: ennesimo cambio di vedute che contraddice i precedenti, contraddizioni presenti anche in questa serie di articoli che si sconfessano tra loro, ad un'analisi più attenta. Tutto e il contrario di tutto. Una modifica agli "intendimenti" per ogni cantonata presa, finché non diranno che "l'evidenza delle scritture mostra che il numero 144.000 è simbolico", perché scommetto che ci arriveranno. A proposito... Anche gli estremisti islamici sono fermamente convinti che andranno in Paradiso con 72 vergini, tanto da essere disposti a morire... Suggestione mentale. Potere del condizionamento... E qui mi fermo.

      Elimina
    2. Mi ricorda un esempio della wts di anni fa, non so se lo usa ancora, che nessuno darebbe la sua vita, o accetterebbe, la morte per una causa non vera!
      Ma a storia dell'uomo dimostra che l'uomo, quando entra in uno stato di fanatismo religioso, convinzione indotta, be la storia mostra che invece la maggior parte di questi da la sua vita al nulla, al dio creato dagli uomini.
      Che dire so che ormai non mi fido piu' di niente, non e' vero che fatti, azioni, dare la vita per quello in cui si crede lo fa diventare verità, chi pensa questo, crede in questo manca di capacita obiettive di ragionamento, e capacita di capire che un gesto clamoroso, non e' la prova di un bel nulla, e neanche il numero degli appartenenti non lo e' che poi fosse cosi la wts, sarebbe automaticamente squalificata.

      Elimina
    3. La luce si fa sempre più chiara .....io credo che la luce della WT, fa solo più confusione.

      Elimina
  37. rileggete questo post e poi guardate questo video...

    CLICCA QUI

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' uno spezzone di 1984?

      Elimina
  38. Buongiorno a tutti, ho 27 anni e sono nata nella verità. Dopo un'adolescenza turbolenta, a 19 anni esprimo il mio desiderio di non fare più parte dei tdg. Non mi dissocio per non perdere la mia famiglia, ma a 22 anni vado via di casa ed inizio la mia nuova vita. Trascorro anni incredibilmente soli, provo più volte a riallacciare i rapporti con i genitori ma loro sembrano lontani, freddi, non riescono ad accettare che io non faccia più parte della religione, continuano ad esservi molto legati e la mettono prima di ogni altra cosa, non mostrano alcun segno di ripensamento. Per 8 anni ho pensato che non avrei mai avuto una concreta possibilità con loro, finché due giorni fa arriva la più insperata delle notizie. I miei si dissociano! E' difficile esprimere a parole la felicità che sto provando, sto conoscendo la mia famiglia per la prima volta, sembrano persone nuove ora che sono "libere" e si stanno rendendo conto di quanto la religione li stesse rendendo anaffettivi. Non perdete la speranza, i miracoli succedono.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. credo che questi casi dovrebbero moltiplicarsi, con quello che si sente...io ho rapporti con molti che sono dentro ma sembrano molto a disagio...
      ancora non vogliono arrivare a pensar male del cd ma è solo perchè non vogliono, non perché non gli venga il sospetto...

      Elimina
    2. Anonima infelice19 gennaio 2017 14:01

      Bellissimo!!! Sono contenta per te!!! Spero che anche i miei 2 figli ( due hanno già aperto gli occhi) escano da questi scellerati!! Dopo una discussione con la mia figlia più grande mi ha detto: perché se non credi più non esci?? Le ho risposto che non lo facevo per non perdere lei e suo fratello...lei mi ha risposto che potevo anche uscire così si comincia con la pulizia!! Sono stravolta...loro per me sono tutto...e io per loro cosa sono?? Spazzatura...lei ha avuto dei seri dubbi tempo fa ma poi ha soffocato i suoi pensieri perché è convinta che così avrà la 'vita eterna"... Forse non ricorda che nel momento del bisogno io ci sono sempre stata!! Invece quando io non ho potuto più gli anziani hanno detto a lei e al marito che loro non fanno collette e che potevano anche rivolgersi alla Caritas !! Ma...contenta lei!!

      Elimina
    3. Ciao IIe89, e benvenuta!
      Dato che i vostri rapporti erano freddi, cosa li ha spinti a dissocciarsi? Ti hanno dato qualche segno premonitore?

      Riallacciandomi a Lelvira, il tempo si stà dimostrando il peggior nemico per i seguaci di Rutherford, e secondo me trà poco assisteremo a una svolta. Di che tipo non si sà, ma ci sarà.

      Elimina
    4. il reale problema è la dipendenza,tanti anzi tutti si rendono dipendenti emotivamente,socialmente e se nel bisogno economicamente dal gruppo/congrega,questo porta a moltiplicare le difficoltà per chi vuole uscirne,c'è chi poi si è"isolato" sin dall'inizio andando contro quello che viene consigliato"chi si isola etc."è quello che si ripete a chi scinde fede e vita personale,in questo caso si riesce ad equilibrarsi anche se non si condivide tutto o non si può letteralmente uscire...

      Elimina
    5. cara anonima infelice, devi avere molta pazienza...ci sono cose che si fa fatica a mandar giù, e questa sicuramente è una di quelle...ma non buttare all'aria i sacrifici che hai fatto per loro, considerali vittime...
      io credo che ci sia una unica legge nell'universo, e che niente vada perduto, nel bene e nel male.

      Elimina
    6. Sono felicissimo per te. Purtroppo molti hanno una forte dipendenza mentale come e' stato detto. Anche per me dopo aver aperto gli occhi ce voluto un po di tempo per accettare il grande cambiamento. Purtroppo questa religione coinvolge tutti gli aspetti della vita e cambiare non e' facile. Quindi consiglio a chi avesse dubbi di construire amicizie al di fuori, non si sa mai.

      Elimina
    7. Cara ile una sorpresa inaspettata...chissa se pure i miei...ma è utopia.per te sono strafelice..dai piano piano si sistema tutto.benvenuta!

      Elimina
    8. Anonima infelice19 gennaio 2017 22:32

      Cara Lelvira io di pazienza ne ho..purtroppo sono loro che non ne hanno...non ne posso neanche parlare specie con mia figlia...mio figlio ascolta e sta zitto...lei si arrabbia...ora ha persino il marito unto!! Per me i miei figli sono tutto!! Loro hanno sofferto per un padre anziano che con fanatismo ci ha massacrati di botte in nome della religione...dovevamo essere un esempio!!! Lei aspetta il nuovo mondo dove tutti i suoi problemi finiranno e mi ha detto che anche se sarà vecchia col pannolone lei rimarrà fedele perché Dio la considera un diamante...se penso che la colpa è anche mia.. che gli ho inculcato queste cose!!! Lei è disposta secondo le direttive lette sulla torre di guardia a fare qualsiasi cosa le verrà chiesta dal corpo direttivo..anche partire domani per qualsiasi luogo!! Spero che come per me è scattato un qualcosa quando ho sentito la spiegazione delle generazioni...venga qualche intendimento che la faccia ragionare...anche perché non so quanto potrò resistere senza dissociarmi...gli anziani mi fanno pressione perché non vado a tutte le adunanze..loro non sanno perché non andiamo...per fortuna fra parentesi ho la figlia che vive con me che ha seri problemi di salute...e meno male la pensa come me..così a volte m'invento una scusa!! Sapessero che scioc ha avuto scoprire tutto e sapere che è tutta una bugia e che dovrà combattere con la sua malattia senza che La scrittura di Isaia 33:24 si adempia!! Pensa che vogliono venire a pregare per noi per intercedere con Dio perché hanno detto che le nostre preghiere sono impedite...io gli ho risposto che credevo che il mio intermediario è Gesù...meno male che ho un marito del "mondo" che non li vuole in casa!! Scusa dello sfogo..ma a volte se non parlo scoppio!! Un caro saluto a te e tutto il gruppo!!

      Elimina
    9. ma cara anonima infelice, una bella depressione con annessi attacchi di panico in pubblico, no?
      Io non credo nemmeno che dirlo sarebbe una bugia, perché se vai avanti così ti viene, è solo prevenzione...
      cari anziani non sto bene...non mi sento di parlare...stare in mezzo alle persone mi causa stress...
      non sono nemmeno scuse, è la verità.

      Fare da intermediari! Che presunzione!

      Elimina
    10. Infatti Lelvira ......basta dire con tatto: per ora nn vi posso ricevere....appena posso vi contatto io.

      Elimina
    11. Anonima infelice20 gennaio 2017 11:59

      Cara Lelvira io gli attacchi di panico ce li ho già!! Purtroppo non ho niente da inventare!!! Sono stata dal cardiologo e siccome ho uno scompenso devo stare tranquilla...solita tranquillità di cui ha bisogno mia figlia che soffre di epilessia...

      Elimina
    12. concordo,pure io stacco a periodi,però anonima infelice,non credi che dovresti farti una differente opinione di te innanzitutto,così riuscirai ad occuparti di tua figlia,a volte entriamo in un tunnel dal quale non possiamo uscire perchè veniamo ributtati dentro,ma non c'è una forza estranea a farlo,ma noi stessi...poi arriva il momento che ti siedi ti dai"valore" e mandi un po di gente a...anche i figli che non ti calcolano di striscio,pensa a te,gli altri pensano a loro e vanno avanti,non si chiedono certo come stai,quando riacquisterai te stessa guarirai e guarirai anche chi ti sta intorno,ogni tanto pensa a sta gente e fatti una risata

      Elimina
    13. ma certo cara anonima infelice, ne sono certa!
      manda a spigolare più o meno elegantemente tutti quelli che vorrebbero ancora interferire nella tua vita, comincia a pensare che per te e tua figlia c'è davvero bisogno di pace, non di tutte la paturnie di gente presuntuosa e frustrata che viene a dirti quello che devi fare tu, quando loro stessi non sono capaci di prendere in mano la loro vita.
      Tira un bel respiro e pensa a VIVERE.














      Elimina
    14. Anonima infelice20 gennaio 2017 14:46

      Cercherò di seguire il vostro consiglio!! Ma mi è venuto alla mente un particolare...avevo una sorella carnale che ora non c'è più...quando aveva quattordici anni smise di venire in sala. Era solo proclamatrice...ma fu allontanata come una disassociata!! Ricordo che in casa di mia madre si teneva lo studio di libro e subito fu levato..a mia sorella non parlo più nessuno perché le disposizioni di allora erano che lei era come una disassociata...mia madre fu emarginata..era pure vedova,e solo noi la frequentavamo...io continuai imperterrita ad associarmi con mia sorella..probabilmente io non ho mai creduto fino infondo perché mentre mia madre si disperava io vedevo mia sorella come una dea!! L'ammiravo perché la vedevo libera ma lei ricordo che ci soffri molto perche nostra madre la faceva sentire in colpa per questa emarginazione.Passo il tempo e cambiarono le disposizioni,lei che era solo stata proclamatrice poteva essere risaltata perché non si era mai battezzata!! Sapete cosa fece? Non saluto' mai nessun fratello o sorella che ora potevano parlarle!! Avessi aperto gli occhi allora!! Che buffonata!!

      Elimina
  39. Nessun segno premonitore, mai lo avrei immaginato. Sicuramente il mio allontanamento dalla religione è servito, perché negli anni successivi sono stati emarginati dalla congregazione e questo gli ha permesso di vedere la "verità" da un diverso punto di vista. Si sono resi conto che nel momento del bisogno tutti ti voltano le spalle, sono riusciti (seppur lentamente) ad aprire gli occhi e capire in cosa la religione li stava trasformando. Mia mamma non ha avuto il coraggio di dirmelo subito, non ha avuto il coraggio di parlarmene finché gli anziani non li hanno trattati come appestati per l'ennesima volta e si è decisa a darci un taglio. Sono solo che contenta di aver aperto la strada a tutta la mia famiglia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anonima infelice20 gennaio 2017 08:17

      Purtroppo lei vive al nord e io al centro Italia...anche se non vado più non viene ostracizzata...i fratelli la compatirebbero perche poverina ha la mamma apostata...purtroppo ho un nipotino che già vedo poco e dopo non vedrei proprio più...capirai...ha anche il marito unto e qui in casa mia alberga Satana!!!

      Elimina
    2. "ha anche il marito unto",beh stalle lontano,io mi preoccuperei più della loro salute mentale.al massimo

      Elimina
    3. Anonima infelice20 gennaio 2017 14:49

      Hahahahaha!!! Marcus hai ragione!! È quello che penso io!!!

      Elimina

E' OBBLIGATORIO FIRMARSI CON UN NICK (QUALSIASI) Non usate termini scurrili, insulti, calunnie, incitamenti all'odio razziale ed alla violenza, e NON menzionate la persone per nome o cognome reali. Sono vietati lo spamming, il copia-incolla ripetuto, i link a siti non approvati dalla redazione, i messaggi provocatori.
Altrimenti i post non saranno pubblicati o verranno cancellati.
La moderazione dei commenti è insindacabile ed a cura della redazione del blog. Se i vostri commenti non vengono pubblicati potete chiedere spiegazioni scrivendo alla redazione (vedi "come commentare" in alto nella colonna a sinistra)

Grazie

L'indirizzo email del blog lo trovate in fondo alla pagina (non nella visualizzazione per cellulari)