Usando questo sito, dichiarate di aver letto il Disclaimer e le norme sulla Privacy relativa ai contatori Shinystat e whos.among.us


Per capire come "nasce" questo blog, leggere le pagine info sul blog nella colonna a sinistra
Un
archivio del blog, con tutti i post fino ad oggi pubblicati, elencati per mese, lo trovate in fondo alla pagina

NORME relative ai commenti alla pagina "COME COMMENTARE"

“Non c’è nulla di male se una persona cerca di confutare gli insegnamenti e le pratiche di un gruppo religioso che ritiene in errore”. (Svegliatevi! 8 settembre 1997, pagina 6)

martedì 26 gennaio 2016

Siamo ubbidienti alle regole?



Sono esse essenziali per ottenere la salvezza? 

Che esempio diede Gesù?


In generale, tali “regole” o “disposizioni” sono contenute nella Bibbia e veniamo esortati a seguirle per il nostro bene. D’altra parte Geova sa perfettamente di cosa abbiamo bisogno forse anche meglio di noi e i consigli che ci dà producono i loro frutti  se messi in pratica.
Ma dovremmo essere ubbidienti anche alle “regole” o “disposizioni” che ci vengono date da un organizzazione che pretende di avere lo Spirito Santo di Geova?
Per rispondere a questa domanda dovremmo capire se queste  “regole” o “disposizioni” sono date con lo scopo di aiutare il nostro prossimo o piuttosto per non farci distogliere da ciò che è il nostro dovere primario: il servizio di campo alla ricerca di persone in grado di sostenere ulteriormente la WTS, soprattutto finanziariamente.
A questo proposito vediamo come si comportò Gesù verso le “regole” o “disposizioni”...




1 regola:  “Ricordando il giorno del sabato per ritenerlo sacro... Non devi fare nessun lavoro, né tu né tuo figlio né tua figlia, né…”



In base a questo comando ricordiamo che un uomo fu ucciso per essere stato trovato a raccogliere legna nel giorno di sabato. Da questo episodio in poi ci fu una cura maniacale per evitare qualsiasi lavoro nel giorno di sabato. Se subivi un incidente nel giorno di sabato e ti rompevi una gamba, nessun medico te l’avrebbe mai fasciata perché se la gamba cominciava a guarire, questo era lavoro e non si poteva né si doveva fare. Pena la morte.
Gesù si distinse e si attirò le ire degli scribi e dei farisei perché guariva di sabato. Questi suoi detrattori non misero mai in dubbio che Gesù potesse operare un miracolo. Contestavano il fatto che lo facesse di sabato.



2 regola:  “‘In quanto alla donna, nel caso che lo scolo del suo sangue scorra per molti giorni… Essa è impura…e ogni oggetto …diverrà impuro… E chiunque li tocchi sarà impuro…”



Una donna con un problema simile toccò la veste di Gesù perché aveva fede di essere sanata. Non fu né allontanata né ripresa per questo. Gesù, al contrario, la capì e la incoraggiò con toccanti parole d’amore.







3 regola: “In quanto al lebbroso… egli deve… gridare: ‘Impuro, impuro!’ ... Deve dimorare isolato…”


Il vangelo di Marco dice: “E venne da lui un lebbroso, che lo supplicò perfino in ginocchio, dicendogli: “Se vuoi, mi puoi rendere puro”.  Allora egli fu mosso a pietà e, stesa la mano, lo toccò e gli disse: “Lo voglio”.
Anche in questo caso Gesù fu disposto a “trasgredire” le regole per aiutare una persona.




Un ultima regola fu menzionata da Gesù stesso a una donna fenicia che aveva la figlia con un problema: “Io non sono stato mandato se non alle pecore smarrite della casa d’Israele”.


Questo avrebbe chiuso il discorso. La disposizione era chiara e veniva da Geova in persona e Gesù disse in più di un occasione “Io non posso fare una sola cosa di mia propria iniziativa... perché non cerco la mia propria volontà, ma la volontà di colui che mi ha mandato.” Questione chiusa.
Gesù fu disposto a “stravolgere” le regole del padre per aiutare quella donna.





Altra regola? Ok. La Legge diceva: “Dev’essere messo a morte immancabilmente, sia l’adultero che l’adultera...”.


Ma questa regola non può essere confutata dal racconto dei vangeli e della vita di Gesù: il brano è stato tolto e non possiamo più considerarlo come accaduto. Per alcuni non è mai successo. 

(Grazie ai traduttori della TNM ed. 2013 per averci privato di una delle più belle lezioni di amore di Gesù!)*

Però sappiamo perfettamente ciò che “ipoteticamente” disse Gesù: “Chi è senza peccato scagli la prima pietra...”

Anche in questo caso Gesù fu pronto a stravolgere la “regola” a beneficio della vita di una persona che fino a quel momento non era né pentita né avrebbe mai avuto motivo di esserlo.



A questo punto ritorno alla domanda iniziale: 
Siamo ubbidienti alle regole?



Se lo siamo, ci sentiamo a posto con la coscienza e potremo dire come quel fariseo dell’illustrazione : ‘O Dio, ti ringrazio che non sono come il resto degli uomini, rapaci, ingiusti, adulteri, e neanche come questo esattore di tasse. Io digiuno due volte la settimana, do la decima di ogni cosa che guadagno’. 

Se invece siamo disposti a “trasgredire le regole” per il beneficio di altri, potremo dire come l’esattore di tasse : ‘O Dio, sii misericordioso verso di me peccatore’. 

La conclusione la conosciamo bene. Gesù disse: “ Io vi dico: Quest’uomo scese a casa sua più giustificato di quell’altro; perché chiunque si esalta sarà umiliato, ma chi si umilia sarà esaltato”.



Marzia Duemilaundici



*nota aggiunta da John C.



* * * * *
Stai leggendo questa pagina da un cellulare?


42 commenti:

  1. Ringrazio Marzia per averci inviato queste sue riflessioni...

    RispondiElimina
  2. Un distillato delle opere straordinarie con le quali il nostro Maestro, con l' esempio,
    fece capire lo spirito della legge, l'anima con la quale si deve fare la volontà di Dio osservando i Suoi comandamenti.
    E sono comandamenti che implicano principi di perdono, accoglienza, misericordia, amore, generosità, premura verso il prossimo.
    Tutto si racchiude in due leggi universali, amare Dio con tutto sé stessi ed il prossimo come sé stessi.

    Grazie Marzia per cotanto spirito di riflessione che hai permesso con questo tuo post...

    Buona giornata amati fratelli e sorelle nel Signore, che il nostro Dio sia con lo spirito che mostriamo.

    RispondiElimina
  3. Grazie Marzia , bellissima riflessione .Come ho già scritto in passato ,se Gesù fosse nato nel nostro tempo ,secondo le regole della WT ,sarebbe stato bollato come il più grande apostata di tutti i tempi .....

    RispondiElimina
  4. (Ax80) Bellissima riflessione generale. Concentrandosi sui singoli aspetti, c'è da dire che anche le regole della legge mosaica venivano da Geova in persona... L'uomo che raccoglieva legna di sabato non fu ucciso per caso... Questa è l'ennesima riprova del fatto che Gesù predicava un altro Vangelo... Quegli uomini seguivano quelle regole perché "date da Dio"... Il problema è a monte... Mi fermo qui o andiamo fuori tema, credo che ognuno abbia capito il senso di quello che intendo... Buongiorno a tutti.

    RispondiElimina
  5. Ottime riflessioni. Vorrei fare un parallelo: L'insistere sulla rigida applicazione della legge senza capirne il senso e lo scopo e il proliferare di regole "non scritturali" rese evidente che quella "organizzazione" (Israele) non aveva più il favore di Dio, che il suo modo di adorare era diventato un semplice formalismo ipocrita. Quando arrivò Gesù e mise a nudo questo comportamento fu "disassociato" dal corpo direttivo dell'epoca (scribi e farisei), come oggi accade a chiunque osi far notare come si sia andato molto oltre le scritture in tante regole e disposizioni. Quando si autorizzano i singoli fratelli ad ostracizzare un ex-testimone "per dargli una disciplina" ci si mette nella posizione del fariseo che ringrazia Dio di non essere come l'ex.
    E fermiamoci qui va...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il nostro Maestro fu addirittura ucciso come un bestemmiatore, un apostata.
      Questo ci insegna molto su quanto sia difficile andare contro i sistemi che si formano col tempo e che vanno contro lo spirito della Parola di Dio.
      Ma Gesù non si arrese, pur sapendo quanto era difficile la situazione alla quale andava incontro.
      Già solo per questo, credo che ognuno di noi sia responsabilizzato ad intraprendere il suo stesso percorso di amore e di portatore di luce spirituale.
      Lui stravolse ogni regola farisaica come pure alcuni comandi della legge mosaica.
      Li stravolse dischiudendo il senso di quello che volevano dire quei comandamenti.
      La sua vita fu il perfetto esempio di come mettere in pratica la legge.
      Io sento di avere tanto da imparare da lui...

      Elimina
    2. Veramente interessante, ma allora se Gesù ha reso queste regole molto più umane, perchè alcuni si ostinano ad applicare ancora oggi quelle mosaiche, che tra l'altro erano state fatte solo per il popolo in esilio, all'interno dell'accampamento, ma non fuori?

      Elimina
    3. Non dimentichiamo tra gli altri:

      * Pietro, uomo irascibile, rissoso e irruente che rinnegò il figlio di Dio 3 volte.

      * Saulo di Tarso che perseguitò la congregazione cristiana e approvò anche la lapidazione di Stefano.

      * Lo stesso figlio di Dio che era solito dire “Avete udito che fu detto... ma io vi dico...” contravvenendo ad ogni regola fino a quel momento comunemente accettata.

      Oggi queste tre persone sarebbero segnate, disassociate e ostracizzate ad oltranza.

      Elimina
    4. Una domanda che rivolgo a tutti è:
      A che punto della sua vita Gesù si sarà accorto delle magagne degli Scribi e i Farisei?

      Elimina
    5. Confuso... vieni al dunque... i quiz non piacciono.

      Elimina
    6. Victor,
      La domanda tipica dei quiz ha sempre la risposta già definita.
      La mia invece è stata impostata volutamente "aperta" perché la risposta non l'ho ancora trovata. Aggiungendo inoltre ulteriori elementi alla stessa, potrei condizionarne il risultato.

      Grazie anticipate a tutti coloro che vorranno esprimere il loro pensieri,

      fraternamente saluto

      Elimina
    7. Si ma intendo dire... su cosa verte la domanda? Così non la capisco... magari vedi se puoi formularla diversamente...

      Elimina
    8. Ok miei cari amici, riprovo in altri termini:
      Esiste un'elevata probabilità, se non la certezza, che sin dalla giovinezza si sia reso conto della gravità del loro stato spirituale. Secondo voi sarà un caso che li abbia smascherarati solo dopo il suo battesimo? Qualcuno di voi conosce qualcosa di particolare in merito? Qualsiasi conferma, smentita e approfondimento essi siano.
      Victor, spero di essere stato più comprensibile!
      Un saluto

      Elimina
    9. E' difficile rispondere, primo perchè del Gesù giovane ci è arrivato ben poco, poi non sappiamo se la Conoscenza l'ha avuta già dalla nascita o gli è stata -trasmessa- a una certa età. Perchè ti interessa saperlo?

      Elimina
    10. Sarò io limitato.... Ma non capisco dove vuoi arrivare...

      Elimina
    11. Confuso, ti rispondo io. Anche un giovane oggi può rendersi conto dell'ipocrisia che regna in certe congregazioni, figuriamoci se Gesù da ragazzo non si rese conto di ciò che accadeva intorno a lui. Quando seppe di essere pronto, agì...

      Elimina
    12. Confuso, vorresti dimnostrare l'utilità del battesimo?

      Elimina
    13. In questo caso caro @confuso, bisognerebbe ragionare sul significato del battesimo FATTO AL CRISTO.
      È anche vero che solo dopo essersi presentato per fare la volontà di Dio, battezzandosi, i cieli si aprirono e lo Spirito Santo scese su di lui.
      Poi dovette ritirarsi nel deserto evidentemente perché ebbe tanto su cui meditare,forse perché lo Spirito gli fece ricordare gli innumerevoli anni che trascorse col Padre.
      E in effetti fu solo allora che iniziò il ministero di Gesù e poi anche le condanne publiche che lui fece nei confronti dei farisei...
      Ma non riesco a capire il perché della tua domanda.

      Elimina
    14. Cari amici,
      Con questo quesito non ho davvero intenzione di dimostrare nulla. Avendo necessità di fare chiarezza per quanto riguarda il da farsi, sto cercando di capire cosa avrebbe fatto Gesù al posto mio.
      Al momento ho la vaga impressione che, pur essendo consapevole del basso livello spirituale in cui versavano i maestri di allora, attese pazientemente il momento è il ruolo opportuni per intervenire.
      Al momento, ribadisco, è solo un'impressione che sto condividendo con voi.

      Elimina
    15. Sai @confuso, non avevo colto il senso della tua domanda.
      Vi è una profondità in quello che dici a cui non ero arrivato.
      È interessante la tua riflessione, molto più di quello che ad una analisi superficiale possa sembrare...

      Elimina
    16. Caro Fineas,
      se mi confermi la tua disponibilità, contatto John per farmi dare la tua mail.

      A tutti i partecipanti e lettori,
      al fine di evitare fraintendimenti con un altro partecipante che ha scelto lo stesso mio nick,
      da questo momento mi chiamerò "bereano confuso".

      Elimina
    17. Carissimo bereano confuso, chedi pure la mia mail. Autorizzo John a dartela.

      Per me è un piacere, fratello.

      Elimina
    18. C'è anche un altro Bereano sul blog... vediamo di non fare confusione :-)

      Elimina
  6. Stava semplicemente applicando il principio della Torah della "Pikuach Nefesh": se si è in pericolo di vita, la vita supera la legge (Lev. 18:5, Ez. 20:11, Nee. 9:29, Matt. 9:13; 12:7). Sarebbe interessante approfondire. Se John è d'accordo potrei preparare un post.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se ti fa piacere, caro Bereano, puoi scrivermi all'indirizzo che trovi in fondo alla pagina. Io sono d'accordo.

      Elimina
    2. Grazie Bereano per questa tua puntualizzazione,riflettendoci si capisce quanto sia pericolosa,farisei ca e antiscritturale la regola imposta dalla wt di non accettare trasfusioni anche a costo di stroncare una vita umana!

      Elimina
  7. post veramente bello,Marzia...ps:ma come si fa a non amare Gesù!

    RispondiElimina
  8. Da un noto blog americano la lettera che annuncia lapossibilità di applaudire se si riassocia qualcuno, tradotta alla meno peggio, scusate:

    25 GENNAIO 2016
    A TUTTI I corpi degli anziani
    Ref.: Clap quando somministrato una riammissione annuncio
    Cari fratelli:
    Siamo lieti di informarvi su una registrazione recente. In passato, abbiamo considerato inadeguato per lo scolo Congregazione quando gli anziani hanno annunciato un ripristino
    (km 2/00 p. 7), ma, come spiegato nella Torre di Guardia maggio 2016, pagina 32, ci
    motivi biblici che permettono di battere le mani spontaneamente e modo dignitoso quando tali annunci sono dati. Quindi, se gli editori vogliono battere le mani, gli anziani non dovrebbero scoraggiarli dal farlo.
    Accetta il nostro amore caldo cristiana.

    Se fossi tra i parenti del riassociato, porterei le bandierine e farei la ola :)
    Visto che si può applaudire, che vorrebbero dirmi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche gli anziani italiani hanno già ricevuto questa circolare. "Come spiegato nella W di maggio 2016 ci sono motivi biblici....". Mi viene da chiedere: ma la state leggendo solo ora la Bibbia o stanno già aprendo i nuovi rotoli????

      Elimina
    2. E se ad essere riassociato fosse qualcuno che ha fatto soffrire altri componenti della congregazione (truffa, pedofilia, adulterio, etc.)? Che ci faresti con le bandierine?

      Elimina
    3. hai ragione Confuso, la penso come te. Sarebbe stato meglio fin da subito fare le opportune distinzioni.
      Ma calcolando che molti rientrano solo per poter salutare i parenti e stare con gli amici...

      Elimina
    4. ostracizzare dovrebbe essere una scelta individuale non una regola generale ....quando vengono feriti i propri sentimenti sarà la persona stessa a decidere il comportamento da avere nei confronti del disassociato o di chi viene riassociato .....credo che questo accadi anche fra le persone comuni....ognuno ha i suoi tempi per smaltire il rancore.

      Elimina
    5. sono d'accordo Confuso. Ma si va sempre da un estremo all'altro, l'equilibrio è poco praticato...

      Elimina
  9. In effetti se ci riflettiamo un po sopra, potevano arrivarci anni fa a questa decisione;
    Le scritture fanno notare in più punti che c'è gioia in cielo per un peccatore che si pente, per una pecora che era dispersa e viene ritrovara.
    Quindi perché non si poteva esprimere la stessa gioia per i fratelli che vengono riassociati?

    Mistero della fede (wt$)...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Però per la WT ce peccatore e peccatore ......nel senso ...ce il peccatore che peccava prima di conoscere la verità , e ce il peccatore che ha conosciuto la verità e poi commette peccato ..dunque tra virgolette meno giustificato. fatto sta che la disciplina viene attuata ad un battezzato che pecca fino alla dissasociazione ....questo fa scattare il non saluto ...mentre un peccatore di fuori che ne combina di tutti i colori lo si aiuta gli si parla e lo si saluta tranquillamente ...perchè lo si considera un peccatore che è nel ignoranza ......questo credo che sia la mentalità della WT........ma chiediamoci.. un evangelista, un cattolico , o qualsiasi religioso che pecca in moralità , lo si può definire così ignorante ?

      Elimina
    2. Credo che la disassociazione abbia un senso quando si è
      riconosciuti ministri di Dio .
      Nella cristianità solo i preti sono considerati tali.
      Poi che bisogna confessare agli anziani sempre è un
      "COMANDO DI UOMINI".

      Elimina
  10. Nella mia congregazione quando si
    sono trasferiti alcuni fratelli
    non si è fatto nessun annuncio,
    Mentre per i fratelli DOC SÌ.
    con conseguente festa organizzata
    dagli anziani.
    Ma non dovevamo essere imparziali?

    RispondiElimina
  11. (Ax80) Appena visto il servizio alle iene. Ovviamente, sui vari social s'è subito scatenata l'ira e lo sdegno di fratelli e sorelle che li hanno etichettati come ridicoli che parlano senza fondamento. Ragazzi, di fronte a tutto questo c'è solo da provare rabbia, pena e vergogna per loro. Dormissero, che stanno bene così...

    RispondiElimina
  12. Vorrei evidenziare la necessità
    di tenere uniti i TDG,questo serve la WTS adesso...
    Ma non sarà così per sempre, è
    una disposizione temporanea piena
    di difetti.

    RispondiElimina
  13. Complottista, questo tuo commento…
    ....forse se ne è reso conto lo stesso giorno che ha capito che sua madre....

    Non può essere pubblicato perché quell'espressione potrebbe turbare qualcuno

    RispondiElimina

E' OBBLIGATORIO FIRMARSI CON UN NICK (QUALSIASI) Non usate termini scurrili, insulti, calunnie, incitamenti all'odio razziale ed alla violenza, e NON menzionate la persone per nome o cognome reali. Sono vietati lo spamming, il copia-incolla ripetuto, i link a siti non approvati dalla redazione, i messaggi provocatori.
Altrimenti i post non saranno pubblicati o verranno cancellati.
La moderazione dei commenti è insindacabile ed a cura della redazione del blog. Se i vostri commenti non vengono pubblicati potete chiedere spiegazioni scrivendo alla redazione (vedi "come commentare" in alto nella colonna a sinistra)

Grazie

L'indirizzo email del blog lo trovate in fondo alla pagina (non nella visualizzazione per cellulari)